L’Assessorato alle Politiche Giovanili della Regione Puglia e l’ARTI (Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione), in collaborazione con l’ANCI Puglia, stanno realizzando l’iniziativa “Luoghi Comuni - diamo spazio ai giovani!”, una misura dedicata alla valorizzazione del patrimonio pubblico sottoutilizzato e all’attivazione dei giovani pugliesi.

A seguito dell’avvio dell’iniziativa, avvenuto lo scorso dicembre, sono già stati inseriti nella piattaforma di Luoghi Comuni - luoghicomuni.regione.puglia.it - 32 spazi di proprietà di diversi Comuni pugliesi e per molti di loro sono già state avviate le procedure per la selezione delle Organizzazioni giovanili del Terzo Settore interessate a riutilizzare e valorizzare gli spazi attraverso progetti di innovazione sociale.

Per favorire la massima partecipazione dei Comuni pugliesi, l’ANCI Puglia ha attivato un servizio di accompagnamento rivolto agli Enti locali interessati all’iniziativa, con lo scopo di supportare le amministrazioni nella predisposizione degli atti utili alla candidatura degli spazi e accompagnarle nel processo di coinvolgimento delle organizzazioni giovanili presenti sui territori.

L’iniziativa per la provincia di Taranto è programmata per l’11 Novembre 2019 Ore 10,30 a Grottaglie,  Castello Episcopio, largo Maria Immacolata

Sul sito di Anci Puglia è già possibile registrarsi all’iniziativa.

 

Torna Castelli Sociali, la manifestazione in cui, con lo slogan “Insieme per costruire comunità”, il terzo settore si racconta… e incontra la cittadinanza; l’iniziativa è uno dei momenti partecipativi organizzati dal Centro Servizi Volontariato di Taranto.

Castelli Sociali si terrà a Grottaglie nel pomeriggio di giovedì prossimo, 5 luglio, presso il Castello Episcopio, con il patrocinio della Amministrazione comunale locale.

A Castelli Sociali di Grottaglie hanno già aderito numerose realtà del terzo settore, locale e non, che daranno vita a un interessante programma che sarà reso noto, nella sua forma definitiva, nei prossimi giorni.

Le associazioni che non avessero ancora aderito a Castelli Sociali possono scaricare la scheda di adesione dal sito www.csvtaranto.it e inviarla via mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o al fax 099.9943274.

Prima dell’inaugurazione di Castelli Sociali, alle ore 15.30 nel Castello Episcopio, il CSV Taranto organizza il seminario pubblico “la Riforma del Terzo settore: le principali novità del Codice del Terzo Settore”, un momento di approfondimento a favore delle numerose realtà che compongono il tessuto associativo locale.

Il seminario sarà aperto dai saluti dell’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Grottaglie, Marianna Annicchiarico, e del Presidente del CSV della provincia di Taranto, Francesco Riondino.

Relazionerà poi Piero D’Argento, docente di organizzazione e programmazione dei servizi sociali alla Lumsa di Taranto e membro del Consiglio nazionale del Terzo Settore; dopo la sua relazione è previsto uno spazio per i quesiti da parte dei partecipanti.

Per tutte le organizzazioni di volontariato e per le altre realtà del terzo settore, in particolar modo per quelle di Grottaglie e dei comuni limitrofi, il seminario rappresenta un’occasione per addentrarsi, guidati da Piero D’Argento, negli articoli del Codice del Terzo Settore soffermandosi sulle principali novità che gli stessi comportano per la loro operatività futura.

Questo di Grottaglie è l’ultimo di una prima serie di seminari, tutti condotti da Piero D’Argento, che il CSV Taranto ha realizzato nei mesi scorsi, a Taranto e in altri comuni della provincia al fine di favorire al massimo la partecipazione delle associazioni, per analizzare i cambiamenti in atto a seguito dell’entrata in vigore del Decreto Legislativo n. 117 del 03 luglio 2017 e le conseguenze per le organizzazioni.

L’I.I.S. “Don Milani – Pertini” di Grottaglie, giovedì 19 Aprile 2018, in occasione delle presentazione del suo ultimo libro "Peccato Originale", ha incontrato il giornalista saggista Gianluigi Nuzzi, già autore di “Vaticano S.P.A.” - “Metastasi” – “ Sua Santità” - “Le carte segrete di Benedetto XVI”.

L’organizzazione editoriale PROMOPRESS di Gigi Traetta ha promosso, il 19 aprile 2018, in collaborazione con l’I.I.S. “Don Milani Pertini” di Grottaglie, un importante incontro con il giornalista saggista Gianluigi Nuzzi, scrittore e conduttore del noto programma televisivo “Quarto Grado”.
L’iniziativa si è tenuta nel Castello Episcopio di Grottaglie; a rappresentare l’Istituto è stata la classe quinta della sezione Sistemi Informativi Aziendali, accompagnata dalla prof.ssa Patrizia Scardino.
L’incontro, cui hanno partecipato il Dirigente Scolastico, prof. Alessandro Pagano, e l’Assessore alla Cultura, prof.ssa Elisabetta Dubla, è stato patrocinato dal Comune di Grottaglie.
Gianluigi Nuzzi ha presentato e commentato l’ultima delle sue inchieste sugli avvenimenti che si celano nell’ambiente del Vaticano, un mondo ancora oggi pieno di segreti, di vicende poco chiare e di verità spesso nascoste.

Il suo ultimo libro, intitolato “Peccato originale”, ha suscitato enorme interesse e curiosità tra i ragazzi che hanno interagito con lui, ponendogli molte domande.

I CENTO PAZZI di e con Giovanni Guardiano

La mafia attrice da Oscar nell'aula bunker del Maxiprocesso di Palermo

Produzione Teatro dei Borgia

SABATO 24 Marzo - Castello Episcopio - 4° appuntamento della Rassegna triennale itinerante TERRE PROMESSE diretta e organizzata dal Teatro dei Borgia. a cura di Valerio Tambone per la Città di Grottaglie.

 

tickets Info Point Turistico c/o Castello Episcopio - Grottaglie Tel 0995623866 - 3470152751

mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La rassegna è in collaborazione con

Comune di Grottaglie, Sistema Museo, Nuovo Cinema Vittoria Grottaglie, Regione Puglia

pre-spettacolo c/o La Nicchia - Porta San Giorgio Cafè

apertura botteghino del Castello Episcopio h 18.30

ingresso in sala 20.30

sipario 21.00

Link youtube per testate e/o canali online

https://m.youtube.com/watch?v=OLsJjR6I_DQ&feature=youtu.be.

"Creare uno spettacolo che parla di mafia non è affatto un’impresa semplice. Non si può maneggiare un tema così complesso con disinvoltura, figuriamoci, poi, se l’argomento della pièce è il Maxiprocesso che si è svolto nell’ “aula bunker” di Palermo tra il 1984 e il 1987, grazie al lavoro del pool antimafia costituito dal giudice Chinicci, sostituito dopo la sua morte da Caponnetto, da Falcone, Borsellino, Di Lello e Guarnotta .

L’attore di teatro, cinema e televisione, Giovanni Guardiano, ha deciso di arrischiarsi in questa avventura ricorrendo ad un potente mezzo: la comicità. Guardiano ripercorre alcune delle vicende più significative della storia contemporanea, delle vere e proprie ferite ancora aperte. Il racconto cerca di scandagliare il fenomeno della mafia, partendo dalla sue origine e dalla sua conoscenza succeduta al Maxiprocesso, dopo le rivelazioni del collaboratore di giustizia Buscetta. Guardiano mette in scena i momenti salienti del processo in primo grado, e sembra fare delle caricature di questi imputati speciali quali Luciano Liggio, Pippo Calò, Michele Greco, Leoluca Bagarella, Salvatore Montalto, ma in realtà li sta imitando perfettamente nella voce, nella mimica, nella gestualità. I loro interventi in aula in difesa personale, avevano un sapore grottesco e lo spettatore rimane sconvolto davanti ad una rappresentazione così realistica. L’effetto tragicomico scaturisce dalla capacità di Guardiano di rendere al meglio questo affresco a tinte grottesche. Si ride tanto quindi durante I cento pazzi, ma è un riso amaro. Il divertimento infatti è un mezzo per arrivare al grande pubblico, ma lo scopo è ben altro. C’è un evidente intento di denuncia sociale che mira a far conoscere fatti da cui i più, per pigrizia, per apatia,per mancanza di volontà e di energia, si tengono alla larga. Inoltre, in questo testo,c’è tutto il senso di rivalsa di un attore siciliano, quale è Guardiano, che vuole esprimere la rabbia per la dignità del suo popolo calpestata. Per enfatizzare questo sentimento, la scena si conclude con una toccante preghiera alla Vergine Maria a cui affida la bellissima e arcana Sicilia, richiamando alla memoria degli spettatori la splendida preghiera alla Vergine con cui Dante conclude la Divina Commedia.

Opera intensa, drammatica, struggente ma allo stesso tempo di un’esilarante comicità.

Elisabetta Dubla - Assessore alla cultura

Lunedì 8 gennaio, ore 10.30, a Grottaglie nella sala convegni del Castello Episcopio, è in programma la conferenza stampa di premiazione della 38^ edizione Mostra del Presepe e la consegna ufficiale del cadeau istituzionale. Saranno presenti: il Sindaco della Città di Grottaglie, Ciro D'Alò; l’Assessore alla Cultura, Elisabetta Dubla; gli alunni della Classe 5^ sez. A – Indirizzo Design – Ceramica dell' IISS "Vincenzo Calò" di Grottaglie accompagnati dal prof. Giovanni Spagnulo; gli artisti Domenico Pinto, Angelo Pio De Siati e Marcello Mastro e il prof. Domenico Galeone che ha realizzato il cadeau istituzionale.

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk