«Prima di formarti nel grembo materno, ti conoscevo,
 prima che tu uscissi alla luce, ti avevo consacrato;
 ti ho stabilito profeta delle nazioni»Geremia 1, 1,4-10.Un destino già scritto, quello di Sua Eccellezza, Mons. Angelo Raffaele Panzetta, anche molto tempo prima di indossare il suo primo colletto bianco.
Spiegava poche domeniche fa, durante un’omelia ai piccoli della parrocchia S. Maria delle Grazie, come la sua ilarità giovanile lo portò a dormire su di un altare per tutta la notte, con l’intento di prendersi beffa del proprio parroco, in compagnia dei suoi compagni d’avventura. Probabilmente, il disegno Divino ha modi quanto mai singolari per chiamare ognuno di noi ad unirsi all’esercito dei fedeli.
Cinquantatré candeline, un profilo discreto dal sorriso sobrio e rassicurante, ed una carismatica dialettica: un vero e proprio predestinato.Un dono della nostra terra, coltivato nell’Arcidiocesi di Taranto,Mons. Angelo Panzetta, uomo dalla sorprendente umanità, vanta un eccezionale curriculum vitae, che gli ha consentito di essere preposto all’Arcivescovato di Crotone – Santa Severina, compito di cui è stato investito da Papa Francesco.
Ha frequentato il Seminario Minore e dopo la maturità classica è entrato nel Pontificio Seminario Regionale di Molfetta, concludendo i propri studi con il baccalaureato il Teologia. Ha ricevuto l’ordinazione sacerdotale nel ’93 e tra i suoi innumerevoli meriti si ricordano quello di segretario particolare dell’Arcivescovo, S.E.Mons. Papa, docente di Teologia Morale presso l’Istituto di Scienze Religiose di Taranto ed anche presso l’Istituto Teologico “Santa Fara” di Bari e l’Istituto Teologico “Regina Apuliae” di Molfetta, oltre che sinora Preside della Facoltà Teologica Pugliese, ministero che ha esercitato per due mandati.
E se è vero che la “coincidenza è il modo di Dio di restare anonimo”, come sostenevaAlbert Einstein, oggi questa investitura ci sembra una sorta di annotazione fattada tempo su di un taccuino Celeste, di cui si aspettava solo il compimento.
Possiamo dire, con profonda emozione, che questa notizia è motivo di orgoglio e grande festa per l’intera comunità carosinese, un momento d’immensa gioia. Pertanto, il Sindaco Onofrio Di Cillo, l’intera amministrazione e tutta la comunità carosinese, porge a Sua Eccellenza, Mons. Angelo Raffaele Panzetta, le più sentite felicitazioni ed un augurio per l’operato che si appresta a svolgere nell’arcidiocesi di Crotone – Santa Severina, con l’auspicio che presto possa ritornare nella nostra parrocchia ad onorarci della Sua presenza.

Mercoledì 18 ottobre, infatti, presso l’assessorato regionale allo Sviluppo economico, alla presenza dell’Assessore Mino Borraccino, è stato firmato dal Sindaco di Carosino Onofrio Di Cillo, un protocollo d’intesa che vede inserire il comune di Carosino nel DUC (Distretto Urbano del Commercio).
Fortemente voluto dal sindaco Di Cillo e da tutta l’amministrazione comunale, il protocollo d’intesa ha l’obiettivo di creare un’Associazione, con la partnership di Comune, Confcommercio, Confesercenti e le associazioni del territorio, per valorizzare e riqualificare il territorio mediante il sostegno al commercio quale settore economico rilevante ed elemento di integrazione, coesione sociale, sviluppo e salvaguardia del territorio.
I "Distretti Urbani del Commercio" rappresentano l'idea strategica innovativa per realizzare progetti nei quali i cittadini, le imprese e ogni soggetto pubblico e privato sono liberamente aggregati per fare del commercio il fattore di integrazione e valorizzazione di tutte le risorse di cui dispone un territorio.
“E’ necessario – afferma il sindaco Di Cillo - rendere vivo e pulsante il cuore della città attraverso una maggiore attrattività commerciale e turistica. A tal proposito, abbiamo cominciato riaprendo il Castello D’Ayala Valva per renderlo fruibile a tutti i cittadini e organizzando anche manifestazioni socio-culturali che hanno attirato un folto pubblico. Continueremo con altre iniziative per dimostrare come anche la cultura possa essere di sostegno al commercio.
Nelle prossime settimane, avvieremo degli incontri con gli operatori commerciali e le associazioni locali per ascoltare le loro istanze e, insieme, sviluppare progetti di sviluppo e rilancio economico e turistico di Carosino. Affinché il DUC funzioni, però, è necessario proprio il contributo di operatori e associazioni con idee e proposte. La costruzione del DUC passa da loro e per questo mi auguro che questi incontri siano partecipati”.
“All’Assessore Borraccino – conclude Di Cillo – va il nostro più sentito ringraziamento per la incondizionata disponibilità dimostrata verso la nostra Amministrazione”.

I Carabinieri della Stazione di San Giorgio Ionico hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, Angelo BLASI, 41enne di Carosino.

I militari, durante un servizio finalizzato alla prevenzione ed alla repressione dei reati in materia di sostanze stupefacenti, riconosciuto il soggetto quale spacciatore del luogo, hanno deciso di sottoporlo a perquisizioni personale, veicolare e domiciliare, rinvenendo e sequestrando 66 grammi di eroina già suddivisa in dosi, oltre ad un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento delle dosi, nonché la somma di denaro di 330,00 euro in banconote di vario taglio, provento dell’attività di spaccio.

La sostanza stupefacente, rinvenuta ed opportunamente repertata, verrà analizzata dai militari del L.A.S.S. del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Taranto.

Il 41enne, condotto in caserma, al termine delle formalità di rito, è stato arrestato e, su disposizione dell’A.G., associato presso la Casa Circondariale di Taranto.

Ha vinto con un progetto sull’occupazione sostenibile per gli indigeni della foresta amazzonica

Vanesa Giraldo Lopez

Carosino (Ta) – Creare posti di lavoro per gli indigeni della foresta amazzonica con accessori sostenibili. È questo il progetto che si è aggiudicato la settima edizione di Miss Progress International 2019, presentato dalla 26enne colombiana Vanesa Giraldo Lopez, neo ambasciatrice del progresso. La finale mondiale si è svolta venerdì sera nel teatro comunale di Carosino, in provincia di Taranto, con ventuno concorrenti provenienti da ogni parte del mondo. Borse, bracciali, diademi, collane, copricapo e souvenir fatti da materiali naturali e riciclabili, come la fibra degli alberi, con colorazioni di undici tonalità diverse, acquisite da componenti vegetali come il giallo dallo zafferano, il nero dalla foglia dell’oreas de burro e il verde dalla foglia della palma del chontaduro.

Vanesa, che succede ad un’altra colombiana, Eyra Baquero, è stata premiata da Giusy Nobile e Giuseppe Borrillo, rispettivamente presidente e direttore del concorso. L’evento è stato trasmesso anche in streaming mondiale su Canale 85, condotto da Giuseppe Borrillo e dall’inglese Bethany Cammack. Presente inoltre la prima vincitrice del concorso, Julieth Lugembe della Tanzania.
La sostenibilità ambientale, dunque, resta al centro del dibattito mondiale, ma l’inizio dello spettacolo è stato all’insegna dell’integrazione culturale, con l’ingresso in scena delle concorrenti nei loro sfavillanti costumi nazionali tradizionali e quello indossato dall’etiope Kisanet Molla è stato premiato come il più bello. Il premio per la più votata su internet è andato ad Heather Rodriguez dell’Honduras. Gli altri riconoscimenti sono stati assegnati all’americana Gabriella Ochoa per l’integrazione culturale, alla stessa colombiana Vanesa Giraldo Lopez per il progetto dedicato all’ambiente, a Sarah Margarette Joson dalle Filippine per la salute e alla nigeriana Kome Mola per i diritti umani. Ad accompagnare la lettura dei progetti di tutte le concorrenti è stato il chitarrista Angelo Messore.

Ad arricchire lo spettacolo sono state diverse esibizioni, sono intervenuti infatti il gruppo di pizzica dei Filìa che ha fatto danzare le giovani concorrenti sulle note salentine, i ballerini della Dejanira Ballet e la strepitosa cantante Maky Ferrari. Il magistrato Salvatore Cosentino invece ha realizzato un reading sul tema della discriminazione femminile. Le coreografie dello spettacolo sono state curate da Antonio Santoro, mente durante l’evento è stato proiettato l’ultimo lavoro del fotografo grottagliese Antonio Zanata, “Profili dal mondo”, dove tutte le concorrenti sono state ritratte di profilo, in bianco e nero, con i caratteristici costumi nazionali, simboli di identità culturale.

 

Vanesa Giraldo LopezOrganizzatore

MISS PROGRESS INTERNATIONAL 2019: CONCORRENTI
Australia - Christina Manyang

Belgio - Jill Seghers

Canada - Makayla Rogerson

Colombia - Vanesa Giraldo Lopez
Ecuador - Camila CedeÑo Ortega
Etiopia - Kisanet Mola

Filippine - Sarah M. Joson

Francia - Adélaide De Bosvilliers

Ghana - Naomi Obeng

Honduras - Heather Rodriguez

India - Aman Chauhan

Italia - Cristina Pastano

Keyna - Irene Mukii

Libano - Rebecca Nassar

Messico – Michelle Llerena

Nigeria - Kome Adheke

Paraguay - Maria Jose Lopetegui

Perù - Ivana Yturbe (Non ha partecipato alla finale per problemi di salute)

Porto Rico - Nayshala Rosa Pagan

Regno Unito – Martina Weekes

U.S.A. - Gabriella Ochoa

Venezuela - Fabiana Dubois

 

 

 

Perché le API sono così importanti? Franco Peluso, Fiducario della Condotta Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche, introdurrà gli ospiti della serata: Cinzia Scaffidi, giornalista, docente e consulente per le aziende sui temi della sostenibilità e più in generale delle questioni globali legate al cibo. Insegna in diverse scuole ed atenei, tra cui l'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo. Le sue più recenti pubblicazioni, tutte per la casa editrice di Slow Food, sono: Mangia come parli (2014), Che mondo sarebbe (2018) e Il mondo delle api e del miele (2019). Fabio Silvestre, è un veterinario libero professionista esperto in apicoltura, tecnico veterinario dell’Associazione Regionale Apicoltori Pugliesi (ARAP) e svolge consulenza tecnico-sanitaria per aziende apistiche. E’ titolare, inoltre, dell’azienda apistica “I Giardini del Principe” a Leporano (Ta).
“Iniziative come questa rappresentano non solo un omaggio a chi si impegna sul nostro territorio nell’apicoltura,– ha commentato Peluso – ma anche a chi lavora con passione con l'obiettivo di far conoscere questi straordinari insetti sociali che svolgono una funzione indispensabile alla riproduzione della vita degli ecosistemi naturali e alla sopravvivenza dell’uomo.

Nel corso della serata, Cinzia Scaffidi parlerà dell’affascinante mondo delle api e del miele. Sentinelle degli equilibri ecologici, questi insetti sono preziosi per l’agricoltura e ci donano prodotti straordinari. Il volume “Il mondo delle api e del miele” parte da loro, dalla loro zoologia e organizzazione sociale, dalle tipologie animali e dall’apicoltura in Italia, passando in rassegna il ruolo dell’apicoltore, le stagioni e i cicli produttivi. Accanto a cera, polline, propoli e pappa reale, il miele è il grande protagonista: le sue caratteristiche organolettiche e nutrizionali, le descrizioni delle principali varietà e della normativa che ne regola la produzione e la commercializzazione, l’etichetta, i derivati. Infine gli usi in cucina, e tutti gli abbinamenti con ricette della tradizione.
L’evento è patrocinato dal Comune di Carosino e prevede l’intervento del Sindaco Onofrio Di Cillo e dell’Assessore alle attività produttive e all’agricoltura Mario La Pesa oltre che del Presidente della Pro Loco di Carosino, Giovanni Friuli, per la collaborazione alla realizzazione del convegno.
Nella tradizione Slow Food, l’evento si concluderà con una degustazione di miele dell’azienda ”I Giardini del Principe” accompagnato dai formaggi Don Carlo di “inMasseria” e Caciocavallo del “Caseificio Contento” di Grottaglie e dai vini delle cantine “Tenute Salentine” e “Tenute Tocci” di Carosino. Al termine una gustosa e gustosa sorpresa a cura di Gelatika: il gelato al miele.

Dichiara Onofrio Di Cillo, Sindaco del Comune di Carosino “Oggi più che mai è tempo di impegnarci in prima persona, veicolando ogni tipo di sforzo per promuovere e realizzare iniziative – come questa – con l’obiettivo di tutelare il futuro del nostro pianeta. La singolare resistenza delle api permette di apprezzarne il particolare adattamento nel tempo, oltre che l’ineguagliabile ruolo che ha nella conservazione della biodiversità e nella salvaguardia delle produzioni agricole, tanto da renderle essenziali nella vita dell’uomo.
In qualità di Sindaco di questa comunità, ritengo sia di fondamentale importanza continuare a mettere in atto ogni iniziativa possibile, tanto politica quanto culturale, che possa raggiungere un tale nobile scopo, sperando in una importante cassa di risonanza. Ed è per queste ragioni che non abbiamo esitato a collaborare con Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche per la realizzazione di questa importante serata che vede come protagoniste principali proprio le api.”

Taranto capitale del progresso: in città 22 ragazze da tutto il mondo. Venerdì la finale mondiale al teatro comunale di Carosino

TARANTO – Ventidue ragazze provenienti da ogni parte del mondo in Puglia, per il progresso e per una settimana all’insegna dell’integrazione, in cui visiteranno luoghi di cultura. Le giovani delegate vivranno fianco a fianco una vera e propria esperienza multisensoriale che le porterà a conoscere da vicino la storia, le tradizioni e le bellezze naturali e artistiche della terra che le ospita. I progetti elaborati da ciascuna partecipante, dedicati ad ambiente, salute e diritti umani, evidenziano drammatiche realtà spesso del tutto sconosciute ed è compito della giuria determinare quello più fattibile, premiandolo con un sostegno alla sua realizzazione.

Miss Progress International è un format internazionale organizzato dall’associazione culturale In
Progress di Carosino ed è iniziato venerdì 27 settembre, quando le concorrenti e i loro
accompagnatori sono stati accolti all’aeroporto di Brindisi per poi recarsi nel quartier generale del Grand Hotel dei Cavalieri di Maruggio. I dettagli dell’evento sono stati comunicati questa mattina nel corso della conferenza stampa svoltasi nella galleria del centro commerciale Porte dello Jonio alla quale hanno partecipato Giusy Nobile, presidente dell’associazione culturale In Progress, Giuseppe Borrillo, direttore del concorso, la colombiana Eyra Baquero, vincitrice dell’edizione 2018, Mauro Tatulli, direttore della galleria del centro commerciale Porte dello Jonio e Fabio Millarte, presidente del W.W.F. “Siamo lieti di aver ospitato nella galleria del centro commerciale la presentazione di un evento importante come questo - ha dichiarato Mauro Tatulli – perché siamo sensibili alle tematiche di genere che in questo caso esaltano il ruolo della donna”.

La finale mondiale di Miss Progress International si terrà venerdì 4 ottobre alle 21 nel teatro comunale di Carosino.

Il format di Miss Progress International esalta la figura della donna impegnata nel sociale e si fa portavoce di tematiche importanti e di stringente attualità. Domenica 29 settembre sarà la giornata dedicata al tema della salute: le ambasciatrici del progresso accompagnate dal pubblico partecipante daranno vita a un corteo per le vie di San Giorgio Jonico per la “Marcia in rosa”. Tutti potranno acquistare presso il gazebo allestito in piazza San Giorgio la loro t-shirt rosa, contribuendo alla raccolta di fondi che saranno destinati alla Fondazione IEO-CCM di Milano e la somma raccolta servirà per finanziare il progetto Women’s Cancer Center. Chi vorrà partecipare è invitato a recarsi in Piazza San Giorgio alle 9,30 e il via alla marcia non competitiva sarà dato alle 10 dalle dottoresse Daniela Iacobone (ginecologa) e Germana Lissidini (senologa) dell’Istituto Europeo di Oncologia.

Dall’1 ottobre il gruppo multietnico sarà impegnato nella scoperta del nostro territorio: martedì sarà la volta dei caratteristici trulli di Alberobello e dell’elegante Martina Franca, dove parteciperanno ad un pranzo tipico della Valle d’Itria al ristorante Four Season. Sarà la giornata dedicata al tema della salute e si visiterà la “Palude La vela”, l’Oasi curata dal WWF e anche sede della Scuola Volontari dell’Aeronautica Militare (S.V.A.M.). Mercoledì 2 ottobre, nella giornata dell’integrazione culturale le ambasciatrici del progresso si recheranno a Oria, che le accoglierà omaggiandole con la festa delle bandiere insieme ai tradizionali sbandieratori cittadini. Nel pomeriggio si ritornerà a Maruggio per visitare la caratteristica Masseria Olivaro, per una degustazione di prodotti locali lattiero-caseari. Le ambasciatrici del progresso concluderanno il soggiorno italiano sabato 5 ottobre. Dopo la sessione fotografica della mattina, il gruppo multietnico si recherà nella splendida Masseria Quis ut Deus di Crispiano, immersi nella natura per degustare prodotti locali. In serata le ragazze saranno protagoniste della festa di “arrivederci” organizzata dall’ Of Akkademia Parrucchieri, per salutarle ed invitarle a ritornare nella nostra Puglia.

Dopo aver cristallizzato il principio per cui la Casa comunale è la “casa di tutti”, rimuovendo materialmente le barriere architettoniche tra i cittadini e il governo del paese, questa Amministrazione comunale rincorre e realizza un altro sogno.
Durante l’assise del 27 settembre 2019, l’Amministrazione Comunale ha approvato, con i voti della sola maggioranza mostratasi coesa e compatta di fronte ad un provvedimento cosi importante, la modifica allo Statuto e al Regolamento, consentendo lo svolgimento dei Consigli Comunali, non necessariamente tra le mura del Palazzo, bensì nel centro e nelle periferie del paese.
In un momento storico di allontanamento dei cittadini dalla politica, “Carosino Adesso” e la sua Amministrazione stanno attuando politiche concrete orientate al riavvicinamento dei cittadini alla politica. Se la gente finora non ha partecipato alla vita politica del paese, adesso potremo organizzare Consigli Comunali tra la gente, nei quartieri e in luoghi accessibili a tutti, “costringendo”” i cittadini ad essere parte attiva della vita amministrativa del paese all’insegna del principio per noi fondamentale della #politicapartecipata.
Questo provvedimento, infatti, è un punto cardine del programma elettorale della nostra lista civica e non sarà l’unico in questa ottica. In soli tre mesi, infatti, in altre occasioni l’Amministrazione Comunale ha coinvolto le associazioni e i semplici cittadini con incontri programmatici e convegni su temi importanti per tutta la comunità, non ultime le conferenze sul tema del potenziamento delle strutture sportive comunali e quella sull’efficientamento del Centro Comunale di Raccolta. Sono stati incontri importanti in cui si chiedeva ai cittadini un contributo diretto per la gestione di potenziali finanziamenti finalizzati a strutture di pubblico interesse.
Questa nuova squadra amministrativa si è messa a lavoro sin da subito, poiché ha sentito la grande responsabilità di ritornare a parlare di politica seria, concreta, fatta di cose belle, vestendola di una nuova “dignità”, di un ritorno puro e semplice alle persone. Solo ripartendo da un confronto continuo e costante con la vita quotidiana della comunità, si può avere la percezione reale delle problematiche, dalle più complesse sino a quelle di più facile soluzione.
Certo, la politica partecipata per l’Amministrazione Di Cillo non si riduce e traduce in questo unico traguardo, che più che un arrivo è solo una gran bella grintosa partenza,ma pensiamo che per ottenere risultati soddisfacenti per tutta la comunità, l’Amministrazione abbia bisogno del contributo attivo di tutti i cittadini. Attueremo ogni iniziativa che punti proprio al massimo coinvolgimento di tutti nell’ottica di una nuova politica fatta non solo per i cittadini ma “con i cittadini”.

“Le parole insegnano, gli esempi trascinano” – Sant’Agostino.
Siamo certi sia stata questa la filosofia che ha ispirato il nostro concittadino Angelo Campo, luogotenente dell’Arma dei Carabinieri, traducendosi poi nella cerimonia di qualche giorno fa in un suggestivo borgo lucano.
Originario della nostra terra, il Luogotenente Campo, infatti, ha prestato servizio per più di vent’anni nel Comune di Irsina, distinguendosi per meriti lavorativi - per aver garantito la legalità, la sicurezza e il continuo confronto e collaborazione con le istituzioni locali- e segnatamente per le umane virtù che lo contraddistinguono.
E proprio lì, a due passi dalla Capitale della Cultura 2019, innanzi ad un panorama che lascia senza fiato, circondati dall’atmosfera tipica del posto e dalla fede cristiana in occasione dei festeggiamenti per la Santa Patrona Eufemia, al luogotenente Angelo Campo è stato conferita la cittadinanza onoraria in una aula consiliare stracolma di gente.
Difatti, la particolarità della festa patronale ha richiamato a sé anche coloro che, emigrati per ragioni lavorative, si ritrovano attualmente nelle città gemellate, quali i Comuni di Sassuolo e di San Giuliano Milanese, triplicando il numero degli abitanti di Irsina in pochissimi giorni.
La cerimonia si è svolta alla presenza del Luogotenente Campo, del sindaco del Comune di Irsinia Nicola Massimo Morea, del Sindaco della nostra comunità, Onofrio Di Cillo (accompagnato dal Vice sindaco Mariateresa Laneve, e dai consiglieri comunali Davide Roselli e Roberta Frascella), ma anche del Sindaco Michele Saccomanno da Torre Santa Susanna (BR), ove il Luogotenente presta attualmente il proprio servizio.
Siamo sinceramente orgogliosi e profondamente emozionati per aver avuto l’onore di partecipare ad una cerimonia così importante, a cui non capita spesso di assistere. Non sappiamo con esattezza se ci siano dei precedenti, in materia di conferimento della cittadinanza onoraria ad un nostro concittadino, ma siamo certi del fatto che questa è la Carosino che ci piace, quella che porta a riconoscimenti di una tale caratura e da cui tutti dovremmo trarre ispirazione.
Grazie al Luogotenente Campo al quale vanno ancora le nostre più sentite felicitazioni.

Tre serate con spettacoli per tutta la famiglia: il Comune di Carosino organizza, in collaborazione con la compagnia APS Areté, la rassegna teatrale “RADICES #PassioneTeatro”, una manifestazione promossa dal Progetto Radices.

Per tre serate l’atrio del Palazzo Ducale D’Ayala Valva di Carosino diventerà il palcoscenico di attori che si metteranno in gioco con passione mostrando al pubblico la loro arte recitativa; in ognuna delle tre serate sono previste, con ingresso libero e gratuito, due rappresentazioni: alle ore 20.00 e in replica alle ore 21.00.
Le performance saranno accompagnate da tre esperti musicisti: la cantante Serena Verga, il fisarmonicista Bruno Galeone e il chitarrista Massimo Santoro.

Si inizia questa sera martedì 3 settembre con lo spettacolo di pantomima “La Congiura dei Cappucceti”, articolato su tre sketch liberamente tratti dall’omonimo libro per bambini di Stefano Bordiglioni; protagonisti saranno gli attori di “Areté Young”, ragazzi che si cimenteranno nella pantomima, un’azione scenica muta caratterizzata da una successione di gesti e di atteggiamenti, come anche da una danza, più o meno sfrenata, a carattere farsesco. Le loro performance saranno accompagnate da Serena Verga che canterà canzoni dalle colonne sonore dei film di Walt Disney.
Si prosegue mercoledì 4 settembre con “Dalla Lettura alla scena”, uno spettacolo il cui fine ultimo è la promozione della lettura e l’amore per i libri, l’educazione alla lettura delle immagini, mostrando come ogni libro possa diventare “gioco” e il punto di partenza di percorsi creativi. Sul palco le attrici Clara Magazzino, Giuseppina Nigro e Serena Verga mostreranno, partendo da filastrocche, come sia possibile mettere a lavoro l’immaginazione e potenziare le capacità espressive dello spettatore. Colonna sonora saranno le musiche dall’opera “Il carnevale degli animali” del compositore francese Camille Saint-Saëns, interpretate da Bruno Galeone e Massimo Santoro.
Gran finale giovedì 5 settembre con “Voglia di Spettacolo” in cui saranno protagonisti gli attori della Compagnia Aretè di diverse fasce d’età; si tratta di uno spettacolo articolato su due popolarissimi sketch: “L’attore sordo” e “La rivincita delle prime mogli”; la performance si svilupperà seguendo un unico filo conduttore che coinvolgerà il pubblico divertendolo e facendolo riflettere. La serata sarà impreziosita da quattro successi evergreen interpretati da Serena Verga, Bruno Galeone e Massimo Santoro: "Via con me" di Paolo Conte, “Ci vuole orecchio" di Enzo Jannacci, "Eppur mi son scordato di te" di Lucio Battisti e "La vita com'è" di Max Gazzè.

La rassegna “RADICES #PassioneTeatro” è promossa dal progetto Radices realizzato dall'ATS dei Comuni di Carosino, Maruggio, Fragagnano e Monteiasi, con il contributo della Regione Puglia Avviso sullo spettacolo dal vivo e le residenze artistiche (art. 45 del D.M. 1° luglio 2014) - ambito teatro.

Mancano pochi giorni ormai all'inizio della 53°Sagra del Vino di Carosino, un evento molto a cuore ai carosinesi. Al cospetto di un folto pubblico che ha affollato l'atrio del Castello della Città del Vino, il Sindaco Onofrio Di Cillo, affiancato dal suo gruppo operativo ( Maria Teresa Laneve, Assessore alla Cultura Comune di Carosino, avv. Mario La Pesa, Assessore Att. Produttive Comune di Carosino e Davide Roselli, Consigliere Delegato al Teatro, Associazionismo e Tradizioni) e da Cosimo Borraccino, Assessore Att. Produttive Regione Puglia,  ha presentato l'appuntamento clou dell'anno della bella Città del Vino.

"Siamo alla guida di questa comunità da circa 70 giorni - ha detto il Sindaco Di Cillo - e con circa 6 mila euro destinati alla Sagra e tempi molti ristretti, a gran fatica ma con grande lena, collaborazione  ed entusiamo siamo riusciti a mettere su un programma di tutto rispetto." Prima di entrare nel vivo della presentazione ha voluto soffermarsi per pochi minuti sula ridda di polemiche generate sull'affido della evento sagra ad una società di Avellino, ha tenuto a precisare che tutto è stato fatto in regola e quindi alla 53° Sagra arriverà il successo che merita grazie ad un nutrito programma il cui tema conduttore sarà il Vino declinato in tutte le sue perfomance, dall'eno gastronomia, la cultura, l'economia e il teatro che a Carosino quest'anno compie il mezzo secolo di vita, dove tante compagnie ne hanno fatto la storia del teatro amatoriale della ridente cittadina. L'assessore Borraccino ha infine promesso che si interesserà affinchè la Regione Puglia contribuisca a questo importante e qualificato evento, qual è la Sagra del Vino di Carosino che da tre anni ha doppiato il mezzo secolo di vita e quindi merità tutto il sostegno possibile.

Ma veniamo ai dettagli della programmazione della Sagra a cui viene dato il via qualche giorno prima con "Aspettando la Sagra..." alle ore 19:00 quindi  tutti a passeggiare con “Sopra la terra, sotto la luna” passeggiata notturna nei dintorni di Mesochorum evento a cura dell’Archeoclub di Carosino. Partenza da Piazza V. Emanuele III.

GIOVEDI 22 AGOSTO ORE 20.30 Piazza V. Emanuele III.
Inaugurazione 53a Sagra del Vino con accensione della fontana Monumentale zampillante vino e saluti istituzionali
Intro con H24 Dance School di Giuseppe Carrieri

ORE 20.45 Inaugurazione “Radici di… Vino” mostra dei vini, della civiltà contadina e esposizione fotografica di Francesco Sapio

ORE 21.00 Mostra d’Arte inaugurazione personale di pittura a cura di Luciano Marinelli

ORE 21.30 EXODUS in concerto con: Gaetano Greco, Gino Nigro, Gianfranco Azzarà, Nazario Rocco Ricci

ORE 22.30 Piazza V. Emanuele III. EQUIPE 84 in concerto

VENERDI 23 AGOSTO ORE 19.00 Palazzo Feudale D’Ayala Valva. Convegno: “Vino e agricoltura…quali prospettive?”
Saluti:  Onofrio Di Cillo, Sindaco di Carosino; Cosimo Borraccino, Assessore Att. Produttive Regione Puglia;  Avv. Mario La Pesa, Assessore Att. Produttive Comune di Carosino;
Interverranno:  Don Arturo D’Ayala Valva, Cavaliere del lavoro; Dott. Franco Cavallo, Presidente Cantine e Bcc San Marzano; Dott. Mauro Di Maggio, Pres. C.d.A. Consorzio Tutela Primitivo di Manduria.

ORE 20.00 Piazza V. Emanuele III. Dimostrazione MSP – Manovre Salvavita Pediatriche a cura della Croce Rossa Italiana

ORE 20.30 Intro con l’Asd Power Dance – DSC Urban Style Project di Daniela Galati e Federica Catino

ORE 21.00 Piazza V. Emanuele III.  MUSICA E RICORDI a cura della Direzione musicale Incanto di Miriam Serio e Luant Dance di Lucia e Sabrina Greco

ORE 22.30  Piazza V. Emanuele III. ARENAROCK in concerto

SABATO 24 AGOSTO ORE 19.30  Palazzo Feudale D’Ayala Valva. Convegno: “Teatro, vino e tradizione: 50 anni di storia” Saluti: Maria Teresa Laneve, Assessore alla Cultura Comune di Carosino;
Moderatore:  Davide Roselli, Consigliere Delegato al Teatro, Associazionismo e Tradizioni;
Interverranno:  Referenti delle Compagnie Teatrali Carosinesi; Giorgia Trasselli, attrice e docente teatrale, “tata di Casa Vianello”; Dott. Roberto Romeo, C.d.A. del Teatro Pubblico Pugliese.

ORE 20.30 Intro con Puerto Rico Dance

ORE 21.30 Piazza V. Emanuele III. I PIZZICATUNDI

ORE 22.30 Piazza V. Emanuele III. CRIFIU in concerto

DOMENICA 25 AGOSTO ORE 19.00 Piazza V. Emanuele III. “Pigi…AMO l’uva” gara di pigiatura dell’uva con i bambini dei 5 Rioni di Carosino, in collaborazione con il C.O.G.E.

ORE 20.30 Intro con la Scuola Art&Danza

ORE 21.30 Piazza V. Emanuele III.  Saluti istituzionali e concerto finale con gli APRÈS LA CLASSE

 Tutte le sere percorsi enogastronomici con prodotti e vini della tradizione pugliese.

 

Pagina 1 di 4

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk