Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Martedì, 16 Aprile 2019

“Sono parole pesanti quelle pronunciate dal noto attore tarantino, Michele Riondino che giustamente si sente tradito dal Movimento 5 Stelle che ha votato, colpevole a suo dire di ‘aver in atto una vera e propria truffa con promesse che ha disatteso’.
 
“Che stessero truffando i tarantini, i pugliesi, i meridionali che si “bevevano” tutte le promesse dei grillini, noi lo sapevamo bene. Noi c’eravamo in quella campagna elettorale, poco più di un anno fa, quando i candidati alle Politiche del M5S gridavano nei comizi che: il TAP sarebbe stato bloccato in due settimane, la Xylella era frutto di un complotto dei poteri forti e l’ex ILVA sarebbe diventava un grande parco acquatico dei divertimenti. Noi c’eravamo e abbiamo tentato di far capire che erano BUFALE gigantesche…”.

Published in Politica

I fichi ripieni con mandorle tostate aromatizzati con miele, le mandorle sgusciate e pelate insieme al Primitivo di Manduria hanno fatta breccia ai tanti palati che hanno fatta visita allo stand del Consorzio di Tutela durante il Vinitaly.

Per quattro giorni a Verona informazione, eccellenza, dibattiti si sono dati appuntamento nel Padiglione Puglia. Il Consorzio di Tutela ha accolto i buyer provenienti dal sud America e dalla Cina, ha ospitato la Fisar nazionale insieme ai suoi delegati, operatori del settore e giornalisti e ha organizzato una grande degustazione per evidenziare il terroir della doc: un viaggio tra terra e mare che ha messo in mostra il potenziale e la versatilità del rosso pugliese.

Le tante etichette del Consorzio di Tutela sono state abbinate ai prodotti dell’azienda di Sava Le primizie.

Published in Cronaca
Martedì, 16 Aprile 2019 18:43

La Bibbia secondo Paolo Cevoli

MYSTERIUM FESTIVAL 2019/Mercoledì 17 aprile teatro Orfeo Taranto

L’attore romagnolo interpreterà a modo suo i personaggi del “Libro dei Libri”. Fra i suoi maggiori successi teatrali, lo spettacolo pescherà note e accenti di personaggi amati dal grande pubblico.

La Bibbia raccontata con il sorriso. Battute a raffica, ma sempre calibrate per un pubblico che vuole riflettere una volta di più sul “Libro dei libri” e trascorrere una serata fra ironia e comicità. Niente di meglio che farlo incontrando con uno degli artisti più amati della tv: Paolo Cevoli. Molti, infatti, conoscono l’attore romagnolo per gli exploit fra “Zelig”, “Colorado” e altre trasmissioni televisive. Un po’ meno, invece, per i suoi spettacoli teatrali che porta in giro per l’Italia con enorme successo. Fra i suoi personaggi più amati, ricordiamo Palmiro Cangini, assessore alle “Attività varie ed eventuali”, Teddi Casadey, Lothar, Olimpio Pagliarani e Yuri, "supertifoso" di Valentino Rossi. 

L’artista romagnolo mercoledì 17 aprile alle 21.00 sarà in scena al teatro Orfeo di Taranto con “La Bibbia raccontata nel modo di Cevoli”, spettacolo all’interno del “Mysterium Festival 2019”, promosso dal Comitato scientifico della stessa rassegna presieduto da Donato Fusillo, responsabile Adriana Chirico, e  patrocinato dall’Arcidiocesi di Taranto in collaborazione con Comune di Taranto, Orchestra della Magna Grecia, Mibac, Regione Puglia e le Corti di Taras.

La Bibbia, dunque. Il libro dei libri, il best seller dei best seller. Da tutti conosciuto anche se non da tutti letto.  Ma sicuramente, anche quelli che non l’hanno mai sfogliato, hanno qualche nozione di Adamo ed Eva, Caino e Abele, Noè e l’arca, e via discorrendo. Paolo Cevoli rilegge quelle storie come una grande rappresentazione teatrale, dove Dio è il “capocomico” che si vuole rappresentare e far conoscere sulle tavole del palcoscenico dell’universo. Dio è il “primo attore” che convoca come interpreti i grandi personaggi della Bibbia. E forse anche ognuno di noi è protagonista e attore e può scoprire anche l’ironia e la comicità di quella Grande Storia.

Scoperto da Gino e Michele, Cevoli viene invitato dai due popolari autori a Zelig, trasmissione all’epoca in onda su Italia 1, dove porta alla ribalta il personaggio di Palmiro Cangini, assessore alle “Attività Varie ed Eventuali” del comune di Roncofritto. Per tutto il decennio è ospite fisso di Zelig e protagonista di tour estivi. Fra gli altri suoi personaggi: Teddi Casadey (“controparte” di Cangini), leader nel settore della "maialistica"; Lothar, macchietta surreale, inviato dall’agenzia “Eventi Mandrake Management 2003” come sostituto di vip; Olimpio Pagliarani, detto “Il lepro di Viserbella” e Yuri, il "supertifoso" di Valentino Rossi.

Ingresso 25/20/15

Published in Spettacolo

“L’ennesima calamità naturale si è abbattuta nei giorni scorsi sul nostro territorio ed ancora oggi continua a non dare tregua colpendo i comuni di Fragagnano, Monteparano e San Marzano di San Giuseppe. Grandinate di inusitata violenza continuano a distruggere piantagioni, colture ancora in fiore, oliveti e vigneti, mettendo in ginocchio l’intero comparto agricolo già duramente provato. Prima Pulsano, San Giorgio Jonico, Roccaforzata, Monteiasi, poi Montemesola, Massafra, Martina Franca, Crispiano e Grottaglie, colpite al cuore.

Grottaglie, che oggi piange i terribili danni subiti soprattutto per le uve da tavola tardive che, data la stagione, non erano ancora del tutto protette con le consuete coperture. Una vera sciagura per gli agricoltori, costretti a bere ogni volta la parte più amara del calice.” Così è intervenuto oggi Gianpaolo Cassese in Aula alla Camera al termine del dibattimento sul Decreto Emergenze Agricole in via di approvazione, ponendo l’attenzione sull’ennesimo evento atmosferico estremo che ha colpito una vasta area della Puglia soprattutto nella zona del Tarantino.
 “Dovremmo fare uno sforzo in più, congiuntamente, istituzioni locali e nazionali ed associazioni di categoria, per svolgere un lavoro di sensibilizzazione verso gli operatori agricoli affinché si tutelino di fronte al ripetersi sempre più frequente di eventi climatici straordinari, così come previsto dalle normative vigenti, in particolare dal decreto legislativo n. 102 che, come sappiamo, non interviene a supporto dell’agricoltore se non si supera una determinata soglia del danno o se la coltura è assicurabile.

Ciò consentirebbe di non trovarci ad affrontare queste emergenze ogni volta con interventi straordinari, come quello del DL Emergenze agricole che proprio in questi giorni stiamo discutendo in aula, in corso di approvazione, che interviene anche sui danni provocati dalle gelate in Puglia così come sulla Xylella” prosegue Cassese dai banchi di Montecitorio.
“Purtroppo la Regione Puglia avrebbe dovuto utilizzare la sottomisura 5.2 del PSR non solo per i danni provocati dalla Xylella, come invece è avvenuto, ma anche per finanziare il ripristino del potenziale produttivo perso in caso di calamità naturali. Ci sono errori che non si possono più ripetere, questo è certo, e nulla sta a confermarlo più di quanto sta purtroppo accadendo ancora in queste ore nel nostro territorio” aggiunge il deputato.
“Auspico che la Regione riveda il proprio indirizzo in tal senso, e che gli enti locali preposti – so che alcuni comuni si sono già attivati -  procedano rapidamente per verificare l'estensione e la gravità dei danni complessivamente subiti e chiedere, se sussistono i presupposti, che venga riconosciuto lo stato di calamità naturale, in modo che le imprese agricole danneggiate ricadenti nel territorio colpito e che ne hanno i requisiti possano usufruire di eventuali risarcimenti per il potenziale produttivo danneggiato” conclude Cassese.

Published in Politica

Oggi e domani Regione Puglia e Fondazione "La notte della Taranta" a Mosca.

Il nuovo collegamento diretto Bari-Mosca Vnukovo della compagnia Pobeda Airlines - vettore low cost del gruppo Aeroflot - apre a nuove, grandi opportunità per gli scambi turistici, culturali ed economici tra la Puglia e la Russia. Ad accogliere sulla pista i turisti russi in viaggio sul volo inaugurato oggi, il presidente della Regione Puglia, l’assessore regionale all’Industria turistica e culturale, il vice presidente di Aeroporti di Puglia, insieme a Pugliapromozione, con il tradizionale ponte d’acqua di benvenuto, in collaborazione con i Vigili del fuoco.

La delegazione della Regione Puglia, con il presidente della Fondazione La Notte della Taranta e con il coordinatore della Rete oncologica pugliese, subito dopo, partirà con lo stesso volo per una importante visita istituzionale in Russia organizzata in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia a Mosca, Enit e Ice.

COLLEGAMENTI DIRETTI BARI-MOSCA: 10.500 PASSEGGERI NEL 2018
Il primo volo inaugurale del 16 aprile della Pobeda Airlines registra le prenotazioni di 101 passeggeri in arrivo da Mosca e 159 da Bari in partenza. Il volo opererà su tre frequenze settimanali (martedì, giovedì e sabato) da oggi sino al 22 ottobre 2019. L’aeroporto di Mosca è quello di Vnukovo.
Lo scorso anno sono stati oltre 10.500 i passeggeri che hanno usufruito del collegamento diretto della compagnia S7 Airlines, con un indice di riempimento che si è attestato a circa il 90%.
L’inizio delle attività della Pobeda Airlines apre nuovi margini di crescita per gli arrivi in Puglia.

TURISMO RUSSO IN PUGLIA: NEL 2018 +28% ARRIVI, + 27% PRESENZE
Il mercato russo, nel settore turistico, presenta elevati margini di sviluppo sia per l’Italia che per la Puglia. I russi, big spender interessati prevalentemente all’offerta artistica/culturale e al buon cibo, stanno allargando i loro orizzonti di viaggio in Puglia: dal 2016 il mercato russo è in costante crescita con una media annuale pari al 10%. In particolare nel 2018, rispetto al 2017 la crescita è stata del +28% per gli arrivi e del + 27% per le presenze. La devozione per San Nicola, il ricco patrimonio culturale, l‘enogastronomia, il gran numero di monumenti storici e le spiagge sono le attrattive più apprezzate dai visitatori russi.

In questi anni vi è stato un impegno incessante della Regione Puglia per favorire gli scambi bilaterali: partecipazione a fiere, workshop e seminari di formazione in Russia, organizzazione di incontri BtoB e di educational tour per giornalisti e tour operator russi, visite istituzionali al massimo livello. Nel 2019 la Puglia ha partecipato a marzo al MITT a Mosca e al Good Time Vision di San Pietroburgo (ci tornerà questa estate, ma a Mosca) e a dicembre, come lo scorso anno, sarà a Buongiorno Italia.

Pugliapromozione è impegnata a sostenere l’incoming pugliese, sempre più sensibile ai mercati esteri che sono quelli che consentono la destagionalizzazione e valorizzano l’offerta turistica per 365 giorni l’anno. La Regione Puglia è interessata ad intercettare le rotte del luxury travel internazionale e di quello russo in particolare. Grazie alla ripresa del turismo russo e ai nuovi voli di linea diretti, gli operatori pugliesi sono ottimisti e si stanno organizzando al meglio per offrire tour culturali e naturali, associati al prodotto balneare, e rispondere al meglio alla richiesta sempre maggiore per le soste in città d’arte grandi e piccole.
A questo si aggiunga l’offerta culturale di eventi promossi dalla Regione Puglia da abbinare all’offerta turistica. Nella primavera/estate 2019, dal mese di aprile fino a settembre, chi verrà in Puglia avrà la possibilità di godere di un cartellone straordinario di eventi che riguardano la tradizione, lo sport, il cinema, l’arte, la musica, la fotografia, la lettura grazie al palinsesto Puglia Events 2019. Secondo questo indirizzo, domani sarà presentata in anteprima nella sede dell’Ambasciata italiana a Mosca la 22esima edizione de La Notte della Taranta, il più grande festival d’Italia e una delle più significative manifestazioni sulla cultura popolare in Europa. Alla conferenza stampa internazionale si sono già accreditati 70 giornalisti.

 

LE RELAZIONI COMMERCIALI TRA PUGLIA E RUSSIA: INTERSCAMBIO +16,6%
L’Italia è di gran lunga il Paese leader in Russia in alcuni settori merceologici, come l’arredamento e calzature di alta qualità, attrezzature per la trasformazione alimentare e macchine per imballaggio e per la ceramica. Dopo il calo del 2014, 2015 e 2016, per le sanzioni internazionali e la svalutazione della moneta nazionale, i rapporti commerciali tra Italia e Russia sono tornati a crescere dal 2017. Secondo i dati delle Dogane Russe a dicembre 2018 si registra una notevole crescita (8,3%) dell’interscambio, pari a 22,9 miliardi di euro, che vede l’Italia attestarsi in quinta posizione come Paese fornitore ed in ottava posizione come Paese cliente. (Fonte Agenzia Ice)

In questo contesto il rapporto tra Puglia e Russia, caratterizzato da un profondo legame culturale e religioso legato al culto di San Nicola, è cresciuto negli anni, anche grazie alle numerose iniziative regionali sia di natura economica che culturale e turistica.
Nel 2018 l’interscambio Puglia-Russia (esportazioni + importazioni) ha raggiunto il valore di oltre 284,3 milioni di euro mettendo a segno una crescita del 16,6% rispetto al 2017. (Fonte Agenzia Ice)

La Regione ha messo in campo moltissime azioni: partecipazioni a fiere, missioni incoming, workshop e seminari. Tra le principali ricordiamo la Partecipazione al doppio appuntamento fieristico dei Saloni WorldWide Moscow e MadeEexpo WorldWide; Missione incoming di operatori russi nel settore Ict per favorire opportunità di collaborazione con le imprese pugliesi; il Protocollo di intesa tra Regione Puglia e Città di Mosca il 24 settembre 2018 al fine di esplorare concrete possibilità di partnership economica, scientifica ed imprenditoriale.

Nel processo di sviluppo di relazioni economiche un ruolo centrale è rappresentato proprio dai collegamenti aerei diretti: in questo contesto Aeroporti di Puglia, in raccordo con l’Amministrazione regionale, ha svolto un’attività fondamentale.

Investimenti russi in Puglia
Lanit Group, leader in Russia nell’Ict, si occupa di sviluppo software per clienti internazionali: nel 2015 ha scelto di aprire la propria sede italiana, Lanit-Tercom Italia Srl, nell’incubatore di Puglia Sviluppo, a Modugno, sia per la posizione congeniale che per il capitale umano formato dalle università pugliesi. Incubata all’interno di Puglia Sviluppo oggi ha una sede a Bari e ha portato in Russia la sua felice esperienza pugliese, favorendo l’avvio della missione incoming per mostrare al mercato russo dell’Ict tutte le opportunità offerte dalla Puglia.

 

IL PROGRAMMA DELLA VISITA ISTITUZIONALE

MARTEDI 16 APRILE
12.20 partenza con volo inaugurale Bari-Mosca.
Arrivo a Mosca e primi incontri istituzionali propedeutici alla giornata di mercoledi.

MERCOLEDI 17 APRILE
10.00 c/o Duma, incontro con la Commissione Sanità della Città di Mosca, istituzioni sanitarie e centri di ricerca
11.30 c/o Moscow international medical cluster, incontro con istituzioni sanitarie
13.00 Centro di ricerca medica
15.00 c/o Duma incontro su scambi culturali
18.00 c/o Ambasciata italiana a Mosca – conferenza stampa “La Notte della Taranta – Concertone 2019”

GIOVEDI 18 APRILE
7.50 partenza Mosca/Bari con volo Pobeda Airlines
10.40 arrivo a Bari

Published in Cronaca

"Dedichiamo questa vittoria alla città di Taranto, affinché la stessa ritrovi un equilibrio tra ambiente, salute e lavoro. La dedichiamo anche a quei lavoratori che sono in cassa integrazione. È una vittoria del sindacato, dei singoli lavoratori, della Uilm di Taranto, del segretario e dei suoi delegati. Una vittoria senza sponsorizzazioni. La percentuale ottenuta è legata alle nostre forze e alla nostra esperienza. Una riconferma, ma al contempo un risultato che premia la linea di un'organizzazione che, nei tantissimi anni di impegno sindacale, ha continuato a mantenere la barra dritta e si è assunta le responsabilità". 

Rocco Palombella, segretario generale nazionale Uilm ha commentato, in una conferenza svoltasi a Taranto, il risultato del rinnovo delle Rsu - Rls ArcelorMittal. La Uilm di Taranto si conferma primo sindacato metalmeccanico all'interno dello stabilimento siderurgico (ex Ilva), con una percentuale media del 38 per cento dei consensi.
"Si tratta, comunque - ha continuato Palombella -, di una vittoria dal sapore diverso, perché è avvenuta in un clima particolare, dopo tanti anni di amministrazione straordinaria dell'ex Ilva, con un nuovo gruppo industriale, ArcelorMittal, un riequilibrio tra le unità lavorative, con circa 3000 lavoratori in cassa integrazione, con tante incognite da un punto di vista ambientale, ma anche della prospettiva occupazionale. Qualcuno del passato riteneva che si doveva siglare un accordo diverso, con 1500 licenziamenti, prima, e altri 2000, dopo; avevamo perciò una grande preoccupazione, ma ancora una volta i lavoratori ci hanno premiato". Intanto, "chi parla di 'accorciamento di distanze' tra noi e un'altra organizzazione, non ha letto bene i dati. Quell'organizzazione ha confermato il dato di tre anni fa. Noi, invece, abbiamo continuato a mantenere il nostro primato, che ci carica di grandi responsabilità, perché la prospettiva futura è molto complicata".
L'azione del sindacato prosegue ripartendo da questo dato, mantenendo fermo il confronto con l'azienda siderurgica per il piano ambientale, per il piano industriale, per il rispetto dell'accordo firmato nel settembre scorso, senza dimenticare un messaggio al mondo politico-istituzionale, facendo appello "al Comune e alla Regione, affinché non si alimentino le conflittualità. Taranto - ha dichiarato Palombella - deve essere rispettata. Non deve essere solo terra di campagna elettorale e di conquista". Intanto, "il tema della decarbonizzazione, ad esempio, è utilizzato in maniera strumentale. Siamo per l'innovazione, si possono sempre individuare processi innovativi; ma, nel momento in cui c'è un bando europeo che permette a questo gruppo industriale di avere in fitto un grande stabilimento come quello di Taranto e tutta l'ex Ilva in Italia, con un piano industriale approvato da un piano ambientale, nel momento in cui ci sono questi elementi, c'è qualcuno in grado di cambiare, con la possibilità di decarbonizzare? Mi rifiuto di credere che, chi propone questi temi, non sappia quello che dice. Si crea solo confusione".
"Abbiamo sfiorato il 93 per cento dei votanti - ha dichiarato, intanto, il segretario provinciale Uilm Antonio Talò -. Questo dato dimostra la rappresentanza, nonostante ci sia stato il cambio di proprietà dell'azienda e il 25 per cento dei nostri iscritti sia stato posto in cassa integrazione. Ringraziamo quanti ci hanno sostenuto ed aiutato, la porta della Uilm è sempre aperta". Si rivolge, poi, all'azienda e agli altri sindacati metalmeccanici: "Le nostre priorità erano e sono il piano industriale ed ambientale; non era il rinnovo delle rsu, come, invece, sollecitato da un altro sindacato; i dati, alla fine, hanno dimostrato che qualcuno aveva fatto male i conti. Oggi diciamo, quindi, ad ArcelorMittal di accelerare sul piano ambientale e sul piano industriale, per permettere a quei dipendenti di rientrare al lavoro. Faremo i vigilantes, affinché si faccia quanto è stato annunciato in merito agli interventi. Siamo un sindacato coerente, corretto e competente". Talò ha rivolto anche un messaggio alla politica e alle istituzioni: "Chiediamo ad ognuno di fare la propria parte; la politica, fino ad oggi, ha strumentalizzato ed usato la questione siderurgico. L'ex Ilva è diventata strumento di visibilità. Parleremo con le istituzioni quando vedremo, in campo, la politica del fare. In merito ai dati dell'inquinamento, invito il Procuratore capo a continuare nel percorso di analisi dei dati e di ascolto delle voci istituzionali e tecniche. Dico anche che, se quei dati continueranno a dimostrare che provocano danni alle persone, ai nostri lavoratori e ai cittadini, allora anche per noi, come più volte ribadito, si può cambiare". Intanto, "siamo pronti a lavorare per un futuro migliore, partendo dal rapporto schietto e continuo con i cittadini. La Uilm andrà avanti".

Published in Cronaca sindacale
Martedì, 16 Aprile 2019 17:41

Il Drone nella rivoluzione industriale 4.0

Successo per il primo seminario sul tema tenutosi sabato a Taranto
La forte pioggia non ha scoraggiato i tantissimi partecipanti al primo seminario sul tema dell’impiego dei droni nell’ambito della rivoluzione industriale 4.0, tenutosi a Taranto sabato 13 aprile u.s. Organizzato dalla Scuola di Alta Formazione e Studi Specializzati, con la Salento Droni, la Umberval e lo Studio Ruggieri Comunicazione e Consulenze, l’evento è stato accreditato dalla Scuola Forense-Ordine Avvocati e dall’Ordine degli Architetti di Taranto. L’utilizzo del drone si è ormai diffuso ampiamente ma in molti casi c’è ancora poca informazione circa le stringenti norme che ne regolano l’impiego, così come non sono ancora del tutto note le tantissime applicazioni in ambito professionale ed industriale. A parlare dei diversi regolamenti, delle norme e delle relative sanzioni, l’Ing. Francesco Marra, esperto di normativa aerospaziale e docente della Salento Droni. Di come si acquisisca il brevetto di pilota ha invece trattato l’ing. Cristian Caracuta presidente della Salento Droni, società leader in Puglia per la formazione. Interessante anche la testimonianza di Umberto Amandonico pilota tarantino che utilizza i droni per servizi di antincendio e portierato. L’incontro si è concluso con la relazione del Brand Ambassador PIX4D, Emanuele Traversari, presentato da Roberto Romano, fondatore e presidente della Photogrammetric Training School, che ha trattato l’argomento della Photogrammetry e Drones Data Processing. Consegnati nella occasione alcuni certificati a piloti che hanno partecipato ai corsi PIX4D. A breve la Scuola di Alta Formazione organizzerà il primo corso per piloti di droni nella sua sede di via Anfiteatro. Ospite speciale il “pittore dei carcerati”, ambasciatore di pace nel mondo Antonio Caracuta. A fare gli onori di casa il direttore della scuola, l’avv. Domenica Leone. Lavori coordinati da Francesco Ruggieri, giornalista e docente della Scuola.

Published in Cronaca

Una proposta di legge sulle Settimane sante pugliesi del consigliere Liviano

Si è appena spento l'eco delle gare per l'assegnazione dei simboli delle processioni del Giovedì e Venerdì santi che la Settimana Santa tarantina, entrata ormai nel vivo, si arricchisce di un'ulteriore novità il cui scopo è quello di farla conoscere ancora di più sia all'interno che all'esterno dei confini regionali.
Si tratta di sei articoli di legge per far sì che La Regione Puglia, sulla base della programmazione pluriennale, conceda annualmente contributi per diffondere i riti delle Settimane sante e che fanno parte della proposta di legge sulla Settimana santa presentata le scorse settimane dal consigliere regionale Gianni Liviano, primo firmatario, e condivisa in maniera trasversale dai colleghi Fabiano Amati, Sergio Blasi, Napoleone Cera, Domenico Damascelli, Francesca Franzoso, Giandiego Gatta, Nino Marmo, Ruggiero Mennea, Donato Pentassuglia, Sabino Zinni, Francesco Ventola.
“Si tratta di un'iniziativa, che presto sarà discussa nelle commissioni consiliari competenti, - spiega Liviano - che mira a fare delle Settimane sante pugliesi patrimonio immateriale della Regione. Un modo per far conoscere meglio le tradizioni pasquali del nostro territorio e mettere le associazioni e le Confraternite nella condizioni di promuovere i rispettivi Riti, la realizzazione degli eventi e di percorsi di formazione e approfondimento delle origini della ritualità nonchè la realizzazione di cd e dvd e app e altro materiale multimediale contenenti notizie utili a quanti intendono assistere allo svolgimento degli eventi stessi. In tutti i paesi della Puglia, infatti, le processioni di statue, i cortei di donne velate e di uomini incappucciati, di ali di folla silenziose e commosse, di musiche funebri e solenni suonate dalle bande musicali animano le strade, richiamano folle numerose e turisti provenienti da molti luoghi”.
Nella proposta di legge è stata prevista una dotazione finanziaria per il corrente esercizio finanziario di 200mila euro mentre per gli esercizi successivi, aggiunge Liviano, “si provvederà nell’ambito degli stanziamenti previsti dalle leggi di bilancio annuali e pluriennali”.
Tra i capisaldi che fanno da colonna portante alla richiesta contenuta nella proposta di legge ci sono - spiega ancora Liviano -la storia e i documenti delle confraternite; le statue in cartapesta e in legno, espressioni artistiche di alto livello; le musiche della Passione o marce funebri che rappresentano l’ideale colonna sonora di accompagnamento ai nostri riti; i detti proverbiali popolari sulla passione; i canti e le preghiere popolari sulla passione; le foto di ieri e di oggi che documentano tale ritualità plurisecolare; i dolci e la gastronomia tipica di ieri che segnava la quaresima prima e la Pasqua dopo con l’esplosione dei profumi e dei sapori della nostra terra. Insomma un patrimonio immenso da conoscere, da divulgare, da valorizzare, da conservare nel tempo e da trasmettere soprattutto ai giovani: autentico patrimonio immateriale per la nostra comunità regionale”.
Perché questa proposta di legge? Perché, spiega Liviano, “il territorio pugliese è ricco di queste iniziative.
Basti pensare alle rappresentazioni che anticipano l'inizio della Settimana santa come ad Altamura e Conversano o Ginosa con la passione vivente nella gravina o, ancora le “Processioni” della Sacra Spina (Andria), dell’Addolorata (Taranto, Bisceglie, Bitonto), della Desolata (Canosa, Gallipoli), dei Misteri (Taranto, Molfetta, Ruvo, Valenzano, ma ovunque, è la più diffusa), del Santo Legno (Conversano), di Cristo Morto (Montesantangelo, Botrugno); degli Otto Santi (Ruvo di Puglia), della Pietà (Molfetta). Senza tralasciare i pellegrinaggi penitenziali al “Sepolcro di Cristo” nelle chiese, da parte dei Cruciferi (Noicattaro), dei Pappamusci (Francavilla Fontana), dei Perdoni (Taranto, Pulsano) e dei “Bbubbli bbubbli” di Grottaglie per concludere con la processione della Resurrezione, però meno frequente (Francavilla Fontana, Ruvo, Martina Franca), giusto per citarne alcune.
Poi c'è Taranto con le sue processioni che presentano peculiarità uniche, come la caratteristica nazzicata dei perdoni, che la differenziano da tutte le altre proposte analoghe e la rendono, com’è riconosciuto, la capofila della pietà popolare nel meridione d’Italia”.
Nella proposta di legge è previsto che la Regione istituisca un elenco regionale dei soggetti che organizzano processioni e riti della settimana santa. Potranno aderire all'elenco, in settori differenti, tutti coloro che (diocesi, parrocchie, confraternite o associazioni costituiti a norma di legge e senza scopo di lucro) organizzano processioni e riti della settimana santa. Con apposito regolamento, la Regione individuerà i criteri e le modalità per la concessione di contributi e finanziamenti avvantaggiando, tra quelli iscritti all'elenco, i riti e le processioni che per storia, per tradizione, hanno origine più remota e continuità nello svolgimento”.

Published in Politica

Corsi di disostruzione pediatrica negli asilo nido e nelle scuole dell’infanzia
Attuazione e concretezza del protocollo d’intesa siglato dall’Amministrazione comunale di Grottaglie e dall’associazione Medici per San Ciro. Alla base dell’accordo sottoscritto nel 2018 la gestione e la manutenzione dei defibrillatori nonché le campagne di sensibilizzazione, informazione e formazione sulle manovre “salvavita” in caso di primo intervento su un adulto in arresto respiratorio o cardiaco tramite l’utilizzo dei defibrillatori semiautomatici esterni, DAE, nonché in caso di ostruzione delle vie aeree da corpo estraneo nell’adulto e nel bambino.
“In applicazione del protocollo spiega l’assessora alle politiche sociali Marianna Annicchiarico, si sono appena conclusi i corsi di disostruzione pediatrica programmati per l’asilo nido comunale Asilo dei Bimbi, presso il Campus Savarra di Grottaglie. I corsi erano rivolti a educatori e alle famiglie e sono stati tenuti da istruttori qualificati dell’associazione Medici per San Ciro.

Prossimamente, analoghi percorsi di informazione saranno proposti in tutti gli asili nido del territorio, per poi rivolgersi alle scuole dell’infanzia e scuole primarie, indirizzando l’attenzione sia sul personale educativo che sulle famiglie. L’iniziativa rientra pienamente nelle politiche della tutela della salute dei cittadini che sosteniamo sin dall’inizio dell’Amministrazione D’Alò ed il protocollo d’intesa è una evidenza significativa. Analogamente, l’esistenza di una rete di presidi e attrezzature DAE posti nei punti nevralgici della città, nelle scuole, nelle strutture sportive ed a supporto delle forze dell’ordine, fa di Grottaglie una città cardioprotetta e all’avanguardia dal punto di vista della sanità e della protezione sociale di tutti i cittadini”
“Circa 44 defibrillatori automatici dislocati in tutta la città- spiega il presidente dell’associazione Medici per San Ciro - di cui 33 donati dalla nostra associazione conferiscono un valore importante ai livelli di sicurezza sul territorio comunale e di tempestività dei soccorsi in caso di bisogno. La nostra associazione ha già formato oltre 2500 first responders all’utilizzo dei DAE e punta alla sensibilizzazione sulla cultura dell’emergenza e della prevenzione, del soccorso di consapevolezza responsabile. I percorsi di formazione e di sensibilizzazione non possono e non devono prescindere dalla efficienza e corretta manutenzione di questi importanti strumenti salvavita.

Per queste ragioni, in conformità al protocollo d’intesa, l’Amministrazione comunale si fa carico unicamente delle spese di sostituzione delle batterie che avviene con la frequenza periodica di tre anni per ciascun DAE al fine di assicurarne la funzionalità e l’efficienza. L’associazione tiene la mappatura ed il monitoraggio e lo stato d’uso dei DAE , anticipa le spese delle sostituzioni delle batterie e le rendiconta, documentandole, all’Amministrazione che liquida l’importo. Da parte sua, l’associazione si è impegnata a coordinare la programmazione ed il monitoraggio del progetto di cardioprotezione e di disostruzione delle vie aeree e ad organizzare a titolo gratuito attività di informazione, formazione e di sensibilizzazione concordate con l’Amministrazione presso scuole e centri sportivi o luoghi di comunità”.
"Con l’attuazione del protocollo d’intesa con l’associazione Medici per San Ciro- conclude l’assessora comunale- condividiamo un percorso che ha scopi sociali ed innalza il valore di comunità della nostra città, in forza del principio di volontariato che è alla base della sua mission. Con l’Associazione, insomma, è attivo un processo di partecipazione e collaborazione che è una best pratices di sostenibilità sociale in beneficio del sistema di tutela della salute dei cittadini”

Published in Sanità

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk