Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Mercoledì, 16 Ottobre 2019

Roma, 16 ott. “Il sequestro di oltre 26mila uova per mancanza di tranciabilità avvenuto da parte dei Carabinieri per la Tutela Agroalimentare, a poche settimane di distanza da quello avvenuto in provincia di Bari, mette in luce quanto la circolazione di uova di cui non si conosce la reale provenienza è purtroppo un fenomeno diffuso e tutt'altro che occasionale che minaccia la sicurezza dei consumatori e dei produttori. Ma non possiamo delegare la soluzione di questo grave problema solo al prezioso lavoro ispettivo di monitoraggio e controllo delle forze dell’ordine. E’ necessario intervenire a livello normativo dando immediata attuazione alla risoluzione approvata all'unanimità in Commissione Agricoltura della Camera all'inizio dell’anno”. E’ quanto affermano in una nota congiunta i deputati del M5S Filippo Gallinella, Presidente della Commissione Agricoltura, e Gianpaolo Cassese, primo firmatario della risoluzione, appresa la notizia sull'esito dell’operazione “Tuorlo” eseguita su 45 aziende dai Reparti (RAC) di Torino, Parma, Roma, Salerno e Messina.

“Il provvedimento che abbiamo approvato introdurrà l’obbligo di timbratura delle uova nel luogo di produzione, migliorando il sistema della tranciabilità di questo importante prodotto in tutti i passaggi della filiera. Inoltre non sarà più possibile l’ingresso di uova dall'estero prive di timbratura” spiegano i deputati.

“I consumatori avranno la certezza sulla provenienza delle uova che acquistano e sulla tipologia di allevamento. A trarre vantaggio da questo provvedimento – proseguono i parlamentari - saranno anche le imprese del settore, impegnate per garantire la massima qualità delle materie prime ma spesso minacciate dalla concorrenza sleale di chi approfitta di una falla del sistema per immettere sul mercato uova di provenienza dubbia”.

“Con l’emanazione del decreto, prossimo alla sua stesura finale, porremo finalmente un freno a un problema che ha afflitto per anni il comparto rendendo insicuri i consumatori” concludono Cassese e Gallinella.

Published in Politica

Mostrare che la diversità culturale fa crescere in ognuno la voglia di accogliere e di far parte di una nuova umanità fondata su valori antichi e sempre nuovi, è il principale obiettivo di “Intercultura”.

Uno dei possibili rischi dell’insegnamento è il fatto che, una volta entrati nella propria classe, ci si possa trincerare dietro il libro di testo, o dietro il proprio ruolo, dimenticando il mondo e le drammatiche urgenze del reale.

La presenza di uno studente straniero in classe fin da subito rappresenta un valido antidoto, una possibilità offerta all’insegnante e a ciascuno studente di lasciarsi provocare, di uscire dalla rassicurante routine.

“Intercultura” è una sfida, un percorso educativo, un’esperienza che contribuisce alla crescita, sia dello studente ospite in una classe straniera, sia di tutti gli altri soggetti coinvolti nell’accoglienza, siano essi studenti, insegnanti o componenti della famiglia presso cui dimora. E soprattutto è una esperienza che non si dimentica per tutta la vita.

Usufruire delle possibilità che offre “Intercultura” significa arricchirsi culturalmente attraverso progetti e scambi interculturali con ben 65 Paesi del mondo.

Costituiscono una testimonianza positiva i giudizi euforici di seguito riportati sull’esperienza vissuta da studenti di cui non riportiamo il nome. “È stata sicuramente una delle esperienze più belle e costruttive della mia vita. Non ho mai imparato così tanto in così poco tempo! Grazie a Intercultura ho avuto la possibilità di conoscere una cultura diversa ma per certi aspetti molto simile alla nostra”; “È stata un’esperienza incredibile, in cui ho non solo appreso meglio l’inglese, ma ho conosciuto una realtà totalmente diversa dalla nostra. Personalmente ho stretto legami forti con la mia famiglia. Sono tutti generosissimi e non lasciano mai che paghi tu, neanche se si tratta di centesimi”; “Non ho nessuna lamentela da fare, rifarei quest’esperienza altre cento volte, o andando all’estero o ospitando un ragazzo straniero in casa mia. Spero di poter andare a trovare di nuovo la famiglia ospitante tra qualche anno!"

“Il tirocinio formativo e di orientamento o un’esperienza di studio all’estero con un programma europeo sono carte vincenti da giocare sul mercato del lavoro”, dice il Rapporto del Consorzio Almalaurea di Bologna: “Rapporti 2019 sul profilo e sulla condizione occupazionale”. A parità di condizioni, si associa una probabilità maggiore del 9,1 % di trovare un’occupazione a un anno dalla conclusione del corso di studio. L’esperienza di studio all’estero aumenta le chance occupazionali del 12,7 % .

È un mondo competitivo quello che aspetta gli studenti.
Ognuno cerca quel qualcosa di speciale per mettere in risalto il proprio curriculum. Aggiungere per esempio una maggiore padronanza di una lingua al proprio bagaglio di competenze, vuol dire aumentare la probabilità di accesso alla carriera che si desidera.
Oltre al bilinguismo, l’esperienza all’estero aiuta a sviluppare un kit di abilità interculturali che è proprio quello che le aziende di tutto il mondo ricercano.

“Intercultura” è stata presentata giorno 14 ottobre nell’Aula Magna “G. Russo” dell’IPSIA Cabrini di Taranto, dove le volontarie Patrizia Simonetti (Presidente) e Patrizia Nesi (Responsabile Scuola) hanno informato una platea di studenti, sulla singolare offerta che scade il 10 novembre.

“Intercultura” onlus è l’associazione italiana che, dal 1955, svolge la sua attività. Essa si occupa di attuare, sul territorio italiano, i compiti istituzionali della AFS (American Field Service).
I volontari in Italia sono circa 5.000 riuniti in 159 Centri locali su tutto il territorio nazionale e ogni anno partono oltre 2.200 ragazzi e ne vengono ospitati circa 800.

Inoltre è parte dell’EFIL (European Federation for Intercultural Learning) e attraverso AFS e EFIL ha statuto consultivo all’UNESCO e al Consiglio d’Europa. È un ente morale riconosciuto con il DPR n. 578/85, posto sotto la tutela del Ministero degli Affari Esteri.

Dal 2007 ha promosso anche la creazione della Fondazione Intercultura, ente che sviluppa ricerche e iniziative, per ampliare la diffusione degli scambi scolastici e delle tematiche legate all’educazione interculturale.

Per quanto riguarda la validità dell’anno all’estero, innanzitutto la normativa italiana, a differenza di altre nazioni, riconosce gli studi effettuati all’estero dando, conseguentemente, la possibilità di accedere alla classe successiva senza ripetere l’anno.
Il Ministero della Pubblica Istruzione ha chiarito (nota del MIUR Prot. 843 del 10 aprile 2013) che le esperienze di studio all’estero sono “parte integrante dei percorsi di formazione e di istruzione” e che sono “valide per la riammissione nell’istituto di provenienza”.

Per ulteriori informazioni è disponibile il sito al link https://www.intercultura.it/

Published in Scuola&Istruzione
Mercoledì, 16 Ottobre 2019 15:00

I primi 40 anni dei Consulenti del Lavoro

Sabato i Consulenti del Lavoro di terra jonica festeggiano i primi quarant’anni del loro ordine professionale: era il 1979, infatti, quando fu emanata la Legge n. 12/1979 che in tutta Italia istituiva l’Ordine dei Consulenti del Lavoro.

Nell’occasione il Consiglio Provinciale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Taranto ha organizzato una Giornata celebrativa con un convegno e con la consegna ai colleghi del tradizionale riconoscimento per l’anzianità di appartenenza all’Ordine.

L’evento è stato presentato in conferenza stampa alla presenza del presidente, Giovanni Prudenzano, e di numerosi membri del Consiglio Provinciale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Taranto.

“Insieme a chi costruisce lavoro. Ordine dei Consulenti del Lavoro di Taranto: 40 anni al servizio della Comunità”: questo il titolo prescelto per la giornata celebrativa che si terrà, sabato 19 ottobre, nella splendida cornice del “Relais Histò San Pietro sul Mar Piccolo” di Taranto.

Il presidente Giovanni Prudenzano ha spiegato che «il titolo del convegno “Insieme a chi costruisce lavoro” intende sottolineare l’importante ruolo che da sempre svolgono i Consulenti del Lavoro nella comunità jonica, sia assistendo le aziende e i professionisti nella gestione e nello sviluppo delle loro imprese, sia come presidio di legalità facendo osservare la complessa normativa giuslavoristica».

 

La giornata, organizzata in collaborazione con Cassa Edile della Provincia Jonica, C.L.A.A.I., Labour Team, Tecsial e TeleConsul Editore, inizierà (ore 9.30) con i saluti di Giovanni Prudenzano, Presidente Ordine Consulenti del Lavoro Taranto, Francesco Duraccio, Segretario Consiglio Nazionale Ordine Consulenti del Lavoro, e Alessandro Visparelli, Presidente ENPACL; in seguito sarà proiettato un videomessaggio di Marina Calderone, Presidente Consiglio Nazionale Ordine CDL.

I lavori, moderati dalla giornalista Nicla Pastore, entreranno nel vivo (ore 11.00) con le relazioni di Francesco Duraccio, Segretario Consiglio Nazionale Ordine Consulenti del Lavoro, che interverrà su “1979 -2019: un viaggio nei 40 anni di evoluzione della professione di Consulente del Lavoro”, e di Giuseppe Buscema, Consulente del lavoro, Dottore commercialista e Revisore legale, Fondazione Studi Consiglio Nazionale Ordine Consulenti del lavoro, che relazionerà su “Lavoro: evoluzione e prospettive”.

I lavori riprenderanno nel pomeriggio (ore 15.00) con la relazione di Daniele Gregori, trainer e consulente aziendale, sul tema “CONSULENTI 4.0: dalla comunicazione social all’empatia digitale, le nuove competenze a prova di futuro”.

Il momento festoso della consegna del tradizionale riconoscimento per l’anzianità di appartenenza all’Ordine ai Consulenti del Lavoro jonici concluderà la giornata.

 

«Nella giornata celebrativa di Taranto – ha poi detto il Presidente Giovanni Prudenzano – protagonista sarà la figura del Consulente del Lavoro in relazione alle più recenti mutazioni della normativa giuslavoristica e alla situazione attuale del mercato del lavoro sul nostro territorio. Sarà un importante evento di natura tecnico-divulgativa-celebrativa per professionisti, esperti del settore, opinion maker e decision maker per discutere dei temi rilevanti del dibattito giuslavoristico, ma anche il momento per accendere i riflettori sulla figura del Consulente del Lavoro e sulle sue prerogative nel contesto professionale di riferimento».

 

La manifestazione è organizzata con il patrocinio del Consiglio Nazionale Ordine Consulenti del Lavoro, Università degli Studi “Aldo Moro”, Camera di Commercio di Taranto, LUMSA Taranto, CUP Taranto, ENPACL, AGCDL, Fondazione Studi CdL, ANCL SU e Fondazione Lavoro; l’evento è sostenuto da Confindustria Taranto, ERREDI Tagarelli Assicurazioni, Gruppo Sole24Ore, Impresa Ottomano, SEAC, C.B.M.C. SmartJob, Magna Grecia Formazione, G.R.L., Eutekne, Ditta Fornaro Vincenzo, inConvenzione.it di Spinosa Francesco, S&C Costruzioni, M.A.D. Srl.

Published in Cronaca sindacale

I Carabinieri della Stazione di San Giorgio Ionico hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, Angelo BLASI, 41enne di Carosino.

I militari, durante un servizio finalizzato alla prevenzione ed alla repressione dei reati in materia di sostanze stupefacenti, riconosciuto il soggetto quale spacciatore del luogo, hanno deciso di sottoporlo a perquisizioni personale, veicolare e domiciliare, rinvenendo e sequestrando 66 grammi di eroina già suddivisa in dosi, oltre ad un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento delle dosi, nonché la somma di denaro di 330,00 euro in banconote di vario taglio, provento dell’attività di spaccio.

La sostanza stupefacente, rinvenuta ed opportunamente repertata, verrà analizzata dai militari del L.A.S.S. del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Taranto.

Il 41enne, condotto in caserma, al termine delle formalità di rito, è stato arrestato e, su disposizione dell’A.G., associato presso la Casa Circondariale di Taranto.

Published in Cronaca

Il Comando Provinciale CC Taranto annovera fra le sue fila due nuovi Ufficiali neogiunti. 

Si tratta del:

- Ten. Col. Fernando Carbone, 54enne, coniugato e padre di 2 bambini, di origini napoletane, con alle spalle lunghi trascorsi operativi sulla linea territoriale e nella catena anticrimine. Ha assunto l’incarico di “Capo Ufficio Comando del Comando Provinciale di Taranto”;

- Maggiore Gabriele di Donna, 34enne, coniugato e padre di 1 bambina, originario di Roma, professionalmente proveniente dal “Gruppo d’Intervento Speciale” di Livorno. Ha assunto l’incarico di “Comandante della Compagnia CC di Taranto” in sostituzione del Maggiore Gabriele Tadoldi, a sua volta trasferito nel difficile contesto della Provincia di Caserta.

Published in Cronaca

Dichiarazione del consigliere regionale di Direzione Italia, Renato Perrini

“Al contrario di molti politici, sul molo del porto di Taranto, dove ha attraccato la nave dell’ONG Ocean Viking con tutto il suo carico umano, io ero presente come TARANTINO. Come cittadino di un territorio che ancora una volta viene scelto dal Governo nazionale ad affrontare l’ennesima emergenza. Taranto è una città che dà all’Italia molto più di quello che riceve! Le scelte compiute a livello nazionale hanno fortemente penalizzato il futuro di una città che ha subito e subisce molte ferite sul piano sanitario, occupazionale, ambientale e sociale. In cambio abbiamo ricevuto solo briciole, quindi niente. Né il governo regionale ha supplito, in questi anni, a queste mancanze dei governi nazionali.
“In merito all’arrivo dei migranti voglio essere sincero: già in passato avevo avuto modo di esprimere la mia contrarietà all’hotspot di Taranto, non perché contrario tout court all’accoglienza di poveri disperati, ma perché sono convinto che la città non sia nelle condizioni sia sul piano sociale, ma soprattutto sul piano sanitario di sopportare una gestione di 176 migranti. Non solo. Il rischio è che siano solo i primi arrivi e quindi mi auguro che Taranto in futuro non debba farsene carico di altri.
“Ecco perché oggi ero sul molo. Non per dichiarazioni spot sia in senso buonista sia in senso contrario. Sono convinto che l’Europa debba farsi carico della gestione dei flussi, l’on. Raffaele Fitto all’Europarlamento ha una posizione chiara e decisiva in merito, che condivido e sostengo. In questo caso però è più il tarantino che è in me ad essere preoccupato. Non il politico”.

Published in Cronaca

Venerdì 18 ottobre 2019, a partire dalle ore 05.00, e fino a termine esigenza, sarà effettuata l’apertura ordinaria del Ponte Girevole per permettere l’ingresso in Mar Piccolo di Nave San Marco.
Per l’eventuale passaggio in emergenza di ambulanze, mezzi dei Vigili del Fuoco e autopattuglie, il ponte potrà essere richiuso con un preavviso di almeno 30 minuti.

Published in Cronaca

"Non è in discussione il dovere alla solidarietà, all'accoglienza e alla cooperazione internazionale: una delegazione di Fratelli d'Italia oggi era presente al porto di Taranto, dove sono sbarcati circa 200 migranti della Ocean Viking, per contrastare i nuovi orientamenti e le nuove politiche del governo rosso-giallo in materia di immigrazione; il riferimento è senza dubbio la riapertura dei porti, la riproposizione della legge sullo ius soli, l'ammiccamento alle organizzazioni non governative che fanno la spola tra altri Paesi e l'Italia per portare -alla fine sempre in Italia- altri esseri umani. E'una situazione che, di fatto, sta provocando una partenza di massa (è notizia di questa mattina lo sbarco di 25 migranti anche a Brindisi) gestita da criminali internazionali. Le nostre frontiere, già malandate, non possono sopportare un'immigrazione incontrollata, indiscriminata, pericolosa, carente di misure per un'integrazione dignitosa. Per Fratelli d'Italia la soluzione resta una soltanto: blocco navale sulle coste dei Paesi di partenza, a cominciare dalla Libia".

Lo dichiara il consigliere e coordinatore regionale di Fratelli d'Italia Puglia, Erio Congedo.

Published in Cronaca

Informazione e accoglienza al turista attraverso un nuovo modello che lo recepisca quale «cittadino temporaneo». Sulla scorta dell’esperienza di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, nella provincia di Taranto è stato avviato un progetto di promozione e valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale.

Si chiama «Open Tourism» e coinvolge l’Unione dei Comuni Terre del Mare e del Sole e cioè Avetrana, Fragagnano, Leporano, Pulsano, Maruggio, Lizzano e Torricella. Rientra nel programma europeo 2014-2020 Interreg IPA CBC Italia-Albania-Montenegro ed è allargato anche al Molise, con l’Unione dei Comuni delle Sorgenti del Biferno, alla Fondazione Città del Libro di Campi Salentina, all’Albania (attraverso il Comune di Fier e l’organizzazione Cedir) e al Montenegro con il Comune di Cetinje. Mission è sviluppare un nuovo modello di cooperazione pubblico-privato transfrontaliera che guardi ad un sistema di accoglienza diffuso.

L’idea di fondo è concepire il turista come parte integrante della comunità che lo ospita, attraverso un maggiore coinvolgimento degli operatori economici, sociali e culturali. Per tutti, nuovi strumenti e punti informativi: dagli itinerari tematici ai kit promozionali, e poi workshop con gli stakeholder, un contest, una piattaforma e un’App dedicata. Al centro, il potenziamento di un turismo esperienziale, ma anche più dinamico e in grado di soddisfare i bisogni dei visitatori, offrendo loro la possibilità di vivere appieno il territorio. «Per realizzare tutto questo- anticipano le realtà coinvolte- è necessario creare sinergie tra i territori e mettere in rete risorse e competenze, sviluppando strategie che coinvolgano le comunità. Siamo partiti lo scorso anno e ora la pianificazione è in una fase importante».

Da qui l’incontro aperto al pubblico organizzato per il prossimo giovedì 17 ottobre alle ore 17:00 nella sala consiliare del comune di Maruggio nel corso del quale saranno illustrati il modello di governance e le azioni che si stanno mettendo in campo, con particolare attenzione ai comuni del versante orientale della provincia di Taranto. I saluti istituzionali saranno affidati al presidente del Lead Partner, il sindaco di Maruggio Alfredo Longo, e al responsabile di «Open Tourism» Antonio Mezzolla. I dettagli saranno illustrati dallo staff tecnico del progetto Sarah Catelani e Alice Toni. Prevista anche un’analisi del territorio con particolare riferimento ai focus group, a cura del direttore del Gal Terre del Primitivo Rita Mazzolani.

Published in Sociale&Associazioni
Mercoledì, 16 Ottobre 2019 10:34

Torna la Festa del Volontariato a Martina Franca

Il prossimo a Martina Franca sarà un weekend dedicato alla solidarietà e alla gratuita, con la quinta edizione della Festa del Volontariato, l’importante manifestazione organizzata dal Centro Servizi Volontariato di Taranto, dal CAV – Coordinamento Associazioni di Volontariato di Martina Franca e dall’Assessorato alle Politiche Sociali e Servizi alla Persona del Comune di Martina Franca.

«Negli ultimi tre anni la collaborazione con l’Amministrazione comunale – ha spiegato Gianni Genco presidente CAV Martina Franca – ha consentito di ampliare ulteriormente i già ricchi contenuti del Momento partecipativo di Martina Franca, dedicando una particolare attenzione particolare agli anziani, risorsa fondamentale delle nostre comunità, in particolare con la Festa dei Nonni tenutasi dal 2 all’8 ottobre scorsi».

«La Festa del Volontariato – ha poi detto Gianni Genco – è un momento di incontro e di promozione del volontariato per fare rete e diffondere i valori cardine dell’azione volontaria, quali la solidarietà, la gratuità, la partecipazione e la relazione».

 

La V Festa del Volontariato si terrà nel prossimo weekend presso il Centro Servizi, in Piazza D’Angiò a Martina Franca.

Nella mattinata di sabato 19 ottobre, con inizio alle ore 9.00, le associazioni di volontariato e di promozione sociale declineranno il tema dello “spreco” organizzando seminari informativi e laboratori di riuso e riciclo, analizzando la tematica da diversi punti di vista: lo “spreco” di tempo, di risorse e di ogni altro tipo!

Più articolato il programma del pomeriggio che inizia (ore 16.30) con la relazione di Silvia Ruggiero, psicologa psicoterapeuta, sul tema “Prendersi cura” in cui saranno analizzati gli aspetti psicologici nelle relazioni di cura.

Alle 17.30 si terrà “Nonni Sicuri” con la Polizia di Stato che illustrerà 10 semplici regole per evitare le truffe agli anziani, con la “traduzione” simultanea in gesti e dialetto martinesi a cura dell’Associazione culturale Castrum Martinae.

Alle 18.30 il programma si concluderà con “Uniti nel Soccorso”, una esercitazione congiunta di Protezione Civile con mostra statica a cura di Pubblica Assistenza A.R. 27, Croce Rossa Italiana, Nucleo Protezione Civile Associazione Nazionale Carabinieri e M. C. San Martino Motosoccorso.

 

Nella giornata di domenica 20 ottobre si inizia alle ore 10.00 con l’incontro “Momenti di riflessione sulla Sharing Economy” in cui sarà proposta la “condivisione” come lotta allo spreco, un momento a cura delle associazioni aderenti al CAV Martina Franca e di molte altre associazioni, locali e non, che hanno condiviso il progetto; alle ore 11.30 Don Francesco Imperiale, Vicario Foraneo, celebrerà la Santa Messa del Volontariato.

Nel pomeriggio, alle ore 17.00, i giovani talenti delle scuole primarie saranno protagonisti di “Giochiamo con i colori, disegniamo” con in prima fila i loro genitori, mentre alle 18.00 si terrà La Corrida del volontario a cura dell’Associazione Riuniti per Caso, durante la quale i volontari si cimenteranno in momenti “artistici” di canto, ballo e arte varia.

Gran finale con “Pinocchio martinese” prendiamoci a risate, una performance curata dalle Associazioni NSL e UNITALSI.

Published in Sociale&Associazioni
Pagina 1 di 2

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk