Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Venerdì, 07 Giugno 2019
Venerdì, 07 Giugno 2019 18:59

Arriva il concorso #scattamedimextaranto

In campo 5 associazioni del commercio e dell’artigianato per il rilancio dell’immagine di Taranto

Medimex è una occasione di visibilità “nuova” e “positiva” per la nostra provincia, per questo occorre massimizzare l’investimento della Regione Puglia e delle agenzie regionali valorizzando assieme all’evento che interesserà la città capoluogo in questi giorni, anche il territorio che lo ospita calorosamente, mostrando non solo efficienza ma anche la vera anima dell’accoglienza tarantina-
Nasce da queste premesse il progetto che vede insieme le associazioni di categoria Confartigianato, Confesercenti, CNA, Unsic, Upalap che in collaborazione con gli organizzatori della rassegna Medimex presentano il concorso e il contest fotografico #scattamedimextaranto.
Abbiamo puntato sull’efficacia e l’immediatezza del cosiddetto Instagram marketing – spiegano i referenti delle associazioni tarantine che si sono avvalse della consulenza dell’agenzia Selling Service – per amplificare un messaggio che è innanzitutto marketing territoriale e conoscenza delle realtà produttive e imprenditoriali che operano sul territorio.
D’altronde il segreto del successo di Instagram sul fronte del marketing è universalmente riconosciuto grazie non solo alla rete di 700milioni di utenti in tutto il mondo, ma anche in virtù dell’universalità del codice linguistico utilizzato: ovvero l’emozione che suscita una foto.
In questi giorni dunque le 5 associazioni tarantine attraverso i propri canali istituzionali e la pagina Instagram @tarantoinsieme daranno eco all’iniziativa che fino al 10 giugno consentirà ad utenti tarantini e non tarantini di vincere premi come viaggi o cene in ristoranti del territorio.
Le categorie riguarderanno i residenti nella provincia e i non residenti.
Le foto da postare dovranno mettere in luce l’emozione dell’esperienza positiva vissuta a Taranto durante l’evento Medimex e dovranno contenere l’hashtag #scattamedimextaranto e riportare il tag @tarantoinsieme.
Si tratta di una iniziativa semplice ma di forte impatto promozionale per Taranto che da anni cerca di rivoluzionare la propria immagine – spiegano le associazioni – e soprattutto si tratta di una azione che mette in circolo energie positive senza pesare assolutamente sulla già provata categoria del commercio e dell’artigianato.
L’azione è infatti promossa dalle Associazioni di categoria senza alcun tipo di onore da parte dei singoli associati.
Proviamo a far parlare di Taranto in maniera differente, mettendo in mostra (e questo dovranno fare le foto degli instagrammer) tutta l’energia positiva che circola in questa città, tutti i giorni, e nei giorni del Medimex in maniera particolare.
Le vittorie si misureranno ovviamente alla maniera social. Le foto che otterranno più like scaleranno il podio e più bella sarà l’immagine di Taranto nel mondo e più sarà il gradimento di chi conosce o non conosce affatto tutto il potenziale di mare, arte, storia, gastronomia e sorrisi di questa terra.

Published in Spettacolo

Prosegue incessante l'iter per portare ad approvazione la proposta di legge di istituzione del parco regionale del Mar Piccolo a firma del consigliere regionale Gianni Liviano. Giorni fa in V commissione consiliare, presieduta dal presidente Mauro Vizzino, sono stati auditi i rappresentanti di Confindustria, Ance, Cnr, Coldiretti, Istituto nazionale Urbanistica sezione Puglia, Istituto nazionale di BioArchitettura, Ordine dei Geologi della provincia di Taranto, Aeronautica militare nonché il rappresentante del Gruppo tecnico parco del Mar Piccolo, Vito Crisanti.
Dalle audizioni sono emersi pareri positivi di tutti gli auditi alla proposta di legge il cui obiettivo principale è quello, ha ribadito il consigliere regionale Liviano, "di dare centralità all'uomo restituendogli la dignità del lavoro". Oltre ai presenti, Confartigianato, Consorzio di bonifica Stornara e Tara, Coldiretti, ordine degli Architetti (il cui presidente era già stato audito nella seduta del 28 maggio) e Università degli studi di Bari dipartimento di Geologia hanno fatto pervenire rispettivi attestati di adesione e condivisione della Pdl sul Mar Piccolo.
Unica voce fuori dal coro è stata quella del presidente di Confagricoltura, Luca Lazzàro, che, più che sulla bontà o meno dell'iniziativa, ha espresso perplessità sulla perimetrazione delle aree e preoccupazione per l'inserimento di ulteriori restrizioni che penalizzerebbero attività di agricoltura intensiva, portando ad esempio l'esperienza negativa del Parco delle Gravine.
"Attraverso l’istituzione del Parco Regionale del Mar Piccolo non si intende aumentare ulteriormente il fardello di leggi e regimi di tutele da rispettare", ha spiegato Liviano per cercare di fugare i dubbi di Confagricoltura. "Al contrario, - ha aggiunto - si vuole viceversa favorire un cambiamento di valori, auspicando che proprio attorno alla rinascita del Mar Piccolo, la città possa finalmente ritrovare la propria identità perduta e percorrere nuovi paradigmi di vita e di sviluppo. La costituzione di un Parco Naturale Regionale mira a proteggere e migliorare il Mar Piccolo, le sue coste, i fiumi e le paludi, tutti ecosistemi preziosi e particolarissimi che si spera di consegnare in migliori condizioni alle generazioni future. Ma l’altro grande obiettivo, in uno con la riqualificazione e conservazione dell’ambiente, - ha poi concluso Liviano - è quello di promuovere in modo significativo lo sviluppo delle attività marine, come mitilicoltura e molluschicoltura, e dell’agricoltura, favorendo l’occupazione e restituendo dignità e futuro alle maestranze del mare ed agli imprenditori agricoli che svolgono le attività nelle aree del bacino del Mar Piccolo. Perché sappiamo benissimo che mitilicoltori, molluschicoltori e agricoltori sono i primi custodi del territorio e del paesaggio. Insomma, la proposta di legge mira a tutelare il territorio e le sue risorse attraverso lo sviluppo economico delle popolazioni residenti”.
E a proposito di perimetrazione e regimi di tutela, l'ing. Di Bitonto della struttura tecnica dell'assessorato regionale all'Urbanistica ha precisato che la perimetrazione definitiva avverrà in Conferenza dei servizi attraverso il confronto con tutti gli attori interessati e che la Pdl di estensione della perimetrazione che va ad inserire il parco del Mar Piccolo consentirebbe di tenere conto anche delle direttive europee previste dalla Rete Natura 2000. Mentre per quanto riguarda la vincolistica, nella fase di formulazione c'è completa libertà di azione da parte della Regione nel poter calibrare le norme di salvaguardia con le esigenze dei portatori di interesse.
Nella prossima seduta della V commissione si procederà all'esame del testo della Pdl, per poi procedere alla sua votazione, e di eventuali emendamenti che i consiglieri regionali, membri della stessa, dovessero presentare.

 

Published in Politica

La Regione Puglia è destinataria del finanziamento di 70 Milioni di euro previsti dal D.L. 243/2016 finalizzato all’ammodernamento tecnologico delle apparecchiature e dei dispositivi medico-diagnostici del Presidio Ospedaliero Centrale di Taranto.
La Deliberazione di Giunta Regionale (D.G.R.) n. 656 del 24.04.2018, nel ratificare il Protocollo di Intesa, ha individuato nell’ASL di Taranto il soggetto attuatore del progetto e il soggetto beneficiario del finanziamento.
A partire da aprile sono pertanto state avviate le attività relative alla realizzazione dell’obbiettivo individuato dal finanziamento.
Il cuore del progetto presentato dalla ASL, per il tramite della Regione Puglia, al Ministero della Salute e approvato dallo stesso Ministero, risiede nel miglioramento dell’offerta diagnostica e di cura che la ASL di Taranto sarà in grado di garantire al paziente oncologico.
L’elaborazione di “Percorsi Diagnostico-Terapeutico-Assistenziali” (PDTA) aziendali di patologia oncologica si concretizza nella necessità che per ognuna delle specialità coinvolte venga definito il ruolo più appropriato all'interno di ogni percorso e che per ciascun percorso siano forniti anche tutti gli strumenti diagnostici adeguati per la cura del paziente, a partire dal primo momento della sua presa in carico.
Per questo motivo il finanziamento punta a realizzare un ammodernamento tecnologico in tutte le varie fasi dalla diagnosi alla cura del paziente. Parte del finanziamento è dedicato infatti all’acquisizione di n. 1 TAC e di n. 1 Risonanza Magnetica ad alto campo che agevolino il momento della diagnosi, senza dimenticare la necessità della realizzazione di una piastra operatoria e di una piastra endoscopica tecnologicamente avanzata del tipo “integrato”, che consenta la piena interazione e integrazione di tutte le tecnologie durante l’esecuzione della delicata fase operatoria supportando i chirurghi e l’equipe operatoria nel modo più pieno e completo con tutte gli strumenti più moderni che la tecnologia mette a disposizione. All’interno di tale sala operatoria si prevede inoltre di installare anche un robot chirurgico da affiancare i chirurghi secondo le più moderne indicazioni interventistiche.
Atteso che nel percorso terapeutico di molte neoplasie la Radioterapia ha un ruolo importante e si integra con la chirurgia e le terapie sistemiche (chemioterapia e ormono-terapia, ecc.), con modalità specifiche per le diverse situazioni cliniche, una parte importante del finanziamento, pari a circa 23 milioni, sarà inoltre dedicata al rinnovamento e al potenziamento delle apparecchiature di radioterapia e degli accessori necessari al loro funzionamento.
Nel progetto è infatti prevista l’acquisizione di n. 1 apparecchiatura per Tomoterapia, di n. 2 acceleratori lineari, di n. 1 IORT, di una nuova apparecchiatura per brachiterapia e di n. 1 TAC simulatore.
Il sistema per Tomoterapia conta più di 550 sistemi funzionanti nel mondo, con 27 sistemi installati in Italia, a cui si aggiungerebbe il sistema di Taranto, primo in Puglia.
La ASL ha già aggiudicato la procedura relativa all’acquisizione dell’apparecchiatura per Tomoterapia e nei giorni scorsi sono stati avviati i lavori. Si auspica che la tecnologia possa essere installata e funzionante a regime entro la fine dell’anno.
Contestualmente è in fase di valutazione la gara relativa all’acquisizione di n. 2 acceleratori lineari, mentre la procedura di gara relativa al TAC-Simulatore è appena stata bandita ed è tuttora in corso.
A breve saranno inoltre bandite le gare per installare due nuove PET/TAC e una gamma camera /SPECT presso la struttura di medicina nucleare. Inoltre è prevista l’indizione, nei prossimi mesi, di gare per l’acquisizione di una brachiterapia, di un sistema per navigazione sotto guida radiologica per noduli polmonari e due sistemi per biopsia mammaria eco/MRI guidata, una diagnostica telecomandata, quattro ecografi e la realizzazione di una nuova TIPO a supporto delle attività della piastra operatoria.
È evidente che grazie ad una esuberante evoluzione tecnologica, la Radioterapia Oncologica è sempre più protagonista di una rivoluzione culturale che sta modificando in senso compiutamente multidisciplinare l’approccio al malato oncologico.
In virtù della disponibilità di tutte le principali e più sofisticate tecniche di trattamento radioterapico, che si prefigura attualizzabile attraverso il citato aggiornamento tecnologico delle attrezzature, appare evidente che, pur essendo la parte tecnologica al servizio di quella clinica, il binomio tecnico-clinico che la medicina moderna offre oggi possa e debba essere un punto irrinunciabile nella cura del paziente.
L’installazione delle nuove apparecchiature avrà un forte impatto nella caratterizzazione oncologica della ASL di Taranto che nel lavoro di sinergia dei suoi specialisti: oncologi, radioterapisti, specialisti di medicina nucleare e chirurghi, afferenti ognuno al suo distretto punta ad ottenere sempre i migliori risultati a livello di cura.
La previsione è quella di migliorare in termini di «cura» la malattia oncologica e di consentire una qualità di vita ulteriormente migliorata dei pazienti.

Published in Sanità
Venerdì, 07 Giugno 2019 18:24

Libri sospesi nel Centro Antico di Molfetta

Domenica, 9 giugno a Molfetta il parco diventa un villaggio della lettura per bambini e famiglie

Si terrà domenica 9 giugno, dalle ore 17 nella villetta di via Preti nel Centro storico di Molfetta “Libri sospesi nel Centro Antico”, un evento giunto alla sua seconda edizione organizzato dall’associazione culturale Artemia con il patrocinio del Comune di Molfetta e il supporto di Menorquinas e Allianz mancini Group e Farmacia Grillo.

L’evento vuole essere un momento per avvicinare i grandi e i piccini alla lettura riportando le famiglie ad un contatto diretto con la natura. Dopo la prima edizione sperimentale che è stata realizzata nell’atrio del Liceo Classico l’edizione 2019 di Libri Sospesi si terrà all’interno di uno spazio pubblico, un modo per dare consapevolezza della bellezza degli spazi verdi urbani, educare al rispetto della natura e delle cose pubbliche attraverso il Libro come denominatore comune.
Per un pomeriggio il parco si trasformerà in un villaggio della lettura dove sarà possibile assistere a letture animate con Giulia Petruzzella che coinvolgerà i bambini con le sue filastrocche e le sue storie. Il primo appuntamento si terrà alle ore 17.30 con “ Prime Rime. Filastrocche per crescere” alle ore 18.30 si terrà il secondo momento con “Rime per le mani” alle ore 19.30 invece si racconterà la storia di “Versi perversi”.
Non mancheranno le attività pratiche che vedranno i bambini prendere consapevolezza del corpo attraverso la musica e la lettura con i Laboratori “Leggo e Creo” realizzati da Teresa Tatoli per bambini dai 3 agli 8 anni, si comincia alle ore 17.30 con “Chi c’è sotto il cappello”, alle ore 18.30 seguirà il secondo laboratorio “Con le orecchie di Lupo”, l’ultimo laboratorio si terra alle ore 19.30 “A caccia dell’Orso”. I laboratori sono gratuiti previa prenotazione al seguente indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Mentre i bambini sono impegnati nelle letture e nei laboratori i genitori potranno godere di una lettura gratuita tra le panchine del parco, potranno assistere alle presentazioni di esperti che si terranno nel Palazzo Turtur, sarà un momento di confronto tra mamme, papà nonni e appassionati del tema, alle ore 18.00 – Maria Pia de Bari Fisioterapista e osteopata presenta il suo ultimo libro dal titolo “Il neonato sensazionale” alle ore 19 Stefania Giammarino Biologa nutrizionista e Fedora Nettis educatrice e consulenti della Cooperativa Sociale Anthropos di Giovinazzo presentano “Cibiamoci. Ricette per bambini scritte da bambini, suggerimenti per genitori consapevoli”, sarà possibile confrontarsi sul rapporto bambini e cibo a tavola, la sessione di esperti e genitori a confronto si conclude con la presentazione alle ore 20 di Pierangela Rana, pediatra che illustrerà la sua ultima pubblicazione dal titolo “Come fare il pediatra di famiglia ed essere felice” con consigli sulla salute dei piccoli. 

Per l’occasione sarà allestito un percorso editoriale con pubblicazioni per bambini e famiglie, le presentazioni si chiuderanno con un momento firma copie da parte degli autori.
Nel parco sarà possibile dare sfogo alla fantasia e i bambini potranno divertirsi a disegnare sul “muro della fantasia”, basterà portare un kit di colori, ad ogni partecipante sarà consegnato un cartoncino con un tema, i bambini potranno disegnare e pubblicare la foto del loro disegno sulla pagina Facebook di Artemia, il disegno che avrà ottenuto più like entro il 30 giugno 2019 gli sarà donata una piccola collana di libri per bambini .
A tutti i Bambini che entreranno nel parco sarà consegnato un braccialetto che dovrà essere indossato dai piccoli che sarà identificativo del recapito di uno degli adulti accompagnatori e tutte le attività vedranno la collaborazione degli studenti del circolo dei lettori del Istituto G. Ferraris di Molfetta. Per informazioni e prenotazioni http://associazioneartemia.blogspot.it - e.mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – tel. 349.5283664 -320.0261528

Published in Cultura

Spettacolo costruito sull’idea di portare in scena alcuni passi salienti di musical che hanno fatto la storia del genere, sia nel panorama italiano che internazionale. 

Le varie performance sono frutto di un lavoro di studio prodotto durante gli stage che gli Aretè hanno effettuato mensilmente da Settembre 2018 a Giugno 2019 con Graziano Galatone, cantante, attore teatrale e interprete di Febo nel musical “Notre Dame de Paris” di Riccardo Cocciante, di Cavaradossi nella “Tosca- Amore disperato” di Lucio Dalla e di Lorenzo il Magnifico nell’opera “ Il principe della gioventù” di Riz Ortolani.
Lo spettacolo, vedrà 17 interpreti sul palco, la freschezza e le energie degli Aretè Junior si intrecceranno con l’esperienza e la bravura degli Aretè Senior che insieme porteranno in scena tanti momenti della storia del genere musical, in un viaggio nei sentimenti e nelle emozioni che stupiranno e coinvolgeranno il pubblico.
Il valore aggiunto sarà la presenza dell’artista Graziano Galatone che oltre ad aver imbastito il Canovaccio della rappresentazione, sarà interprete di alcuni suoi cavalli di battaglia che impreziosiranno lo spettacolo.
Sabato 15 Giugno, presso il Teatro Monticello di Grottaglie alle ore 20:30 e domenica 16 Giugno, presso il Teatro Comunale di Carosino alle ore 20:30, gli Aretè vi aspettano per regalarvi un tuffo nel magico mondo dei Musical che hanno fatto sognare intere generazioni!

 

Published in Spettacolo

Franzoso-Marmo “ Scienza vince su populismo “no vax”.

“Scienza contro populisti No-vax, uno a zero. La legge pugliese sull’obbligo vaccinale per gli operatori sanitari, impugnata dal Governo gialloverde, supera il vaglio della Corte Costituzionale.

Schiaffo alle “curve anti-scienza”, alla spocchia di qualche collega medico, al silenzio pilatesco del Governatore. La Puglia è Regione filoscienza. Da oggi cade ogni alibi contro l’imposizione dei vaccini a medici e operatori, quale dispositivo di sicurezza sul lavoro”.
Lo dichiarano Francesca Franzoso e Nino Marmo, consiglieri regionali di Forza italia, promotori della legge regionale sull’obbligo vaccinale per gli operatori sanitari nr.27 del 19 giugno 2018.
“Abbiamo atteso fiduciosi il giudizio della Corte – proseguono i consiglieri - sulla legittimità della nostra legge. Una norma di civiltà, che protegge pazienti e operatori sanitari da possibili epidemie ospedaliere. Spetta al datore di lavoro tutelare la salute dei propri lavoratori e la vaccinazione è considerata una misura di protezione
La finalità della legge, così come cristallizzato dalla Consulta, è quella di “prevenire e proteggere la salute dei pazienti - si legge nel verdetto - che sono in condizioni di fragilità e degli stessi operatori sanitari . Una finalità oggetto di attenzione da parte delle società medico scientifiche che segnalano da anni l’urgenza di mettere in atto prassi adeguate a prevenire le epidemie partendo da un appropriato comportamento del personale sanitario per garantire ai pazienti la sicurezza delle cure”.
Insomma – concludono Franzoso e Marmo - vince la Scienza, perde la retorica no vax, che aveva inaugurato la stagione di Governo impugnando una legge sacrosanta, ammiccando alla setta anti-vaccini. Un monito anche i colleghi del centro destra che hanno tentato di sabotare l’approvazione della legge abbandonando l’aula al momento del voto.
Ringraziamo l' Avvocatura regionale per l'egregio lavoro svolto, che ha consentito alla Puglia di ottenere il risultato sperato”.

Published in Politica

Taranto, 7 giugno 2019 – La Conferenza dei Servizi ha dato il via libera al progetto MEROS. Questa approvazione consentirà di procedere, nello stabilimento di Taranto, alla sostituzione degli attuali filtri MEEP con impianti MEROS, che sono filtri a manica dalle performance tecnologiche avanzate.
L’appalto è stato affidato alla ditta italiana Primetals Technologies Limited, società leader mondiale per ingegneria e costruzione di impianti siderurgici.
Nei documenti tecnici presentati al Ministero dell’Ambiente vi è un cronoprogramma che sottolinea il forte impegno di ArcelorMittal Italia a terminare i lavori nel pieno rispetto di tutti i tempi previsti: la prima linea (Linea E) sarà finita entro il settembre 2021 (con 3 mesi di anticipo rispetto al termine stabilito nel DPCM del 29 settembre 2017). Alla seconda linea si lavorerà per terminare l’intervento entro il maggio 2023 (con 4 mesi di anticipo rispetto al termine stabilito nel DPCM del 29 settembre 2017).
I risultati ambientali che si otterranno con questi filtri saranno:
• il rispetto stabile di un nuovo limite per le concentrazioni di polveri al Camino E312 pari a 10mg/Nmc rispetto all’attuale limite (con la tecnologia MEEP) pari a 25 mg/Nmc;
• il rispetto stabile di un nuovo limite per le concentrazioni di diossine al Camino E312 pari a 0,1 ng I-TEQ/Nm³ rispetto all’attuale limite (con la tecnologia MEEP) pari a 0,3 ng I-TEQ/Nm³.
Un ulteriore passo avanti che conferma l’impegno di ArcelorMittal Italia per il Piano Ambientale più ambizioso di sempre: 1,15 miliardi di euro di investimenti per suolo, aria, acqua. Un impegno riconosciuto, lo scorso 30 maggio, dall’Osservatorio Permanente per il monitoraggio dell’attuazione del Piano Ambientale. I tecnici dell’Osservatorio, rappresentanti di tutte le Istituzioni coinvolte, si sono riuniti nello stabilimento di Taranto per il consueto aggiornamento e l’esame dei cronoprogrammi. La riunione è stata preceduta da una visita presso i cantieri Aia dello stesso stabilimento: in particolare, l’area parchi primari; l’area agglomerato; quella della cokeria; l’area Gestione Rottami Ferrosi in acciaieria. È stato un momento di confronto utile per verificare insieme lo stato di avanzamento di tutti gli interventi previsti e gli importanti risultati già raggiunti.

Published in Cronaca

Durante l’Assemblea provinciale svoltasi ieri, giovedì 6 giugno, il Partito Democratico di Taranto ha provveduto a svolgere un’attenta analisi circa il risultato elettorale delle elezioni europee e amministrative appena svoltesi.
In particolare, è stata riconosciuta una ripresa in termini elettorali del PD tanto in città quando in provincia, consegnando alla candidata pugliese Gentile un risultato inatteso in termini di preferenze.
Le elezioni amministrative hanno invece visto la vittoria dei candidati di centrosinistra a Faggiano e a Roccaforzata, oltre che l’elezione del consigliere PD a Maruggio.
L’Assemblea, durante gli interventi, ha messo al centro della discussione, oltre il generale rammarico per la non avvenuta elezione di Elena Gentile, la necessità di ricostruire empatia con gli elettori per rilanciare la proposta politica del PD. Altri argomenti toccati sono stati le vertenze aperte sul territorio tarantino (ex Ilva e Teleperformance), la questione relativa alle discariche, il supporto all'Amministrazione comunale di Taranto e, in particolare, l’impegno per valorizzare l’avvio della raccolta differenziata.
Più in generale, il PD provinciale intende avviare una campagna di iniziative sul territorio, intensificando la propria presenza nei quartieri della città e in tutti i comuni della provincia, davanti ai mercati, nelle strade e in tutti i luoghi di aggregazione dei cittadini con volantini e manifesti che denuncino il fallimento delle politiche del governo 5 stelle - Lega e per avanzare le proposte dei democratici per far ripartire l'Italia.
Infine, come elemento importante di rilancio del partito locale, il Segretario Mancarelli ha annunciato la conferma di un appuntamento tradizionale della ripresa dell'attività politica nel mese di settembre, ovvero l'organizzazione della Festa provinciale de L’Unità.
A conclusione dell'Assemblea è stato presentato dal Tesoriere provinciale il bilancio consuntivo 2018 del PD, che è stato approvato.

Published in Politica

Grandi nomi internazionali e talenti della lirica saranno i protagonisti della rassegna "Taranto Opera Festival", promossa ed organizzata dal Comune di Taranto - assessorato alla cultura e dall'associazione musicale Domenico Savino di Taranto.

Si avvicina la data dell’inaugurazione, prevista il 28 giugno con “La Traviata” di Giuseppe Verdi. Il Taranto Opera Festival si compone di tre appuntamenti che si svolgeranno nei mesi estivi nell'arena della Villa Peripato di Taranto. Il cartellone è promosso e curato dall'assessore alla cultura del Comune di Taranto Fabiano Marti, dal direttore artistico, il maestro Davide Dellisanti, dai maestri Pierpaolo de Padova e Paolo Cuccaro, che guidano l'associazione musicale Domenico Savino. La rassegna è sostenuta dalla Banca di Taranto, rappresentata nell'incontro dal presidente Lelio Miro. Si inizia venerdì 28 giugno, con "La Traviata" di Giuseppe Verdi, regia di Ines Salazar, direttore Davide Dellisanti, coro ed orchestra TarantOperaFestival; il secondo spettacolo sarà portato in scena sabato 13 luglio e vedrà la partecipazione dell'ospite d'onore, "madrina" della manifestazione Katia Ricciarelli, in un "Gran galà lirico"; sabato 3 agosto, infine, si chiude con "Elisir d'Amore", regia di Giovanna Nocetti, direttore Davide Dellisanti, coproduzione Opera Fuerteventura, coro ed orchestra TaranOperaFestival. Tutti gli spettacoli si svolgeranno nell'arena della Villa Peripato, a Taranto, con inizio alle ore 21.

Cantanti lirici, registe e un ospite d’onore, Katia Ricciarelli, caratterizzano l’articolata rassegna dedicata al melodramma.

Tra le voci, sarà possibile ascoltare Cristina Park. Originaria della Corea del Sud, ha tenuto più di 500 concerti tra Cina, Giappone, Corea, Stati Uniti, Francia, Svizzera, Ecuador. E’ vincitrice di alcuni tra i concorsi lirici più importanti in Italia come " Premio Renata Tebaldi (2000) e "San Remo Classica"(1998). Nel Taranto Opera Festival, sarà Violetta Valéry ne La Traviata. Dulcamara, in Elisir d'Amore, sarà interpretato a Taranto da Domenico Colaianni. Basso-baritono pugliese, è stato diretto dai più famosi direttori d'orchestra del mondo come: Lorin Maazel, Daniel Oren, Gustav Dudamel, Daniele Gatti e registi come Franco Zeffirelli. Canta nei più prestigiosi teatri italiani come: Teatro alla Scala di Milano, San Carlo di Napoli, La Fenice di Venezia, Teatro Regio di Torino, Teatro Municipale di Bologna. Al femminile la firma di due importanti registe, Inés Salazar e Giovanna Nocetti.

Inés Salazar è una cantante venezuelana, ha vinto il premio Maria Callas (1990); famosissima la sua interpretazione di Tosca al teatro alla Scala di Milano con Luciano Pavarotti e Placido Domingo. Canta in teatri quali: Teatro alla Scala di Milano, Deutsche Oper di Berlino, Teatro dell'Opera di Buenos Aires, Opera di Stato di Vienna. Nel Taranto Opera Festival curerà la regia de La Traviata. La regia di Elisir d’amore sarà siglata da Giovanna Nocetti, cantante di musica leggera, partecipa del 1970 al Cantagiro con una canzone scritta da Mino Reitano, nel 1971 a ‘Canzonissima’ con la canzone sorge il sole, nel 1972 ad ‘Un disco per l'estate’ con la canzone "perché perché". Compone una sua versione dell'Ave Maria che canta al Papa Giovanni Paolo II in Sala Nervi nel 1984. Fonda la casa discografica Kicco music.

Katia Ricciarelli sarà la “madrina” della manifestazione, nello spettacolo programmato nel mese di luglio. Vincitrice nel 1971 del Concorso Internazionale Voci Verdiane, ha cantato nei più importanti teatri del mondo: Opera House di Chicago, Teatro alla Scala di Milano, Metropolitan Opera di New York, Royal Opera House di Londra. Ha un'intensa attività televisiva, che spesso la porta in televisione accanto ad importanti attori italiani e non. Ha avuto alcune esperienze cinematografiche.

E’ ancora in corso la campagna abbonamenti. Il costo contenuto, 35 euro in totale per i tre appuntamenti nei mesi di giugno, luglio e agosto, con artisti di fama internazionale, è stato apprezzato dai cultori del melodramma e dagli appassionati del genere; ma è anche servito ad avvicinare tanti cittadini che, proprio grazie a questa occasione, potranno assistere a tre grandi spettacoli di musica lirica per la prima volta a Taranto.

Per informazioni sui biglietti si può consultare il sito www.tarantoperafestival.it e la relativa pagina Facebook, oppure contattare l'associazione musicale Domenico Savino, via Cavour 24, Taranto, tel. 3392360993; 3477242217; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Punto vendita abbonamenti: Francesco Basile strumenti musicali- via Matteotti 14, Taranto.

 

Published in Spettacolo

Carosino - Domani 8 giugno 2019, alle ore 18:00 è stao convocato il primo Consiglio comunale del mandato Onosfrio di Cillo, eletto Sindaco della Città del Vino  nelle ultime Amministrative del 26 maggio scorso.

L'ordine sarà il seguente:

1.Esame delle condizioni di eleggibilità e compatibilità degli eletti - Convalida;

2. Giuramento del Sindaco;

3. Comunicazione di nomina della Giunta Comunale;

4. Nomina della Commissione Elettorale Comunale;

5. Presentazione da parte del Sindaco del Documento Programmatico sulle azioni e progetti da realizzare durante il mandato 2019-2024.

Published in Politica
Pagina 1 di 2

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , d.ssa Valentina D'Amuri

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk