A tavola in piazza per riscoprire storia e cultura

Gusti, oggetti, abitudini, persino un profumo, possono riportarci indietro nel tempo e farci riscoprire parte della nostra storia. Lo scoprì Proust con la teoria delle famose “madeleine” nel suo romanzo di formazione “Alla ricerca del tempo perduto”, ma per Statte giovanissimo comune della provincia di Taranto, ad un anno dal venticinquennale della sua autonomia, il passato è una sorta di architrave dove ricostruire parte della propria identità.

Così per il secondo anno consecutivo, venti gruppi di stattesi, riuniti in associazioni e enti ludici, culturali e ricreativi, si ritroveranno in Piazza (biopiazza di Statte), sabato 21 settembre a partire dalle 19.30 per l’edizione 2019 di “Statte a tavola…cu’ nnu’” (Stai a tavola con noi – ndr): una cena di comunità, ma anche un concorso gastronomico che come le “madeleine” è in grado di raccontare attraverso gli usi e i consumi eno-gastronomici del passato, una parte di tradizione e patrimonio culturale.
L’iniziativa per il secondo anno consecutivo è realizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Statte, in collaborazione con il Distretto urbano per il Commercio, la Pro Loco e l’Arci territoriali.
L’anno scorso, all’esordio di questo progetto, pensammo ad un evento che fosse in grado di tenere insieme tradizione, cultura, ma anche identità territoriale, e principi come la filiera corta o la stagionalità, particolarmente cari ad un Comune come il nostro che in questi anni sta cercando di far riemergere la sua anima green – dice Deborah Artuso, assessore alla cultura della cittadina.
Cultura gastronomica ma non solo. Nell’ambito dell’allestimento in Biopiazza, sabato sera andrà in scena anche un percorso della memoria che ha preso spunto da una fortunata mostra fotografica allestita dal comune in occasione delle celebrazioni dei 25 anni di autonomia comunale.
I tavoli faranno rivivere anche con la mise en place, i costumi e le atmosfere tutto il 900 di una parte del territorio che prima di essere ex borgata o area satellite della grande città, fu – spiega la Artuso – anche grande centro culturale, agricolo e luogo di vacanza e beatitudine per molte famiglie blasonate che animarono le antiche masserie della zona.
Costruire identità e orgoglio di appartenenza contribuendo anche alla rinascita di un territorio. E’ questo anche il motivo ispiratore di una campagna intitolata “Statte Su – Il futuro prende quota” che sarà presentata in questa occasione.

Gastronomia, storia del costume ma non solo.
Abbiamo allestito anche uno spazio per i cittadini che non parteciperanno al concorso gastronomico, ma che potranno vivere la convivialità del momento grazie al contributo di alcune band locali – precisa la Artuso.
Ma uno degli appuntamenti più attesi riguarda il cameo di danza che Roberta Di Laura, etoile internazionale dedicherà alla città che da anni la ospita.
La ballerina professionista, insegnante e coreografa, nonché membro del Consiglio Internazionale della Danza di Parigi (UNESCO) e ambasciatrice della “Universum Academy Switzerland” di Lugano, sarà infatti l’ospite d’onore della serata.

La serata sarà presentata e coordinata dalla giornalista Maristella Bagiolini.

Nella mattinata odierna si è sviluppato un incendio all'interno di un impianto di autodemolizione e rottamazione di veicoli fuori uso, sito in via Machiavelli 107, nel Rione Tamburi di questo Capoluogo. Sul luogo sono presenti, i Vigili del Fuoco, i tecnici di ARPA Puglia e le Forze dell'Ordine. Le attività di spegnimento sono in atto e la situazione è sotto controllo. (foto: Gazzetta del Mezzogiorno)
Acquisite le valutazioni dei tecnici dell'ARPA, si raccomanda ai cittadini residenti nelle aree limitrofe sottovento rispetto al luogo dell'incendio, di tenere chiuse le finestre fino a che la colonna di fumo resterà attiva, evitando di respirare i fumi dispersi in aria.

La Squadra Mobile di Taranto ha arrestato il 54enne pregiudicato Corrado Antonio per il reato di detenzione illegale di armi comuni da sparo clandestine, relativo munizionamento e ricettazione delle stesse.
Da qualche tempo, il personale della Sezione Antidroga teneva sotto osservazione il pregiudicato, controllando la sua abitazione e monitorando i suoi spostamenti.
Temendo che potesse detenere anche armi, nel pomeriggio di ieri si è deciso di procedere ad una perquisizione domiciliare che ha dato esito positivo.
Occultata all’interno del comodino della stanza da letto, è stata rinvenuta una pistola scacciacani munita di caricatore rifornito con quattro cartucce a salve, un contenitore con 21 cartucce a salve ed un involucro di carta stagnola con 9 semi di canapa.
Sotto un altro cassetto, i poliziotti hanno trovato 7 coltelli di varie dimensioni.
Occultate nell’intercapedine tra il lavandino del bagno e il mobile sottostante, sono state sequestrate due pistole calibro 9 con matricola abrasa, munita del relativo munizionamento.
All’esito delle formalità di rito, il Corrado è stato tratto in arresto ed associato presso la Casa Circondariale.

Il personale del Commissariato Borgo ha denunciato un 21enne di nazionalità gambiana per il reato di lesioni personali e di interruzione di pubblico servizio.
Su segnalazione pervenuta sulla linea 113 della Questura di Taranto, la pattuglia del Commissariato si è portata presso la fermata degli autobus in Discesa Vasto per l’aggressione nei confronti di un autista delle linee di autobus CTP.
Dalle prime dichiarazioni della vittima, si è appreso un uomo di origine africana era salito sulla corsa Taranto - Massafra senza timbrare il biglietto.
All’invito dell’autista di ottemperare all’obbligo dell’acquisto e dell’obliterazione, il cittadino extracomunitario ha prima inveito e, poi, lo ha aggredito con un pugno al volto, causandogli un’ecchimosi e la rottura degli occhiali.
L’aggressore, con regolare permesso di soggiorno, è stato accompagnato presso gli Uffici del Commissariato Borgo e denunciato in stato di libertà per lesioni personali ed interruzione di pubblico servizio.
"Da qualche tempo – sottolinea il Questore – riceviamo preoccupanti segnalazioni di ripetute aggressioni fisiche e verbali a dipendenti di aziende di trasporti che operano tra la provincia ed il capoluogo. Per questo, già da qualche giorno stiamo effettuando servizi di controllo sulle linee maggiormente a rischio, con l'impiego di personale delle Volanti, del Commissariato Borgo e con l'ausilio dei Falchi della Squadra Mobile. Lo scopo è ridare serenità ad autisti e passeggeri che spesso si vedono involontariamente coinvolti in spiacevoli e pericolose vicende. Controlleremo che gli autobus non vengano utilizzati da soggetti che pensino, in questo modo, di sfuggire più facilmente ai controlli delle forze di polizia realizzando attività illecite".

Ieri mercoledì 11 settembre alle ore 18:30, alla presenza dell’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Taranto, la dott.ssa Gabriella FICOCELLI, è stato inaurato  il Centro Polivalente Anziani situato in piazza Grassi numero 2 (pressi guardia medica) a Tramontone che riapre i battenti dopo una tempestiva azione di manutenzione straordinaria da parte del Comune di Taranto. (foto di Cinzia Amorosino)

«Alta è stata la sensibilità dimostrata dalla Direzione dei Servizi Sociali e dall’Assessore Ficocelli nel risolvere le problematiche strutturali legate al Centro. Ho potuto apprezzare il grande spirito di collaborazione e l’efficienza nella individuazione delle soluzioni. Un’esperienza di “buona amministrazione” che fa davvero ben sperare per Taranto», riferisce Maria Teresa Liuzzi, Presidente della Associazione di Promozione Sociale T.R.O.I.S.I. Project aggiudicataria del Bando.
Agli over 65 del Comune di Taranto saranno proposte attività ludico/ricreative/culturali che occuperanno l’intera settimana con l’obiettivo di promuovere l’invecchiamento attivo e l’integrazione con il tessuto sociale di appartenenza.
«Vogliamo che gli anziani siano al centro della programmazione delle attività, che si sentano protagonisti del percorso che faremo insieme. Mettiamo la nostra esperienza pluriennale a servizio della comunità locale e per farlo abbiamo stretto un partenariato con quelle Associazioni che
condividono la nostra proposta progettuale. Siamo infatti convinti che “Insieme si può” e che Taranto abbia bisogno di maggiore coesione tra gli Enti del Terzo Settore», ha detto  la Presidente.
Sono partner del progetto Anteas, Auser, Banca del Tempo, Cooperativa Esperia 2000, Europa Solidale, Zeus Università Popolare. Tra i corsi in partenza: danzamovimentoterapia (Liscio, balli popolari, balli di gruppo e serate danzanti) musicoterapia e canto, laboratori di ricamo, cucito creativo e uncinetto, arteterapia, ginnastica dolce, cineforum, teatro, scrittura della memoria, informatica, fotografia ecc..
L’obiettivo è quello di creare una comunità solidale e accogliente dove nessuno debba sentirsi escluso per garantire la riscoperta di se stessi anche quando si pensa di aver già scoperto tutto di sé. “Anziani in gioco” è lo slogan del progetto, e sintetizza l’idea che sarà alla base di tutte le attività: “anziani che si mettono in gioco per riscoprire una nuova età, una età che è ancora capace di stupire, divertire e coinvolgere.”
«La T.R.O.I.S.I. Project è un’associazione estremamente vivace dal punto di vista dell’impegno sociale, per questo motivo, in un’ottica di solidarietà e coerenza alla mission, abbiamo scelto di offrire, per l’inaugurazione, un buffet preparato dalla Cooperativa Noi e Voi (i dolci sono prodotti nella pasticceria nata presso la Casa Circondariale di Taranto dai detenuti coinvolti nel percorso di recupero e reinserimento lavorativo) e di esporre i lavori della sartoria sociale “Harlequin” (Una sartoria dove i soggetti più deboli hanno la possibilità di imparare un mestiere antico, e reinserirsi nel mondo lavorativo attraverso la produzione di oggetti di cucito, riparazioni sartoriali e creazioni di abiti).»
Al Centro Polivalente Anziani di Taranto ci saranno “Anziani in gioco” che troveranno i giusti stimoli per fare ciò che si ama, iniziare qualcosa di nuovo o semplicemente recuperare il tempo perduto immergendosi in attività che si rimandano da tutta una vita per mancanza di tempo o altro.
Il centro sarà un luogo di incontro, scambio, amicizia dove prevenire il disagio della terza età e infine scoprire… che è solo un'altra stagione della vita tutta da vivere, conoscere e costruire insieme.

Nella giornata di ieri, intorno alle 17:00, al termine di immediate indagini, personale del dipendente nucleo investigativo dei CC ha deferito in stato di libertà per “violenza privata e procurato allarme”, a. M., cl. 1978, di Leporano (Ta), gravato da precedenti giudiziari, operaio elettricista presso l’area portuale ex “ILVA”.
L'uomo, alle ore 15.00, al termine del proprio turno lavorativo, ha pubblicato  sul proprio profilo facebook, un post del seguente tenore: ”bene, ho finito di piazzare l’ordigno sotto le cisterne dell’ENI di Taranto. Il timer l’ho regolato per le 17. Due ore dovrebbero bastare per allontanarmi”.
L'autore del post è stato  prontamente identificato e rintracciato presso l’abitazione dei genitori, dove ha ammesso  le proprie responsabilità in ordine alla paternità dello scritto postato, e confessando che  trattarsi di un falso allarme che aveva inteso diffondere per un non meglio precisato senso di frustrazione personale e desiderio di rivalsa nei confornti della Città  di Taranto.
Intorno alle 15:00, venivano precauzionalmente evacuati gli impianti produttivi e di stoccaggio di materie prime della locale raffineria “ENI” e del complesso portuale del suddetto stabilimento siderurgico. Le operazioni di bonifica, eseguite a cura dei militari artificieri della dipendente sez. Investigazioni scintifiche, coadiuvati da personale addetto alla sicurezza degli  stabilimenti industriali, davano esito negativo. Le attività produttive sono riprese regolarmente dopo le  ore 18.00.

 

L’Amministrazione Melucci ha dovuto fronteggiare una emergenza di enorme portata, cercando di tenere insieme diritto allo studio, diritto alla salute ed il diritto alla normalità. Diritti fondamentali per gli alunni delle scuole coinvolte e per le loro famiglie, investite da un vero e proprio fiume di parole da parte di chi, anche di fronte ai bambini, non si è fatto alcuno scrupolo di strumentalizzare ed agire per bieco interesse personale. 
Una cosa sono le legittime preoccupazioni dei genitori dei bambini giustamente amareggiati per quanto accaduto, altre, invece, le strumentalizzazioni di alcuni gruppi che non si affidano giammai agli organi competenti.
Ma il Sindaco e l’Amministrazione tutta hanno dato dimostrazione di avere coraggio. Perché il vero coraggio non sta nell’assumere decisioni meramente populiste ma decisioni fattive.
Tavoli interistituzionali, incontri, sopralluoghi sono solo parte del lavoro portato avanti dall’Amministrazione comunale con serietà e fermezza. Ora gli Enti preposti hanno certificato la possibilità di riprendere le attività scolastiche nei plessi Deledda e De Carolis ed il Sindaco ha, quindi, revocato l’ordinanza emessa lo scorso marzo. E l’Amministrazione anche in questo caso si è fatta trovare pronta, assicurando la buona riuscita di tutte le attività propedeutiche alla riapertura. 
L’augurio è che quest’anno scolastico possa svolgersi serenamente, lontano da quelle polemiche che hanno avvelenato gli animi negli scorsi mesi, consentendo ai ragazzi dei Tamburi di riappropriarsi dei propri luoghi e delle proprie certezze.

MTB TARANTO BIKERS, squadra ufficiale di Taranto specializzata nella disciplina del mountain biking, porta a Taranto per il Quarto anno consecutivo la GRAN FONDO DEI DUE MARI.

 

Domenica 08 settembre ore 09:00 il presidente della A.S.D. MTB TARANTO BIKERS, Giuseppe Murciano, insieme con il presidente della Uisp ciclismo Taranto, Giovanni Punzi, daranno il via a questa stupenda manifestazione, che radunerà nella città di Taranto, presso il centro commerciale MONGOLFIERA, un gran numero di atleti, agonisti e non, appassionati di questo sport.

 

La GRAN FONDO DEI DUE MARI, non è soltanto una competizione tra Mtb, è molto molto di più.
È la gara che unisce il piacere di pedalare su un percorso da gran fondo, unito al piacere della velocità di una gara XC; è la gara della velocità sfrenata, dell'adrenalina, del battito altissimo e dei denti stretti dall'inizio fino alla fine!

È la gara che regala agli atleti la possibilità di pedalare tra uliveti, vigneti, scogli, pianure sabbiose alternate a lunghi km di tecnicità estremamente divertente, ma soprattutto offre il prestigio di aver solcato il terreno anticamente calpestato dagli Spartani!

Ogni atleta correrà il pericolo di farsi distrarre dal suggestivo scenario che vi si presenterà davanti mentre correrà tra le pietre, l'incanto delle splendide insenature della circummarpiccolo che cercheranno in tutti i modi di attrarre la loro attenzione, speranza di ogni avversario!!!

PARTECIPAZIONE: La manifestazione è aperta a tutti i cicloamatori, italiani ed esteri di ambo i sessi di tutte le categorie, aderenti agli enti della consulta nazionale in regola con il tesseramento.

Le iscrizioni sul sito https://www.bicinpuglia.it/eventi/view?id=136
PARTENZA E ARRIVO Parcheggio centro commerciale IPERCOOP quartiere Paolo Sesto Taranto.

 

PERCORSO

Chilometraggio (60 km i primi 15 km saranno gli ultimi 15 alla fine nel senso opposto)

Dislivello (560 m)

COSA OFFRIAMO oltre il fantastico percorso agli Atleti e i loro Gentilissimi Accompagnatori

Pacco Gara ai primi 300 Iscritti

Per tutti gli iscritti al portale Declathon Brindisi buono sconto di € 5.00, possibilità di iscriversi anche in loco la mattina, al gazebo Declathon

Accompagnatori

C'è la possibilità di godersi la partenza della gara e, nell'attesa, la nostra location "Centro Commerciale Mongolfiera" consentirà di ingannare il tempo facendo un pò di Shopping:

Inoltre gli Accompagnatori che vorranno vedere il passaggio degli Atleti a metà percorso, potranno recarsi presso Il Convento dei Battendieri, antica struttura monastica del 1597 costruita dai Frati cappuccini, nei pressi del Mar Piccolo a pochi metri dal noto ralais Histò, alias Masseria San Pietro. Il Convento viene attraversato dal fiume Cervaro dove è possibile fare un bagno nelle acque fredde ammirando un paesaggio suggestivo, mentre i Vostri Bikers pedaleranno all'interno della stessa struttura passando sopra i ponticelli e attraversando i vialetti interni. Alle ore 09.00, un nostro incaricato, partendo dal gazebo MTB TARANTO BIKERS, accompagnerà quanti vorranno recarsi in questa fantastica Location

 

Lungo il percorso saranno distribuiti acqua e Sali minerali, in modo da aiutare gli atleti ad affrontare al meglio la competizione. Il cordone di sicurezza lungo il percorso sarà garantito dalle forze dell’ordine in collaborazione con; :Taras Onlus (Assistenza e Soccorso), Protezione Civile Taranto e i fantastici Pugliabikers (associazione di motociclisti) che effettueranno scorta dei ciclisti e servizio scopa.

 

Gli atleti, accolti dai padroni di casa, MTB TARANTO BIKERS, saranno ospitati presso il centro commerciale Mongolfiera, dove si svolgerà una vera e propria festa dei MOUNTAIN BIKERS, con stand espositivi degli sponsor della manifestazione.

 

Grande orgoglio poter ospitare questa manifestazione, e poter accogliere la imponente quantità di atleti ed accompagnatori che il 08 settembre si riverseranno nella nostra città.

 

Con gioia ringraziamo per il lavoro svolto questa associazione, gli MTB TARANTO BIKERS, nati poco più di quattro anni fa, e che in poco tempo sono cresciuti in maniera esponenziale, regalando alla nostra città importanti manifestazioni improntate esclusivamente sullo sport, conoscenza del territorio ed aggregazione.

Riconosciamo anche il grande merito di aver saputo coinvolgere numerose attività locali e che l'8 settembre offriranno il proprio contributo per la riuscita della manifestazione.

 

Che siate agonisti, amatori o semplici curiosi, non perdete l'occasione di pedalare in questo percorso stupendo, indossate i vostri elmi e lasciatevi ospitare dai padroni di casa, gli SPARTANI MTB TARANTO BIKERS.

 

Programma :

 

Ritiro pacchi gara ore 7.30 - 9.00
- Ore 9.30 Partenza per la Gran Fondo
- Ore 12.30 Inizio Pasta Party
- Ore 13.30/1400 Premiazioni

Taranto come simbolo di rinascita. In occasione della Giornata Mondiale della Fisioterapia, verrà piantumato un albero a cura dei professionisti di questo settore della sanità, riuniti dall’A.I.FI. Puglia (Associazione Italiana Fisioterapisti). Un evento per lanciare un messaggio a favore della vita, una giornata che celebra chi riesce a superare le difficoltà e che lega la tutela e il rispetto dell’ambiente. 

Una quercia, simbolo di forza e stabilità, verrà regalata alla città lunedì 9 settembre alle ore 10:00 nel giardino della Casa di Cura Villa Verde in via Golfo di Taranto 22.

Alla manifestazione prenderanno parte l’assessore regionale allo sviluppo economico Cosimo Borraccino, l’assessore all’ambiente del Comune di Taranto Anna Tacente. Per l’ A.I.FI. Puglia il presidente dr.ssa Ft Claudia Pati, il tesoriere dr Ft. Marco Cordella, il dirigente associativo dr Ft. Alessandro Stasi. Inoltre porteranno la loro testimonianza il dr Francesco Capurso presidente dell’Ordine dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche della Riabilitazione e della Prevenzione di Bari, Taranto, Bat, rappresentanti della Asl di Taranto e del mondo dell’associazionismo. 

L’ appuntamento è realizzato grazie al contributo del management della Villa Verde che, coordinato dall’amministratore unico dr.ssa Rosa Maria Ladiana, ha provveduto all’acquisto dell’albero. Sarà consegnata anche una targa ricordo, donata da un cittadino. L’evento sottolinea l’importanza del ruolo del fisioterapista come guida per la riabilitazione del paziente, per sollevarlo dalla sofferenza e riportarlo ad una qualità di vita migliore. 

«Ogni anno scegliamo un Presidio Riabilitativo in tutta la Regione e per il 2019 abbiamo individuato nuovamente Taranto – commentano i vertici di A.I.Fi Puglia – celebrando l’albero della vita». La quercia come sinonimo di tenacia e crescita «Fin dai tempi più remoti è stata considerata sacra. È possente e protettrice, con le sue radici profonde scava nella terra e con i suoi rami tocca il cielo: diventa simbolo dell'uomo completo, materiale e spirituale».

La giornata mondiale della fisioterapia è nata nel 2016 con l’ashtag #LeManiGiuste e la piantumazione di un ulivo, sempre a Taranto, segno di grande attenzione dell’Associazione nei confronti del capoluogo jonico. L’unione tra la professione e la natura, la nascita di un albero, come legame di dedizione e impegno nel recupero e nella riabilitazione dei pazienti.

L’evento è organizzato da A.I.FI. Puglia, in collaborazione con Villa Verde Taranto e il patrocinio di Comune di Taranto, Ordine Interprovinciale dei TSRM PSTRP Bari-Taranto-Bat, con il sostegno di Tombolini Officine Ortopediche e Medical Calò

Qualsiasi parola non basterà mai per poter descrivere le emozioni che questa splendida giornata ci ha regalato. La scelta di Taranto come sede della ventesima Edizione dei Giochi del Mediterraneo rende orgogliosi tutti noi perché é giunta al termine di un grandissimo lavoro di squadra che ha visto come protagonisti il Governo, la Regione Puglia ed il Comune del capoluogo ionico. 
"Grazie a questa “investitura” da oggi in poi si potrà parlare di Taranto, antica capitale della Magna Grecia, in termini completamente differenti da quelli a cui negli ultimi anni ci eravamo abituati.

"Finalmente, per “la città dei due mari”, per il suo territorio e per la Puglia in generale, quella dei Giochi del Mediterraneo potrà essere l'occasione non solo per promuovere un territorio bellissimo, ma anche per realizzare e sviluppare infrastrutture degne di tal nome. A livello sportivo, ad esempio, a Taranto saranno realizzati lo Stadio del Nuoto (che sarà impreziosito da una vasca olimpica di 50 metri) e l'originalissimo Centro Nautico. La ventesima Edizione dei Giochi sarà in grado di creare presupposti per l'avvio di attività economiche alternative a quelle (poche) già esistenti e per incrementare un settore turistico che forse troppo spesso dimentica di sfruttare al meglio quella che è la risorsa più preziosa: il mare. Ma non solo. Questa manifestazione internazionale aiuterà a riscoprire e valorizzare i tanti tesori che Taranto custodisce. Parlo, ovviamente, del suo sconfinato patrimonio storico-culturale, delle sue inestimabili testimonianze archeologiche e della bellezza del proprio territorio.

"L'impulso che un simile evento potrà generare a livello socio-economico sarà decisivo per il futuro di una terra che in più di un'occasione ha dovuto piegarsi a logiche politiche di difficile comprensione. In questo giorno di grandissima soddisfazione, la speranza è che grazie a quello che, ne sono sicura, si rivelerà un efficiente gioco di squadra fra Istituzioni e cittadini si incominci a considerare Taranto in modo diverso e più positivo: non più come la città dei “fumi e dei veleni”, ma come la città che vuole iniziare una nuova stagione della sua vita."

Pagina 1 di 64

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk