Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Giovedì, 02 Maggio 2019

A nove anni dalla sua scomparsa, venerdì 3 maggio, sarà ricordata la figura del dott. Ciro De Roma, illustre medico grottagliese.
Alle ore 19, presso il Monastero di Santa Chiara di Grottaglie, sarà celebrata una S. Messa in suo ricordo. A seguire si svolgerà un omaggio dal titolo “Ciro De Roma: uomo, cittadino, medico. A 9 anni dalla sua scomparsa”. Dopo l’introduzione curata da Salvatore Savoia, il professor Rosario Quaranta traccerà un profilo biografico del dottor Ciro De Roma. L’attore-regista Valerio Manisi leggerà la poesia “La funtanedda mea” scritta dal medico grottagliese. Al termine degli interventi Gianpaolo Cassese annuncerà alcune iniziative messe a punto per il X° anniversario della scomparsa del dottor Ciro De Roma. Gli interventi saranno moderati dalla giornalista Lilli D’Amicis, direttrice di oraquadra.info, unico giornale on-line di Grottaglie che curerà la diretta web dell'iniziativa, se ci sarà una buona connessione, oppure pubblicata in differita.

Published in Cronaca

Mercoledì 1° maggio, si è insediato il nuovo Questore di Taranto, Dirigente Superiore della Polizia di Stato dott. Giuseppe Bellassai.
Questa mattina, dopo aver deposto una corona in onore dei caduti della Polizia di Stato presso la sede di Via Palatucci, il dott. Bellassai ha incontrato i Dirigenti, i Funzionari ed il personale in servizio nella provincia jonica.
Ha poi ricevuto i direttori ed i giornalisti delle testate locali.

Il dott. Giuseppe Bellassai nasce il 25 marzo 1962 a Santa Croce Camerina (RG).
Entra in Polizia nel 1988, frequentando il Corso di Formazione per Funzionari della Polizia di Stato presso l’Istituto Superiore di Roma. Al termine del Corso, con la qualifica di Vice Commissario, viene inviato presso la Scuola Polfer di Bologna.
Nel novembre del 1991 viene trasferito presso la Questura di Ragusa, con le funzioni di Funzionario addetto presso la locale Squadra Mobile. Le sue capacità professionali lo portano, dopo solo un anno, ad assumere la Dirigenza dell'Ufficio fino all’ottobre del 2005.
Gli anni trascorsi alla Squadra Mobile sono costellati da numerosissimi successi investigativi: vengono disarticolate ed azzerate le locali cosche mafiose anche grazie all’arresto di tutti i latitanti della provincia.
I brillanti risultati conseguiti gli valgono, nel dicembre del 2005, la promozione a Primo Dirigente e il successivo trasferimento, a seguito della frequentazione del relativo Corso Dirigenziale, presso la Questura di Agrigento dove dirigerà la Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale e dell’Immigrazione.
Sono questi gli anni in cui il Centro di Accoglienza di Lampedusa viene travolto da centinaia di sbarchi di profughi in fuga dai propri territori martoriati da guerre civili.
Le sue capacità organizzative e le attitudini alla direzione di importanti servizi di ordine e sicurezza pubblica, inducono il Dipartimento della Pubblica Sicurezza a inviarlo in missione, per quattro anni, presso il Centro di Lampedusa, dove gestisce le criticità connesse al fenomeno migratorio.
Nel giugno del 2010 viene promosso Vicario del Questore di Trapani. Incarico che ricoprirà fino al 1° agosto 2014.
Dall'agosto 2014 assume le funzioni di Vicario del Questore di Palermo distinguendosi per i delicati servizi di ordine pubblico che coordina e sovrintendente nella complicata realtà del capoluogo siciliano.
Nel marzo 2016 viene promosso Dirigente Superiore e nel mese di ottobre assume la guida della Questura di Benevento
Dal 1^ maggio è Questore di Taranto.

 

Published in Cronaca

Il prossimo 5 maggio comincerà il mese del Ramadan per i fratelli musulmani e, come accade ininterrottamente dal 2015, l’associazione Salam promuoverà sul territorio tarantino i festeggiamenti del mese sacro.

Quest’anno il filo portante della manifestazione sarà sempre improntato sull’idea di dialogo interreligioso e multiculturale, ma, malgrado i notevoli sforzi dell’ong jonica, varierà lo scenario nazionale ed internazionale in cui prenderà vita. Proprio in virtù della profonda modifica al sistema di accoglienza, in seguito ai duri attacchi che lo stesso ha continuato a subire (sia verso il diritto di accedere nel territorio europeo che nei confronti di chi, con grandi sforzi e forti impedimenti statali cerca di agire), l’Associazione Salam ha deciso quest’anno di non montare una tenda come ogni anno, perché mai come in questa stagione, la tenda potrà essere ritenuta rappresentata da realtà come Riace, San Ferdinando, le campagne foggiane, i centri chiusi e tutti i non luoghi che ci circondano. Il concetto di “tenda di Abramo” in questo 2019 è rappresentato dal nostro Paese che, come la tenda, dovrebbe continuare ad essere aperto da tutti i lati e favorire l’accoglienza di chi fugge da guerre e condizioni di vita inumane.

Così, come associazione, abbiamo pensato di essere presenti nelle baraccopoli del nostro territorio, laddove sono confinati tutti coloro per legge non hanno più diritto ad essere accolti. Quelle periferie territoriali che, spesso, coincidono con le periferie della nostra mente, nelle quali alberga tristezza e disperazione. Salam proverà a ripartire da lì, dunque, da quelle baracche che questo paese crea in una caccia alle streghe in cui spesso a rimanere schiacciate sono le speranze delle persone che hanno riposto tutta la loro fiducia nel sogno europeo. A preparare pasti ai senzatetto saranno gli ospiti dello SPRAR di Martina Franca, quei “fortunati” che sono in accoglienza e che sanno molto bene cosa potrebbe significare perderla per un assurdo gioco delle parti.

Ogni venerdi la cena verrà offerta da Salam a più di 300 fratelli collocati tra Metaponto e Ferrandina e come ogni anno verranno donati i consueti vestiti nuovi a fine festa. Chiunque volesse prendere parte all’iniziativa potrà recarsi nella sede di Taranto in via Anfiteatro 219 e lasciare la propria disponibilità o contributo.

Published in Cronaca

“La famiglia cambia: anziani e giovani patto tra generazioni” e “La fragilità degli anziani, sovvenire e sostenere, per una società dell’accoglienza”. Queste le due tracce su cui si sono mossi i giovani di Taranto che hanno partecipato alla X edizione del concorso in memoria di mons. Motolese, fondatore della Cittadella della Carità. Tre le sezioni destinate: Scuola secondaria di secondo grado, corso di laurea delle Professioni Sanitarie, Lumsa.
La cerimonia di premiazione si terrà alle ore 10.30 di sabato 4 maggio 2019 e sarà presieduta dall’arcivescovo di Taranto mons. Filippo Santoro.
Nell’Auditorium della Fondazione Cittadella della Carità si riuniranno gli studenti che hanno partecipato al concorso, presentando lavori sotto la forma di elaborato scritto o multimediale. L’obiettivo è far conoscere alle giovani generazioni non solo la figura di mons. Motolese, ma anche la sua ultima opera, la Cittadella della Carità, presente sul territorio da più di trenta anni. Il presidente della Fondazione Salvatore Sibilla sottolinea la necessità di comprendere il rapporto esistente tra giovani ed anziani. “Come si caratterizza la società contemporanea, così mutata nel corso degli ultimi lustri – spiega – per quanto attiene a relazioni, valori, legami, accoglienza? Noi attraverso ciò vogliamo contribuire ad una riflessione sollecitando le giovani generazioni su argomenti di frontiera quali la vecchiaia e la fragilità. C’è un forte richiamo al Sinodo dei giovani che si è tenuto lo scorso anno. Il nostro Arcivescovo mons. Santoro nelle sue linee pastorali ha offerto una scelta preferenziale per le giovani generazioni, una Chiesa in uscita e una particolare predilezione per i giovani”.
Attenzione e valorizzazione delle giovani intelligenze della nostra comunità, che negli anni hanno presentato molti ed interessanti spunti di riflessione sulle tematiche scelte. Se ne parlerà sabato prossimo grazie alla Fondazione Cittadella della Carità, che da dieci anni investe sui ragazzi del territorio.
Di mons. Motolese traccerà il profilo prof. mons. Marco Gerardo, docente presso l’ISSR Guardini.
Tutta l’attività è realizzata in collaborazione con l’Arcidiocesi di Taranto e rientra nelle manifestazioni dedicate al Santo Patrono.

Published in Sociale&Associazioni

Venerdì 3 Maggio alle ore 10.30, presso la Sala Conferenze del PalaMazzola di Taranto, sarà firmato lo statuto per la costituzione del Comitato Promotore per la candidatura di Taranto ai XX Giochi del Mediterraneo.

In tale occasione, saranno illustrate le motivazioni e gli obiettivi del progetto nell’ambito del Piano Strategico «Taranto Futuro Prossimo».

Saranno presenti il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il Sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, l'Assessore regionale allo Sviluppo Economico Cosimo Borraccino, l'Assessore regionale allo Sport Raffaele Piemontese, il Presidente del CONI Puglia Angelo Giliberto e il Commissario Straordinario dell’ASSET Elio Sannicandro.

Published in Cultura

L’Europa è una fabbrica di regolamenti e direttive, spesso poco condivisibili, talvolta persino contrastanti con gli interessi nazionali, o è, invece, un’enorme opportunità che finora non è stata compiutamente colta dal nostro Paese, spesso a causa di una burocrazia poco efficiente e di una impresa non adeguatamente attrezzata e supportata?

Di certo la percezione che hanno i cittadini della Europa non è positiva, come ha dimostrato nel Regno Unito la Brexit, laddove i separatisti inglesi hanno avuto buon gioco nel convincere una opinione pubblica poco informata, se non proprio disinformata e ostaggio di pregiudizi.

 Sono alcuni dei temi di cui si discuterà a Taranto nel convegno “Rebranding Europe: comunicare ai cittadini europei i vantaggi e le opportunità di una Europa Unita nelle difficoltà della vita quotidiana”, un evento organizzato dalla Loggia “Europa” n. 1444 all’Oriente di Taranto del Grande Oriente d’Italia.

La manifestazione si terrà, con ingresso libero, alle ore 17.30 di sabato 4 maggio, presso l’Hotel Mercure “Delfino” in viale Virgilio n.66 a Taranto; il convegno gode del patrocinio del Grande Oriente d’Italia e del Collegio dei Maestri Venerabili di Puglia.

I lavori, moderati dal giornalista Marco Amatimaggio, saranno aperti dai saluti dell’avvocato Gianluca Galluzzo, Maestro Venerabile dalla Loggia “Europa” n. 1444 di Taranto del Grande Oriente d’Italia.

Relazioneranno poi l’ingegnere Domenico Laforgia, professore ordinario di Sistemi per l'Energia e l'Ambiente dell'Università del Salento e direttore del Dipartimento Sviluppo Economico, Innovazione, Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Puglia, il dottor Stavros Papagianneas, direttore della StP Comunications ed ex direttore della Comunicazione dalla Commissione Europea e, infine, il dottor Michele Carriero, dottore commercialista esperto in finanziamenti europei e consulente aziendale.

 Il titolo della manifestazione è ispirato al libro “Rebranding Europe” pubblicato, nel marzo del 2017, da Stavros Papagianneas; il relatore al convegno di Taranto ha un'esperienza ventennale nelle comunicazioni EU, avendo ricoperto diverse posizioni come responsabile della comunicazione presso la Commissione europea e addetto stampa e portavoce presso varie missioni diplomatiche a Bruxelles.

Nel suo volume Stavros Papagianneas analizza i motivi per i quali negli ultimi lustri l'Unione europea non è stata capace di comunicare positivamente questioni che riguardano la vita quotidiana dei suoi cittadini, creando così l'impressione di non tener conto delle esigenze dell'uomo, della donna e del bambino medio europei.

Oltre ad ospitare contributi di opinion leader di fama mondiale, nel suo libro Stavros Papagianneas propone anche una sua ricetta affinché il “brand Unione Europea” venga finalmente percepito in modo positivo e costruttivo dai cittadini, mediante una profonda operazione di “rebranding” che deve coinvolgere anche i media e i social network per comunicare, in modo semplice e chiaro, qual è il valore aggiunto della UE per la vita quotidiana dei suoi cittadini.

Published in Cronaca

«Presto renderemo operativo il centro anziani di Lama».

L’assessore ai Lavori Pubblici Massimiliano Motolese annuncia così l’avvio della procedura di affidamento dell’incarico per la progettazione dei lavori, necessari a completare l’opera presente lungo la Circonvallazione dei Fiori, e per il conseguente collaudo tecnico.

«Una struttura di fatto ultimata – ha chiarito Motolese –, ma mai consegnata alla collettività, che è stata purtroppo oggetto di vandalismo. Attraverso questo incarico individueremo puntualmente i costi da sostenere per rendere fruibile il centro, il professionista individuato ci ha assicurato una consegna dei dati in tempi brevissimi». Una procedura che parte spedita, tanto che gli uffici della direzione Lavori Pubblici hanno già predisposto gli atti per l’individuazione dell’operatore economico che dovrà eseguire i lavori.

«Sono soddisfatto a metà – ha concluso Motolese – perché lo sarò completamente solo quando vedrò la struttura operativa. La città ha bisogno di segnali evidenti, infatti, e la mia missione è proprio concretizzare questa prospettiva. Che posso esercitare solo grazie alla capacità dei dipendenti della direzione Lavori Pubblici, che nonostante il numero esiguo non difettano di impegno e buona volontà».

Published in Salute&Benessere

È tutto pronto. Da domani per due giorni Taranto sarà la capitale dell’odontoiatria. Ferve l’organizzazione del primo Congresso Internazionale di Odontoiatria della Magna Grecia, che si svolgerà nel capoluogo jonico domani venerdì 3 e sabato 4 maggio a partire dalle ore 9 (registrazione dei partecipanti alle 8.30).

L’evento formativo è organizzato dall’Associazione O.C. Continuing Education Courses con il patrocinio del Comune di Taranto, dell’Ordine dei Medici di Taranto, dell’Associazione Italiana Odontoiatri e della SIOI Società Italiana per l'Organizzazione Internazionale e assicurerà il conseguimento di crediti ECM.

Al centro delle giornate di studio ci saranno i “Moderni orientamenti diagnostici e terapeutici in odontoiatria e utilizzo delle nuove tecnologie 3D”. Il congresso si svolgerà presso il Centro Eventi Educativi presso l’Aula “Giovanni Paolo II” in Piazza Santa Rita e affronterà, con un approccio globale, i temi dell’Odontoiatria moderna con particolare riguardo a implantologia, ortodonzia, protesi ed estetica. Una attenzione specifica sarà dedicata alle nuove sfide imposte dalle strumentazioni diagnostiche e dalle tecnologie digitali 3D e 4D di ultima generazione: una finestra aperta verso la medicina del terzo millennio e la necessità di confrontarsi in modo costruttivo e proficuo con le terapie tradizionali.

«Le tecnologie – sottolinea il presidente del Comitato Scientifico, dott. Andrea Masciandaro – avanzano sempre più velocemente e portano con sé autentiche rivoluzioni, richiedendo un aggiornamento costante e continuo. L’obiettivo del congresso è quello di evidenziare lo stato dell’arte della professione odontoiatrica con strumentazioni ormai accreditate ma non ancora completamente acquisite. Relatori di fama nazionale ed internazionale ci aiuteranno a comprendere meglio questi passaggi epocali». L’Associazione Orthodontic Clinic ha puntato su Taranto, la città in cui svolge le proprie principali attività. «E’ una scommessa in termini di promozione culturale del territorio – prosegue Masciandaro -. E’ un modo per esaltare le bellezze della città dei Due Mari, spesso ingiustamente disconosciute».

Tantissimi i nomi illustri, che hanno assicurato la propria partecipazione all’evento: a partire dal presidente del congresso prof. Giuseppe Marzo. Tarantino, 57 anni, è professore di prima fascia dell’Università degli Studi dell’Aquila e direttore della Scuola di Specializzazione in Ortognatodonzia dello stesso ateneo.

Non mancherà un aspetto benefico: una parte del ricavato della “due giorni” di studi sarà destinato ad una casa famiglia e ad istituzioni similari.

Le iscrizioni sono ancora aperte: prenotabili gli ultimi posti disponibili. Per informazioni ed iscrizioni gli interessati possono rivolgersi alla signora Luisa Vitiello (tel. 335-5619628, mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

Published in Salute&Benessere

Nei giorni 3 e 4 maggio 2019, il Comando della Stazione Aeromobili della Marina Militare di Grottaglie (MARISTAER), con il patrocinio del Comune di Grottaglie, ospiterà una mostra pittorica di Antonello Portento, un giovanissimo pittore pugliese inserito nel Catalogo dell'Arte Moderna Mondadori, le cui opere, caratterizzate da una forte espressività e creatività artistica, hanno già riscosso grande apprezzamento a livello nazionale ed internazionale.

In tale occasione sarà anche effettuata una raccolta fondi per beneficenza a favore di alcune associazioni ed enti che operano nel campo dell’oncologia pediatrica, delle malattie rare e dell’assistenza ai disabili contribuendo a rafforzare, attraverso il binomio arte-beneficenza, il legame della Forza Armata con la popolazione civile.

Inoltre, sabato 4 maggio, “Open day” della Maristaer, i visitatori della mostra avranno la possibilità di vedere da vicino i velivoli a decollo corto e atterraggio verticale AV-8B e i modernissimi elicotteri SH-90. Sarà inoltre possibile vivere un’esperienza di volo sul simulatore dell’elicottero AB-212.

Il tutto rientra in una serie di iniziative nell’ambito del trentesimo anniversario dell’entrata in vigore della Legge 1 febbraio 1989, n. 36 che ha previsto l’ “Utilizzo da parte della Marina militare di aerei imbarcati”, e che di fatto ha dato origine alla componente aerotattica della Marina.

Gli eventi si articoleranno secondo il seguente programma:

3 maggio 2019 – alle ore 18:00 – Inaugurazione mostra (su invito)

4 maggio 2019 – dalle ore 10:00 alle ore 16:00 – Open Day a favore della popolazione civile

All’inaugurazione della mostra prenderanno parte numerose autorità locali, a conferma della tradizionale vicinanza delle Istituzioni e della città di Grottaglie alla Marina Militare.

Published in Cronaca

Il primo appuntamento della rassegna vedrà impegnato nella sala conferenze, Nello Scavo, giornalista di Avvenire, reporter internazionale e corrispondente di guerra. Interverrà sul tema: “Per te nessuno è straniero. Il Mediterraneo, i rifugiati, le nostre terre”. Con il giornalista dialogheranno Riccardo Pagano, Ordinario di Pedagogia del Dipartimento Ionico Uniba, Patrizia Capobianco - DS CPIA Taranto Valerio Giambersio - Fondazione Città della Pace Potenza. La conferenza sarà presentata da Lino De Guido.

“Sono grato agli organizzatori e alla città che si apre a questa necessaria iniziativa”, ha detto il giornalista. “Da Taranto e dal mare arrivano voci di chi chiede riscatto e dignità. Dai lavoratori traditi ai migranti in fuga dai lager libici. Voci che hanno bisogno di essere ascoltate e raccontate, ma che incontrano anche strumentalizzazioni e menzogne. La cultura, se vuole essere tale, non può sottrarsi a questa vocazione. Perciò spero di portare negli incontri anche la narrazione di quella che Papa Francesco ha definito "Terza guerra mondiale combattuta a pezzi", contro la macchina delle fake news di cui si servono poteri forti e interessi occulti”.

Alle 19 il programma prevede nella sala Celestino V la presentazione de “La babele del mare” di Debora Marinelli di FaLvision Editore e “Canti di terra e di mare”, Mario Pennelli, FaLvision Editore.
Alle 20 Nel Cortile, reading a cura del liceo “Battaglini” con “Gita al
faro” di Virginia Woolf. Nella passata edizione il tema fu quello della navigazione. Quest’anno al centro della rassegna culturale ci sono i fari e – in particolare – il faro di San Vito che, proprio nel 2019 compie 150 anni di vita. A seguire “I fari sono simili ai templi del Mediterraneo – Predrag Matvejević”. Annamaria “Lilla” Mariotti, Presidente dell’Associazione Culturale IL MONDO DEI FARI racconterà “Storie e leggende di mare: tonnare, fari e faristi”. Saranno presenti anche il capitano Stefano Cappelli, comandante della zona fari dello Jonio e del basso Adriatico della Marina Militare Italiana, Filippo Abena farista del Faro Capo San Vito, Ilenia Gallo proloco Faro Capo San Vito. L’evento sarà presentato da Rosangela Martongelli, Presidente della Lega Navale sezione di Taranto.
La serata proseguirà alle 21 nella sala conferenze con la presentazione della Race For The Cure per la lotta ai tumori al seno che si terrà a Bari dal 17 al 19. Saranno presenti il dottor Giuseppe Melucci, Angela Aruanno e Loredana Semeraro.

Published in Cultura
Pagina 1 di 2

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , d.ssa Valentina D'Amuri

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk