Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Martedì, 15 Ottobre 2019

"Perché è stato scelto l'hotspot di Taranto per lo sbarco dei 176 migranti della Ocean Viking? È stato Emiliano ad offrire la disponibilità del porto per ingraziarsi PD e M5S in vista della ricandidatura alle regionali o non è stato nemmeno coinvolto nella decisione dal Governo Conte? Il suo silenzio in queste ore non lascia presagire niente di buono per un territorio già alle prese con perduranti, gravissime emergenze, e che non può essere gravato di ulteriori pesanti carichi soprattutto se solo per fini elettorali.
Lo sbarco a Taranto di 176 migranti dalla nave ong Ocean Viking è la naturale conseguenza del nuovo corso avviato dal nuovo governo nazionale in materia di immigrazione, cancellando e vanificando tutto l'impegno dell'ex ministro dell'Interno Matteo Salvini per fermare l'immigrazione incontrollata e il business odioso derivante dal traffico di esseri umani alimentato da multinazionali del crimine. Gli accordi di Malta erano di facciata, essendo la redistribuzione successiva agli eventuali su base volontaria, e l'Italia riprenderà ad essere la destinazione preferita degli scafisti, come si può rilevare dal ritorno massiccio degli sbarchi dalla formazione del nuovo esecutivo.
Tanto dichiara il consigliere regionale Luigi Morgante a margine del Consiglio Regionale di oggi andato ancora una volta deserto".

Published in Cronaca
Martedì, 15 Ottobre 2019 21:34

Al via la "Fiera del Mare"

Scalda i motori la macchina organizzativa della “Fiera del Mare”, il grande evento che, da giovedì 17 a domenica 20 ottobre prossimi, si svolgerà sul lungomare del Molo Sant’Eligio, nel cuore del Borgo antico del capoluogo jonico.

Il “taglio del nastro” della Fiera del Mare è in programma, alle ore 10.00 di giovedì 17 ottobre, al Molo Sant’Eligio, una inaugurazione alla quale interverranno importanti autorità e rappresentanti istituzionali.

L’evento è organizzato e sostenuto dalla Regione Puglia e da PugliaPromozione, l’agenzia regionale che, solo per un mero errore, precedentemente non era stata indicata tra gli organizzatori di questa manifestazione.

La Fiera del Mare, patrocinata dal Comune di Taranto, è stata fortemente voluta nel capoluogo jonico da Cosimo Borraccino, Assessore regionale allo Sviluppo economico, e dal Consigliere regionale Gianni Liviano che, con un suo emendamento nella Legge di bilancio 2019, ha contribuito alla sua realizzazione.

La manifestazione intende valorizzare un'economia importante per il territorio jonico, quella del MARE, basata sul turismo da diporto, sulla pesca, sull'acquacoltura e sulla mitilicoltura, segmenti di sviluppo strategici in una regione come la Puglia che dispone di grosse potenzialità anche in questo settore.

Fino a domenica 20 ottobre su questo suggestivo lungomare, nel cuore del Centro storico di Taranto, ci saranno quattro giornate di eventi, laboratori, cultura e convegni dedicati alla blue economy e alla sostenibilità ambientale.

L’area espositiva ospiterà convegni dedicati allo “sviluppo competitivo del territorio”, passando per lo “sviluppo costiero”, stand espositivi legati alla nautica, all’accessoristica di settore, allo sport e al mondo del mare e dei motori.

Sarà presente anche un’area food & beverage in chiave pugliese, con le eccellenze enogastronomiche del “Made in Puglia”, e uno spazio dedicato alle Forze Armate e alle Forze dell’Ordine, fondamentale presidio di legalità sul territorio.

Published in Cronaca

«Mi raggiunge a Roma, dove sono per il Sinodo sull’Amazzonia, la notizia dell’arrivo a Taranto della Ocean Viking con il suo carico di umanità dolente. È vivo ancora il lutto per il recente naufragio che ha visto la stessa nave impegnata con la Marina Militare nella ricerca delle vittime, la gran parte non sono state restituite dal mare: oggi fortunatamente possiamo parlare di vita e non di morte.
Auspico che il dovere civico e morale dell’accoglienza spazzi via la tentazione della polemica pretestuosa.
Taranto ha già dato in passato prova della sua grande generosità, si renda ancora una volta disponibile a questa transitoria ospitalità.
Durante questo Sinodo stiamo affrontando questioni di cui l’Amazzonia è il paradigma: senza un diverso approccio al Creato, all’economia, a quella ecologia integrale di cui ci ha parlato il Papa, saremo costretti ad assistere inermi ai rischi e al dolore che tutte le migrazioni portano con loro.
Gli eventi bellici di questi giorni, quelli che da anni si trascinano, non fanno e faranno altro che aggravare la condizione di persone, uomini, donne, bambini, a cui dobbiamo guardare come ci ha insegnato il Vangelo; un altro modo non rispetta la dignità di ogni essere umano».

Published in Cronaca

16 ottobre - 8.30/11.00 – Porto mercantile di Taranto (zona Porta Napoli)

Consegneremo simbolicamente un messaggio di accoglienza, solidarietà e pace e per questo saremo davanti all’ingresso del porto mercantile di Taranto (zona Porta Napoli), dalle 8.30 alle 11.00 per dire “benvenuti a Taranto, benvenuti in Italia” ai 175 immigrati raccolti in acque internazionali dai volontari di SOS Mediterranee e Medici senza Frontiere a bordo della nave Ocean Viking.

In una breve nota il segretario generale della CGIL di Taranto, Paolo Peluso, annuncia così la mobilitazione messa in atto da tutte le associazioni e movimenti della campagna #ioaccolgo che proprio nei giorni scorsi si erano costituiti in un Comitato provinciale.
Crediamo che questo messaggio di pace debba essere più forte di certa campagna d’odio e pregiudizio – commenta infine.
L’appello alla partecipazione al sit in è stato esteso anche a associazioni, movimenti, istituzioni e sta registrando numerose adesioni. Tutti i cittadini sono invitati a partecipare.

 

Published in Cronaca sindacale

"Per l’ennesima volta - scrive il consigliere Liviano - il Consiglio Regionale si scioglie per mancanza del numero legale. Questa volta senza essere riuscito neanche a discutere il primo punto all’ordine del giorno.

Se non fosse scandaloso, offensivo verso l’intera Regione Puglia e anche per la stessa dignità del Consiglio, potremmo parlare di una cosa ridicola, una sorta di macchietta a cui stiamo tristemente facendo l’abitudine.
È imbarazzante continuare a partecipare a Consigli regionali che hanno inizio almeno due ore dopo l’orario previsto nella convocazione e che vengono interrotti e sospesi dopo pochi minuti dal loro avvio. Il rispetto verso i pugliesi e la dignità dell’istituzione consiglio regionale, e di ciascuno dei consiglieri, devono essere salvaguardati.
Le permanenti assenze di un gran numero di consiglieri e di molti componenti della Giunta raccontano un percorso che sempre più sembra raccontare interesse verso liste da compilare per le prossime elezioni, alleanze da realizzare, candidature da presentare, nomine di qualsiasi tipo e fattispecie, e sempre meno serietà dell’impegno e rispetto per la propria e l’altrui dignità. Recuperi questa consigliatura  il profilo di responsabilità, -  conclude Liviano - credibilità e serietà, che sembra avere inesorabilmente smarrito".

Published in Politica

Giovedì 17 ottobre alle ore 11, nello spazio nello spazio antistante l’ingresso del Pronto Soccorso del SS. Annunziata, il prof. Fabio Matacchiera consegnerà nelle mani del Direttore Generale della Asl di Taranto, avv. Stefano Rossi, le prime dieci carrozzine da utilizzare per i pazienti del Pronto Soccorso.
L’acquisto delle carrozzine è stato possibile grazie ai proventi dello spettacolo dello scorso 24 maggio al Teatro Orfeo in occasione della proiezione del cortometraggio dal titolo: “Passi d’amore”, voluto e realizzato dallo stesso Matacchiera che ne ha curato anche la regia. Una storia toccante di una giovane ballerina che, da adolescente, vede dapprima svanire tutti i propri sogni a causa di un incidente stradale che la costringe su di una sedia a rotelle e che poi torna a vivere grazie all’amore che la circonda e alla grande forza di volontà.
I soldi raccolti durante questa serata hanno reso possibile l’acquisto di 30 carrozzine e oggi una parte di esse sarà consegnata al nosocomio tarantino. Le rimanenti 20 saranno successivamente donate ad altri reparti e al S. Marco di Grottaglie. .

 

Published in Sociale&Associazioni

Tra i fattori di rischio che favoriscono lo sviluppo del cancro il fumo è sicuramente uno dei più importanti. Il suo legame con i tumori, ma anche con l'infarto, l'enfisema e molte altre malattie è dimostrato ormai da una grande mole di prove scientifiche. Gli effetti negativi di questa abitudine si riflettono anche su altri aspetti della vita quotidiana e ognuno deve trovare la propria motivazione e il proprio modo per riuscire a smettere.
Spegnere l'ultima sigaretta non è facile perché quella dal fumo è una vera e propria dipendenza. Ma con le giuste motivazioni e un sostegno adeguato tutti possono riuscirci.
Per aiutare in questa impegnativa scelta il Dipartimento di Dipendenze Patologiche dell’Asl di Taranto, in collaborazione con il Dipartimento di Prevenzione, il Distretto Unico e la Struttura di Pneumologia, organizza nel mese di novembre un corso gratuito. Il metodo utilizzato dai medici presenti nel Dipartimento desidera aiutare l’utente ad affrontare le difficoltà e i dubbi, riguardo al tema, con suggerimenti efficaci ed informazioni scientificamente corrette, in linea con le indicazioni strategiche dell'Istituto Superiore di Sanità.
Uno degli obiettivi sarà quello di favorire la decisione attraverso l’accesso alle informazioni e la promozione di processi motivazionali; in seguito, attraverso il lavoro di gruppo, si potrà supportare la scelta individuale con l’aiuto del gruppo che potrà favorire i processi di disassuefazione dal tabacco.
Il corso sarà tenuto da diversi esperti, tra i quali 2 psicologi, un medico tossicologo, un medico pneumologo e una sociologa, e sarà suddiviso in 9 incontri suddivisi nell'arco di 3 mesi. Queste le date: 19-20-21 Novembre, 25-28 Novembre, 05-12 dicembre 2019 e 16-30 gennaio 2020.
Gli incontri si terranno presso il Serd del Distretto Unico in via Ancona al 2° piano.
Durante il corso sarà, inoltre, possibile effettuare gratuitamente sia la misurazione del respiro mediante esame spirometrico che del CO per la valutazione del tabagismo.
Per informazioni e prenotazioni contattare il numero 099-4585478.

Published in Sanità

Si tratta di Lucia Morselli nominata Presidente del Consiglio di Amministrazione e Amministratore Delegato di Arcelormittal Italia
Taranto, 15 ottobre 2019 - ArcelorMittal Italia annuncia che Lucia Morselli è stata nominata Presidente del Consiglio di Amministrazione e Amministratore Delegato, con decorrenza odierna. Lucia Morselli sostituirà Matthieu Jehl, attuale Presidente e CEO, che assumerà nuove responsabilità all’interno di ArcelorMittal.
Geert van Poelvoorde, CEO di ArcelorMittal Europe, Flat Products, commentando la notizia ha dichiarato:
"Vorrei iniziare ringraziando Matthieu Jehl per l'importante ruolo che ha svolto nell'aiutare ArcelorMittal a stabilire la propria presenza in Italia. Sono stati compiuti buoni progressi, in particolare nell'implementazione degli investimenti ambientali e nel miglioramento dei processi di produzione, nonostante la difficile situazione esterna".
"Siamo molto lieti di dare il benvenuto a Lucia come nuovo Presidente e CEO di ArcelorMittal Italia. Lucia è unanimamente riconosciuta come una business leader di grande esperienza che ha dato un contributo significativo all'industria italiana. La sua esperienza e le sue competenze saranno molto preziose per ArcelorMittal Italia nello sforzo di rendere l’Azienda più sostenibile e di rafforzare il consenso sul futuro dello stabilimento di Taranto".
Lucia Morselli, ha dichiarato:
"Non esiste forse oggi in Italia una sfida industriale più grande e più complessa di quella degli impianti dell'ex Ilva. Sono molto motivata dall'opportunità di poter guidare ArcelorMittal Italia, e farò del mio meglio per garantire il futuro dell’azienda e far sì che il suo contributo sia apprezzato da tutti gli stakeholder".
Background
Lucia Morselli è riconosciuta come una delle più importanti manager italiane. È membro del consiglio di amministrazione di Essilor-Luxottica, Telecom Italia SPA, Sisal SPA e ST Microelectronics ed è un amministratore delegato di grande esperienza avendo ricoperto infatti tale carica in numerose società tra cui Acciai Speciali Terni SPA, Berco Group, BioEra S.p.A., Mikado S.p.A., Tecnosistemi S.p.A., Stream (Sky) S.p.A. e Telepiù Group.
Ha iniziato la sua carriera in Olivetti come assistente del CFO e ha poi trascorso cinque anni presso Accenture nell’ambito della consulenza strategica, prima di entrare in Finmeccanica come CFO nella divisione aeromobili.
Lucia Morselli ha conseguito la laurea in matematica (summa cum laude) presso l'Università di Pisa, un dottorato di ricerca in fisica matematica presso l'Università di Roma e un master presso l'Università di Torino (Business Administration) e l'Università di Milano (Pubblica Amministrazione Europea).

Il link della puntata Presa Diretta in cui Matthieu Jehel parla del futuro del siderurgico tarantino

Published in Cronaca

Il porto jonico destinato a ricevere i profughi della Ocean Viking…e non solo.

Nuovi licenziamenti, saracinesche che chiudono, grande incertezza per il futuro, e, grazie al malgoverno degli ultimi 12 anni da parte delle sinistre, Città in preda ad un progressivo degrado sociale. In questo contesto Taranto viene scelta dal Viminale per accogliere subito i 176 profughi raccolti dalla Ocean Viking e assegnata, come “porto sicuro”, alle navi delle ONG Sos Mediterranee e Medici Senza Frontiere. Nasce dunque, sulle sponde del mar Jonio la nuova Lampedusa! Una scelta assolutamente sbagliata alla luce delle tante criticità che il territorio soffre. Già con la presenza dell’hotspot negli ultimi anni la città, e l’intera provincia, è stata invasa da centinaia di profughi di cui nessuno conosce le condizioni di vita. Leggiamo quotidianamente di interventi delle Forze dell’Ordine che scoprono sacche di sfruttamento, nei campi piuttosto che nella manovalanza malavitosa. Ragazzi giovani e all’apparenza ripresisi bene dalle dichiarate sofferenze patite, che sono davanti ai supermercati, quando non su qualche panchina o in piazzetta a tirare calci ad un pallone. Quando lavorano non svolgono attività che “gli Italiani non vogliono fare”, ma lo fanno a condizioni inaccettabili sul piano della sicurezza e del giusto compenso. Con il governo giallo-rosso, o meglio sarebbe dire rosso-rosso, torna l’invasione incontrollata, torna il business per associazioni e cooperative, e tornano purtroppo i morti come le recenti cronache testimoniano. Non si parli di accoglienza ma di tratta di essere umani a scopi politici ed economici. La Lega continuerà ad opporsi a tanto, e in Puglia alzeremo le barricate, certi che sia a livello regionale che locale Emiliano e Melucci, rispettivamente, chineranno il capo e nulla faranno per evitare questo ulteriore schiaffo alla nostra comunità già prostrata per la mancanza di lavoro e gli effetti nefasti dell’inquinamento ambientale.

Published in Politica
Martedì, 15 Ottobre 2019 08:19

Torna a Taranto la Fiera del Mare

È stata presentata, nel Salone degli Specchi del Comune di Taranto, la “Fiera del Mare”; alla conferenza stampa, coordinata da Nicla Pastore, sono intervenuti Mino Borraccino, Assessore regionale allo Sviluppo Economico, Gianni Cataldino, Assessore comunale allo Sviluppo Economico, Attività e diversificazione produttive, e Gianni Liviano, Consigliere regionale.

Dopo 35 anni ritorna a Taranto la “Fiera del Mare”, un grande evento che, da giovedì 17 a domenica 20 ottobre prossimi, si svolgerà sul lungomare del Molo Sant’Eligio, nel cuore del Borgo antico del capoluogo jonico, ai piedi degli storici “pittaggi” della Città vecchia.
La “Fiera del Mare” sarà una manifestazione tesa a valorizzare un'economia importante per il territorio jonico, quella del MARE, basata sul turismo da diporto, sulla pesca, sull'acquacoltura e sulla mitilicoltura, segmenti di sviluppo strategici in una regione come la Puglia che dispone di grosse potenzialità anche in questo settore.
L’evento è organizzato e sostenuto dalla Regione Puglia, con il patrocinio del Comune di Taranto, ed è stato fortemente voluto da Cosimo Borraccino, Assessore regionale allo Sviluppo economico, e dal Consigliere regionale Gianni Liviano che, con un suo emendamento nella Legge di bilancio 2019, ha contribuito alla sua realizzazione.

Nell’occasione l’assessore Gianni Cataldino ha dichiarato che «La Fiera del Mare va nella direzione degli sforzi che questa Amministrazione comunale sta compiendo per disegnare un nuovo modello economico per la città, che non può che passare dalla valorizzazione della risorsa mare: il passato, il presente e il futuro di Taranto. Quando parliamo di sviluppo sostenibile parliamo di una economia che si libera finalmente dalle catene della monocultura industriale per trovare nuove forme di sviluppo».
«Vogliamo proporre - ha detto il Consigliere Gianni Liviano – una visione che promuova e sostenga, con un approccio di governance multilivello, il necessario cambiamento delle direttrici di sviluppo della città e del territorio circostante, restituendo alla comunità, cittadini e operatori economici, la dimensione del futuro, della salute, della sostenibilità ambientale, del valore culturale, dell’innovazione e dello sviluppo delle risorse e dei fattori competitivi locali. Mare, ambiente, narrazione della comunità e innovazione: questi gli architravi sui quali costruire un'offerta formativa completa, di eccellenza e competitiva in grado di far registrare alla città un salto di qualità. In quest'ottica si inquadra la realizzazione di questo progetto».
L’Assessore regionale Cosimo Borraccino ha prima ringraziato tutti coloro che in Regione Puglia hanno collaborato affinché questa manifestazione vedesse la luce, con un iter amministrativo portato a termine in pochi mesi, per poi affermare: «il Governo regionale sta dedicando una particolare attenzione alla voglia di cambiamento espressa dal territorio tarantino che vuole diversificare il suo sistema economico: non solo l’importante Fiera del Mare, che rappresenta solo una delle numerose manifestazioni dedicate alla “risorsa mare” che la Regione Puglia ha organizzato qui a Taranto, ma penso all’attenzione dedicata a temi importanti come l’università e la cultura, ma soprattutto allo sviluppo economico, penso al finanziamento del Laboratorio urbano e al contributo per la creazione della task force della ZES di Taranto. Sono tutti forti segnali che vanno nella direzione della creazione di un nuovo modello di sviluppo economico di questa città».
«Sono interventi che oggi possono persino apparire scontati, ma che non lo sono affatto. La Regione Puglia è stata la prima a ipotizzare l’abbandono dei combustibili fossili nel ciclo produttivo del siderurgico, con la decarbonizzazione, e se oggi è possibile pensare a un futuro rilancio del ruolo del dell’Aeroporto “Arlotta” di Grottaglie, questo è possibile solo grazie al recente finanziamento per l’aerostazione e le piste di rullaggio. Tutte cose che, ripeto, non erano assolutamente scontate».
Antonio Melpignano, presidente del Molo Sant’Eligio, la splendida location dove si terrà la manifestazione ha ringraziato «la Regione Puglia, nelle persone dell’Assessore Mino Borraccino e del Consigliere Gianni Liviano, per aver scelto il lungomare del Molo Sant’Eligio per realizzare questa manifestazione che valorizza la risorsa mare in tutte le sue accezioni: sportive, economiche, sociali e ambientali; è esattamente la filosofia che anima ogni giorno me e il mio staff: riportare i tarantini a pensare al mare come il loro elemento naturale in cui vivere, divertirsi e lavorare, recuperando così un rapporto millenario».

Su un’area espositiva di circa 18.000 metri, proprio su quella rada del Mar Grande che si protende naturalmente verso il Mediterraneo, con la Fiera del Mare ci saranno quattro giornate di eventi, laboratori, cultura e convegni dedicati alla blue economy e alla sostenibilità ambientale.
L’area espositiva ospiterà convegni dedicati allo “sviluppo competitivo del territorio”, passando per lo “sviluppo costiero”, stand espositivi legati alla nautica, all’accessoristica di settore, allo sport e al mondo del mare e dei motori.
Sarà presente anche un’area food & beverage in chiave pugliese, con le eccellenze enogastronomiche del “Made in Puglia”.
Il calendario di eventi prevede anche un percorso di sviluppo di politiche di Health Innovation, finalizzate a tutelare, nel tempo, il “bene salute” a vantaggio dell'individuo e nell'interesse della collettività, come previsto dal progetto “Apulian Life Style per una Lunga Vita Felice”.

Il nome evoca quella “Fiera del Mare” che, a partire dal 1946, fu organizzata a Taranto per tre anni, una manifestazione che richiamò nel capoluogo jonico importanti figure della politica e della cultura, nazionale e internazionale, tra gli altri anche l’allora Capo dello Stato, On. Enrico De Nicola.
All’indomani della fine della guerra, la “Fiera del Mare” rappresentò la forte volontà della comunità jonica di guardare con fiducia al futuro e di costruire un nuovo modello di sviluppo economico e sociale del territorio, largamente partecipato e condiviso.
Questa esperienza fu poi ripresa, a partire dal 1981, dalla Camera di Commercio di Taranto che, sotto la guida di Paolo Sala, diede vita per alcuni anni alla campionaria “Subfor Mare”.
Oggi torna la “Fiera del Mare” che rappresenterà un grande laboratorio in cui si realizzerà una nuova progettualità diffusa e largamente condivisa con gli stakeholder del territorio, per valorizzare il MARE, la più antica risorsa economica del territorio jonico.

Tra i numerosi appuntamenti si segnala l’International Forum, in programma alla “Fiera del Mare” nella giornata di venerdì 18 ottobre: la Sezione Internazionalizzazione della Regione Puglia, con il supporto di Puglia Sviluppo, ed in collaborazione con Il Distretto Pugliese della Nautica da diporto organizza il Forum Internazionale dedicato al tema della Blue Economy che intende costituire un’importante occasione di confronto e dibattito sulla economia del mare come il volano per lo sviluppo del territorio, a partire da quello di Taranto, e sul potenziale derivante dalla corretta ed innovativa gestione delle risorse del mare, grazie all’intervento di esperti del settore nonché rappresentanti del mondo politico ed imprenditoriale , impegnati nel vasto campo della Blue Economy.
Il Forum prevede la presenza dei rappresentanti di Istituzioni legate alla Blue Economy a livello nazionale e regionale, associazioni ed istituti di ricerca attive nel settore, dei distretti produttivi, delle PMI italiane operanti nei settori della nautica da diporto, del turismo marittimo, e negli altri comparti del settore nonché di alcuni rappresentanti dei Paesi europei che presenteranno le proprie esperienze legate alla Blue Economy.

Published in Cronaca

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk