In seguito all’uscita su organi di stampa di alcuni articoli relativi alla riorganizzazione dell’Arsenale di Taranto e le nuove posizioni per il personale civile dell’Amministrazione Difesa, si evidenzia come la Marina Militare sia da sempre attenta alla valorizzazione delle capacità del proprio personale. Nel caso degli Stabilimenti di lavoro, con approccio aperto e inclusivo, sono state fornite alle Organizzazioni Sindacali (OO.SS.) Nazionali e Territoriali le informazioni relative alla recente nuova organizzazione. Inoltre, nell’ambito dei proficui e corretti rapporti sindacali in atto, sono state sentite le parti sociali per recepire eventuali osservazioni e fornire chiarimenti nel corso di apposite riunioni.

Nella specifica situazione di Taranto, a seguito della firma del Decreto di struttura dell’Arsenale e dell’entrata in vigore della tabella organica, è stata fornita informativa alle OO.SS. territoriali, garantendo l’usuale disponibilità a incontrare i rappresentanti delle stesse.

La Marina Militare è sempre stata determinante per lo sviluppo economico dell’area ionica e lo è particolarmente in questo periodo di forte crisi con un Arsenale che assicura il massimo sforzo produttivo e che, in controtendenza con la realtà industriale, ha garantito nel corso del 2019 il raddoppio degli occupati dell’indotto navalmeccanico, impegnato nelle manutenzioni delle unità navali.

Occorre evidenziare come l’interazione con le Istituzioni e le parti sociali è oggi particolarmente intensa alla ricerca di soluzioni condivise con le quali la Forza Armata possa ulteriormente contribuire al superamento della crisi economica e sociale del territorio.

Con l’auspicio di una rapida ripresa del dialogo con le parti sociali territoriali, la Marina Militare conferma la centralità dell’Arsenale di Taranto quale principale polo manutentivo della flotta e la necessità di un suo potenziamento legato all’immissione in linea delle nuove unità navali di base a Taranto.

Il Castello Aragonese di Taranto saluta il 2019 registrando l’incredibile successo di 138.587 visitatori, superando del 14% il già notevole risultato ottenuto nel 2018 di 121.575 visitatori.
Di questi, 49.312 provengono da Taranto e provincia, 68.284 dal resto d’Italia e ben 20.991 stranieri.
Complessivamente dall’apertura del Castello al pubblico nel 2005 i visitatori sono stati 1.010.075 di cui 354.476 Tarantini, 536.855 provenienti dal resto del Paese, 118.744 stranieri. Le reazioni positive ed entusiastiche dei visitatori evidenziano l’importanza dell’opera della Marina Militare, attiva a 360° degli interessi del paese, anche a tutela del patrimonio culturale e storico nazionale.
Oltre alle visite, continua senza sosta la valorizzazione culturale del sito attraverso le attività di manutenzione, di restauro e di ricerca archeologica in collaborazione con la Soprintendenza ai beni culturali e artistici della Provincia di Brindisi, Lecce e Taranto.

Venerdì 20 dicembre, nella Piazza d’Armi della Scuola Sottufficiali della Marina Militare di Taranto, 423 Volontari in Ferma Prefissata annuale (VFP1) appartenenti al 4° Corso 2019 (73 donne e 350 uomini), hanno giurato fedeltà alla Repubblica Italiana alla presenza delle autorità locali, abbracciati dai loro familiari ed amici, giunti in gran numero da ogni parte d’Italia per partecipare con grande emozione alla cerimonia, culminata con il rituale “lo giuro”, a suggellare l’ingresso di questi giovani nella grande famiglia della Marina Militare.

Il Comandante Marittimo Sud, l’Ammiraglio di Divisione Salvatore Vitiello nel suo intervento ha invitato i giovani volontari a seguire modelli di uomini e donne positivi “La storia della nostra Forza Armata, ma del nostro Paese è piena di figure di primo piano da prendere come riferimento, come bussola per la propria vita. Il mio invito a voi marinai del Corso Zenit è quello di leggere, studiare vi aiuterà a trovare la giusta ispirazione per il vostro progetto di vita e soprattutto seguite modelli di donne e uomini positivi e vincenti, la nostra grande storia ne è ricca”.
I VFP1 del 4° Corso 2019 hanno scelto quale nome del corso “ZENIT” - inteso come il punto più alto, l’apice – a simboleggiare la propria voglia di puntare sempre in alto per raggiungere gli obiettivi professionali che si sono prefissati, divenendo essi stessi consapevoli artefici del proprio destino. Il motto scelto “MACTE NOVA VIRTUTE, SIC ITUR AD ASTRA” - “Coraggio, è così che si arriva alla gloria”, attribuito a Virgilio e usato spesso anche da Voltaire, è un invito ad essere coraggiosi di fronte alle avversità per ottenere il risultato desiderato.
Dopo il Giuramento, parte dei volontari appartenenti alla categoria “Nocchieri di Porto” frequenterà il corso di specializzazione in “Servizio Difesa Installazioni” della durata di due settimane, e parte il corso di “Maestro di Cucina e Mensa” della durata di quattro settimane.
Anche i Volontari della categoria “Marinai” resteranno per quattro settimane in Istituto in modo da completare la propria formazione di base ed essere successivamente pronti per imbarcare sulle unità navali della Marina Militare.

 

Martedì 03 dicembre, il Castello Aragonese di Taranto della Marina Militare, durante le ore notturne, sarà illuminato di luce rossa a sostegno dell’associazione S.I.M.BA ODV Taranto che è molto attiva sul territorio nelle attività di sostegno ai bambini ospedalizzati e le loro famiglie nell’ affrontare il difficile momento legato alla degenza ospedaliera.

L’associazione è attiva sul territorio da circa 10 anni e si impegna a fornire sostegno e accoglienza ai bambini e alle famiglie in degenza presso i Reparti di Pediatria e Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale SS. Annunziata di Taranto, attraverso donazioni e attività di volontariato, sostenendo i piccoli pazienti in difficoltà anche all’esterno dell’ambiente ospedaliero. Ne fanno parte persone dal cuore grande, mosse dall’unico desiderio di esprimere concretamente i comuni valori morali e civili di gratuità e solidarietà.

La singolare illuminazione in rosso, sarà garantita grazie alla tecnologia delle lampade ideate e realizzate per valorizzare gli edifici di pregio, le architetture artistiche e i palazzi storici.

La prima attrazione culturale della città, e una delle prime della Regione Puglia, celebrerà l’evento in Piazza d’Armi

Segui le novità della #MarinaMilitare live su Twitter (@ItalianNavy #ProfessionistiDelMare #ilTuoFuturoèilMare) o sul sito della Marina Militare (www.marina.difesa.it)
Taranto - Il Castello Aragonese taglierà l’importante traguardo di “un milione di visitatori” dalla data di apertura al pubblico avvenuta il 21 marzo 2005. Per celebrare questo l’evento, il 13 novembre alle 09.30 presso la Piazza d’Armi del Castello, il visitatore che taglierà effettivamente il nastro del 1.000.000 di visite riceverà un simbolico dono dal Comandante Marittimo Sud, l’Ammiraglio di Divisone Salvatore VITIELLO.
Del milione di visitatori, un terzo sono risultati provenire da Taranto e provincia; in particolare gli stranieri sono stati 117.800, i turisti italiani 535.000. Protagonisti di tale risultato, conseguito con l’apertura del Castello alle visite guidate e gratuite dalle 09.30 del mattino alle 03.00 di notte tutti i giorni dell’anno, sono stati i militari e il personale civile della Difesa addetti al servizio Cerimonie e Visite del Comando Marittimo Sud, la cui professionalità, entusiasmo e dedizione hanno costituito elementi fondamentali di attrazione dell’antica fortificazione. Nello stesso periodo i dipendenti civili e militari della Forza Armata addetti alle attività di restauro e ricerca archeologica, operando in stretta collaborazione con la competente Soprintendenza, hanno restaurato circa il 70% del Castello restituendogli l’originaria configurazione rinascimentale e hanno contribuito a scoprire memorie storiche relative ad un arco temporale di quasi 3000 anni. Grazie all’opera di valorizzazione della Marina Militare Italiana il Castello Aragonese risulta la prima attrazione culturale della città e una delle prime della Regione Puglia per numero e per gradimento dei visitatori.

In 28 città italiane si terranno cerimonie militari e iniziative con il coinvolgimento delle amministrazioni comunali e della cittadinanza
Taranto - Anche quest’anno la Difesa si appresta a celebrare la ricorrenza del 4 novembre per ricordare il “Giorno dell’Unità Nazionale” e la “Giornata delle Forze Armate”. Per onorare i sacrifici dei soldati caduti a difesa della Patria, il 4 novembre 1921 ebbe luogo la tumulazione del “Milite Ignoto”, nel Sacello dell’Altare della Patria a Roma, inoltre, con il Regio decreto n. 1354 del 23 ottobre 1922, il 4 Novembre fu dichiarato Festa Nazionale.
Nella sede di Taranto, alle ore 10.00 alla presenza del Prefetto, Sua Eccellenza Dott.ssa Antonella Bellomo, accompagnato dall’Ammiraglio Comandante Marittimo Sud, Ammiraglio di Divisione Salvatore Vitiello delle autorità civili e militari, presso la centrale Piazza della Vittoria si terrà la cerimonia militare commemorativa.
DESCRIZIONE DELLA CERIMONIA:
In Piazza della Vittoria ci sarà uno schieramento composto dalla Bandiera d’Istituto della Scuola Sottufficiali della M.M. “M.O.V.M Lorenzo Bezzi” di Taranto, dal Picchetto d’Onore Interforze, dalla Fanfara di Presidio del Comando Marittimo Sud, dai Titolari dei Comandi ed Enti delle FF.AA. e dei Corpi Armati ed Ausiliari dello Stato della sede, dalle Rappresentanze di Ufficiali, Sottufficiali, Graduati e Truppa dei Comandi ed Enti delle FF.AA. e dei Corpi Armati della sede, dalle Rappresentanze delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, a premessa di un momento che vuole ricordare le eroiche imprese e l’agire dei marinai italiani nel Primo Conflitto Mondiale.
Inoltre, su iniziativa del Ministro della Difesa, nel corso della cerimonia in Piazza sarà consegnata, da parte dell’Ammiraglio Comandante Marittimo Sud, e dai rappresentanti delle Forze Armate, una Bandiera Nazionale al Dirigente Scolastico e ad una rappresentanza degli studenti dell’Istituto Scolastico di Taranto intitolato al “Ten. Renato FRASCOLLA”, decorato di Medaglia al Valor Militare. Cuore della cerimonia sarà la deposizione di una corona d’alloro in onore dei caduti che sarà benedetta dall’Arcivescovo di Taranto S.E. Monsignor Filippo SANTORO.
Appuntamenti correlati al 4 novembre:
Appuntamenti:
- Alle ore 09.30 Alza Bandiera in Piazza della Vittoria;
- Alle ore 10.00 Cerimonia in Piazza della Vittoria con deposizione Corona ai Caduti;
- Alle ore 11.00 e alle ore 12.00, dal Castello Aragonese e da Unità Navale saranno eseguite contemporaneamente salve di cannone da ventuno colpi.
- Alle ore 12.00 esibizione in marcia della Fanfara di Presidio del Comando Marittimo Sud da Piazza Maria Immacolata sino al Monumento ai Marinai in Corso Due Mari, percorrendo via D’Aquino.
- Alle ore 16.45, in contemporanea con il Castello Aragonese, Cerimonia dell’Ammaina Bandiera in Piazza della Vittoria con la presenza della Fanfara di Presidio del Comando Marittimo Sud
Per l’occasione sono state organizzate delle visite guidate presso la Base di Taranto che verrà aperta alla cittadinanza con le seguenti modalità:
Visite Unità Navali, Comandi e Caserme:
- Nave Garibaldi, Nave Mimbelli e Nave Carabiniere ormeggiate presso la Stazione Navale Mar Grande (l’accesso per le visite alle Unità Navali avverrà da Viale Ionio, 2 – Taranto). Orari delle visite: dalle 09.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.00;
- Mostra Storico Artigiana presso l’Arsenale Marina Militare di Taranto, Piazza Ammiraglio Cattolica Nr. 1. Orari delle visite: dalle 09.00 alle 12.00;
- Castello Aragonese di Taranto. Orari delle visite: dalle ore 09.30 alle ore 01.30 del giorno successivo;
- Mostra divise storiche delle FF.AA. del secolo scorso. Biblioteca Castello Aragonese. Orari delle visite: dalle ore 09.30 alle ore 01.30 del giorno successivo;
- MARISTAER Grottaglie. Orari delle visite: dalle 09.00 alle 12.00;
- Scuola Volontari di Truppa Aeronautica Militare. Orari delle visite: dalle 08.00 alle 12.00;
- Caserma Comando Provinciale Carabinieri – Viale Virgilio. Orari delle visite: dalle 09.00 alle 12.00;
- Caserma Comando Stazione Carabinieri “San Cataldo” in via Duomo. Orari delle visite: dalle 09.00 alle 12.00
- Caserma GdF “Luigi GRECO” in via Scoglio del Tonno. Orari delle visite: dalle ore 15.00 alle ore 17.00;

Taranto - Giovedì 12 settembre 2019, a partire dalle ore 05.00, e fino a termine esigenza, sarà effettuata l’apertura ordinaria del Ponte Girevole per permettere l’uscita dal Mar Piccolo di Nave Durand De La Penne e Nave Ercole a Rimorchio.
Per l’eventuale passaggio in emergenza di ambulanze, mezzi dei Vigili del Fuoco e autopattuglie, il ponte potrà essere richiuso con un preavviso di almeno 30 minuti.

Venerdì 6 settembre p.v. ricorre il 153° anniversario dell’accensione del faro di Leuca. Il faro fu, infatti, acceso per la prima volta il 6 settembre del 1866, fu progettato dall'ingegnere Achille Rossi e costruito nel 1864, in sostituzione di un'antica torre fatta costruire da Filippo II. Un'importante struttura a forma ottagonale realizzata in pietra di tufo conchifero. Salendo i suoi 254 scalini, si arriva alla terrazza sottostante la lanterna metallica, da qui si può ammirare uno straordinario e unico panorama; nelle giornate più limpide si possono osservare le coste dell'isola greca di Corfù e le montagne che segnano il confine tra Albania e Grecia. Inoltre è ben visibile la linea che segna il confine tra le acque del mar Adriatico e del mar Ionio che proprio al largo delle coste di Santa Maria di Leuca s’incontrano. Con la sua altezza di 48,6 metri dal livello del suolo e 102 metri dal livello del mare, s’innalza con tutta la sua imponenza sull’adiacente Piazza della Basilica di Santa Maria de Finibus Terrae, situato a Punta Meliso. A promuovere la manifestazione, che riguarda un simbolo di estrema importanza architettonica e nautica, sono le 5 ProLoco del Capo di Leuca (Castrignano del Capo, Gagliano del Capo, Leuca, Patù e Torre Vado), con il patrocinio del Comune di Castrignano del Capo e con la collaborazione di due Istituti di scuole medie di Gagliano-Castrignano e Patù-Morciano-Salve e del Politecnico di Bari, sono stati organizzati alcuni eventi celebrativi che si svolgeranno dalle ore 9.00. A rappresentare la Marina Militare, ci sarà il Vice Comandante del Comando di MARIFARI TARANTO, il Luogotenente Lingria Pasquale. Alle ore 9.00 ci sarà un premio di pittura estemporanea “Il Faro”, riservato ai pittori in erba, in ricordo del poeta Cosimo Russo. Alle ore 18.00 si aprirà un convegno “Il cammino delle Torri Costiere e dei Fari”, a favore del quale interverranno la giornalista-scrittrice Enrica Simonetti, il docente del Politecnico di Bari Nicola Martinelli, il docente e storico dell’arte Beppe Carlone e per le fotografie e video il Sig. Nicola Amato. Al tramonto sarà eseguita la cerimonia dell’Ammaina Bandiera. La giornata si concluderà con la premiazione prevista per le ore 20.30 presso il Piazzale antistante il Faro di Leuca.

La decisione è stata assunta per agevolare l’utenza compensando i giorni di chiusura effettuati nel mese di luglio
Taranto – Lo Stabilimento Elioterapico della Marina Militare sito sull’Isola di San Pietro posticiperà la sua chiusura stagionale al giorno 15 settembre a differenza di quanto programmato inizialmente. La decisione è stata assunta dalla Marina Militare per compensare i giorni di chiusura dello Stabilimento necessari, durante il mese di luglio, a ripristinare la struttura dai danni provocati dal fortunale abbattutosi su Taranto. Pertanto i collegamenti da e per l’isola, assicurati dall’AMAT con le motonavi Adria e Clodia, continueranno fino al 15 settembre incluso secondo il programma consolidato. Si ricorda che grazie alla Convenzione tra la Marina Militare e l’Amministrazione Comunale di Taranto, l’accesso allo Stabilimento Elioterapico è garantito non solo ai militari, e ai loro familiari, ma a tutti i cittadini e turisti, previo acquisto del biglietto presso gli uffici dell’AMAT oppure on-line sul sito internet ovvero presso il Circolo Sottufficiali della M.M. ubicato alla discesa L. Da Vinci (solo per il personale militare). Il biglietto dà il diritto d’ingresso alla spiaggia e al servizio di trasporto gestito dall’AMAT.

Mercoledì 12 giugno 2019, alle ore 10:00 nell'Aula Magna del Dipartimento di Scienze della Terra e Geoambientali del campus universitario di Via E. Orabona n. 4 di Bari, l'Ammiraglio di Squadra Donato Marzano, Comandante in Capo della Squadra Navale della Marina Militare, terrà un intervento su "La leadership navale" a conclusione di una giornata di studio su "Le attività di capacità duale della Marina Militare con l'Università degli Studi di Bari".

L'iniziativa rientra nell'ambito delle attività dell'Accordo Quadro tra l'Ateneo e lo Stato Maggiore della Marina Militare.
Nello specifico, a seguito di formale invito ricevuto dal Comandante in Capo della Squadra Navale, in due edizioni dell'Esercitazione Mare Aperto 2018 e 2019 è stata data l'opportunità, nell'ottica della 'contaminazione', ad una aliquota selezionata di studenti, ricercatori e docenti dell'area scientifica della geologia e geofisica, di mettere a punto collaborazioni in mare.

Nella giornata saranno resi pubblici i risultati scientifici dei rilievi elaborati nel corso delle due Esercitazioni, durante le quali team di geologi di UNIBA sono stati parte degli equipaggi di Nave San Giusto e di Nave Ammiraglio Magnaghi, nonchè le attività svolte, in questi anni, nel campo del Dolphin and Whale watching a bordo delle Navi Scuola Amerigo Vespucci e Palinuro.

Pagina 1 di 7

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk