Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Martedì, 17 Settembre 2019

Circa 12mila fedeli, secondo i dati della Prefettura della Casa Pontificia, hanno accolto mercoledì mattina, 11 settembre 2019, Papa Francesco in piazza San Pietro per l’udienza generale. Tra questi anche una rappresentanza dell’associazione Medici per San Ciro, partita da Grottaglie dove ha sede la onlus. “L’incontro con il Santo Padre- ha riferito il presidente dell’associazione, Salvatore Lenti- è stata un’esperienza indimenticabile per la grazia che Papa Francesco riesce a trasmettere, per il suo messaggio denso dei più profondi valori cristiani e umani. Entusiasmo e commozione incontenibili hanno accompagnato l’ascolto attento della parola del Santo Padre, sempre semplice ma penetrante, che ha la forza di parlare al cuore di ciascuno di noi. Alla cerimonia del baciamano ho consegnato al Papa una lettera nella quale ho spiegato, sia pure brevemente, la mission e le attività della nostra associazione. Ha sorriso compiaciuto quando gli abbiamo detto che venivamo da Grottaglie, la terra che ha dato i natali a un altro gesuita come lui, San Francesco de Geronimo, e ci ha ascoltato interessato quando gli abbiamo descritto i nostri progetti attivi. A Papa Francesco abbiamo consegnato anche una cassettina per la raccolta fondi del progetto Pane Sospeso, spiegandone obiettivi e risultati ottenuti e facendogli notare che su di essa è riportata una sua frase. Si è soffermata a leggerla, poi, si è voltato verso di noi e ha detto: Andate avanti e fatevi promotori di solidarietà e carità, incoraggiandoci così a mantenere vivo il nostro impegno associativo. Andate avanti, continuava ripeterci, parole che per noi riecheggiano come una benedizione”.

Al Santo Padre l’associazione ha fatto dono di un’opera in ceramica del laboratorio Kèramos del maestro Eligio Nigro che riproduce un albero di ulivo, simbolo di forza e di robustezza ma anche di pace e resurrezione.
“Congedandosi, -conclude il presidente della onlus- ho chiesto al Santo Padre di pregare per noi, per la nostra associazione e per le nostre famiglie, e di rimando mi ha risposto: io pregherò per voi e voi pregate per me”.
All’udienza generale, la rappresentanza dell’associazione è stata raggiunta dall’onorevole Gianpaolo Cassese e da alcuni grottagliesi fuorisede, vicini all’associazione e alle sue iniziative.

Published in Cronaca
Martedì, 17 Settembre 2019 21:38

Sul documentario Arcelor Mittal precisa

ArcelorMittal Italia precisa che il documentario che sarà proiettato questa sera a Taranto è stato realizzato nel 2014, a seguito della crisi dell'Eurozona e prima della costituzione di ArcelorMittal Italia. ArcelorMittal ha lavorato all'epoca con il team di produzione di documentari ARTE, fornendo accesso ad alcune delle sue operazioni e attività negli Stati Uniti, in Kazakistan e in Europa e consentendo di entrare in contatto con i componenti del suo Senior Management Team.

Pur riconoscendo che a questi dirigenti è stato dato il tempo di esprimere il proprio punto di vista, la Società si rammarica che la squadra che ha realizzato il documentario non abbia accettato di intervistare i dirigenti di ArcelorMittal operanti in Francia e in Europa, soprattutto alla luce dei commenti contenuti nel documentario sulle attività del Gruppo nel territorio europeo.

Ricordiamo a coloro che guarderanno il documentario che, nel 2013, l'azienda ha perso 985 milioni di euro in Europa. La decisione di sospendere le attività di alcuni altoforni nella regione europea è stata molto difficile, ma purtroppo necessaria a causa del notevole calo della domanda di acciaio in Europa dovuto alla crisi finanziaria globale del 2008 e alla successiva crisi nell'Eurozona. La domanda di acciaio è rimasta a lungo al di sotto del 29% rispetto ai livelli pre crisi negli anni intorno al 2014.

L'Europa era e rimane una regione molto importante per il Gruppo. Quasi la metà del nostro acciaio è prodotta in Europa. Le affermazioni contenute nel documentario, secondo cui ArcelorMIttal non sarebbe stata impegnata nella produzione di acciaio in Europa, si sono rivelate errate, dato che ancora oggi continuiamo ad essere il primo produttore di acciaio in Europa ed abbiamo completato la nostra presenza sul territorio con l'acquisizione di Ilva.

ArcelorMittal conferma il pieno impegno sia a portare avanti le attività che svolge in territorio europeo, dove produciamo 45 milioni di tonnellate e impieghiamo 89.000 persone, sia in Italia, dove stiamo investendo per realizzare un piano ambientale e industriale molto ambizioso, per un totale di 2,4 miliardi di euro.

Published in Cronaca

"Altro che ostacolo alla ricandidatura. Le lobby dei rifiuti contano, anzi tifano, per la riconferma di Michele Emiliano. Considerati gli affari milionari realizzati in questi quattro anni e mezzo di mandato, i "Signori delle discariche" sperano nel bis dell'attuale Governatore".

Lo dichiara Francesca Franzoso, consigliere regionale di Forza italia, replicando alle dichiarazioni del Presidente della Regione.
'La dissennata gestione dei rifiuti pugliese si è tradotta in una condizione strutturale e consolidata di emergenza. La mancata realizzazione di una rete impiantistica regionale, cioè di strutture necessarie a chiudere il ciclo dei rifiuti, ha arricchito proprio quelle che Emiliano definisce le lobby dei rifiuti, e vessato i pugliesi facendo schizzare le tasse.
Emiliano in questi anni, ha fatto implicitamente gli interessi delle discariche, anziché dei pugliesi, con lui si sono moltiplicati i rilasci di autorizzazioni e ampliamenti fino a trasferire, per tutta l'estate, il rifiuto umido differenziato in discarica.
Ma ha fatto anche peggio: con la Campania, la Puglia, a corto di impianti, ha scambiato l'umido per il secco, ossia rifiuto da recuperare con quello da buttare in discarica. Tradotto, soldi a palate per i gestori di impianti ( a Foggia e Statte per l'esattezza). Ancora una volta i Signori della monnezza ringraziano Emiliano e, visto il riguardo, alle

Published in Politica

Presentato  nella Sala consiliare del Comune di Villa Castelli, alla presenza del Presidente del Comitato Festa Patronaledon Antonio Andriulo e del Sindaco Giovanni Barletta,  il programma della Festa dedicata ai Santi Patroni della città: il Sacro Cuore di Gesù e la Vergine Santissima della Fontana.
I festeggiamenti avranno inizio il giorno 1 Ottobre con la grande Fiera Cittadina che per tutta la giornata animerà le vie del paese. Come consuetudine da qualche anno, nei pressi dell’Ufficio Postale ci sarà un’area dedicata alla raccolta del Sangue a cura dell’AVIS e alle ore 21.00 Primo Festival Canoro Città di Villa Castelli, in Piazza Municipio.
La prima giornata di festa sarà preceduta da altrettanti momenti importanti per tutta la comunità: le Sante Messe della Domenica 29 settembre  e alle ore 10.00 la S. Messa con solenne intronizzazione dei Santi Patroni. Lunedì 30 settembre invece, sarà il momento della  Giornata Penitenziale e alle ore 18.00 S. Messa con la Celebrazione dell’Unzione degli Infermi presieduta da don Antonio Andriulo.
Mercoledì 2 ottobre, SOLENNITÀ DEI SANTI PATRONI, in serata il Solenne Pontificale presieduto dal nostro Vescovo S. E. Mons. Vincenzo Pisanello che culminerà con la  Processione per le vie della città con la partecipazione delle Associazioni Parrocchiali, delle Autorità Civili e Militari della Città con consegna delle chiavi della Città e saluto da parte del Signor Sindaco con Spettacolo di Fuochi Artificiali finale. Nella serata conclusiva del 3 Ottobre, previsto il concerto musicale in piazza Municipio della cantante Alexia.
“ La festa patronale - ha dichiarato don Antonio Andriulo, Presidente del Comitato - non è solo una festa che mette in risalto il valore e l’amore per la città - ma vi è appunto il senso religioso: i  nostri padri hanno voluto questa festa proprio per rendere omaggio ai nostri Santi Patroni cioè per celebrarli in maniera solenne e festosa”  
"La Festa Patronale è una festa di tutti - ha aggiunto il Sindaco Giovanni Barletta - che coinvolge tutto il paese e proprio per questo è prevista l’esibizione di artisti del posto che possano esprimersi durante questo momento importante per la comunità”.



PROGRAMMA FESTA PATRONALE 1-3 ottobre 2019
 Domenica 29 settembre
SS. Messe: ore 7.30-9.00
Ore 10.00 S. Messa e solenne intronizzazione dei Santi Patroni
Ore 19.00 S. Messa presieduta da don Michele De Santis, al termine del suo ministero
di Vice Parroco a Villa Castelli. A seguire momento di festa.
Lunedì 30 settembre
Giornata Penitenziale
ore 9-12 e ore 19-21 ci saranno diversi sacerdoti disponibili per le confessioni
Ore 18.00 S. Messa con la Celebrazione dell’Unzione degli Infermi presieduta da don Antonio Andriulo
Martedì 1 ottobre
Grande Fiera Cittadina
Raccolta del Sangue a cura dell’AVIS (nei pressi delle Poste)
Dalle ore 17.00 Spettacolo degli Sbandieratori per le vie della fiera e in Piazza Municipio
Ore 19.00 S. Messa presieduta da don Salvatore Rubino, Vicario Foraneo
Ore 21.00 Primo Festival Canoro Città di Villa Castelli, in Piazza Municipio
Mercoledì 2 ottobre
SOLENNITÀ DEI SANTI PATRONI
Ore 7.30 S. Messa
Ore 9.00 S. Messa presso la Congrega
Ore 10.00 S. Messa
In mattinata giro musicale della ConTour Band
Ore 18.30 Solenne Pontificale presieduto dal nostro Vescovo
S. E. Mons. Vincenzo Pisanello
Ore 20.00 Solenne Processione con la partecipazione delle Associazioni Parrocchiali, delle Autorità Civili e Militari della Città.
Ore 21.00 In Piazza Municipio
Consegna delle chiavi della Città e saluto da parte del Signor Sindaco
Spettacolo di Fuochi Artificiali
Ore 22.00 In Piazza Municipio
Sfilata e spettacolo musicale Guarda che Banda
Giovedì 3 ottobre
Ore 19.00 S. Messa di Ringraziamento e Consacrazione della Città al S. Cuore di Gesù e alla Madonna della Fontana
Ore 20.00 Celebrazione del Beato Transito di S. Francesco d’Assisi
Ore 21.30 Concerto Musicale di ALEXIA in Piazza Municipio

 

 

 

Published in Cronaca

Il Comandante provinciale della Guardia di Finanza di Taranto col.Gianfranco Lucignano, questa mattina, si è recato in Prefettura per un saluto di commiato al Prefetto Antonia Bellomo.
L'Alto Ufficiale, ormai prossimo, dopo quattro anni, a lasciare Taranto, assumerà il comando provinciale di Teramo.
Il colloquio, svoltosi in un clima di reciproca cordialità, ha fornito l'occasione per una approfondita riflessione su temi istituzionali di comune interesse e sul ruolo della Guardia di Finanza e la sua preziosa azione sul territorio provinciale.
All'incontro era presente anche il col.t.ISSMI (titolato di Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze) Massimo Dell'Anna, proveniente dalla provincia di Lecco, che, nei prossimi giorni, assumerà il comando provinciale di Taranto.
Il Prefetto, nell'esprimere apprezzamento e stima per il meritorio impegno profuso in questi anni di permanenza tarantina dal col Lucignano, gli ha esternato i più fervidi auspici per il nuovo, importante incarico che andrà ad assumere. Al neo comandante Dell'Anna ha formulato l'augurio di un sempre proficuo ed
efficace lavoro a tutela della legalità e di contrasto alla criminalità.

Published in Cronaca

Forse, non tutti sanno che la Parrocchia Santa Maria in Campitelli ha un team di volontari affiancato dal gruppo Scout, che, quotidianamente, si dedica, con costanza e passione, alla manutenzione e alla creazione di nuovi spazi nell’area circostante la suddetta chiesa. L’Oasi di San Francesco è uno dei risultati raggiunti: nella zona attigua la gravina, infatti, vi è un posto meraviglioso in cui la natura fa da sfondo ad angoli per la preghiera, a piccole cappelle e ad un orto solidale frutti del lavoro dei volontari i quali hanno, anche, creato terrazzamenti in pietra viva e percorsi delimitati per facilitare il passaggio dei fedeli. Potature, la costruzione di un gazebo e dei cancelli in ferro e la conservazione degli spazi parrocchiali sono solo il contorno di un progetto molto più grande.

     1                        3                           


La pulizia e la manutenzione sono elementi ordinari della loro attività: nei periodi festivi, Natale e Pasqua principalmente, realizzano oggetti intagliati in legno da vendere poi al mercatino della solidarietà della Parrocchia i cui ricavi vanno in beneficienza.

 

      4        5                                6


Il lavoro dei volontari, però, non si ferma ai confini della Campitelli ma ha attraversato i locali del Monticello, per l’arrivo dei nuovi parroci, sino ad approdare al Santuario del nostro Santo Patrono, San Francesco De Geronimo. Qui, infatti, hanno provveduto alla pulizia e alla conservazione delle vetrate, del campanile e dei terrazzi, ripristinando anche l’impianto elettrico nella Casa del Santo. In cantiere, ci sono ulteriori attività che miglioreranno lo stato in cui, purtroppo, versa la struttura.
Un plauso va dunque a tutti questi uomini che si dedicano ogni giorno per preservare i beni comuni, preziosa fonte storica religiosa di Grottaglie, con la certezza che il lavoro svolto per gli altri e per il mondo resta ed è immortale.

sf1          sf2    sf3         sf4       sf5         sf6

     

Published in Cronaca

Anche quest’anno, il Museo Archeologico Nazionale di Taranto, in collaborazione con il concessionario Nova Apulia, con l’Istituto Musicale Giovanni Paisiello di Taranto, con il Liceo Statale “Archita” e con il Liceo Artistico “V. Calò” di Taranto, aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio con un ricco calendario di eventi in programma il 21 e 22 settembre 2019. 

Il tema di quest’anno, “Un due tre… Arte! Cultura e intrattenimento”, porta lo staff del Museo a offrire al pubblico un programma che dia una panoramica sull’arte e lo spettacolo nell’antichità. Sabato 21 e domenica 22 settembre saranno organizzate quindi visite guidate, iniziative speciali e aperture straordinarie, cui si accederà con orari e costi ordinari. Inoltre, sabato sono previste aperture serali con ingresso al costo simbolico di 1 euro, dalle ore 20.00 alle ore 23.00.
“Un due tre… Arte! Cultura e intrattenimento” interpreta lo slogan “Arts and entertainment” individuato in sede europea per gli European Heritage Days e rappresenta un’occasione per riflettere sul benessere che deriva dall’esperienza culturale e sui benefici che la fruizione del patrimonio culturale può determinare in termini di divertimento, condivisione, sperimentazione ed evasione.
Il Museo Archeologico Nazionale di Taranto è “chiamato in gioco” e “aprirà le danze” per condividere il divertimento delle Giornate Europee del Patrimonio. I visitatori saranno accolti nella hall dalle melodie degli allievi dell’Istituto Musicale Paisiello e saranno trasportarti nel mondo antico attraverso visite guidate sul tema dell’arte antica greca e romana e della musica utilizzata in ambito rituale. Per i più piccoli il concessionario Nova Apulia organizzerà laboratori didattici sul tema “La musica nell’antichità”.
I dettagli della programmazione culturale sono illustrati nel corso della conferenza stampa del giorno 16 settembre 2019 alle ore 14.00 nella “sala incontri” del MArTA. Intervengono il Direttore del MArTA, dott.ssa Eva Degl’Innocenti, la dott.ssa Elisa Amati, in rappresentanza del concessionario Nova Apulia, il Maestro Gabriele Maggi, Direttore dell’Istituto Musicale Giovanni Paisiello di Taranto. Conferenza stampa
Giornate Europee del Patrimonio: “Un due tre… Arte! Cultura e intrattenimento”
21 e 22 settembre 2019
Programma delle attività del Museo Archeologico Nazionale di Taranto.
PROGRAMMA - Sabato 21 settembre
“Dagli ori di Taranto alle uova di Fabergé”
Orario: 16.00-23.00
Luogo di svolgimento: Chiostro
Gli alunni del Liceo Artistico “V. Calò” di Taranto presentano il proprio progetto di Alternanza Scuola-Lavoro al pubblico.
“Alla scoperta della musica della Magna Grecia”
Orario: 16.00-23.00
Luogo di svolgimento: Chiostro
Gli alunni del Liceo “Archita” di Taranto presentano il proprio progetto di Alternanza Scuola-Lavoro al pubblico.
“I suoni del dio. Estasi e musicoterapia dai culti misterici della Magna Grecia alla taranta”, visita guidata tematica a cura dell’Archeologo del MArTA dott. Lorenzo Mancini. Accesso con l’acquisto del biglietto d'ingresso.
Orario: 18.00-19.00, 21.30-22.30
Luogo di svolgimento: sale del Museo
“Arte e artigianato tra grecità e romanità”, visita guidata tematica a cura dell’Archeologo del MArTA dott. Luca Di Franco. Accesso con l’acquisto del biglietto d'ingresso.
Orario: 16.00-17.00, 20.30-21.30
Luogo di svolgimento: sale del Museo
“I giochi dell’antichità”, visita guidata tematica e laboratorio didattico a cura dello staff del MArTA funzionario per le tecnologie sig.ra Rosa Zampa e dott. Giovanni Pietro Marinò. Accesso con l’acquisto del biglietto d'ingresso. Consigliato per le famiglie.
Per un max di 20 persone.
Orario: 16.15-17.45 e 18.15-19.45
Luogo di svolgimento: II Piano, sala 2
“L’arte della Preistoria”, visita guidata tematica e laboratorio didattico a cura del Funzionario per le Tecnologie Sig.ra Rosa Zampa e del dott. Giovanni Pietro Marinò. Accesso con l’acquisto del biglietto d'ingresso. Consigliato per le famiglie.
Per un max di 20 persone.
Orario: 20.15-21.15 e 21.45-22.45
Luogo di svolgimento: II Piano, sala 2
“Il restauro della tomba di via Polibio. Work in progress al MArTA”, a cura dello staff del Laboratorio di Restauro del MArTA: sig.ra Giovanna Basile, sig.ra Maria Brienza, sig. Mario Pazzano, sig. Francesco Spina. Con la collaborazione delle assistenti tecniche sig.ra Anna Magrì e sig. Anna Maria Prenna.
Orario: 16.00 (inizio 16.15) - 23.00
Luogo di svolgimento: II Piano, Sala multimediale
“Dettagli mai visti. I reperti del MArTA sotto l’obiettivo del fotografo”, a cura dello staff del MArTA sig. Paolo Buscicchio e degli archeologi del museo.
Orario: 16.15, 16.45, 17.15, 17.45, 18.15, 18.45, 19.15, 19.45, 21.00, 21-30, 22.00, 22.30
Luogo di svolgimento: II Piano, Sala multimediale
Attività in collaborazione con l’Istituto Musicale Giovanni Paisiello di Taranto
Performance musicali a cura di chitarristi e di un quintetto di sassofonisti.
Luogo di svolgimento: hall del Museo
Orario: 16.00-18.00, Quartetto di Chitarre Classe M°A. Monarda
Orario: 18.00-20.00, Quintetto di Sassofoni "Game of Sax" Classe M° N. Pantaleo
Laboratori per bambini e visite tematiche a cura del concessionario Nova Apulia
h. 17.00: laboratorio per bambini “La musica dei Greci”. Età 6/12 anni. Tariffa promozionale euro 4,00 a bambino.
h. 17.15: visita guidata tematica “I Capolavori del MArTA”. Tariffa promozionale euro 4,00 (gratuito per bambini fino a 9 anni) + biglietto d'ingresso.
h. 20.00: laboratorio per bambini “La musica dei Greci”. Età 6/12 anni. Tariffa promozionale euro 4,00 a bambino.
Domenica 22 settembre 2018
h. 17.00: laboratorio per bambini “La musica dei Greci”. Età 6/12 anni. Tariffa promozionale euro 4,00 a bambino.
h. 17.15: visita guidata tematica “I Capolavori del MArTA”. Tariffa promozionale euro 4,00 (gratuito per bambini fino a 9 anni) + biglietto d'ingresso.
“Dagli ori di Taranto alle uova di Fabergé”
Orario: 16.00-20.00
Luogo di svolgimento: Chiostro
Gli alunni del Liceo Artistico “V. Calò” di Taranto presentano il proprio progetto di Alternanza Scuola-Lavoro al pubblico
“Alla scoperta della musica della Magna Grecia”
Orario: 16.00-20.00
Luogo di svolgimento: Chiostro
Gli alunni del Liceo “Archita” di Taranto presentano il proprio progetto di Alternanza Scuola-Lavoro al pubblico
“Arte e artigianato tra grecità e romanità”, visita guidata tematica a cura dell’Archeologo del MArTA dott. Luca Di Franco. Accesso con l’acquisto del biglietto d'ingresso.
Orario: 16.00-17.00
Luogo di svolgimento: sale del Museo
“I suoni del dio. Estasi e musicoterapia dai culti misterici della Magna Grecia alla taranta”, visita guidata tematica a cura dell’Archeologo del MArTA dott. Lorenzo Mancini
Orario: 18.00-19.00
Luogo di svolgimento: sale del Museo
“I giochi dell’antichità”, visita guidata tematica e laboratorio didattico a cura del Funzionario per le Tecnologie Sig.ra Rosa Zampa e del dott. Giovanni Pietro Marinò. Gratuito + biglietto d'ingresso
Orario: 16.15-17.45 e 18.15-19.45;
Luogo di svolgimento: II Piano, sala 2
“Il restauro della tomba di via Polibio. Work in progress al MArTA”, a cura dello staff del Laboratorio di Restauro del MArTA: sig.ra Giovanna Basile, sig.ra Maria Brienza, sig. Mario Pazzano, sig. Francesco Spina (Assistenti tecnici). Con la collaborazione delle assistenti tecniche sig.ra Anna Magrì e sig. Anna Maria Prenna.
Orario: 16.00 (inizio 16.15)-20.00
Luogo di svolgimento: II Piano, Sala multimediale
“Dettagli mai visti. I reperti del MArTA sotto l’obiettivo del fotografo”, a cura del sig. Paolo Buscicchio e degli archeologi del museo.
Orario: 16.15, 16.45, 17.15, 17.45, 18.15, 18.45, 19.15
Luogo di svolgimento: II Piano, Sala multimediale
Attività in collaborazione con l’Istituto Musicale Giovanni Paisiello di Taranto
Performance musicali a cura di chitarristi.
Luogo di svolgimento: Hall del Museo
Orario: 18.00-20.00, Quartetto di Chitarre Classe M°A. Monarda
PER INFO
tel. 099-4538639 o mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Published in Cultura

Ho partecipato alla Tavola rotonda su “Le politiche di coesione per la competitività e l'innovazione”, svoltasi in Fiera oggi.

L'evento ha rappresentato l'occasione per un confronto sul ruolo delle politiche di coesione a sostegno dello sviluppo socio-economico della Regione, con particolare riguardo al sostegno alla competitività e all’innovazione.

L’obiettivo è stato quello di illustrare gli strumenti attivi e le ricadute prodotte sul territorio e, inoltre, di far emergere criticità e possibili interventi che la prossima programmazione può contenere, al fine di migliorarne l'efficacia.

Per fortuna, non cominciamo oggi. Non da ora, il principale obiettivo di questa Amministrazione regionale è stato quello di creare le condizioni per assicurare e sostenere quel flusso di investimenti necessario per una ripresa della crescita economica.

Già da qualche anno abbiamo avviato una specifica azione di sostegno agli investimenti produttivi che si basa sull’inclusione (vale a dire sul gli investimenti dal micro al macro, ovvero dal microprestito per 25.000 euro ai contratti di programma fino a 100 milioni di euro) e sulla facilitazione delle procedure, perché la modalità operativa “a sportello” garantisce la continuità temporale degli interventi, consentendo alle imprese di pianificare i programmi di investimento in ragione delle effettive esigenze, senza dover rincorrere le scadenze dei bandi.

La Regione Puglia ha quindi attivato un variegato catalogo di strumenti agevolativi aperto a tutte le tipologie dimensionali d’impresa, dalle start up alle grandi imprese, e che sostiene soprattutto l’innovazione e l’internazionalizzazione.

L’accesso è semplificato attraverso la procedura telematica sul portale Sistema Puglia.

L’insieme delle Misure messe in campo, dai Contratti di Programma ai PIA (Programmi Integrati di Agevolazione), al Titolo II, a NIDI E TECNONIDI, al Fondo PMI per la tutela dell’ambiente, ecc. mostrano che il gradimento delle imprese è alto e che la capacità di spesa delle risorse finanziarie del P.O.R. 2014 /20 è elevata.

Naturalmente, si può ancora migliorare. In alcune Misure, i tempi che le procedure richiedono e che intercorrono fra l’esame della domanda, il suo accoglimento e l’erogazione materiale degli aiuti è eccessivo. Questo è un elemento di criticità su cui si può e si deve intervenire.

 

Published in Politica

Sui temi #persona #lavoro #territorio #prossimità per uno sviluppo locale sempre più sostenibile, si è tenuto oggi, con inizio alle ore 9.30 il Consiglio Generale della Cisl Taranto Brindisi a Manduria, presso la Sala riunioni del GAL (Gruppo di Azione Locale) Terre del Primitivo, sito in via Ludovico Omodei, n.28. I lavori sono stati introdotti dal saluto del Presidente del GAL, Dott. Dario Daggiano ed avviati dalla relazione di Antonio Castellucci, Segretario Generale Cisl Taranto Brindisi. E’ seguito il dibattito, nel corso del quale è intervenuta Daniela Fumarola, Segretaria Generale Cisl Puglia. Ha concluso i lavori Luigi Sbarra, Segretario Generale Aggiunto Cisl nazionale.

Sintesi intervento introduttivo di Antonio Castellucci (Segretario Generale Cisl Taranto Brindisi)

Il nuovo quadro politico nazionale da cui è scaturita la formazione del nuovo Governo M5S-PD ha chiuso un periodo di quattordici mesi alquanto travagliati e abbastanza inconcludenti: in generale per il Paese, in particolare rispetto alle rivendicazioni sindacali ed al dialogo sociale vanamente sollecitato da Cisl Cgil Uil e sostenuto dalla serie di imponenti manifestazioni unitarie e tematiche, sia confederali che di settore.
Auspichiamo che il nuovo Governo, mettendo da parte litigi e differenze, ponga in essere credibili strategie di rilancio delle sorti economiche e sociali del Paese e, con esse, altrettanto esigibili occasioni di riscatto, specie per i territori del Mezzogiorno che, peraltro, esprime un numero cospicuo di ministri compreso il capo dell’Esecutivo.
Riteniamo condivisibili le dichiarazioni del Primo ministro Giuseppe Conte, prima alla Camera poi al Senato, mediante le quali ha proposto un patto politico e sociale, da Governo di legislatura, con l’obiettivo di abbattere il divario strutturale Nord-Sud per arrivare alla Conferenza di una nuova Europa che possa vedere l’Italia protagonista e collochi al centro gli investimenti pubblici in infrastrutture di sviluppo, sia materiali che immateriali.
Dichiarazioni importanti, anche perché pronunciate in un contesto di Paese diviso e lacerato politicamente ed improntati ad una sorta di disegno nuovo, in qualche modo controcorrente rispetto ai Governi precedenti.
Per Taranto e per Brindisi, viste le grandi potenzialità e opportunità che si stanno delineando, auspichiamo che venga evocato il concetto di competitività e non di concorrenza in un quadro più generale di economia del mare, coinvolgendo anche gli altri settori produttivi trainanti come mitilicultura, turismo - con un trasporto aereo sempre più competitivo - agricoltura, agriturismo, commercio, ecc.
Pensiamo, inoltre, ad una ipotesi da già noi valutata positivamente ad inizio luglio scorso, di un Contratto interistituzionale di sviluppo per Brindisi, ovvero all’opportunità di finanziamenti che secondo la nostra visione siano supplementari sia sul versante delle infrastrutture che di altra natura multidisciplinare, in un quadro di interventi aggiuntivi da parte del Governo nazionale.
Quanto al Cis di Taranto, le risorse finanziarie di circa un miliardo e l’istituzione dei tre tavoli di lavoro tematici - almeno con il Governo precedente - coordinati dai Ministri competenti: ambiente e salute, industria e innovazione, riqualificazione sono condizioni oltremodo utili per velocizzare finalmente le opere programmate, quelle da cantierizzare e le altre da ultimare.
Le svariate tematiche vertenziali che impegnano il quotidiano di ciascuno di noi, possono essere affrontate e vinte con un’Organizzazione a tutti i livelli efficiente, competente e forte, al passo con i tempi, sempre più strutturata ed un Gruppo dirigente costantemente aggiornato.
Confermiamo l’esigenza di riqualificare il valore dei nostri presidi sociali nelle periferie, nei quali la Cisl è chiamata a esercitare una funzione di ricomposizione sociale, di costruzione di reti primarie per superare il senso di isolamento e riaffermare la dimensione delle tutele e degli ideali della Comunità, utili a generare coesione e senso di reciproca solidarietà, anche intergenerazionale.

Sintesi intervento di Daniela Fumarola (Segretaria Generale Cisl Puglia)

Nelle parole del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte abbiamo osservato un cambio di passo e spirito di pacificazione del Paese, uno spirito nuovo che auspichiamo venga colto anche dall'azione amministrativa regionale pugliese.
Quanto al Governo nazionale ci attendiamo ora fatti concreti che corrispondano alle nostre priorità mai cambiate: lavoro, sviluppo, investimenti, visione di futuro perché se cresce il Sud cresce anche il Paese come abbiamo ribadito anche nella nostra recente manifestazione unitaria a Reggio Calabria.
Per la Puglia il nostro impegno vertenziale continuerà sul versante delle liste di attesa, assunzioni nella pubblica amministrazione, caporalato, sviluppo, occupazione, sostenibilità ambientale, auspicando maggiore disponibilità da parte delle rappresentanze istituzionali.
In tema di sicurezza sul lavoro occorre operare un pressing su istituzioni e associazioni datoriali, a noi compete proseguire nell'azione formativa

Sintesi conclusioni di Luigi Sbarra (Segretario Generale Aggiunto Cisl nazionale)
Il Governo avvii un confronto strutturato con le Parti sociali; chiediamo una forte discontinuità rispetto a quello precedente; la Puglia sia luogo emblematico della ripartenza
Al nuovo Governo Conte, domani, diremo che bisogna rilanciare l’obiettivo dello sviluppo e che occorre un Piano straordinario per la crescita, il lavoro e la coesione sociale, specialmente al Sud, con risorse e progetti per potenziare la dotazione infrastrutturale, rafforzare i servizi e diritti di cittadinanza, estendere e qualificare l’occupazione. È necessario sbloccare i cantieri delle grandi e medie opere, risolvere le tante crisi aziendali da lungo tempo aperte al Mise, ridurre le tasse ai redditi medio-bassi da lavoro e pensione, garantire le risorse per i rinnovi e le assunzioni nella scuola e nella pubblica amministrazione.
Auspichiamo un confronto strutturale verso un grande Accordo che punti già nella prossima Legge di Stabilità a obiettivi strategici comuni. Il nostro faro resta la Piattaforma unitaria, e i contenuti di una mobilitazione che in questo anno hanno visto centinaia di migliaia di persone scendere in piazza. Su quelle proposte la Cisl è pronta a dare il proprio contributo alla costruzione di una stagione riformatrice fondata su solide basi concertative.
Il polo di Taranto e Brindisi è emblematico della sfida allo sviluppo, un polo industriale, agroalimentare, turistico, chimico, ed energetico essenziale e da sostenere con interventi nazionali adeguati su infrastrutture, portualità, fiscalità di sviluppo, anche attraverso Patti locali e Contratti istituzionali che puntino a uno sviluppo sostenibile.
La priorità del riscatto richiede anche uno scatto da parte ArcelorMittal, che deve uscire dal torpore e da ogni ambiguità, dando piena attuazione ai programmi di risanamento ambientale e di rilancio produttivo e occupazionale senza penalizzare tutto l'indotto e l'appalto.
Occorre poi stringere le maglie del presidio sociale e istituzionale contro lo sfruttamento, il lavoro nero, il caporalato.
Dal nuovo Governo ci aspettiamo azioni adeguate, a partire dalla piena attuazione della Legge 199 conquistata nella grande manifestazione del 2016 proprio qui in Puglia.

Published in Cronaca sindacale

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk