Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Martedì, 07 Maggio 2019

Stamani presso il Centro Commerciale le Porte dello Jonio è stato presentato il progetto "L'orAmica" ideato dall'Associazione Mr Sorriso e fortemente voluto dalla stessa dirigenza del Centro commerciale, nella persona del direttore Mauro Tatulli. Il fine del progetto è quello di destinare un'ora settimanale per uno shopping a basso impatto sensoriale per i bimbi "azzurri" (affetti da autismo).

Nel video servizio le interviste realizzate dalla collega giornalista Cinzia Amorosino.

Published in Sociale&Associazioni

ROMA - “Nella giornata di domani si svolgerà a Grottaglie un incontro sul tema della riconversione economica del territorio, obiettivo su cui il Governo sta lavorando intensamente, come si è evidenziato anche nell’incontro del 24 aprile scorso a Taranto. Sarà una occasione preziosa di confronto sul lavoro sin qui svolto ma soprattutto sui successivi passi da compiere.” E’ quanto afferma il deputato Gianpaolo Cassese per annunciare l’incontro sul tema Per una riconversione economica sostenibile del territorio jonico. Inizia la fase 2 che si volgerà mercoledì 8 maggio alle ore 19,30 presso la Sala Consiliare del Comune di Grottaglie, di cui sarà relatore insieme a Lorenzo Fioramonti, vice ministro del MIUR e all’avvocato Antonio Lupo, appena nominato commissario Ilva in amministrazione straordinaria con decreto a firma di Di Maio.

“Ho voluto costruire questo momento di riflessione e approfondimento per coinvolgere i cittadini, le associazioni del territorio, le istituzioni locali su tematiche imprescindibili e su cui si gioca il futuro del territorio, che purtroppo in questi mesi sono state gravemente distorte e strumentalizzate. Finalmente – prosegue Cassese - attraverso questo confronto la nostra comunità avrà l’opportunità di appropriarsi di tutte le informazioni su quanto è stato fatto di concreto dal Governo per la riconversione economica e potrà quindi diventare sempre più parte attiva del percorso avviato.

Sono convinto che solo con il contributo di tutti – conclude il parlamentare – potremo affrontare al meglio la fase progettuale che ora si è aperta e raggiungere gli obiettivi che ci siamo dati e che intendiamo raggiungere”

 

Published in Politica

“Non conosco le ragioni che hanno indotto il sindaco ad azzerare la Giunta. Non le conosco e, sinceramente, mi interessano poco. Ma, vista la situazione in cui versa la città, è auspicabile che il sindaco Melucci faccia presto e ricomponga un nuovo esecutivo”.
Così Gianni Liviano, consigliere regionale tarantino, commentando quanto accaduto lunedì scorso, quando il primo cittadino, dopo le dimissioni del vicesindaco e assessore allo Sviluppo economico e marketing, Valentina Tilgher, ha deciso di azzerare la giunta.
“Prendo atto, però, - aggiunge Liviano - che l'azzeramento della Giunta c'era già stata a giugno scorso e che, quindi, in poco meno di un anno è la seconda volta che il sindaco adotta un tale provvedimento. Non solo - aggiunge Liviano - in mezzo, tra giugno scorso ed oggi, in verità ci sono state, all'indomani dell'insuccesso elettorale alle elezioni provinciali, le dimissioni dello stesso sindaco poi revocate il diciannovesimo giorno. Nel frattempo, pochi giorni fa, il Consiglio comunale ha potuto approvare il bilancio solo grazie alla presenza in aula di un consigliere, Massimiliano Stellato, il quale, qualche mese prima, aveva firmato per lo scioglimento dell'assise cittadina. Non faccio commenti però prendo atto che la situazione è questa. Per questo chiedo al sindaco di fare in fretta, di non perdere ulteriore tempo. Serve, a mio avviso, continuità amministrativa perché troppe sono le questioni che bollono in pentola. Non possiamo dimenticare che soltanto adesso, dopo un anno di stallo, il governo ha riattivato il tavolo Cis e che, nell'incontro di Taranto, il sindaco ha presentato precise richieste per la città per cui bloccarsi in questa ulteriore fase di stallo non è opportuno. Come non mi sembra opportuno bloccare l'attività in piena emergenza ambientale, come sembrerebbero dimostrare i recenti dati, e di fronte alla possibilità che il governo riapra l'Aia nei confronti dell'ex Ilva. Per non parlare degli interventi urgenti di cui la maggior parte delle periferie cittadine ha bisogno. Ecco perché, lo ribadisco con forza, è necessario che il sindaco faccia presto, ricostituisca la giunta senza indugiare in calcoli e opportunità politiche. La città non merita questo, merita molto di più”.

Published in Politica

Taranto - Il bando visite mediche prevede l’erogazione di un contributo pari a 10 euro sulle spese sostenute dalle imprese agricole per sottoporre i lavoratori a visita medica preventiva (D.Lgs. 9 aprile 2008, n.81 e successive modifiche e integrazioni).

Nel 2017 e nel 2018 sono stati sottoposti a visita medica circa 6.200 lavoratori.

Il bando relativo all’anno 2018, la cui scadenza è stata prorogata al 30 giugno 2019, è riservato alle imprese agricole, costituite con qualsiasi forma giuridica prevista, operanti e iscritti nei ruoli INPS della provincia di Taranto che applicano il C.C.N.L. degli operai agricoli e florovivaisti nonché il relativo contratto provinciale di lavoro per la provincia di Taranto.

Per aver diritto al contributo è necessario che, all’atto della presentazione della domanda ricorrano le seguenti condizioni:

a) nell’anno cui si riferisce la richiesta di contributo, l’impresa agricola operi e sia iscritta nei ruoli dell’INPS della provincia di Taranto;
b) l’impresa agricola sia in regola con il versamento dei contributi all’Ente Bilaterale Territoriale Agricolo di Taranto (CAC provinciale e FIMI), negli ultimi cinque anni;
c) l’impresa agricola sia in regola con gli adempimenti nel settore agricolo in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro previsti dal D.|gs.9 aprile 2008 n.81 e successive modifiche e integrazioni;
d) l’impresa che intende chiedere il contributo, deve inoltrare direttamente al Faila Ebat, a mezzo raccomandata A/R o PEC o per tramite delle organizzazioni cui abbia conferito regolare mandato, apposita domanda, utilizzando il modello allegato, compilata correttamente con tutti gli elementi richiesti, entro e non oltre il 30.06.2019;
e) il pagamento sarà erogato a mezzo bonifico bancario una volta verificato da parte dell’Ente i requisiti richiesti e il pagamento della fattura relativa al costo complessivo delle visite mediche effettuate.
Nel contempo l’Ente ha avviato un’azione di moralizzazione nei confronti delle imprese agricole affinché trimestralmente le quote CAC e FIMI previste nel contratto C.C.N.L. degli operai agricoli e florovivaisti della provincia di Taranto siano versate.

Il mancato versamento degli stessi, oltre a non consentire al lavoratore di percepire le citate prestazioni e trattamenti assistenziali, determina la decadenza dai benefici fiscali e previdenziali concessi dalle leggi di settore in favore delle imprese agricole, nonché l’impossibilità di erogare servizi e/o incentivi a sostegno dell’imprenditorialità agricola (es. contributo per visite mediche lavoratori, ecc...).

Continua pertanto l’attività dell’Ente Bilaterale Faila Ebat che eroga risorse in provincia di Taranto; per ulteriori informazioni visitate il sito: www.failaebat.it.

 

Published in Cronaca sindacale

Il consuntivo del primo quadrimestre 2019 conferma il trend di crescita.
La linea internazionale, in crescita del 17,5%, si conferma fattore strategico di sviluppo per gli aeroporti pugliesi.

Bari – Aeroporti di Puglia rende noto che nel periodo gennaio – aprile di quest’anno i passeggeri in arrivo e partenza sugli aeroporti di Bari e Brindisi sono stati 2.152.000, in crescita del +9,8 % rispetto allo stesso periodo del 2018. La linea internazionale, con oltre 687 mila passeggeri, cresce del +17,5%, mentre il dato riferito alla linea nazionale, con 1,450 milioni di passeggeri registra un +6,5%. Nel periodo in esame i passeggeri su Bari sono stati 1,48 milioni (+14,5%) e 670mila su Brindisi, dei quali 140.000 riferiti a voli di linea internazionale (+17,3%).

“L’internazionalizzazione dell’offerta e l’incremento del traffico incoming dai più importanti mercati esteri costituisce una delle linee guida della nostra programmazione strategica, dichiara Tiziano Onesti Presidente di Aeroporti di Puglia. Il risultato registrato su Bari e Brindisi rappresenta in modo evidente l’attenzione dedicata allo sviluppo della componente internazionale, la cui incidenza rispetto ai volumi complessivi di traffico diviene sempre più significativa. Attraverso la diversificazione dell’offerta e la maggiore disponibilità di collegamenti, sia diretti sia sui principali hub europei, la rete aeroportuale pugliese rafforza il proprio ruolo nel contesto degli scali del Mezzogiorno e del Mediterraneo, concorrendo al successo del brand Puglia e alla riduzione della componente <<stagionalità>> che incide sull’offerta turistica, soprattutto dell’Italia meridionale. Siamo certi che tutto ciò, unito a un complessivo miglioramento delle connessioni intermodali, in un contesto di sistema che coinvolge tutti i principali stakeholder, porterà ulteriori benefici al sistema economico e turistico di tutta l'area e con esso allo sviluppo aeroportuale.”

Il risultato dei primi quattro mesi 2019 beneficia dell’ottimo andamento del mese di aprile che, complessivamente, con 661mila passeggeri ha registrato su Bari e Brindisi un incremento del 9,7% del traffico. In particolare si segnala l’incremento del 20,2% delle linea internazionale, determinato dal +17,4% (195mila passeggeri) di Bari e dal +30,5% (59mila passeggeri) di Brindisi.

Published in Cronaca

Inaugurata la sede del comitato elettorale di Europa Verde, in via Anfiteatro 106. I candidati tarantini Eliana Baldo (capolista) e Giuseppe Barbaro in corsa al Parlamento europeo nella lista della circoscrizione Italia Meridionale, hanno presentato ai tanti cittadini e sostenitori, il programma elettorale di Europa Verde. 

Lo slogan scelto è "Non c'è un Pianeta B, non c'è una lista B" e risponde alla necessità di affrontare la questione ambientale: non esistono soluzioni alternative, bisogna agire con urgenza.

«I temi del nostro programma toccano tutti gli ambiti della vita e sarebbe riduttivo confinare l'impegno dei Verdi solo alla battaglia sull'ambiente. - ha dichiarato la capolista Eliana Baldo - La disaffezione verso le politiche europee serpeggia in tutti gli strati sociali. Ho la sensazione che la gente non senta vicino l'appuntamento elettorale del prossimo 26 maggio. Al contrario, è proprio all'interno della comunità dell'Unione europea che si decidono le nostre vite». Da qui l'invito a «esercitare coscientemente il diritto di voto e di non rinunciare a questa espressione massima di democrazia, esprimendo la preferenza per gli unici tarantini che in continuità con un percorso politico che va avanti da anni, sono rimasti coerenti».
Appello raccolto anche da Giuseppe Barbaro che aggiunge: «è in atto da parte dei media “un'operazione bavaglio” a questa campagna elettorale, nessuno ne parla. Gli organi di informazione stanno venendo meno ad un preciso obbligo costituzionale. Rispondiamo, andando in tanti a votare».
Riprendendo una citazione del Manifesto Ventottene 1941, “La via da percorrere non è facile, né sicura. Ma deve essere percorsa e lo sarà”, ribadisce la «determinazione ferma e incrollabile che porteremo fino in fondo con tutta la forza e tutte le energie. La nostra idea di Europa è equa, solidale, di accoglienza dei diversi, che siano immigrati o persone con un orientamento sessuale diverso, dei più deboli, dei più poveri. Vogliamo che venga superato l'egoismo tra gli Stati per costruire un'Europa dei popoli».

Nel corso dell'inaugurazione è stata annunciata l'adesione nazionale dei Verdi alla manifestazione che si terrà sabato 4 maggio, con raduno da piazza Gesù Divin Lavoratore, nel quartiere Tamburi. «Ci saremo e parteciperemo convintamente. - dichiarano i candidati di Europa Verde - È per noi l'ennesima esperienza di gruppo. Speriamo che a forza di stare insieme impariamo a farlo anche in altre occasione, non solo durante le marce».
Taranto, ha concluso Baldo, «deve assumere decisioni per concretizzare le tante manifestazioni di sensibilizzazione che si svolgono sul territorio. Non voglio usare la parola “cambiamento” perché è stata fin troppo abusata, ma un atto di coraggio, noi dei Verdi, adesso lo meritiamo».

 I PUNTI DEL PROGRAMMA:

Le priorità individuate dai Verdi per cambiare l'Europa sono riassumibili in dodici punti. Sulla questione “ambiente” l'impegno è «combattere i cambiamenti climatici, eliminando per gradi l’energia fossile, e promuovendo l’efficienza energetica per arrivare al 100 % di fonti rinnovabili. Tutelare i parchi, la biodiversità e il benessere degli animali». Si intende poi, «investire nell’economia verde, nella ricerca e nell’innovazione», mentre in materia di welfare, «garantire un reddito minimo dignitoso nei paesi membri».
Per Europa Verde è centrale anche il tema della giustizia: «sostenere i diritti fondamentali, la trasparenza e combattere la corruzione». Altro argomento è quello relativo ai migranti. Europa Verde vuol «difendere il diritto di asilo e istituire canali legali e sicuri per l’emigrazione».
In materia di mobilità, ispirandosi all'attivista svedese Greta Thunberg, si punta a «rendere il treno la vera alternativa all’aereo».
Altra priorità è «proteggere la salute dei cittadini, l’aria, l’acqua ed eliminare i rifiuti e l'utilizzo indiscriminato della plastica». Poi ancora, «promuovere cibo locale senza pesticidi e Ogm; allevare animali senza crudeltà».
Europa Verde vuol garantire «libero accesso all’istruzione, stage retribuiti e posti di lavoro dignitosi per i giovani» e ancora, «combattere per la giustizia fiscale riconoscendo le trasformazioni del lavoro».
Si sostiene la parità di genere impegnandosi a «combattere la violenza sulle donne». Infine, allo scopo di «promuovere la pace e lo sviluppo, bloccare le esportazioni di armi ai depositi e ai Paesi in guerra».

 

Published in Europee 2019

Decisione sofferta, ma necessaria, dovuta alla combinazione tra l’indebolimento della domanda, l’aumento delle importazioni, associati a un’insufficiente protezione commerciale della UE, elevati costi energetici e l’aumento dei costi della CO2.

ArcelorMittal annuncia oggi l'intenzione di sospendere temporaneamente la produzione negli stabilimenti siderurgici di Cracovia in Polonia e di ridurre la produzione nello stabilimento delle Asturie in Spagna. Inoltre, l’aumento previsto del livello di produzione a 6 milioni di tonnellate in ArcelorMittal Italia subirà un rallentamento a seguito della decisione di ottimizzare i costi e la qualità della produzione.

Nell’insieme, queste azioni si tradurranno in una riduzione temporanea della produzione annua di circa 3 milioni di tonnellate.

Geert van Poelvoorde, CEO di ArcelorMittal Europa - Prodotti Piani, nel commentare questa decisione ha dichiarato:

"La difficile decisione di ridurre temporaneamente la nostra produzione europea di prodotti piani non è stata presa alla leggera. Comprendiamo l'impatto che questa scelta ha sui dipendenti e sulle comunità locali. Lavoreremo per garantire che vengano adottate misure sociali volte a supportarli durante questo periodo. Queste azioni riflettono un contesto europeo caratterizzato oggi da una carenza di domanda, una situazione, questa, ulteriormente aggravata dall'aumento delle importazioni, nonostante le misure di salvaguardia introdotte dalla Commissione europea. I costi elevati dell'energia e l'aumento di quelli della CO2 contribuiscono a rendere questo scenario ancora più complesso. Stiamo collaborando con le parti interessate per chiedere che le salvaguardie siano rafforzate con l’obiettivo di impedire un ulteriore aumento delle importazioni dovuto alla continua sovraccapacità globale e a un indebolimento dell’economia nei Paesi limitrofi alla Ue, inclusa la Turchia. Continueremo inoltre a sostenere l’introduzione di misure adeguate per garantire che, in Europa, importatori e produttori sostengano gli stessi costi della CO2. L'industria siderurgica in Europa può avere un forte futuro, ma è necessario garantire parità di condizioni, affinché non venga concesso un vantaggio sleale ai concorrenti extra Europa".

A Cracovia, la produzione primaria (che comprende l’altoforno e le acciaierie) sarà temporaneamente sospesa. Il mercato siderurgico polacco è stato particolarmente colpito a causa dell'aumento delle importazioni di acciaio russo nel 2018 e di un mercato caratterizzato dai più alti prezzi dell'elettricità in Europa.

Nelle Asturie, la produzione primaria verrà ridotta. I costi dell'elettricità, infatti, sono molto alti anche in Spagna. Inoltre, il mercato dell'Europa meridionale è stato colpito da un aumento senza precedenti delle importazioni provenienti da Paesi non membri UE.

Nonostante l'introduzione nel febbraio 2019 delle tariffe di salvaguardia permanenti nella UE, si è registrato un costante aumento delle importazioni di prodotti piani in Europa. In Europa, infatti, le importazioni di questo tipo sono attualmente ai massimi storici, con le importazioni di coil laminati a caldo in aumento quest’anno del 37% a partire dal 2017 su base annua. Inoltre, il prezzo della CO2 è aumentato di circa il 230% dall'inizio del 2018, determinando un'ulteriore pressione competitiva sui produttori siderurgici europei. Nel sistema di scambio di quote di emissioni della UE (ETS), solo l'acciaio prodotto in Europa è soggetto a una tassa sulla CO2. ArcelorMittal ha già chiesto l'introduzione di misure per cui l'acciaio importato abbia gli stessi standard applicati alla CO2 per l’acciaio prodotto in Europa ai sensi dei regolamenti previsti dall'ETS.

Infine l’annuncio fatto  da ArcelorMittal - aggiungono in una nota successiva - non cambia nulla nella strategia a lungo termine di ArcelorMittal Italia: si tratta di un adattamento temporaneo agli attuali andamenti del mercato.
Ambiente e Salute e Sicurezza restano le nostre priorità assolute e non ci sarà alcun impatto sugli investimenti previsti per il piano ambientale e industriale. Continueremo a lavorare con determinazione e serietà per portare a termine tutti gli impegni presi. Inoltre, coglieremo questa opportunità per concentrarci sul miglioramento della qualità e del servizio al cliente, così da essere ancora più competitivi quando le condizioni del mercato cambieranno.

Published in Cronaca
Martedì, 07 Maggio 2019 08:27

ArmoniE di Primavera 2019 - VI edizione

Rassegna musicale abbinata alla visita di Musei e ricchezze architettoniche delle province di Brindisi e Taranto.
Gli eventi culturali programmati per la VI edizione di "ArmoniE di Primavera", con la direzione artistica della prof.ssa Palma di Gaetano, nell'anno di Matera Capitale Europea della Cultura, sono partiti dalla Regione Basilicata il 14 e 23 aprile con 2 appuntamenti a Montescaglioso (MT) e Matera per poi riprendere "residenza" nelle province di Taranto e Brindisi. Il talento dei musicisti invitati, locali e non, sarà valore aggiunto alle bellezze architettoniche che li ospiteranno nelle città di Grottaglie, Francavilla Fontana, Villa Castelli e Taranto. Si ritorna, con un festival concertistico itinerante, nel Santuario di San Francesco de Geronimo di Grottaglie, nella Sala Consiliare e nel Museo Archeologico di Villa Castelli, nel Chiostro della Parrocchia Maria SS. della Croce in Francavilla Fontana e nel Centro Storico di Taranto, al fine di incrementare e facilitare la presenza di pubblico in differenti luoghi, tutti meritori di attenzione, promozione e valorizzazione, conservando lo spirito e l'obiettivo di divulgazione musicale del progetto.
Per questo nuovo appuntamento di ArmoniE di Primavera 2019 - VI edizione, la scelta della data del 9 maggio, ore 19.30 presso il Santuario di San Francesco de Geronimo a Grottaglie (centro storico) è dettata dalla volontà di celebrare San Francesco de Geronimo a pochi giorni (11 maggio) dall'anniversario dei 303 anni della morte.
L'evento, come tutti gli altri, patrocinato dall’Assessore all’Industria Turistica e Culturale – Gestione e Valorizzazione dei Beni Culturali della Regione Puglia”, concesso con disposizione n. SP6/0000211/2019, si avvale della grande collaborazione di Associazione Anteas di Grottaglie ed è inserito nelle iniziative del Santuario per la celebrazione del Santo. La diffusione degli eventi è amplificata dalla preziosa presenza, come media partner, di Oraquadra.info della giornalista Lilli D'Amicis e dal CSV Poiesis Brindisi nell'ambito del Concorso di Idee – Promozione 2018.
I protagonisti del concerto, il cui programma spazierà dalla musica classica profana a quella sacra, saranno Sabrina Gasparini – Voce e conduzione, Gen Llukaci – Violino, Tiziano Chiappelli – Fisarmonica.
Trio Passione è il nome del trio dei tre musicisti di fama internazionale che vantano collaborazioni con artisti conosciuti a livello mondiale e concerti in Italia e all'Estero con grandi consensi di pubblico.
INGRESSO LIBERO. Info al 328.8365625

Sabrina Gasparini – Voce e conduzione, Gentjan Llukaci – Violino, Tiziano Chiapelli – Fisarmonica

GENTJAN LLUKACI – Violino Nato a Tirana, Albania il 7 Giugno 1969. Diplomato in violino presso l’Accademia di Belle Arti di Tirana con il massimo dei voti nel 1991.Ha svolto in Albania un’intensa attività concertistica, sia come solista che in varie formazioni, facendo parte dei primi violini dell’Orchestra della Radio Televisione Albanese, dell’orchestra dell’opera e balletto e della Filarmonica di Durazzo e di Tirana. Nel 1992 si stabilisce in Italia ed inizia ad insegnare presso l’Istituto Musicale di Riccione oltre a collaborare con l’Orchestra Sinfonica Marchigiana. In quegli anni intraprende una brillante attività didattica privata. Dal 1995 si trasferisce nel modenese e da allora è insegnante di violino presso la scuola di musica Pistoni di Sassuolo e nei Comuni Serramazzoni, Zocca e Modena dove si occupa di progetti di perfezionamento e master class, seguendo con successo quasi 50 allievi. Ha affiancato importanti nomi della lirica mondiale quali Dimitra Theodossiou e Fabio Arliliato e collaborato con l’attrice Maria Letizia Gorga, diretto da Pino Ammendola.Con il M° Denis Biancucci al pianoforte, forma un duo di grande successo di pubblico e critica esibendosi nei teatri italiani ed Esteri. Ha svolto attività concertistica in molti paesi quali: U.S.A., Brasile, Portogallo, Germania, Svizzera, Bulgaria, Spagna, Ungheria, Inghilterra, Repubblica Ceca, Giappone, Corea Del Sud, Costa Rica, Honduras, Sud Africa, Belgio, spesso in collaborazione con imprenditoria Italiana e Regione Emilia Romagna.

SABRINA GASPARINI – Voce Da oltre 30 anni è apprezzata Interprete di musica d’autore nazionale ed internazionale nella quale ha dimostrato la sua anima interpretativa in cui si distingue. Vanta collaborazioni con i migliori musicisti del territorio. Collaborando con Claudio Ughetti e Tiziano Chiapelli alla Fisarmonica, Gentjan Llukaci al Violino, Denis Biancucci, Stefano Malferrari al pianoforte, partecipa con Ensemble d’Autore in duo, trio e quartetto a varie rassegne musicali del nord Italia. La sua intensa ricerca interpretativa, la porta ad affrontare generi “dotti” quali canzoni ebraiche, yiddish, tango e canzoni popolari. Propone concerti tematici sulle grandi voci femminili, sui testi delle scuole cantautorali italiane e canzone d’autore internazionale. Dal 2012, Per la Regione Emilia Romagna (Presidenza Consulta Cultura) ha effettuato concerti in Brasile per promuovere la cultura musicale italiana nel mondo, esibendosi in importanti teatri di Rio De Janeiro, San Paolo ecc. Nel 2009 con Simonetta Aggazzotti costituisce l’associazione di promozione sociale e culturale SALOTTO CULTURALE AGGAZZOTTI di Modena. Dal 2010 in Piazza XX Settembre ha ideato e coordinato IL SALOTTO IN PIAZZA, Rassegna che si svolge nei mesi di Luglio e Agosto, con un enorme successo di pubblico e critica.

TIZIANO CHIAPELLI Musicista di musica jazz, tango e musica classica.
Tiziano Chiapelli, fisarmonicista di primordine a livello internazionale ha seguito corsi con il maestro Gianni Coscia e con il maestro Iller Pattaccini, corsi di armonia e direzione d'orchestra sotto la guida del maestro J.B. Pearson (Usa) ed ha studiato improvvisazione jazzistica con Thad Jones (Usa) ed armonia jazz con Phil Bailey (Usa). E' vincitore di numerosi concorsi internazionali e svolge corsi propedeutici al Centro Musicale Pie' di Castello (Trento) ed è docente della cattedra di fisarmonica presso l'Accademia di musica Moderna Città di Verona.
Ospite d'onore in appuntamenti nazionali ed internazionali.
Ha suonato nel 2003 al Musik Messe di Francoforte con il famoso jazzista americano Scott Henderson. Ha partecipato al Festival Musica '900 Trento presso la Sala della Filarmonica con Luis Bacalov (vincitore del premio oscar con la colonna sonora del film "Il Postino" di M. Troisi). Tutt'ora collabora con personaggi quali G. Coscia, Iller Pattaccini e Jose' Mascolo (arrangiatore di F. Bongusto), Lorenzo Poli, Marco Orsi, Pino Bifano, Massimo Scocca, Jeff Turner, Michael Rosen, John Vitali, Teddy Flanagan, Ezio Salfa e Giorgio Ditulio, Lee Morgan, Stefano Zanchetta, Maurizio Dini Ciacci, J.B. Pearson, Thad Jones, Phill Bailey.
Ha tenuto concerti in Slovenia, Germania, Svizzera, Austria, Repubblica Ceca, Danimarca, Bielorussia, Francia, Ungheria e Principato di Monaco. Ha collaborato con i seguenti musicisti: Bill Conti (arrangiatore e pianista U.S.A.) Tom Grant (sax, musicista jazz), Pablo Fernandez (percussionista – SPAGNA), Daniele Labelli (piano), Lello Sgnutta (basso) ecc.
Attualmente collabora, tra gli altri, con Tullio De Piscopo, Bill Conti e con altri grandi musicisti di livello internazionale.

 

Published in Cultura

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk