Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Giovedì, 16 Maggio 2019

Nove aree riservate, una tensostruttura per ospitare convegni e workshop, escursioni in mare a bordo di imbarcazioni dedicate, esibizioni di idrovolanti e di Flyboard, pesca turismo.
È questo, in linea di massima, ciò che la Fiera dei Mari si propone di offrire a quanti, tra espositori e visitatori, la visiteranno dal 3 al 6 ottobre prossimi negli spazi del Molo Sant’Eligio, a Taranto.
“Questa mattina, di concerto con l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Mino Borraccino, abbiamo effettuato un sopralluogo negli spazi del Molo Sant’Eligio proprio per avere un’idea di massima su come organizzare questo evento”, spiega il consigliere regionale Gianni Liviano. Un evento, aggiunge il consigliere regionale tarantino “che ho voluto fortemente, per la realizzazione del quale ringrazio l'assessore Borraccino e la sua struttura. Per realizzare questo obiettivo ho presentato nel dicembre scorso un emendamento al Bilancio regionale grazie al quale sono riuscito ad ottenere la somma complessiva di 600mila euro da suddividere su tre annualità, per riportare a Taranto la Fiera del Mare che fine anni Cinquanta vide la città dei due mari assurgere a livelli di interesse nazionale. Si tratta di uno sforzo notevole che, ripeto, si sta rendendo possibile grazie anche al concreto e fattivo interessamento dell’assessore Borraccino che sin dal primo momento ha voluto sposare questo progetto”.
Nove aree dedicate, dunque, destinate ad ospitare stand per l’esposizione, la vendita e la presentazione di aziende e prodotti del settore nautico; vendita e presentazione di prodotti artigianali, attività e servizi turistici territoriali legati al mare; un’area riservata alla partenza di imbarcazioni per le escursioni in mare, alla prova di sport marinareschi, ad esibizioni in flyboard e alla conoscenza degli idrovolanti; un’altra per convegni e workshop; un’altra ancora per l’esposizione e la prova in mare di imbarcazioni proposte dalle aziende che saranno presenti negli stand.
Un progetto di massima che è stato illustrato dalla direttrice del Molo Sant’Eligio, Gaia Melpignano (al sopralluogo hanno preso parte anche il presidente del Molo Sant’Eligio, Antonio Melpignano, il presidente del Distretto regionale della nautica, Giuseppe Danese, il presidente nazionale di Assonautica, Alfredo Malcarne, la dott.ssa Maria Rosaria Cervelli e il dott. Giuseppe Pastore della sezione Internazionalizzazione dell’assessorato regionale allo Sviluppo economico).
“Con la Fiera del mare vogliamo provare a proporre un reale cambiamento delle direttrici di sviluppo della città e del territorio circostante”, spiega Liviano che aggiunge: “credo che vada reinventata la quotidianità per costruire un’esperienza di futuro. Insomma, un’altra Taranto è possibile se la ricuciamo al suo mare. E, allora, la blue economy, uno degli assi portanti della mia legge speciale per Taranto, può diventare il grimaldello capace di scassinare una realtà che sembra immobile. Vogliamo - conclude Liviano - che Taranto possa rappresentare, a tutti i livelli, l’esempio di come un tessuto socio-territoriale, soggetto a elevate pressioni industriali e produttive, possa rigenerarsi attraverso un percorso che veda consapevolmente coinvolta la collettività, la comunità scientifica, il sistema industriale e intellettuale. Del resto i dati parlano chiaro: la blue economy produce il 3% del pil e impiega, tra attività specifica dei porti e interporti, 500mila persone di professionalità medio-alta. Ma per concorrere a questo 3% di pil e per sostenere le sfide di mercati sempre più internazionali, è necessario fare massa critica”.

 

Published in Cultura

Nell’ambito delle iniziative previste all’interno della Biennale della prossimità, in corso di svolgimento in questi giorni (dal 17 al 19 maggio) nella suggestiva cornice della città vecchia di Taranto, l’Associazione Salam segnala che sabato sera intorno alle ore 20 presso la chiesa di Sant’Andrea degli Armeni spezzerà il pane per strada, prodotto dagli ospiti dello SPRAR di Martina Franca con la lavorazione artigianale tipica dei paesi arabi offrendolo a tutti coloro i quali vorranno accettarne un pezzo. Sarà un gesto meramente simbolico, quello del pane, cibo di pace che accomuna tutte le grandi religioni monoteistiche del pianeta, dal Cristianesimo, all’Islam, passando per l’Ebraismo. Il pane, infatti, è spesso il fulcro di complesse cerimonie religiose; si pensi solo all’Eucarestia Cristiana, in cui la condivisione significa l’adesione ad uno stesso ideale etico-morale e progetto di vita. Nelle feste laiche, invece, tale dono agli ospiti celebra il senso della più alta e disinteressata ospitalità. Il pane, dunque, come alimento di unione tra i popoli del Mondo. L’iniziativa è aperta a tutti, in particolare a coloro i quali fanno dei valori della pace e della fratellanza i propri capisaldi di vita. In questa occasione sarà altresì possibile visitare la Chiesa di Sant’Andrea degli Armeni, edificata nel XIV secolo, ricostruita nel 1573 e restaurata nel 2008.

Published in Cronaca

Faranno il pieno di esperienze e di emozioni i 10 giornalisti della stampa nazionale (Viaggi di Repubblica, Dove del Corriere della Sera, Il Messaggero, La Stampa, Vanity Fair, Donna Moderna, Elle, TouringClub e 2 Instagrammers molto seguiti sul web”), che saranno ospiti a Grottaglie a partire da venerdi 17 maggio, in occasione di “BUONGIORNO CERAMICA”, evento nazionale organizzato dall’AICC (Associazione Italiana Città della Ceramica) .

Tre i giorni messi in campo dal Comune di Grottaglie sostenuto dalla Regione Puglia, grazie ad un finanziamento ottenuto con l’Avviso 6.8 e organizzati dalla giornalista Lucrezia Argentiero, per un viaggio che parte dalle gravine della Murgia e arriva allo Ionio.
Nel tour gli ospiti andranno alla scoperta del ricco territorio, con particolare attenzione a tutto quello che ruota intorno al mondo dell’argilla e della sua trasformazione. In programma la visita al Museo della Ceramica e l’incontro con due ceramisti, uno della tradizione e uno dell’avanguardia. In bici si raggiungeranno le famose Cave di Fantiano e verrà percorso un pezzo della nuovissima Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese fino a raggiungere la Centrale Idroelettrica Battaglia.
Nei 3 giorni i giornalisti e gli instagrammers avranno anche l’opportunità di vivere in prima persona l’esperienza della manipolazione dell’argilla e decorazione , all’interno di una delle botteghe storiche. Il terzo giorno, oltre alla visita al MARTA è prevista l’escursione nel Mar Jonio con il catamarano da ricerca TARAS insieme alla Jonian Dolphin Conservation. Con i ricercatori della JDC saranno identificati e fotografati gli esemplari di delfini ed ascoltati e registrati i loro fischi e clicks.

“Quando si parla di valorizzazione del territorio con l´intento di avviare l´industria del turismo - ci ha tenuto a sottolineare Ciro D’Alò, sindaco del Comune di Grottaglie– significa, puntare al turismo esperienziale e far vivere al viaggiatore le stesse esperienze di un abitante del posto. Ai giornalisti ospiti offriremo, infatti, la possibilità di vivere esperienze autentiche, che arricchiranno il loro bagaglio di conoscenze, grazie alle quali si creerà un legame intimo e profondo con il territorio, un mix di emozioni che saprà calamitare l'attenzione di nuovi viaggiatori.
“L’eductour per giornalisti è una delle più efficienti forme di veicolazione del prodotto turistico - sottolinea Mario Bonfrate, assessore al turismo del Comune di Grottaglie - è di fondamentale importanza il diretto contatto tra operatori economici (hotel, ristoranti) e media, allo scopo di ottenere, visto l’alto livello professionale, segnalazioni puntuali sulla stampa”.
Buongiorno Ceramica
18-19 maggio 2019

Grottaglie (Ta)

Due giorni alla scoperta della ceramica artistica e artigianale, tra antiche tradizioni e nuove sensibilità. Aperture straordinarie di botteghe ceramiche, musei, visite guidate, laboratori, attività per bambini...Ma anche incontri culturali e food!

PROGRAMMA

- Alla scoperta del Quartiere delle Ceramiche di Grottaglie
Laboratori e degustazioni di prodotti tipici nelle botteghe del caratteristico Quartiere delle Ceramiche di Grottaglie.
Contrariamente a quanto avviene negli altri centri di antica tradizione ceramica in Italia, Grottaglie vanta l’unico “quartiere delle ceramiche” in ambiente rupestre ed il più vasto ancora in attività.

Via Crispi, via Santa Sofia, via Caravaggio, via Leone XIII
Giorni: 18-19 maggio
Orario: 18.00-19.00

Botteghe aderenti:

- Rotella di Mariarosaria Caramia
- Ceramiche Bonfrate
- Ceramiche Carriero
- Annamaria Quaranta Ceramiche
- Colore a Calore di Lucia Patronelli
- Laboratorio Ceramico Kèramos di Eligio Nigro
- Rosa Creazioni
- Maioliche Caretta
- Cocci d’Autore di Mitrangolo e Patronelli
- Ceramiche Arces
- Ceramiche Fasano CNF
- Ceramiche Antonio Monteforte
- Carpe Diem Ceramiche di Leonardo Caramia
- Galleria “Vincenza” di Vincenza Monteforte 

- Visite guidate al Museo della Ceramica
Visite guidate, incluse nel ticket d’ingresso
Nel cuore della città, nei pressi del Quartiere delle Ceramiche, il Museo della Ceramica di Grottaglie racconta la storia della ceramica attraverso cinque sezioni, tra le forme della tradizione e i linguaggi contemporanei.

Castello Episcopio
Giorni: 18-19 maggio
Orario: 11.00 e 18.00

- Aperture straordinarie del Museo didattico delle Maioliche, all'interno del Liceo Artistitico V. Calò di Grottaglie

Giorni: 18-19 maggio
Orari: 10.00-12.00

- Grottaglie Contemporanea: nuova luce sulla collezione contemporanea
Esposizione che racconta, attraverso le opere premiate, la storia del Concorso di Ceramica Mediterranea di Grottaglie. Il riordino della collezione contemporanea, arricchitasi nel corso del tempo, ha seguito un ordine cronologico con l’intento di ripercorrere, tappa per tappa, la storia del concorso che ha premiato la creatività e l’innovazione tecnica di artisti italiani ed internazionali.

Antico Convento dei Cappuccini
Giorni: 18-19 maggio
Orari: 10.00-13.00 / 16.00-19.00

- Installazione scarpette rosse in ceramica e spettacolo cabaret di Daniela Baldassarra nell’ambito del programma antiviolenza “Insieme verso il cambiamento” a cura di Alzaia Onlus
“Scarpette rosse in ceramica” è un’iniziativa lanciata dall’Associazione Italiana Città della Ceramica (AiCC), con il comune di Oristano come ideatore e capofila. Da alcuni anni la scarpa rossa identifica la campagna di lotta contro la violenza sulla donna e il femminicidio.

Castello Episcopio
Giorni: 19 maggio
Orario: 18.00-21.00

Published in Video
Giovedì, 16 Maggio 2019 19:09

L’inganno dei soliti charter

Il “Movimento associazioni e cittadini pro Aeroporto di Taranto-Grottaglie” comunica il suo disappunto per le ultime comunicazioni ufficiali della Regione Puglia in merito a due voli passeggeri provenienti da Praga e Bratislava e atterrati oggi allo scalo jonico. Le modalità in cui viene data la notizia lascia intravedere elementi di novità inesistenti nell’ambito della gestione da parte della società di gestione AdP, e quindi della Regione Puglia, assomigliando al solito spot di stampo elettoralistico che crea la notizia bomba laddove non c’è nulla di nuovo. Nella comunicazione dell'assessorato regionale si afferma, tra l'altro: "Si tratta di una notizia molto importante che conferma il grande lavoro fatto dalla Regione Puglia e da Aeroporti di Puglia SpA per rilanciare l’aeroporto jonico anche con riferimento al traffico civile". Dando così ad intendere che l'aeroporto si stia aprendo ai voli commerciali (passeggeri) di linea, gli unici che porterebbero sviluppo economico, nuova occupazione e una crescita della intera Comunità.
Infatti, da sempre territori e popoli si sono evoluti per effetto degli scambi commerciali e culturali, e questo rende l'idea di quanto siano importanti le infrastrutture di collegamento tra paesi e popolazioni, soprattutto per un territorio che è stato sacrificato sull’altare dell’industrialismo più pesante e dannoso e che meriterebbe ben altro a titolo di risarcimento, se mai possa esisterne uno, dallo Stato e dall’Ente regionale. E poi, dato che grossi charter possono atterrare, ci si chiede come mai la Regione Puglia, nonostante le continue, e disattese, promesse del presidente Emiliano, non abbia provveduto a modernizzare e dotare di ogni confort la vecchia aerostazione per sua stessa definizione “sovietica anni ‘60” , e perché non abbia avviato ancora voli di linea come per Bari e Brindisi, dove si assiste invece ad un continuo arricchimento di tratte. La favoletta della assenza di compagnie interessate, non regge più oramai. Taranto non è una città di stupidi , come evidentemente si pensa!
Inoltre questi 289 passeggeri-turisti, ci risulta siano stati portati immediatamente in zona Castellaneta dove alloggeranno, e dalla quale raggiungeranno, sempre con gli appositi bus, marchiati con brand ad hoc, la città di Matera capitale europea della cultura 2019. Per il resto non è dato sapere che beneficio certi voli sporadici portino al territorio jonico.
Il Movimento cittadino pro Aeroporto chiede dunque agli Organi di informazione di fornire una corretta informazione ai cittadini, trattandosi di due semplici voli charter, come quelli già avvenuti svariate volte negli ultimi anni, proteggendo in questo modo i cittadini ignari dalle continue prese in giro da parte della gestione aeroportuale pugliese.
Il Movimento la reputa e la condanna alla stregua di una vera offesa alla intelligenza di tutti.

 

Published in Cronaca

Roma - “L’annuncio ormai ufficiale di Taranto candidata per organizzare i Giochi del Mediterraneo 2025 ci riempie di immensa soddisfazione. Vogliamo ringraziare innanzitutto la Ministra del Sud Barbara Lezzi per l’impegno dimostrato anche in questa occasione verso il nostro territorio per il quale non ha mai smesso di spendere le sue energie, lavorando affinché la proposta di candidatura da parte delle amministrazioni locali avesse una sua traduzione concreta. Un augurio di buon lavoro va a tutti gli attori istituzionali coinvolti in questa sfida.”  Così i deputati del M5S Gianpaolo Cassese, Rosalba De Giorgi, Alessandra Ermellino, Giovanni Vianello e il senatore Mario Turco a commento della notizia lanciata questa mattina in conferenza stampa dalla ministra Lezzi, il sottosegretario Giorgetti, il presidente del Coni Giovanni Malagò e il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci.   
“Auspichiamo adesso che la candidatura vada a buon fine, in quanto questo appuntamento potrà costituire una straordinaria opportunità per rafforzare sinergie territoriali sia in termini di gestione e promozione dell’evento, sia in termini di ammodernamento infrastrutturale, sia in termini di ospitalità diffusa delle gare, di cui beneficerà non solo Taranto, ma un’area ben più vasta: Lecce, Brindisi, Grottaglie, Massafra, Martina Franca, Fasano, San Giorgio Ionico, Francavilla, Monopoli, Valle d’Itria, Laterza, Castellaneta, Ginosa, Manduria, Montemesola” chiariscono i parlamentari ionici.
“Nell’ambito degli interventi per la rigenerazione urbana, come riferimento per tutta la provincia, è prevista a Taranto la realizzazione di cinque impianti, tra cui il nuovo stadio del nuoto e il nuovo centro nautico. Sono inoltre previste consistenti opere di ristrutturazione degli impianti esistenti, dal campo scuola che sorge a Salinella, uno dei poli più importanti per lo sport e l’atletica leggera, al palazzetto dello sport Valentino Mazzola, e dei principali centri sportivi dell’intera provincia” proseguono.     
“Questo evento di rilievo internazionale, che durerà 15 giorni e vedrà la presenza sul territorio di circa 4000 atleti coinvolti, oltre a tecnici, dirigenti, accompagnatori, giornalisti ed operatori dei Media ed a un rilevante numero di spettatori, potrà rappresentare una chiara e concreta rivincita per la nostra terra, che merita di tornare a vivere e di mettere a valore le sue enormi potenzialità. L’esito della candidatura annunciata oggi è la dimostrazione – concludono i parlamentari – che solo se le amministrazioni locali fanno squadra ed entrano in sinergia con il Governo, è possibile realizzare pienamente il progetto di rilancio di Taranto e dell’itero territorio ionico – salentino.”

Published in Politica

GROTTAGLIE – La 4° edizione consecutiva della rassegna “Verso un futuro senza barriere”, intitolata “L’imperfezione rende unico”,  messa a punto da “Vite da colorare”,  l’Associazione jonica malattie rare e neurologiche gravi  O.n.l.u.s., presieduta dal grottagliese, prof. Massimo Quaranta, si svolgerà lunedì 20 maggio prossimo nella centralissima Piazza Principe di Piemonte. “Il nostro messaggio - ha sostenuto Massimo Quaranta – sarà  il superamento delle barriere architettoniche,  culturali e delle disabilità  parziali e totali che verranno viste ed interpretate come una risorsa “unica” da recuperare. Nelle scuole, infatti, sono stati attivati laboratori d’inclusione insieme ai ragazzi disabili. Ragazzi che saranno la forza trainante della manifestazione, che vedremo impegnati nel recupero di oggetti in ceramica usciti non perfetti, donati loro dagli artigiani ceramisti. Oggetti che, in quanto tali e quindi unici nella  loro forma, suggeriranno una sorta di parallelismo mirata all’esaltazione delle funzionalità dei diversamente abili, come? Ma  attraverso la vicinanza delle famiglie, delle scuole, del mondo lavoro e della società tutta.  Un’ importante pagina, insomma,  che racconterà la disabilità  come concetto di uguaglianza, pronta a vivere fino in fondo e con pienezza la propria esistenza con l’incremento del senso civico.  Negli ultimi 30 anni –  è il “motto” di  Massimo Quaranta - miglioramenti si sono evidenziati  in termini di diritti riconosciuti per qualità ed aspettative di vita e notevoli sono state le collaborazioni  e supporti fondamentali offerti dalla psicologia, dalla pedagogia, dal genio scientifico e dallo sviluppo tecnologico”. Ecco dunque il programma  coi temi e gli appuntamenti della giornata: Ore 9.15 raduno nella centralissima  piazza Principe di Piemonte, dove alle ore 9.30 partirà la “Passeggiata in sedia a rotelle” con tutti gli alunni degli istituti di ogni ordine e grado di Grottaglie,  degli Istituti Comprensivi di Carosino,  di Villa Castelli e dell’istituto tecnico “Del Prete” di Sava.  Al corteo, che muoverà attraversando le vie Vincenzo Calò, Alcide De Gasperi e Guglielmo Marconi,  parteciperanno le delegazioni delle amministrazioni comunali di Carosino, San Giorgio Jonico e Villa Castelli. Al rientro in piazza interverranno Massimo Quaranta,  il Sindaco di Grottaglie Ciro D’Alò ed è attesa la presenza  e l’intervento del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano. Saranno ospiti il Provveditore agli Studi di Taranto, il Direttore Generale dell’ASL di Taranto e i Dirigenti scolastici. Dalle ore 17,30 alle ore 23 gli appuntamenti proseguiranno con il “Mercatino”, le “Attività ludico-Sportive”; le  “Danze d’inclusione” e “Modelli per un giorno”. Vediamoli in particolare: alle ore 17,30  i tavoli messi a disposizione dall’ associazione Vite da colorare, saranno addobbati ed allestiti per il “mercatino” degli oggetti realizzati dagli alunni impegnati nel progetto “L’imperfezione rende unico”,  svolto con la  collaborazione di  Palma Cavallo dell’associazione “Medici per San Ciro”; dalle ore 18 alle 22, attività di bike, ippoterapia e pallacanestro;  dalle ore 18,30 alle 20 la novità sarà l’incontro di tennis in carrozzina; alle ore 19, calcio a cinque con soggetti portatori della sindrome di Down; dalle ore 19,30 alle 20, danza inclusiva e aerea; ore 20, sfilata dei ragazzi dei centri diurni “Il Sorriso” di Villa Castelli, “Il Parco del sorriso” di Grottaglie, di Carosino e di “Amici”. I ragazzi saranno anche protagonisti ne  “I modelli per un giorno”, performance realizzata con i parrucchieri locali;  mentre  l’intrattenimento “Dipingiamo coi dovuti segnali le rampe”, sarà a cura dei bambini che si offriranno volontari. Allieteranno la serata il cantante Giuseppe Ciccarese, da Sanremo Young,  la cantante Serena Verga e, col coordinamento di  Kokoò Sanarica si esibiranno gli artisti della danza Daniela Crescenzio e Michele  Giustiniani. Alla manifestazione patrocinata dal Comune di Grottaglie, dal MI.U.R., dall’ Istituto “Don Milani-Pertini” di Grottaglie e dal MI.B.A.C.T., giusto come recita il programma, sono invitati a partecipare le associazioni, le forze politiche e la cittadinanza.

GRAZIE MASSIMO!!!

Published in Sociale&Associazioni

La prima edizione di “Corto2Mari” si sposta sul suo elemento naturale. Il mare e i delfini di Taranto saranno protagonisti di “Aspettando il Festival”, in programma il 17 maggio 2019, al Molo Sant'Eligio di Taranto. Sarà l'occasione per una riflessione sul mare come preziosa risorsa da tutelare e come volàno di sviluppo economico e di promozione culturale.


La creazione di una “filiera del mare” è, infatti, la mission del Festival del cortometraggio dei mari di Taranto che si avvicina a grandi passi alla tre giorni conclusiva di proiezioni, premiazioni e dibattiti che si svolgerà i prossimi 20, 21, 22 maggio al cinema teatro Orfeo, con ingresso gratuito.

“Aspettando il Festival” è suddiviso in due momenti. Alle 16, dal molo Sant'Eligio, partirà un'escursione nei due mari di Taranto, in quella che si potrebbe ribattezzare “la baia dei delfini”, a bordo delle imbarcazioni della Jonian Dolphin Conservation. Un viaggio alla scoperta della bellezza della città la cui storia è strettamente legata al mare che ne costituisce un forte tratto identitario. Durante l'escursione saranno illustrate le risorse del mare e le sue grandi potenzialità; si parlerà anche della millenaria presenza di cetacei nelle acque del Golfo di Taranto.

Al rientro, alle 18.30 circa, nello spazio antistante il bar del Molo Sant'Eligio, si svolgerà un incontro rivolto, in particolare, agli studenti che hanno preso parte al percorso di alfabetizzazione al linguaggio cinematografico e ai partner del Festival. Sono previsti gli interventi del professor Salvatore Marzo, responsabile del progetto Miur-Mibac “Corto2Mari”, del direttore artistico del Festival Ezio Ricci e di Carmelo Fanizza, presidente dell'associazione Jonian Dolphin Conservation.

Nota per gli operatori dell'informazione: il presente comunicato stampa vale come invito ai rappresentanti degli organi di informazione. Compatibilmente con le esigenze di lavoro, si prega la massima puntualità.

Published in Cultura

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk