Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Lunedì, 15 Aprile 2019

C’è una Taranto solidale. Una Taranto che non si volta dall’altra parte e che tende una mano a chi con le proprie forze non può farcela ad affrontare, in questo momento, problematiche di carattere strutturale. È la Taranto dell’associazione Salam, ong jonica che da ormai due lustri opera per garantire condizioni di vita migliori a popolazioni meno fortunate della nostra. In questi giorni, la presidente Simona Fernandez, assieme ad un collaboratore (Ansu Colley) sono in Niger per operare fattivamente sul campo per portare avanti il progetto denominato “Latte e Miele”. Un nome originale e dolce per sottolineare quanto sia importante per la popolazione nigerina, poter contare su una alimentazione sana ed una agricoltura sostenibile che coinvolga anche soggetti socialmente fragili come le donne.

La finalità del progetto, promosso dall’agenzia italiana per la cooperazione e lo sviluppo e realizzato in stretta collaborazione con le ong Africa 70 e Acra, è quella di garantire alle popolazioni dei dipartimenti di Say e Tillabéri (zone di operazione) il consumo di latte e miele derivante da una filiera locale equa e sostenibile, promuovendo l’impiego di donne e giovani vulnerabili. Il Niger, infatti, è caratterizzato da una forte crescita demografica e da un sottosviluppo giovanile del 38,89% tra i 15 ed i 29 anni (INS 2006) e si posiziona al 189esimo posto su 189 paesi per indice di sviluppo umano, come emerge dal rapporto stilato dall’Onu nel 2017. Una situazione a dir poco drammatica, che favorisce il pericoloso aumento della malnutrizione acuta, che in Niger raggiunge soglie del 14,8% della popolazione globale.

La missione guarda, inoltre, anche ad altri obiettivi, e cioè quelli relativi alle dinamiche migratorie che interessano quella specifica regione africana, noto crocevia anche sulla rotta per l’Europa: “Il fenomeno migratorio che osserviamo in Italia – ha spiegato la presidente di Salam Simona Fernandez dal Niger – è solo una piccola parte della totalità di migrazioni di portata epica che riguardano popolazioni in movimento nel continente africano ed in quello asiatico. Ciò che più sconvolge – ha sottolineato – è vedere come queste persone affrontino consapevolmente viaggi fuori dall’immaginario collettivo al limite della resistenza umana (ed anche oltre) e quanto noi europei rimaniamo ancora capaci di erigere barriere e muri nonostante il bisogno di aiuto di questi popoli.

Il valore insignificante della vita, la leggerezza con la quale si respinge un migrante – ha evidenziato Simona Fernandez – segna indiscutibilmente la banalità del male che anche oggi Hanna Arendt vedrebbe nella nostra quotidianità. Le donne, le minori come sempre rappresentano la parte più fragile di questa società. La parte che prova a rialzare i paesi e rivendicare i diritti, in Niger, come in Sudan”.

 

Published in Sociale&Associazioni

È  stata rinviata a giovedì 25 aprile prossimo, la rappresentazione sacra “Nostra Passione. Le ultime ore di Cristo tra la gente” si sarebbe dovuta tenere nel pomeriggio di ieri Domenica delle Palme, 14 aprile.

Confermato lo svolgimento che vedrà la rappresentazione sacra iniziare alle ore 18.00 seguendo il tradizionale percorso lungo la centralissima Via Roma.
L’evento è organizzato dal Comune di Monteiasi e dalla Parrocchia “San Giovanni Battista”, in collaborazione con l’Associazione delle Città del Ss. Crocifisso, APS Aretè, Associazione Musicale Culturale "Armonia '84", Pro Loco San Giorgio Jonico.
Quest’anno la manifestazione è inserita nel progetto Radices realizzato dall'ATS del Comune di Carosino, Maruggio, Fragagnano e Monteiasi, con il contributo dell'Avviso sullo spettacolo dal vivo e le residenze artistiche (art. 45 del D.M. 1° luglio 2014) - ambito teatro.

 

Published in Cultura

Weekend da incubo per l'agricoltura nel Salento e nel Tarantino ricoperti di grandine

Taranto – È stato un weekend da incubo nelle campagne della Puglia meridionale, salendo fino al Tarantino. Nella domenica delle Palme, la grandine ha ricoperto a macchia di leopardo la zona orientale e occidentale; particolarmente colpito l'agro di Grottaglie, Martina Franca, Castellaneta e Massafra: una spessa coltre bianca, come neve, si è posata nei campi e sulle strade rurali, complicando l'accesso ai poderi e alle aziende.

«Sono a rischio soprattutto i fruttiferi, questo brusco calo delle temperature non è certamente positivo – afferma il presidente CIA Due Mari Pietro De Padova – A preoccupare è anche la tenuta dei teli posti a protezione dei vigneti, considerata l'intensità delle precipitazioni. La grandinata potrebbe aver provocato danni alle strutture».

La Puglia è ripiombata nell'inverno e il brusco calo delle temperature mette a repentaglio la fase di fioritura degli alberi da frutto.

Già da sabato, rispettando le previsioni e l'annunciata allerta gialla emanata dalla Protezione Civile, sul Salento si è abbattuta una copiosa grandinata che ha imbiancato Lecce e provincia; la perturbazione è stata accompagnata da una tromba d'aria al largo delle coste joniche.

«Fenomeni di portata eccezionale hanno colpito il nostro territorio – afferma il presidente CIA Salento Benedetto Accogli – Solo nei prossimi giorni potremo valutare eventuali danni, ma per certo sono notevoli i disagi subiti dai nostri agricoltori».

Sono state numerose le segnalazioni pervenute da tutta l'area. Inevitabile il trauma subito dalle piante, anche in considerazione del repentino abbassamento delle temperature. A farne le spese sono stati anche i germogli delle uve precoci, non protetti da teli o reti. Solo nelle prossime settimane si potranno stimare gli eventuali danni, considerato che le conseguenze delle gelate tardive non si riscontrano sui fiori e sulle gemme.

Il maltempo non ha risparmiato nemmeno il Nord della Puglia: nel Foggiano si sono abbattuti forti temporali con un'intensa attività elettrica. CIA Puglia monitorerà la situazione, in costante contatto con le aziende.

«I cambiamenti climatici dovrebbero essere in cima all'ordine del giorno dei nostri governi, a tutti i livelli, senza aspettare l'emergenza – afferma il presidente CIA Puglia Raffaele Carrabba – È arrivato il momento di ripensare l'intero sistema di gestione del rischio in agricoltura. La legge in materia di calamità, lo predichiamo da tempo, è ormai anacronistica rispetto alla straordinarietà dei fenomeni che il mondo agricolo è costretto ad affrontare».

Published in Cronaca

In occasione del Mysterium Festival arriva a Grottaglie, presso la Chiesa Madre nel cuore del centro storico, "Tableaux Vivants Caravaggio" a cura di Ludovica Rambelli Teatro.
Gli attori protagonisti dell’evento “rappresenteranno” diverse tele del famoso artista vissuto alla fine del XVI secolo, rendendo praticamente viventi le sue opere. Gli artisti riprodurranno fedelmente i quadri componendoli, in una sorta di teatralizzazione, utilizzando abiti e posizioni della tela originale.

Published in Cultura

 Interverranno: Paolo PELUSO Segretario Generale CGIL, Antonio CASTELLUCCI Segretario Generale CISL, Giancarlo TURI Segretario Generale UIL, Vincenzo CESAREO Presidente di CONFINDUSTRIA Taranto presso la sede sociale in p/le Bestat, via Dante n°5.
Perché un appello per l’Europa? Perché l'Unione europea ha garantito una pace duratura in tutto il nostro continente e ha unito i cittadini europei attorno ai valori fondamentali dei diritti umani, della democrazia, della libertà, della solidarietà e dell'uguaglianza. Perché l’UE è stata decisiva nel rendere lo stile di vita europeo quello che è oggi. Ha favorito un progresso economico e sociale senza precedenti con un processo di integrazione che favorisce la coesione tra Paesi e la crescita sostenibile. Continua a garantire, nonostante i tanti problemi di ordine sociale, benefici tangibili e significativi, nella comparazione internazionale, per i cittadini, i lavoratori e le imprese in tutta Europa. Perché gli interessi economici nazionali, oggi, possono essere perseguiti, in una dimensione continentale, solo attraverso politiche europee. Di fronte ai giganti economici, i paesi europei presi singolarmente, avranno sempre minore peso politico ed economico. Perché stiamo affrontando enormi sfide, una globalizzazione senza regole, il risorgere di nazionalismi, tensioni internazionali, ridefinizione delle relazioni UE-Regno Unito, migrazioni, disoccupazione, prospettive per il futuro dei nostri giovani, cambiamenti climatici, trasformazione digitale, crescita costante delle diseguaglianze economiche e sociali. Perché la risposta non è battere in ritirata ma rilanciare l’ispirazione originaria dei Padri e delle Madri fondatrici, l’ideale degli Stati Uniti d’Europa.
Per queste ragioni noi Parti Sociali italiane siamo più che mai convinte che il colpo d’ala europeo sia storicamente maturo, necessario, possibile. Esso rappresenta la risposta coerente ed efficace per preservare e sviluppare, nella complessità del nostro tempo, il patrimonio di civiltà costruito nei secoli dall’Europa nel quale trovano compendio gli ideali di progresso economico, giustizia sociale, democrazia, pace.
Per queste ragioni esortiamo i cittadini di tutta Europa ad andare a votare alle elezioni europee dal 23 al 26 maggio 2019 per sostenere la propria idea di futuro e difendere la democrazia, i valori europei, la crescita economica sostenibile e la giustizia sociale.
Massa Critica Ionio

Published in Politica

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk