Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Novembre 2019

Non possiamo che esprimere soddisfazione per la convocazione del 18 dicembre del tavolo istituzionale di sviluppo in maniera permanente.
È stato raggiunto un primo importante obiettivo, reso possibile grazie al lavoro di pressione posto in essere dal Partito Democratico a tutti i livelli oltre che dal Comune di Taranto.
Infatti, nei giorni scorsi la presenza di Maurizio Martina e successivamente del Segretario Nicola Zingaretti, nonché l'incontro della delegazione del PD ionico con il Presidente dei senatori PD Marcucci hanno avuto come denominatore comune la necessità che le risorse presenti nel Cis, oltre un miliardo di euro, fossero effettivamente spese.
Va precisato, infatti, che nell'anno del governo giallo verde questo strumento si è riunito una sola volta ripercorrendo il solido lavoro fatto dall'allora Ministro De Vincenti, ma senza avanzare dal punto di vista sostanziale.
Oggi è arrivata la decisione condivisa di attivare un tavolo permanente per Taranto, che potrà essere la risposta giusta alle necessità della nostra comunità ionica.
Inoltre, le maggiori risorse per l'Arsenale, la nuova linfa per il Marta, l'efficientamento della caratterizzazione della Città Vecchia sono alcune delle ulteriori direttrici che andranno implementate.
Finalmente, si riparte con maggior vigore per Taranto e per la sua provincia.
Noi saremo al fianco del Comune e di rutti gli attori che sapranno cogliere al meglio le opportunità di questo strumento messo in campo dai Governi Renzi e Gentiloni ed oggi finalmente fatto proprio dal Governo Conte 2.

Published in Politica

Ritorno con convinzione sulla proposta da me avanzata nei giorni scorsi con apposita nota Pec al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, sen. Mario Turco, di istituire una “no tax area” per il territorio della ZES jonica. 

Continuo a credere, infatti, che l’esenzione totale dal pagamento dell’IRES per 10 anni metterebbe davvero il sistema delle piccole e delle grandi imprese in condizione di venire a investire nella ZES, riservando ovviamente alla parte pubblica il monitoraggio dei risultati, nonché la compatibilità ambientale degli interventi.
È opinione diffusa che il processo di sviluppo a cui tendere per Taranto deve avere un carattere alternativo alla monocultura dell’acciaio, che ha ferito questa città e l’intera provincia jonica.
Nel contempo, se – come credo – la proposta è condivisa da larga parte della classe dirigente tarantina, credo sia essenziale che altre voci, oltre la mia, si facciano sentire con argomentazioni concrete.
Occorre anche in questo caso fare squadra, come è avvenuto per esempio per lo svolgimento a Taranto dei Giochi del Mediterraneo del 2026 o per l’istituzione della Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche per lo Sport. In ambedue i casi tutte le Istituzioni presenti nel territorio, dal Comune alla Provincia, nonché numerose e prestigiose Associazioni, hanno agito in sinergia per valorizzare e riempire di contenuti le proposte.
Credo peraltro che il momento sia quello giusto, sia perché il tema Taranto con le implicazioni che stanno investendo l’ex ILVA è al centro del dibattito nazionale, sia perché possiamo contare come nostri interlocutori su due personalità pugliesi di primo piano, come appunto il Presidente del Consiglio Conte e il Sottosegretario alla Presidenza Turco, che è proprio tarantino e conosce bene i problemi che investono la nostra città e la nostra gente.
Sono convinto che non usciremo dalla crisi in atto limitandoci a segnalare i problemi e le preoccupazioni che tutti conosciamo. Occorrono proposte concrete, e quella concernente la “no tax area” lo è e può innescare processi virtuosi di crescita sociale, economica e occupazionale.

Published in Politica

Nei giorni scorsi l’Arcivescovo Metropolita di Taranto, S.E. Filippo Santoro, ha incontrato una delegazione del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Taranto guidata dal Presidente Fedele Moretti; con lui il Vicepresidente Antoniovito Altamura, il Tesoriere Loredana Ruscigno e il Segretario Francesco Tacente.

L’incontro, svoltosi in Arcivescovado in un clima di viva cordialità, ha visto la Delegazione presentare all’Arcivescovo le attività del nuovo Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Taranto che, insediatosi pochi mesi addietro, si è già caratterizzato per una significativa apertura alla comunità jonica con la quale si è realizzata una fattiva collaborazione, soprattutto in quelle iniziative tese alla promozione della cultura della legalità.
Tra queste l’Arcivescovo Filippo Santoro si è soffermato e ha avuto parole di elogio per la recentissima iniziativa nazionale organizzata a Taranto in occasione del trentennale della Convenzione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza dell’ONU, una intera giornata dedicata da un lato alla promozione della legalità presso i “più piccoli”, e da un altro a un confronto tra i diversi “attori” della giustizia minorile.
L’Arcivescovo Filippo Santoro ha voluto raccomandare all’intera categoria forense di Taranto di prestare, nello svolgimento della propria professione, una particolare attenzione alle persone più fragili che necessitano di una particolare premura.
È il senso più profondo di una comunità partecipe e solidale in cui chi ha di più, non solo materialmente, è attento ai bisogni di chi è meno fortunato.

 

Published in Sociale&Associazioni

Su convocazione del prof. Sergio Prete, Presidente dell’autorità di Sistema Portuale del Mar Jonio, si è riunito oggi il Comitato di Indirizzo della Zona Economica Speciale Interregionale Jonica.

Ne fanno parte, oltre al Presidente, il Rappresentante della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dott. Antonio Mattia, il Rappresentante del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ing. Roberto Scaravaglione, il Rappresentante della Regione Puglia, nella persona del sottoscritto Assessore allo Sviluppo Economico, e il Rappresentante della Regione Basilicata, dott. Francesco Cupparo, nella sua qualità di Assessore alle Attività Produttive.

All’ordine del giorno c’era la costituzione formale del Comitato, l’approvazione del Regolamento di funzionamento del Comitato stesso, nonché l’esame degli adempimenti relativi al Piano Strategico della ZES.

Fra gli adempimenti previsti, il Comitato sta cominciando a decidere le agevolazioni che la Regione e i Comuni metteranno a disposizione delle imprese.

Inoltre, è stato deciso di inviare una nota di richiesta di chiarimenti al Presidente del Consiglio, per conoscere le modalità di autorizzazione all’elevazione del credito d’imposta per le imprese interessate, elevandolo da 15 milioni di euro (come la legge vigente prevede) a un massimo di 50 milioni di euro.

Da segnalare anche che è stato deciso di aprire una fase di promozione della ZES sia attraverso la collaborazione con INFOCAMERE per la costituzione del portale da utilizzare per lo sportello unico ZES, deputato a rilasciare le autorizzazioni alle imprese, sia attraverso la creazione di un apposito sito internet.

Abbiamo condiviso in piena unanimità le prospettive positive della ZES come strumento per facilitare l’attrazione di investimenti diretti, soprattutto esteri, e promuovere la crescita della competitività delle imprese, l’incremento delle esportazioni, la creazione di nuovi posti di lavoro, e il più generale rafforzamento del tessuto produttivo, attraverso stimoli alla crescita industriale e all’innovazione.

In estrema sintesi, gli obiettivi strategici della istituenda ZES sono quelli di attirare investimenti di grandi gruppi nazionali o multinazionali che consentano a loro volta di alimentare un effetto volano per il lancio della ZES.

Ci mettiamo al lavoro, nella consapevolezza che siamo di fronte a una grande opportunità di crescita che la Puglia, la Basilicata e l’intero Mezzogiorno non devono perdere.

 

Published in Politica

Giovedì 5 dicembre l’amministrazione comunale incontra gli operatori economici

Con lo slogan “Diventa partner della tua città” prende il via la campagna di informazione e promozione del regolamento delle sponsorizzazioni in favore del Comune di Grottaglie approvato dal consiglio comunale in data 29/07/2019.

Il regolamento disciplina la possibilità di sponsorizzazioni per il perseguimento di un interesse pubblico su lavori, forniture e servizi favorendo iniziative di innovazione, ed ottimizzazione della spesa. Il contratto stabilisce che l’Amministrazione Comunale offra ad un privato la possibilità di veicolare il proprio nome, o marchio, a seguito di una controprestazione in denaro o in fornitura di prodotti e servizi. Una collaborazione pubblico/privata che, in cambio della visibilità dei secondi, comporterà un risparmio da parte dell'amministrazione comunale. I progetti sponsorizzati potranno essere di iniziativa spontanea, oppure definiti dalla Giunta Comunale. Si potranno sostenere spazi verdi pubblici, rotatorie, aiuole, eventi, attività, servizi e progetti più complessi come la manutenzione e ristrutturazione di aree dell’arredo urbano e beni immobili comunali.

Giovedì 5 dicembre alle ore 15 nell’aula Consiliare del Comune della cittadina ionica saranno rese note alla stampa, agli operatori economici e tutti gli interessati le linee guida di tale regolamento.

Inoltre, in tema di eventi l'amministrazione comunale ha già attivato la procedura per la sponsorizzazione del Capodanno 2020. Con il prossimo Capodanno si aprirà ufficialmente l’anno 2020 che vedrà Grottaglie ‘Città europea dello Sport’. Per questo motivo l’amministrazione comunale vuole portare nella storica piazza Regina Margherita un grande evento e a tal fine sta cercando sponsor che sostengano la festa del 31 dicembre.

All’avviso pubblico con scadenza prorogata al 7 dicembre, possono partecipare privati, artigiani, imprese, ditte, società, associazioni, enti, fondazioni, cooperative, consorzi e istituzioni in genere in possesso dei requisiti di ordine generale necessari per contrarre con la Pubblica Amministrazione.
Potranno essere presentate offerte di sponsorizzazione di natura finanziaria (con una partecipazione minima di euro 500) o di natura tecnica (sotto forma di fornitura di beni o servizi compatibili con l’oggetto della sponsorizzazione).
Ai soggetti individuati come sponsor l’Amministrazione garantisce la facoltà di posizionare la propria pubblicità sull’immagine dell’evento in locandine, flyers e manifesti, la stampa dei loghi a bordo del palco, la facoltà di posizionare il proprio logo/marchio nella pagina web dedicata all’evento nel sito del Comune di Grottaglie e sui profili social dell’Ente, la pubblicazione di un manifesto dedicato al ringraziamento delle aziende sostenitrici e di un comunicato stampa e l’eventuale organizzazione di una conferenza stampa dell’Amministrazione in occasione della illustrazione dell’evento con presentazione degli sponsor.
Gli interessati potranno acquisire ulteriori informazioni consultando on line il bando di sponsorizzazioni pubblicato sul sito del Comune di Grottaglie–www.comune.grottaglie.ta.it.

 

 

Published in Politica

"Dopo tantissime richieste, dopo che più volte ho alzato la voce, finalmente la Regione Puglia ha licenziato, prevedendo finanziamenti importanti, il Piano Strategico Taranto futuro prossimo da me fortemente voluto e conseguenza della nostra Legge Speciale per Taranto. Questa volta devo ringraziare la Giunta regionale per la decisione adottata. Adesso sarò vigile perché questi soldi si reperiscano e si stanzino veramente (stiamo parlando di 1 miliardo 800 milioni che andranno però trovati al di fuori del bilancio regionale) per poi essere spesi in maniera corretta".
Così Gianni Liviano, consigliere regionale tarantino, alla notizia che la Giunta regionale ha proceduto, nella serata di lunedì, all'approvazione del piano strategico propedeutico all'applicazione della legge regionale speciale per Taranto approvata ormai circa un anno fa, era il 16 gennaio.
"L'approvazione del piano strategico cade in un momento particolarmente delicato e importante per la città", commenta Liviano. "Poter contare su risorse certe - aggiunge il consigliere regionale tarantino - vuol dire poter pensare ad una vision del futuro di Taranto e dare forza ad uno strumento, la legge Taranto, che può essere davvero fondamentale in ottica di una riconversione economica e di una alternativa di sviluppo nonché una visione strategica della stessa città. Del resto - aggiunge Liviano - la legge speciale ha preso le mosse dal fatto che in Europa, e nel mondo, molte città hanno mostrato la capacità di invertire con successo le proprie condizioni di declino, apparentemente inesorabile, in nuove prospettive di futuro ricreando condizioni competitive e di coesione sociale. Sono città di media grandezza, spesso legate da un destino comune legato al ciclo di vita di grandi imprese storicamente lì insediate.
Il destino delle One Company Town appare segnato quasi sempre da grandi investimenti industriali, dall’abbandono urbano e dal degrado dei processi di de-industralizzazione legati alla fase discendente del ciclo di vita degli investimenti di grandi industrie. L’obiettivo strategico - conclude Liviano - deve essere quello di consentire alla nostra città di riappropriarsi, dello spirito identitario del territorio e cancellare, così, il marchio Ilva per riconvertire l’economia tarantina partendo proprio dalle infrastrutture. Siamo consapevoli che il destino di Taranto non sia soltanto una questione legata all’intensità dei flussi economico-finanziari che sarà possibile destinare allo sviluppo del suo territorio ma che, alla pari dei migliori casi internazionali di città che hanno dimostrato la capacità di invertire con successo la rotta di un destino apparentemente inesorabile, essa è soprattutto indissolubilmente legata alla capacità della comunità territoriale di ritrovare una propria Identità positiva. Dobbiamo fare in modo che a Taranto si possano creare dei poli formativi importanti, coerenti con le vocazioni del territorio, affinché i nostri ragazzi non solo si laureino ma possano rimanere qua perché trovano poi quelle attività produttive che permettono loro di lavorare subito".

Published in Politica

Taranto si prepara ad accogliere le migliaia di sardine che potrebbero arrivare da tutta la città, la provincia, i comuni della regione e quelli che si sono impegnati a raggiungere la città bimare dalle vicine Basilicata e Calabria.

L’appuntamento è previsto per le 10 di domani mattina (domenica 1 dicembre) nella centralissima Piazza Maria Immacolata.

Sarà una festa di democrazia – dicono i componenti del coordinamento cittadino – considerato che abbiamo chiesto che il primo flash mob delle Sardine in Puglia si potesse realizzare proprio qui dove l’esigenza di una politica più matura e all’altezza delle nostre sfide è una urgenza più che mai necessaria.

A dare man forte arriverà anche il volto più noto delle sardine bolognesi, Mattia Santori che sarà in piazza con le sardine pugliesi a spiegare anche il senso di questo movimento e del perche Taranto.

Taranto non nasce da noi – ha avuto modo di dire nei giorni scorsi Mattia – ma dal coordinamento delle sardine pugliesi che hanno deciso di fare il primo abbraccio, la prima nuotata a Taranto. All’inizio ero dubbioso – aggiunge – poi ho parlato con loro e ho capito che il messaggio di Taranto sarebbe stato potente. Loro dicono: portiamo lo stile delle sardine in una terra che negli ultimi anni è stata divisa da tutte le promesse della cattiva politica. Portiamo una medicina diversa in un territorio malato in un territorio malato di una malattia legata al populismo di chi nega le risposte complesse.

Senza bandiere, senza offese e con un chiaro e preciso richiamo all’antifascismo e all’antisovranismo Taranto promette di non legarsi e lancia l’hashtag #tarantosiunisce.

Gli organizzatori della manifestazione tarantina invitano tutte le sardine a fermarsi a Taranto, conoscerla meglio, dalla città vecchia, alle periferie, passando per il Museo, il Castello o anche solo per consumare un pasto o un caffè.

Chiediamo di incontrare Taranto con un gesto tangibile e di lasciare la piazza pulita così come l’hanno trovata – spiegano – e anche da queste cose che parte il cambiamento e si dimostra rispetto per il bene comune.

Published in Politica

Ho partecipato oggi, nella sala Consiliare presso il Palazzo Ducale a Martina Franca, al Convegno su “Internazionalizzazione delle imprese – le opportunità del mercato degli Stati Uniti”.

Erano presenti, fra gli altri, il Sindaco di Martina Franca Francesco Ancona, il Consigliere Delegato dell’American Chambre of Commerce in Italy Simone Crolla, il Console Generale degli Stati Uniti a Napoli, Mary Avery, e il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, sen. Mario Turco.

È stata un’utile occasione di confronto e dibattito sulle sfide e le strategie per lo sviluppo nelle relazioni economiche tra l’Italia e gli USA, grazie anche all’intervento di esperti del mercato, nonché di rappresentanti del mondo economico e politico impegnati a creare e mantenere un contesto favorevole di collaborazione. Nel mio intervento ho introdotto le misure sull’internazionalizzazione che la Regione ha e sta mettendo in campo in favore delle aziende pugliesi. A breve, tra circa 10 giorni, verrà pubblicato un nuovo bando Titolo II Internazionalizzazione,in cui saranno messi a disposizione ulteriori 20 milioni di euro per le imprese pugliesi che vorranno intraprendere progetti all’estero.

Gli Stati Uniti rappresentano uno dei Paesi del mondo più vicini a noi per le relazioni commerciali, culturali e turistiche. Infatti oggi tra Puglia e Stati Uniti c’è un interscambio (esportazioni più importazioni) che vale 1,339 miliardi euro.

Per le esportazioni pugliesi gli Stati Uniti sono un ottimo partner commerciale: al secondo posto nel primo semestre del 2019. In termini assoluti, la Puglia nel 2018 ha venduto merci verso questo Paese per più di 715 milioni di euro: un volume d’affari che rappresenta da solo quasi il 9% dell’intero fatturato export pugliese.

Sotto il profilo delle merci, più di metà del valore dell’export pugliese verso questo Paese (ben 394,5 milioni di euro) è rappresentato dalle vendite di aeromobili, veicoli spaziali e relativi dispositivi. Seguono macchinari e apparecchiature (per più di 91,3 milioni di euro), i prodotti alimentari (per quasi 57 milioni di euro), i mobili (per 47,6 milioni), prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (per 41,6 milioni di euro).

D’altra parte, anche grazie agli incentivi regionali, Società statunitensi continuano ad investire in Puglia. I progetti in corso di realizzazione qui da noi hanno un valore di 120 milioni di euro.

Con il nuovo ciclo di programmazione (2014-2020) stanno investendo in Puglia varie società statunitensi, grazie alle agevolazioni dei Contratti di Programma regionali.

Gli USA, insomma, si confermano uno dei principali partner commerciali per l’Italia e la Puglia. Su questo continueremo a lavorare con convinzione e ad ampio raggio, anche facendo tesoro degli stimoli che sono venuti dal Convegno di oggi.

 

Published in Politica

Il personale della Squadra Volante ha tratto in arresto per sequestro di persona e maltrattamenti in famiglia un 37enne originario di Grottaglie.
I poliziotti sono intervenuti in via Buffoluto, dopo aver ricevuto dai colleghi della Sala Operativa la segnalazione di una violenta lite in famiglia.
In un primo momento, i poliziotti hanno avuto difficoltà nell’individuare l’appartamento oggetto di segnalazione per la pressoché assenza d’indicazioni, fin quando, dopo qualche istante, la loro attenzione è stata attirata da una donna visibilmente agitata, che affacciata ad un balcone ha lanciato loro le chiavi dell’appartamento, esortandoli ad entrare in casa il prima possibile.
All’interno dell’appartamento, completamente messo a soqquadro con numerosi pezzi di vetro e suppellettili disseminati sul pavimento, i poliziotti hanno diviso la coppia che stava ancora litigando.
Dopo averli separati e portati in stanze diverse, la donna, in preda ad un momento di vero sconforto, piangendo, ha raccontato le continue minacce e maltrattamenti soprattutto fisiche subite per mano del suo compagno già da qualche anno.
Dal suo racconto i poliziotti hanno accertato i continui e numerosi episodi di violenza e di maltrattamenti subiti ma mai denunciati per paura di ulteriori ritorsioni da parte del compagno. Numerosi anche gli episodi di lesioni fisiche, anche importanti, subiti e mai denunciati per paura, tanto da non ricorrere alle cure mediche.
Dopo quanto emerso il compagno violento è stato condotto negli Uffici della Questura e dopo le formalità di rito tratto in arresto.
POST FB
Anni di violenze e maltrattamenti subiti dal compagno e mai denunciati: lo hanno accertato i nostri colleghi della Volante intervenuti per quella che era stata segnalata come una lite in famiglia, ma che era l’ennesima violenza subita da una donna per mano del suo compagno.
La casa messa a soqquadro e la donna visibilmente provata che, all’arrivo dei poliziotti, era ancora vittima delle percosse dell’uomo.
Rassicurata dagli agenti finalmente è riuscita a denunciare la sua storia fatta di tanti anni di vessazioni mai denunciate per paura di ulteriori ritorsioni.
L’uomo un 39enne originario di Grottaglie è stato arrestato per sequestro di persona e maltrattamenti in famiglia.
#EsserciSempre

 

Published in Cronaca

Presente questa mattina al centro commerciale Auchan l’Amministrazione Comunale di Taranto per la giornata dedicata alla Colletta alimentare organizzata dal Banco alimentare.

CollettaAlimentareArceVolontari

È volontà del Comune essere vicino a chi vive situazioni di difficoltà, fino al punto di non poter acquistare viveri. La raccolta, che ha anche visto la prestigiosa e significativa visita dell’Arcivescovo Santoro, andrà avanti tutta la giornata di sabato in molti supermercati della città ma avrà comunque seguito nel resto dell’anno con altre attività di collaborazione tra il Comune e l’associazione, grazie al protocollo d’intesa siglato dalle due parti lo scorso 4 ottobre.

CollettaAlimentareArcivescovoSantoro

Published in Cultura
Pagina 1 di 24

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk