Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Lunedì, 25 Febbraio 2019

Giovedì 28 febbraio, dalle ore 15 alle ore 20,45, con partenza dal piazzale s. Annibale Maria Di Francia, avrà inizio la “tre giorni” della 7^ edizione consecutiva “Sfilata di Carnevale 2019”.

La manifestazione, andata in soffitta per poi essere, 7 anni fa,  ripresa ed organizzata da don Franco Spagnulo, rettore del Santuario storico di San Francesco de Geronimo, si ripeterà domenica 3 e martedì 5 marzo. ( In copertina le passate edizioni)

 GROTTAGLIE – La sfilata di carnevale, un fiore all’occhiello della città delle ceramiche, appartiene sin dalla sua prima edizione 2013 all’iniziativa ed all’impegno del sacerdote don Franco Spagnulo, rettore del santuario storico di s. Francesco de Geronimo: un impegno che è già tradizione. “Meno male che ci sono le parrocchie”, è il commento ricorrente di genitori, consapevoli di affidare i loro bambini in un contesto ludico sano e protetto soprattutto dalle loro attenzioni e da altre mille. Giunta quest’anno 2019 alla sua settima edizione consecutiva, la sfilata è organizzata dal Santuario del Taumaturgo concittadino, in collaborazione con: la “Parrocchia S. Maria in Campitelli di Grottaglie, diretta da Don Giovanni Longo; la locale Parrocchia Maria SS. del Rosario”, diretta da don Luca Lorusso e dal vice don Luciano Matichecchia; l’ “A.s.d. Culturale – Art Anima – Le anime danzanti” di Grottaglie”; la Scuola dell’Infanzia / Nido “L’isola che non c’è” di Grottaglie e col patrocinio del Comune di Grottaglie. La manifestazione si svilupperà in tre giorni con cortei dalle ore 15 – alle 20,45, come segue. Giovedì 28 febbraio, il primo appuntamento sarà in Piazza S. Annibale Di Francia, dove il corteo muoverà per via Garcia Lorca, via Campitelli, Via Ennio (attraversamento), Via Armando Diaz, Via Guglielmo Marconi, Via Giotto e si concluderà in viale Bikila. Domenica 3 marzo il secondo raduno muoverà da via Bikila e percorrerà via Giotto, via Guglielmo Marconi, via Armando Diaz, via Ennio (attraversamento), via Campitelli, via Garcia Lorca ed arrivo in piazza s. Annibale Maria Di Francia, dove avrà termine. (In caso di pioggia negli appuntamenti dei giorni 28 febbraio e 3 marzo, il corteo verrà riproposto lunedì 4 marzo). 

Ultimo appuntamento martedì 5 marzo con partenza da via Bikila ed avanzamento per via Giotto, Via Guglielmo Marconi, Via Armando Diaz, Via Ennio (attraversamento), Via Campitelli ed arrivo con chiusura della manifestazione sul piazzale antistante la Parrocchia di Santa Maria in Campitelli. Un programma che vede, dunque, coinvolti i bambini frequentanti l’oratorio delle due parrocchie, quelli della suddetta Scuola dell’Infanzia/Nido, e dell’A.s.d Culturale, rispettivamente in compagnia di genitori, nonni, catechisti, volontari adulti e giovani, coordinati dal responsabile don Franco Spagnulo. I mille figuranti mascherati a tema confluiranno per gruppi allegorici al seguito di estrosi carri realizzati da quanti hanno voluto prestare gratuitamente la loro opera a favore dell’evento. I gruppi di mascherine, ognuno in tema al rispettivo carro allegorico, dei sei assemblati, saranno ispirati alle professioni e mestieri come: “Il pittore”, “Il dottore”, “Il contadino”, “Il giocattolaio”, L’archeologo” ed “Il pasticciere”. Si spera nella clemenza meteorologica, per non vanificare il lodevole e paziente lavoro che ha permesso di realizzare i semoventi carri ed i coloratissimi costumi e per non deludere la trepidante attesa dei bambini.

Saranno loro, infatti, in un tripudio di musiche, canti, luci, coriandoli e festoni, che si ritroveranno in fantastiche riproduzioni scenografiche, fra luoghi e personaggi fiabeschi o tratti dalla realtà. Insomma, nulla esclude che per legittimo campanilismo, le “nostre” edizioni carnevalesche, possano in futuro non lontano approdare a migliori affermazioni, competendo, magari, con le più spettacolari sfilate di vicine realtà: è il sogno di don Franco! Occorre ovviamente più sostegno all’iniziativa con maggiore partecipazione e più generosi contributi e patrocini. Don Franco esprime un particolare ringraziamento a tutti coloro che in vario modo hanno preso parte e collaborato per l’ ottima riuscita della sfilata.

Published in Spettacolo

Ogni giorno siamo sottoposti a una pluralità di stimoli visivi, circondati da migliaia di immagini: a casa, a scuola, dai manifesti pubblicitari alle fotografie sui giornali, alle immagini in movimento, proposte da cinema, televisione e videogiochi, a quelle infinite che si possono rintracciare sul web…
Tuttavia in questo marasma, spesso non riusciamo più nemmeno a vederle e il ritorno al passato in quei contenitori culturali come i “MUSEI” ci può regalare momenti d’intensità che vanno a ricomporre il linguaggio universale usato dagli artisti, o dai popoli del passato di un Territorio per comunicare idee, sentimenti ed emozioni, riscoprendo la ricostruzione cronologica delle molteplici realtà culturali e artistiche del posto.
Essi rappresentano una risorsa educativa inesauribile, da utilizzare sistematicamente nell'insegnamento, non solo come ausilio per la comunicazione visiva, ma per trasmettere i valori di cui sono portatori: scrigni di autenticità e di concretezza nei documenti presentati, custodi di completezza delle collezioni e infine portatori di multidimensionalità dei linguaggi espositivi.
Alcuni studiosi asserivano che bisognava studiare mezzi più opportuni per avvicinare il museo al pubblico, farlo entrare sempre più intimamente nel vivo della società moderna, come elemento attivo e insostituibile dell’educazione culturale e spirituale della società stessa. E ancora, Franco Russoli, - ex Soprintendente della Pinacoteca di Brera - concepiva il museo non più come semplice deposito o laboratorio specialistico per oggetti di cultura, bensì come “crogiuolo e produttore di cultura”. Diventare insomma un necessario e insostituibile complemento della scuola, un vero e proprio viaggio nel tempo, che raccoglie e presenta le testimonianze artistiche di secoli di storia cittadina.
Così il MUSEO della CERAMICA raccoglie l’affascinante mondo dell’argilla, modellata, dipinta e cotta, presentando nelle infinite forme che la maestria tecnica e l’estro dei Maestri ceramisti hanno e continuano a suggellare in opere uniche, profondamente radicati nella cultura e nell’identità di un luogo come Grottaglie schiudendosi come spiragli di memoria che ci narrano le ritualità, il folclore e le tradizioni di un popolo.

 

Published in Scuola&Istruzione

La visita dell’Ambasciatore di Israele all’aeroporto di Grottaglie ha rappresentato la conferma del ruolo strategico di questa struttura.

L’evento di oggi sottolinea l’importanza dell’aeroporto di Grottaglie dal punto di vista strategico. L’Ambasciatore d’Israele in Italia, Ofer Sachs, ha compiuto una visita alla struttura; non è stata una visita di circostanza ma un incontro all’insegna della concretezza con la società Leonardo, e le altre aziende dell’indotto presenti sul territorio, per promuovere future forme di collaborazione in ricerca e innovazione tecnologica nel campo dell’industria aerospaziale.

Ero presente insieme al Presidente Emiliano e ho avuto modo di apprezzare la volontà dello Stato di Israele di lavorare insieme all’Italia, e in particolare alla Puglia, a importanti progetti innovativi. In questo contesto risulta particolarmente interessante il coinvolgimento di giovani studenti e ricercatori israeliani e pugliesi portato avanti dal Politecnico di Bari e dal Technion di Haifa. Si tratta di una cooperazione che consentirà a promettenti giovani e a imprenditori di lavorare insieme. Nella nostra regione, infatti, è ormai consolidata l’integrazione fra il sistema industriale e quello accademico al servizio del comparto aeronautico e aerospaziale, e questo aspetto fa del Distretto Tecnologico Aerospaziale Pugliese un esempio osservato con interesse a livello internazionale.

Fra l’altro, l’aeroporto di Grottaglie è inserito dal Ministero dei Trasporti nella lista degli aeroporti di interesse nazionale, avendo tra l’altro la pista più lunga dell’Italia meridionale. E gli interventi di riqualificazione finanziati dalla Regione lo renderanno sicuramente appetibile anche alle compagnie aeree che gestiscono i voli civili.

A questo si aggiunga il fatto che esso è stato inserito nell’ambito della Zona Economica Speciale Jonica deliberata dalla Giunta regionale pugliese e da quella lucana, e la cui realizzazione vede attualmente l’impegno lealmente collaborativo fra il Governo centrale, il Ministero del Sud e le Regioni Puglia e Basilicata.

Nel corso dell’incontro, e nella successiva conferenza stampa, è stato posto l’accento sul fatto che i rapporti di interscambio fra il Distretto Tecnologico Aerospaziale Pugliese e le imprese israeliane si tradurranno in maggiore sviluppo economico e occupazionale. Anche questo incontro va quindi nella direzione di offrire a giovani opportunamente qualificati importanti occasioni di inserimento.

Published in Politica

Rettifiche cartelle errate imu anni 2013-2014: A due mesi dalla precedente seduta, i gruppi consiliari di minoranza chiedono la convocazione urgente della 1^ commissione consiliare, con le organizzazioni sindacali e la soget, per un aggiornamento sulla risoluzione delle vecchie e nuove criticità emerse

Facendo seguito alla prima discussione avvenuta in sede di 1^ Commissione Consiliare nel mese di dicembre 2018 e agli impegni presi nella medesima seduta sulla problematica “cartelle SOGET anni 2013-2014”, i Consiglieri comunali di minoranza hanno richiesto alla Presidente della 1^ Commissione consiliare e, per conoscenza al Sindaco e al Presidente del Consiglio comunale la convocazione urgente della 1^ Commissione consiliare e di invitare alla seduta i rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali e della SOGET. Tale richiesta ha lo scopo di ricevere e condividere, come concordato due mesi fa, un aggiornamento sulla risoluzione delle vecchie e nuove criticità emerse.

Questo è quanto scritto nel comunicato stampa dei sei consiglieri di opposizione 

Intanto ieri ha avuto luogo il sit - in in piazza P. di Piemonte, del Comitato  CRITIC, dove  i proprietari dei terreni  hanno distribuito limoni ai passanti, come emblema di una spremitura fiscale che è arrivata all'estremo della sopportazione. Di seguito le interviste, fra queste quella dell'on. Gianpaolo Cassese (M5S).

 

Published in Politica

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , d.ssa Valentina D'Amuri

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk