Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Giovedì, 28 Febbraio 2019

La riconversione delle aree industriali. E poi Taranto, città per la quale uno studio punta sulla cosiddetta Terza Rivoluzione Industriale, mutuando un'esperienza francese tuttora in corso.

Se n'è parlato ieri e l'altro ieri nel corso di una interessante e partecipata due giorni, nella sede belga del Parlamento Europeo.
Gli Ingegneri della provincia di Taranto sono stati rappresentati dal presidente dell'Ordine, Giovanni Patronelli, e dal consigliere presidente della Commissione Industria, Gigi De Filippis.

Al confronto promosso dall'europarlamentare Rosa D’Amato, membro del Parlamento Europeo e coordinatrice commissione REGI, nel corso del quale sono stati snocciolati numeri ed esempi a fondamento dell'ipotesi di studio sulla riconversione, hanno preso parte Fabio Massimo Castaldo, vicepresidente del Parlamento Europeo, Antonio Parisi, CETRI - TIRES (Third Industrial Revolution European Society), A. Olteanu, della DG MARE, Dario Scannapieco, Vice Presidente della BEI, Francesca Passeri, European Crowdfunding Platform , Walter Huber, Membro del Consiglio IIT (Innovation Institute for Technologies), Sandro Marco De Poli, Presidente Avio Aero - Gruppo General Electric Aviation. In sala, tra gli altri, il sindaco di Crispiano Luca Lopomo, presidente e segretario dell'Ordine dei commercialisti di Taranto, Cosimo Latorre e Gregorio Pecoraro, quindi tecnici e liberi professionisti interessati al tema della riconversione.

Published in Cronaca

“Non solo abbiamo centrato gli obiettivi di partenza che ci eravamo prefissati e che puntavano all’individuazione di 1000 bambini da prendere in carico, ma siamo riusciti ad andare ben oltre, con 1500 minori ricollocati all’interno di nuclei familiari”.

È con grande soddisfazione, ma anche con un pizzico di commozione che Simona Fernandez, presidente dell’associazione Salam (ONG tarantina che si occupa di cooperazione internazionale con i popoli del bacino del Mediterraneo), ha reso noto i dati parziali del progetto denominato “Iraq: i figli della pace” tanto affascinante, quanto ambizioso. L’iniziativa, cofinanziata dalla Regione Puglia e decollata nell’aprile del 2018 è rivolta ai tanti bambini, la cui infanzia è stata negata dagli orrori del conflitto iracheno, ai quali l’ong jonica sta cercando di riconsegnare una vita quanto più normale possibile. Gli operatori di Associazione Salam sono stati operativi sul campo, tracciando le linee guida della ricostruzione di un tessuto sociale lacerato dalla guerra, investendo in termini di umanità e formazione sulle fasce più deboli, con una attenzione particolare verso le nuove generazioni, che saranno gli attori protagonisti del futuro in una terra tanto bella, ma tormentata. Un lavoro molto apprezzato anche dalle istituzioni, tanto che la Regione Puglia sarebbe interessata a finanziare una Fase II del progetto per i prossimi 3 anni: “Questa decisione dei vertici regionali – ha dichiarato Simona Fernandez – ci sprona a continuare l’opera intrapresa con ancora maggiore vigore e ad alzare l’asticella dei nostri obiettivi. Se fino a questo momento ci siamo occupati di ottemperare ai bisogni meramente materiali dei minori e dei relativi nuclei familiari da noi seguiti per garantire loro il ritorno ad una vita quanto meno dignitosa, il prossimo step sarà quello di provvedere ai bisogni sanitari. Tanti, infatti – ha sostenuto la Fernandez – sono i bambini colpiti da traumi, che hanno visto morire i propri genitori o fratelli e che hanno necessità di assistenza psicologica. Altrettanti sono coloro affetti da gravi patologie, anche oncologiche che hanno bisogno urgente di cure. Esserci per noi è un obbligo, perché la tutela dei diritti all’infanzia de dei diritti umani non ha confini di razza o religione. E concedetemi un po’ di soddisfazione nel sottolineare come una ONG tarantina, nata in una città che ha sì mille problemi, ma anche un gran cuore, possa essere un punto di riferimento per il bene dei bambini e di una popolazione così martoriata come quella irachena”.

 

Published in Sociale&Associazioni

Scuola e trasformazione dall’analogico al digitale, un processo che vede all’avanguardia l’Istituto comprensivo “Alfieri” di Taranto selezionato ed invitato a presentare nei giorni scorsi a Milano il proprio progetto “Nuovi cittadini competenti digitali”.

La presentazione – da parte della dirigente scolastica, prof.ssa Anna Maria Settanni, e della docente referente del progetto stesso, prof.ssa Sandra Troia – è avvenuta nell’ambito del Seminario Nazionale sul tema “Cittadinanza e Cultura digitale”, organizzato dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di istruzione, in accordo con il CSN (Comitato Scientifico Nazionale per le Indicazioni 2012). Nell’evento, sono state presentate le migliori esperienze condotte nelle scuole nell’anno anno scolastico 2017/2018 e programmate in quello corrente in tema di utilizzo delle tecnologie digitali per la promozione del pensiero critico e costruttivo, del problem solving, per l'arricchimento della didattica disciplinare e di ambienti di apprendimento attivi e inclusivi.

Il progetto dell’istituto tarantino “Nuovi cittadini competenti digitali” è un’esperienza di apprendimento attivo. Gli obiettivi sono quelli di favorire una maggiore conoscenza da parte degli studenti e, “a cascata”, delle famiglie delle competenze chiave europee competenza sociale e civica, competenza digitale, imparare ad imparare/competenza imprenditoriale). Il percorso di approfondimento è stato progettato con l’intento di integrare la dimensione analogica e la dimensione digitale, attività off line e attività on line. In particolare, nel corso delle attività gli allievi sono stati guidati a confrontarsi con fonti autentiche, compiti di realtà, percorsi di autovalutazione, produzione e condivisione di elaborati.

Nell’ambito del workshop è stato, inoltre, presentato il nuovo ambiente online www.digscuola.eu dell’istituto Alfieri progettato e realizzato per la promozione delle competenze e della cultura digitali. L’ambiente online è parte integrante del progetto “La scuola laboratorio di competenze” finanziato dal Dipartimento Sviluppo economico, Innovazione, Istruzione, Formazione e Lavoro - Sezione Istruzione e Università – Servizio Sistema dell'Istruzione e del Diritto allo Studio della Regione Puglia.

Prima della partecipazione a Milano, l’istituto Alfieri aveva anche presentato, a fine gennaio a Bari, la propria attività “La scuola come laboratorio di competenze per la cittadinanza” all’evento “La Scuola della Conoscenza – Docenti e altri protagonisti del cambiamento digitale tra saperi, competenze, informazione e lavoro”, organizzato da Abylia e Impact Hub”. In quel caso si era trattato di un’occasione di confronto tra docenti, studenti, genitori, imprenditori, innovatori e decisori pubblici su proposte concrete per la trasformazione della scuola dall’analogico al digitale.

Published in Scuola&Istruzione

C’è la graduatoria provvisoria per l’assegnazione dell’appalto di costruzione del nuovo ospedale di Taranto “San Cataldo”.

La commissione aggiudicatrice riunita oggi nella sede di Invitalia ha stilato la graduatoria provvisoria delle imprese che hanno risposto al bando. Il raggruppamento temporaneo di imprese che si è classificato primo ha presentato una offerta ritenuta dalla commissione "anormalmente bassa", rispetto alla quale viene aperto adesso il "procedimento di verifica dell'anomalia".

Nello specifico l’ eccesso di ribasso è relativo principalmente all’offerta temporale: è stata proposta la realizzazione dell’opera in 846 giorni in meno rispetto ai tempi di esecuzione previsti dal bando (1245). Significativo anche il ribasso economico: meno 24.74 per cento sull’importo di gara.A questo punto il gruppo che ha avanzato l’offerta ritenuta anormalmente bassa dovrà fornire al Rup ( responsabile unico del procedimento) di Invitalia le giustificazioni richieste.

La Rti piazzatasi prima nella graduatoria provvisoria dovrebbe fornire i suoi chiarimenti in non meno di quindici giorni.

 

Published in Politica

Quotidianamente si assiste ad interventi di natura pubblica da parte di personalità che dovrebbero, per il ruolo che occupano nelle istituzioni, loro risolvere tale problematica.


Consigliere, in uno dei suoi ultimi interventi si dice che,da gennaio scorso attende di essere esaminata dal Consiglio Regionale della Puglia una proposta di legge per ridurre le “LISTA DI ATTESA” in Sanità.
Senza entrare troppo nei meccanismi tecnici e strategici del perché siamo in questa situazione ma che tutti conosciamo, Lei è Consigliere Regionale, Presidente di una importante Commissione Regionale, fa parte della maggioranza alla Regione Puglia, quindi sembrano oramai ingiustificati gli appelli alla cittadinanza come se a risolvere tali problematiche possono provvedere gli stessi. Il compito spetta invece a coloro che hanno chiesto ed ottenuto il voto dei cittadini per risolvere tali problematiche.
E’ arrivato il momento di indicare per Nome e Cognome coloro che ostacolano la risoluzione di queste annose problematiche vitali per molti cittadini della Regione Puglia la quale è una delle Regioni Italiane dove più alta e la percentuale delle persone che rinunciano a curarsi.
Il paradosso e che oramai è sorpassato il sentirsi dire, per un esame da eseguire, ci vediamo tra un anno.
Ci sono prestazioni vedi “VISITE ENDOCRINOLOGICHE” dove ti viene detto che non si possono prenotare perché non c’è disponibilità per chissà quanto tempo.
E’ che dire di tanti Cittadini che hanno subito interventi di natura oncologica i quali periodicamente devono sottoporsi a controlli portando a corredo determinati esami i quali per effettuarli vengono sbattuti per i vari Ambulatori di tutta la Provincia di Taranto, quando va bene. Perché non creare delle situazioni tali da permettere a questi pazienti di recarsi in un solo giorno presso una struttura e fare tutto quello che devono fare?
Infine perché per fare una specifica PET per la Tiroide i pazienti Pugliesi sono costretti a recarsi a Roma o a Pisa, unici centri che possiedono attrezzature appropriate a tale esame, eppure nella Provincia di Taranto, grazie all’inquinamento prodotto dalle Industrie, negli ultimi anni si sono moltiplicati a dismisura i casi di problematiche relative alla TIROIDE.
Molto probabilmente quelle e non sono le soli evidenziate possono sembrare cose impossibili per la Regione Puglia ma se siamo in questa situazione non possiamo addossare ad altri le relative responsabilità.
Oggi bisogna meditare approfonditamente ma agire subito perché domani può essere troppo tardi.
Per il Partito

Published in Politica

Si terrà domani venerdì 1 marzo alle 18.00 presso il Dipartimento Jonico dell'Università di Bari sede di Taranto in via Duomo, 259 nella Città Vecchia a Taranto la presentazione del libro "Un'altra strada" di Matteo Renzi.
All'evento, organizzato dalla casa editrice Marsilio, parteciperà l'autore.

Published in Politica

“Parte il progetto "Piazza Wifi Italia" del Ministero dello Sviluppo Economico: un’occasione unica per tutti i Comuni italiani – e in particolare quelli con popolazione inferiore a 2.000 abitanti- che nella nostra regione sono più di 30 - per superare l’isolamento digitale e arginare lo spopolamento, che affligge tanti territori soprattutto del Sud. Per il progetto sono stati stanziati 45 milioni di euro che permetteranno di realizzare aree wi-fi gratuite su tutto il territorio nazionale. I Comuni potranno fare richiesta di punti wifi direttamente online, registrandosi sulla nuova piattaforma web accessibile dal sito wifi.italia.it.” Così il deputato Gianpaolo Cassese, componente della Commissione Attività Produttive, annuncia l’innovativo progetto lanciato dal MISE. 

“E’ una occasione preziosa per i nostri comuni in Puglia, che potranno offrire connettività gratuita a tutti i cittadini, ai turisti e alle imprese, garantendo più informazioni, più libertà, più democrazia ed offrendo la possibilità a territori in difficoltà, come ad esempio quelli colpiti dal sisma del 2016, di rinascere.” Prosegue Cassese. 
“La forza di questa iniziativa, a sostegno dello sviluppo tecnologico su tutto il territorio, risiede soprattutto nel fatto che è rivolta sia alle aree urbane più sviluppate e turistiche, sia a quelle più svantaggiate, segno evidente di una politica che si batte affinchè nessuno resti indietro. Insomma è un progetto – conclude il deputato -  tanto più significativo in quanto prefigura a pieno l’idea di Paese che intendiamo costruire.”

Published in Politica

Proseguono gli eventi di “Dono...in un Mare di Musica”, il progetto realizzato dalle Associazioni ArmoniE Taranto, Anteas Grottaglie, AVIS Grottaglie, Mare per Sempre Taranto, Semplicemente Donne Lizzano, in collaborazione con Associazione Artava Taranto, Pro Loco Fragagnano, Università Pegaso Taranto, I. C. “F. G. Pignatelli” Grottaglie e con il patrocinio del Comune di Taranto e Comune di Fragagnano, nell'ambito del bando 2018 del CSV Taranto dal titolo “IDEE DI RETE PER …. promuovere il volontariato”.

Negli appuntamenti si sensibilizzeranno “grandi e piccini” al tema del volontariato, della donazione e della salvaguardia ambientale.
Protagonista dell'evento di oggi, fra le note del Duo varesino Ferdinando Baroffio e Chiara Nicora, sarà il MARE, con Associazione “Mare per Sempre”, presideduta da Arturo Casale, e l'Arte del Riciclo con la mostra delle Opere di Associazione “Artava”, presieduta da Armando Blasi, e “Semplicemente Donne” guidata da Marilina Lombardi.
Mare per Sempre è un'associazione di ricerca, sviluppo, studio, valorizzazione tutela e promozione del patrimonio marino. Ha lo scopo di tutelare e valorizzare l'ambiente marino e costiero, lavorando al fianco delle istituzioni, delle forze dell'ordine ed enti di ricerca per promuovere le conoscenze dei nostri mari con la consapevolezza di doverne preservare risorse e bellezze. Nasce con il preciso scopo di svolgere attivita’ di tutela e valorizzazione dell’ambiente e della natura con particolare riferimento all’ambiente marino di Taranto (Mar Piccolo, Mar Grande, Golfo di Taranto) e domenica 3 marzo mattina, attraverso una mostra fotografica visitabile dalle ore 10.30, mostrerà le condizioni e le bellezze del nostro mare con una presentazione fondata su educazione ambientale, monitoraggio continuo, salvaguardia del territorio.
Associazione culturale Artava nasce a Taranto nel 2010 per volere del suo presidente Armando Blasi e del suo staff; subito emerge sul territorio grazie ad una serie di iniziative culturali nate, con lo scopo di rivalutare le tradizioni artigianali, culturali e storiche della citta' di Taranto. Vanta ad oggi una serie di progetti, anche internazionali, in collaborazione con enti e le realtà territoriali più impotanti e attive.
Oggi la sede dell'associazione e' in via Duomo 247, Taranto, borgo antico, isola, presso la prestigiosa location del Palazzo Gennarini e vanta l'uso di un antico ipogeo location utilizzata dall'associazione per la realizzazione di eventi.
L'Associazione "Semplicemente Donne" è nata nel 2014 a Lizzano, con l'intento di far riemergere gli antichi mestieri ormai in disuso. L'associazione si occupa di Laboratori Creativi per bambini e ragazzi di tutte le età. Nell'ambito della creazione del gioiello, del cucito, del ricamo, dell'uncinetto, della pittura, del riciclo, del restauro, dell'orologeria e di tutto ciò che è arte.
La collaborazione fra le due associazioni darà vita ad una mostra di opere pittoriche e di prodotti di bigiotteria artigianale realizzati con materiale di riciclo con lo scopo di sensibilizzare grandi e piccini alla salvaguardia ambientale.
Concluderà la mattinata un Concerto per Pianoforte a 4 mani promosso da Associazione ArmoniE, con la direzione artistica di Palma di Gaetano. Il Duo formato dai pianisti Ferdinando Baroffio e Chiara Nicora, attivo dal 1993 con l'acclamata esecuzione di concerti in tutta Italia, Francia, Spagna, Romania, Croazia, Germania, Svizzera proporrà un programma dal titolo “Salotto Musicale” con l'esecuzione dell'Ouverture da “Barbiere di Siviglia” di G. Rossini e la Sinfonia n. 6 “Pastorale” di L. van Beethoven. Da non perdere!

Ingresso libero.

FB Associazione ArmoniE, Associazione Artava, Semplicemente Donne, Mare per Sempre.
Info al 328.8365625

 

CHIARA NICORA, studia presso il Civico Liceo Musicale della Città, si diploma in pianoforte presso il Conservatorio di Firenze col massimo dei voti. In seguito segue corsi di perfezionamento tenuti da S. Perticaroli, A. Lonquich, L. Romanini e M. Mika. Nel 1993 si diploma in clavicembalo sotto la guida di L. Alvini presso il Conservatorio "G.Verdi" di Torino e frequenta corsi e seminari di fortepiano, cembalo e musica da camera tenuti da C. Banchini, R. Gini, M. Henry, E. Fadini. Ha collaborato con E. Dindo, P. Borgonovo, F. De Angelis, F. Biondi, O. Dantone, C. Chiarappa, M. Fornaciari, M. Mecelli, B. Cavallo e ha suonato in duo con L. Alvini. Ha inciso per le case discografiche Bongiovanni, Map e Frame suonando su strumenti originali.
Si è laureata con lode in discipline delle Arti della Musica e dello Spettacolo (DAMS) Bologna. Si è diplomata in Musicoterapia presso "la Cittadella" di Assisi. Ha conseguito il biennio di II livello di pianoforte presso il Conservatorio di Milano. Insegna pianoforte presso il Conservatorio di Sassari e presso il Liceo Musicale di Varese. Ha recentemente pubblicato il libro: La musica degli angeli. Un itinerario musicale nelle chiese di Varese e nelle cappelle del S. Monte, ed. Benzoni.

FERDINANDO BAROFFIO intraprende lo studio del pianoforte all'età di otto anni e si diploma, sotto la guida di Lina Bodini Mazza, al Conservatorio "G.Verdi" di Milano.
Partecipa al corso di perfezionamento triennale dell'Accademia "G.Marziali" di Seveso tenuto da Bruno Canino, collabora alle classi di musica da camera di M. Sirbù, C. Chiarappa, D. Shafran e di G.Cambursano. Segue la Maisterklasse di pianoforte al Conservatorio di Berna e al corso di perfezionamento tenuto da Pier Narciso Masi.
Dal 2005 collabora con produzioni teatrali realizzando musiche originali di scena per vari spettacoli, "Sarete miei testimoni” per le produzioni Vaticane, "La Bottega dell’Orefice" di K. Wojtiya, “Mela” di D.Maraini per il teatro Filodrammatici di Milano, “Etty Hillesum, cercando un tetto a Dio","Sogno di una notte di mezza estate" di W. Shakespeare, “Stabat Mater” di T.Scarpa (Premio Strega 2009, teatro dei filodrammatici-Milano) e “Avevo un bel pallone rosso” di A Demattè (premio Riccione 2009, teatro stabile-Bolzano). Autore delle musiche per la serata-evento per l'anniversario della Costituzione italiana nella sala dei 500 a palazzo Vecchio di Firenze alla presenza del Capo dello Stato in trasmissione diretta su RAI 1. E’ docente di pianoforte presso ila Scuola Media ad indirizzo musicale di Tradate (Varese).

 

Published in Spettacolo

Secondo appuntamento di “Dono...in un Mare di Musica”, il progetto realizzato dalle Associazioni ArmoniE Taranto, Anteas Grottaglie, AVIS Grottaglie, Mare per Sempre Taranto, Semplicemente Donne Lizzano, in collaborazione con Associazione Artava Taranto, Pro Loco Fragagnano, Università Pegaso Taranto, I. C. “F. G. Pignatelli” Grottaglie e con il patrocinio del Comune di Taranto e Comune di Fragagnano, nell'ambito del bando 2018 del CSV Taranto dal titolo “IDEE DI RETE PER …. promuovere il volontariato”.

Le Associazioni protagoniste hanno dato vita ad una rete utilizzando nuove o consolidate collaborazioni: il percorso mette in evidenza e amalgama le peculiarità e caratteristiche di ognuna attraverso 3 fondamentali elementi quali il dono, il mare e la musica.
Negli appuntamenti si sensibilizzeranno “grandi e piccini” al tema del volontariato, della donazione e della salvaguardia ambientale.
Dopo il primo significativo appuntamento con le Lezioni Concerto dell'Ensemble “Let's go...Jazz!” e dedicato al DONO del sangue, grazie all'instancabile campagna divulgativa dei volontari dell'AVIS di Grottaglie, all'incontro intergenerazionale fra bambini, giovani e meno giovani, all'insegna della solidarietà civile e sociale, grazie ad Anteas, nella serata di venerdì 1 marzo vi sarà un'interessante opportunità di crescita culturale e sviluppo del gusto estetico nei confronti dell'arte, dell'artigianato e della musica grazie alle Associazioni ArmoniE, Semplicemente Donne e alla giovane artista grottagliese Maria Stefani.

L'1 marzo, dunque, a FRAGAGNANO, presso la Sala Convegni del Palazzo Marchesale, alle ore 18.30, la Mostra di bigiotteria realizzata con materiale di riciclo a cura di Associazione Semplicemente Donne e le tele della giovanissima artista grottagliese Maria Stefani, saranno il preludio di “Brasil, Napoli, latin-jazz & classical music” Concerto (Ore 19) con Alessia Martegiani – Voce, Maurizio Di Fulvio – Chitarra, Ivano Sabatini – Contrabbasso.
Eleganza formale, equilibrio tecnico-interpretativo e sound inconfondibile sono le caratteristiche predominanti che rendono il collaudatissimo Maurizio Di Fulvio Trio una formazione tra le più interessanti ed innovative a livello internazionale. Ospitati nelle più importanti kermesse musicali in Italia e all'estero, i musicisti fanno di ogni concerto una performance intensa e carica di pathos.
Musiche di Jobim, D’Esposito, M. Davis, A. Piazzolla, Di Capua, F. Tarrega, M. Di Fulvio, A. De Curtis.

“Brindisi” conclusivo a cura dell'Azienda Agricola Elena Dimaggio.
Ingresso libero.

Published in Spettacolo

“L'approvazione all’unanimità in quinta commissione della proposta di legge a mia firma e del collega Ruggiero Mennea sulla coabitazione sociale premia il lavoro fin qui fatto con l'obiettivo di dare risposte concrete ai bisogni delle persone in condizioni di fragilità attraverso forme di organizzazione, reciprocità e solidarietà; di valorizzare le potenzialità dell’abitare sociale anche attraverso un’opera di promozione culturale e di agevolazione. Con questa proposta di legge, insomma, si vuole riconoscere e favorire il ruolo della co-residenzialità come veicolo e strumento di solidarietà, aggregazione e coesione sociale”, commenta Gianni Liviano, consigliere regionale del Gruppo Misto.
“Una legge utile e umana che risponde all'esigenza di ridare dignità a persone deboli ed emarginate. Una risposta all'aumento delle disuguaglianze e delle condizioni a volte disumane in cui vivono dei nostri concittadini. Insomma, una bella legge”, gli fa eco il collega del Pd, Ruggiero Mennea.
Esprimono soddisfazione su quanto avvenuto in V commissione consiliare (presidente Mauro Vizzino) il consigliere regionale del Gruppo Misto, Gianni Liviano, primo firmatario della proposta di legge, e il collega del Pd, Ruggiero Mennea cofirmatario della pdl.
Adesso, la proposta di legge, che aveva già ottenuto nei mesi scorsi un parere positivo dalla III Commissione consiliare (Assistenza sanitaria-Servizi sociali), attende di essere calendarizzata per poi passare all'esame del Consiglio regionale per la definitiva approvazione. Proposta di legge che può già contare su una dotazione di 250mila euro previsti nel bilancio di previsione 2019, approvato lo scorso 22 dicembre, in virtù di un emendamento presentato dai due consiglieri regionali.
“Per coabitazione sociale - spiega Liviano - si intende l’abitazione nella stessa casa di persone appartenenti a nuclei familiari differenti che condividono il medesimo alloggio al fine di un reciproco sostegno mentre per condomìni solidali si intende un’abitazione condivisa in una struttura residenziale composta da abitazioni private e da spazi comuni destinati all’uso collettivo e alla condivisione tra i presidenti. Al fine di favorire l’attivazione di percorsi specifici, volti a sostenere la cultura dell’abitare solidale, la proposta di legge prevede - aggiunge Liviano - che le Agenzie regionali per la Casa e l’affare (Arca) privilegino, nella realizzazione di nuove strutture e nella ristrutturazione del patrimonio immobiliare di proprietà, modelli innovativi di condominio solidale; che gli enti locali sostengano, attraverso specifiche forme di facilitazione e agevolazione urbanistico-edilizia, la realizzazione di condomìni sociali da parte di privati; che gli enti locali e gli enti del terzo settore, inquadrabili nell’ambito delle cooperative sociali, regolarmente iscritte all'albo regionale della Puglia, sperimentino progetti pilota di coabitazione sociale rivolti a soggetti in condizioni di vita di maggiore fragilità quali famiglie con persone disabili, coppie di anziani sole, nuclei monogenitoriali con bambini, persone singole in età avanzata, nuclei di immigrati regolarmente presenti sul territorio nazionale”.
Per quanti riguarda l’accesso al co-housing, la giunta regionale emanerà, entro il 31 marzo di ogni anno, apposito avviso pubblico per il finanziamento dei progetti pilota di coabitazione sociale presentati dagli enti locali e dagli enti del terzo settore. “La giunta regionale - conclude il consigliere regionale tarantino -, dopo un anno dall’avvio dei progetti pilota finanziati, relazionerà in Consiglio sugli interventi realizzati e sui risultati della sperimentazione. Lo scopo - conclude Liviano - vuole essere quello di promuovere l’inclusione sociale, la lotta alla povertà e a ogni forma di discriminazione”.

 

Published in Politica
Pagina 1 di 2

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , d.ssa Valentina D'Amuri

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk