Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Venerdì, 01 Marzo 2019

Emessa  l’ordinanza dal Consiglio di Stato sul ricorso di Linea Ambiente Srl per la riforma della sentenza del TAR di Lecce grazie alla quale è stata chiusa la discarica di Grottaglie.

L’ordinanza puntualizza l’esecutività della sentenza, salvaguardandone quindi gli effetti, dunque la discarica resterà inattiva, almeno fino al 23 maggio prossimo, data in cui è stata fissata pubblica udienza.
Spero vivamente che in tale sede verrà confermato quanto stabilito dal TAR e che potremo finalmente porre la parola fine a questo progetto dissennato ed alla cupa stagione delle discariche nel nostro martoriato territorio.” Così interviene il deputato Cassese (M5S), che segue questa annosa vicenda sin dall’inizio, presa visione dell’ordinanza 1028/2019 in mattinata dal Consiglio di Stato, dopo la riunione svoltasi ieri in Camera di Consiglio.
“A fronte della giusta opposizione a questo progetto da parte dei Comuni di Grottaglie, San Marzano, Carosino e di altri autorevoli enti che hanno preso una posizione ferma in tal senso in sede di Conferenza dei Servizi, permane la gravità della posizione assunta dalla Provincia e, purtroppo, anche un forte elemento di ambiguità da parte della Regione” prosegue il deputato grottagliese.
“Se la memoria non mi inganna infatti, tra le aziende che hanno sostenuto in giudizio la società Linea Ambiente, ci sono anche AQP e ASECO, la prima di proprietà della Regione, la seconda di proprietà di AQP, ossia della Regione. E, sempre se la memoria non mi inganna, la Regione, all’interno del procedimento amministrativo ha espresso il proprio nulla osta di compatibilità paesaggistica all’innalzamento della discarica. Oggi invece, costituendosi in giudizio, sceglie di sostenere le ragioni dei Comuni ricorrenti. Ebbene – prosegue Cassese – così facendo, il giudizio appare inammissibile proprio perché, evidentemente, non si può sostenere in giudizio una posizione contraria a quella assunta in Conferenza dei Servizi” argomenta il parlamentare.
“Posto che ravvedersi da un errore commesso e riconoscere di aver sbagliato è sempre un elemento da accogliere con positività, a me pare che – almeno nel caso della maggioranza Emiliano – sia legittimo temere che si tratti – anche in questo caso – dell’ennesima strumentalizzazione politica, non solo della discarica di Grottaglie, ma della più generale questione ambientale della provincia di Taranto” conclude Cassese.

Ed Emiliano ha così replicato sui social

Published in Politica

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale ha emesso questa mattina l’ordinanza sul ricorso proposto dalla società Linea Ambiente Srl contro i Comuni di Grottaglie, San Marzano di San Giuseppe, Carosino e ARPA per la riforma della sentenza del TAR di Lecce.

Il Presidente, fermo restando l’esecutività della sentenza impugnata, accoglie l'istanza dell’azienda ai soli fini della sollecitazione della trattazione del merito, che è fissata in seduta pubblica il 23 maggio 2019.

Una buona notizia in quanto la sentenza del TAR di Lecce resta esecutiva e quindi la discarica, sino al 23 maggio, non potrà ricevere rifiuti. Dispiace constatare che ad adiuvandum, e quindi a favore della società Linea ambiente, si siano costituite oltre venticinque aziende alcune delle quali del territorio e di rappresentanza ma che tengono conto dei soli interessi dell’azienda e non di quelle del territorio e dei cittadini.
Da rilevare invece che a favore del territorio si sia costituita la Regione Puglia a dimostrazione che anche gli altri enti iniziano a prendere una posizione netta contro un progetto che, come abbiamo dimostrato, tecnicamente non può essere realizzato.

Siamo fiduciosi che la questione, discussa nel merito, confermerà la decisione del TAR di Lecce e metterà fine all’era discarica a Grottaglie ma confidiamo altrettanto in una concreta presa di posizione da parte di chi dichiara di non voler più riaprire le discariche del territorio ionico: le dichiarazioni denotano solo buone intenzioni alle quali al momento non seguono atti concreti restando senza alcun valore.

 

Published in Politica

“Sono orgoglioso di aver accolto ieri in Parlamento gli studenti e le studentesse dell’Istituto Pignantelli di Grottaglie, la nostra amata città.

Ho voluto invitarli a visitare le sale di Montecitorio per condividere con loro il luogo simbolo per eccellenza della democrazia e dei più alti valori in cui si fonda la nostra Repubblica. A loro ed alle insegnanti che li hanno accompagnati ho voluto offrire un piccolo grande dono: la Carta Costituzionale, affinchè se ne facciano diretti garanti nella vita di ogni giorno.” Così commenta il deputato Gianpaolo Cassese, appena terminato l’incontro con i 55 ragazzi e ragazze della Scuola Secondaria di Grottaglie accompagnati da 5 docenti per visitare Montecitorio su invito del parlamentare.

“È stato un momento per me molto emozionante, soprattutto perché ho colto nei loro sguardi un interesse ed una attenzione che mi hanno sorpreso. Mi hanno rivolto domande tutt’altro che formali, sulla attività che svolgo in Parlamento, sulla mia vita, sul futuro, a cui ho avuto immenso piacere di rispondere.”

“Questi ragazzi e ragazze sono il futuro del Paese. Perché sono giovani. Perché sono del Sud, con tanti problemi da affrontare. Uno tra tutti, su cui ci siamo soffermati nel colloquio avuto prima che iniziasse la visita, è quello ambientale, che colpisce particolarmente il nostro territorio.” aggiunge Cassese.

“Soprattutto per il difficile momento che viviamo, in cui cresce la sfiducia verso le istituzioni e verso la politica, ho voluto offrire loro un messaggio positivo, spronandoli nello studio oggi e nell’assumersi responsabilità anche collettive, domani, per migliorare la società.”

“Li ringrazio di cuore – conclude il deputato - per l’interesse mostrato e ringrazio le loro brave insegnanti che hanno il difficile ma affascinante compito di aiutarli a diventare adulti”.

Published in Scuola&Istruzione

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk