Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Giovedì, 13 Giugno 2019
Giovedì, 13 Giugno 2019 18:46

Confcommercio: "Le giornate della bellezza"

Primo appuntamento: ‘A SCUOLA DI BELLEZZA’, ha avuto luogo mercoledì 12, nel saloncino conferenze Confcommercio Taranto, un ciclo di conversazioni sul tema dell'economia della bellezza.

Secondo una ricerca di Terziario Donna Confcommercio, in Italia sono presenti oltre 460 mila imprese che svolgono attività turistiche, e di queste circa – quasi 1 su 3 – sono gestite da donne. Imprenditrici che sono calate in una ‘ECONOMIA DELLA BELLEZZA’, una economia del nuovo umanesimo che contribuisce notevolmente al PIL del nostro Paese. La Bellezza nel nostro paese è quasi una dimensione della nostra identità che trova nei territori e nelle città, diffuse testimonianze. Questa produzione di Bellezza determina economia ad alto valore aggiunto. Taranto è una città che faticosamente sta ri-scoprendo la sua bellezza e sta cercando di valorizzarne l’alto potenziale, pur nelle tante contraddizioni di territorio condizionato da servitù industriali e militari, e dal danno ambientale e sanitario.

«Terziario Donna Taranto su questo tema della ‘Bellezza’  intende – spiega Francesca Intermite, presidente provinciale delle imprenditrici di Confcommercio-   sviluppare un percorso nel quale saranno promosse le Giornate della Bellezza, un’occasione di confronto su patrimonio culturale, produzioni di  eccellenza, educazione alla bellezza,  relazioni umane. Un ciclo di conversazioni attraverso il quale coinvolgeremo espressioni del mondo della cultura, dell’impresa, dell’informazione con l’obiettivo di comprendere come lo straordinario potenziale della bellezza del nostro territorio possa essere una risorsa strategica di sviluppo economico e sociale»

Nel  primo incontro ‘A SCUOLA DI BELLEZZA’ è stato fatto un focus sui giovani e sul ruolo della scuola nel porre tra i suoi obiettivi l’educazione alla bellezza, finalizzata ad indicare un modello di qualità della vita per la collettività che vada oltre il concetto materiale di ‘benessere’ inteso come danaro, consumismo. Non solo ‘bellezza’ in senso filosofico/estetico, ma anche artistico e culturale e che perciò si traduce in conoscenza, tutela del patrimonio culturale, stile di vita.
Sono intervenuti  la prof. Ida Russo, docente del Liceo- ginnasio Aristosseno di Taranto ed il giornalista e critico d’arte, Silvano Trevisani. La conversazione è stata  introdotta da un video nato da un progetto di alternanza Scuola-Lavoro sul giornalismo televisivo. Si tratta di un esperimento di comunicazione filosofica in televisione, incentrato sulla lettura e il confronto tra due testi filosofici: il Simposio di Platone, un classico della tradizione umanistica, e il recente Amore Liquido di Zygmunt Bauman, opera ormai classica della post-modernità. Attraverso il racconto dei miti, le citazioni e le interviste, viene analizzato il tema dell’amore declinato in varie sfumature: il rapporto tra amore e cibo nell’antichità e nella vita contemporanea; il mito dell’amore eterno che si oppone alla precarietà della vita amorosa attuale; i figli e la famiglia; la creatività e la bellezza.
Insomma, un esempio concreto di un certo modo di fare scuola e di sensibilizzare i giovani alla cultura della bellezza. Naturalmente si andrà oltre e si cercherà di capire come la scuola possa diffondere la cultura della bellezza e creare nei giovani la consapevolezza di quanto possa essere un fulcro di sviluppo economico e sociale.

Published in Scuola&Istruzione

CARMEN di Georges Bizet - Domenica 7 luglio e LA TRAVIATA di Giuseppe Verdi - Domenica 21 luglio alle Cave di Fantiano – Grottaglie (Taranto)

La sigaraia più famosa della storia dell'opera lirica e la cortigiana parigina più celebre della letteratura musicale, tra lussi e piaceri della vita. Due donne forti, eroine dal valore simbolico ed eterno, saranno le protagoniste dei capolavori operistici che caratterizzeranno l'edizione 2019 del Festival Oltre Lirica. «Carmen» di Georges Bizet (7 luglio) e «La traviata» di Giuseppe Verdi (21 luglio) saranno i due titoli proposti dal festival pugliese, che nel cuore di luglio porterà la grande opera lirica nello scenario naturale delle Cave di Fantiano, a Grottaglie (via XXV luglio, Contrada Fantiano). Già lo scorso anno, nel giugno 2018, in quella scenografia magica immersa nella roccia, andava in scena «Tosca» di Puccini, coinvolgendo un pubblico di oltre 1300 appassionati. Biglietti in vendita sul circuito liveticket.it e all'infopoint di Grottaglie, all'interno del Castello Episcopio (infotel: 099.562.38.66).

Adesso l'obiettivo dell'associazione An.G.Eli Eventi, che organizza Oltre Lirica, è di proseguire su quel solco, dotando la Puglia e il meridione di un festival lirico che possa accogliere in un territorio così suggestivo uno spettacolo unico nel suo genere. Il festival è sostenuto dal Comune di Grottaglie, da vari sponsor privati ed ha il patrocinio dell'Assessorato all'Industria turistica e culturale, Gestione e valorizzazione dei beni culturali della Regione Puglia e Teatro Pubblico Pugliese.

Si partirà domenica 7 luglio con Carmen di Georges Bizet, l'opéra-comique in quattro quadri, su libretto di Henri Meilhac e Ludovic Halévy, tratta dalla novella omonima di Prosper Mérimée (1845). La direzione dell'Orchestra e Coro di Oltre Lirica è affidata a Gianna Fratta, tra i migliori talenti pugliesi della bacchetta, con la regia di Lev Pugliese. Nel cast principale Carmen sarà interpretata da Angela Cuoccio, Don José da Gianni Leccese, Escamillo da Francesco Baiocchi, Micaela da Cristina Giannelli. Carmen è una storia intensa e passionale in cui amore e morte si intrecciano a Siviglia, città nella quale una sigaraia sensuale e passionale ammalia un soldato devoto all’arma e alla patria. È un'opera cardine di fine '800 (la prima, a Parigi, andò in scena il 3 marzo 1875), ma resta un capolavoro senza tempo. seppur con un luogo e un’ambientazione ben precisa: la Spagna diventa una cornice fondamentale della vicenda, un “personaggio” attivo nelle passioni della protagonista Carmen. Con il suo folklore e le tradizioni l’opera di Bizet si carica di una teatralità naturale e un forte carattere, che pervadono musica e scene. Per questo diventa un'opera sempre ricca di energia ed emozioni, un flamenco tra riti religiosi e feste inebriate, segreti e passioni, gelosie e risate, vino e fuoco, sabbia e sangue.
La chiave di lettura sta nel triangolo di base tra Carmen, Don Josè e la Spagna: la sigaraia è il perno fondamentale, è lei a muovere le pedine a suo piacere, a condurre il gioco, come un serpente a sonagli, che illude con il suo fascino, per poi scagliarsi e colpire la vittima. In tal caso la vittima prescelta sarà lo stesso Don Josè, anche se alla fine, a soccombere, sarà la stessa Carmen.

L'opera di Bizet apre inevitabilmente alla riflessione di temi molto scottanti e purtroppo attuali come il femminicidio. Per questo motivo gli organizzatori realizzeranno la produzione in stretta collaborazione con «Io sono Mia», associazione di promozione sociale nata a Bitonto nel 2013 che ha come fine la prevenzione e il contrasto della violenza di genere. L'associazione ha attivato nel 2015 uno sportello informativo per le donne vittime di violenza e da novembre 2018 gestisce il centro antiviolenza «Io sono Mia», autorizzato al funzionamento ai sensi della legge regionale.
In quasi sei anni di attività «lo Sono Mia» si è distinta a livello nazionale e regionale per l'attento quanto innovativo lavoro di prevenzione svolto nel suo territorio, attraverso l'uso di strumenti culturali e artistici quali flash mob, slow mob (termine coniato dall'associazione per definire una nuova tipologia di evento artistico di piazza), eventi teatrali, spettacoli teatrali, installazioni artistiche, performance di strada, fiabe rovesciate, rassegne e laboratori per genitori e bambini, corsi di formazione nelle scuole, manifestazioni di piazza. Nel 2017 l'associazione - presieduta da Ivana Stellacci e diretta artisticamente da Elisabetta Tonon -, è entrata nella rete nazionale di «Educare alle differenze», tra le socie fondatrici. In occasione del Festival Oltre Lirica, «Io Sono Mia» svolgerà un'azione di sensibilizzazione nel territorio di Grottaglie sui temi del femminicidio che emergono dalla Carmen, tramite uno slow mob per le strade principali della città, a pochi giorni dall'evento.

Domenica 21 luglio Oltre Lirica vivrà la sua seconda tappa alle Cave di Fantiano con un altro capolavoro operistico: «La traviata» di Giuseppe Verdi trasformerà l'immaginifico scenario naturale nella corte e nell'ambiente ammaliante di Parigi. E se il titolo originale dell'opera, nell'idea primigenia di Verdi, doveva essere «Amore e Morte», a posteriori si può ben dire che l’intervento della censura veneziana dell’epoca fece un favore al compositore di Busseto, permettendo di adottarne uno ben più forte. Nella produzione di Oltre Lirica, a dirigere l'Orchestra e il Coro del Festival sarà il direttore statunitense Dennis Assaf, con la regia del Sovrintendente dell'Opera Romana di Craiova Antoniu Zamfir. Violetta Valéry sarà interpretata dal soprano rumeno Renata Vari, Alfredo Germont dal tenore spagnolo David Baños, Giorgio Germont da Francesco Baiocchi.

«Le camelie - spiega Zamfir - erano il fiore preferito e inseparabile di Marguerite Gautier, la protagonista del romanzo La signora delle camelie di Alexandre Dumas figlio, da cui Francesco Maria Piave trasse ispirazione per scrivere il libretto de La Traviata, melodramma in tre atti magistralmente musicato da Verdi. All’inizio di quest’opera lirica, Violetta Valéry porge una camelia ad Alfredo Germont in risposta alla sua dichiarazione d’amore, con la promessa che i due si rivedranno quando sarà appassita. La simbologia della camelia nell’opera di Piave/Verdi è intrecciata strettamente alla storia della protagonista. Dallo studio della simbologia di questo fiore, è nata l’idea registica che ha influenzato la scelta dell’allestimento scenografico e dei costumi. I colori, le forme, i significati portati in scena richiamano a questa passione misteriosa di Violetta per le camelie, al loro legame profondo e osmotico.La sublime danza del petalo e del calice che percorrono il ciclo vitale congiuntamente, arrivando addirittura a distaccarsi insieme dalla pianta, nella cultura orientale rappresentano alla perfezione la persistenza dell’amore e la devozione reciproca. Petali e calice, infatti, si distaccano insolitamente insieme dalla pianta dopo che il fiore è appassito, invece di scivolare a terra un petalo dopo l’altro. A seconda del colore, il significato della camelia trasmette, inoltre, un messaggio diverso, ma tutte le tonalità rappresentano l’Amore. Metafora del suo sentire, del suo vivere, del suo essere, la camelia è la quintessenza di questo affascinante personaggio e della nostra lettura della sua storia».

 

 

Tutti i dettagli di Oltre Lirica sono sul sito ufficiale www.oltrelirica.it. Biglietti in vendita su
www.liveticket.it/oltreliricagrottaglie e all'infopoint di Grottaglie, all'interno del Castello Episcopio (infotel: 099.562.38.66).

Costo biglietti:

Intero
Platea € 40,00
Settore B € 25,00
Settore A € 35,00
Settore C € 25,00

Riservato disabili e accompagnatori
Settore A prima fila € 17,50

Ridotto
Biglietti disponibili solo nei settori B2 e C2
Ridotto under 18 € 20,00
Ridotto over 65 € 20.00

Published in Spettacolo

Bruno Pastore, già assessore comunale della prima giunta Stefàno ed ex segretario provinciale Udeur, è il coordinatore provinciale di Taranto dell'associazione "C-entra il futuro" mentre l'avvocato Mario Doria sarà il presidente provinciale della stessa. La loro nomina è avvenuta su indicazione del consigliere regionale Gianni Liviano (per Pastore) e di Donato Pentassuglia (per Doria), che della neonata associazione, presentata ufficialmente lunedì 10 giugno nella sala stampa del palazzo del Consiglio regionale, sono tra i fondatori insieme ai colleghi consiglieri Fabiano Amati, Sergio Blasi, Ruggiero Mennea e Napoleone Cera.
Agricoltura, Sanità, Sviluppo economico, Ambiente, Infrastrutture e opere pubbliche, Autonomia differenziata, Cultura e turismo. Sono queste le direttrici lungo le quali intende muoversi "C-entra il futuro", luogo privilegiato di incontro, discussione, confronto ma, allo stesso tempo, anche di azione e promozione delle tematiche più importanti che attanagliano i cittadini pugliesi.
Un'idea che nasce per colmare l’assenza di posizioni su singole tematiche di merito, per accordare il linguaggio della politica con il linguaggio delle persone. Il centro e il fine ultimo dell’Associazione, hanno spiegato i sei consiglieri regionali, è rappresentato dai cittadini pugliesi e dal loro futuro, "obiettivo che si può raggiungere rompendo ogni timidezza, anche quello di una legittima e contemporanea appartenenza politica (Amati, Pentassuglia, Blasi e Mennea sono del Pd, Liviano aderisce al Gruppo Misto, Cera è dei Popolari) e partecipando".
Nessun nuovo partito e nessun retroscena. C-entra il futuro vuole essere, ha sottolineato Liviano (che ha incassato la solidarietà dei colleghi per gli attacchi e le minacce ricevute sui social per le sue posizioni sulla vicenda dei 600 bimbi nati malformati a Taranto), "un luogo dove le diversità si incontrano e diventano ricchezza, dove c'è confronto e analisi, dove i problemi si affrontano senza paura e senza soggezione, raccontando la verità e senza fornire risposte che possono piacere a secondo della contingenza del momento e della convenienza politica. Puntiamo a restituire speranza e partecipazione, a costruire bellezza, a restituire alla Puglia il senso di comunità, per ritrovarsi attorno a un'idea di comunità. Perché i partiti, come sono intesi oggi, non sono più luogo di idee e spesso corrono il rischio di entrare in asfissia".
C-entra il futuro, è stato detto nel corso della conferenza stampa, sarà un presidio d’informazione e mobilitazione contro ogni forma di chiusura in se stessi, sotto forma di egoismo dettato dalla paura o di ogni forma di autonomismo.

Published in Politica

Saranno cinque giorni tutti dedicati alla “risorsa mare”, fondamentale per la promozione e la valorizzazione del territorio: è “Pulsano a bordo!”, la manifestazione organizzata dall’Associazione “Pulsano d’A mare”.

“Pulsano a bordo!” è patrocinata dal Comune di Pulsano che, nella persona del Sindaco Francesco Lupoli, ha fortemente voluto che sul territorio si organizzasse questa importante manifestazione, realizzando una prestigiosa collaborazione con la Marina Militare, in particolare con il Comando Marittimo Sud Taranto e con l’Arsenale Militare Marittimo di Taranto.
La manifestazione è stata presentata in conferenza stampa, a Pulsano nello storico Palazzo Giannone, presenti l’ingegnere Francesco Lupoli, Sindaco di Pulsano, il Capitano di Fregata Antonio Tasca, capo Ufficio Pubblica Informazione del Comando Marittimo Sud Marina Militare, la Dottoressa Gabriella Esposito, funzionaria responsabile della Mostra Artigiana dell’Arsenale di Taranto, Alessandra D’Alfonso, Vicesindaco e Assessore comunale ai Beni culturali.

L’Associazione “Pulsano d’A mare”, attiva da tempo nella promozione del territorio, quest’anno organizza la prima edizione di “Pulsano a Bordo!”, una manifestazione che per cinque giorni – da sabato 15 a mercoledì 19 giugno – animerà la cittadina jonica.
Si inizia, alle ore 19 di sabato 15 giugno, nella Sala Refettorio del Convento dei Padri Riformati dove si terrà il convegno “Blu Economy e rilancio turistico: la sfida”.
I lavori saranno moderati da Nicla Pastore che illustrerà il programma di “Pulsano a bordo!”, per poi dare la parola per i saluti a Massimo Nicolardi, presidente Associazione “Pulsano d’A mare” e a Bianca Maria Buccoliero, dirigente dell’Istituto alberghiero “Mediterraneo”.
I lavori entreranno nel vivo con l’intervento dell’ingegnere Francesco Lupoli, Sindaco di Pulsano, che, oltre a dare il saluto dell’Amministrazione comunale, relazionerà su “Coloriamo il nostro impegno. La Bandiera Blu, Traguardo di civiltà”. In seguito interverrà il Dottor Michele Conversano, Direttore del Servizio di igiene e sanità pubblica ASL Taranto, su “Il mare più bello: Buone pratiche e controlli”, poi il Dottor Mino Borraccino, Assessore regionale allo Sviluppo Economico, su “Una scelta economica vincente: il mare” e, infine, l’Ammiraglio Salvatore Vitiello, Comandante Marittimo Sud, su “Blue Economy, il ruolo della Marina Militare Italiana”.
La serata proseguirà poi nella suggestiva cornice del Chiostro del Convento con il vernissage della “collettiva” con opere di artisti locali e, soprattutto, l’inaugurazione della mostra con i cimeli di importante valore storico-culturale messi a disposizione dalla Mostra Storico-Artigiana dell’Arsenale Militare Marittimo di Taranto: a quarant’anni dalla nascita di questa raccolta di oggetti e di documenti che testimoniano la storia dell’Arsenale e delle sue maestranze – la Mostra-Artigiana fu costituita nel 1979 – è la prima volta che alcuni cimeli vengono esposti in un’altra location. Le due esposizioni saranno visitabili fino a mercoledì 19 giugno.
Dopo le performance di “Danza Pliè” di Mimma Melchiorre e di “Todo Dance” di Andrea Marinò, l’evento si concluderà con un momento conviviale a cura dell’Istituto Alberghiero ”Mediterraneo”.

“Pulsano a Bordo!” proseguirà il giorno seguente in piazza Castello dove, alle ore 20.00 di domenica 16 giugno, ci sarà lo spettacolo “Pulsano a Bordo: Mare Luce Storia” che, ideato e diretto da Celeste Todisco, sarà condotto da Nicla Pastore.
Lo spettacolo sarà introdotto dalla “voce narrante” di Pino Tramontano, mentre il programma sarà presentato da Franca D’errico, per poi iniziare con la performance della Scuola di danza “Danzanima” di Alessandra Ecclesia cui seguirà la presentazione degli artisti della mostra collettiva.
Sul palco si alterneranno con sketch gli attori della Compagnia teatrale dell’Associazione “Affinità Elettive”, presidente Rina Bello, e della Compagnia teatrale “Gli Amici del Vernacolo” di Giovanna Battiato.
Ci sarà poi uno spazio di approfondimento dedicato alla solidarietà, in particolare ai bambini, con gli interventi di Dora Tagliente, presidente dell’associazione “Delfini e Neonati” di Taranto, e del Dottor Oronzo Forleo, Direttore della Struttura Complessa Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale dell’Ospedale SS Annunziata.
Dopo la performance del violinista Francesco Greco, sono previsti due momenti di approfondimento dedicati al mare: quello sulla pratica sportiva con Andrea Caiazzo, presidente della “Blue Dream Apnea”, e quello sulla tutela dell’ecosistema marino con il biologo marino Gianluca Cirelli, responsabile progetti e ricerca dell’Oasi WWF Policoro.
Dopo la performance di Andrea Marinò con la Scuola danza “Todo Dance”, gran finale con la sfilata moda/ambiente a cura di Gianfranco Sasso e Serena Serafino della Janoct Produzioni.

L’evento conclusivo di “Pulsano a Bordo!” è previsto in piazza Castello, alle ore 19.30 di mercoledì 19 giugno, con l’attesissimo concerto della Fanfara del Presidio del Comando Marittimo Sud Taranto.
Presentata da Nicla Pastore, l’esibizione dell’importante organico orchestrale sarà preceduta dai saluti dell’ingegnere Francesco Lupoli, Sindaco di Pulsano, e l’Ammiraglio Salvatore Vitiello, Comandante Marittimo Sud.
Nel concerto saranno eseguiti suggestivi brani di un repertorio popolare che non mancheranno di affascinare ed emozionare il pubblico di tutte le età.

Published in Cronaca

Percorso incentrato sulla vela d’altura da diporto e sulla cultura del mare a favore di 42 studenti di 7 scuole superiori della provincia di Taranto.

Lunedì 17 giugno, alle 19.00, presso la sede della Lega Navale Italiana Sezione di Taranto, situata sul lungomare Vittorio Emanuele III, si svolgerà la manifestazione conclusiva del progetto “Impariamo Veleggiando” con la consegna degli attestati di partecipazione agli studenti protagonisti del progetto da parte del Comandante Marittimo Sud, ammiraglio di divisione Salvatore Vitiello, e del Presidente della Lega Navale Italiana (LNI) Sez. Taranto, dott.ssa Rosangela Martongelli.
“Impariamo veleggiando” è un progetto multidisciplinare nato dalla collaborazione tra la Marina Militare, tramite il Comando Marittimo Sud, e la LNI - Sezione Taranto, che mira a promuovere la conoscenza del mare e della vela d’altura nei giovani studenti delle scuole secondarie di secondo grado della Provincia di Taranto (Archimede, Battaglini, Cabrini, Ferraris, Pitagora, Righi e Vittorino da Feltre).
L’iniziativa, partita lo scorso 17 gennaio, ha visto la partecipazione di 42 studenti che hanno seguito un programma didattico articolato in 22 moduli di cui 17 lezioni teoriche e pratiche, con alcune uscite in mare in barca a vela.
Le lezioni teoriche, svoltesi presso la Sezione Velica Marina Militare e la Lega Navale Italiana Sezione di Taranto, sono state tenute dal personale della Marina Militare, della Lega Navale e dei partner tecnici (Ionian Sea Service e Onda Buena Academy) che hanno trattato tematiche quali: terminologia della vela e andature veliche, meteorologia, nautica e carteggio, sicurezza della navigazione, regole di rotta per la navigazione da diporto (Norme Internazionali per Prevenire gli Abbordi in Mare), segnalamenti marittimi e il sistema IALA (International Association of Lighthouse Authorities), team building, biologia marina, tutela dell’ambiente marino (con il coinvolgimento della Capitaneria di Porto di Taranto), storia della navigazione a vela e archeologia marina legata al territorio tarantino.
Durante le veleggiate gli aspiranti velisti hanno potuto osservare Taranto dal mare circumnavigando le isole Cheradi, navigare all’interno del Mar Grande e raggiungere, a oltre 22 miglia da Taranto, il porto degli Argonauti di Pisticci, mettendo in pratica le nozioni teoriche acquisite in aula, come la pianificazione della rotta sulla carta nautica con le sue regole, il riconoscimento dei punti cospicui costieri e la navigazione con i rilevamenti ottici.
L’attività in mare è stata resa possibile anche grazie alla disponibilità di ben 12 armatori tarantini che hanno aderito al progetto, condividendone le finalità educative e formative e ospitando gli studenti a bordo delle proprie imbarcazioni a vela: Ciù Ciù, Diossina, Dulcinea, Etra, Flying Dutchman, Kiran, Libra, Messalina, Shirinì, Veleno, Xelor III e Yanez.
La stretta collaborazione tra Marina Militare e Lega Navale Italiana ha consentito di dare vita ad un progetto comune che ha saputo avvicinare i giovani alla navigazione a vela, in vista del prossimo Trofeo del Mare – Città di Taranto, e infondere in essi la cultura del mare ed il rispetto dell’ambiente marino nella sua totalità.

Published in Cronaca

Su invito del Consorzio Marina di Pulsano e della Pro Loco di Pulsano, ho partecipato alla Conferenza stampa di presentazione di “Segreti & Sapori 2019”, tenutasi oggi presso la Camera di Commercio di Taranto. In qualità di Assessore regionale allo Sviluppo Economico ho rimarcato quanto le attività turistiche siano centrali per la crescita dell’economia di un territorio. Erano presenti il Sindaco di Pulsano, il Presidente del Centro Servizi Volontariato di Taranto, il Presidente del Consorzio Marina di Pulsano e il Presidente della Pro Loco di Pulsano.

Il Consorzio Marina di Pulsano, composto da imprenditori impegnati nello sviluppo economico e sociale del territorio, fa propria quest’anno “Segreti & Sapori”, l’iniziativa che fin dal 2012 ogni estate ha animato per due giorni il centro storico di Pulsano.

Il successo, dimostrato dall’afflusso di 15.000 visitatori, è dovuto al fatto che gli organizzatori hanno saputo coniugare tradizioni, artigianato, appuntamenti musicali, enogastronomia locale e opportunità di acquisto in spazi fieristici.

In questa edizione 2019, “Segreti & Sapori”, grazie alla collaborazione con il Consorzio Marina di Pulsano, che ha investito su questo evento di grande attrattività, diventa un vero e proprio villaggio che, con una estensione di 12.000 metri quadrati e ampi parcheggi, per la prima volta avrà luogo sul mare, in una area della litoranea.

Ho preso atto con soddisfazione che il “Villaggio di Segreti & Sapori” si terrà per una intera settimana nel periodo centrale dell’estate, dal 28 luglio al 4 agosto, con tanta animazione per grandi e piccoli: ci saranno anche un’area giochi e ogni sera sono previsti concerti e spettacoli.

Anche in questa edizione 2019 “Segreti & Sapori” intende promuovere lo sviluppo economico e sociale del territorio, grazie ai numerosi stand che presenteranno l’eccellenza dell’enogastronomia e dell’artigianato locale. L’iniziativa – questa è la grande novità - si dilata da due a sette giorni, a dimostrazione di un interesse aumentato da parte degli operatori dopo l’ottima riuscita delle edizioni precedenti.

A conclusione del mio intervento, mi sono dichiarato sicuro che la dislocazione di “Segreti & Sapori” a Marina di Pulsano e il suo svolgersi nell’arco di un’intera settimana daranno un ulteriore slancio all’iniziativa, con ricadute tutte positive per il turismo e l’economia locale.
 

Published in Cronaca

Roma - Prestigioso riconoscimento alla professoressa Antonia Ragusa Etta per gli amici, pasionaria grottagliese, pacifista sempre pronta alla lotta per i diritti umani e azioni pacifiste. Si tratta di un importante riconoscimento dell'Ambasciata del Kossovo a Roma, presso il Centro Studi Americani dove si è svolta la cerimonia di premiazione.

Il riconoscimento è andato a "Personalità italiane per il contributo e sostegno del Kossovo nel percorso di libertà", tra le personalità premiate, oltre alla grottagliese, Etta Ragusa, i riconoscimenti sono andati a Alex Langer, Alessandro Pavarotti (alla memoria), padre Fedrico Lombardi, Radio Radicale, Arci.

L'azione meritoria della nostra Etta Ragusa, è stata quella di coordinare i movimenti e le associazioni della Campagna Kossovo (1993-2003) atta sostenere la resistenza non violenta che gli albanesi del Kossovo avevano iniziato dalla fine degli anni '80, sotto la guida di Antonio Cetta e Ibrahim Rugova.

Published in Cronaca

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , d.ssa Valentina D'Amuri

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk