Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Luglio 2019

Importante riunione oggi, presso la Fiera del Levante di Bari, organizzata dall'Assessorato regionale allo Sviluppo sulla Zona Economica Speciale Interregionale Adriatica. 

Abbiamo illustrato ai Sindaci e ai rappresentanti dei Comuni delle province di Bari, BAT, Foggia, Brindisi e Lecce e ai Responsabili degli Uffici tecnici, la Determina n. 155/2019, con cui è stato approvato l'Avviso Pubblico rivolto agli Enti locali per l'attribuzione delle aree residue e non assegnate della Z.E.S. Adriatica.

I Sindaci della provincia di Taranto sono stati informati ieri in una specifica riunione tenutasi presso la Camera di Commercio Jonica.

Erano presenti, tra gli altri, il dott. Ugo Patroni Griffi, Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale di cui fanno parte i porti di Bari, Brindisi, Manfredonia, Barletta e Monopoli, e la dott.ssa Francesca Zampano, Dirigente della Sezione Attività Economiche, autrice della Determina.

Sono intervenuti i rappresentanti dei Comuni di Capurso, Monte S.Angelo , Casamassima, Rutigliano, Bisceglie, Campi Salentina, Mesagne, Noci, Altamura, Bitonto, Giovinazzo, Modugno, Lesina, Nardò, Acquaviva,
ed il collega consigliere regionale Mauro Vizzino.

La Determina è stata pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 84 del 25 luglio 2019.

Adesso sarà possibile, per quei Comuni che nella prima fase non sono stati inclusi nella perimetrazione della Z.E.S. adriatica, presentare un'istanza finalizzata a candidare il proprio territorio, o parti di esso, in modo che possano essere ricompresi.

Le aree disponibili e non ancora assegnate sono pari a 260,5 ettari.

Gli Enti locali che intendano presentare domanda, potranno farlo entro 90 giorni dalla pubblicazione dell'Avviso sul BURP e potranno proporre aree che rispettino i requisiti previsti per le Z.E.S., cioè aree portuali, retroportuali, piattaforme logistiche o interporti.

Saranno preferite le candidature presentate congiuntamente da più Enti locali e le candidature che prevedano aree a totale titolarità pubblica, o che siano già dotate di adeguati servizi logistici e collegate a snodi ferroviari.

In tal modo potranno entrare nella Z.E.S. altre aree che potranno beneficiare dei numerosi vantaggi, in termini fiscali e di semplificazione amministrativa, per le imprese che vi si insedieranno.

L’incontro, e il dibattito che ne è seguito, sono stati molto utili. Gli Enti territoriali adesso sono consapevoli della posta in gioco e sono in grado di mettere in campo le collaborazioni necessarie con il mondo imprenditoriale perché queste opportunità vengano sfruttate fino in fondo.

 

Published in Politica

«Via libera in Commissione Sanità agli emendamenti per  ripristinare la  classificazione di Primo livello per l’ospedale Giannuzzi  di Manduria e istituire l’ospedale di Comunità  al San Marco di Grottaglie».  

Lo dichiara  Francesca Franzoso, consigliera regionale di Forza italia, autore degli emendamenti di modifica all’ennesimo regolamento del piano di riordino ospedaliero.

«Pur sapendo che  quello di oggi è un puro esercizio retorico – prosegue Franzoso  -  dal momento che la commissione esprime  soltanto delle osservazioni al piano, ho ritenuto in coerenza e continuità con la posizione politica  sin qui portata avanti, di non  lasciare nulla di intentato e consumare anche questo ultimo passaggio a tutela del  Giannuzzi e del San Marco, e delle comunità di Manduria e Grottaglie.   Resto tuttavia  consapevole che nulla fermerà la ottusa e dannosa volontà di Emiliano di colpire i due presidi ospedalieri, entrambi privi di santi e padrini».

Published in Sanità

Roma - “Ieri alla Camera abbiamo approvato un’importante proposta di legge che prevede disposizioni in materia di utilizzo dei defibrillatori semiautomatici e automatici in ambiente extra-ospedaliero. Quando passerà in modo definitivo al Senato potremo vantare il merito di aver operato una svolta epocale per il nostro sistema sanitario. Una rivoluzione nella sanità che darà la possibilità di ridurre sensibilmente le morti per arresto cardiaco in ambienti esterni agli ospedali.” Questo il commento di soddisfazione del deputato Gianpaolo Cassese dopo la votazione in Aula della Pdl a prima firma M5S.

“Mi preme ricordare che se Grottaglie è la città più cardioprotetta della Puglia, con ben 44 defibrillatori distribuiti sul territorio, rappresentando per questo un punto di riferimento nel panorama italiano riguardo alla prevenzione delle malattie cardiovascolari, è soprattutto grazie all’ammirevole e instancabile lavoro di volontariato svolto in questi anni dalla Associazione Medici per San Ciro e dal suo presidente, dottor Salvatore Lenti. Una associazione – prosegue Cassese – che ha svolto di fatto un compito di supplenza circa iniziative che spetterebbero alle pubbliche istituzioni. Con questa legge finalmente sarà lo Stato a garantire la prevenzione di cui c’è bisogno.”

“Il provvedimento, tra le novità più importanti, sancisce l'obbligo per le pubbliche amministrazioni di dotarsi entro il 31 dicembre 2025, presso ciascuna sede in cui siano impiegati almeno quindici dipendenti e che abbia servizi aperti al pubblico, di defibrillatori esterni accessibili 24 ore su 24 e di personale formato” prosegue il deputato grottagliese.

“Previsti anche incentivi per le installazioni di defibrillatori in centri commerciali, condomini, alberghi e strutture aperte al pubblico” ancora Cassese.

 “Secondo i dati diffusi dal Ministero della salute in Italia circa 1 persona su 1.000 ogni anno viene colpita da arresto cardiaco e soltanto il 2 per cento riesce a sopravvivere. Questa bassa percentuale è determinata, nella maggior parte dei casi, dal tempo di intervento dei soccorritori che, mediamente, si aggira intorno a 12-15 minuti: un tempo lunghissimo se si pensa che ogni minuto le percentuali di restare in vita si abbassano del 10 per cento. In Italia le vittime di arresto cardiaco sono oltre 70.000 ogni anno e oltre l'80 per cento dei decessi avviene lontano da ospedali e strutture sanitarie: a casa, sul lavoro, per strada, nel tempo libero. Con questo nostro provvedimento – conclude il deputato – salveremo di sicuro moltissime vite e daremo ai cittadini una sicurezza sanitaria, ovvero un diritto primario, che oggi purtroppo non hanno”.

 

Published in Sanità

Si tratta di un altro strumento utile ed innovativo di cui si dota l’amministrazione D’Alò, da sempre molto attenta ad accorciare le distanze tra cittadini e amministrazione. Strumento utile, poiché rappresenta il mezzo affinché si instauri una vera e propria collaborazione tra pubblico e privato, ed innovativo in quanto questa collaborazione, favorisce il miglioramento della qualità dei servizi amministrativi e risparmi di spesa, nel perseguimento del pubblico interesse.
I privati che decideranno di prendersi cura di un bene, lo faranno gratuitamente, attraverso la fornitura di servizi, nuove opere di interesse pubblico o eventi; in cambio l’amministrazione garantirà agli “sponsor”, di promuovere all'interno delle aree in questione, la propria immagine, in appositi spazi pubblicitari.
I gruppi consiliari Sud in Movimento e RiGenerazione sono soddisfatti per aver dotato la Città di un altro strumento utile ai fini del perseguimento di interessi pubblici, in quanto prevede la piena collaborazione tra cittadino e amministrazione, quindi un valore aggiunto alla nostra città.

Published in Politica

“Buona la prima!”: un bagno di folla, con oltre mille persone, ha decretato (domenica 28 luglio) il successo dell’inaugurazione del “Villaggio sul mare” di “Segreti & Sapori 2019”, la grande manifestazione che per una intera settimana – fino a domenica prossima 4 agosto compresa – animerà la litoranea in località Marina di Pulsano, in Viale dei Micenei-Contrada Pezza Rossa.

Su una enorme area attrezzata è stato allestito un innovativo “Villaggio sul mare”, con centinaia di posti a sedere e un’area spettacolo con un grande palco dove ogni sera si esibiranno artisti in grado attrarre e soddisfare un pubblico eterogeneo, mentre i più piccoli potranno sbizzarrirsi in un grande parco giochi con gonfiabili.
Clou di “Segreti & Sapori 2019” è l’area espositiva con decine e decine di eleganti stand, in cui i visitatori potranno vivere una esperienza di shopping e assaporare il meglio dell’enogastronomia locale, una “full immersion” nel food e del beverage del territorio con una proposta ricca e variegata in grado di soddisfare anche i palati più esigenti.
il biglietto per accedere al “Villaggio sul mare” di Segreti & Sapori è di solo 1 euro – fino a 15 anni l’ingresso è gratuito – un prezzo simbolico che rappresenta un piccolo contributo a favore degli organizzatori della manifestazione, il Consorzio Marina di Pulsano e la Pro Loco di Pulsano, due organizzazioni no profit impegnate a contribuire allo sviluppo del territorio.

Sul palco l’inaugurazione è stata condotta da Umberto Sardella, il noto comico della sitcom televisiva “Mudù”, che ha intrattenuto l’enorme pubblico con le sue esilaranti gag e battute, coinvolgendo prima il complesso bandistico “Orchestra di fiati Città di Crispiano” e poi la band “Quadrophenix”.
Sul palco sono intervenuti Saverio Annese, presidente del Consorzio Marina di Pulsano, e Francesco Vergallo, presidente della Pro Loco; con loro Mino Borraccino, Assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia, e Francesco Marra, assessore al Marketing e alla Promozione Territoriale del Comune di Pulsano.
I due rappresentanti istituzionali hanno entrambi lodato la manifestazione “Segreti & Sapori 2019” che da anni rappresenta uno dei principali attrattori turistici dell’estate pulsanese, che in questa edizione, grazie agli imprenditori del Consorzio Marina di Pulsano che hanno voluto organizzare la manifestazione in partnership con la Pro Loco di Pulsano, si è trasferita sulla litoranea realizzando un innovativo “Villaggio sul Mare”.
In questa edizione “Segreti & Sapori”, grazie al loro impegno, ha compiuto una straordinaria evoluzione innovandosi e rinnovandosi profondamente.

L’invito è quello di venire a trascorre, in assoluta serenità, una serata in riva al mare divertendosi e apprezzando le tradizioni del nostro territorio, nonché conoscendo le eccellenze dell’artigianato e dell’enogastronomia locale, nonché le produzioni di numerose aziende di altri settori merceologici (info 338 595 3262 – www.marinadipulsano.it).

“Segreti & Sapori 2019” è organizzata dal Consorzio Marina di Pulsano, composto da imprenditori impegnati nello sviluppo economico e sociale del territorio, in partnership con la Pro Loco di Pulsano; la manifestazione gode del patrocinio della Regione Puglia, del Comune di Pulsano e del CSV Taranto.

Published in Cronaca

Turco, Programma Sviluppo: «Un percorso di crescita professionale e umana».

Si è chiuso con il rilascio di 6 qualifiche professionali e 2 attestati di frequenza il corso per «operatore di innesto e potatura» ideato da Programma Sviluppo in collaborazione con la direzione della Casa circondariale di Taranto «Carmelo Magli».
Un progetto durato oltre un anno che ha avuto come protagonisti del percorso formativo i detenuti dell’istituto penitenziario ionico.
Il corso, della durato 900 ore di cui 460 in aula e 440 in stage, ha consentito ai corsisti di acquisire le nozioni fondamentali di botanica, fisiologia e fitopatologia vegetale, produzione e coltivazione agricola e anche di sicurezza sui luoghi di lavoro, ma non solo. «I detenuti hanno avuto – ha spiegato Massimiliano turco, psicologo e referente del progetto per Programma Sviluppo – l’occasione di vivere attività di supporto alla loro condizione di svantaggio, durante le quali hanno riflettuto su sé stessi e sulle loro esperienze di vita e lavorative, facendo un loro personale bilancio. I moduli sul bilancio delle competenze, orientamento professionale, informazioni sul mondo del lavoro e sulla ricerca attiva del lavoro hanno consentito un’analisi delle proprie risorse e delle possibilità che la società offre loro una volta conclusa la detenzione».
Dal punto di vista formativo, determinati stati i moduli di «tecniche di innesto e tecniche di potatura»: in 180 ore i corsisti hanno appreso i concetti teorici alla base dell'innesto e della potatura e successivamente hanno eseguito veri e propri lavori di innesto e di potatura sempre accompagnati dai docenti, dal tutor formativo, e durante le ore di stage anche dalla figura del «mentore», un detenuto scelto dalla casa circondariale per capacità e competenza nel campo dell'agricoltura. Lo stage, come detto, ha previsto esercitazioni pratiche sull'innesto e la potatura, ma anche attività di preparazione del terreno alla coltura, semina, piantumazione, cura e trattamenti fitoterapici, e raccolta dei prodotti agricoli. Al termine del percorso, inoltre, i detenuti hanno provveduto alla ideazione, progettazione e alla realizzazione completa di due giardini della casa circondariale. «Un significato particolare – ha aggiunto Turco - ha avuto il giardino dedicato a Carmelo Magli, agente penitenziario ucciso dalla malavita locale alla fine degli anni ’80: i detenuti hanno realizzato un giardino concettuale, simbolo della lotta tra il male e il bene. La loro partecipazione entusiasta alle attività è stata per noi l’attestazione della validità del percorso formativo: oltre alla crescita professionale, abbiamo toccato con mano una crescita personale dei corsisti provato dal comportamento esemplare manifestato durante il corso che ha permesso ad alcuni di loro di accelerare il percorso di riabilitazione».

Published in Cronaca

Il consigliere regionale di Direzione Italia, Francesco Ventola, invita l’assessore all’Ambiente a non utilizzare il ruolo amministrativo per fare politica
 
“Ne dovrà scrivere una al giorno per altri 256 giorni l’assessore all’Ambiente, Gianni Stea. Una lettera per quanti sono i Comuni pugliesi, meno una, perché ieri, 29 luglio, ha preso carta e penna e ha scritto una nota con un unico mittente: il sindaco Francesco Di Feo, sindaco di Trinitapoli, e gli ha tuonato: ‘attribuire l’aumento della Tari alla Regione è falso e strumentale’.
 
“E, invece, siamo noi a invitare Stea a non utilizzare il ruolo che ricopre nella Giunta regionale per fare attacchi politici agli avversari. Perché due sarebbero le conseguenze: o Stea non si rende conto che l’ira dei sindaci va ben oltre i confini di Trinitapoli e della BAT (e allora è incapace di svolgere il suo che gli è stato affidato dal presidente Emiliano)… oppure, e sarebbe peggio, non si rende conto che l’aumento della TARI è dovuto per colmare le inefficienze di una Giunta Regionale che non ha ancora portato in Consiglio un Piano di Rifiuti e che a scadenza di legislatura naviga a vista con stanziamenti emergenziali ora per togliere i rifiuti dalle strade periferiche, ora per far viaggiare i rifiuti in tutta Italia.
“I tre milioni (un’inezia rispetto sia al numero dei Comuni pugliesi sia all’emergenza), quale contributo straordinario per i maggiori oneri sostenuti dai Comuni per lo smaltimento dei rifiuti organici, ai quali fa riferimento sono stati stanziati poco più di 2 settimane fa e dovranno essere gestiti dall’AGER, che dopo la pubblicazione del provvedimento, dovrà provvedere a trasmettere alla sezione Ciclo Rifiuti e Bonifiche della Regione Puglia un riparto della somma stanziata con l’indicazione dei criteri applicati: Stea ci avvisi quando tutto l’iter è completato e i soldi saranno materialmente arrivati nelle casse comunali, compresa quella di Trinitapoli così si potrà capire se Di Feo era o meno nelle condizioni di provvedere al conferimento e smaltimento dei rifiuti senza aumentare la tassazione locale!
“In conclusione Stea risparmi le letterine ad personam e politiche, faccia l’assessore e venga in Consiglio regionale a presentare il Piano che la Puglia aspetta da anni”

Published in Politica

Come ogni estate la CARITAS della Parrocchia Maria S.S. del Rosario  va in affanno, i volontari stanno  fondo a tutte le risorse di magazzino aiutando chi vive il disagio. La questione si ripete ogni anno in estate, come ormai sapete le derrate alimentari del magazzino viveri della nostra Parrocchia sononella maggior parte rinvenienti  dalle famiglie del categhismo  dei ragazzi, questo atto di grande generosità va in coincidenza  con l'attività scolastica, quindi la settimana catechistica si conclude con una messa domenicale alla quale partecipano tutti i bambini frequentanti che come offertorio donano cibarie di ogni tipo, su indicazione dei loro educatori catechistici, con la pausa estiva la CARITAS non interrompe gli aiuti, quindi svuota praticamente quelle scorte accumulate durante l'inverno, in pratica loro sono come delle formiche al contrario, conservano l'inverno e donano anche d'estate.
Oggi da questo giornale lanciamo l'appello facendoci portavoce di questa emergenza in quanto i volontari non sono più capaci di affrontare le esigenze dei poveri nelle prossime settimane, in dispensa  perché è rimasta solo della pasta, e manca tutto:  dai detergenti della persona a quelli per la casa, lo scatolame, il latte i pelati, i biscotti, le merendine gli omogeneizzati il riso.
Forza muoviamoci tutti e cerchiamo, ognuno di noi di dare un piccolo contributo, più siamo e più la dispensa si riempie e sarà anche gioia estiva per chi in grande dignità sopporta l'indigenza e chiedendo alla CARITAS trova quasi nulla. 

Published in Cronaca

Siamo persone, non macchine, nel lavoro e negli sforzi quotidiani abbiamo bisogno di stimoli, di visione, di entusiasmo. E i simboli contano, le grandi imprese ci danno la benzina per andare avanti, sono un insegnamento. La splendida Benedetta Pilato, con la freschezza, l’energia, la genuinità e quella promessa di futuro dei suoi 14 anni è anche questo per Taranto. E analoga considerazione si può certamente compiere per il dodicenne velista Federico Quaranta, che si è appena seduto sul tetto d’Europa della sua disciplina. Una comunità che si riscopre orgogliosa, che si accorge che niente è più impossibile, che anche in riva allo Ionio possono realizzarsi modelli virtuosi, piccole utopie, nonostante tutto. La conferma che non saranno i lamenti a farci rialzare ma che il sacrificio e la programmazione possono tutto.

Il porto con la sua zes e l’arrivo di un terminalista di caratura mondiale, la crescita del settore crocieristico con l’inaugurazione del polivalente centro Falanto, il grande dinamismo della Marina Militare e dei suoi cantieri, i prestigiosi eventi velici, il progetto di un’area expo prevalentemente dedicata alla blue economy, la nuova vita della Marina di Taranto (già isola amministrativa), la nascita dei waterfront dell’Isola Madre, il potenziamento delle idrovie, il centro nautico che sorgerà sul Mar Piccolo in vista dei Giochi del Mediterraneo, persino la ricerca sui cetacei, ormai una vera eccellenza, il marchio di origine per la nostra mitilicoltura, l’Oasi Blu in Mar Grande, tra colonie di fenicotteri e cavallucci marini. Insomma, sì, il futuro di Taranto è blu, viene dal mare, è altamente promettente e non è più solo una scommessa, basta crederci ed investire seriamente, pubblico e privato insieme. È quel futuro che tutti chiedevano diverso e che si sta costruendo, passo dopo passo.

A Benedetta e ai suoi giovani colleghi regaleremo anche una piscina olimpionica coperta, una delle pochissime dell’intero sud. Ma il regalo più grande se lo sta facendo Taranto, che per troppo tempo ha voltato le spalle alla sua ricchezza, alla sua bellezza e che ora torna a vivere pienamente il suo mare e le sue potenzialità.



Published in Cronaca
Mercoledì, 31 Luglio 2019 09:07

Rifiuti: Vianello (M5S), Dati Ispra allarmanti

Nel 2017 quasi 2 milioni di tonnellate di rifiuti smaltiti tra speciali e urbani nella provincia di Taranto. Un numero esorbitante completamente sbilanciato rispetto al dato pugliese

“Il recente Rapporto Ispra 2019 sui rifiuti speciali, riferito ai dati del 2017, e l’ultimo Rapporto Ispra sui rifiuti urbani registrano un quadro più che preoccupante sul quantitativo di rifiuti - tra urbani e speciali - smaltiti in Puglia durante il 2017, con uno sproposito nella provincia di Taranto: numeri che vanno ben oltre le aspettative. Stiamo parlando infatti di un totale che si aggira intorno ai 2 milioni di tonnellate annue, un dato non solo allarmante e in stretta continuità con le politiche scellerate - sia regionali che provinciali - nel campo dei rifiuti che sempre hanno affossato il Tarantino ma anche in netto contrasto e squilibrio con il totale pugliese. Nel dettaglio registriamo che nel 2017, le discariche per rifiuti non pericolosi che smaltiscono l’urbano hanno lavorato in Puglia per un totale di 802.381 tonnellate l’anno, nella sola provincia di Taranto la cifra di smaltimento è pari a 670.408 t/a: l’83,55% rispetto al totale smaltito in Puglia! Sulla stessa linea il versante dei rifiuti speciali: sempre nel 2017 i siti di smaltimento della provincia di Taranto hanno trattato 1.268.433 tonnellate l’anno rispetto al totale pugliese pari a 1.612.582 t/a. Uno squilibrio incontrovertibile, un totale di 1.938.841 tonnellate/a di rifiuti speciali e urbani sono stati smaltiti nel Tarantino. Questo risultato tutt’altro che meritorio non chiede semplicemente una riflessione ma pretende azioni concrete per invertire un percorso ad oggi solo a danno della provincia di Taranto, come del resto il MoVimento 5 Stelle a livello regionale ha sempre denunciato. Non sono gli inceneritori la risposta a questi dati scoraggianti, essi infatti per produrre energia bruciano i rifiuti più secchi, mentre la parte più umida in uscita dai TMB (trattamento meccanico biologico) dopo la bio stabilizzazione viene conferita in discarica. In definitiva gli inceneritori non possono smaltire lo stesso materiale, che avrà necessariamente bisogno di discariche. Purtroppo né la legge regionale 24/2012 e seguenti nè il nuovo Piano regionale dei rifiuti sono impostati per alleviare questa situazione eppure, le norme europee e italiane impongono una precisa gerarchia nel trattamento dei rifiuti, del tutto disattesa in Puglia”.

Published in Politica
Pagina 1 di 26

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk