Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Lunedì, 06 Maggio 2019

Stamane il Sindaco Melucci ha avuto l’onore e il piacere di accogliere a Taranto il grande Javier A. Zanetti, uomo di valori e spiccata sensibilità verso i più giovani ed i più deboli, in Italia e all’estero, prima ancora che indimenticato campione di sport. Javier Zanetti è stato accompagnato in città dal tarantino Dino Ruta, professore presso la SDA Bocconi di Milano sui temi dello Sport Management.

Il Sindaco ha testimoniato al campione argentino l’abbraccio di tutta la comunità ionica e assicurato a lui e al tarantino Ruta il pieno sostegno verso i numerosi progetti sociali che la Fondazione Sport4Talent guidata dalla famiglia Ruta - in collaborazione con la Fondazione PUPI di Javier e Paula Zanetti - intende avviare a Taranto, specie nelle periferie più sensibili.

Gratitudine per la scelta di Taranto e per l’impegno profuso in questo contesto l’Amministrazione comunale ha avuto modo di esprimerla anche nei confronti di Don Emanuele Ferro, tra gli organizzatori dell’evento odierno e coordinatore locale dei citati progetti, insieme ad Angela Ruta, attraverso i quali tutti gli attori si augurano di contribuire presto al contenimento del disagio dei più giovani e al rilancio delle loro aspirazioni, sportive, educative e persino professionali.

Il Sindaco Melucci ha dato appuntamento nelle prossime settimane, al fine di studiare la possibilità di stringere una convenzione in grado di agevolare la programmazione e lo svolgimento dei progetti sociali basati sullo sport previsti nel territorio ionico.

Published in Cronaca

Onda, Osservatorio Nazionale sulla salute della donna e di genere, in occasione della Festa della mamma, promuove un open day dedicato alle malattie reumatiche autoimmuni.

Gli ospedali aderenti del network Bollini Rosa, e i centri di reumatologia, oltre a dedicare momenti informativi come consulenze, colloqui, conferenze, info point con il supporto e la distribuzione di materiali divulgativi, nella giornata del 10 maggio (festa della mamma) offriranno gratuitamente alla popolazione femminile servizi clinico-diagnostici ed esami strumentali.
Presso l’ospedale SS. Annunziata di Taranto, a causa della concomitanza della festività Patronale di San Cataldo, l’open day si svolgerà sabato 11 maggio.
Le malattie reumatiche autoimmuni causano disturbi a carico dell'apparato locomotore ed in generale dei tessuti connettivi dell'organismo. Rappresentano un gruppo estremamente eterogeneo di malattie e si presentano con espressione e gravità differenti, colpendo più di 3,5 milioni di italiane. Inoltre, spesso esordiscono in età giovane impattando sulla qualità della vita, sulla salute riproduttiva e sulla pianificazione familiare.
A tal proposito, in occasione dell’open day, sarà distribuita la brochure informativa “Malattie reumatiche autoimmuni. Dalla pianificazione familiare alla genitorialità”, scaricabile gratuitamente dal sito di Onda (www.ondaosservatorio.it).
La giornata sarà supportata anche dalle associazioni dei pazienti che presenzieranno nei vari ospedali, ove possibile, con stand informativi per affiancare e orientare le donne.
I servizi offerti dagli ospedali saranno consultabili a partire dal 29 aprile, sul sito www.bollinirosa.it dove sarà possibile visualizzare l’elenco dei centri aderenti con indicazioni su orari e modalità di prenotazione.
A Taranto le prestazioni saranno effettuate presso l’ambulatorio di Reumatologia, al primo piano del Padiglione Vinci, dalle ore 10 alle ore 14 e potranno essere prenotate al numero 099/7786255 da lunedì 29 aprile a martedì 7 maggio, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 11.

 

Published in Sanità

"La Piazzetta di Via Lombardia angolo Via Trentino - scrivono i consiglieri comunali di Art.Uno, in una interregoazione urgente  - versa in uno stato di degrado dovuto alla presenza di erbacce e rifiuti vari con i quali di giorno convivono i bambini che frequentano i giochi. Ma nelle ore serali la piazzetta è completamente abbandonata a causa della continua presenza di numerosi giovani che, in più occasioni e con azioni vandaliche hanno provocato problemi alla pubblica illuminazione e sostano al buio fino a tarda notte con schiamazzi e comportamenti poco consoni ad un luogo pubblico.

A poco sono valse le proteste dei vicini che, da questi incivili frequentatori, hanno ricevuto risposte minacciose tant’è che, più volte, si sono rivolti agli uffici comunali e alle forze dell’ordine senza ottenere i risultati sperati, tra i quali, almeno il ripristino dell’illuminazione per tentare di limitare la loro sgradita presenza. Di fatto, da circa un mese, la predetta piazzetta è completamente al buio e i cittadini interessati hanno più volte richiesto il ripristino dell’illuminazione al numero verde del Servizio segnalazione guasti pubblica illuminazione e semafori. La risposta ricevuta a tutte le segnalazioni è sempre quella di “girare la richiesta alla ditta preposta” senza comunque vedere il risultato sperato."

A tal proposito gli scriventi chiedono se codesta Amministrazione  è a conoscenza della situazione sopra descritta e del disagio provocato ai residenti della zona e quali siano le determinazioni che l’Amministrazione comunale intende assumere per porre fine al degrado e ripristinare la completa funzionalità della suddetta  Piazzetta.

Published in Politica

MOTTOLA – “La Xylella fastidiosa è dietro l’angolo e la impari a conoscere solo quando te la ritrovi in casa”. Così, il presidente della Federazione Coldiretti Taranto Alfonso Cavallo, durante il convegno tenutosi presso la sala convegni di Mottola, ha voluto sottolineare la necessità di prevenire e contenere la diffusione del batterio, che sta portando in Puglia alla distruzione degli ulivi. 

Un patrimonio che, come ribadito dall’assessore all’Ambiente Giuseppe Scriboni, “rappresenta la nostra identità e la nostra ricchezza da un punto di vista economico, ambientale, turistico oltre che affettivo”.
L’incontro, aperto dal presidente Coldiretti Mottola Francesco D’Onghia, è servito a fare corretta informazione sulla Xylella fastidiosa sottospecie PaucaST53, che provoca il disseccamento rapido degli ulivi. Secondo le ultime attività di monitoraggio e la nuova demarcazione dell’area infetta, il batterio ha già colpito la provincia di Taranto. Infatti, il territorio di Mottola in parte già rientra nella zona cuscinetto. “Non è stata ancora individuata una soluzione al problema, ma se ne può frenare la diffusione”, ha evidenziato Aldo Raffaele De Sario, direttore Federazione Coldiretti Taranto – Brindisi.
“Diffidate da chi vi dice che il contagio da Xylella si può evitare. Il primo passo da compiere per affrontare quest’emergenza è creare un argine alla disinformazione e l’errore che sino a oggi si è commesso è stato quello di considerare la Xylella come un problema distante”. Così ha iniziato il suo intervento il professor Franco Nigro del Dipartimento di Scienze del suolo, della Pianta e degli Alimenti dell’Università degli Studi di Bari. Ha voluto descrivere le caratteristiche della Xylella, spiegando come si tratti di un batterio che non produce spore di resistenza, che non si diffonde autonomamente né per contatto né per diffusione aerea. Si diffonde attraverso un vettore, nella fattispecie il Philaenus spumarius, meglio noto come “sputacchina media”. Il batterio è stato trovato anche sull’amaranto, che è una delle piante infestanti più radicate dalle nostre parti.
“Non esiste una cura e tutti i tentativi che sino ad oggi sono stati messi in campo per salvare le piante di ulivo sono serviti solo ad aumentare il dispendio di risorse economiche da parte dei proprietari e ad allungare semplicemente l’agonia delle piante stesse. Le uniche azioni, che al momento, possiamo mettere in campo – ha detto Nigro - sono il monitoraggio, che serve a conoscere lo status della diffusione del batterio e la prevenzione che è prioritaria per contenere la diffusione del batterio attraverso il controllo del vettore e l’eradicazione delle piante infette”.
“Ciò non esclude – ha detto De Sario - che in questa emergenza si pensi a sperimentazioni che possano servire a verificare la resistenza di alcune cultivar al batterio”.
Ecco spiegata in sala anche la presenza di Giovanni Melcarne (presidente del Consorzio di Tutela Dop Terra D’Otranto). La sperimentazione, oltre a confermare i fenomeni di resistenza della cultivar Leccino, hanno dimostrato un’ulteriore resistenza della Favolosa al batterio. Si sta tentando la strada degli innesti e quello a corona è quello che sta dando maggiori risposte in termini di attecchimento. Sono solo tentativi sperimentali messi in campo nei territori di Presicce e Ugento dallo stesso Melcarne.
A chiusura del convegno, l’appello del presidente Cavallo: “Che la nostra generazione non sia ricordata per la distruzione del patrimonio secolare degli ulivi e che ci sia da parte di tutti l’impegno affinchè questo non avvenga”.

Published in Cronaca

Approvata all’unanimità una risoluzione in Commissione Trasporti che impegna il ministro Toninelli all’emanazione di un decreto attuativo atteso da ben 9 anni. Soddisfatto per la formulazione condivisa tra tutte le forze politiche il capogruppo Scagliusi (M5S)

Vedrà finalmente la luce il decreto attuativo, atteso da anni, che regolerà l’utilizzo corretto degli autovelox e la disciplina di trasparenza dei proventi delle multe per gli enti locali. È l’impegno che il Governo Conte ha preso dalla Commissione Trasporti della Camera dove è stata approvata all’unanimità la risoluzione proposta dal deputato Baldelli (FI).

“L’esser giunti ad una formulazione condivisa tra tutte le forze politiche rappresenta un importante risultato per il lavoro della Commissione Trasporti – commenta il deputato pugliese Emanuele Scagliusi, capogruppo M5S – Normeremo sia il corretto utilizzo degli autovelox, stabilendo modalità chiare e non vessatorie, e sia i criteri di trasparenza della destinazione dei proventi delle multe da parte degli Enti locali, un tema su cui ci siamo battuti fin dalla scorsa Legislatura e che regolamenteremo ulteriormente con la legge di modifica del Codice della Strada all’esame della Commissione Trasporti. Come assicurato dal ministro Danilo Toninelli e dal sottosegretario Dell’Orco – prosegue Scagliusi (M5S) – il decreto attuativo predisposto dal Ministero dei Trasporti sarà presto all’esame della conferenza unificata, a conferma dell’attenzione del Movimento 5 Stelle e del Governo verso questi temi e verso una norma attesa addirittura da nove anni”.

Published in Politica

I sapori pugliesi e l'arte ceramica grottagliese incontrano i vini dei Colli Orientali friulani di Dario Coos. La condotta Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche, in collaborazione con il ristorante La Luna nel Pozzo, organizza il 16 maggio, alle ore 20.45, una degustazione enogastronomica che avrà come protagonisti quattro vini friulani e i piatti della tradizione pugliese.
Dagli incantevoli colli friulani di Ramandolo, quindi, le bottiglie prestigiose giungono a Grottaglie per riunirsi all'arte figulina, nella degustazione che metterà insieme il gusto di due territori diversi del Paese. In assaggio, ci saranno: Ribolla Gialla, Friulano, Schioppettino e Ramandolo di Dario Coos, abbinati ai piatti realizzati dallo chef Manolo Ghionna della Luna nel Pozzo, per questa ghiotta occasione per la prima volta in Puglia. Non sarà solo una cena, ma un viaggio nel mondo dei vini friulani sotto la guida del sommelier e degustatore Claudia Costone, che racconterà storia e caratteristiche delle etichette in degustazione.
L'avvocato Luca Francescon dell'azienda Dario Coos dichiara che l'impegno della cantina è "produrre vini d'eccellenza da varietà storiche locali, in un territorio difficile ma per questo unico come i Colli Orientali del Friuli. Tecnologie e rispetto della tradizione ci rendono i veri custodi del nostro territorio".
Commenta lo chef Manolo Ghionna: "Abbinare sapori di terre lontane geograficamente è importante per valorizzare le produzioni dei diversi territori. Un grazie a Franco Peluso, fiduciario della condotta Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche, per questa occasione, che esalterà il gusto e le tipicità del Friuli e della Puglia".
Informazioni e prenotazioni: La Luna nel Pozzo via L. Da Vinci 4, Grottaglie. Agevolazioni riservate ai soci Slow Food.
“Dario Coos - Vignaiolo in Ramandolo” è il nome dell'Azienda Agricola Dario Coos, che raggruppa cinque generazioni in una società fondata sul rispetto dei ritmi naturali e sulla ricerca dell'eccellenza in campo vinicolo. L'impresa enologica può contare su impianti di vinificazione all’avanguardia, ma conserva aspetti legati alla tradizione, come la vendemmia rigorosamente manuale, l'attenzione ai tempi delle stagioni e la coltivazione di uve autoctone.

Published in Cronaca

Bilancio consuntivo 2018 approvato con voto unanime dell’assemblea degli iscritti, dopo le relazioni del presidente ing. Giovanni Patronelli e del tesoriere ing. Giovanni Laterza.
Un risultato soddisfacente per il Consiglio dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Taranto che ha chiuso positivamente il primo esercizio completo della propria gestione, dopo l’insediamento avvenuto nel luglio 2017.
A quasi due anni dal debutto, dunque, la linea tracciata è positiva ed evidenzia quanto di buono seminato nei mesi intensi di lavoro dal presidente Giovanni Patronelli, dall’intero Consiglio e dalle commissioni che sono il vero braccio operativo di un macchina istituzionale e professionale il cui motore è ormai a regime.

Buoni numeri non mentono, del resto. Il Consiglio direttivo nel 2018 si è riunito 21 volte.
Gli iscritti, al 31 dicembre 2018, risultano 2106, in linea con il numero dell’anno precedente (1963 colleghi iscritti alla sez. A dell’Albo e 143 iscritti alla sez. B). 364 colleghi hanno meno di 35 anni.
Nel 2018 l’attività formativa ha registrato un picco in termini di offerta e di partecipazione.
In totale, il nostro Ordine provinciale ha organizzato, promosso o sostenuto 74 eventi formativi dei quali 28 nel primo semestre e 46 nel secondo. L’andamento del 2019 segna addirittura una crescita. Tra gli eventi realizzati nel corso dell’anno 2018 si segnalano, ma sono solo alcuni esempi, quelli su Economia Circolare, Industria 4.0, BIM, Sostenibilità ambientale, Bioedilizia, Rigenerazione urbana, Gestione emissioni odorigene, Progettazione di impianti e impianti gas medicali, Marcatura CE, SUAP telematico, Corsi abilitanti nel settore della sicurezza, Sicurezza sismica, Gestione delle acque meteoriche, Ingegneria Forense, Leadership, Deontologia ed etica professionale, Energie rinnovabili, Ottimizzazione energetica, GPDR, CertIng, Master europeo sull’acciaio, Strutture sospese, Saldature, Corso per CTU.

“L’Ordine lavora compatto per rappresentare al meglio i tre settori dell’Ingegneria: Civile, Industriale e dell’Informazione. Un lavoro interno che fa il paio con la costante cura dei rapporti istituzionali con tutti i protagonisti del territorio ionico, a cominciare dagli altri Ordini professionali e per finire con gli enti e le associazioni di categoria. Quindi, con le aziende che tutti i giorni lavorano e producono - sottolinea il presidente Giovanni Patronelli - abbiamo intensificato il dialogo e il confronto con Regione, Comune di Taranto, Provincia, Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, Politecnico, Tribunale, Autorità di Sistema Portuale, Eni, Arcelor Mittal, Ance, Confindustria, Marina Militare, Asl e, come detto, gli altri Ordini e Collegi Professionali”.

Il lavoro continua. Nelle prossime settimane sarà on line il nuovo sito internet e per il prossimo 25 maggio si annuncia un’altra grande occasione di condivisione e confronto professionale. Saranno infatti assegnate le Medaglie d’Oro dell’Ordine Ingegneri nel corso di un appuntamento i cui dettagli saranno noti a metà maggio.

 

Published in Cronaca

Prelievo multiorgano effettuato presso il Ss. Annunziata di Taranto nella giornata del 3 maggio.
Il donatore è un giovane uomo di 38 anni, L.P., deceduto a seguito di un incidente motociclistico, dopo una settimana di ricovero in Rianimazione.
Con un gesto di grande amore e rispetto della vita la famiglia, accertata la morte cerebrale, ha autorizzato il prelievo multiorgano (cuore, fegato e reni) consentendo all'equipe medica specialistica di avviare il protocollo e le procedure previsti in questi casi.
In pochissime ore sono giunti al SS Annunziata di Taranto chirurghi da Milano, Palermo e Bari, i quali hanno potuto operare, grazie al supporto medico, infermieristico e tecnico dei sanitari tarantini, diretti dal dr. Pasquale Massimilla, del reparto di Rianimazione del P.O. Centrale.
Il Direttore generale dell’Asl Taranto, avv. Stefano Rossi, nell’esprimere le condoglianze ai familiari dell’uomo, ha voluto complimentarsi con il gruppo medico del Reparto di Rianimazione: “È da encomiare - sottolinea Rossi - il gesto di generosità dei famigliari che, fornendo il consenso al prelievo, hanno saputo trasformare un dramma familiare in una nuova speranza di vita per altre persone in situazione di grave sofferenza fisica. Al contempo, va sottolineata la professionalità dell’equipe medica del Reparto di Rianimazione del SS.Annunziata, che svolge un servizio dall’importante valenza etica”.
Il collegio specialistico ha ringraziato più volte i genitori della bambina per aver dato speranze di vita ad altri pazienti. “Il primo pensiero di gratitudine e vicinanza è per familiari dello sfortunato giovane - afferma, parimenti, il dott. Massimilla -. Spero sia loro di conforto sapere che grazie alla sensibilità e umanità, da loro dimostrate, da oggi ci sono alcune persone che hanno riacquistato la speranza. Un grazie particolarmente sentito va anche ai collaboratori del reparto che con abnegazione hanno collaborato al difficile intervento, confermando l’impegno del nosocomio cittadino nel diffondere la cultura della solidarietà”.
A tale proposito l’Asl Taranto, che già dall’inizio del 2018 porta avanti una campagna di informazione sulla donazione, sta mettendo in atto, proprio in queste settimane, nelle scuole secondarie di secondo grado del capoluogo jonico, un progetto di sensibilizzazione rivolto agli alunni.
Il progetto prevede la presentazione di materiale illustrativo e il coinvolgimento delle stesse scuole in un dibattito costruttivo che verrà presenziato da esperti nel settore quali medici, psicologi e sociologi, accompagnati dai volontari dell’Aido.
Questa iniziativa nasce dal dato preoccupante stimato nell’ultimo rapporto del Ministero della Salute in cui è emerso che la Puglia, con 7.1 donatori per milione di abitanti (rispetto ad una media di 22,6), è tra le ultime regioni d’Italia per la donazione di organi e la prima per le opposizioni alla stessa. Inoltre, in seguito al progetto “Una scelta in comune”, che dà la possibilità ai cittadini di esprimere il proprio consenso alla donazione durante l’emissione della carta di identità, sono state rilevate criticità nella promulgazione di informazioni, pertanto un ulteriore obiettivo è quello di sopperire alle lacune delle istituzioni preposte.
Quest’anno, inoltre, ricorrono i 30 anni del primo prelievo di organi avvenuto presso il nosocomio tarantino, dunque questa sembra essere la migliore occasione per trasmettere l’importanza e il valore del Dono.

 

Published in Sanità
Lunedì, 06 Maggio 2019 11:30

Light Show Cataldus al MArTA

Il MArTA s’illumina in onore del santo patrono di Taranto: San Cataldo. Il Museo Archeologico Nazionale di Taranto - MArTA prosegue la sua programmazione di proiezioni- light show sulla facciata di Corso Umberto I del MArTA dedicando il tema del mese di maggio al santo patrono di Taranto, San Cataldo, in omaggio alle festività del territorio, dal 4 al 30 maggio 2019, con proiezioni all’esterno dell’edificio, tutti i giorni, dalle ore 20:00 alle ore 24:00. Il reperto che sarà proiettato sulla facciata, insieme a varie parole chiave del light show, è la croce funeraria in bronzo argentato del VII-VIII secolo d.C., proveniente da una sepoltura longobarda della cattedrale di Taranto. Il progetto scientifico-culturale è a cura della direttrice del MArTA Eva Degl’Innocenti, il progetto creativo e tecnico a cura di Provinciali srl.

Published in Cultura

"Istituto “Madre Teresa Quaranta”: ha problemi per la scuola media, ma Infanzia e Primaria non sono a rischio chiusura
Grottaglie - Il momento critico interessa solo la scuola media. Nessuna ripercussione, invece, per Nido, Infanzia e Primaria. Le Suore Missionarie del Sacro Costato si affrettano a smentire le voci di chiusura dell’Istituto “Madre Teresa Quaranta” di Grottaglie, che si sono rincorse dopo che era stata annunciata una possibile, ma a tutt’oggi non certa, cessazione della scuola Secondaria di 1° Grado.

La notizia è di pochi giorni fa e ha gettato non poco scompiglio tra il personale scolastico e le famiglie degli alunni, generando false dicerie sulla chiusura dell’intero istituto scolastico e, addirittura, sulla partenza da Grottaglie delle suore, con una presunta vendita della Casa di via Taranto.
L’Economato Generale della Congregazione religiosa, con sede a Roma, ha purtroppo dovuto constatare l’insostenibilità finanziaria del corso di scuola media afferente all’istituto grottagliese, pur avendone a più riprese colmato i costi di gestione. Le ragioni della mancata quadratura economica sono molteplici: il decremento demografico, la contrazione delle iscrizioni, l’aumento delle incombenze gestionali. Tutti aspetti insanabili con il solo importo delle rette corrisposte dalle famiglie degli alunni, che non si sommano ad altre fonti di finanziamento. Al contrario di quanto invece avviene per la scuola dell’Infanzia e per la Primaria, che sono entrambe beneficiarie delle provvidenze statali destinate alle scuole paritarie e che, anche per questo, non sono mai state a rischio chiusura.

Per il momento, l’unico effetto causato dalla questione è stato la sospensione delle iscrizioni al prossimo anno scolastico di prima media, in attesa e nella speranza di trovare soluzioni alternative di finanziamento che scongiurino la chiusura della Secondaria di 1° Grado. In questa direzione giunge la disponibilità a collaborare espressa dai genitori degli alunni alla Madre Generale della Congregazione, attraverso una lettera in cui si sottolinea la necessità di dare continuità a una scuola che, in tutti i suoi settori, si è sempre dimostrata di eccellenza. E qualcosa pare si stia muovendo, soprattutto rispetto alla possibilità di intercettare bandi pubblici per il sostegno alle realtà educative.

In questi giorni il caso è anche all’attenzione del sindaco Cirò D’Alò, al quale le suore grottagliesi hanno proposto di ospitare le classi del plesso “Don Sturzo”, recentemente dislocate al Liceo “Moscati” a causa del pericolo di crollo di parte del solaio del plesso stesso. In tal senso, un accordo di locazione a canone potrebbe avere il doppio vantaggio di dare respiro alle casse della scuola media del “Madre Teresa Quaranta” e di migliorare le condizioni delle classi del “Don Sturzo”, a cui le suore sono pronte ad offrire 6 aule con annessi servizi, 3 stanze a uso uffici e la condivisione di laboratori multimediali, palestre, servizio mensa e biblioteca. Il tutto nel rispetto della completa autonomia delle due diverse amministrazioni scolastiche.

«Siamo tutti speranzosi che la questione giunga a soluzione – auspica Suor Francesca Immacolata California, gestore dell’istituto scolastico religioso –, ma allo stesso tempo vogliamo rassicurare sulla perfetta funzionalità degli altri rami della scuola, che anzi può dimostrarsi la migliore garanzia da mettere in campo anche per il futuro della Secondaria di 1° Grado».

Published in Scuola&Istruzione
Pagina 1 di 2

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , d.ssa Valentina D'Amuri

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk