Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Settembre 2019

Ottimista il presidente del Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria Mauro di Maggio 

“Una vendemmia contenuta dal punto di vista della quantità ma che si riscatta in pieno per la qualità eccezionale”. Queste le parole del presidente del Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria, Mauro di Maggio appena alla fine della raccolta dell'uva per la grande doc pugliese.

“La resa è bassa, circa il 30 – 35 % in meno rispetto all’annata precedente - continua di Maggio - ma il frutto è sano e di ottima qualità, con buccia bella e consistente, tali da far prevedere una produzione di vini ricchi in colore e struttura. Abbiamo iniziato a vendemmiare la prima settima di settembre con circa 15 giorni di ritardo, a causa di una primavera fredda ed un inizio estate incerto, ma ci siamo subito accorti della presenza di uve sane e di buona qualità.
Si è iniziato dando spazio alla vendemmia degli alberelli che hanno subito presentato un carico basso per poi proseguire nelle zone costiere e, infine, nelle zone dell’entroterra. Originariamente le previsioni meteo hanno destato qualche preoccupazione con scarsi, sparsi e insignificanti rovesci ma l’inizio di settembre si è sviluppato con temperature miti, giornate soleggiate e ventose che hanno permesso un completamento regolare dell’ultima fase di maturazione. L’ottimo stato fitosanitario, frutto di una gestione agronomica mirata ed efficace insieme ad una stabilità meteo e un preciso inizio del periodo vendemmiale, hanno portato ottimi risultati”.

“Vorrei ringraziare tutti i vignaioli che si sono dedicati alla raccolta dell’uva. Un lavoro che lascerà posto agli step successivi della filiera del vino, selezione del frutto, fermentazione, svinatura fino all’imbottigliamento finale. Il Primitivo di Manduria - conclude di Maggio - è ormai un brand riconosciuto in tutto il mondo grazie al lavoro dei produttori e vinificatori che, con passione e abili capacità, producono questo vino straordinario. Un’eccellenza italiana che ha conquistato e che continua a conquistare fette di mercato importanti”.

Published in Cronaca

Militari della Compagnia di Manduria hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo - ex art. 321 c.p.p. - emesso dal G.I.P. del Tribunale di Taranto, di un capannone ad uso industriale, ubicato in agro di Sava (TA), di circa 600 metri quadrati e del valore di 800 mila euro, nella disponibilità di un imprenditore savese, a carico del quale è stato accertato il reato di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte.

In particolare, le Fiamme Gialle di Manduria, dopo aver verificato che il predetto imprenditore si era reso responsabile del mancato pagamento di talune cartelle esattoriali per cospicui debiti erariali verso l’Agenzia delle Entrate, l’INPS e la Regione Puglia, hanno altresì accertato il fittizio trasferimento della proprietà del citato immobile dalla società intestataria delle cartelle medesime ad altra società, entrambe dallo stesso amministrate, per il solo fine di sottrarlo alla legittima procedura di recupero crediti da parte dell’Erario.

 

Published in Cronaca

La Pro loco Marciana rimette in scena lo spettacolo in costume arberesh “Vej Kurore”, espressione della lingua arbereshe la cui traduzione è “prendere corona”, il modo con cui si indicava nelle comunità arbereshe italo-albanesi l’unione di due giovani in matrimonio. La manifestazione si terrà domenica 6 ottobre, alle ore 20, nel centro storico di San Marzano di San Giuseppe (Taranto). In un’ora, si proverà a raccontare quello che accadeva durante la settimana degli sposi nella comunità arbershe sanmarzanese. 

“La realizzazione del progetto “Vej kurore”, memoria di un matrimonio arberersh – spiegano i promotori della manifestazione - cerca di favorire non solo l’interesse dell’apprendimento e l’uso della lingua minoritaria, ma vuole essere una risposta positiva a quella sfida posta dalla Commissione delle Comunità Europee (Bruxelles 18/9/2008) sulla tutela della diversità linguistica. La scelta di proporre un progetto di cui protagonista principale sia un rito sacramentale, accompagnato dalla riproduzione di antichi rituali sociali legati all’evento, dalla musica, ai giochi ai dialoghi, è scaturita dalla consapevolezza che l’oralità sia una narrazione tipica della tradizione collettiva popolare, patrimonio culturale di comunità che utilizzavano poco la scrittura e che hanno tramandato lo stesso oralmente, di generazione in generazione, trasferendo in questi racconti brevi riti, usanze, e costumi”.
Sarà un percorso tra i vicoli e le piazzette del piccolo centro storico, con gli interpreti in costumi arbereshe tradizionali, affacciati alle finestre sui balconi o sull’uscio di casa, a ricordare in una lingua antica il matrimonio arberesh e i costumi legati a questo rito greco-bizantino. Gli spettatori-visitatori potranno provare a ripetere con gli attori le parole ed i canti dell’antica tradizione. Si tratta di uno spettacolo interattivo, perché il pubblico è chiamato a partecipare attivamente alle scene e “di un’ occasione unica nel panorama pugliese ionico, per riscoprire le radici e le tradizioni di un popolo antico che si stanziò in Puglia e nel feudo di San Marzano nella prima metà del 1500”.
La regia dello spettacolo è curata da Alfredo Traversa; attore e regista grottagliese, ha inventato in Puglia il Teatro di Fantiano e vanta un’ intensa attività teatrale. Le sue opere sono rappresentate in diversi teatri in Italia e all’estero, dall’ Accademia Nazionale Silvio d’ Amico alla Rai di Roma, a Bari e Napoli. E’ inoltre autore di Don Tito Schipa, sceneggiato sul grande tenore pugliese.
“Il patrimonio culturale delle comunità arbereshe è molto ricco e vario e l’evocazione attraverso la magica atmosfera di un matrimonio, la narrazione in musica di mondi storicamente lontani, di giovani promessi sposi, dei loro familiari ed amici, e di eroi gloriosi come il grande condottiero Giorgio Skanderberg e le vicende legate alle principesse e ai mostri, alle donne e agli uomini, ai vizi e alle virtù di un popolo venuto dall’altra parte del mare, non potrà che risultare utile per stimolare la curiosità delle nuove generazioni ed avvicinarle alla conoscenza della lingua e dello studio della cultura arbereshe”, dichiarano i referenti della Pro Loco nella presentazione.
La comunità di San Marzano di San Giuseppe (Shën Marxani) è la comunità più grande tra i circa 52 paesi influenzati dagli usi, dai costumi, dalla lingua, dalla tradizione e dalla storia arbereshe, tra Calabria, Sicilia, Puglia, Molise, Basilicata, Campania ed Abruzzo. Essa ha nel suo patrimonio storico, culturale e soprattutto linguistico uno dei suoi valori aggiunti rispetto a tante altre comunità della Terra Ionica che, pur avendo ospitato gli Albanesi durante questi cinque secoli, hanno perso i riti religiosi, la lingua, gli usi e costumi. San Marzano ha conservato un peculiare patrimonio culturale, comprensivo di tradizioni popolari e religiose, tradizioni musicali come canti popolari albanesi sacri e profani della tradizione, storico-linguistici, etnografici come anche preziosi costumi e tradizioni popolari ed un ricco repertorio di racconti e detti popolari trasmesso oralmente dai nonni ai nipoti nelle generazioni passate.

Published in Cronaca

Il Presidente di AdP Tiziano Onesti: “È stato mantenuto un impegno preso nel Piano strategico”

Da Copenaghen a Bari con un volo diretto. La stagione estiva è appena chiusa, ma la ‘Summer 2020’ si apre già con una grande notizia. C’è anche il ‘Karol Wojtyla’, infatti, nel nuovo network estivo dalla compagnia di bandiera “Scandinavian Airlines”. I biglietti sono già disponibili per viaggiare dalla Scandinavia con una frequenza settimanale di due giorni (lunedì e venerdì) a partire dal 29 Giugno.


“L’annuncio di questo volo è veramente importante, perché segna una ulteriore tappa nello sviluppo del network in linea con gli obiettivi strategici del piano industriale approvato a marzo - spiega il Presidente di Aeroporti di Puglia Tiziano Onesti. Si tratta di un risultato reso possibile anche grazie al grande lavoro fatto in sintonia con la Regione Puglia, i suoi Dipartimenti e le Agenzie che hanno permesso alla Puglia di diventare un brand riconosciuto in tutto il mondo. La stessa Scandinavian Airlines, che opererà il volo, nell'annunciare la nuova rotta ha definito la nostra regione una ‘gemma dell’Adriatico’, una terra che ‘attrae non solo per le sue spiagge dorate e caraibiche, ma anche per il territorio rurale e per i borghi assai suggestivi come le ‘città bianche’ della Valle d’Itria e le famose località della costa, come Polignano a Mare e Otranto’. Per i pugliesi si tratta di un collegamento diretto con una delle capitali più importanti dell'Unione Europea".

La Compagnia di bandiera scandinava si sta impegnando per aumentare l’offerta di collegamenti con un occhio particolare all’impatto ambientale: i nuovi aeromobili – come sottolineano - hanno un consumo di carburante largamente inferiore con una attenzione particolare, quindi, ai grandi temi della sostenibilità.

Published in Cronaca

Si svolge a Riccione, dal 2 al 4 ottobre p.v., la 12^ edizione del Trauma Meeting, importante Congresso che vede la partecipazione di oltre 1300 medici ortopedici italiani e internazionali. Tra i presidenti del Congresso, il dottor Lorenzo Scialpi - direttore del reparto di Ortopedia e Traumatologia dell’Ospedale SS. Annunziata di Taranto -, il quale spiega l’importanza dell’interconnessione tra i due temi di questa edizione: “Appropriatezza dell’utilizzo dei mezzi di sintesi in traumatologia” e “Prevedibilità degli esiti in traumatologia”. “L’utilizzo di mezzi di sintesi appropriati è uno dei fattori che ci consente di prevenire le complicanze” – spiega Scialpi, sottolineando che l’evento è anche un importante momento di confronto tra i relatori, le varie scuole di ortopedia e le diverse aziende del settore circa le modalità e i tempi di trattamento delle fratture esposte.
Il Trauma Meeting è ormai diventato il congresso di traumatologia più importante e frequentato in Italia, a conferma del grande salto evolutivo compiuto dalla chirurgia ortopedica sia in termini di ricerca che di nuove tecnologie chirurgiche. Il nostro Paese peraltro è al 2° posto assoluto nel mondo per capacità di risposta assistenziale in rapporto alle risorse investite (OMS).
“Per noi questo è un motivo di orgoglio,” – ha sottolineato Mario Manca, presidente nazionale dell’O.T.O.D.I., la Società Ortopedici e Traumatologi Ospedalieri d’Italia promotore dell’evento – “che ci spinge ad andare avanti e a proseguire su questa strada che ci riserverà tante soddisfazioni. Quest’anno, oltre al consueto coinvolgimento dell’O.T.O.D.I. Young, sarà dedicato uno spazio importante anche agli specializzandi, linfa vitale della società”.

Published in Sanità

“La dolce sfida mondiale” in Anteprima a HostMilano 2019

 In occasione dell’Host dal 18 al 22 Ottobre a Milano si terrà la presentazione ufficiale del libro, La Dolce sfida Mondiale che racconta le gesta del Team Italia, vincitore del World Trophy of Pastry 2017. 

L’appuntamento è fissato per sabato 19 ottobre ore 11,30 Padiglione 10 – Corsia 10/E

 Gli autori Enrico Casarano, Matteo Cutolo e Giuseppe Russi raccontano come siano arrivati ad essere campioni del mondo nell’arte pasticcera, portando in alto la bandiera tricolore, un percorso narrativo appassionato e avvincete nel quale gli operatori del Mondo Pastry potranno senz’altro riconoscersi. Nelle pagine di questa speciale pubblicazione, composto da oltre 200 pagine, rilegate in un’elegante brossura cartonata, anche interessanti capitoli tecnici curati dai tre maestri specializzatisi sulle torte moderne (Russi), cioccolateria (Casarano), gelateria (Cutolo). Il tutto corredato da esclusive ricette con foto tanto belle da volerle toccare e gustare

La prefazione della pregiata pubblicazione è firmata da Roberto Lestani, presidente della F.I.P.G.C. (Federazione Internazionale Pasticceria, Gelateria, Cioccolateria) che scrive: “Questo libro è qualcosa di più di una semplice pubblicazione tecnica, non parla solo di arte pasticcera e gelatiera dove apprendere e approfondire le conoscenze, i diversi procedimenti e le particolari tecniche di alcune peculiari lavorazioni con tante originali e buonissime ricette. Ma è molto di più. Leggendo le storie di Enrico, Matteo e Giuseppe è come se stessimo rivivendo le nostre stesse vite professionali, una lettura coinvolgente ed emozionante che come in un avvincente romanzo esplora, disvela, racconta e presenta colui che con talento, abilità, passione e competenza, crea l’arte pasticcera, ovvero quell’essere umano chiamato pasticciere. Un libro, dunque, che parla anche di persone che hanno fatto della creazione della dolcezza la loro ragione di vita. A tale proposito riporto una citazione del libro che mi ha particolarmente colpito: Non faccio, ma sono un pasticciere. Non si può fare pasticceria senza essere pasticciere, esserlo fino al midollo, dall’anima al cuore e passando per il sangue nelle vene”

Il libro La dolce sfida mondiale è dedicato a tutti gli operatori professionali della pasticceria, ma anche ai tantissimi amanti e buongustai dell’arte più dolce del mondo. Il libro è edito dalla Input edizioni, editrice della rivista Pastry Magazine.

L’appuntamento è fissato per sabato 19 ottobre ore 11,30 Padiglione 10 – Corsia 10/E

Published in Cronaca

"Occorre definire un periodo di transizione, di medio termine, per delineare i driver del nuovo modello economico su cui basare il benessere della società". È il commento di Mario Turco (M5S), sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alla programmazione economica e agli investimenti a margine del Fridays for Future, il terzo sciopero globale per il clima che ha visto in piazza giovani e studenti in 180 città italiane.

"Nel prossimo futuro - aggiunge il sottosegretario M5S - la politica, il mondo economico e i diversi attori sociali sono chiamati a dare risposte ai cambiamenti climatici. Ciò richiederà l’adozione di scelte, anche radicali, che con coraggio dovremo affrontare e risolvere. Stiamo andando incontro a un inevitabile cambio di paradigma comportamentale".

"Fondamentale - conclude il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio - sarà il ruolo della ricerca che dovrà orientare l’innovazione verso nuovi orizzonti e permettere alle imprese di riconvertirsi e definire nuovi business. Allo stesso tempo, importante sarà il compito della politica, che dovrà rivedere le metodologie di valutazione della spesa pubblica da finanziare. In questo ambito, il Governo è già impegnato in un’attività di monitoraggio volta a favorire e sostenere quei progetti d’investimento green".

Published in Politica

Ho partecipato, sabato scorso, 28 settembre, all'evento Contropiede, la festa organizzata a Taranto da Fiom Cgil e Circolo Arci Gagarin nella sede della Cooperativa Owen.

Ringrazio gli organizzatori per l'invito al dibattito, al quale ho partecipato assieme al segr. gen.le FIOM CGIL Puglia Giuseppe Romano, il coord. naz.le Gruppo Leonardo Claudio Gonzato, al sindaco di Grottaglie Ciro D’Aló e al direttore dello stabilimento LEONARDO di Grottaglie Mainolfi.

Lo sviluppo economico della nostra regione è stato l' argomento cardine della discussione, occasione per parlare delle tante attività messe in campo dall'Assessorato allo Sviluppo della Regione Puglia per implementare la crescita socio-economica del nostro territorio. Occasione per parlare dei risultati economici positivi che sta confermando la nostra regione come dimostrano i dati ISTAT, secondo i quali abbiamo registravamo il + 4,5% di PIL dal 2015 al 2018, solo nel 2018 + 1,3%, ed un + 10% di export nei primi 6 mesi del 2019, con +22 mila occupati dal 2016 ad agosto 2019.

Si tratta di risultati molto soddisfacenti, frutto anche degli strumenti di incentivazione alle imprese attivati dalla Regione Puglia che ha sostenuto e sta sostenendo le imprese in percorsi virtuosi, attraverso una politica industriale strutturata che, mettendo a disposizione un ampio ventaglio di opportunità rappresentati da strumenti di incentivazione molto concreti, privi di scadenza e con accesso on line, non ha mai interrotto l’iniezione di liquidità in favore del tessuto produttivo.

Strumenti che favoriscono la crescita delle piccole e medie imprese e quelle che puntano altresì sull’innovazione, sulla internazionalizzazione, oltre che ad investire in territori strategici come quelli perimentrati nelle Zone Economiche Speciali o che fanno parte dei Distretti Urbani del Commercio.

Soprattutto come Assessorato regionale allo Sviluppo Economico stiamo lavorando molto per il rilancio delle infrastrutture strategiche del territorio, per la loro valorizzazione, che può rappresentare davvero volano straordinario di sviluppo.

La provincia jonica, favorita dalla posizione geografica che la pone nel cuore del Mediterraneo ha nel porto di Taranto e nell’aeroporto di Grottaglie delle potenzialità uniche da valorizzare al massimo soprattutto in settori innovativi.

Una opportunità di sviluppo straordinaria viene dal settore dell’aerospazio, che sta diventando una grande realtà in Puglia.

Una Filiera importante per la nostra economia, che ha come fulcro lo stabilimento jonico di Grottaglie, divenuto una eccellenza riconosciuta ormai anche a livello internazionale.

Come Regione Puglia stiamo lavorando molto per implementare ulteriormente questo settore attraverso attività promozionali volte a favorire ed attrarre investimenti e costruire un portafoglio di offerta territoriale nel settore dell'aerospazio.

Di qui nasce l'Accordo recentemente approvato dalla Giunta regionale tra Regione, Aeroporti di Puglia SpA e Distretto Tecnologico Aerospaziale propedeutico alla realizzazione di una Fiera internazionale dell'aerospazio che si svolgerà a Grottaglie dal 25 al 27 marzo 2020, finalizzata ad aumentare la competitività, accrescere gli insediamenti produttivi ed elevare i livelli occupazionali della nostra regione in questo settore trainante per la nostra economia.

Published in Politica

Milioni di giovani nei giorni scorsi hanno manifestato nel mondo per fermare il degrado ambientale.

Greta Thunberg e Alexandria Ocasio-Cortez non hanno molto in comune, se non l’abilità nel comunicare e il merito di aver posto il tema del cambiamento climatico al centro di una discussione planetaria.

Mentre la ragazza svedese svolge un ruolo da mobilitatore e comunicatore, la parlamentare statunitense Ocasio-Cortez avanza proposte di legge ambiziose.

Qui in Italia salutiamo con fiducia e speranza il fatto che nel programma del nuovo Governo Conte è entrato il termine Green New Deal, e la Regione Puglia è da tempo impegnata a favorire lo sviluppo sostenibile nel territorio regionale.

Le linee programmatiche del nuovo esecutivo italiano prevedono di “realizzare un Green New Deal, che comporti un radicale cambio di paradigma culturale e porti a inserire la protezione dell’ambiente e della biodiversità tra i principi fondamentali del nostro sistema costituzionale”. Ciò, attraverso “l’indirizzo dell’intero sistema produttivo verso un’economia circolare”.

Il Green New Deal guarda al nostro futuro, guarda al piano di azioni e programmazioni che sono necessarie per azzerare le emissioni di CO2 entro il 2030 e contenere il riscaldamento globale nei limiti sicuri per l’uomo.

Occorre puntare non su misure vessatorie, ma su precisi incentivi. In Puglia, come Assessorato allo Sviluppo Economico, abbiamo da tempo avviato nuove forme di sostegno alla economia circolare. Ad agosto scorso sono state licenziate alcune modifiche ai bandi di sostegno alle imprese, che introducono premialità su progetti ecosostenibili.

Abbiamo messo in campo la Misura denominata Titolo VI, Fondo Efficientamento energetico,che incentiva le imprese micro, piccole e medie che adottano iniziative di efficientamento energetico.

La misura denominata Titolo II capo 3 prevede il sostegno agli investimenti destinati all’implementazione di nuovi processi produttivi, tendenti al risparmio energetico e alla riduzione dell’emissione di sostanze inquinanti.

A sua volta la Misura denominata Fondo PMI, Tutela dell’Ambiente, assegna un ruolo significativo alle azioni volte alla “riduzione dei consumi energetici e delle emissioni nelle imprese e all’ integrazione da fonti rinnovabili”.

Quelle elencate sono solo un esempio delle iniziative che il nostro Assessorato sta intraprendendo per lo sviluppo economico della nostra regione sostenibile dal punto di vista ambientale.

E’ un tema che ci coinvolge molto, come cittadini del mondo, per il futuro delle nuove generazioni, dei nostri figli.

E’ la nostra priorità, che stiamo incoraggiando in tutte le forme, puntando soprattutto sulla ricerca e sull’innovazione, sull’utilizzo delle energie rinnovabili.

Proseguiremo su questa strada, l’unica biologicamente compatibile

Published in Politica

Solo la Valle d’Aosta e la Provincia autonoma di Bolzano rispettano i tetti per la spesa farmaceutica: il resto del Paese sfora i massimali, contribuendo complessivamente a uno sfondamento di circa un miliardo di euro solo nei primi quattro mesi del 2019. Nello specifico, a fronte di un tetto fissato a 5,634 miliardi, le regioni e le province autonome hanno speso 6,658 miliardi. "Dati preoccupanti su cui è necessario fare chiarezza e soprattutto apportare correttivi", interviene Mauro D’ATTIS, deputato di Forza Italia e componente della commissione Bilancio, annunciando un’interrogazione parlamentare che si basa sulla recente pubblicazione del documento di monitoraggio della spesa farmaceutica nei messi da gennaio ad aprile 2019 redatto dall’agenzia italiana per il farmaco. "Ben 19 su 21 tra regioni e province autonome presentano cifre in rosso. La quasi totalità del Paese, con punte negative in Campania, Puglia e Abruzzo, nonostante i tagli effettuati da queste regioni. La sola Puglia incide in negativo per il 5 per cento totale di sforamento della spesa convenzionata a livello italiano: un disastro economico che incide sul bilancio nazionale", ricorda D’ATTIS, auspicando un intervento da parte del governo. 

Published in Sanità
Pagina 1 di 21

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk