Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Venerdì, 10 Maggio 2019

Il cambio di linea del Movimento 5 Stelle sulla questione EX ILVA era chiaro già da tempo, dal primo giorno in cui hanno scelto l'alleato di governo con cui intraprendere l'esperienza governativa.

Dopo aver raccolto quasi il 50% dei voti a Taranto e nelle terre vittima dell'inquinamento hanno ritrattato tutto, anche quando dal palco del concerto del 1 Maggio Taranto ne rivendicavano con forza la chiusura senza, tra l'altro, offrire una progettualità che potesse gestire la post/chiusura stessa.

D'altronde era facile attecchire in una terra vittima delle precedenti e scellerate politiche del Partito Democratico che,con 12 decreti, avevano annullato lo stato di diritto su Taranto.

E cosi è ancora!

Ieri sera il tentativo di difendere il ministro Luigi Di Maio, da parte dell'onorevole Cassese, è sembrato al quanto goffo e simile ad un'arrampicata sugli specchi in pieno stile 1^ Repubblica.

Per non parlare dell'atteggiamento irrispettoso nei confronti delle associazioni e comitati del territorio che ha volutamente etichettato come i "Soliti contestatori"

Quei soliti contestatori che gli hanno permesso a lui e a tutto il Movimento di affermarsi nella nostra Provincia, alle scorse elezioni.

Il deputato, ieri sera, ha affermato che le dichiarazioni del ministro, contestate dalle associazioni tarantine e in particolare da Peacelink con il suo Presidente Alessandro Marescotti, andavano semplicemente interpretate.

Si è affermato che quando Di Maio disse "abbiamo ridotto del 20% le emissioni" in realtà voleva dire "all'attuazione del piano ambientale ci sarà il 20% delle riduzioni delle emissioni".

Ecco, proprio questo passaggio appare privo di fondamenta e poco articolato se si tiene conto del fatto che non è stata ancora fatta alcuna valutazione di impatto ambientale e sanitario, che tutti ormai chiedono

La domanda quindi sorge spontanea: in base a quali dati il ministro prevedeva le diminuzioni delle emissioni?

Sarebbe anche da chiarire la presenza al dibattito di uno dei nuovi commissari nominati dal ministro, presenza che non abbiamo capito se appartiene più a un input politico e di campagna elettorale o prettamente tecnica.

Ci saremmo aspettati dal Commissario Lupo un cronoprogramma di lavori da eseguire visto che nelle mani hanno una bella fetta di soldini da spendere, ma nulla..nessuna parola; anzi la sua unica preoccupazione è stata quella di ricordare i suoi "trascorsi" in favore della comunità e in difesa dell'ambiente delegittimando in parte, con un "non ero d'accordo", quella che è stata l'esperienza del Presidio Permanente No discariche che ha avuto il merito, 10 anni fa, di scoperchiare il dramma discariche nella Provincia.

La questione Ilva dopo sette anni è ancora irrisolta, il dramma ambientale è ancora più insistente e a pagare come sempre sono le comunità che si piangono i morti e i cassaintegrati.

Rimane irrisolta la presenza massiccia dell'amianto all'interno dello stabilimento, rimangono irrisolte l'emissioni non convogliate che si riversano sui cittadini, e la questione occupazionale che tra qualche anno potrebbe aggravarsi, di pari passo a quella sanitaria che corre verso il picco dei prossimi anni.

Rimane l'immunità penale, riscritta solo per smontare il ricorso alla corte costituzionale.

Avremmo voluto capire in che modo si possa riprogettare l'area industriale di Taranto, invece abbiamo assistito all'ennesima farsa di un movimento che ha fatto della propaganda spicciola il suo pezzo forte

 

Published in Politica

“Quello di +Europa sembra un approccio strumentale al delicato tema dell'ambiente. L'impegno che la lista della Bonino assume affinché, dicono, l’Unione Europea adotti una politica ambientale ed economica che preveda delle regole pari per tutti, ho l'impressione che abbia poco a che fare con quella difesa dell’ambiente che +Europa dichiara di voler mettere al centro”.


Eliana Baldo, capolista di Europa Verde per la Circoscrizione Meridionale, si riferisce al comunicato con cui +Europa richiama l'annuncio di Arcelor Mittal in merito alla richiesta di “introduzione di misure per cui l'acciaio importato abbia gli stessi standard applicati alla CO2 rispetto all’acciaio prodotto in Europa ai sensi dei regolamenti previsti dall'ETS”. 
“Siamo lontani dalla loro posizione che si mostra chiaramente schierata a favore dell'azienda, siamo contrari alla produzione di sei milioni di tonnellate di acciaio l'anno - prosegue – perché aumentare le quantità significa aumentare l'inquinamento”.
“Riteniamo sia molto grave la richiesta di Più Europa di far ripartire Afo5, soprattutto quando Arcelor Mittal annuncia la sospensione temporanea delle attività negli stabilimenti siderurgici in Polonia e in Spagna e per ArcelorMittal Italia prevede un rallentamento. Richiesta dunque non giustificata neanche dal punto di vista economico. Sul piano ambientale è noto che l'area a caldo è responsabile di malattie e morte, come dimostra la perizia epidemiologica del 2012; tra l'altro, si badi bene, al rispetto del cronoprogramma non corrisponde la reale tutela della salute.”
“In buona sostanza – conclude Eliana Baldo - +Europa mostra di fidarsi del piano Ambientale. Si tratta decisamente di un punto di vista differente rispetto al nostro basato prima di tutto sulla necessità di difendere la salubrità dell'ambiente e mirato a arginare le conseguenze delle emissioni industriali sul piano sanitario. L'aspetto più triste è rappresentato dall'assoluto silenzio sui pesantissimi dati relativi alla mortalità infantile, così come sulla negazione di democrazia e libertà in un territorio profondamente ferito come quello jonico”.

Published in Europee 2019

Mattinata sicuramente interessante, quella di mercoledì 8 maggio nella chiesa Madonna di Pompei di Grottaglie, per i ragazzi della Scuola secondaria di primo grado “F. G. Pignatelli” guidato dalla dirigente prof.ssa Marisa Basile, la presentazione del progetto “Raccontare l’Arte: la Madonna di Pompei” sulla Storia e l’Arte della chiesetta, posta sulla strada provinciale Grottaglie-Francavilla Fontana.

La Scuola, come motivo del sapere, come cassa di risonanza di un bene culturale e artistico del Territorio, in questo modo l’istruzione riesce a dare crescita sociale, maturazione culturale e formazione, per poi domani essere tutti a pieno titolo protagonisti consapevoli del proprio Patrimonio. Ricercare e studiare significano emanciparsi, allagare i propri orizzonti tenendo ben stretto nel nostro cuore il passato che ci appartiene.
Si è potuto così assaporare in quest’occasione lo scorrere del tempo il “racconto delle pitture di Arcangelo Spagnulo, autore dei dipinti dell’abside, la vita intricata del Beato Bartolo Longo, che ogni tanto si concedeva soggiorni grottagliesi, progettandone così la costruzione di questo gioiello all’inizio del novecento”.
Responsabile di questo Evento la docente di “Arte e Immagine” Maria Cristina De Vita che insieme al rev. don Ciro Monteforte, cappellano di questa chiesa, ha voluto proporre questa giornata all’insegna della conoscenza, dell’amore per il Territorio e la chiesa Madonna di Pompei, affinché le nuove generazioni possano acquisire il senso di appartenenza alla comunità grottagliese facendone crescere la passione, l’interesse e la tutela per i beni storico-culturali e artistici della propria città.
E’ intervenuto sapendo accattivare e coinvolgendo tutti lo storico del Territorio prof Rosario Quaranta, già dirigente di questa Scuola che con molta maestria ha saputo incastonare “storia, usanze, arte, ricordi e devozioni” di quello che un tempo era la vita dei nostri nonni che con molta semplicità vivevano questo paese. La lettura di una poesia scritta da un’alunna della classe III E della scuola, Francesca Scatigna ha chiuso l’Evento.
Presenti alla mattinata i docenti proff.: Dora Bonfrate, Monica Coppola, Giovanna D’ Elia, Giuseppina Di Punzio, Giovanni Lobello, le classi II C, II E, IIIE e ancora gli alunni della III B -De Vincentis Riccardo, Santoro Simone e III C - Manigrasso Ilaria, Peraìno Cristiana e Serio Giovanna.

 

Published in Scuola&Istruzione

Più di 2.000 persone hanno varcato la soglia del castello aragonese di Taranto per partecipare alla Fiera della letteratura del mare “Taranto due mari di libri”.

La rassegna culturale, quest'anno dedicata ai fari, è nata dalla passione per la lettura e dall'amore per il libro dei promotori: l'associazione tarantina “Le belle città”, il Liceo “Vittorino da Feltre”, la Lega Navale e l’onlus “Actionaid” Taranto che si sono costituiti in Associazione Temporanea di Scopo. Ricchissimo il programma delle 4 giornate dedicate al libro e al mare. La Fiera della letteratura del mare ha visto la partecipazione di 17 case editrici, il vero motore dell'iniziativa. Tra gli ospiti di questa edizione, Nello Scavo, reporter internazionale e corrispondente di guerra; Annamaria “Lilla” Mariotti, presidente dell’associazione “Il mondo dei fari”; Gianluca Barbera, direttore editoriale di “Melville Edizioni”; Ilaria Macchia, sceneggiatrice e scrittrice nonché compagna di Giuliano Sangiorgi che l'ha accompagnata alla presentazione del suo libro e il cantante Francesco Motta che ha visitato la rassegna culturale tarantina con la sua compagna, l'attrice Carolina Crescentini.
“Questo è il tempo giusto, per esprimere il nostro sentimento di gratitudine, al riguardo di quanti hanno creduto nella potenzialità e sostenuto il progetto di promozione della città dei due mari”, ha detto il presidente dell'associazione “Le belle città” Lino De Guido che quest'anno ha fatto anche da direttore artistico alla Fiera della letteratura del mare.
In particolare gli organizzatori hanno voluto ringraziare la Marina Militare e in particolare il Comando Marittimo Sud per aver aperto le porte del castello aragonese. E poi la Regione Puglia - Fondo per lo Sviluppo Coesione 2014/2020 - Unione Europea, il Comune di Taranto, il MIUR – Ufficio scolastico regionale Puglia – Ufficio VII Taranto , l'International Propeller Club Port di Taranto, la Fondazione Magna Grecia – Consorzio Terra Ionica, la Fondazione Matera-Basilicata 2019 – Capitale europea della cultura, la Fondazione Città della Pace – Potenza, Raccomar Società Spedizioniera, l'Ente Voltaire formazione ed orientamento – Policoro (Mt), Eureka Società Cooperativa – Policoro (Mt), Desy Tipografia e Magiro’ Viaggi.
Queste le case editrici presenti alla rassegna tarantina: Babalibri - Milano, Castelvecchi Editore –Roma, Round Robin – Roma, Tunué – Latina, Las Vegas Edizioni – Torino, Lavieri Edizioni – Caserta, Scorpione Editrice – Taranto, Delli Santi Editore – Taranto, Edizioni Del Borgo – Bologna, FaLvision – Bari, Edit@ – Taranto, Nicola Pesce Editore – Salerno, La Meridiana – Molfetta (Ba), Scenoforie – Taranto, La ciurma – Libreria per bambini e ragazzi, Edigrafema – Policoro (Mt) e Macabor – Cosenza
“Gratitudine va alla nostra comunità – ha aggiunto De Guido -, alle lettrici e ai lettori, alle persone, alle ragazze e ai ragazzi, che hanno reso viva la fiera della letteratura del mare. Ma anche ai Dirigenti Scolastici, agli insegnanti e agli studenti dei Licei Battaglini e Righi, all’Università degli Studi “Aldo Moro” – Dipartimenti Taranto e al CPIA Taranto. Alle associazioni: A.N.D.O.S Associazione nazionale donne operate al seno, La casa delle donne, Centro Giustizia e Integrità del Creato dei Frati Minori del Salento, CNR Talassografico “Attilio Cerruti”, Jonian Dolphin Conservation e la Pro Loco Faro di Capo San Vito”.
Tra gli autori che si sono avvicendati nelle 4 giornate di lavoro, la Fiera della letteratura del mare quest'anno annovera Giuse Alemanno, Gaetano Appeso, Gianluca Barbera, Gabriele Benefico, Tommaso Di Francesco, Omar Di Monopoli, Vincenzo Antonio Greco, Orazio Labbate, Fabrizio Liuzzi, Ilaria Macchia, Annamaria Lilla Mariotti, Angela Mauro, Sabrina Morea, Francesco Motta, Gholam Najafi, Nello Scavo e Mara Venuto.
“Taranto due mari di libri consolida il successo – ha aggiunto ancora De Guido -, e rafforza la rete di relazioni umane nel panorama dell’editoria, della letteratura e delle musica italiana. Fuori esce dalla dimensione cittadina. Lo sguardo pelagico - che ha orientato il lavoro dei promotori - traguarda porti nuovi. La fiera della letteratura del mare conferma il sostegno concreto alla promozione del libro e alla diffusione della lettura. Accresce il numero dei lettori e raddoppia il numero delle vendite. Crea economia circolare e premia le professioni che operano nel settore dell’industria turistica e culturale. Nei prossimi mesi saremo proiettati al confronto con le principali realtà nazionali, europee e mediterranee, per qualificare il lavoro di programmazione. Avvieremo le procedure per dare vita alla Fondazione per la creazione dell’impresa culturale. Ora, però, abbiamo tanto bisogno di riposare, per riflettere su quanto è accaduto e per riconquistare le energie positive per il prossimo anno di promozione, organizzazione e programmazione”.
L'appuntamento con la Fiera della letteratura del mare “Due mari di libri” è per il prossimo anno. Il tema della rassegna sarà dedicato alla marineria.

Published in Cultura

Domenica 12 maggio i candidati di Europa Verde per la Circoscrizione Meridionale incontrano il giornalista e scrittore Pino Aprile, per discutere della “questione meridionale”.

L'appuntamento è alle ore 10 presso il foyer del Cinema Teatro Orfeo.  Saranno presenti: Eliana Baldo, Giuseppe Barbaro e Crocifisso Aloisi. L'ingresso è libero.

Pino Aprile è stato vicedirettore di Oggi e direttore di Gente. È autore di libri tradotti in più lingue come Elogio dell'errore, Elogio dell'imbecille e Terroni che ha pubblicato nel 2010. Quest’ultimo è un saggio giornalistico che descrive gli eventi che avrebbero penalizzato economicamente il meridione sin dal Risorgimento. Per questo libro gli sono stati conferiti il Premio Augustale, il Rhegium Julii, il Premio Carlo Levi, il Premio Marsica ed altri. Nel 2011 a New York, in coincidenza con la presentazione dell'edizione americana di Terroni, ha ricevuto il premio "Uomo ILICA 2011" (Italian Language Inter-Cultural Alliance) e nel 2012 si è aggiudicato il Premio Letterario Caccuri dedicato alla saggistica. A maggio 2016 pubblica Carnefici, un saggio storico che si propone di documentare, in maniera ancor più dettagliata di Terroni a seguito di ricerche più recenti condotte dallo stesso giornalista in cinque anni, le stragi che sarebbero state commesse al Sud durante l'unificazione. È co-autore, insieme a Maurizio De Giovanni, Mimmo Gangemi e Raffaele Nigro di "Attenti al Sud" edito nel 2017.

Published in Europee 2019
Venerdì, 10 Maggio 2019 16:58

San Cataldo: gli auguri di Arcelormittal

Allo studio la firma di un Protocollo di Intesa

Taranto, 10 maggio 2019 – Come ArcelorMittal Italia abbiamo partecipato ( foto da La Ringhiera, cerchiato l'AD Matthieu Jehl ). Jhel, per la prima volta, alla cerimonia e alla tradizionale processione che dà il via ai festeggiamenti per San Cataldo, patrono della città di Taranto.
Abbiamo voluto essere presenti alla processione per poter condividere con i tarantini un momento molto sentito. Siamo arrivati a Taranto da 6 mesi e i primi risultati del nostro lavoro sono già sotto gli occhi di tutti. Porteremo qui le tecnologie più avanzate e sostenibili e trasformeremo lo stabilimento di Taranto nel migliore d’Europa, per ricostruire finalmente il rapporto con tutta la comunità. Desideriamo condividere la vita della gente di Taranto e aprire canali diretti di ascolto e comunicazione per trovare insieme il modo di affrontare i problemi della comunità e costruire un futuro sostenibile. Per questo, abbiamo anche raccolto l’invito del Comune e stiamo lavorando a un Protocollo di Intesa che sarà un’ulteriore e tangibile prova della nostra serietà.

Published in Cronaca

Grazie all’iniziativa dell’associazione Marco Pannella e per l’intervento del consigliere regionale Franzoso che ha presentato in Consiglio la nostra proposta di legge regionale, la Puglia è la seconda regione ad aver introdotto il registro regionale del testamento biologico nel fascicolo sanitario elettronico. 

Ora abbiamo un altro passo da compiere per vivere liberi fino alla fine. 

Grazie alla disobbedienza civile di Marco Cappato, la Corte Costituzionale ha dato 11 mesi al Parlamento per fare una legge sull'Eutanasia Legale. La scadenza è per il 24 settembre 2019, tra meno di 150 giorni.

Ad oggi il Parlamento non ha fatto praticamente nulla. Nonostante l'iter della legge si sia avviato, questa è ancora bloccata nelle Commissioni competenti della Camera.

Per questo è necessario tornare in piazza. 

Il prossimo weekend mobilitazione nazionale dell’ Associazione Luca Coscioni in tutta Italia. 

A Taranto l’associazione Marco Pannella sará presente col il tavolo di raccolta firme venerdì 10 maggio in piazza della Vittoria dalle ore 18.

Published in Sociale&Associazioni

Argomento, manco a dirlo, lo smantellamento in atto della Sanità pubblica in Italia, 20 capitoli, 240 pagine e 9 regioni esaminate, tra queste la nostra Puglia, in cui Bugani racconta, attraverso interviste a sindacalisti e a presidenti di comitati cittadini, pubblicazione di documenti segreti, numeri e elenchi di Ospedali in corso di smantellamento, una Sanità malata e allo sbando totale. Si tratta di una vera inchiesta che porta alla luce il disegno politico che mira a distruggere la Sanità Pubblica attraverso una gerarchia di rappresentanti istituzionali di tutte le componenti politiche e figure dirigenziali disponibili a eseguire ordini di smantellamento.

Qesto libro raccoglie prove inconfutabili sullo smantellamento in atto della Sanità pubblica in Italia. "Saccheggio Sanità" è il seguito di due documentari, Mani sulla Sanità (2014) e Mani sulla Sanità: la Rivolta (2017), dove mette in evidenza, traducendo il linguaggio utilizzato dalla politica, l’inganno che si nasconde dietro un uso spregiudicato del potere.

Il volume è un auto pubblicazione sostenuta economicamente da molti comitati di cittadini che in questi anni si sono battuti e si battono contro lo smantellamento degli ospedali nelle loro zone di riferimento, sindacati di base, privati cittadini e centri sociali.

Sull'Ospedale San Marco di Grottaglie e sulla sanità tarantina nel libro inchiesta "Saccheggio Sanità" c'è un'importante trattazione che verrà illustrata dall'autore attraverso una presentazione curata dal Comitato sull'Ospedale san Marco, nelle persone che lo animano da anni con tenacia e grinta Milena Erario e Vitaliano Bruno, rispettivamente presidente e vice. La presentazione avrà luogo presso la Libreria Mondadori di viale Matteotti 35/37, ore 18:00 di domani sabato 11 maggio.

Published in Sanità

In questi giorni sta arrivando nelle case dei grottagliesi  la temuta  tassa sui rifiuti (TARI), ogni anno con ritocchi all'insù a fronte di una città che non brilla di pulizia, vuoi per l'inciviltà dei suoi cittadini ma anche per un servizio di nettezza urbana poco effciente. Com'è noto da mesi si attende la nomina dell'assessore all'ambiente, delega che il Sindaco D'Alò ha avocato a se, ma pare che a giorni verrà nominata una nuova Assessora, la neo laureata, di anni 24 Alessandra Carbotti, persona di riferimento alla compagine politica del consigliere di maggioranza Domenico Rossini. Intanto  lo stesso primo cittadino ha indetto 4 appuntamenti dove sono chiamati   “a raccolta” le attività commerciali e le utenze non domestiche del settore alimentare e commercio al dettaglio per comunicazioni inerenti la gestione della Raccolta Differenziata.

Gli incontri si svolgeranno all'interno dell'aula consiliare del Comune di Grottaglie seguendo il calendario suddiviso per attività: martedì 14 maggio 2019 ore 16:00 (Attività: bar, vinerie e pub); giovedì 16 maggio 2019 ore 16:00; 

(Attività: ristoranti, pizzerie, gastronomie, friggitorie, rosticcerie, paninoteche, gelaterie, pasticcerie, kebbaberie.(Attività anche con somministrazione d'asporto); martedì 21 maggio 2019 ore 16:00;

(Attività: commercio al dettaglio di carne, prodotti alimentari, prodotti per la casa, minimarket, frutta e verdura, lattiero caseari) e giovedì 23 maggio 2019 ore 16:00 (Attività: supermercati e GDO).

Published in Cronaca

Villa Castelli avrà il suo week end rosa grazie alla Commissione Pari Opportunità del Comune e la collaborazione con la LILT di Brindisi che, insieme, hanno promosso due giorni di sensibilizzazione, con particolare riferimento al mondo femminile, sull’importanza della prevenzione del tumore al seno e, in particolare, a spingere le donne a sottoporsi a controlli preventivi e programmi di screening finalizzati alla diagnosi precoce.

Per perseguire tali obiettivi, infatti, sabato 11 e domenica 12 maggio sono state organizzate una serie di iniziative “in rosa” per coinvolgere la cittadinanza nella mission della prevenzione del tumore al seno ed invitare le stesse a conoscere il mondo del volontariato LILT.

L’apertura del Week End Rosa si terrà Sabato 11 maggio alle ore 9.30, con visite gratuite senologiche a cura della Dott.ssa Lucia Vitellio, presso il Consultorio Familiare sito in via Mascagni.

Sempre nella stessa giornata, con inizio alle ore 18, presso la Sala Consiliare del Comune di Villa Castelli si svolgerà il Convegno “SALUTE, BENESSERE E PREVENZIONE NELLA DONNA”. Alla tavola rotonda, moderata da Lucia Trinchera, Presidente della Commissione PP.OO. del Comune e dopo i saluti del Sindaco Vitantonio Caliandro e del Commissario LILT Brindisi, Dott. Michele Saccomanno, interverranno: il Dott. Alessandro Galiano, il Dott. Alfonso Ambrosone, la Dott.ssa Grazia Manica e la Dott.ssa Anna Angiulli, informando sulla necessità di una corretta prevenzione primaria e secondaria nonché sui corretti stili di vita da un punto di vista nutrizionale con particolare riferimento, anche, alle problematiche legate all’osteoporosi e, quindi, alla salute della donna in generale nelle varie età.

Il week end terminerà domenica 12 maggio con la CAMMINATA IN ROSA, una camminata non competitiva per le vie della città. La partenza è prevista alle ore 9 da Piazza Municipio con arrivo sempre nella medesima Piazza. Sarà ospite Sandra Santoro, speaker-dj-vocalist di Radionorba.

“Ancora oggi – dichiara Lucia Trinchera, Presidente della Commissione PP.OO. del Comune di Villa Castelli - il tumore della mammella è il nemico numero uno del genere femminile. Nonostante la crescente incidenza di questa patologia, si registra, però, una lenta ma continua diminuzione della mortalità e questo grazie ad una sempre più corretta informazione e a una maggiore sensibilizzazione verso la diagnosi precoce, strategicamente vincente per il successo in termini di “guaribilità. Per questo motivo come Commissione Pari Opportunità, vicina alle tematiche riguardanti le donne, abbiamo voluto promuovere questo week end rosa, affinchè la prevenzione diventi un metodo di vita per tutte le donne. Questa due giorni sarà un momento di condivisione dove tutti collaborano per un unico scopo: far sentire che un problema di molti è un sì un problema di tutti ma che insieme si può e si deve affrontare e sconfiggere.”

Published in Sanità

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , d.ssa Valentina D'Amuri

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk