Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Domenica, 28 Aprile 2019

In qualità di cittadino deluso dalle continue promesse da parte di questo governo, riguardo la situazione ambientale in cui versa Taranto, la mia solidarietà al professor Alessandro Marescotti, che prima da semplice cittadino e poi da presidente di PEACELINK,ha illustrato al Ministro Di Maio, a Taranto nei giorni scorsi, la critica situazione sanitaria legata all’inquinamento del siderurgico.

Così il coordinatore provinciale del Nuovo Psi il dott. Mario Dinoi, in merito agli insulti da parte dei grillini, al professor Marescotti per aver smentito le dichiarazioni del Ministro Di Maio,il quale ha dimostrato imbarazzo e incapacità di reagire.
Marescotti ha riferito al Ministro, i dati delle centraline Arpa e Ispra,affermando che la diossina a Taranto non è diminuita ma è aumentata.
Mi chiedo cos’è cambiato in questa città da quando questo governo si è insediato –continua Dinoi-
La mia solidarietà al professor Marescotti, ai cittadini che protestano, ai cittadini colpiti da un dramma che nessuno potrà colmare.
In qualità di medico,-conclude Mario Dinoi-chiedo a questo governo rispetto per una città che piange troppe vite,registrando giorno dopo giorno tragedie dinanzi alle quali questo governo,il GOVERNO DEL CAMBIAMENTO,non assume nessuna decisione significativa, in quanto le emissioni nocive a Taranto non sono state ridotte del 20%,come sostiene il ministro Di Maio, ma aumentate.
Una politica ambientale serie non prevede necessariamente la chiusura del siderurgico.

Published in Politica

Accompagnate da due mezzi della Protezione civile e scortate da due auto dei carabinieri sono arrivate ieri sera ad Erchie le spoglie di Santa Lucia e di Sant’Irene, traslate rispettivamente da Venezia e da Catignano (Pesara). Un evento eccezionale per la comunità di Erchie che si è stretta attorno alle sue Sante in segno di devozione e ammirazione. 

A benedire i due corpi, custoditi in altrettante teche di cristallo, è stato il vescovo di Oria, monsignor Vincenzo Pisanello: “La storia delle due Sante ci lascia un messaggio di adesione piena al Vangelo perché il martirio fondamentalmente è un’adesione totale della propria vita con effusione del proprio sangue per seguire Gesù. Ebbene, Santa Lucia e Sant’Irene ci hanno lasciato il dono della vita. E il Vangelo diventa così la luce per eliminare tante difficoltà”. A dare il benvenuto alle spoglie delle due Sante c’erano numerose autorità civili e religiose, a cominciare dal sindaco di Erchie Giuseppe Margheriti, dal prefetto di Brindisi Umberto Guidato, dal questore di Brindisi, Ferdinando Rossi, da una trentina di sindaci provenienti da tutta la regione oltre a diversi rappresentanti giunti da diverse zone d’Italia: don Giammatteo Caputo, direttore dell’Ufficio Beni Culturali e Turismo della Curia Patriarcale e il Courier don Giuseppe Costantini, in rappresentanza del Patriarcato di Venezia, il sindaco di Siracusa, Francesco Italia, il primo cittadino di Carlentini (Siracusa), Giuseppe Stefio, una delegazione di rappresentanti istituzionali in arrivo da Catignano (Pescara) e una deputazione della Cappella di Santa Lucia di Siracusa presieduta dall’avvocato Pucci Piccione.
Ad accogliere le spoglie anche i bambini della scuola dell’infanzia “L’Albero Azzurro”.
La cerimonia - introdotta e commentata da Giovanni Colonna - è stata allietata dai cori giovanili, animazione diocesana e Chiesa Matrice e dalla voce del tenore Mimino D'Amato, prima del gran finale con i fuochi d'artificio. Subito dopo ha preso il via la fiaccolata accompagnata dalle associazioni bandistiche ”Nicolì” e “Puccini” e salutata con grande emozione dalla comunità di Erchie: in molti hanno atteso il passaggio del corteo direttamente davanti alle proprie abitazioni, addobbate per l’occasione. Durante il tragitto il corteo si è fermato in via Calvario dove ad attenderlo c’erano gli alunni della scuola dell’infanzia Giovanni Paolo II. La processione si è conclusa in piazza Umberto I, dove il vescovo Vincenzo Pisanello ha presieduto la Santa Messa dell'Accoglienza davanti a migliaia di fedeli e di devoti. E’ la stessa piazza dove si affacciano il Santuario di Santa Lucia e la Chiesa Madre, due monumenti posti uno di fonte all’altro nella piazza centrale di Erchie. Un aspetto singolare che rafforza simbolicamente il senso di devozione di questa comunità verso la Santa Patrona Irene e la Santa Protettrice Lucia. Subito dopo la funzione religiosa i fedeli hanno venerato le due Sante nelle rispettive chiese.
L’evento – denominato Erchie in Giubilo” e organizzato dal Comune di Erchie e dall’Unità pastorale di Erchie (Diocesi di Oria) - prevede una serie di iniziative collaterali che si protrarranno fino al prossimo 4 maggio. Durante l’intera giornata odierna sono previste attività di intrattenimento con artisti di strada e spettacoli itineranti curate dai commercianti e dagli esercenti del centro storico. Alle 21, invece, in piazza Umberto I, è in programma il concerto della Giovane Orchestra Jonica.

Published in Cronaca

Organizzata da Circo Laboratorio Nomade, si terrà il 25 e 26 maggio a Crispiano. Un weekend di spettacoli, laboratori, degustazioni, musica e artigianato. Il tema del cibo sarà il filo conduttore

 Due giornate di circo, spettacoli, laboratori, degustazioni, musica, libri e artigianato. È quanto sta organizzando l'associazione Circo Laboratorio Nomade a Crispiano per i prossimi 25 e 26 maggio. La manifestazione si intitola “Gusto Circo – Storie di pane e briganti” ed è il frutto di un progetto vincitore del bando di Puglia Promozione “InPuglia365”. In sostanza, si tratta di una rassegna di teatro circo nel territorio in cui è nata e svolge le attività la scuola circense che, proprio in queste settimane, ha compiuto dieci anni di vita. L'evento, inedito per il territorio tarantino, avrà luogo nel neonato Parco del Vallone e nell'adiacente villa comunale “G. Falcone”. Coorganizzatore dell'iniziativa è il Comune di Crispiano, mentre sono partner di progetto Girà Viaggi, la Pro Loco di Crispiano e il Gal Magna Grecia.

Gli organizzatori stanno mettendo a punto un programma ricco di spettacoli, ma anche di esperienze culinarie e culturali, laboratori, musica e arti varie. Saranno due giornate da trascorrere all'insegna del gusto e del divertimento nel pieno centro di Crispiano. Il cuore di “Gusto Circo” saranno gli spettacoli di arti circensi che le compagnie internazionali porteranno in scena in entrambi i giorni, a partire dalle 16.30. Il 25 maggio il pubblico potrà assistere alla prima assoluta di una produzione del Circo Laboratorio Nomade che dà il sottotitolo alla prima edizione della rassegna: “Pane e briganti”. La regia dello spettacolo è di Delia De Marco e vede in scena i più grandi della scuola (14-20 anni). Il lavoro riporterà i presenti ai primi anni del secolo scorso quando fare il pane era un vero e proprio rito sacro, carico di tradizione: un momento di unione e condivisione per la comunità. Gli attori racconteranno quanto fosse fondamentale, soprattutto per i briganti, avere un tozzo di pane nelle tasche da dividere con i propri compagni e, raccontando, prepareranno delle pagnotte da condividere con il pubblico. Allo spettacolo partecipa anche Vito Spada, cantastorie della Bandarisciò, che racconterà in musica delle storie riguardanti questo territorio. Sempre sabato 25 sarà la volta degli spettacoli “Le Petit Tap” di Anna Saragaglia (un lavoro comico sulla figura del clown) e “Les Puches” di Anna Carlotta (giocoleria). Nel pomeriggio, inoltre, verrà presentato il libro di Marco Cardetta “Sergente Romano” e, in contemporanea, i bambini potranno prender parte a dei laboratori di circo. La prima giornata si chiuderà con il concerto della Bandarisciò. Domenica 26, invece, vedrà susseguirsi sul palco alcune compagnie internazionali di circo contemporaneo che presenteranno degli spettacoli con filo conduttore il tema del cibo: “Fuori Menù” (Compagnia Bellavita) è uno spettacolo di giocoleria comica dalla tipica atmosfera di una trattoria italiana reso attraverso un menu visuale; “Cucina e adrenalina” (Acrocuochi) condurrà in un mondo dove gli artisti saltano, volano, si rotolano, lanciano in aria ogni sorta di cibo, fanno roteare coltelli e taglieri attorno al tavolo e alle pentole da cucina, seguendo i ritmi delicati o incalzanti delle loro ricette; “Dolce e salato” (Circo Carpa Diem) farà conoscere una stralunata coppia di panettieri che, tra acrobazie a terra e in volo sul palo cinese, precari equilibri sul monociclo e improbabili giocolerie, realizzerà un pane succulento con ingredienti selezionati. Il programma della giornata culminerà in serata con un live musicale che, di fatto, chiuderà la manifestazione.
Per tutto il fine settimana diversi stand di artigianato riempiranno il ponte “Falcone” e la villa comunale, mentre una variegata proposta enogastronomica troverà spazio nel Parco del Vallone.
Molto interessante è anche il prologo di “Gusto Circo”: il 18 e 19 maggio, infatti, aprirà la manifestazione una serie di visite guidate e degustazioni gratutite in alcune delle più belle masserie di Crispiano: Vallenza, del Duca, Amastuola, Pilano, Mita. Le escursioni, curate da Girà Viaggi, sono già sold out.
Nonostante la gran mole di lavoro, è tanta la soddisfazione nella sede di Circo Laboratorio Nomade, in via Sferracavallo: “È la prima volta di una rassegna di arti circensi nel nostro territorio – afferma la presidente Monia Pavone – Questo lo riteniamo il numero zero, speriamo di continuare l'anno prossimo, ma chiediamo già da ora il sostegno delle attività produttive locali. Intanto ci teniamo a ringraziare l'amministrazione comunale che si sta occupando delle questioni logistiche per permetterci di realizzare al meglio la due giorni in pieno centro cittadino. Così come ringraziamo gli altri partner del progetto”.

Circo Laboratorio Nomade è una scuola di circo nata nel 2009 (la prima in Puglia). Vide la luce grazie al bando “Bollenti Spiriti” della Regione Puglia e, dopo dieci anni, è tra i pochi progetti sorti con quel finanziamento ancora attivi. Svolge i propri corsi a Crispiano e attualmente conta la presenza di 139 allievi, dai 2 ai 20 anni. Le discipline praticate sono l'equilibrismo, l'acrobatica aerea, l'acrobatica al suolo, la giocoleria e il teatro. Questi gli istruttori: Monia Pavone, Marco Massafra, Ignazio Gasparo, Loredana Gaudio, Massimo Bianco e Delia De Marco. Tra gli assistenti vi sono Antonella Germinali, Sara Montanaro e Daniele Ippolito (gli ultimi due prossimamente faranno i provini per la scuola professionale). Oltre ai corsi ordinari in palestra, l'associazione svolge attività con i disabili e nelle scuole. La scuola è segnalata da pediatri e neurologi. “Qui non c'è competizione rispetto allo sport – spiega Pavone – Non tutti devono necessariamente essere allo stesso livello. C'è collaborazione e sostegno tra gli allievi e ognuno fa ciò che riesce a fare. D'altra parte, Circo Laboratorio Nomade è aperto a tutti: dai 2 ai 99 anni”.

 

Published in Spettacolo

Con la manifestazione “La cura della biodiversità” debutta a Grottaglie il progetto “Greentosa” dell’APS Asset Network, che intende recuperare la biodiversità nelle microaree di Grottaglie e Fragagnano, nonché in alcuni dei comuni del Gal Magna Grecia.

La manifestazione “La cura della biodiversità” si terrà, a partire dalle ore 9.30, nella mattinata di martedì 30 aprile, nella Social Agorà dello Jazzu, in via Sturzo angolo via Benedetto XV a Grottaglie, un’area verde recuperata dall’abbandono e restituita alla comunità dai diversamente abili ospiti del Centro diurno EPASSS; la manifestazione, inizialmente programmata per il 15 aprile scorso, era stata poi rinviata per il mal tempo.

Protagonisti de “La cura della biodiversità” saranno oltre 150 alunni della scuola primaria dell’Istituto comprensivo “Don Bosco” di Grottaglie: per loro saranno realizzati quattro laboratori tematici sulla biodiversità.
In un laboratorio l’apicultrice Gemma Bruno, titolare dell’omonima azienda apistica, illustrerà ai bambini la società delle api, anche mediante due arnie, di cui una didattica trasparente; in un altro laboratorio la naturalista Giuseppina Ettore terrà una lezione della biodiversità delle piante e degli insetti.
Un terzo laboratorio sensoriale sarà tenuto da Emilia Blasi, esperta di agricoltura naturale dell’Associazione “Beni Comuni”, mentre il quarto laboratorio “Giocando con la biodiversità” sarà curato dall’Associazione “Grott'art”, attiva nello Jazzu con i bambini e impegnata nella divulgazione del territorio con le sue socie guide ambientaliste.
L’accoglienza ai bambini sarà garantita dai diversamente abili del Centro diurno EPASSS che, insieme ai piccoli ospiti, poi seguiranno i laboratori aumentando così le loro competenze nella biodiversità.
Interverranno Lucia Cavallo, consigliera del Gal Magna Grecia, Maria Antonietta Brigida, vicepresidente del CSV Taranto, e Cira Lacorte de “La Rinascita del Centro Storico di Grottaglie”, un gruppo di cittadini impegnato da quattro anni nel recupero del decoro urbano e della vivibilità, che nell’occasione presenterà una attività del progetto “Greentosa” programmata in questo ambito.

La commercialista Maria Teresa Marangi, progettista di APS Asset Netwok, presentando l’iniziativa ha spiegato che «il progetto “Greentosa” intende sensibilizzare e informare la comunità permettendole, dopo aver acquisito la consapevolezza delle potenzialità della cittadinanza attiva, di seguire un percorso virtuoso per la conoscenza e la valorizzazione della biodiversità del suo habitat naturale, purtroppo compromesso dalla presenza antropica».
«La partecipazione attiva dei cittadini – ha poi detto Maria Teresa Marangi – sarà conseguenza naturale degli esempi concreti che le associazioni del partenariato, con la collaborazione di altri enti e imprese, proporranno con le attività progettuali».
La consulente finanziaria Carmen Valente, progettista di APS Asset Network, ha poi sottolineato come «sono previste attività di educazione alla biodiversità per gli alunni della materna e della primaria, anche attraverso laboratori ludico-creativi, sia presso gli istituti scolastici, sia presso le aree verdi messe a disposizione dalla Coop. Diogene e dall’Associazione Vivi La Natura nei Comuni che aderiscono al Gal Magna Grecia, partner del progetto, e nel Comune di Fragagnano».
«A tal fine è prevista – ha concluso Carmen Valente – anche l’organizzazione, presso aree verdi, delle giornate tematiche “La cura della biodiversità” per sensibilizzare la cittadinanza con esempi pratici di produzioni e coltivazioni sostenibili; sono in programma, infine, anche lezioni di apicoltura a favore di soggetti svantaggiati».
Partner del progetto “Greentosa” dell’APS Asset Network, finanziato dall’Avviso pubblico “Puglia Capitale Sociale 2.0 dell’Assessorato al Welfare della Regione Puglia, sono l’Associazione “Beni Comuni”, l’Associazione “Vivi la Natura”, il Gal Magna Grecia, l’azienda apistica Bruno Gemma, la Cooperativa Diogene, l’APS “Grott’Art” e l’EPASSS di Grottaglie.

 

Published in Scuola&Istruzione

Il Movimento Civico Massa Critica Ionio è tornato a riunirsi per esaminare quanto emerso dal recente vertice convocato a Taranto dal Vicepresidente del Consiglio, Ministro Luigi Di Maio che ha presieduto il Tavolo permanente del Contratto istituzionale di sviluppo (Cis), presenti i ministri Costa, Lezzi, Grillo e Bonisoli.
Ciò che è stata presentata come “una vittoria dei tarantini” rappresenta una sostanziale continuità con il precedente Governo.
L’abolizione dell’immunità penale non trova riscontro oggettivo nel “decreto crescita” nella parte dedicata ad Ilva che conferma: “l’esclusione dalla responsabilità penale per l’attuazione del piano ambientale e limitata solo alle condotte legate all’attuazione dell’autorizzazione integrata ambientale. Restano penalmente rilevanti le condotte in violazione della tutela dei lavoratori della sicurezza e di norme ambientali”. Del tutto o quasi simile, a quanto c’era nel precedente Decreto. Cambiano i commissari quindi ma viene confermata l’immunità penale circoscritta al Piano ambientale e ai tempi previsti dall’Aia per mettere a norma ogni singolo impianto. Come del resto aveva sollecitato Arcelor Mittal rivendicando il rispetto di “regole concordate con il governo italiano”.
Appare in tutta la sua evidenza un allineamento del Governo alle pretese di Arcelor Mittal che non sembra voler distinguersi molto dalla precedente gestione degli impianti in quanto a rispetto della Città e della salute dei Tarantini.
Il Movimento Civico Massa Critica Ionio ritiene che anche i movimenti ambientalisti si muovano con sostanziale continuità protestando contro un governo in cui il M5S sta puntualmente ignorando gli impegni assunti in campagna elettorale per la chiusura dello stabilimento siderurgico. Di Maio su questo, con abituale disinvoltura, è venuto a Taranto a smentire i suoi precedenti impegni assunti con gli elettori unitamente ai candidati, oggi parlamentari, del M5s.
La dichiarata disponibilità di risorse economiche di un miliardo di euro è da riferirsi al Decreto-legge 1/2015, “Disposizioni urgenti per l'esercizio di imprese di interesse strategico nazionale in crisi e per lo sviluppo della citta' e dell'area di Taranto” e quindi anch’essa in perfetta continuità, come del resto rileva lo stesso Ministro Di Maio quando lamenta che "c'è oltre un miliardo di euro per Taranto che non si sta spendendo". Ma i ritardi sono da attribuirsi alla scelta del Ministro allo Sviluppo Economico di convocare il Tavolo del Contratto istituzionale di sviluppo dopo oltre un anno di dichiarata “riflessione”.
Tuttavia c’è da registrare una novità che riguarda la valutazione del danno sanitario.
Massa Critica Ionio si è battuta e continuerà a battersi per l’assunzione della verità scientifica, certificata e riconosciuta. Quella del dato validato e inconfutabile, che si ottiene tramite un processo di formazione ben definito di notevole complessità e che da sola può restituire fiducia e tranquillità ai tarantini
Il ministro Luigi Di Maio, ha espresso l’impegno assolutamente condivisibile a “rivedere il decreto interministeriale e finalmente istituire un nuovo sistema, una nuova valutazione di danno sanitario in funzione preventiva, la cosidetta Viias, “Non c’è bisogno di una norma, modificheremo un decreto interministeriale che verrà scritto dai ministri Grillo e Costa e così potremo creare quella valutazione integrata di impatto sanitario e ambientale che serve a riuscire a prevenire gli effetti di uno stabilimento di un sito industriale sui cittadini. Speriamo che anche questa non sia una vana promessa!
Massa Critica Ionio ritiene che spetti legittimamente al Sindaco Rinaldo Melucci il ruolo autorevole di difesa intransigente dei suoi concittadini che non scendono in piazza ma esprimono ugualmente preoccupazione per le loro sorti.

Published in Politica

MOTTOLA – Di emergenza Xylella se ne parlerà questa sera alle ore 19, presso la sala convegni.
L’incontro, organizzato dalla Federazione Coldiretti Taranto in collaborazione con l’Assessorato all’Agricoltura, servirà a fornire tutte le indicazioni necessarie per affrontare al meglio una problematica che sta interessando la Puglia da tempo e che vede parte del territorio di Mottola rientrare nella “zona cuscinetto”, nella quale è previsto l’obbligo di misure mirate al contenimento dell’epidemia tramite azioni di controllo e contrasto dell’insetto vettore, la cosiddetta “sputacchina”.
A seguito dei saluti iniziali, sono previsti gli interventi del professor Franco Nigro del Dipartimento di Scienze del suolo, della Pianta e degli Alimenti dell’Università degli Studi di Bari, di Giovanni Melcarne (presidente del Consorzio di Tutela Dop Terra D’Otranto), di Aldo Raffaele De Sario (direttore Federazioni Coldiretti Taranto – Brindisi) e di Alfonso Cavallo (presidente Federazione Coldiretti Taranto).
Verrà inoltre distribuito gratuitamente l’opuscolo “Emergenza fitosanitaria Xylella fastidiosa: Pratiche agricole per la lotta obbligatoria e il contenimento” (scaricabile al link https://bit.ly/2U4GB5R), con tutte le indicazioni relative alle buone pratiche agricole raccomandate e quelle obbligatorie per la gestione degli oliveti e del vettore.

Published in Cronaca

200mq dedicati ai clienti business e frequent flyer con ampia offerta di servizi di qualità e spazi confortevoli,  più servizi a disposizione dei passeggeri in partenza dal capoluogo pugliese. Sarà la società Gaudio Spaziodesign srl, scelta da una commissione presieduta da Peter Benson Miller, direttore artistico dell’American Academy di Roma, a realizzare l’allestimento - attualmente in corso - della lounge dell’aeroporto internazionale pugliese, con la formula innovativa del regime di sponsorizzazione.

Duecento metri quadrati, dell’area imbarchi, dedicati ai clienti che disporranno di business corner e comode zone relax e che avranno l’opportunità di conoscere e apprezzare con esposizioni e presentazioni mirate e programmate, prodotti e servizi esclusivi della magnifica Puglia e dei territori vicini.

“Questo intervento, realizzato con l'innovativa formula del co-marketing, dichiara Tiziano Onesti, Presidente di Aeroporti di Puglia, coglie in pieno l'essenza del nostro concetto di aeroporto e di infrastruttura quale snodo essenziale delle relazioni sociali culturali ed economiche dell'area che serviamo. Un formidabile crocevia di scambio e confronto, un catalogo vivente delle migliori esperienze che un territorio sa offrire. Il nostro Paese, in ogni suo angolo, è capace di stupire, offrendo quel modo di raccontare la bellezza della vita che ti sa conquistare per la sua semplicità e genialità. Su queste idee si è formato l'intervento della lounge aeroportuale. Quando abbiamo lanciato il progetto siamo rimasti favorevolmente sorpresi dall'interesse raccolto e dalle soluzioni proposte, i cui caratteri comuni erano proprio quelli che ricercavamo. Siamo certi che quando apriremo al pubblico la nuova executive lounge potremmo tutti sentire la continuazione dell’esperienza vissuta sul territorio, dimenticando che, invece, siamo in aeroporto in attesa di un aereo per partire”.

Secondo Gianbattista Gaudio, CEO della Gaudio Spaziodesign srl, “Se le regioni d’Italia fossero colori su una tavolozza d’artista, la Puglia sarebbe il suo colore più intenso; non primario, ma un concentrato di divina diversità. Un crocevia di storia, culture, simboli, sapori, profumi e tradizioni diverse che affondano all’unisono le radici nella terra e nel mare. Un unico comune denominatore: la bellezza. È proprio l’esaltazione della bellezza, declinata nelle sue differenti forme di design, il propulsore dell’azienda Gaudio che, sforzandosi nel proprio lavoro quotidiano di tradurre in chiave moderna e internazionalistica i messaggi della propria terra, mira a raggiungere la perfezione nelle proprie soluzioni integrate d’arredo. La nuova Executive Lounge dell’Aeroporto Internazionale di Bari è stata progettata e sarà realizzata dall’azienda della famiglia Gaudio sia per trasferire al viaggiatore le storie, i concetti, la cultura della nostra Puglia, sia per accompagnarlo dolcemente lungo il suo percorso.”

Published in Cronaca

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , d.ssa Valentina D'Amuri

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk