Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Giovedì, 12 Settembre 2019

Questa mattina è stato inaugurato il Cantiere di Palazzo degli Uffici di Taranto.

L’edificio è il più imponente e prestigioso palazzo del "Borgo" di Taranto, costruito nel 1787, per assolvere alla funzione di orfanotrofio ed ospitare i bambini poveri della città e gli orfani dei militari.
Dal 28 giugno 1896 il palazzo ha ospitato il Tribunale di Taranto, la Scuola nautica, l'Osservatorio meteorologico e sismico, l'Istituto per la Storia e l'Archeologia della Magna Grecia e diversi istituti scolatici tra cui il Liceo Ginnasio "Archita".
Dal 2004 il Comune aveva iniziato gli interventi di restauro e riorganizzazione funzionale e tecnologica mediante project financing, conclusosi negativamente, dopo varie vicissitudini, con la risoluzione contrattuale nel 2014, lasciando il Palazzo incompiuto e privo delle coperture dell’ultimo livello.
L’amministrazione Melucci ha immediatamente attivato tutte le procedure necessarie ad una pronta ripresa dei lavori ed al completamento del restauro integrale del Palazzo degli Uffici al fine di salvaguardare e mettere in sicurezza l’immobile e valorizzarlo come nuovo polo della Cultura e della Socialità della città di Taranto.

“Siamo realmente orgogliosi per questa inaugurazione -  ha dichiarato orgoglioso il Sindaco Rinaldo Melucci - poiché Il cantiere del Palazzo degli Uffici rappresenta un obbiettivo strategico che abbiamo perseguito sin dall’insediamento a Palazzo di città. Il Palazzo più rappresentativo ed importante della città “Nuova” è stato per troppo tempo in preda all’abbandono ed all’incuria. E’ nostro primario compito riportarlo all’antico splendore e far sì che esso diventi l’edificio simbolo della Rinascita culturale a cui Taranto sta ambendo grazie a questa amministrazione. E’ un’operazione complessa sia per le dimensioni dell’immobile, che comprende due isolati della maglia urbana ottocentesca, sia per le condizioni precarie che caratterizzano attualmente l’edificio. Per questo motivo il comune sta investendo risorse e uomini per salvarlo. A questo primo lotto di lavori seguirà un secondo lotto, che siamo già pronti ad avviare e che comprende il restauro integrale delle facciate esterne e degli atri interni, compresa la Grande Galleria che connette Piazza della Vittoria con Piazza Garibaldi, in modo da poter riaprire il Piano terra al Pubblico liberandolo dalle impalcature. Per il completo restauro e rifunzionalizzazione interna dell’immobile, abbiamo presentato al MISE un progetto sostenibile che prevedrà un mix di funzioni tra cui la Nuova Pinacoteca Comunale, spazi per le esposizioni e per eventi culturali legati al MARTA, un’area commerciale, oltre al ripristino della Storica Scuola Archita. Il nostro progetto è stato recentemente approvato e finanziato con 20.000.000 di euro con delibera CIPE che comprende anche i fondi per la città Vecchia. Stiamo quindi lavorando su più fronti, incessantemente, per restituire al salotto di Taranto il suo pezzo più pregiato. Esso, siamo sicuri, porterà nuova linfa vitale al Borgo ed alla intera città, nell’ottica della rigenerazione urbana e della diversificazione economica che la città merita.”

“Questo cantiere rappresenterà il 'cantiere modello' - ha aggiunto l'Assessore Lavori Pubblici Ubaldo Occhinegro - per i futuri interventi di restauro del nostro Patrimonio storico ed Architettonico. Abbiamo previsto l’eliminazione dei vecchi teli dai ponteggi e l’integrale riposizionamento di nuovi teli antipolvere ed antirumore stampati con il prospetto delle facciate, proprio per restituire decoro alla piazza anche durante i lavori. Le opere di questo primo lotto comprenderanno operazioni urgenti e necessarie per salvaguardare staticamente l’edificio che era rimasto abbandonato e scoperchiato per diversi anni: la stabilizzazione dei pinnacoli, la rimozione delle coperture in amianto ed in teli in polietilene, la rimozione delle controsoffittature nella ex Corte d’Appello e nella scala monumentale, la rimozione delle vecchie coperture in legno ed in acciaio, la sarcitura delle fessurazioni presenti su murature portanti in tufo, la realizzazione di solai di irrigidimento nei vani scala demoliti, la realizzazione della nuova copertura a falde in legno lamellare, metallo e tegole marsigliesi, scossaline e lattonerie, con gronde perimetrali e pluviali in acciaio zincato, le nuove impermeabilizzazioni dei camminamenti in copertura. In tal modo gli elementi da realizzare ex-novo, costituenti la copertura del “Palazzo degli Uffici”, rispetteranno le caratteristiche materiche, estetico-formali, dimensionali e costruttive dei componenti preesistenti, al fine di garantire la qualità dell’intervento di restauro. Nella fase di esecuzione dei lavori il cantiere rispetterà le più avanzate tecnologie gestionali e realizzative; in particolare si migliorerà la coibentazione termica e acustica delle coperture, con utilizzo di prodotti e materiali di elevata performance, le esistenti specchiature degli infissi saranno sostituite da lastre in policarbonato compatto trasparente sugli esistenti telai in legno, gli accessi saranno chiusi con sistema di bloccaggio/antintrusione con pannelli in grigliato elettroforgiato, gli accessi monumentali saranno protetti da rete metallica anche con funzione antivolatile, su Corso Umberto sarà posto un cartello informativo multimediale, con collegamento agli Uffici Comunali ed al Comando Polizia Locale, l’attuale recinzione di cantiere sarà sostituita da nuova recinzione con montanti in acciaio e pannellature in legno, con banner esterni illustrativi dell’intervento,sarà approfondita la conoscenza dello stato di conservazione dei materiali decorativi, con la collaborazione del CNR, anche con uso di metodi geofisici non invasivi, georadar o GPR, tomografia elettrica tridimensionale, che agevolino gli interventi restaurativi successivi.”

Published in Cronaca

Ieri mercoledì 11 settembre alle ore 18:30, alla presenza dell’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Taranto, la dott.ssa Gabriella FICOCELLI, è stato inaurato  il Centro Polivalente Anziani situato in piazza Grassi numero 2 (pressi guardia medica) a Tramontone che riapre i battenti dopo una tempestiva azione di manutenzione straordinaria da parte del Comune di Taranto. (foto di Cinzia Amorosino)

«Alta è stata la sensibilità dimostrata dalla Direzione dei Servizi Sociali e dall’Assessore Ficocelli nel risolvere le problematiche strutturali legate al Centro. Ho potuto apprezzare il grande spirito di collaborazione e l’efficienza nella individuazione delle soluzioni. Un’esperienza di “buona amministrazione” che fa davvero ben sperare per Taranto», riferisce Maria Teresa Liuzzi, Presidente della Associazione di Promozione Sociale T.R.O.I.S.I. Project aggiudicataria del Bando.
Agli over 65 del Comune di Taranto saranno proposte attività ludico/ricreative/culturali che occuperanno l’intera settimana con l’obiettivo di promuovere l’invecchiamento attivo e l’integrazione con il tessuto sociale di appartenenza.
«Vogliamo che gli anziani siano al centro della programmazione delle attività, che si sentano protagonisti del percorso che faremo insieme. Mettiamo la nostra esperienza pluriennale a servizio della comunità locale e per farlo abbiamo stretto un partenariato con quelle Associazioni che
condividono la nostra proposta progettuale. Siamo infatti convinti che “Insieme si può” e che Taranto abbia bisogno di maggiore coesione tra gli Enti del Terzo Settore», ha detto  la Presidente.
Sono partner del progetto Anteas, Auser, Banca del Tempo, Cooperativa Esperia 2000, Europa Solidale, Zeus Università Popolare. Tra i corsi in partenza: danzamovimentoterapia (Liscio, balli popolari, balli di gruppo e serate danzanti) musicoterapia e canto, laboratori di ricamo, cucito creativo e uncinetto, arteterapia, ginnastica dolce, cineforum, teatro, scrittura della memoria, informatica, fotografia ecc..
L’obiettivo è quello di creare una comunità solidale e accogliente dove nessuno debba sentirsi escluso per garantire la riscoperta di se stessi anche quando si pensa di aver già scoperto tutto di sé. “Anziani in gioco” è lo slogan del progetto, e sintetizza l’idea che sarà alla base di tutte le attività: “anziani che si mettono in gioco per riscoprire una nuova età, una età che è ancora capace di stupire, divertire e coinvolgere.”
«La T.R.O.I.S.I. Project è un’associazione estremamente vivace dal punto di vista dell’impegno sociale, per questo motivo, in un’ottica di solidarietà e coerenza alla mission, abbiamo scelto di offrire, per l’inaugurazione, un buffet preparato dalla Cooperativa Noi e Voi (i dolci sono prodotti nella pasticceria nata presso la Casa Circondariale di Taranto dai detenuti coinvolti nel percorso di recupero e reinserimento lavorativo) e di esporre i lavori della sartoria sociale “Harlequin” (Una sartoria dove i soggetti più deboli hanno la possibilità di imparare un mestiere antico, e reinserirsi nel mondo lavorativo attraverso la produzione di oggetti di cucito, riparazioni sartoriali e creazioni di abiti).»
Al Centro Polivalente Anziani di Taranto ci saranno “Anziani in gioco” che troveranno i giusti stimoli per fare ciò che si ama, iniziare qualcosa di nuovo o semplicemente recuperare il tempo perduto immergendosi in attività che si rimandano da tutta una vita per mancanza di tempo o altro.
Il centro sarà un luogo di incontro, scambio, amicizia dove prevenire il disagio della terza età e infine scoprire… che è solo un'altra stagione della vita tutta da vivere, conoscere e costruire insieme.

Published in Sociale&Associazioni

 “Aggregazione e competitività del comparto uva da tavola: la logistica muove il mondo”: questo sarà  il focus che aprirà il 13 settembre alle ore 19:30 l’edizione de "La Festa dell'Uva 2019".
La Città di Grottaglie sotto il profilo geografico si trova in una posizione strategica ottimale, potendo contare sull'infrastruttura aeroportuale “M. Arlotta”, sulla vicinanza con il porto di Taranto idealmente collegata con una superstrada a scorrimento veloce e, non per ultimi, sul Centro Servizi per l’Agricoltura, infrastruttura pubblica completata grazie all’intervento dell’attuale amministrazione comunale e della Regione Puglia e sull’inserimento di 672,56 ettari di terreno del Polo di Grottaglie nella ZES jonica. Sviluppare una piattaforma logistica potrebbe essere per Grottaglie non solo importante per affacciarsi ai mercati esteri ma soprattutto farlo a costi accettabili.
All’incontro prenderà parte il Sindaco della Città di Grottaglie, Ciro D'Alò; l'assessore alle politiche agricole, Mario Bonfrate; Sergio Prete, Presidente dell’autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio; Tiziano Onesti, Presidente di Aeroporti di Puglia; Luca Lazzàro, Presidente di Confagricoltura Puglia; Silvio Busico, Presidente della Fondazione “ITS Logistica Puglia; Giacomo Suglia, Presidente di APEO, Associazione dei Produttori ed esportatori ortofrutticoli, Pierluigi Di Palma, Centro Studi Demetra. A moderare l’incontro sarà il giornalista de’ “Il Sole24ore”, Vincenzo Rutigliano.

Il 14 settembre, sempre in Piazza Regina Margherita, i riflettori saranno puntati sull’innovazione varietale dell’uva da tavola ed in particolare della “spinosa” questione dei brevetti e delle royalties. Moderati dalla direttrice responsabile di uvadatavola magazine e uvadatavola.com, Teresa Manuzzi, ne discuteranno: Roberto Manno avvocato del team WebLegal; Vincenzo Lupo, responsabile provinciale sezione ortofrutta di Confagricoltura Taranto; Luca Lazzaro, Presidente GAL Magna Grecia; Angelo Gaspare agronomo della Food Agri Service.

Un importante momento di confronto e discussione e un’occasione per “fare cultura” sul settore trainante dell’economia locale.

La  Festa dell'Uva  a Grottaglie - scrivono in comunicato stampa Sud in Movimento e RIgenerazione -  è un evento promosso e organizzato dal Comune di Grottaglie con la collaborazione dell’ Associazione Turistica Pro Loco Grottaglie, Confagricoltura Taranto, GAL Magna Grecia e la rivista specializzata di settore uvadatavola.com. La seconda edizione di questa festa  avrà come parole chiave: aggregazione e competività, logistica, innovazione varietale e royalties fino alla "formula club".

Grottaglie è logisticamente strategica in quanto può, usufruendo dell'aeroporto “M. Arlotta”, del porto di Taranto e del Centro Servizi per l’Agricoltura a Grottaglie sviluppare una piattaforma logistica efficiente per affacciarsi ai mercati esteri ma soprattutto per farlo a costi concorrenziali.

La festa dell'Uva nasce come un momento di confronto e di analisi con l'obiettivo di rafforzare il rapporto tra gli attori del settore più produttivo della città, e le istituzioni, in modo tale da pianificare bisogni e progettualità necessarie per essere al passo con gli altri paesi del mondo e promuovere una continua evoluzione che porti al miglioramento economico e sociale del territorio locale.

Come cornice agli incontri pubblici in programma, saranno predisposti gustosi percorsi enogastronomici (foto a dx  di copertina), laboratori di educazione alimentare per i più piccoli: 

Bimbi e bimbe, Ciurma libreria per bambini vi aspetta a Grottaglie per la Festa dell'uva 2019, il 13 e 14 Settembre alle ore 19:30 presso la sede dell' Associazione Turistica Pro Loco Grottaglie in via Vittorio Emanuele II. Come si coltiva l’uva? Un simpatico riccio e i suoi amici ci aiuteranno a scoprirlo! Scopriremo come tanti alimenti amati dagli animali sono a volte gli stessi che piacciono a noi! Perché la natura nutre tutti!  Con Emilia Blasi, responsabile dell'Azienda agricola Blasi, degusteremo e impareremo a mangiare correttamente l'uva da tavola.

Un evento culturale e sociale importante per la nostra città, al quale non si può mancare dove è anche prevista della  buona musica!

Published in Cronaca

Nella giornata di ieri, intorno alle 17:00, al termine di immediate indagini, personale del dipendente nucleo investigativo dei CC ha deferito in stato di libertà per “violenza privata e procurato allarme”, a. M., cl. 1978, di Leporano (Ta), gravato da precedenti giudiziari, operaio elettricista presso l’area portuale ex “ILVA”.
L'uomo, alle ore 15.00, al termine del proprio turno lavorativo, ha pubblicato  sul proprio profilo facebook, un post del seguente tenore: ”bene, ho finito di piazzare l’ordigno sotto le cisterne dell’ENI di Taranto. Il timer l’ho regolato per le 17. Due ore dovrebbero bastare per allontanarmi”.
L'autore del post è stato  prontamente identificato e rintracciato presso l’abitazione dei genitori, dove ha ammesso  le proprie responsabilità in ordine alla paternità dello scritto postato, e confessando che  trattarsi di un falso allarme che aveva inteso diffondere per un non meglio precisato senso di frustrazione personale e desiderio di rivalsa nei confornti della Città  di Taranto.
Intorno alle 15:00, venivano precauzionalmente evacuati gli impianti produttivi e di stoccaggio di materie prime della locale raffineria “ENI” e del complesso portuale del suddetto stabilimento siderurgico. Le operazioni di bonifica, eseguite a cura dei militari artificieri della dipendente sez. Investigazioni scintifiche, coadiuvati da personale addetto alla sicurezza degli  stabilimenti industriali, davano esito negativo. Le attività produttive sono riprese regolarmente dopo le  ore 18.00.

 

Published in Cronaca

La Festa de l’Unità 2019 quest’anno è nata in un momento molto particolare e delicato per il Partito Democratico ma soprattutto per l’Italia.

Dopo 15 mesi di governo gialloverde che hanno trascinato il Paese in una perenne campagna elettorale di odio e rabbia verso gli ultimi, si è vista tutta l’inconcludenza e liinutilità della proposta sovranista e populista di destra.
Dopo i “pieni poteri” chiesti da Salvini, gli anticorpi democratici della nostra Costituzione hanno permesso di far “abbassare la febbre” indice della malattia di cui si stava ammalando il nostro Paese e contro la quale è nata proprio la nostra Carta: il neofascismo e l’intolleranza.
La crisi d’agosto, frutto anche della bramosia di potere di una destra che non si vergogna di rappresentare in Parlamento movimenti di ispirazione fascista come Casapound e Forza Nuova, ha portato alla nascita di un nuovo Governo, frutto dell’alleanza tra il M5S e il Pd. Un’alleanza nata per scongiurare quel pericolo ma che si pone come prospettiva più ampia quella di risolvere i problemi che da troppo tempo attanagliano l’Italia.
Un Governo che guarda all’ambiente, ai lavoratori, alle nuove generazioni, alla parità di genere in tutti i settori. Inevitabilmente l’attenzione degli italiani, compresi noi grottagliesi, è su questo nuovo governo, all’apparenza disomogeneo ma composto da partiti i cui elettorati hanno chiesto, in diverse occasioni, di cambiare veramente il Paese insieme.
Iniziamo le tre serate venerdì 13 settembre quando il Partito cittadino discuterà del futuro della città partendo dalle sue origini, il centro storico, il volano per far spiccare il volo alla nostra Grottaglie esaminando anche l’annoso problema di far coincidere “movida” e vivibilità dei cittadini residenti. Ci confronteremo non solo con esperti urbanisti come gli architetti Romandini e Lopalco, ma anche con cittadini, imprenditori e associazioni per comprendere le problematiche e le potenzialità del centro storico.
Sabato 14 settembre, invece, discuteremo con uno dei protagonisti della crisi d’agosto, il Senatore Dario Stefano che, in qualità di vice capogruppo al Senato, ha partecipato in prima persona alle consultazioni con il Presidente della Repubblica Mattarella e con il Presidente del Consiglio incaricato Conte per la nascita del nuovo governo.
Infine, ultima, ma non per importanza, domenica 15 settembre sarà con noi il neo Ministro dell’Agricoltura, la senatrice Teresa Bellanova, che sarà intervistata dal direttore di TarantoBuonasera, Enzo Ferrari. Teresa Bellanova ha assunto un incarico fondamentale, soprattutto per il meridione, essendo l’Italia, ai primi posti nel settore agroalimentare e dovendo fronteggiare il problema della Xylella che sta flagellando il settore olivicolo-oleario e i nostri ulivi secolari.
Saranno tre giorni di dibattiti interessanti e approfonditi ma anche di divertimento con gli spettacoli musicali e danzanti che si svolgeranno a seguire.
Invitiamo tutta la cittadinanza a discutere e a divertirsi insieme a noi il 13, 14 15 settembre. Vi aspettiamo.

 

Published in Politica

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk