Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Lunedì, 07 Ottobre 2019

Cordoglio e vicinanza alle famiglie dei due servitori dello Stato, Pierluigi Rotta, agente scelto, e Matteo De Menego, agente, barbaramente uccisi da due delinquenti ieri a Trieste. Ma non basta il cordoglio, non basta piangere oggi; c’è rabbia per un sistema che tutela i delinquenti e non le Forze dell’Ordine, sistematicamente criminalizzate. Non dimentichiamo, per fare solo un esempio, la condanna a 9 mesi per un poliziotto che sparò alle gomme dell’auto di un rom in fuga, e i 60 mila euro risarciti al delinquente! Ci attendiamo ora che l’on. Scalfarotto, che visitò in carcere i due americani dopo l’omicidio del Carabiniere Mario Cerciello Rega, vada a Trieste a trovare i due dominicani. Non possiamo derubricare quanto accaduto ad un “incidente”; si tratta del risultato di politiche, messe in atto dalle sinistre, che puntano a delegittimare le Forze dell’Ordine, una per tutte la norma sul reato di tortura, che pone grandi limiti all’azione di chi è chiamato a garantire la sicurezza dei cittadini, rischiando, come spesso accade la propria vita.

Published in Politica

Con il lancio di NEF Ethical Global Trends SDG, un fondo azionario globale che va ad arricchire la gamma etica di NEF costituita da un fondo obbligazionario e due bilanciati con profili di rischio differenziati, Cassa Centrale porta a quattro i prodotti della linea “Ethical”, che raccoglie ad oggi 600 milioni di Euro (su un ammontare complessivo del fondo di 3,6 miliardi di Euro).

Trento - A Trento, la prima tappa del Roadshow di presentazione del nuovo fondo azionario globale che toccherà entro metà ottobre tutte le sedi territoriali del Gruppo Cassa Centrale. L’offerta di finanza etica – attualmente composta da un fondo obbligazionario (NEF Ethical Total Return Bond) e da due bilanciati (Ethical Balanced Conservative e Ethical Balanced Dynamic) – si arricchisce con uno strumento finanziario innovativo: NEF Ethical Global Trends SDG.
“Non è casuale la scelta del claim associato al fondo – afferma Enrico Salvetta, Vice Direttore Generale Vicario di Cassa Centrale Banca e Direttore dell’Area Finanza – «Investire nel futuro che vorremmo». Il futuro del pianeta e la sostenibilità del nostro agire sono temi strettamente connessi, e rappresentano le sfide più importanti che tutti dobbiamo porci l’obiettivo di superare negli anni a venire. Le Banche di Credito Cooperativo hanno l’etica nel dna da sempre e il fatto di trasporre questo modo di essere sia facendo crescere in modo sostenibile l’economia dei nostri territori, sia ponendo l’eticità come principio alla base del nostro modo di investire, è solo una conseguenza della nostra natura”.
Il nuovo comparto – gestito in delega dalla società di asset management britannica Niche AM – prevede la selezione di aziende che sappiano cogliere i trend innovativi e conformi ai criteri ESG (Environment, Social e Governance). L’obiettivo è favorire la crescita del capitale a lungo termine, investendo principalmente in società quotate nelle borse mondiali, con l’acquisto di azioni emesse da aziende con profili ESG di alta qualità, che contribuiscono al contempo al raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) definiti dall’ONU.
“I trend in cui sono coinvolte le società selezionate sono diversi e tutti vitali – afferma Massimo Baggiani, gestore del fondo – energie rinnovabili, smaltimento dei rifiuti, eliminazione di plastica e cemento, riciclo dell’acciaio, lotta contro i tumori, alimentazione responsabile, miglioramento delle condizioni degli anziani, sostenibilità delle città, mobilità elettrica, nuovi strumenti inclusivi di educazione, miglioramento della comunicazione, trasparenza nell’informazione e molti altri. È su questi cambiamenti che, assieme a NEAM, abbiamo deciso di improntare lo stile di gestione del fondo, affiancandolo ad un rigido approccio fondamentale e value per l’analisi e la selezione delle società e a una strutturazione del prodotto chiara, trasparente e leggibile per l’investitore”.
Con il collocamento del nuovo fondo, il Gruppo Cassa Centrale contribuirà al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite nell’Agenda 2030, il grande piano d’azione firmato dai governi dei 193 paesi membri che mira a risolvere un’ampia gamma di problemi riguardanti lo sviluppo economico e sociale del mondo nei prossimi 10 anni.
Il Gruppo Cassa Centrale si posiziona al settimo posto su scala nazionale per collocazione di prodotti finanziari in questo comparto. Le strategie etiche di NEF capitalizzano oggi 600 milioni di Euro (su un totale complessivo del fondo di 3,6 miliardi di Euro) e hanno l’ambizione di diventare sempre più centrali nell’ambito dell’attività di collocamento delle Banche del Gruppo, coerentemente con i principi che governano la mutualità del credito cooperativo.
Grazie alla crescita delle masse nella finanza etica, la società di gestione NEAM non contribuisce soltanto al buon esito dell’Agenda 2030; finanzia anche alcuni progetti di carattere solidaristico a livello nazionale ed internazionale: Il primo – storico – è il sostegno ad una cooperativa che opera sul lago di Garda e che gestisce una barca a vela adattata per poter ospitare persone disabili. Il secondo – su scala internazionale – riguarda la partnership con Save the Children, ormai al quarto anno. Per il 2019 il supporto sarà dedicato a un'iniziativa con la quale la ONG si prefigge di contrastare i fattori che favoriscono la povertà minorile nonché di prevenire la povertà educativa nei contesti di particolare vulnerabilità.

 

Published in Cronaca

Guida (ISC): “Noi da sempre accanto ad una manifestazione che insegna a stare insieme”

Quindici giorni per guardare al mare con gioia, divertimento, ma anche con attenzione e cura ambientale e come opportunità di sviluppo economico-produttivo e occupazionale. È per questa ragione che lo Ionian Shipping Consortium dalla prima edizione del Trofeo del Mare voluto dalla Marina Militare a Taranto, non manca di essere motore di sostegno e promozione.
Così il presidente dell’ISC, il consorzio che riunisce le più grandi e antiche agenzie marittime del territorio nonché società di servizio che orbitano attorno al settore, Luigi Guida,  durante il varo dell’iniziativa al Castello Aragonese. Fino al 20 ottobre il Trofeo vedrà coinvolto il golfo di Taranto in 8 discipline sportive, eventi sociali, mostre, concerti, convegni e laboratori.
È una festa di grande positività. Una iniezione di fiducia per una provincia spesso più propensa a guardare quello che manca piuttosto che quello che c’è – dice Guida – ma c’è anche un altro elemento culturale che ci ha spinto sin dalla prima edizione ad essere sponsor del progetto. Esistono poche iniziative integranti come queste nella nostra provincia – dice il presidente del Consorzio – una occasione per riprendere non solo le tematiche connesse al mare e renderle popolari, anche tra il pubblico dei giovanissimi, ma anche per sviluppare, come prova a fare il consorzio ormai da alcuni anni, l’etica dello stare insieme e del fare il gioco di squadra per difendere interessi comuni oltre le visioni personalistiche che purtroppo non hanno mai fatto il bene della comunità.
Il mare è cultura e insegna a stare insieme – spiega ancora a Luigi Guida – ecco perché lo Ionian Shipping intende sviluppare a partire da iniziative di questo genere una serie di azioni volte a sostenere la filiera ma anche le grandi opportunità di sviluppo legate al settore. A cominciare dall’impegno già noto sulla difesa della filiera corta e l’attenzione per le imprese locali che operano nel comparto della logistica, del transhipment e delle attività portuali.

Published in Sport

In merito al doloroso evento verificatosi a Trieste che vede la Polizia di Stato  colpita al cuore, la nostra organizzazione desidera esprimere il giorno 10/10/19 nelle ore 16,30, la vicinanza a tutte quelle persone che diuturnaménte si prodigano nel complicatissimo e pericoloso compito di assicurare la sicurezza del cittadino.
La nostra esternazione di cordoglio desideriamo esprimerla con un raduno e la deposizione di una corona di alloro al monumento in onore dei caduti. Esortiamo la presenza di quanti si sentono partecipi e vicini a questo dolore. Inutile dire che saremmo onorati della vostra presenza

EroiDItalia

Published in Politica
Lunedì, 07 Ottobre 2019 08:10

Liberiamo il Mondo dalla plastica

“Liberiamo  il mondo dalla plastica” è lo slogan che gli alunni dell’I.C. A. Manzoni di Lizzano hanno voluto si scrivesse sulle borracce che da quest’anno scolastico sostituiranno le bottigliette di plastica.
 
Donare la borraccia a tutti gli alunni, dalla Scuola dell’Infanzia alla Scuola Primaria e Secondaria, è un’ iniziativa promossa dall’Associazione di volontariato AttivaLizzano , con la collaborazione dell’Associazione La Misericordia di Lizzano e delle seguenti  attività commerciali : Alta Moda Sposa di Francesca Cellamare, Carni D.O.C. di Franco Barbati, Farmacia Latrecchina, Immagine Calzature e Pelletteria di Domenico Mancino, Matteotti Gelateria di Mino Di Punzio.
 
I titolari delle suddette attività e l’Associazione La Misericordia hanno subito aderito alla proposta intravedendo, più che un’occasione di marketing, una proposta con ricaduta sociale e culturale.
 
Negli ultimi tempi la collaborazione fra la scuola e il territorio, sia nelle forme associative che produttive, acquista  sempre più rilevanza e cresce la consapevolezza che, come dice un proverbio africano, per educare un bambino ci vuole un villaggio.
 
Perché la scelta di donare le borracce agli alunni?
 
Perché è arrivato il momento di cambiare seriamente e concretamente i nostri stili di vita e sono tanti, ormai, le sollecitazioni che arrivano da più parti.
 
In questi giorni, in tutto il mondo, si sono svolte le manifestazioni del Friday for future.
Su questo straordinario avvenimento si stanno spendendo fiumi di parole e fra tanti consensi e approvazioni qualcuno, in modo provocatorio, si è chiesto quanta consapevolezza ci sia in questi giovani manifestanti e quanto siano disposti a fare scelte controcorrente.
 
Lasciamo ai giovani rispondere a questi interrogativi, ma noi adulti possiamo cogliere queste provocazioni e chiederci se come comunità educante siamo esempio per i nostri ragazzi; se i verbi ridurre, riusare,  riciclare sono entrati nel nostro vocabolario , se crediamo che fare la raccolta differenziata dei rifiuti non sia  un peso ma un dovere civico e l’unica alternativa per porre fine alle discariche, se siamo convinti che i luoghi pubblici ci appartengono e che quindi li custodiamo come quelli privati, se inorridiamo quando vediamo le strade periferiche e le campagne invase da buste di rifiuti e materiale di risulta.
 
È in un quadro più ampio di comportamenti virtuosi che una piccola borraccia acquista valore e ci auguriamo che, quando questi nostri ragazzi saranno più grandi, aprendo il cassetto dei ricordi, ritrovino la loro borraccia e possano ripensare a questo nostro tempo come a quello nel quale è avvenuta la svolta ambientale ed ecologica.
 
Per il momento non ci resta che dire: Buon Anno Scolastico!

 

 

Published in Ambiente

Ha vinto con un progetto sull’occupazione sostenibile per gli indigeni della foresta amazzonica

Vanesa Giraldo Lopez

Carosino (Ta) – Creare posti di lavoro per gli indigeni della foresta amazzonica con accessori sostenibili. È questo il progetto che si è aggiudicato la settima edizione di Miss Progress International 2019, presentato dalla 26enne colombiana Vanesa Giraldo Lopez, neo ambasciatrice del progresso. La finale mondiale si è svolta venerdì sera nel teatro comunale di Carosino, in provincia di Taranto, con ventuno concorrenti provenienti da ogni parte del mondo. Borse, bracciali, diademi, collane, copricapo e souvenir fatti da materiali naturali e riciclabili, come la fibra degli alberi, con colorazioni di undici tonalità diverse, acquisite da componenti vegetali come il giallo dallo zafferano, il nero dalla foglia dell’oreas de burro e il verde dalla foglia della palma del chontaduro.

Vanesa, che succede ad un’altra colombiana, Eyra Baquero, è stata premiata da Giusy Nobile e Giuseppe Borrillo, rispettivamente presidente e direttore del concorso. L’evento è stato trasmesso anche in streaming mondiale su Canale 85, condotto da Giuseppe Borrillo e dall’inglese Bethany Cammack. Presente inoltre la prima vincitrice del concorso, Julieth Lugembe della Tanzania.
La sostenibilità ambientale, dunque, resta al centro del dibattito mondiale, ma l’inizio dello spettacolo è stato all’insegna dell’integrazione culturale, con l’ingresso in scena delle concorrenti nei loro sfavillanti costumi nazionali tradizionali e quello indossato dall’etiope Kisanet Molla è stato premiato come il più bello. Il premio per la più votata su internet è andato ad Heather Rodriguez dell’Honduras. Gli altri riconoscimenti sono stati assegnati all’americana Gabriella Ochoa per l’integrazione culturale, alla stessa colombiana Vanesa Giraldo Lopez per il progetto dedicato all’ambiente, a Sarah Margarette Joson dalle Filippine per la salute e alla nigeriana Kome Mola per i diritti umani. Ad accompagnare la lettura dei progetti di tutte le concorrenti è stato il chitarrista Angelo Messore.

Ad arricchire lo spettacolo sono state diverse esibizioni, sono intervenuti infatti il gruppo di pizzica dei Filìa che ha fatto danzare le giovani concorrenti sulle note salentine, i ballerini della Dejanira Ballet e la strepitosa cantante Maky Ferrari. Il magistrato Salvatore Cosentino invece ha realizzato un reading sul tema della discriminazione femminile. Le coreografie dello spettacolo sono state curate da Antonio Santoro, mente durante l’evento è stato proiettato l’ultimo lavoro del fotografo grottagliese Antonio Zanata, “Profili dal mondo”, dove tutte le concorrenti sono state ritratte di profilo, in bianco e nero, con i caratteristici costumi nazionali, simboli di identità culturale.

 

Vanesa Giraldo LopezOrganizzatore

MISS PROGRESS INTERNATIONAL 2019: CONCORRENTI
Australia - Christina Manyang

Belgio - Jill Seghers

Canada - Makayla Rogerson

Colombia - Vanesa Giraldo Lopez
Ecuador - Camila CedeÑo Ortega
Etiopia - Kisanet Mola

Filippine - Sarah M. Joson

Francia - Adélaide De Bosvilliers

Ghana - Naomi Obeng

Honduras - Heather Rodriguez

India - Aman Chauhan

Italia - Cristina Pastano

Keyna - Irene Mukii

Libano - Rebecca Nassar

Messico – Michelle Llerena

Nigeria - Kome Adheke

Paraguay - Maria Jose Lopetegui

Perù - Ivana Yturbe (Non ha partecipato alla finale per problemi di salute)

Porto Rico - Nayshala Rosa Pagan

Regno Unito – Martina Weekes

U.S.A. - Gabriella Ochoa

Venezuela - Fabiana Dubois

 

 

 

Published in Spettacolo

Inizieranno il 12 ottobre prossimo i corsi di teatro promossi dall’associazione “Teatrando” di Grottaglie (Taranto). Attiva da cinque anni sul territorio pugliese, la scuola porta avanti una serie di iniziative di formazione in ambito teatrale. Frequentando i corsi, infatti, si può imparare a conoscere il mondo del teatro da un punto di vista professionale, attraverso lo studio di materie come: interpretazione dei testi, dizione, impostazione della voce, recitazione, ricerca del personaggio.
La scuola è guidata a Grottaglie da Paolo Marchese, doppiatore e attore di rilievo nazionale (tra tutti, la voce in alcuni film di John Travolta e Richard Dreyfuss) e Raffaella Caso, anche lei attrice con esperienza in tutta Italia (è stata una delle giovani della "scuola" promossa da Nino Manfredi). La coppia, unita anche nella vita, ha scelto di perseguire una scommessa nel paese natale di lei, Grottaglie, inaugurando una scuola di teatro e mettendo nel cassetto un altro progetto, una scuola di doppiaggio. I referenti dell’associazione, nonché insegnanti principali dei corsi, puntano ad elevare il livello professionale del teatro. Chi si avvicina a questo mondo non necessariamente deve voler farlo per mestiere, ma, sicuramente, acquisirà una formazione adeguata di tipo teatrale. Il teatro ha, poi, molteplici funzioni e scopi: è utile a vincere la timidezza, stimola l’introspezione, la voglia di mettersi in gioco e la curiosità, è una grande fonte culturale ed umana. E’ adatto a tutte le età.
I corsi si terranno nelle giornate di sabato e domenica, nella sede dell’associazione, in via D’Amicis (centro storico di Grottaglie, nei pressi del Castello Episcopio), con orari che saranno comunicati al momento delle adesioni, fino alla conclusione dell’anno di formazione. Per informazioni: tel. 3465114315. Nel mese di giugno del prossimo anno, al termine dei corsi, sarà portato in scena un saggio tecnico, con la rappresentazione di un testo nel quale saranno condensate le tecniche e gli argomenti trattati. Alcuni allievi dei precedenti corsi sono stati impiegati nelle produzioni teatrali della compagnia Teatrando (tra cui “Il Berretto a Sonagli” di Luigi Pirandello, in scena a Grottaglie e in altri teatri italiani).

Published in Cultura

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk