Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Febbraio 2019

Don Emanuele Ferro: «la Prossimità, il “farsi prossimo”, è la cifra unica del cristianesimo

Continua il percorso per organizzare la Biennale della Prossimità 2019, la manifestazione nazionale che, dal 16 al 19 maggio prossimi, si terrà nel Centro storico di Taranto, la prima nel Meridione dopo le due edizioni di Genova e Bologna.
È un grande evento partecipato che, da tutta Italia, vedrà giungere a Taranto operatori ed esperti per condividere le loro esperienze di prossimità: dai gruppi di acquisto ai comitati di cittadini che si prendono cura del territorio, dalle esperienze di co-housing ai supermercati solidali.

Epicentro della Biennale della Prossimità 2019 sarà la Città Vecchia di Taranto che, per quattro giorni, sarà vissuta e “respirata” dalle centinaia di persone che arriveranno per partecipare e condividere il programma della manifestazione.
Questa, infatti, non è una “vetrina” in cui promuovere le proprie attività, ma vuole essere un momento di confronto con workshop, corner tematici, giochi e racconti di esperienze; sono tutte iniziative proposte da associazioni e organismi, pubblici e privati, per farlo c’è tempo fino al 31 marzo prossimo (info http://prossimita.net/).

Una delegazione del Comitato Locale organizzativo della Biennale della Prossimità ha incontrato, presso l’Arcivescovado di Taranto, operatori culturali e sociali del Centro storico per presentare la manifestazione e condividerne il percorso.
Tutti hanno espresso soddisfazione per questa importante manifestazione nazionale che a maggio accenderà i riflettori sulla Città Vecchia; è emerso, soprattutto, l’auspicio che le iniziative riescano a coinvolgere la popolazione del Centro storico che, anche nel recente passato, troppo spesso ha invece vissuto passivamente gli eventi organizzati nell’Isola.
Per questo sarà necessario che, tra i tanti temi della Biennale, vengano affrontati anche quelli più “sentiti” in Città Vecchia, come la legalità diffusa, o l’assenza di lavoro, o la valorizzazione e l’innovazione di attività come la mitilicoltura o la pesca.

A fare gli “onori di casa” Monsignor Emanuele Ferro, portavoce dell'Arcidiocesi e parroco del Duomo Basilica “San Cataldo”, che nell’occasione ha dichiarato «plaudo innanzitutto al tema di questa Biennale nazionale, ovvero la Prossimità: “farsi prossimo” è praticamente la cifra unica del cristianesimo, il rendersi vicino a chi ha più bisogno, come il rendersi “compagni di viaggio” è proprio la missione cristiana, questo tema è di per sé un ottimo auspicio per chi crede in questo valore».
«Si auspica soprattutto – ha poi detto il parroco del Duomo Basilica “San Cataldo” –che in questa occasione venga coinvolta attivamente la popolazione; questo avviene quando c’è desiderio di “ascoltare”, comprendere, apprezzare e stimare l’altro: solo così ci può essere un vero coinvolgimento delle persone».

Al termine dell’incontro Daniele Ferrocino, codirettore nazionale della Biennale della Prossimità, si è detto «felice per la perfetta sintonia instauratasi subito con i partecipanti, in particolare con Don Emanuele Ferro, in quanto da sempre la Biennale della Prossimità mira a coinvolgere e rendere partecipe le persone che ci ospitano per quattro giorni».

Published in Arte

Il Carnevale a Grottaglie, da sette anni a questa parte, è tornato ai vecchi fasti, quando ad organizzare le sfilate mascherate cominciò la scuola Don Bosco (anno 1974) e poi a seguire il 1° Circolo Didattico De Amicis, via Savarra, per poi tornare all'Istituto Comprensivo Don Bosco, che negli anni hanno portato in sfilata carnascialesca, per le vie del centro cittadino, un nugolo di bimbi e ragazzini, festanti e mascherati che facevano da corollario a piccoli carri allegorici realizzati dagli stessi insegnanti con la collaborazione dei genitori che con grande entusiasmo, realizzavano anche i variopinti costumi.

Le sfilate, poi, negli anni hanno avuto fasi alterne con battute di arresto e piccole riprese.

Sette anni fa, i parrocchiani di Santa Maria in Campitelli, capitanati dal parroco don Franco Spagnulo con la collaborazione di un entusiasta animatore /catechista Alessio Annicchiarico, vollero riportare in auge questo allegro appuntamento carnascialesco, in collaborazione con la Parrocchia Maria SS. Del Rosario, con l’ASD culturale Art Anima, le anime danzanti e la Scuola dell’infanzia/nido “L’Isola che non c’è”, fino all'anno scorso ne ha fatto parte anche la Parrocchia della Madonna delle Grazie

Da quest’anno, anche se don Franco non è più il parroco di Santa Maria in Campitelli, in quanto è passato a fare il rettore del Santuario di San Francesco de Geronimo, è rimasto l’infaticabile organizzatore, anche di questa 7^ edizione che si annuncia ricca e spumeggiante con mille figuranti che comporranno i sei gruppi che accompagneranno i sei carri allegorici a tema: pittore, dottore, contadino, giocattolaio, archeologo e pasticciere.

I giorni della sfilata saranno tre: giovedì 28 febbraio, domenica 3 marzo e martedì 5 marzo.

Se dovesse piovere nelle prime due giornate si replica lunedì 4 marzo.

L’uscita è prevista, per tutti e tre i giorni, per le ore 15.00, l’arrivo alle ore 20.45.

Il tragitto è il seguente per giovedì 28 febbraio e martedì 5 marzo: partenza da piazza S. Annibale M. di Francia – Via Garcia Lorca – via Campitelli – via Marconi – via Giotto – arrivo via Bikila. Domenica 3 marzo invece percorso inverso.

“Lo spirito che anima i tantissimi partecipanti della sfilata – dichiara don Franco - è quello del divertimento sano che al Signore piace e sarà all'insegna di un’umanità tra tutti, in un mondo dove si vive male, dove impera l'isolamento e il non dialogo. Questa manifestazione è pensata per costruire i veri valori dello stare insieme, senza escludere l'altro, il diverso, tutto finalizzato al saper vivere in amicizia e armonia. In questi anni abbiamo lavorato e continuiamo a farlo spinti da queste motivazioni, anche se le difficoltà non mancano. – conclude don Franco - Ma tutti sappiamo bene che si cresce sempre.

In città c'è molta attesa, non c’è merceria della città che non sia stata presa d’assalto, mamme e sarte all’opera con grande entusiasmo e anche quest’anno sarà grande allegria, perché queste tre giornate dedicate al Carnevale sono diventate un appuntamento di grande riferimento.

“La manifestazione - tiene a precisare don Franco – non trascura l'elemento cristiano che arriverà ad essere celebrato il mercoledì delle Ceneri, alle ore 19.30 presso il Santuario di S. Francesco de Geronimo, dove avrà luogo la concelebrazione della Santa Messa, con don Luca Lorusso e don Luciano Matichecchia della Parrocchia del Rosario, don Gianni Longo della Parrocchia S. Maria in Campitelli e don Franco.

 

Published in Spettacolo

“L’Alternanza scuola-lavoro è una modalità didattica innovativa, che attraverso l’esperienza pratica aiuta a consolidare le conoscenze acquisite a scuola e testare sul campo le attitudini di studentesse e studenti, ad arricchirne la formazione e a orientarne il percorso di studio e, in futuro di lavoro, grazie a progetti in linea con il loro piano di studi”.

Questo si legge sul portale del MIUR dedicato all’ alternanza Scuola Lavoro; un'esperienza formativa che unisce sapere e saper fare. Tutto però dipende da come si interfaccia la Scuola con il mondo del lavoro. Per questo quando si ottengono risultati di rilievo è bene segnalarli. E’ il caso dell’IISS Leonardo da Vinci di Martina Franca che tra i suoi sette indirizzi comprende anche quello di odontotecnica. Grande soddisfazione per l’ allieva Angelica Buonfrate classe 4 -sez O, premiata dai tutor formatori esterni, odontotecnici Antonio Olivieri e Vincenzo Lacarbonara, per il suo impegno durante il percorso di Alternanza Scuola Lavoro. L ' allieva Parteciperà al corso di formazione professionale di 1 livello: "forma e scultura dentale" che si terrà a Martina Franca Il 28 febbraio e il 1 e 2 marzo tenuto dal prof. Paolo Miceli. Il Leonardo da Vinci nella sua sede in zona Pergolo, ospita un laboratorio completo e dotato delle più moderne attrezzature, che consentono ai ragazzi che frequentano il corso di acquisire oltre ai saperi anche il saper fare. Al termini degli studi sono in grado di abilitarsi alla professione odototecnica, dopo aver superato l’apposito esame. Una scuola quindi che offre concrete possibilità di inserimento lavorativo già dopo il diploma di maturità. Attualmente il corso, quinquennale, conta circa 100 allievi.

Published in Scuola&Istruzione

Alla manifestazione del 25 febbraio ci saranno anche gli scout di Taranto

Un flash mob per ripulire le strade del centro di Taranto e vivere Il «Thinking day» - la «giornata del pensiero» - che coinvolge tutti gli scout del mondo per ricordare il compleanno di Robert Baden Powell, l’inglese che nel 1907 ha fondato il movimento. È l’iniziato dei rover e delle scolte tarantine, scout di età compresa tra i 16 e i 21 anni, che hanno scelto di vivere la giornata, incentrata quest’anno sul tema della leadership, con un occhio particolare alla cittadinanza attiva nel capoluogo. I rover e le scolte si riuniranno sabato 23 febbraio alle 20 nella villa Peripato per dividersi in due grandi gruppi: il primo gruppo avrà il compito di ripulire le strade del centro partendo dall’arsenale militare mentre il secondo gruppo partirà da Corso due mari. Piazza Immacolata sarà quindi il luogo dei due gruppi dove sarà chiusa l’iniziativa. Tutti saranno «armati» di una tuta bianca con la scritta «Scout dusters», di guanti in lattice, sacchetto per raccogliere i rifiuti e l’immancabile fazzolettone al collo.

Ma la giornata del pensiero 2019 proseguirà anche domenica 24 febbraio. In quell’occasione protagonisti saranno anche gli scout di ogni fascia d’età: i lupetti e le lupette, con età compresa tra gli 8 e i 12 anni, e gli esploratori e le guide, da 12 ai 16 anni. Sono complessivamente oltre 1200 gli scout della Zona Taranto, territorio che racchiude i comuni di Taranto, Grottaglie, Martina Franca, Torricella e Pulsano. L’evento di domenica prenderà il via nel Parco Archeologico della mura greche, dove si tiene il concertone del primo maggio. I lupetti e le lupette giocheranno alla scoperta di leader positivi, mentre esploratori e guide scopriranno personaggi femminili che hanno segnato il cammino dello scoutismo femminile e della storia in generale. Per gli scout più grandi invece è prevista una tavola rotonda nell’auditorium della parrocchia San Lorenzo a cui prenderà Chicca D’Alessandro, referente dell’associazione antimafia Libera. La giornata di domenica si chiuderà infine con una Messa che sarà celebrata nella Concattedrale.
Ma l’impegno degli scout non si ferma alla giornata del pensiero: gli scout di Taranto hanno infatti scelto di aderire alla marcia organizzata dall’associazione Genitori Tarantini che si terrà il 25 febbraio a Taranto. Una scelta maturata dopo la piena condivisione degli obiettivi dell’iniziativa: «essere presenti – hanno spiegato Valentina Castellaneta e Osvaldo Tursi, Responsabili della Zona Taranto – significa far sentire la nostra voce nel territorio e concretizzare ciò che ogni scout è chiamato a fare: una scelta politica. Si tratta di scelta intesa come operatori nella polis che evidentemente è ben diversa dalla scelta partitica. Come associazione cattolica non possiamo non essere accanto ai tutti i genitori che hanno vissuto il dolore più grande e nello stesso tempo pretendere dignità per il futuro dei nostri bambini e dei nostri ragazzi che hanno diritto a vivere un’esistenza serena e funestata da lutti e sofferenze».

Published in Sociale&Associazioni

Tutto pronto per l’appuntamento sportivo più importante dell’inverno grottagliese: il campionato individuale regionale di corsa campestre, destinato ad accreditare altresì per i campionati nazionali di specialità.

Tutto pronto quindi per il IV Memorial Nino Grottoli, valido altresì come quarta prova di CrossinPuglia 2019. Tutto pronto nello splendido scenario delle Cave di Fantiano, diventata sede abituale degli appuntamenti di corsa campestre nella provincia di Taranto (e non solo) e, quest’anno, scelto come sede per l’assegnazione del titolo regionale individuale, dopo essere stato per tre anni tappa del campionato regionale di società. Un lavoro assiduo, incessante, iniziato diverse settimane fa. Una mole di lavoro non indifferente sopportata dalla società organizzatrice: l’ASD Atletica Grottaglie, i cui componenti non si sono risparmiati per accogliere le centinaia di atleti ed addetti che arriveranno da ogni angolo della Puglia. Domenica 24 febbraio il grande giorno con riunione di giurie e concorrenti per il campionato Assoluto fissata alle ore 9: alle 9.20 la partenza di Senior e Promesse maschili (10 km) ed alle 10.20 quella di Junior maschile e Senior e Promesse femminili (8 km).
Per le categorie giovanili invece alle 10.30 è stata fissata la riunione di giurie e concorrenti mentre il programma di gare è il seguente. Dopo che alle ore 11.10 andrà in scena il cross corto (Promesse e Senior maschili e femminili) sulla distanza dei 3 km, toccherà ad Allievi e Junior femminili scendere in pista sulla distanza dei 5 km. Alle 11.50 toccherà alle Allieve (4 km). Alle 12.10 Cadetti (3 km); alle 12.25 Cadette (2 km); alle 12.35 Ragazzi (1,5 km); alle 12.50 Ragazze (1,5 km); alle 13.05 Esordienti A (600 metri); alle 13.10 Esordienti B (500 metri); alle 13.15 Esordienti C (400 metri).
“Il sito, che si presta naturalmente alla corsa campestre, ma che, in un contesto naturalistico più unico che raro, rende l’appuntamento sportivo un autentico mosaico incastonato in una degna cornice è stato oggetto, nelle ultime settimane di una laboriosa opera da parte dei componenti dell’ASD Atletica Grottaglie, di cui ho l’onore di essere il presidente”. Sono le frasi di Antonio Catalano alla vigilia dell’appuntamento. “Non ci sono parole per ringraziare tutti coloro che, in varia forma, collaborano affinché Grottaglie possa presentare un angolo di Paradiso a quanti lo raggiungeranno. Sarà un’occasione per far conoscere la nostra città a quanti non ci sono mai stati. Un appuntamento di grande valore sportivo, basti pensare che a quarantotto ore dalla scadenza dei termini delle iscrizioni, si contavano più di seicento presenze annunciate. Un appuntamento che, perché no – continua il presidente dell’ASD Atletica Grottaglie – può rappresentare un veicolo turistico per Grottaglie”.
Previste ben oltre mille presenze complessive (tre parcheggi allestiti per l’occasione nei pressi del percorso).
Tutto curato nei minimi particolari ed addirittura percorsi differenti, studiati ad hoc per ogni categoria.
Stabilita una convenzione con il Ristorante Paradiso (via per Villa Castelli) per pranzi con menù turistici (0995638725 per prenotazioni ed info).

Published in Sport

In occasione del Salone dl Gusto di Torino del 2018, i referenti della Condotta Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche sono entrati in contatto con altre Condotte che hanno sede all'estero allo scopo di instaurare rapporti di collaborazione e reciproca promozione dei territori nonché delle rispettive tradizioni e dei prodotti locali.

In particolare, è stato definito un primo rapporto con la sede scozzese di Slow Food Glasgow per promuovere le birre prodotte sul territorio ed una serie di cortometraggi sulla pesca e la pastorizia. Grazie agli accordi con il Fiduciario Federico Lubrani (originario italiano e trasferitosi a Glasgow) e il Fiduciario locale Franco Peluso, la due Condotte hanno realizzato il primo evento a Grottaglie per far conoscere e degustare ai soci italiani di Slow Food due birre: una del birrificio scozzere "Drygate" di Glasgow e due del birrificio pugliese "Il Caduceo" di Carosino.

In una cornice d'eccezione, il Relais delle Ceramiche di Grottaglie e nella più classica delle tradizioni pugliesi, le birre scozzesi e pugliesi sono state abbinate ai panzerotti del noto locale la "Torretta" di Grottaglie mentre a chiusura sono state degustate le "chiacchiere" preparate dalla Pregiata Forneria di Emanuele Lenti. Dichiara il Fiduciario Franco Peluso della Condotta Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche "Alla fine dello scorso anno avevamo detto ai nostri soci che il 2019 sarebbe stato caratterizzato da una serie di iniziative volte a promuovere il nostro territorio sia localmente che a livello internazionale con una serie di iniziative da realizzare grazie ad accordi stretti con altre sedi di Slow Food nel mondo.

In questa occasione, siamo entrati in contatto con il microbirrificio Drygate di Glasgow grazie a Federico Lubrani, Fiduciario di Slow Food Glasgow, che si è reso disponibile ad organizzare un evento in Scozia con i soci della nostra Condotta e con alcuni dei prodotti più rappresentativi del nostro territorio. Inoltre, in questa occasione, abbiamo presentato il Mastro Birraio del giovanissimo birrificio Il Caduceo la cui sede è a Carosino che ci ha raccontato il suo progetto e le tecniche di produzione della birra artigianale." L'evento ha riscosso molto successo tra i partecipanti che hanno potuto assistere a proiezioni di video del birrificio Drygate e condividere un'esperienza sociale e culturale che va oltre la passione per la birra artigianale.

"Siamo convinti - conclude Peluso - che l'aver creato una rete di collaborazione tra le imprese del territorio sia la modalità vincente per dare impulso alla creazione di valore aggiunto sia sotto il profilo culturale che economico e che ci consentirà di raggiungere sempre nuovi traguardi in ambito internazionale."

Published in Cronaca

“Insieme”, il nuovo movimento nazionale di ispirazione cristiana, il 15 febbraio scorso ha debuttato nel Meridione proprio a Taranto, in un convegno che ha visto relazionare il noto economista Leonardo Becchetti, Professore Ordinario di Economia politica all’Università di Roma Tor Vergata, su “Perché e Come costruire un nuovo modello di sviluppo”.

Ai lavori, presente in prima fila Monsignor Gastone Simoni, Vescovo Emerito di Prato, è intervenuto per ben due volte Monsignor Filippo Santoro, Arcivescovo di Taranto, che ha condiviso l’idea di economia generativa esposta nell’occasione da Leonardo Becchetti, con la “persona” riportata al centro di un nuovo modello di sviluppo possibile, una idea di riassumibile nell’assioma che in economia “uno più uno è uguale a tre”, mentre “uno meno uno è uguale a meno due”!
È uno dei temi centrali del documento programmatico di “Insieme” alla cui stesura ha contribuito proprio Leonardo Becchetti, con l’economista Stefano Zamagni, professore ordinario di Economia Politica Università di Bologna, un documento che, in oltre trenta pagine, affronta temi come welfare, sviluppo, scuola, università e ambiente.
I lavori del convegno sono stati aperti dall’intervento di Giancarlo Infante, portavoce nazionale del movimento “Insieme”, già giornalista RAI, e conclusi da quello dell’Avvocato tarantino Cosimo Buonfrate, responsabile “Insieme” per la Puglia.

Proprio l’Avvocato Cosimo Buonfrate ha scritto una lettera al Professor Giuseppe Conte, Presidente di Consiglio, chiedendo al Capo del Governo una maggiore attenzione verso Taranto, la città in cui il movimento muove i suoi primi passi nel Meridione «superando inadeguatezze, omissioni, rancori e delusioni».
A Taranto, ha poi sottolineato nella missiva Cosimo Buonfrate, «c’è una diffusa rivendicazione di diritti: noi di Insieme vorremmo farci carico soprattutto di quello forse meno diffuso: il diritto alla speranza della gente».
Nella lettera il responsabile pugliese di “Insieme” richiama l’attenzione di Giuseppe Conte su alcuni punti programmatici che il movimento Insieme ritiene essenziali per riaccendere la speranza nel popolo tarantino.
Innanzitutto «la ripresa del tavolo istituzionale per il contratto di sviluppo con l’attuazione piena dello strumento del BES (Benessere Equo e Sostenibile) territoriale, criterio di misura dello sviluppo, che rivendichiamo come diritto essenziale, costituzionale, di una comunità che vuole costruire da sé, e non da sola, la sua generatività».
Cosimo Buonfrate invita poi il Capo del Governo alla «esplicitazione chiara, nella sua progettualità, di quanto annunciato e previsto sui documenti finanziari-economici circa la ricerca e l’innovazione scientifico-universitaria».
Per i tarantini l’attuazione di entrambi, secondo Cosimo Buonfrate, significherebbero l’uscita da «stalli che diventano sempre più incomprensibili e per vivere in credibilità alcune linee programmatiche che potrebbero davvero significare cambiamento».

 

Published in Politica

Siate voi stesse, accettatevi, senza curarvi dell'ignoranza di chi ci  insulta e se la vostra fisicità si differenzia dalla media sappiate che  è un pregio, non un difetto, fatene il vostro punto di forza"

Roma - Francesca Giuliano è uno dei personaggi televisivi e mediatici  più amati e seguiti del momento, protagonista su Canale 5 con il  personaggio anni '50 in "Avanti un altro" di Paolo Bonolis e nel salotto  di Barbara D'Urso. E ora che il curvy è tornato di moda si gode la  popolarità e la miriade di porte che le si stanno aprendo: dalla tv al  cinema al teatro. Non è stato però semplice attendere il suo momento,  soprattutto per le ripetute discriminazioni ricevute per anni (e  tutt'ora) per la sua fisicità prosperosa, bullizzata con offese come  "cicciona, grassona". Dopo aver denunciato queste continue aggressioni verbali Francesca ha deciso di agire in concreto per sensibilizzare  l'opinione pubblica sull'argomento divenendo testimonial del  progetto/video "D Di Donne" contro violenze e discriminazioni verbali e  fisiche. Francesca Giuliano difende le sue bellezze naturali, che mostra  con orgoglio e lancia un messaggio di tolleranza e consapevolezza:  "Siate voi stesse, accettatevi, senza curarvi dell'ignoranza di chi ci insulta e se la vostra fisicità si differenzia dalla media sappiate che  è un pregio, non un difetto, fatene il vostro punto di forza".

Nel video  oltre a Francesca vi sono altre 7 Donne, da una bambina di 6 anni ad una  Nonna, passando attraverso le varie generazioni, rappresentando  molteplici caratteristiche dell'universo Donna che ne delineano tutta la  Bellezza anche nei suoi chiaroscuri: femmina, mascolina, casalinga, manager, sportiva, materna, trasformista, vanitosa, creativa, colta,  ironica, cerebrale, sensuale. Sono: la bimba Ludovica Savarese, la  "Nonna" Nicoletta D'Angelo, Nicole Riso (cantautrice 'Donna Roma' Federica Lombardozzi Mattei (mamma e blogger letteraria), Letizia Arcudi  (ballerina e coreografa che ha mosso i primi passi di danza ad AMICI di  Maria De Filippi), Martina Cassetti studentessa e cosplayer e Michela  Cozzolino (artista, Donna manager in carriera).

Francesca Giuliano su Instagram ha circa 130.000 follower, REALI, con  post che superano quota 60.000 ed un trend in crescita esponenziale con + 40.000 follower soltanto dall'inizio del 2019. Profilo: https://www.instagram.com/francescamariagiuliano/

Published in Spettacolo

Dopo l’Istituto Superiore di Sanità di Roma, un altro importante organismo nazionale concede il proprio patrocinio al Preventour, l’iniziativa dell’Associazione “Europa Solidale” Onlus che, in tre regioni del Meridione, sensibilizza i cittadini sulla necessità di effettuare periodici controlli e screening sanitari.

Il Preventour, infatti, ha ottenuto il patrocinio morale anche della SIUT (Società Italiana di Urologia Territoriale), l’importante organismo nazionale nato dall’esigenza di un coordinamento in rete degli urologi ambulatoriali del territorio che, in sinergia con i Medici di Medicina Generale, rappresentano l’avamposto dei cittadini con problematiche uro-andrologiche e sessuologiche.

Sono allo studio con la SIUT, in particolare con il dottor Gaetano Ressa (foto), specialista urologo della ASL di Taranto, nonché membro del consiglio direttivo della SIUT, le forme di collaborazione da realizzarsi nella terza edizione del Preventour, in programma già nella prossima primavera.
«È intenzione della SIUT – ha confermato il dottor Gaetano Ressa – approfittare della collaborazione con il Preventour per sensibilizzare la cittadinanza sulla prevenzione anche in campo urologico».
Il cancro della prostata, per esempio, è uno dei tumori più diffusi nella popolazione maschile e rappresenta circa il 20 per cento di tutti i tumori diagnosticati nell'uomo: le stime, relative all'anno 2017, parlano di 34.800 nuovi casi l'anno in Italia.
«Proprio nel caso del tumore alla prostata – ha concluso il dottor Gaetano Ressa – la prevenzione è importantissima, in quanto il rischio che la malattia abbia un esito infausto è basso, soprattutto se si interviene in tempo».

Il patrocinio della SIUT arriva a premiare l’innovativa formula del PrevenTour che vede portare la prevenzione sanitaria direttamente dai cittadini raggiungendoli nelle piazze durante i weekend, quando hanno un po’ più di tempo per un controllo e per ascoltare i consigli dei medici.
Sono numerosi e variegati i controlli e screening sanitari di cui i cittadini possono usufruire, a titolo totalmente gratuito, presso il villaggio del Preventour che l’Associazione “Europa Solidale” Onlus allestisce per una giornata nelle principali piazze delle città.
La manifestazione è via via cresciuta di importanza coinvolgendo un sempre maggiore numero di cittadini in tre regioni meridionali: Puglia, Basilicata e Calabria.

IL PREVENTOUR

Il Preventour non intende sostituirsi alla Sanità pubblica, ma solo affiancarla contribuendo alla sensibilizzazione: i medici non effettuano diagnosi e, nel caso vengano rilevate patologie, consegnano al cittadino gli esiti dei controlli invitandolo a informare il medico curante per le azioni del caso.
Questa scelta è stata sposata da numerosi organismi e associazioni che hanno già partecipato alle due prime edizioni del Preventour, tra queste il Dipartimento di Ricerca Clinica in Neurologia dell’Università di Bari, il Centro Malattie Neurodegenerative UNIBA/Azienda Ospedaliera “Panico” di Tricase e la Croce Rossa Italiana.

PrevenTour è organizzato dall’Associazione “Europa Solidale”, una Onlus di Taranto che dal 2016 fornisce gratuitamente cure mediche specialistiche e dentarie ai meno abbienti in propri laboratori, attività resa possibile dalla disponibilità e dalla sensibilità di medici specialisti di ogni branca.
L’associazione, inoltre, distribuisce cibo a famiglie indigenti, sia recuperandolo quotidianamente dal surplus di mense aziendali e ospedaliere mediante il “Progetto cibo cotto”, sia acquistando prodotti alimentari: in anni i volontari hanno così consegnato circa 28.000 pasti caldi.
Presidente dell’Associazione “Europa Solidale” Onlus è il dottor Giuseppe Russo, medico specialista neurologo e direttore sanitario della Fondazione “Cittadella della Carità” di Taranto.

Published in Sanità

L’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Taranto è uno dei primi in Italia ad aprire un dibattito sulle opportunità che la recentissima Riforma del Fallimento offrirà ai Consulenti del Lavoro.

Il 14 febbraio scorso, infatti, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il testo del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza, la cosiddetta Riforma del Fallimento; le novità introdotte dal Decreto Legislativo n. 14 del 12 gennaio 2019 entreranno in vigore tra 18 mesi.

Giovanni Prudenzano, presidente del Consiglio Provinciale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Taranto, aprendo a Taranto il convegno “Consulente del Lavoro: una professione da valorizzare” ha spiegato che «la nuova normativa offrirà importanti opportunità professionali ai Consulenti del Lavoro nell’ambito delle procedure che si attiveranno in occasione di un default aziendale».
«Naturalmente per cogliere queste opportunità il professionista dovrà essere in possesso di specifiche abilitazioni – ha poi annunciato Giovanni Prudenzano – e in tal senso l’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Taranto, uno dei primi a livello nazionale, si sta già adoperando per organizzare un idoneo corso di formazione articolato su circa 200 ore di lezioni».

Il convegno “Consulente del Lavoro: una professione da valorizzare” si è tenuto (venerdì 22 febbraio) presso la “Sala Caffio” del Centro Eventi Educativi di Taranto.
Molti Consulenti del Lavoro hanno partecipato a questo evento formativo dedicato a “il modello di validazione e la figura dell'enterprise police”; è stato organizzato dal Consiglio provinciale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Taranto in collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”.

I lavori sono aperti dai saluti di Giovanni Prudenzano, presidente del Consiglio provinciale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Taranto, ai quali è seguito l’intervento del Dott. Nicola De Benedictis su “Introduzione sulla prospettiva del futuro professionale. Utilizzo del modello di validazione e la figura dell'enterprise police. Gli strumenti operativi per la continuità e lo sviluppo delle aziende”.
In seguito il Dottor Ricciotti Graniglia ha relazionato su “Procedure attinenti la richiesta di finanziamenti ordinari, redazione del b.plan attinente la continuità operativa”, mentre il Dottor Daniele Monteodorisio è intervenuto su “Procedure attinenti l’attivazione delle Agevolazioni previste dal programma industria 4.0. Finanza agevolata, microcredito nazionale, novità introdotte dalla legge di stabilità 2019”.

Concludendo il suo intervento Giovanni Prudenzano ha spiegato che «anche questo convegno rientra in un percorso di formazione per fornire ai Consulenti del Lavoro jonici il migliore aggiornamento possibile; l’obiettivo finale è sempre quello di contribuire a formare il “Consulente del Lavoro 3.0”, un professionista sempre meno impegnato negli adempimenti tradizionali, come l’elaborazione di buste paga e la tenuta contabilità fiscale ma sempre più orientato nel fornire consulenze verticalizzate alla clientela in diversi settori».

Published in Cronaca

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , d.ssa Valentina D'Amuri

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk