Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Martedì, 08 Ottobre 2019
Martedì, 08 Ottobre 2019 20:06

Crocifisso si, Crocifisso no

Giovedì 10 ottobre alle ore 9,30 nella saletta della Chiesa Sacro Cuore in via Dante (ingresso via Fratelli Mellone) conferenza stampa sul tema: “Il Crocifisso nelle scuole italiane è lecito secondo la Corte dei Diritti dell’Uomo”.

Intervengono: Don Luigi Larizza, Parroco della Chiesa Sacro Cuore di Taranto e l’avv. Nicola Russo, Giudice di Pace. Favorevoli e contrari al crocifisso nelle aule delle scuole italiane: una controversia mai sopita tra cattolici e laici, che partì quasi un ventennio fa con una crociata da parte di Adel Smith, presidente dell'Unione musulmani d'Italia e del giudice Luigi Tosti, promotori di una battaglia anti-crocefisso.

La Corte europea dei diritti dell'uomo, con una sentenza definitiva, nel 2011 sancì che il crocifisso poteva restare affisso nelle aule delle scuole pubbliche italiane. “Il Crocifisso non è un simbolo discriminatorio, ma richiama valori civilmente rilevanti. Come non pensare alla nostra cultura che è intrisa di Cristianesimo e anche di ciò che ne è scaturito in termini di accoglienza e di integrazione? Il Crocifisso nelle aule scolastiche ha, dunque, una funzione simbolica, altamente educativa, a prescindere dalla religione professata da docenti e alunni" è quanto asserisce monsignor Stefano Russo, segretario generale della Cei.

Published in Cronaca

In margine alla Mostra ed al Convegno Mitomania” a cura del prof. Francesco D’Andria

“Tra il quarto e il terzo secolo avanti Cristo, Taranto è stata un’importante capitale culturale del Mediterraneo, centro di elaborazione di idee e forme artistiche e crocevia di stimoli culturali fra Magna Grecia, mondo indigeno e Penisola Balcanica. A fronte della perdita irrimediabile dei dati di rinvenimento di alcune scoperte, il progetto scientifico della mostra “Mitomania. Storie ritrovate di uomini ed eroi” ha cercato, da un lato, di ricostruire il contesto storico-culturale dei materiali esposti, attraverso il confronto con reperti analoghi provenienti da scavi stratigrafici e lo studio dei manufatti. Dall’altro, ha raccolto tutte le indagini che hanno consentito di risalire alla provenienza dei reperti, per poi riportarli sul suolo nazionale e, quindi, al MArTA”.

Così il direttore del Museo Archeologico Nazionale di Taranto Eva Degl’Innocenti presenta il tema della conferenza del 9 ottobre alle ore 18:00, inserita nel ciclo dei “Mercoledì del MArTA”, che sarà tenuta dal professore Francesco D’Andria (Università degli Studi del Salento) presso la Sala Incontri.
Il tema dell’incontro è: “Scomparsi… e ricomparsi. Storie di tesori archeologici tarentini e pugliesi in giro per il mondo”, nell’ambito dell’intesa con l’Associazione Italiana di Cultura Classica, in collaborazione con l’Associazione Culturale “Aldo Moro” ex alunni, ex docenti e docenti del Liceo “Archita” di Taranto.
La recente Mostra Mitomania, allestita presso il Museo Nazionale di Taranto, ha rappresentato un’occasione importante per riflettere sul tema degli scavi clandestini in Puglia e sul recupero di opere ormai prive di contesto “legate ad una storia senza gente”, nella espressione di Marina Mazzei; questa è
1/2
stata anche l’occasione giusta per celebrare i cinquant’anni dall’istituzione del Nucleo di Tutela del Patrimonio Culturale (Comando dei Carabinieri). Temi con i quali molti archeologi devono confrontarsi nel corso della loro attività. Durante la conferenza di mercoledì 9 ottobre 2019, il professore D’Andria avrà modo di raccontare alcune vicende che lo hanno particolarmente colpito. La prima riguarda il recupero, grazie ai carabinieri del Nucleo di Tutela di Bari, degli oggetti del Santuario di Iside a Lecce, trafugati dalla Ditta che eseguiva i restauri di un Palazzo del Cinquecento: un’autentica avventura, con finale coronato dal successo!
A Taranto gli scavi clandestini hanno devastato intere necropoli, soprattutto nel suo territorio (la chora): il professore Francesco D’Andria racconterà di alcuni oggetti finiti in America, in prestigiosi Musei Universitari, perdendo perfino le indicazioni sulla provenienza e dando origine a un corto-circuito interpretativo. Uno di questi vasi reca il bozzetto di una figura, documento eccezionale di pratiche artigianali che fortunatamente abbiamo potuto documentare nei contesti di Taranto e di Metaponto.
“Sebbene il ‘ritorno a casa’ del reperto non potrà mai restituirci le informazioni che soltanto uno scavo scientificamente condotto può fornirci – continua il direttore del MArTA Eva Degl’Innocenti – né compensare la perdita definitiva di un enorme numero di dati, rendere pubblicamente fruibili le opere recuperate significa restituire alla collettività la propria identità culturale. Per questo abbiamo pensato alla mostra “Mitomania. Storie ritrovate di uomini ed eroi”, che resterà aperta al MarTA fino al 10 novembre nelle fasce orarie 8.30-13.00 e 15.30-19.30 (Chiusa il lunedì). Uniti organicamente e operando in sinergia, la tutela, la conservazione, lo studio e la ricerca, la didattica, la valorizzazione e la pubblica fruizione consentono di ridare al reperto, pur privato del suo contesto archeologico, la sua memoria e l’ambiente storico-culturale che lo ha visto nascere”, conclude il direttore Eva Degl’Innocenti.
L’ingresso alla conferenza sarà gratuito.

Published in Cultura

Con l’inizio del nuovo anno scolastico, il Sindaco sta verificando la qualità e l'efficacia dei servizi comunali offerti ai nostri piccoli cittadini. Da ieri infatti, a bordo degli scuolabus comunali, sta “testando” il servizio di trasporto comunale. Inoltre, negli ultimi giorni sono pervenute delle richieste di chiarimenti circa un ipotetico cambio di orari delle fermate e dei percorsi che il Comune avrebbe “imposto” senza alcuna comunicazione.

Rassicuriamo i genitori che nessun cambio è stato effettuato. Ovviamente, tenuto conto che il Comune di Grottaglie ogni anno riceve in media oltre 160 richieste di iscrizioni che riescono ad essere completamente assorbite grazie ad un servizio di trasporto efficiente e capillare, bisogna considerare le esigenze di tutti i richiedenti con il fine di rendere il servizio sempre più vicino alle esigenze degli utenti. Pertanto, fermate ed orari vengono definiti sulla base dell’ubicazione delle abitazioni dei richiedenti, tenuto conto delle condizioni di viabilità.

Pertanto, al fine di fornire ai genitori degli alunni già iscritti al servizio o che sono interessati e per raccogliere eventuali suggerimenti per rendere sempre più efficiente il servizio, è stato fissato un incontro pubblico con i genitori per martedì 15 ottobre, alle ore 17:00, all’interno dell’aula consiliare del Palazzo di Città. Saranno presenti, oltre al Sindaco D’Alò, l’assessora all’istruzione, Elisabetta Dubla; la dirigente, Daniela De Vincentis e gli autisti che svolgono il servizio.

 

Published in Scuola&Istruzione

Rosa Maria Padovano, da oggi, è il nuovo vice prefetto vicario della Prefettura di Taranto. Il Dirigente proviene dalla Prefettura di Bari, ove ha ricoperto, da ultimo, l'incarico di Capo di Gabinetto e sostituisce il dott. Mario Volpe andato in pensione. Il Prefetto Antonia Bellomo, nel dare il benvenuto alla dottoressa Padovano nella sua nuova sede, le ha formulato i migliori auguri di buon lavoro.

Published in Cronaca

Domenica 13 Ottobre, nel suggestivo atrio di Palazzo Ulmo, sito in città vecchia a Taranto, verrà presentato il progetto politico di Sud in Movimento, Idea Comune San Marzano e Partecipazione è Cambiamento.

Un percorso avviato da diverse realtà della Provincia, che da anni attivamente si impegnano per il territorio jonico.

Quella che si vuole creare è un'opportunità per quanti hanno il desiderio di rilanciare la nostra provincia e di mettere la questione meridionale al centro del dibattito nazionale.

Una proposta che ha già registrato numerose adesioni basandosi sulla necessità di individuare nuove strade, abbracciando tematiche comuni come la questione ambientale e l'equità sociale.

L'ambizione è quella di far crescere nei territori il senso di appartenenza a una comunità che ha fatto della responsabilità civica un'asse fondamentale, che si riconosce nel pieno rispetto dei valori della costituzione.

Mercoledì 9 ottobre presenteremo il progetto politico alla stampa a Grottaglie, alle ore 11:00, nei locali del bar Monun in Piazza Regina Margherita, in vista dell'assemblea pubblica di domenica 13 ottobre.

Published in Politica

Alle aziende agricole è corrisposto un compenso da fame, rincari vertiginosi della GDO
Problema sentito in tutta la Puglia: la situazione a Taranto, Bari, Brindisi, Foggia e Lecce
 
Taranto – «Ce la pagano quasi niente, tanto vale regalarvela».
È questo il messaggio disperato che i produttori pugliesi di uva da tavola, ma anche gli agricoltori di altri settori, hanno lanciato commentando le foto pubblicate dalla pagina facebook di Cia Agricoltori Italiani della Puglia.
Le immagini, pubblicate lo scorso 2 ottobre, sono state viste, condivise e commentate da oltre 100mila persone, diventando subito virali.
Ai produttori di uva da tavola, una vera e propria eccellenza pugliese, sono corrisposti mediamente 60 centesimi al chilogrammo; lo stesso prodotto la Grande Distribuzione Organizzata lo vende ai consumatori a un prezzo che può variare dai 2 ai 6 euro, vale a dire fino a 10 volte di più di quanto riconosciuto all’azienda agricola.
«C’è uno squilibrio evidente, che dovrebbe destare scandalo – ha dichiarato il presidente regionale di CIA Puglia Raffaele Carrabba – Stiamo parlando di redditività per le aziende agricole, della possibilità per i produttori di ricevere un giusto compenso per ciò che producono. Questo significherebbe avere imprese agricole che possono continuare a creare posti di lavoro, avendo le risorse necessarie a investire anche sulla qualità e la salubrità del prodotto. La corsa al ribasso, tra l’altro, vale solo per i produttori, poiché sui consumatori la GDO compie ricarichi che arrivano a 10 volte il prezzo corrisposto agli agricoltori».
«È un problema molto serio – ha aggiunto Sergio Curci, responsabile regionale GIE Ortofrutta per CIA Puglia (Gruppi di Interesse Economico) – che non riguarda soltanto l’uva da tavola, ma la quasi totalità dei prodotti agricoli».
IN TUTTA LA PUGLIA.
«Il problema è avvertito in tutto il Foggiano» – ha spiegato il presidente provinciale di CIA Capitanata, Michele Ferrandino.
«Stiamo lavorando da anni, anche nel Barese, per favorire la costituzione delle OP, le Organizzazioni di Produttori, e più in generale l’aggregazione che assicura un maggiore potere contrattuale nei confronti di parte industriale e GDO» – ha dichiarato Felice Ardito, presidente provinciale di CIA Levante. «Molto spesso – ha aggiunto Pietro De Padova, presidente provinciale CIA Due Mari (Taranto-Brindisi) – i produttori, loro malgrado, sono costretti a lasciare sulle piante i prodotti del loro lavoro: tutto questo è inaccettabile e mortificante».
«Viviamo la stessa situazione anche nelle province salentine» – ha spiegato Benedetto Accogli, presidente provinciale di CIA Salento.

Published in Cronaca

I Dottori Agronomi e Forestali tarantini in festa: si è svolta, nella splendida cornice del “Amastuola Masseria Wine Resort”, in agro di Crispiano, la cerimonia per la consegna dei riconoscimenti agli iscritti all’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Taranto che si sono distinti per l’anzianità di appartenenza.

Il presidente Gianrocco de Marinis ha premiato con una targa Fernando Fedele che ha “tagliato” il ragguardevole traguardo dei cinquanta anni di iscrizione all’Ordine, mentre con una medaglia sono stati premiati, per aver raggiungo i 25 anni di iscrizione, Raffaele Chiarello, Giuseppe Cito, Maurizio Desantis, Vincenzo Di Canio, Giovanni Maraglino, Giuseppe Putignano e Cosimo Rodia.

La serata è stata aperta dall’intervento di Gianrocco De Marinis, presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Taranto, che ha tracciato un bilancio dell’attività svolta degli ultimi dodici mesi; il presidente ha iniziato confermando che «l’Ordine continua a essere impegnato principalmente a rappresentare e difendere, a livello istituzionale e sociale, le istanze della nostra categoria professionale».
«La difesa della professione – ha sottolineato Gianrocco De Marinis – ci ha visto impegnati principalmente per tutelare e vedere riconosciute le specifiche attribuzioni dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali nell’ambito della redazione dei bandi pubblici, nei confronti delle Amministrazioni comunali nelle attività a tutela del patrimonio arboreo e di altre categorie. Tra queste attività vorrei ricordare un importante convegno sul Bonus verde che ha visto per la prima volta a Taranto il presidente nazionale dell’Ordine Sabrina Diamanti».
A favore della categoria è stata svolta una intensa attività di divulgazione dei bandi di interesse dei professionisti e di organizzazione di interessanti eventi per la loro formazione.
Gli interessi e le istanze dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali jonici sono stati rappresentati partecipando a convegni e a tavoli istituzionali, nonché utilizzando le testate giornalistiche e i media; in tale ambito di grande rilevanza è stato il confronto con la Regione Puglia su diverse tematiche di interesse, a partire dal PSR.
«Realizzeremo ulteriori iniziative – ha concluso Gianrocco De Marinis – per organizzare al meglio l’Ordine e contribuire all’aggiornamento e alla formazione professionale continua e permanente degli iscritti».

Il consigliere nazionale Gianluca Buemi ha annunciato che, dal 7 al 9 novembre prossimi, si terrà a Matera il 17° Congresso nazionale dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali; articolato in tre convegni, l’evento sarà dedicato al tema “Agrofor 2030: The global goals. Paradigmi ed evoluzione di una professione in uno scenario di sviluppo sostenibile”.
Al centro della discussione gli obiettivi che l’ONU intende raggiungere entro il 2030, tra i quali sono stati individuati quattro nei quali la categoria può essere protagonista: sicurezza alimentare, città vivibili e comunità sostenibili, sicurezza ambientale e gestione delle foreste.
A Matera si discuterà di come implementare la capacità progettuale dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali, di quale formazione e organizzazione necessita la categoria per contribuire al raggiungimento degli obiettivi di Agenda 2030, attraverso un progetto di transizione ecologia e sociale verso lo sviluppo sostenibile.

 

Published in Cronaca

È ufficiale. Il nostro Istituto Don Milani / Pertini- indirizzo Turistico ha ottenuto la Medaglia d’Argento per il lavoro svolto alla IV Edizione del Concorso ”Le scuole adottano i monumenti della nostra Italia / L’Archivio Nazionale dei monumenti adottati dalle scuole italiane”, indetto dalla Fondazione Napoli Novantanove in collaborazione col Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Il premio è un giusto riconoscimento al lavoro svolto dagli alunni della classe 1^A dell’Indirizzo Turistico, con la guida dei docenti prof.ssa Patrizia Scardino ( Italiano e Storia), prof. Domenico Carrieri ( Storia dell’Arte e docente referente del Progetto) e Prof. Michele Coro (Animatore Digitale).
Gli studenti, dopo un attento studio sulle più importanti testimonianze storiche del territorio di Grottaglie, hanno deciso di adottare un sito, un posto caro ma non sempre abbastanza noto ai loro concittadini: Il frantoio Ipogeo dei Padri Minimi, inglobato nel complesso Chiesa - Convento di San Francesco di Paola.
Si tratta di un luogo di cultura, di storia e di arte che racchiude in sé un’identità che deve essere conosciuta da tutti.
I ragazzi hanno lavorato con entusiasmo ed efficacia, giungendo alla redazione del prodotto finale solo dopo un attento lavoro di ricerca delle fonti documentarie fotografiche, testimonianze e sopralluoghi del sito, realizzando alla fine immagini filmati e musica.
Nella valutazione sono stati considerati importanti elementi quali il coinvolgimento dei ragazzi nella preparazione del video, anche dal punto di vista tecnico; la trasmissione del significato dell’adozione e del sentimento di appropriazione del bene, attraverso l’espressa volontà di continuare a prendersene cura, l’attenzione , l’organizzazione e la promozione di eventi pubblici per diffonderne la conoscenza.
Il valore del riconoscimento con la Medaglia d’Argento al nostro istituto è testimoniato anche dal numero straordinario delle adesioni al Concorso, che ha visto partecipare ben 1300 lavori di 450 Comuni diversi.
La valutazione è stata opera del DISES, il Dipartimento di Scienze Economiche e Statistiche dell’ Università Federico II di Napoli. I monumenti sono stati classificati, geolocalizzati e inseriti in Atlante e su questa base si è proceduto ad un analisi da cui sono emersi risultati rilevanti e interessanti .
Nel lavoro svolto dai ragazzi dell’istituto Don Milani / Pertini l’improrogabile urgenza è stata quella di approfondire una pagina importante della storia della nostra città, della natura del monumento per salvarlo e valorizzarlo in vari modi.
Che dire, se non ….. Bravi Ragazzi!!!

Published in Scuola&Istruzione

Venerdi’ 11 sara’ consegnata l’opera murale firmata da ospedali dipinti

Venerdì 11 ottobre alle ore 11, presso il reparto di Pediatria dell’Ospedale SS. Annunziata, sarà consegnata l’opera di arte murale di ‘Ospedali Dipinti’, denominata “Un mare di colori per i nostri bimbi”, ideata e realizzata dall’artista di fama internazionale Silvio Irilli e destinata alla sala di osservazione del reparto.
Il progetto “Un mare di colori per i nostri bimbi” nasce dalla sinergia tra l’associazione ‘Simba’, che ogni giorno porta conforto e sostegno ai piccoli pazienti ricoverati presso l’ospedale e alle loro famiglie, e ‘Ospedali Dipinti’ ed è stato reso possibile grazie alla raccolta fondi avviata da Intesa Sanpaolo nelle filiali della Puglia e delle regioni del Sud Italia.
All’inaugurazione saranno presenti il direttore generale dell’Asl Taranto, avv. Stefano Rossi, la Direzione Medica e Sanitaria, il direttore dell’U.O. di Pediatria, dott. Valerio Cecinati, il presidente dell’Associazione Simba, dott.ssa Deborah Cinquepalmi con una nutrita rappresentanza della stessa, direttori di area, commerciali e di filiali di Intesa San Paolo.irilli georgia aquarium95
‘Ospedali Dipinti’ è il progetto nato nel 2012 da un’idea del pittore Silvio Irilli che mira a rallegrare gli ambienti interni degli ospedali nell’ottica di rendere meno pesante il contesto e l’atmosfera agli occhi di chi, grande o piccino, si trova a dover trascorrere lunghi periodi in ospedale per curarsi. I soggetti e i paesaggi, pensati e realizzati dallo stesso, mirano a creare un mondo fantastico che possa meravigliare e distrarre, anche solo per un istante, dalle preoccupazioni del momento allontanando le paure ai piccoli pazienti. L’artista è noto in tutto il mondo per una serie di opere che hanno sorpreso la stampa internazionale per le dimensioni e la capacità di interpretare in modo integrale gli ambienti. Suoi, tra gli altri, l’imponente dipinto che ha coperto tutto il soffitto dell’ acquario più grande del mondo ad Atlanta, negli Stati Uniti, e la copertura dei 500 mq del Reparto di Radioterapia dell’Ospedale Policlinico ‘Gemelli’ di Roma.
“In questo progetto al SS. Annunziata ho voluto trasformare la sala in un acquario utilizzando colori vivaci e inserendo personaggi fantastici con i quali i bambini possono interagire – spiega Silvio Irilli - la speranza è quella che possano sentirsi dentro il mare e che riescano a dimenticare, almeno per un istante, il luogo in cui si trovano e il momento che stanno vivendo”.
“Creare degli spazi colorati ed accoglienti è sempre stato uno degli obiettivi di Simba Odv – dichiara Deborah Cinquepalmi - affinché i bambini possano dare spazio alla fantasia in un ambiente che possa valorizzare la loro dimensione sana in un luogo che invece sottolinea quella malata. Grazie alla donazione di Intesa Sanpaolo e alla creazione di Silvio Irilli è un grande sogno che si realizza”.
“La nostra azienda promuove e sostiene ogni anno iniziative di carattere sociale e culturale per far sentire il suo appoggio a chi deve affrontare situazioni poco piacevoli – dichiara Fabrizio Pignatelli, direttore Area Retail Taranto per Intesa Sanpaolo – in una realtà come quella di Taranto non è stato difficile stabilire verso quale direzione dovessero convergere le forze, il reparto pediatrico del Ss. Annunziata. Abbiamo coinvolto le filiali e con le donazioni avvenute presso le stesse abbiamo provveduto a sostenere un’opera al fine di rendere colorato e accogliente uno spazio in cui i bambini dovranno affrontare giorni bui, nella speranza che la luce dei colori del mare e dei suoi abitanti possa donare loro la forza e un pizzico di buon umore”.

 

 

Published in Sanità

Si è tenuta questa mattina dinanzi al GUP Pres. dott.ssa Rita Romano l'udienza del processo denominato “Spallanzani ter” nei confronti di Noce Sergio, Angelini Attilio, Chindemi Francesco, Muni Nicola, Salvatore Ettore, Loforese Pietro, Capogrosso Luigi, Negri Giancarlo, Greco Luciano , Buono Elio Imperiale Emanuele perchè nella loro qualità di Dirigenti o titolari di ruoli apicali dell'Italsider poi Ilva spa, eccezion fatta per il dottori Greco Luciano e Negri Giancarlo, medici Competenti, per colpa ed in particolare per imprudenza , negligenza ed imperizia ed inosservanza delle norme sull'igiene del lavoro e segnatamente degli artt. 2087 c.c.; 246 – 261 d. Lvo 81/08, cagionavano il decesso di quattro lavoratori per mesotelioma pleurico, in quanto li esponevano al rischio amianto, non prevedendo l'assegnazione e l'uso di DPI, non formando né informando il lavoratore sul rischio amianto, pur adibendolo a lavorazioni che lo esponevano a polveri di amianto e fumi. L'ANMIL, insieme a Ona onlus, Contramianto e Regione Puglia, è stata ammessa come parte civile nel processo. Con un'articolata ordinanza il GUP Dott.ssa Romano ha motivato il rigetto della richiesta di esclusione formulata dalle Difese degli imputati.

Il processo è stato rinviato all'udienza del 21/01/2020 per la citazione dei terzi Responsabili civili, Presidenza del Consiglio dei Ministri e MISE (Ministero sviluppo Economico) L'Anmil, costituita parte civile con l'avv. Maria Luigia Tritto del Foro di Taranto, era presente in aula insieme al Presidente territoriale Provinciale Emidio Deandri ( foto)che, nel ribadire l'impegno dell'Associazione in favore di tutte le Vittime del Lavoro, si è detto particolarmente soddisfatto di questo ulteriore risultato in favore dell'Associazione già presente come costituita parte cive nel processi “Spallanzani + altri” e Spallanzani bis”.
Un ulteriore segno dell'impegno che Anmil - attraverso varie iniziative quali convegni a tema, mostre fotografiche, concorsi nelle scuole - profonde nella divulgazione di tematiche attinenti i rischi che derivano ai lavoratori dall'esposizione ad amianto, utilizzato ampiamente in moltissime realtà industriali e non del nostro territorio e le patologie asbesto – correlate.

Published in Cronaca
Pagina 1 di 3

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk