Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Martedì, 18 Giugno 2019

La Mostra è organizzata da Cataldo Albano, con il Patrocinio del Comune di Matera, Comune di Taranto, Provincia di Verona, Lucana Film Commission; e con la partnership di La Lopa Matera, Vitis in Vulture, Cantine Ruggieri Lizzano, Casa Vestita Grottaglie, Simeoni Arti Grafiche Verona, Dolci Colori S.r.l. Verona.

Si tratta di un’esposizione multimediale, foto e video, frutto del reportage nel mese di ottobre 2017 di Cataldo Albano in compagnia dei Sassi, di tre Artigiani e due Modelle.

All’inaugurazione prevista per domenica 23 giugno ore 18,00, ai saluti di Antonella Passione (La Lopa) faranno seguito gli interventi di Mariella Cuoccio (poetessa), Mimmo Vestita (ceramista), Francesco Lenoci (docente Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano).

Saranno ospiti e protagonisti della serata inaugurale: Mario Daddiego (Il Bottegaccio), Massimo Casiello (Tornitura Artistica Atelier del Legno), Eustachio Rizzi (Sassi in Miniatura), il Pane di Matera del Panificio Cifarelli e l’Aglianico del Vulture di Vitis in Vulture.

L’ingresso è libero.

Published in Arte

Saranno consegnate domani mattina 19 giugno alle 9.00 le chiavi che sanciscono la regolare assegnazione di 12 alloggi nell’area della San Girolamo di Statte.

A presenziare alla cerimonia sarà il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, che insieme al Sindaco di Statte, Franco Andrioli, ufficializzerà il passaggio di consegne da ARCA jonica a 12 famiglie.

Si tratta di un intervento che riguarda 12 unità immobiliari simbolo però della lotta al degrado che un tempo caratterizzava la zona e che pian piano stiamo riqualificando – dice Andrioli - non soltanto con la nascita di strutture sportive all’avanguardia, ma anche con l’imminente riqualificazione degli assetti stradali per cui il Comune di Statte ha già stanziato un milione di euro.

La cerimonia ufficiale si terrà a Statte a partire dalle 9.15 alle spalle della scuola intitolata a Paolo Borsellino in via Teatro Massimo (ex zona 167).

Published in Politica

Un progetto importante relativo alla Musica popolare e alla Canzone d’autore partirà tra il Mibac, gli Istituti scolastici “Casalini” di San Marzano e “De Amicis” di Grottaglie insieme al mondo dell’associazionismo e lo Sportello linguistico di San Marzano (comunità di etnia Italo – Albanese). Il tutto prende spunto dalla Giornata della Musica che si celebra ogni anno il 21 di Giugno. Un’attività che prosegue il modello culturale già intrapreso da alcuni anni il cui tema centrale è dato dal Modeiterraneo. Infatti, anche in questa occasione il percorso sarà incastonato tra suoni, linguaggi e voci del Mediterraneo. Proprio il 21 giugno verrà annunciato il Progetto che spazierà per l’interno anno scolastico prossimo. Il patrimonio musicale è sempre espressione di civiltà all’interno di un contesto quale può essere la cultura popolare. La cultura popolare trova proprio nella musica e nella canzone cosiddetta “d’autore” un modello di raccordo con la storia, con la tradizione, con la letteratura. Ci sono stati cantautori che hanno manifestato, attraverso i loro testi, un percorso di identità e di cultura.

Tre elementi fondamentali si enucleano nei processi musicali che hanno caratterizzato la canzone d’autore. Mi riferisco alla parola (come espressione ed esperienza lirica), alla musica (come dettato fondamentale esercitato dalle note), all’immagine (come metafora di una proiezione visiva data dall’accordo tra la parola e la musica stessa). Scuola e beni culturali ancora una volta si incontrano per un dialogo interdisciplinare.

Parola, musica e immagine costituiscono un vero e proprio modello progettuale che ha trovato nei cantautori italiani degli anni Sessanta/Settanta (e mi riferisco in particolare a Luigi Tenco, a Lucio Battisti e a Fabrizio De André) dei riferimenti fondamentali.

Sono patrimonio culturale di una testimonianza che raccorda la parola alla musica in uno spaccato la cui cultura popolare diventa anche interpretazione di una memoria e di un tempo che hanno attraversato la nostra storia contemporanea.

La canzone d’autore è senza alcun dubbio un patrimonio culturale da tutelare, valorizzare e promuovere in un’ottica anche educativa rivolta verso le nuove generazioni. Promuovere la conoscenza di questa cultura è rimarcare quei processi identitari che hanno caratterizzato un passaggio generazionale.

I testi di questi autori sono anche il racconto di quell’Italia che si trovava a vivere gli anni Cinquanta e gli anni successivi in modo disorientante e proprio attraverso un atto creativo (qual è la canzone dei cantautori) si è rappresentato un modo di essere e un modo di esistenza attraverso dei codici etici ed estetici.

Nella canzone d’autore ci sono almeno tre percorsi tematici che andrebbero esplorati.

I rimandi letterari.
I luoghi presenti nei testi (una geografia che diventa anche esigenza esistenziale di raccontare i luoghi).
Il rapporto con il cinema (ovvero le colonne sonore che hanno “siglato” molti sceneggiati e molti film) che è un fatto nuovo perché si stabilisce un dialogo non solo sul piano delle immagini ma anche in termini musicali.
La canzone come testimonianza e quindi come prodotto culturale grazie anche ad una intelaiatura con le altre arti. Credo che sia importante poter stabilire un rapporto con la letteratura e con il cinema oltre alla sua autonoma forza che emana un vissuto lirico e musicale.

I luoghi nella canzone d’autore potrebbero costituire una chiave di lettura delle città, dei paesaggi, del mare, delle campagne. Quante città sono state immortalate nella canzone. Quanta Italia, con le sue immagini e la sua storia, c’è nel rapporto tra parola e musica. Sarebbe un percorso di estremo interesse perché dentro le parole coronate dalla musica (e viceversa) vive un patrimonio di cultura. Un patrimonio che va rivalutato.

Così pure il dialogo, che non è possibile interrompere, tra la poesia e la musica. I cosiddetti rimandi sono delle traiettorie che non possono essere trascurate. Le colonne sonore. Penso ad un solo esempio: ad una serie del Commissario Maigret (incarnato in modo particolare da Gino Cervi) che aveva come sigla una delle canzoni più belle di Luigi Tenco. Ebbene, credo che mettere insieme queste realtà culturali in un unico percorso e offrire una mappa articolata sul piano tematico servirebbe a rileggere la cultura riferita proprio agli anni Sessanta/Settanta.

La canzone d’autore è una ricchezza importante e da tutelare e ha capacità di aggregare altri modelli culturali.

Il cinema, la letteratura, la musica.

Sembrano tre tappe ma hanno un unico obiettivo affidabile, chiaramente, al concetto di bene e attività culturale: quello della conoscenza, della valorizzazione di queste forme dell’espressività, della promozione per la diffusione, anche nelle scuole, di una proposta culturale che, sempre più, si incardina in quell’asse tra identità, storia e realtà.

Soprattutto se si fa riferimento e si parte da tre autori, citati prima, già consolidati, Tenco (1938- 1967), Battisti (1943 – 1998), De André (1940 – 1999), nella storia della canzone (e quindi dei linguaggi musicali) i temi e le suggestioni possono trovare una loro maggiore solidità perché ci si trova di fronte a materiali non in itinere ma storicamente leggibili. Ma il discorso delle presenze è, certamente, più ampio.

Un progetto, dunque, che ha una sua finalità precisa ed è quella di inserire nel circuito del patrimonio culturale la canzone d’autore perché credo che possa costituire un approccio utile e importante per capire di più l’identità di una comunità.

In fondo la valenza creativa degli artisti non può non confrontarsi con i modelli che propone una società. La civiltà dei linguaggi è dentro quell’esperienza creativa che realizza costantemente dei processi culturali.

Ecco perché è necessario valorizzare e promuovere la conoscenza di questi elementi culturali che sono e restano parte integrante della manifestazione identitaria di un popolo. La Festa della Musica è uno snodo centrale per la scuola. Il “Casalini” di San Marzano ha sempre dimostrato una grande attenzione a questi itinerari che intrecciano antropologia e musica.

Published in Cultura

Continuano gli interventi per la messa in sicurezza delle strade e dei luoghi più frequentati dai cittadini di Taranto.

Da lunedì mattina è iniziato un massivo intervento per la rimozione della sabbia dai marciapiedi e dalla strada di Viale del Tramonto. A questo intervento seguiranno ulteriori lavori tesi a rendere più accogliente e godibile il lungomare di viale del tramonto a San Vito.

Decoro urbano, viabilità, contrasto alla illegalità per donare ai cittadini una fruibilità spesso messa in discussione dagli incivili e dagli abusivi.

L'amministrazione Melucci invita i cittadini e i bagnanti a farsi essi stessi difensori del luogo e a contribuire a difendere e mantenere il grado di decoro raggiunto. Non accetteremo che si ripetano condizioni di inciviltà come nel passato e interverremo nei confronti di chiunque pensi che il bene comune possa essere ferito e vandalizzato.

Gianni Cataldino
Assessore allo sviluppo economico e polizia locale

Published in Cronaca

PROGETTO DEI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DI PIAZZA VERDI.
I CONSIGLIERI DI MINORANZA CHIEDONO LA CONVOCAZIONE URGENTE DELLA 2^ COMMISSIONE CONSILIARE “ASSETTO DEL TERRITORIO E LAVORI PUBBLICI”:

 

Premesso:
- che dalla stampa si apprende che è stata aggiudicata in via provvisoria la gara d'appalto relativa a lavori di manutenzione straordinaria di Piazza Verdi sulla base del progetto, redatto dall’arch. Roberto D’Elia, dell’importo di €. 200.000,00;
- che del progetto in questione non è mai stata interessata la commissione consiliare competente soprattutto in relazione allo stravolgimento di un’opera pubblica realizzata negli anni scorsi sulla base di un progetto individuato ed assegnato da una commissione tecnica formata da esperti.

Per quanto sopra esposto, i sottoscritti consiglieri comunali, ai sensi del comma 5 dell’art. 6 del Regolamento delle Commissioni Consiliari permanenti chiedono la convocazione urgente della 2^ Commissione Consiliare “Assetto del territorio e lavori pubblici” per discutere del progetto di manutenzione di Piazza Verdi.

 

I Consiglieri Comunali

Francesco Donatelli, Aurelio Marangella, Massimo Serio (Articolo UNO)
Michele Santoro (Conservatori e Riformisti)
Ciro Gianfreda (Forza Italia)
Antonella Russo (Grottaglie prima di tutto)

Published in Cronaca

Venerdì prossimo, 21 giugno, verranno presentati a Milano gli strumenti messi in campo dalla Regione Puglia per attrarre gli investimenti e sostenere la crescita economica della nostra regione.

All’iniziativa, che abbiamo curato come l’Assessorato allo Sviluppo della Regione Puglia, parteciperà il Presidente, Michele Emiliano, che presenterà prima ad Assolombarda e poi alla Borsa Italiana le nostre misure.

In questo contesto particolare attenzione sarà riservata al “Fondo Minibond Puglia”, la nuova iniziativa che abbiamo approntato in questi mesi allo scopo di agevolare e incentivare l’accesso al credito delle Piccole e Medie Imprese pugliesi e di supportare i loro processi di crescita, innovazione e internazionalizzazione.

In questo modo, nella capitale economica del Paese e dinnanzi ad un qualificatissimo parterre di investitori ed esperti di finanza,verranno illustrati il gran numero di strumenti messi a disposizione dalla Regione in questi anni per aiutare le aziende pugliesi, concentrando principalmente l’ attenzione su quest’ultima iniziativa che completa il quadro delle opportunità regionali e consiste sostanzialmente nella creazione di un Fondo che sostenga le imprese con sedi operative in Puglia nella emissione di obbligazioni, in modo da facilitare il loro accesso al credito attraverso l’utilizzo di un canale alternativo rispetto a quello tradizionale bancario che, come noto, si sta rendendo sempre più complesso a seguito della stretta creditizia (cosiddetto “credit crunch”) che rischia di creare serie difficoltà soprattutto al sistema delle PMI.

Nel dettaglio, lo scopo di questo fondo è quello di favorire la disintermediazione creditizia, consentendo alle imprese pugliesi che abbiano indicatori economici positivi, bilanci in utile, che non siano quotate in borsa e che abbiano un fatturato minimo di 10 milioni di euro (o inferiore in presenza di alti tassi di crescita) di finanziare i propri piani di investimento aziendale attraverso l’emissione di bond, ossia di strumenti finanziari obbligazionari, da collocare presso investitori istituzionali e professionali (banche, società di gestione del risparmio, SICAV, intermediari finanziari).

A svolgere un ruolo centrale nella realizzazione di questa misura sarà Puglia Sviluppo SpA, la società interamente detenuta dalla Regione Puglia, che gestirà il Fondo, occupandosi anche di individuare le PMI che presentino i requisiti richiesti e che siano interessate a questa operazione. Nella prima fase sperimentale dell’iniziativa molto importante sarà il contributo fornito dagli investitori istituzionali come, in particolare, “Cassa Depositi e Prestiti” che sottoscriverà gran parte dei “Minibond” e che ringrazio per l’attenzione che ha riservato all’iniziativa.

Le risorse stanziate per questa misura ammontano complessivamente a 42 milioni di euro, a valere sul POR 2014-2020, che serviranno per fornire un supporto diretto alle PMI nell’ambito di questa strategia oltre che per prestare apposite garanzie per gli investitori che, a regime, sottoscriveranno le obbligazioni.

Si tratta di una iniziativa molto innovativa della quale sono particolarmente soddisfatto e che servirà soprattutto a sostenere il sistema pugliese delle Piccole e Medie Imprese che rappresentano l’ossatura principale della nostra economia regionale ma la cui crescita è spesso limitata proprio dalla difficoltà di accedere al credito e da una inadeguata dotazione di capitale proprio.

Per tale ragione con questa misura, alla quale crediamo molto, puntiamo a migliorare la competitività delle PMI pugliesi mettendo in campo una strategia innovativa, anche attraverso l’utilizzo di specifici strumenti finanziari, finalizzata a facilitare l’accesso al credito e al mercato dei capitali per le aziende del nostro territorio, in modo da sostenere la loro crescita e il loro sviluppo, con conseguenti positive ricadute anche sul fronte occupazionale.

Published in Politica

Borraccino a Conte: a Grottaglie grande evento per start up e imprese innovative aerospaziali

"Per la prima volta in Puglia, a Grottaglie, organizzeremo un evento internazionale che metterà in contatto start up, piccole e medie imprese pugliesi dei comparti aeronautico e spaziale con il mondo finanziario ed il sistema dei fondi specializzati negli investimenti di settore”.

L’ha annunciato l’assessore allo Sviluppo economico Cosimo Borraccino a Parigi nella giornata di apertura dell’International Paris Air Show”, al presidente del consiglio Giuseppe Conte, in visita allo stand istituzionale della Regione Puglia, ed ai giornalisti ed operatori specializzati presenti all’incontro. Il premier – ha fatto sapere Borraccino – è rimasto positivamente impressionato da quello che stiamo facendo in Puglia insieme con il Distretto dell’Aerospazio e in modo particolare per l’iniziativa che stiamo organizzando a Grottaglie”.

“L’evento – ha spiegato l’assessore – si svolgerà l’anno prossimo in primavera a Grottaglie, dove si concentrano attività industriali attorno all’aeroporto che vanta la più grande pista di atterraggio d’Europa. Grottaglie, vorrei ricordare, è una piattaforma unica nel Sud Europa per la sperimentazione di nuove soluzioni aeronautiche (test bed) ed in particolare per il volo senza pilota ed è stata indicata come sede di uno spazioporto da cui decolleranno i vettori del futuro”.

“Una manifestazione del genere – ha continuato Borraccino – consentirà al sistema produttivo aerospaziale di tutta la Puglia di presentare al mondo finanziario ed agli investitori internazionali le proprie produzioni e le idee innovative per prodotti futuri in particolare nelle tecnologie “unmanned”, cioè senza pilota.

“Per realizzare l’iniziativa collaboreranno la Regione Puglia, la società regionale in house Puglia Sviluppo e il Distretto tecnologico aerospaziale (Dta). Saranno coinvolti il Ministero dello Sviluppo Economico e l’Ice Agenzia. La manifestazione inoltre verrà posta all’attenzione dell’Esa, Agenzia spaziale europea, dell’Asi, Agenzia spaziale italiana, e di aziende di settore a livello mondiale, alcune delle quali hanno recentemente costituito dei fondi d’investimento proprio per sostenere start up interessanti ed innovative”.

“La presenza della Regione Puglia a Parigi e il contatto con tante piccole e medie imprese ci sta permettendo di immaginare l’evento del 2020 diviso in due momenti: una prima parte caratterizzata da seminari su tematiche legate all’evoluzione tecnologica e all’analisi del valore aggiunto di una start up che cresce e si consolida sul mercato. In questa prima parte verranno illustrati gli strumenti, i ruoli e le opportunità che Ice, Regione Puglia con Puglia Sviluppo e Dta mettono a disposizione per agevolare il processo di crescita di questo tipo di aziende. Seguiranno incontri B2B e singole presentazioni delle start up che avranno a disposizione piccoli spazi espositivi dove presentare idee e prodotti riferiti in particolare alle tecnologie senza pilota. Sarà il primo passo verso un grande evento espositivo dedicato alle tecnologie “unmanned” che si terrà nel 2021".

Published in Politica

Ferma condanna dell’Amministrazione comunale dei fatti incresciosi che ancora una volta hanno determinato stamane a Palazzo di Città la sospensione della seduta formale del Consiglio comunale, dedicata al periodico question time, sospensione avvenuta dopo giusto consulto con il Questore dott. Giuseppe Bellassai e gli uomini della Digos.

Il Sindaco Rinaldo Melucci ha espresso la sua piena solidarietà alle Forze dell’Ordine presenti ed al Comandante Michele Matichecchia ed ai suoi addetti della Polizia Locale, che hanno provveduto a sedare gli animi e a ripristinare prontamente lo stato dei luoghi istituzionali, nonostante le minacce e gli improperi, che sono oggetto di documentazione video al momento al vaglio delle Autorità.

“Non tollereremo mai più questi atti incivili - ha commentato il primo cittadino -, che nulla hanno a che fare con la legittima protesta democratica. Non tollereremo più l’interruzione di pubblico servizio in queste forme violente. Chi agita e strumentalizza le aspirazioni dei cittadini va ora punito severamente, Taranto è stanca di essere usata ed infangata a questa maniera, tutte le volte che accenna a rialzarsi e a ripartire con gli sforzi di tutti. Noi ci stiamo occupando seriamente dei bisogni del quartiere Tamburi, stiamo portando avanti tutti gli impegni assunti con le associazioni lo scorso mese di marzo, noi abbiamo sollecitato ed ottenuto per il giorno 26 giugno prossimo che si avvii una vera conferenza di servizi per affrontare la questione delle collinette ecologiche. Parleranno gli esperti, fino a quel giorno l’Amministrazione non ha altro da dichiarare, chi fa baccano oggi lo fa esclusivamente per bieche finalità politiche, non perché vuole davvero tutelare i cittadini.”

Published in Politica

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , d.ssa Valentina D'Amuri

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk