Mancano pochi giorni ormai all'inizio della 53°Sagra del Vino di Carosino, un evento molto a cuore ai carosinesi. Al cospetto di un folto pubblico che ha affollato l'atrio del Castello della Città del Vino, il Sindaco Onofrio Di Cillo, affiancato dal suo gruppo operativo ( Maria Teresa Laneve, Assessore alla Cultura Comune di Carosino, avv. Mario La Pesa, Assessore Att. Produttive Comune di Carosino e Davide Roselli, Consigliere Delegato al Teatro, Associazionismo e Tradizioni) e da Cosimo Borraccino, Assessore Att. Produttive Regione Puglia,  ha presentato l'appuntamento clou dell'anno della bella Città del Vino.

"Siamo alla guida di questa comunità da circa 70 giorni - ha detto il Sindaco Di Cillo - e con circa 6 mila euro destinati alla Sagra e tempi molti ristretti, a gran fatica ma con grande lena, collaborazione  ed entusiamo siamo riusciti a mettere su un programma di tutto rispetto." Prima di entrare nel vivo della presentazione ha voluto soffermarsi per pochi minuti sula ridda di polemiche generate sull'affido della evento sagra ad una società di Avellino, ha tenuto a precisare che tutto è stato fatto in regola e quindi alla 53° Sagra arriverà il successo che merita grazie ad un nutrito programma il cui tema conduttore sarà il Vino declinato in tutte le sue perfomance, dall'eno gastronomia, la cultura, l'economia e il teatro che a Carosino quest'anno compie il mezzo secolo di vita, dove tante compagnie ne hanno fatto la storia del teatro amatoriale della ridente cittadina. L'assessore Borraccino ha infine promesso che si interesserà affinchè la Regione Puglia contribuisca a questo importante e qualificato evento, qual è la Sagra del Vino di Carosino che da tre anni ha doppiato il mezzo secolo di vita e quindi merità tutto il sostegno possibile.

Ma veniamo ai dettagli della programmazione della Sagra a cui viene dato il via qualche giorno prima con "Aspettando la Sagra..." alle ore 19:00 quindi  tutti a passeggiare con “Sopra la terra, sotto la luna” passeggiata notturna nei dintorni di Mesochorum evento a cura dell’Archeoclub di Carosino. Partenza da Piazza V. Emanuele III.

GIOVEDI 22 AGOSTO ORE 20.30 Piazza V. Emanuele III.
Inaugurazione 53a Sagra del Vino con accensione della fontana Monumentale zampillante vino e saluti istituzionali
Intro con H24 Dance School di Giuseppe Carrieri

ORE 20.45 Inaugurazione “Radici di… Vino” mostra dei vini, della civiltà contadina e esposizione fotografica di Francesco Sapio

ORE 21.00 Mostra d’Arte inaugurazione personale di pittura a cura di Luciano Marinelli

ORE 21.30 EXODUS in concerto con: Gaetano Greco, Gino Nigro, Gianfranco Azzarà, Nazario Rocco Ricci

ORE 22.30 Piazza V. Emanuele III. EQUIPE 84 in concerto

VENERDI 23 AGOSTO ORE 19.00 Palazzo Feudale D’Ayala Valva. Convegno: “Vino e agricoltura…quali prospettive?”
Saluti:  Onofrio Di Cillo, Sindaco di Carosino; Cosimo Borraccino, Assessore Att. Produttive Regione Puglia;  Avv. Mario La Pesa, Assessore Att. Produttive Comune di Carosino;
Interverranno:  Don Arturo D’Ayala Valva, Cavaliere del lavoro; Dott. Franco Cavallo, Presidente Cantine e Bcc San Marzano; Dott. Mauro Di Maggio, Pres. C.d.A. Consorzio Tutela Primitivo di Manduria.

ORE 20.00 Piazza V. Emanuele III. Dimostrazione MSP – Manovre Salvavita Pediatriche a cura della Croce Rossa Italiana

ORE 20.30 Intro con l’Asd Power Dance – DSC Urban Style Project di Daniela Galati e Federica Catino

ORE 21.00 Piazza V. Emanuele III.  MUSICA E RICORDI a cura della Direzione musicale Incanto di Miriam Serio e Luant Dance di Lucia e Sabrina Greco

ORE 22.30  Piazza V. Emanuele III. ARENAROCK in concerto

SABATO 24 AGOSTO ORE 19.30  Palazzo Feudale D’Ayala Valva. Convegno: “Teatro, vino e tradizione: 50 anni di storia” Saluti: Maria Teresa Laneve, Assessore alla Cultura Comune di Carosino;
Moderatore:  Davide Roselli, Consigliere Delegato al Teatro, Associazionismo e Tradizioni;
Interverranno:  Referenti delle Compagnie Teatrali Carosinesi; Giorgia Trasselli, attrice e docente teatrale, “tata di Casa Vianello”; Dott. Roberto Romeo, C.d.A. del Teatro Pubblico Pugliese.

ORE 20.30 Intro con Puerto Rico Dance

ORE 21.30 Piazza V. Emanuele III. I PIZZICATUNDI

ORE 22.30 Piazza V. Emanuele III. CRIFIU in concerto

DOMENICA 25 AGOSTO ORE 19.00 Piazza V. Emanuele III. “Pigi…AMO l’uva” gara di pigiatura dell’uva con i bambini dei 5 Rioni di Carosino, in collaborazione con il C.O.G.E.

ORE 20.30 Intro con la Scuola Art&Danza

ORE 21.30 Piazza V. Emanuele III.  Saluti istituzionali e concerto finale con gli APRÈS LA CLASSE

 Tutte le sere percorsi enogastronomici con prodotti e vini della tradizione pugliese.

 

Alfredo Traversa ha ammaliato, con Tiziana Risolo, il numeroso pubblico con la sua opera dedicata alla vita di San Francesco De Geronimo

Alfredo Traversa conosce molto bene le “regole” del teatro, e sa come ammaliare e coinvolgere emotivamente il pubblico, ma anche fisicamente recandosi tra gli spettatori colti di sorpresa dalla sua presenza.
È accaduto ieri a Carosino nella rappresentazione de “LU CUNTU Il restauratore sociale”, il lavoro teatrale di e con Alfredo Traversa, tenutosi nell’atrio del giardino del Palazzo Ducale D’Ayala Valva di Carosino (mercoledì 7 agosto).

L’opera teatrale è dedicata alla vita di San Francesco De Geronimo, uno dei primi Santi pugliesi: nato a Grottaglie nel 1642, il gesuita è vissuto a Napoli dedicandosi ai poveri e spegnendosi nel 1716. Celebre predicatore, ebbe il dono della profezia e già in vita gli vennero attribuiti diversi miracoli.
Lo spettacolo, organizzato dall’APS Areté, è stato promosso dal progetto Radices realizzato dall'ATS dei Comuni di Carosino, Maruggio, Fragagnano e Monteiasi, con il contributo della Regione Puglia Avviso sullo spettacolo dal vivo e le residenze artistiche (art. 45 del D.M. 1 luglio 2014) - ambito teatro.

Introducendo la rappresentazione il Sindaco di Carosino, Onofrio Di Cillo (foto sx), e il consigliere comunale delegato al Teatro, Recupero delle Tradizioni e Associazionismo, Davide Roselli (foto sx), hanno avuto parole di elogio per questa iniziativa del Progetto Radices con cui stanno collaborando positivamente da quando, due mesi addietro, si è insediata la nuova Amministrazione comunale. Evento clou del cartellone di iniziative estive sarà la tradizionale Sagra del Vino che, giunta alla cinquantatreesima edizione, quest’anno si terrà dal 22 al 25 agosto prossimi.

Poi la scena è stata tutta per Alfredo Traversa che, condividendola con la splendida attrice Tiziana Risolo (foto dx), ha “affrescato” la vita di San Francesco De Geronimo.
Vivere con e per i poveri: tutta la vita del Santo è stata una missione per i più sfortunati, non è un caso che venne definito il “restauratore sociale”.
“LU CUNTU Il restauratore sociale” è stato un omaggio al teatro del Seicento ed al modo di predicare di Francesco De Geronimo.
Lo spettacolo è stato allestito prendendo spunto da diversi manoscritti del Santo e da veri episodi della sua vita: famoso in tutto il mondo già in vita, dopo la sua morte gli sono state dedicate numerose biografie sia in Italia che in Austria, Francia, Polonia, Inghilterra.
San Francesco De Geronimo ha combattuto contro tutte le regole e i modi di vivere cosiddetti “borghesi”, apportando numerosi cambiamenti all’interno alla Chiesa della sua epoca.
Per il suo modo teatrale di predicare tra e per il popolo, Francesco De Geronimo è anche considerato come il padre della figura del gesuita-attore, tanto che Silvio D’Amico nella sua storia del Teatro lo cita come esempio delle tecniche attoriali utilizzate del Seicento nel “teatro di strada”.
Lo spettacolo “LU CUNTU Il restauratore sociale” ha rappresentato una occasione inca per conoscere un uomo della nostra terra e per riflettere sul valore intramontabile dell’impegno civile per una migliore società.

Da sempre la compagnia teatrale APS Areté dedica particolare attenzione ai più piccoli insegnando loro, oltre all’arte scenica, valori come “solidarietà” e “inclusività”, perché su un palcoscenico ci si aiuta l’un l’altro con un obiettivo comune: strappare un applauso al pubblico!

Non a caso tutti possono frequentare i corsi teatrali degli Areté, come Giovanni, un bambino affetto da Sindrome di Down, e Roberta che invece è affetta SMA ( amiotrofia spinale).

Ogni corso teatrale nelle sezioni “Aretè baby” e “Aretè Junior” insegna, attraverso il “gioco”, ad aprirsi alla relazione col mondo in un percorso che valorizza la fantasia, l’immaginazione e la creatività: il bambino viene così stimolato alla scoperta di sé e degli altri che compongono il “gruppo” che, a sua volta, diventa un momento di scambio e di crescita.

 

In questo periodo gli Aretè hanno portato a termine a Carosino due attività teatrali dedicate ai più piccoli, anche grazie al supporto del progetto Radices che, finanziato dalla Regione Puglia, sta sostenendo diverse iniziative teatrali, e non solo, sul nostro territorio.

Così gli Aretè hanno curato una masterclass di arte scenica e rappresentazione a favore degli alunni dell’I.C. “Aldo Moro” di Carosino, con tutor interno la docente professoressa Rossella Del Core e condotto da Giuseppina Nigro, Clara Magazzino e Stefania Frisa dell’Associazione Aretè di Grottaglie.

Obiettivo della masterclass è stato quello di avvicinare al mondo del teatro i partecipanti, facendo scoprire loro come questo può portare a cambiare il modo di agire in un’ottica di comunicazione con il pubblico.

Il risultato finale di questo progetto è stato lo spettacolo “Show Time”, portato in scena presso il Teatro Comunale di Carosino, in cui gli studenti hanno curato le coreografie e brevi sketch; ispirandosi al libro “La congiura dei cappuccetti” di Stefano Bordiglioni, gli alunni si sono poi misurati con la pantomima, affrontando l’improvvisazione, una palestra indispensabile per ogni attore che così può “creare dal nulla”. Lo stesso che hanno fatto “inventandosi” il costume che hanno indossato in passerella in una sfilata di moda che ha concluso la serata.

 

Ai bambini è stata dedicata anche l’ultima produzione degli Aretè: “Mission Kids”, un musical liberamente ispirato a “Il Pifferaio magico” dei fratelli Grimm e a “L’isola degli smemorati” di Bianca Pitzorno; sul palco attori – di un’età compresa tra i 6 e i 14 anni – che per un anno hanno studiato recitazione, canto e ballo con la Compagnia APS Aretè.

Nel cast anche Roberta, una bambina di 9 anni costretta dalla SLA su una sedia a rotelle che partecipa agli spettacoli degli Aretè cantando e muovendosi sul palco come lei può e sa fare.

Tutto è stato curato per permettere anche a Roberta di poter prendere parte a “Mission Kids” muovendosi sul palco autonomamente con la sua sedia a rotelle elettrica: la regia di Giuseppina Nigro e Clara Magazzino, i canti della vocal coach Annamaria Fusco, e, soprattutto, le coreografie di Stefania Frisa e le scenografie di Valeria Anatilopan.

Al Teatro Comunale di Carosino si è presentato un problema: le ridotte dimensioni del palco e delle “quinte” non permettevano a Roberta di utilizzare la sua sedia motorizzata, ma solo una più tradizionale sedia a rotelle.

Allora ecco che la solidarietà e lo “spirito di gruppo” che anima la compagnia risolve tutto: Francesco, un piccolo Aretè di 8 anni che partecipa a Mission Kids negli stessi “quadri” di Roberta, chiede di spingere la carrozzella di Elvira mentre recita la sua “parte”.

Roberta riesce così a muoversi sul palco come da copione e a partecipare alla rappresentazione, imparando che in un momento di difficoltà potrà sempre contare sull’aiuto dei piccoli Aretè!

 

Carosino (Ta) - La lista Centro-Sinistra con Lucia di Napoli, che si proponeva quale prosecuzione dell'Amministrazione uscente, ha conseguito solo due seggi, occupati dal candidato sindaco, nonchè vicesindaco uscente Lucia di Napoli, e da Mina de Santis, assessore uscente.
Sin dalle prime battute è risultato di tutta evidenza come la nuova maggioranza non abbia alcuna identità politica o, per meglio dire, raccolga esponenti che vanno da una certa destra parlamentare ad esponenti di dichiarata e decennale militanza dal pci al pd. Caratteristica che il neo sindaco Di Cillo ha sempre criticato quando ha riguardato, in precedenza, altre compagini politico-amministrative.
Ma fin qui...nulla di nuovo.
Emerge dalla distribuzione delle cariche assessorili e delle semplici deleghe fuori giunta tuttavia un certo riconoscimento alle diverse anime politiche, di fatto esistenti (da ex Pd a Fratelli d’Italia), che prevale rispetto al dovuto riconoscimento all’Associazione Carosino Adesso che ha sostenuto il sindaco Di Cillo. Lo stesso presidente dell’associazione non risulta neppure tra gli eletti.
Inoltre, ciò che sconcerta è lo stravolgimento dell'importanza e del valore delle deleghe assessorili. Servizi Sociali degradati a delega fuori Giunta, in barba al principio di sussidiarietà, pilastro dell'amministrazione locale; attività produttive assurge a delega assessorile, scompare la delega all'integrazione e alla famiglia e compare quella alle tradizioni popolari.
Per non parlare dell‘ assessorato esterno attribuito al di fuori della lista dei candidati e non giustificato neppure da competenze specifiche nel settore attribuito. Si tratta peraltro di una delega assegnata al padre di un consigliere eletto: la prima volta in cui padre e figlio siedono tra i banchi della stessa Amministrazione.
La legge non lo vieta, ma ragioni di opportunità politica avrebbero dovuto indurre il sindaco ad una distribuzione più equa delle deleghe all'interno della maggioranza. Evidentemente questo era il prezzo da pagare per un sostegno che diversamente non ci sarebbe stato. Oppure il sindaco teme di non essere all’altezza di portare avanti la complicata macchina amministrativa, senza il supporto di un amministratore di esperienza come l’ex sindaco Franco Sapio.
I consiglieri del centro-sinistra sono pronti a svolgere il proprio ruolo con impegno, vigilando sulla legittimità di ogni decisione e provvedimento che la nuova Amministrazione adotterà, contrastando ogni deriva antidemocratica e non rispondente ai principi di buona amministrazione.
Siamo seriamente preoccupati del rischio di derive populiste e, pertanto, terremo alta l'attenzione affinchè 5 anni di buone pratiche amministrative e di crescita culturale e sociale non vengano vanificati.

A Carosino una domenica con la storia del grande Musical, un genere di rappresentazione teatrale che, negli ultimi 150 anni, ha attraversato la storia dello spettacolo affascinando intere generazioni.

Alla storia del Musical la compagnia Areté ha dedicato la sua ultima produzione: “Action: it’s a Musical”; lo spettacolo comprende i più famosi brani dei musical, italiani e internazionali, che hanno fatto la storia di questo genere di arte.
Le varie performance sono il frutto di un lavoro di studio prodotto durante gli stage che gli Aretè hanno effettuato negli ultimi nove mesi con il popolarissimo Graziano Galatone.
Cantante e attore teatrale, Graziano Galatone interpreta Febo nel musical “Notre Dame de Paris” di Riccardo Cocciante, Cavaradossi nella “Tosca Amore disperato” di Lucio Dalla e Lorenzo il Magnifico nell’opera “Il principe della gioventù” di Riz Ortolani.

Domenica 16 giugno al Teatro Comunale di Carosino (ingresso ore 20.30 – sipario 21.00) sarà rappresentato lo spettacolo “Action: it’s a Musical” della Compagnia APS Aretè con special guest Graziano Galatone. Posto unico € 5 con info e prenotazioni 329.9625387 – 349.0669610.
L’evento è promosso dal progetto Radices realizzato dall'ATS dei Comuni di Carosino (Capofila), Maruggio, Fragagnano e Monteiasi, con il contributo della Regione Puglia Avviso sullo spettacolo dal vivo e le residenze artistiche (art. 45 del D.M. 1 luglio 2014) - ambito teatro.

Lo spettacolo “Action: it’s a Musical” vedrà sul palco diciassette interpreti: in una magica serata la freschezza e le energie degli Aretè Junior e deli Aretè Young si intrecceranno con l’esperienza e la bravura degli Aretè Senior.
Insieme porteranno in scena tanti momenti della storia del musical, in un meraviglioso viaggio nei sentimenti e nelle emozioni che stupirà e coinvolgerà il pubblico di tutte le età.
Lo spettacolo sarà impreziosito dalle performance del famoso Graziano Galatone che, oltre ad aver imbastito il canovaccio della rappresentazione con Giuseppina Nigro, presidente APS Aretè, con la sua inconfondibile voce interpreterà alcuni suoi cavalli di battaglia.

Annunciando l’evento Davide Roselli, consigliere comunale con delega al Teatro, all’Associazionismo e al Recupero delle tradizioni, ha dichiarato «siamo lieti che uno dei primi spettacoli allestiti al Teatro Comunale di Carosino nel nuovo corso di questa Amministrazione comunale sia “Action: it’s a Musical”, una rappresentazione che vedrà esibirsi anche un artista di livello internazionale come Graziano Galatone; è nostra intenzione, in particolare del Sindaco Onofrio Di Cillo, valorizzare questo importante contenitore culturale che permette alla nostra comunità di ospitare eventi artistici e culturali di assoluto rilievo».

 

Carosino - Sabato 8 giugno 2019, nell'atrio del Castello della Città del Vino, ha avuto luogo il primo Consiglio comunale del mandato amministrativo del neo Sindaco Onofrio Di Cillo. Un pubblico numeroso ha partecipato ai lavori dell'Assise che si è districata in 5 punti all'Ordine del giorno. Prima dell' esame delle condizioni di eleggibilità e compatibilità degli eletti e successiva convalida, da parte dei consiglieri di opposizione, nella persona del  consigliere Paco Vinci, c'è stato l'avvio di una vivace discussione in cui sono state evidenziate   delle  difformità procedurali come l'aver convocato il primo Consiglio comunale nell'atrio del castello, ne è nato un acceso dibattito, riportato dopo poco alla normalità per la prosecuzione del Consiglio con la convalida  degli eletti e successivo giuramento del Sindaco Di Cillo.

Dopo il discorso di rito, il primo cittadno,  ha presentato le nomine della sua Giunta composta dalla vice Sindaco, Maria Teresa La Neve nominata assessore alla Cultura, Diritto allo studio, Pubblica Istruzione e Spettacolo. Ad Alessia Greco è toccata la nomina di Assessore al Bilancio, Programmazione Economica, Tributi, Marketing del Territorio e Turismo. A Mario La Pesa la nomina di  Assessore alle Attività Produttive, Agricoltura e Commercio. Al il già Sindaco, Francesco Sapio, la nomina di  Assessore Lavori Pubblici, Urbanistica, Patrimonio e Demanio. Su questa nomina ha avuto a che ridire sempre il consigliere Vinci, candidato alla poltrona di primo cittadino con la lista "Insieme per Carosino", arrivato terzo nella tornata elettorale quest'ultima  ha visto piazzarsi al secondo posto l'altra candidata alla poltrona di primo cittadino, con una lista di Centro Sinistra, Lucia Di Napoli, sempre Vinci e la stessa Di Napoli hanno rimarcato il fatto che il dottor Sapio nella scorso mandato amministrativo a guida Arcangelo Sapio, aveva abbandonato la compagine di maggioranza dimettendosi anche da Consigliere comunale, senza specificare  le ragioni e al tempo stesso abbandonando anche le fila del Pd.  Il dott. Sapio ha reagito con un intervento secco, preceduto dal figlio, Piergiuseppe Sapio, neo eletto consigliere di maggioranza il quale  ha difeso il padre a spada tratta. Lo stesso Franco Sapio, lapidario ha risposto alla domanda del perché sia andato via dal Consiglio con secco "È troppo tardi per dare delle risposte"

Ritornando alle nomine assessorili,  il  Sindaco Di Cillo, ha tenuto per se l' Assessorato alla Polizia Municipale e al Personale.

Il Sindaco ha quindi provveduto ad assegnare le deleghe fuori Giunta: a Quintino Carrieri le politiche sociali e anziani. A Roberta Frascella Contenzioso e Politiche giovanili. A Francesco Guarini Ambiente, Decoro Urbano, acquisizioni finanziamenti, Verde Pubblico e Periferie. A Davide Roselli Teatro, Recupero delle Tradizioni e Associazionismo e infine a Piergiuseppe Sapio Sport e Tempo Libero. Subito dopo il Consiglio ha provveduto alla nomina della Commissione Elettorale comunale.

Infine c'è stata la Presentazione da parte della vice Sindaco, Maria Teresa La Neve,  la lettura del  Documento Programmatico sulle azioni e progetti da realizzare durante il mandato 2019-2024.

( Tutto ciò che è scritto in questo articolo, può essere verificato guardando la videosintesi del Consiglio comunale)

Carosino - Domani 8 giugno 2019, alle ore 18:00 è stao convocato il primo Consiglio comunale del mandato Onosfrio di Cillo, eletto Sindaco della Città del Vino  nelle ultime Amministrative del 26 maggio scorso.

L'ordine sarà il seguente:

1.Esame delle condizioni di eleggibilità e compatibilità degli eletti - Convalida;

2. Giuramento del Sindaco;

3. Comunicazione di nomina della Giunta Comunale;

4. Nomina della Commissione Elettorale Comunale;

5. Presentazione da parte del Sindaco del Documento Programmatico sulle azioni e progetti da realizzare durante il mandato 2019-2024.

Non finiamo mai di stupirci. Stridono le parole, quanto mai tempestive, per non dire affrettate, del gruppo “Insieme per Carosino” quando parlano di “Commemorazione” del 2 giugno, dimenticando che invece, e per fortuna, si tratta di una “festa” nata per ricordare la gioia della nascita della Repubblica Italiana. Sul palco in piazza, i rappresentanti istituzionali del Comune di Carosino e della Provincia di Taranto hanno toccato i temi della Repubblica, della democrazia, della libertà, ricordando come 73 anni fa si votò col metodo del suffragio universale, legittimando finalmente anche alle donne il diritto al voto. Si è parlato di partecipazione, di condivisione, di responsabilità, di impegno.
E non può mancare il ringraziamento ai cittadini di Carosino, a una settimana dalla vittoria elettorale, che hanno scelto, con libertà e consapevolezza, di dare fiducia a chi ha proposto un cambiamento concreto e propositivo. Il comizio di cui parla “Insieme per Carosino”, mistificando i fatti per creare la finta favola del comizio politico, è quanto di più lontano da ciò che di bello è accaduto nella piazza di Carosino lo scorso 2 giugno. Di certo comprendiamo che, a una settimana dal verdetto popolare, che ha sancito una vittoria netta della quale nessuno può negare l’evidenza, l’amarezza possa essere ancora tanta, persino inaccettabile. Ma chiediamo correttezza e soprattutto collaborazione costruttiva ai consiglieri di opposizione, che, speriamo, non si lasceranno ancora trasportare da risentimenti post-elettorali.
Ringraziamo il gruppo “Insieme per Carosino” per aver letto lo statuto nazionale dell’Associazione Combattenti e Reduci, sottolineando, tuttavia, che forse è sfuggito il fatto che non è presente, in esso, alcuna indicazione circa la custodia del monumento da parte della stessa Associazione che, comunque, è talmente valorizzata da essere l’unica associazione carosinese ad avere una sede di proprietà comunale in comodato d’uso gratuito.
Riguardo, invece, alle riflessioni riportare dal gruppo “Insieme per Carosino” e da alcuni esponenti del gruppo “Centro sinistra” sulla band che ha animato la Festa della Repubblica, e che ha suscitato grande entusiasmo da parte dei numerosissimi cittadini presenti, di ogni età e di ogni estrazione, sono mere valutazioni personali e tali restano.
Ribadiamo la nostra apertura al gruppo “Insieme per Carosino” e anche al “Centro Sinistra” invitando entrambi ad una collaborazione costruttiva e a non lasciarsi trasportare da livori derivanti da sconfitte elettorali di cui va preso atto, ma da cui si può ripartire per collaborare con l’amministrazione allo scopo di tentare di ridisegnare un paese migliore.

 

Carosino - Fatto gravissimo ieri giornata della Festa della Repubblica. La commemorazione del 2 giugno a Carosino è stata preceduta da un comizio di circa mezz'ora in cui il Sindaco ed i neo-amministratori hanno confuso e mistificato il loro ruolo di rappresentanti ISTITUZIONALI con quello di esponenti di Carosino Adesso. Si è trattato del comizio di ringraziamento di Carosino Adesso, volutamente organizzato un attimo prima della deposizione della corona al monumento ai caduti.

Un Sindaco, quale rappresentante di tutti i cittadini, avrebbe dovuto parlare in termini istituzionali a tutta la cittadinanza e non di appartenenza politica verso i suoi elettori. Preme inoltre sottolineare un altro fatto grave: l'assenza dell'Associazione Combattenti che, per statuto nazionale, è custode di quel monumento. Assenza sia fisica dei propri rappresentanti alla cerimonia sia grafica sul manifesto del Comune. Associazione che peraltro si è particolarmente contraddistinta negli ultimi anni per aver saputo organizzare cose belle in analoghe circostanze.

Come mai?

In ultimo, la commemorazione è stata animata dalla Conturband, una band di artisti di strada che nulla ha a che vedere con il carattere ed il profilo altamente istituzionale della festa della Repubblica. Per giunta la stessa band ha intonato una musica festosa all'atto in cui si accompagnava la corona di alloro verso il monumento ai caduti. A Carosino, forse primo ed unico caso della storia della Repubblica, la commemorazione dei valori democratici della nazione si è trasformata nella festa del partito vincente. Sarà pur stata una bella festa, ma il 2 giugno è tutt'altra cosa rispetto al comizio di ringraziamento di Carosino Adesso: quanto accaduto stasera è un insulto ai valori democratici e repubblicani della nazione e dei cittadini.

E se come detto dal Sindaco, si è trattato di una coincidenza, a questo punto era una coincidenza a cui si poteva porre rimedio perché non vi era nessun obbligo di far coincidere le due cose nello stesso momento. Ai lettori  ogni dovuta considerazione in proposito.

Nell'ambito della campagna elettorale per le elezioni europee la sen. Roberta Pinotti, già Ministro della Difesa, sarà a Taranto oggi giovedì 23 maggio alle ore 17.30 presso il "Nautilus" in viale Virgilio, 2 dove interverrà ad un incontro sul tema: "Per lo sviluppo di Taranto, città europea: pieno utilizzo delle risorse stanziate e nuove opportunità di diversificazione", al quale parteciperanno, tra gli altri, il Segretario provinciale del PD, Giampiero Mancarelli e i rappresentanti di CGIL, CISL e UIL e di Confindustria e Confcommercio.
Inoltre, alle 19,30 la sen. Pinotti parteciperà ad un comizio della lista "Il Centro Sinistra" di Carosino con candidata Sindaco Lucia Di Napoli e, successivamente, incontrerà gli elettori di Roccaforzata a sostegno della lista "Roccaforzata Libera e di tutti" con candidato Sindaco Roberto Iacca.

Pagina 1 di 3

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , d.ssa Valentina D'Amuri

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk