Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Mercoledì, 10 Aprile 2019

Fede e spettacolo con i concerti de Le Vibrazioni, dei Nomadi e di Brusco

C’è grande attesa ad Erchie (Brindisi) per l’ostensione delle spoglie di Santa Lucia e Santa Irene che verranno traslate rispettivamente da Venezia e da Catignano. 

Il corpo delle due Sante - custodito nelle teche di cristallo - giungerà in città mercoledì 24 aprile dando il via ad una serie di festeggiamenti civili e religiosi che si concluderanno il prossimo 4 maggio. E’ un’occasione unica per la comunità di Erchie che è pronta a stringersi attorno alla sua Santa Patrona (Lucia) e alla sua Protettrice (Irene) per ricordare e accompagnare questo storico momento.
L’Amministrazione Comunale e l’Unità Pastorale di Erchie - Diocesi di Oria hanno organizzato una serie di eventi religiosi e civili per coinvolgere l’intera cittadinanza e i tanti fedeli che dal 24 aprile al 4 maggio giungeranno in città.
La fede, anzitutto: suggestivi saranno i momenti religiosi che accompagneranno questo evento. A cominciare dalla Santa messa dell’Accoglienza dei corpi di Santa Lucia e Sant’Irene, in programma mercoledì 24 aprile, alle ore 18.30, che sarà presieduta da S.E. Rev. Monsignor Vincenzo Pisanello, vescovo di Oria. La celebrazione eucaristica verrà celebrata in piazza per dar modo ai numerosi fedeli di potervi partecipare. E’ la stessa piazza dove si affacciano il Santuario di Santa Lucia e la Chiesa Madre, due monumenti posti uno di fonte all’altro nella piazza centrale di Erchie. Un aspetto singolare che rafforza simbolicamente il senso di devozione di questa comunità verso la Santa Patrona Lucia e la Santa Protettrice Irene.
Nel ricchissimo programma trovano spazio anche numerose iniziative collaterali: aperture straordinarie, convegni, concerti, mostre, cabaret, enogastronomia, laboratori, e via discorrendo. La musica, in particolare, diventerà protagonista per alcuni giorni. Sono in arrivo, infatti, in città, i Nomadi (sabato 27 aprile), Brusco (martedì 30 aprile) e Le Vibrazioni (venerdì 3 maggio), ma non mancheranno anche i tradizionali concerti bandistici e i fuochi pirotecnici.
Alle iniziative hanno offerto il proprio significativo contributo anche associazioni, Istituzioni scolastiche e numerosi cittadini che si sono sentiti coinvolti in prima persona spinti da un forte sentimento religioso per cercare di far vivere all’intera comunità giorni di devozione e di entusiasmo.
Il programma dettagliato dell’evento verrà presentato nei prossimi giorni nel corso di una conferenza stampa.

Published in Cronaca

Nell’Auditorium della Banca a Grottaglie l’incontro indirizzato agli imprenditori sui temi dell’innovazione che passa dalla rete: e-commerce, comunicazione online, consorzi.

Martedì 16 aprile ore 17.00 BCC San Marzano ospita a Grottaglie (nell’Auditorium in Via Messapia 33/A) una tavola rotonda dal titolo “Il Digitale, una risorsa per l’economia del territorio. Dall’e-commerce ai consorzi l’innovazione passa dalla rete” indirizzata agli imprenditori, in particolare del settore agroalimentare, per illustrare le opportunità offerte da Internet non solo nella vendita online, ma anche nella presenza sui social e nella creazione di strumenti collaborativi tra le aziende per accrescere le economie di scala e le chance di successo rispetto all’iniziativa del singolo. L'obiettivo è creare un momento di confronto sulle potenzialità del digitale e della rete (online e offline) per creare sviluppo e crescita nelle comunità di riferimento.

Intervengono:
1) Emanuele di Palma, Direttore Generale BCC San Marzano,
2) Sante Carlucci, General Manager Gruppo Maldarizzi,
3) Domingo Iudice, Co-fondatore Pescaria e Direttore Marketing Brainpull,
4) Daniele Rutigliano, Consulente E-commerce e Amministratore Aproweb,
5) Umberto Galeandro, Ceo Apuleat,
6) Marco Di Gioacchino, Ceo Etciuu e Mauro Lafico, Fondatore Airbusinesscard.

L'ingresso sarà libero con registrazione obbligatoria sul sito bccsanmarzano.it

Grottaglie – Auditorium BCC San Marzano - Via Messapia 33/A – ore 17.00 - Ingresso libero con possibilità di riservare il posto a sedere registrandosi sul sito www.bccsanmarzano.it – Infoline: 099/9577410 – 3481532197.

Published in Cronaca

“È importante che ancora oggi si parli di questioni come quella della discriminazione razziale. Un tema che, a dispetto del tanto tempo passato dal 1938 ad oggi, è di drammatica realtà. Per questo ritengo molto importante che la città di Taranto ospiti questa mostra che a quel periodo buio dell’umanità fa riferimento".
Con questa doverosa premessa fatta dal consigliere regionale Gianni Liviano, è stata inaugurata la mostra itinerante sulla Shoah,“La razza nemica. La propaganda antisemita nazista e fascista”, finanziata dall’UNAR, Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (organo del Dipartimento per le pari opportunità presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri), e organizzata dalla Fondazione Museo della Shoah che, per il secondo anno consecutivo, ha voluto inserire Taranto tra le sei città italiane che l'hanno ospitata avvalendosi della collaborazione dell'associazione ”Le città che vogliamo”, dell'Ufficio scolastico provinciale e del Comitato qualità della vita. Quest'anno, ad essere coinvolti nell'iniziativa sono stati anche i Comuni di San Giorgio Jonico, Faggiano, Palagiano, Crispiano, Statte e Montemesola.

Intervallata dagli intermezzi musicali dell'allieva Lucrezia Bonasia della classe di chitarra del m° Andrea Monarda dell’Istituto di alti studi musicali “G. Paisiello” (che ha ospitato i 37 pannelli espositivi), la cerimonia, alla quale sono intervenute le autorità civili e militari e un gruppo di docenti e studenti del liceo “Battaglini” di Taranto, si è snodata tra gli interventi degli storici Amedeo Osti Guerrazzi e Marco Caviglia della Fondazione Museo della Shoah, che hanno illustrato i contenuti della mostra, e gli interventi istituzionali tra i quali quello del prof. Antonio d'Itollo, dirigente USR Puglia Ufficio VII Taranto.
“L’obiettivo di questa mostra - ha aggiunto Liviano - è di raccontare e mantenere vivo il ricordo di questo periodo buio che ha pervaso l’umanità ma è anche quello di sottolineare come le diversità culturali, sociali, di razza e di confessione religiosa rappresentino comunque un arricchimento se vogliamo essere, attraverso il dialogo e l’accoglienza, convinti costruttori di pace. Ecco perché abbiamo inteso ospitare questa mostra e offrirla agli studenti tarantini in modo che, conoscendo il passato, possano diventare fondatori di comunità aperte e accoglienti".
Temi ripresi dal prof. Raffaele Spada, presente in rappresentanza dwl provveditore agli studi, prof. d'Itollo, il quale ha sottolineato che “abbiamo voluto offrire ai nostri studenti di far mente locale affinché, attraverso la conoscenza di quanto accaduto nel passato, si possano scongiurare nuovi genocidi nel rispetto delle diversità. La memoria ha un senso solo se ha il coraggio e l’audacia di guardare al futuro”. Mentre Carmine Carlucci, presidente del Comitato per la qualità della vita, ha ricordato l'impegno del Cqv nell’organizzare varie iniziative dedicate ai temi della Shoah come il progetto “Alla ricerca delle radici” per non dimenticare “la straordinaria cultura ebraica”.
Il direttore Maggi dell'istituto Paisiello ha sottolineato che “non bisogna mai dimenticare il passato e la musica, linguaggio universale, unisce i mondi, ecco perché il Paisiello ha accettato di ospitare la mostra nei suoi spazi e lo ha fatto in un momento particolare per l'istituto alle prese con una statizzazione che stenta a decollare e che costringe i docenti ad operare senza stipendio da due mesi”.
Nel raccontare la mostra, il prof. Osti Guerrazzi e il prof. Marco Caviglia, storici della Fondazione Museo della Shoah, hanno spiegato che si tratta di un “percorso che racconta come il regime fascista abbia saputo costruirsi un nemico interno. Vogliamo far capire ai nostri giovani - ha aggiunto - come parlare di Shoah e di antisemitismo è, sì, parlare di qualcosa di antico ma, al tempo stesso, è come scattare una fotografia del presente visti i nuovi genocidi cui stiamo assistendo e la costruzione di nuovi nemici interni come nel caso delle questione immigrazione”. Entrando nello specifico, lo storico della Fondazione Museo della Shoah ha rilevato come la propaganda antisemita non è stata affidata solo ai mezzi di comunicazione di massa, ma è presente nella quotidianità della vita sociale. “È rintracciabile - ha aggiunto - nei volantini come sulle cartoline, nei francobolli come sugli adesivi, sui libretti dell’assicurazione medica, dove veniva riportata la scritta: “Meidet jüdische Ärze” (Evitate medici ebrei), negli oggetti che si utilizzano tutti i giorni come i fiammiferi, e persino nei giochi dei luna park”.
Il percorso espositivo si snoda su un duplice piano narrativo: da una parte viene offerto uno sguardo sull’evoluzione dell’antisemitismo in Europa all’inizio del ‘900, in particolare sulla fase finale caratterizzata da motivazioni genetiche e biologiche e non più solo teologiche, socio-economiche e culturali e, dall’altra, viene raccontato il ruolo della propaganda nazista e fascista che ha caratterizzato la cosiddetta società di massa, grazie alla nascita e alla diffusione di “nuovi” media come la radio, il cinema e successivamente la televisione. L’esposizione si chiude mettendo in rilievo le conseguenze che la propaganda ha avuto sulla sorte degli ebrei d’Europa: dalle misure persecutorie, soprattutto con l’emanazione delle Leggi di Norimberga (1935), all’l’istituzione dei ghetti, che sancirono l’isolamento degli ebrei dal resto della popolazione, dalle deportazioni allo sterminio fisico nei campi di morte.

 

Published in Cultura
Mercoledì, 10 Aprile 2019 15:31

Melucci incontra Shajay Booshan

Nei giorni scorsi il sindaco Rinaldo Melucci e l'assessore all'Urbanistica Ubaldo Occhinegro hanno accolto a Palazzo di Città l'architetto Shajay Bhooshan, Senior Associate del celeberrimo studio Londinese Zaha Hadid Architects.

L'incontro si é incentrato su futuri ed importanti progetti di architettura che mirino alla riqualificazione del territorio ed alla rigenerazione urbana delle periferie, e che rappresentino un volano per la rinascita turistica, economica e culturale della città. Si é discusso di varie aree degradate e funzioni già al vaglio dell'amministrazione comunale Melucci da tempo.

"L'idea che stiamo perseguendo - commenta il Sindaco Melucci - é quella di ripartire dall'architettura di qualità e dal paesaggio, pianificando, recuperando e valorizzando il nostro patrimonio, ma sopratutto promuovendo la grande architettura contemporanea a Taranto, anche attraverso esempi che possano rappresentare attrattore iconici per l'intero bacino del Mediterraneo."

“È una sfida - interviene l’assessore Occhinegro - che condividiamo con il Sindaco da tempo; una sfida che punta molto in alto ed ambisce ad una nuova Taranto, che rinasce grazie alla cultura, e ricerca la bellezza e l'arte in tutte le sue forme, per contrastare con forza l'idea consolidata che viene percepita di Taranto, di città unicamente votata all'industria."

L’esperienza del celeberrimo studio londinese Zaha Hadid Architects, é stata presentata al Sindaco di Taranto da Shajay Bhooshan, che ha illustrato alcuni progetti iconici recentemente realizzati in Italia come il Museo Maxxi di Roma, il grattacielo CityLife a Milano e la stazione dell'alta velocità di Afragola, basati tutti sulla ideazione di spazi fluidi ed estremamente complessi legati indissolubilmente al nome di Zaha Hadid, archisrar londinese di origine irakena recentemente scomparsa, Premio Pritzker nel 2004 (prima donna a ottenerlo) e Premio Stirling nel 2010 e nel 2011. Zaha é stata una delle capofila e massime esponenti della corrente decostruttivista, nel 2010 il TIME la include nell'elenco delle 100 personalità più influenti al mondo. Oggi lo studio ZHA comprende circa 400 architetti ed Ingegneri ed opera in tutto il mondo alle più complesse sfide Architettoniche globali.

Shajay Bhooshan, assieme all'assessore all'Urbanistica, ha colto l’occasione per scoprire da vicino la città, visitando luoghi strategici ed aree degradate in un intenso weekend di sopralluoghi, dichiarandosi estremamente sorpreso dalla bellezza dei luoghi e pronto a dare il contributo di ZHA per la città.

Shajay Bhooshan si è unito a ZHA dieci anni fa con l’obiettivo di applicare alla progettazione architettonica le sue conoscenze nella programmazione, nella geometria e nella matematica. Bhooshan è cofondatore di CoDe, il gruppo di ricerca sul design computazionale della ZHA. Oggi la ricerca di ZHA utilizza i più avanzati strumenti e software di progettazione digitale e rappresenta la massima avanguardia Architettonica del mondo.

Published in Politica
Mercoledì, 10 Aprile 2019 15:18

Reggae sì, in chiave sinfonica

Venerdì 12 al teatro Orfeo di Taranto Mitchell Brunings. Rivelazione di “The Voice”, interpreterà il re della musica giamaicana. Dirigerà Roberto Molinelli.

Il reggae sinfonico, una grande orchestra, una voce incredibile, una direzione sapiente. Sono alcuni degli elementi che faranno dello spettacolo musicale “L’era di Bob Marley”, uno dei momenti più affascinanti della Stagione dell’ICO, l’Istituzione concertistica orchestrale della Magna Grecia.

La voce di Bob Marley? Inimitabile. Erano in molti a pensare questo, fino a quando non hanno sentito la voce, straordinaria, per bellezza e somiglianza con quella del re del reggae prematuramente scomparso. L’ugola in questione è quella di Mitchell Brunings, protagonista venerdì 12 aprile al teatro Orfeo di Taranto.

Lo spettacolo, sicuramente atteso dai numerosissimi fan dell’icona della musica giamaicana, non mancherà di incuriosire anche da quanti hanno assistito in tv e cercato uno dei tanti video virali su internet di questo atletico giovane di colore che in un amen ha sbaragliato la concorrenza non sappiamo nemmeno di quante edizioni di “The Voice”, dalla Francia all’Olanda.

A dirigere l’Orchestra della Magna Grecia e Brunings, nelle sue incredibili evoluzioni vocali, sarà Roberto Molinelli, direttore d’orchestra, compositore e violista. Fin da giovanissimo, Molinelli suona come solista con orchestre e in recital con pianoforte, vincendo nel contempo primi premi assoluti in concorsi nazionali e internazionali ed esibendosi in alcune delle più prestigiose sale da concerto italiane (Sala Verdi e Teatro alla Scala - Milano, Teatro Comunale - Bologna, Parco della Musica – Roma, e altre) ed estere. Sue registrazioni discografiche hanno ottenuto il premio di “CD del mese” tra tutte le recensioni della rivista “CD Classica”, leader del settore, e ottime recensioni su periodici italiani ed esteri, tra cui “Piano Time” (Italia), “Diapason” (Francia), “Fanfare” (U.S.A.), “The clarinet” (U.S.A.). RAI International ha recentemente dedicato alle sue opere e alle sue incisioni un’intera trasmissione.

Bob Marley, giamaicano, scomparso nel 1981 a soli trentasei anni, solo pochi anni fa è stato posizionato al diciannovesimo posto nella lista dei 100 migliori cantanti secondo Rolling Stone e, sempre secondo il più autorevole giornale di musica, all’undicesimo posto nella lista dei 100 migliori artisti. Tra le sue più celebri interpretazioni: I Shot the Sheriff, No Woman, No Cry, Is This Love, Natural Mystic, One Love, Exodus, Africa Unite, Catch a Fire, Could You Be Loved, Get Up, Stand Up, Three Little Birds, Jammin', No More Trouble, Waiting in Vain, Redemption Song e Stir it up .

Marley ha contribuito a sviluppare e diffondere in tutto il mondo uno stile di vita generalmente identificato con la musica reggae, che peraltro lo rese popolare anche fuori dai confini giamaicani. In riconoscimento dei suoi meriti, un mese dopo la morte fu insignito del prestigioso Jamaica Order of Merit.

Ingresso: 35, 25, 15 euro

 

Main sponsor: Ubi Banca e Shell.

Partner: Programma Sviluppo, Baux Cucine.

Sponsor evento: Bernardi dolcezze d’autore

Partner istituzionali: Comune di Taranto, Regione Puglia, Mibac, Fondazione Puglia.

Per informazioni e biglietti: a Taranto presso Orchestra della Magna Grecia, in via Tirrenia n.4 (099.7304422) - via Giovinazzi 28 (cell. 392.9199935).

Basile Strumenti Musicali, Taranto, via Matteotti 14 (099.4526853)

Published in Spettacolo
Mercoledì, 10 Aprile 2019 15:08

Torna a zampillare la "Rosa dei Venti"

La fontana “Rosa dei Venti” di piazza Ebalia ha ripreso a zampillare.

Grazie all’installazione di una guaina elastica ad alta resistenza, all’interno delle vecchie tubature, è stato possibile evitare operazioni drastiche sulla struttura del monumento, che avrebbero finito per dilatare i tempi di realizzazione dei lavori. Un intervento innovativo, che garantisce all’impianto migliore funzionalità e una durata maggiore.

«In questo modo – il commento dell’assessore ai Lavori Pubblici Massimiliano Motolese – abbiamo ottenuto un duplice risultato: abbiamo riconsegnato velocemente alla cittadinanza uno dei nostri simboli più importanti e ridurremo notevolmente gli episodi di malfunzionamento».

Published in Cronaca
Mercoledì, 10 Aprile 2019 14:56

Finanziamenti ed imprese. Obiettivo: Taranto

Lunedì 15 Aprile alle 17.00, l'Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia, Cosimo Borracino, l'Assessore allo Sviluppo economico di Taranto, Valentina Tilgher, ed il Presidente di Camera di Commercio Cavalier Luigi Sportelli, accoglieranno, presso la Cittadella delle imprese di Taranto gli imprenditori del Comune, per presentare le misure di finanziamento alle imprese attualmente attivate dalla Regione Puglia. ‬

‪Saranno presenti i Dirigenti ed i Funzionari incaricati in Regione di seguire le singole misure di incentivazione alle Imprese attualmente attive e illustreranno nel dettaglio le opportunità disponibili e forniranno gli eventuali chiarimenti tecnici. ‬

‪"E' fondamentale - commenta l’assessore Tilgher - che vi siano momenti di confronto e di informazione che consentano di cogliere e intercettare tutte le opportunità possibili. Grazie alla disponibilità e al fattivo supporto dell'Assessore Borracino che ha organizzato con me l'iniziativa e del Cav. Sportelli, che ha abbracciato l'iniziativa con impegno non solo delle strutture di Camera di Commercio, ma anche personale, possiamo avviare un percorso di Formazione, Informazione e Confronto che, mi auguro, si trasformi in una serie di regolari incontri finalizzati allo sviluppo e alla crescita dell'impresa tarantina”.

Published in Politica

Avrà luogo sabato 13 aprile, con inizio alle ore 19, la 20a edizione della Passio Christi di Crispiano, organizzata dall'Azione Cattolica della parrocchia San Francesco d'Assisi. Raggiunge la cifra tonda, quindi, la storica manifestazione religiosa crispianese che quest'anno si incastona nel centenario del conseguimento dell’autonomia del Comune.
La grande novità è il ritorno della parte finale della Passione (crocifissione e deposizione) nelle suggestive Grotte del Vallone, dopo il cambio di location dello scorso anno dovuto ai lavori che avevano interessato la zona. Il percorso comincerà dal viale della scuola elementare “P. Mancini”, dove andrà in scena la scena del Discorso della montagna in cui Gesù si presenta, spiegando quale regno sta instaurando. “Abbiamo voluto inserire questo momento per rendere più fruibile la successiva scena del processo”, spiega il presidente dell'Azione Cattolica parrocchiale Ennio Colucci. La Passio Christi proseguirà poi lungo le seguenti strade del centro cittadino: via 14 Novembre, piazza San Francesco, via Roma, piazza Madonna della Neve, corso Vittorio Emanuele, via della Valle, via Sferracavallo, via Palermo. Vi parteciperanno un centinaio di interpreti, da bambini di 4 anni fino a uomini e donne ottantenni.
“Dalla nuova versione della nostra Passione – spiega Colucci – emerge un Gesù che rifiuta i formalismi, che si scaglia contro il perbenismo; un Gesù che accoglie gli ultimi, i poveri, i rifugiati, gli orfani e le vedove”.
Alcune donne della comunità parrocchiale hanno organizzato nuovamente un laboratorio di cucito per continuare a realizzare altri abiti per gli attori. Inoltre, anche quest'anno, nelle settimane passate gli interpreti principali hanno partecipato a un mini corso di recitazione di base. Così come è stato riproposto il concorso fotografico per professionisti e amatori “Fotografa la Passio”: tra le foto presentate, gli organizzatori sceglieranno la migliore che sarà utilizzata per il manifesto della prossima edizione.
Alla realizzazione della Passio Christi collaborano la Confraternita dell'Immacolata, la Pro Loco di Crispiano e l’amministrazione comunale, nella persona del sindaco Luca Lopomo e del geometra responsabile del progetto di sicurezza Piero Minardi. In caso di maltempo la rappresentazione verrà rinviata a mercoledì 17 aprile.

Published in Cultura

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , d.ssa Valentina D'Amuri

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk