Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Lunedì, 15 Luglio 2019

Taranto – ArcelorMittal Italia informa che questa mattina, nel magazzino spedizione a freddo (MAF) dello stabilimento di Taranto, era in corso l’attività di spostamento coil mediante carroponte. Mentre si svolgevano le operazioni di discesa, il carico aumentava la sua velocità e quindi il gruista, nel tentativo di fermare la manovra, ha immediatamente inserito il comando di salita e quindi di emergenza. L’intero carico, data l’altezza limitata della caduta, si è adagiato al piano magazzino senza causare danni a persone e cose. Lo stesso rotolo non ha subito alcun danneggiamento. Sono in corso verifiche elettriche e meccaniche.

Published in Cronaca

Stamattina ero in prossimità di Piazza Verdi, in attesa di fare bancomat, ho osservato ancora più attentamente la tanta discussa piazza, inutile sottolineare lo stato di abbandono in cui versa, perché è davvero una vergogna, ciò sicuramente è dovuto al fatto che presto inizieranno i lavori di manutenzione straordinari, e quindi lasciarla al suo degrado convince di più i cittadini che la fontana va demolita. Proprio stamani al Palazzo è stata adottata la determina e quindi pubblicata nell'Albo pretorio  con il numero 726 del registro, ciò significa che i lavori sono affidati definitivamente all'impresa vincitrice. L'architetto Ciro Masella, nonostante tutto, non si capacita, e porta avanti la sua missione di salvataggio della fontana, quest'ultima comè noto è stata realizzata dal defunto architetto Renato Cavallo. Masella  nei giorni scorsi ha messo in atto, una specie di flash mob nella piazza in questione, dove ha raccolto  221 firme di coscienze critiche che sono contro la demolizione della fontana e speranzoso confida in un incontro con il Sindaco D'Alò, finalizzato a farlo ragionare sulla questione parziale demolizione della fontana (foto copertina del progetto), saranno demolite le colonne matitone e le vasche abbeveratorio oggi fioriere. 

Va detto per onor di cronaca che i residenti della zona Piazza Verdi e le attività commerciali propendono per lo più  per la demolizione della fontana, sono stufi del degrado che ormai è l'unico protagonista in piazza, senza contare tutto ciò che accade nella stessa piazza, in uno stato di abbandono totale con situazioni sconcertanti che si vericano in determinate ore, ragazzette e ragazzotti in età adolescenziale  che fanno di "tutto" coinvolgendo anche anziani che ancora osano sostare sulle panchine. Insomma c'è molta insofferenza verso questo spazio che dovrebbe essere vivibile, accogliente e pulito, ma non lo è mai stato. Purtroppo bisogna convenire che piazza Verdi non è stata mai uno spazio che abbia mai favorito la frequentazione serena e sicura della piazza.  

Published in Cronaca

A seguito dell'assemblea pubblica, svoltasi in occasione del tesseramento 2019 insieme a diverse realtà della #Provincia, è emersa la volontà di incontrarci nuovamente per affrontare e discutere insieme del ciclo dei rifiuto e dell'importanza della raccolta differenziata.

L'ultimo rapporto sui comuni ricicloni, presentato da Legambiente, vede sicuramente un trend positivo per la nostra provincia e la nostra regione, ma tanto c'è da fare, soprattutto rispetto alle politiche di sensibilizzazione utili al cittadino per capire l'importanza del riciclo, ma anche l'abbattimento degli imballaggi.

L'evento, che organizziamo insieme a Partecipazione è Cambiamento di Taranto e Idea Comune San Marzano, vedrà la partecipazione di Gianfranco Grandaliano - Direttore Generale Agenzia AGER Puglia e Fiorenza Pascazio Presidente Agenzia Regionale AGER Puglia, che insieme al Sindaco Ciro D'Alò - delegato comitato AGER per la nostra provincia, faranno un focus sull'attuale situazione e sulle politiche che si intendono perseguire, utili a limitare sempre di più il conferimento in discarica.

Per questo mercoledì 24 Luglio, alle ore 19, saremo in Piazza della Vittoria a Taranto insieme ai nostri amici di Partecipazione è Cambiamento e Idea Comune San Marzano per dare vita a un incontro pubblico aperto con cui vogliamo proporre un nuovo modo di coinvolgimento civico, partendo da un tema principe come quello dei rifiuti.

Published in Politica

Tutte le novità del restyling: carte da lavorazioni etiche e tappi in fibra di canna da zucchero

Una linea di vini completamente sostenibile.
Dalla vigna alla bottiglia 12eMezzo è il progetto più moderno ed eco-compatibile attualmente sul mercato e che porta la firma di Varvaglione1921. In campagna, grazie alla presenza di stazioni meteo che valutano tutta una gamma di parametri, non ci sono trattamenti se non quelli realmente necessari e richiesti dalla pianta. Sostenibilità che continua nella scelta dei supporti riciclabili della RAF cycle, fino alle carte certificate FSC un marchio che identifica i prodotti provenienti da foreste gestite in maniera corretta e responsabile secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici; insomma, carte che provengono da foreste gestite in maniera sostenibile. Per finire, anche il tappo è frutto di una ricerca e di un investimento teso alla tutela dell’ambiente poiché si è optato per un prodotto, targato Normacorc, al 100% e prodotto in fibra di canna da zucchero.

Un impegno che dall’attenzione all’ambiente passa all’unicità dell’etichetta che cambia per essere al passo con i tempi. Impercettibile, ma sostanziale. Ecco la nuova immagine scelta da Varvaglione1921 per la linea 12eMezzo. «Siamo intervenuti graficamente per valorizzare i dettagli e spingere sull’identità, per unificare il layout ma, attraverso alcuni particolari, evidenziare ancora più l’unicità di ogni bottiglia» spiega Marzia Varvaglione. Sono stati uniformati i colori delle capsule differenziando la selezione dei rossi da quella dal resto della collezione per rafforzare l’appartenenza di ogni vino a quella che per Varvaglione1921 è una delle linee più amate in Italia e all’estero dove è presente in 60 paesi. «Ci sembrava importante dare un’idea di continuità anche grafica sugli scaffali delle enoteche o in qualunque luogo in cui le bottiglie vengano esposte - prosegue Marzia – abbiamo differenziato il colore per il Primitivo e per il Negroamaro per dare a ciascuna bottiglia anche una vita propria nel segno della riconoscibilità e siamo intervenuti, graficamente, sulla laminatura che da color argento è diventata dorata». Insomma, un lavoro di rifinitura nell’ottica di una comunicazione efficace, immediata e moderna alla quale si è unito un lavoro che ha puntato sui sentori che, su ciascuna etichetta, prendono la forma degli elementi che si sentono al naso dalla degustazione olfattiva.

La collezione 12eMezzo è il risultato di un progetto di grande appeal che ha visto la collaborazione tra Varvaglione1921 con l’Università di Udine che, insieme, hanno lavorato affinché, partendo dai vitigni autoctoni di origine pugliese, si mettessero in bottiglia vini con il medesimo grado alcolico. Da questo, che si attesta sui 12,5% alc, è derivato anche il nome di quella che è una linea che sta riscuotendo un grandissimo favore da parte dei mercati sia italiani sia stranieri.
12eMezzo riflette pienamente la filosofia della famiglia Varvaglione di utilizzare i tradizionali vitigni autoctoni pugliesi, implementando al contempo un moderno processo di vinificazione. Ciò dà origine a vini freschi e innovativi che sono unici nel loro packaging. Un progetto che a distanza di qualche anno ha ricevuto la giusta attenzione per renderlo più moderno e ancora più accattivante nella sua immagine.

Published in Cronaca

La III commissione, presieduta da Pino Romano, ha deciso di procedere con le audizioni in ordine alla “Deliberazione della Giunta regionale n. 1195 del 03/07/19 Approvazione provvedimento unico – proposta di regolamento regionale: “Riordino ospedaliero della Regione Puglia ai sensi del D.M. n. 70/2015 e delle leggi di stabilità 2016-2017. Modifica e integrazione della DGR n. 1095/2017 e n.53/2018. Abrogazione.”
Le audizioni saranno definite nella seduta di giovedì prossimo e avranno luogo la settimana successiva. A seguire la commissione formulerà delle osservazioni che saranno inviate alla Giunta regionale. Nel frattempo il provvedimento in discussione domani sarà riapprovato in via definitiva dal Governo regionale, con l’unica modifica che riguarda il ripristino del Punto Nascita presso l’ospedale di Bisceglie, in vista della riunione del Tavolo romano previsto per il 18 luglio prossimo al termine del quale la Puglia dovrebbe uscire dal Piano operativo.
Quest’ultimo punto è stato evidenziato dal Direttore generale del Dipartimento Sanità della Regione Vito Montanaro, che ha sottolineato come in tal maniera la Puglia potrà riappropriarsi pienamente della competenza in materia di organizzazione dell’assistenza sanitaria, con la possibilità di introdurre delle modifiche e integrazioni laddove dovesse emergerne la necessità.
Montanaro ha ribadito che il sistema sanitario è in continua evoluzione e ha recepito l’invito di Ignazio Zullo in ordine alla necessità di quantificare l’impatto finanziario del provvedimento unico, anche al fine di verificare le risorse effettivamente disponibili per garantire i macro livelli di assistenza (territoriale e prevenzione, oltre a quello ospedaliera).
In ordine alla situazione che riguarda l’ospedale di Lucera (richiesta da Giannicola Deleonardis) la Giunta regionale ha approvato in precedenza una deliberazione con cui è stato previsto l’accorpamento funzionale con gli “OO.RR.” di Foggia in considerazione della posizione disagiata dello stesso presidio ospedaliero. Il direttore Montanaro ha precisato che una commissione mista “OO.RR.” e ASL FG sta lavorando per definire le modalità.
In precedenza la III commissione ha approvato a maggioranza il disegno di legge sulle “Norme in materia di nomina di Direttori Amministrativi e Sanitari delle Aziende ed Enti del S.S.R.”.
Il provvedimento recepisce in toto le osservazioni formulate dal Governo in ordine alla L.R. n. 8/2019. Il ddl disciplina (in linea con il D.L.vo n. 171/2016 e successiva approvazione dell’elenco nazionale degli idonei) la composizione e le modalità di nomina della Commissione di esperti per la valutazione dei candidati; i criteri metodologici per la valutazione da parte della commissione in questione e le modalità di approvazione degli elenchi regionali di idonei alla nomina di direttore amministrativo e di direttore sanitario.

Published in Sanità

Taranto 12 luglio 2019

Cari Colleghi,
l’incidente avvenuto nel porto di Taranto mercoledì sera è stato una tragedia. È un momento difficile per chiunque lavora in ArcelorMittal Italia: siamo tutti scioccati da quanto accaduto. Rivolgiamo i nostri pensieri e le nostre preghiere al collega disperso, alla sua famiglia e ai suoi amici, ai quali stiamo fornendo tutto il supporto possibile.
In segno di massimo rispetto e vicinanza, lunedì a mezzogiorno terremo un minuto di silenzio. Da quando ArcelorMittal è arrivata a Taranto lo scorso novembre, abbiamo lavorato seriamente per migliorare il livello di sicurezza e continuiamo a dare grande importanza all’impegno di migliorarlo ulteriormente, perché per noi la sicurezza è una priorità assoluta.
Stiamo assicurando massimo supporto all’Autorità Giudiziaria impegnata nell’attività di indagine. In momenti difficili come questi è fondamentale restare uniti. Non possiamo negare che gli ultimi due mesi siano stati molto duri. Diversi fattori esterni si sono accavallati rendendo difficilile condizioni in cui operiamo.
Ma abbiamo preso l’impegno di cambiare il volto di questo stabilimento. Abbiamo bisogno di restare uniti e di lavorare in uno spirito di collaborazione se vogliamo raggiungere questo obiettivo.
È per questo che è stato davvero molto importante che ieri sera i sindacati abbiano sospeso lo sciopero. Se ciò non fosse avvenuto, non avremmo avuto altra alternativa se non il blocco della fabbrica e la fermata dell’area a caldo. Le conseguenze sarebbero state disastrose.
Siamo consapevoli che abbiamo davanti molte sfide. Ma rimaniamo impegnati a fare tutto il possibile per raggiungere soluzioni sostenibili. Nell’immediato, dobbiamo concentrarci sul completare la nostra indagine sull’incidente di mercoledì e ricominciare le nostre attività a Taranto in piena sicurezza.
Vogliamo che quest’azienda abbia successo e torni a essere un faro di eccellenza della manifattura italiana. E dobbiamo farlo insieme.

Cordiali saluti 

Matthieu Jehl

Published in Cronaca

La consegna dei premi e il concerto di Morris e Forcione hanno chiuso l’edizione 2019 del Festival.

Italia super premiata ai concorsi del Festival Internazionale della Chitarra- Città di Mottola, con un vincitore anche della provincia di Taranto. La rassegna si è chiusa con la consegna dei riconoscimenti, un premio speciale nel segno dell’integrazione e lo straordinario concerto di Sarah-Jane Morris ed Antonio Forcione. Per loro, la standing ovation del pubblico.
Primo classificato al 25° Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale per Chitarra è Carlo Curatolo (vive a Roma, ma è nato a Grottaglie) che ha vinto un premio di 3.000 euro (offerto equamente da Lions Club Massafra-Mottola "Le Cripte" e comune di Mottola), il contratto discografico "dotGuitar Prize" e un tour di 17 concerti- nei più importanti festival europei- per la piattaforma Euro Strings. Secondo posto per Pasquale Vitale (Cava de’ Tirreni) con un premio di 1.000 euro del comune di Mottola e terzo per Flavio Nati (Roma) con un premio di 500 euro, sempre del comune.
Per il 25° Concorso Internazionale “Giovani Chitarristi” vincitore assoluto è Emanuele Squillace. Per lui una chitarra offerta da Art Communication e, per tutti, il premio Corde Savarez. Quest’anno, poi, una sezione speciale: un concorso di musica d’insieme aperto a gruppi con chitarristi diversamente abili. Il 1° premio è andato al New World Quintet di Bari. Hanno vinto la borsa di studio di 600 euro donata da “Dynamic Key Guitar”.


In giuria- presieduta dal chitarrista dei record Zoran Dukic (Croazia)- i Maestri Joe Lo Piccolo (Stati Uniti), Alessandro Deiana (Italia), Roberto Lambo (Italia) e Jesse Flowers (Australia). «I candidati- spiega il direttore artistico, il M° Michele Libraro- sono arrivati da Ungheria, Austria, Inghilterra, Portogallo, Olanda e Italia. Questa tripletta di premi per gli studenti italiani è la dimostrazione dell’altissimo livello raggiunto nel nostro paese nel campo della formazione. Insomma, la scuola musicale italiana sforna talenti». Presenti anche l’assessore alla cultura Crispino Lanza e la presidente del Lions Club Gianna Lo Gatto.
Dopo la premiazione, spazio al concerto di Morris e Forcione che ha chiuso in grande stile la XXVII edizione del Festival. Da più parti considerati due degli artisti di maggiore talento a livello musicale internazionale, con il loro spettacolo hanno impreziosito la serata finale, che ha registrato un grande successo di pubblico. In scaletta, brani vecchi e nuovi di Sarah- Jane Morris, accompagnati dalla chitarra di Antonio Forcione, ma anche tributi a Sting, Queen e Stevie Wonder.
La manifestazione è organizzata dall’Associazione Accademia della Chitarra con il patrocinio di Unione Europea, Regione Puglia, Comune di Mottola, Lions Club Massafra-Mottola “Le Cripte” e Pro Loco.

 

 

Published in Spettacolo

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , d.ssa Valentina D'Amuri

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk