×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 929
Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Gennaio 2018

Sabato 27 gennaio, la sala concerti dell'ISSM "Giovanni Paisiello" di Taranto ha accolto il noto tenore tarantino Nicola Martinucci, ospite della nona edizione de "L'Ora della Cultura", organizzata dall'Ateneo della Chitarra e delle Arti, d'intesa con il Conservatorio di Musica cittadino e il teatro Orfeo, sotto la direzione artistica del M° Pino Forresu.
Il famoso tenore ha parlato della sua carriera, dalla sua passione per il canto e la recitazione che aveva sin dall'infanzia, fino agli studi con Marcello Del Monaco e Gianfranca Ostini, che lo hanno aiutato nel formare la propria personalità artistica.
Tanti gli aneddoti, le gioie e le fatiche di un’intensa attività artistica che ha portato Martinucci in giro per il mondo, dal Giappone all'Egitto, da Londra alla sua Taranto.
Il tenore ha colto l'occasione per incoraggiare i giovani cantanti presenti all'incontro a lavorare sodo, fare tanta gavetta ed esperienza, così da forgiare la propria personalità artistica.
Ad allietare la serata vi sono state le bravissime allieve delle classi di canto dell'ISSM Paisiello: Flora Contursi, Miriana Lacarbonara, Sabina Ciccarone e Ma Meichen.
La serata ha visto gli interventi dei Maestri Loredana Cinieri, Antonio Stragapede, Dante Roberto e Maria Antonietta Saccomanni, e del M° Gabriele Maggi, direttore del Conservatorio, che ha aggiornato i presenti sulla difficile istituzione che sta attraversando l'Istituto in questo periodo.
A fine serata, il noto tenore ci ha concesso una piccola intervista.

GIUSEPPE GALLO

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Published in Spettacolo

Una casa per il “Fagiolo della Signora” e un contenitore a disposizione degli operatori culturali e delle associazioni del no profit, un luogo dove la comunità può incontrarsi per fare “cose belle”.

Attiva da diciotto anni come struttura ricettiva e locanda in un’antica masseria in Marina di Pulsano, la Tenuta del Barco si propone al territorio come location di eventi e manifestazioni culturali, sportive e solidali, e non solo…

Antonio Zingarapoli, direttore della Tenuta del Barco e gestore della Locanda, spiega che «da anni ospitiamo periodicamente mostre fotografiche e di pittura, nella nostra struttura ha sede l'associazione fotografica “Diaframma”, nonché eventi Jazz di altissimo livello, anche in collaborazione con Piero De Quarto e la sua rete dello Ionio Jazz Festival, e concerti di musica classica organizzati da prestigiose associazioni culturali, come la Giovane Orchestra Jonica.

La struttura ha ospitato anche molte iniziative benefiche, come la “Partita del Cuore” che, in collaborazione con la locale Pro Loco, ha portato alla donazione di defibrillatori all'istituto Comprensivo Giannone di Pulsano.

«Da sempre la Tenuta del Barco ha coltivato un legame strettissimo con il territorio – spiega Antonio Zingaropoli – sia nella “filosofia” della nostra cucina, che vede la valorizzazione degli ingredienti della nostra terra mediante ricette innovative, sia nella selezione della nostra “carta dei vini” che comprende l’eccellenza della produzione da vitigni autoctoni, ovvero del nostro terroir per usare una parola alla moda».

In tal senso a breve partirà un progetto della Tenuta del Barco che, coinvolgendo le istituzioni e il mondo della scuola, mira al riconoscimento De.C.O. (Denominazione comunale di origine) del “Fagiolo della Signora”, un tipico prodotto agricolo di Pulsano.

Anche i collaboratori di Antonio Zingaropoli sono tutti del territorio, come lo chef Luigi Piccirillo, pulsanese DOC, e lo chef Gaetano Masi di Lizzano che ha fatto varie esperienze in prestigiose cucine e, pur avendo avuto importanti offerte di lavoro al Settentrione, ha deciso di rimanere nella sua terra credendo nel progetto Tenuta del Barco.

“Noi crediamo nella nostra terra – dice Antonio Zingaropoli – e vogliamo offrire opportunità ai nostri giovani, per questo da tempo collaboriamo con l'Istituto Mediterraneo Alberghiero realizzando tirocini formativi nella nostra struttura».

A breve, infine, partiranno progetti solidali (info www.tenutadelbarco.it) tesi a sviluppare nuove collaborazioni con le associazioni di volontariato e del terzo settore locali, che vedranno la Tenuta del Barco ospitare nuove manifestazioni benefiche.

Published in Sociale&Associazioni

Garante dei minori:"Prevenzione del bullismo e del cyberbullismo". Un convegno a Lecce.

Il Giorno 31 gennaio 2018, alle ore 9.30 presso il cinema Elio via Montinari nr.32 a Calimera- Lecce, il Garante regionale per i diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza, dott. Ludovico Abbaticchio, interverrà al Convegno, organizzato dall'associazione Detav, su: prevenzione del Bullismo e Cyber bullismo.
Focus del convegno sarà il supporto da offrire ai bambini nell'età evolutiva con particolare attenzione alle famiglie indigenti.
Il Garante condivide l'esigenza di contrastare e gestire efficacemente gli atti di bullismo che possono sfociare anche in tragedia e concorda sulla necessità di agire in modo efficace anche per scongiurare i pericoli di danni psichici e fisici molto spesso irreparabili.
"La scuola, afferma il Garante, è il luogo deputato per sviluppare una comunità dialogante che aiuti e sostenga la percezione del diverso come ricchezza e con pari dignità, ed io sarò sempre loro accanto in armonia con i principi sanciti dalla Costituzione".

Published in Cronaca
Mercoledì, 31 Gennaio 2018 12:36

Grottaglie: 380.000 euro per la Community Library

Biblioteca GrottaglieCon la determinazione dirigenziale n. 19 del 23 gennaio 2018 approvata la graduatoria definitiva delle domande ammesse a finanziamento, 160 le domande giunte in risposta al bando “Smart in_Community Library”, 135 progetti ammessi e 380.000 euro in arrivo a Grottaglie per “INBiblioteca”.

Posizionandosi al 35° posto in graduatoria, “INBiblioteca” è il progetto redatto dal Comune di Grottaglie in collaborazione con la M.A.S. Srl di Taranto, azienda che si è occupata della progettazione esecutiva degli arredi interni della biblioteca comunale. In linea con la strategia regionale si è destinato, quale oggetto dell’intervento, la Biblioteca Comunale “G. Pignatelli”. L’obiettivo principale del progetto è quello di creare spazi nuovi adeguando ulteriormente l’immobile potenziando quella già esistente attraverso l’acquisizione di forniture e l’attivazione di servizi per la promozione delle risorse civiche, la diffusione della conoscenza del patrimonio culturale, storico, sociale e produttivo del territorio. Prevista la costituzione di un centro di informazione e documentazione che qualificherà i servizi bibliotecari mediante il ricorso a tecnologie digitali. Saranno implementati i sistemi di accesso alla lettura quali libri ad alta leggibilità, audiolibri, audio riviste, libri con sintesi vocali, libri braille, tattili e supporti tecnologici che consentano l’abbattimento delle barriere percettive e un apprendimento facilitato.

Grande spazio all’incremento dell’offerta culturale per le famiglie con bambini. Previsti servizi e arredi ad hoc. che consentano la realizzazione di piccoli spettacoli teatrali, presentazioni di libri per ragazzi, proiezioni e l’utilizzo di una lavagna interattiva comune.

“Un’ulteriore buona notizia che premia il lavoro che la giunta comunale, insieme agli uffici, ha svolto in questi mesi. La biblioteca oltre ad essere un luogo di sapere e di studio vogliamo diventi uno stimolatore di creatività e un luogo di svago. Un nuovo concetto di biblioteca capace di offrire servizi innovativi per la promozione della lettura, della cultura e del sapere”.

Ciro D’Alò – Sindaco Città di Grottaglie

Published in Cultura

Una cena all'insegna dell'integrazione. L'associazione pizzaioli professionisti, guidata, a livello provinciale, dal grottagliese Domenico Rossini, promuove una serata in cui i protagonisti saranno otto ragazzi diversamente abili dell'Epasss (ente provinciale Acli servizi sociali e sanitari) di Grottaglie. La cena si svolgerà il 5 febbraio prossimo, nella pizzeria "Grande Fratello", in via Partigiani Caduti 1, a Grottaglie. Saranno ospiti cittadini, istituzioni, referenti e membri delle associazioni del territorio.

I diversamente abili coinvolti cureranno tutte le fasi della serata: dalla preparazione delle pietanze (antipasti, primi, secondi, dessert), al servizio in sala. Prepareranno, con le loro mani, guidati dai referenti dell'associazione pizzaioli professionisti, i piatti che saranno gustati per l'occasione.

La cena sarà anche l'occasione per presentare la manifestazione di solidarietà che la stessa associazione pizzaioli organizza anche quest'anno, agli inizi di giugno, nello stadio D'Amuri di Grottaglie. Si svolgerà, anche in questa edizione, un quadrangolare della solidarietà. Al torneo di calcio, saranno abbinati momenti di spettacolo e il "pizza party", con l'esibizione dei pizzaioli professionisti nell'area vicina allo stadio.

"Auspichiamo in questa prima serata di presentazione e nella successiva manifestazione una grande partecipazione. La parola d'ordine è stare insieme, condividere con i ragazzi dell'Epasss e con i cittadini questo momento di solidarietà e di integrazione sociale", ha dichiarato il responsabile provinciale dell'associazione pizzaioli professionisti Domenico Rossini.

Chi volesse aderire alla cena, può contattare la pizzeria "il Top", in via Grandi 71, a Grottaglie, telefono 0995637247.

Published in Sociale&Associazioni

È Gianluca Anastasìa il vincitore della XIII edizione del Premio Ciro Rosati. Il premio, consistente in una borsa di studio in denaro del valore di 1000 euro, è stato conferito il lunedì 29 gennaio nella chiesa madre di Grottaglie nell’ambito della XIII edizione della manifestazione “Medici per San Ciro” organizzata dall’omonima associazione in concomitanza con i festeggiamenti civili e religiosi dedicati a San Ciro, Santo Patrono della città delle ceramiche.

Gianluca Anastasìa, classe 1992 nato e residente a Grottaglie ha conseguito il titolo di laurea in medicina e Chirurgia all’Università degli Studi San Raffaele di Milano lo scorso 14 settembre 2017 con votazione 110 su 110 e lode e l’encomio discutendo la tesi sulla “valutazione degli effetti glicometabolici dei diuretici tiazidici in pazienti affetti da ipertensione”. Figlio d’arte, nei suoi progetti futuri vede la specializzazione in cardiologia specializzarsi in cardiologia così seguendo le orme paterne. La borsa di studio è stata messa a disposizione dalla famiglia Rosati per rinnovare la memoria del proprio congiunto, Ciro, illustre e stimato medico grottagliese. Alla cerimonia di premiazione erano presenti il figli Enrico e Martino.

"Con questo premio- spiega Enrico Rosati- abbiamo voluto ricordare il forte attaccamento di mio padre alla sua terra e, in modo particolare, a questa manifestazione che lo ha visto tra i promotori e tra quelli che l’hanno maggiormente incoraggiata. Il premio al quale vogliamo dare continuità perché rafforza il legame tra la fede e il senso di appartenenza alla comunità, ha valore simbolico e intende incoraggiare i giovani medici a intraprendere una carriera importante che possa svilupparsi anche in questa terra”. Al premiato è stato consegnata anche l’opera in ceramica, creazione esclusiva per la XIII edizione di Medici per San Ciro dall’artista Eligio Nigro del laboratorio ceramico “Keramos” di Grottaglie. La borsa di studio è stata consegnata al vincitore dal dottor Cosimo Nume, presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Taranto che ogni anno assicura la sua presenza alla manifestazione e la sua vicinanza all’azione dell’associazione.

« La manifestazione “Medici per San Ciro”- ha commentato il presidente Nume- è un appuntamento cui il nostro Ordine non è mai mancato, perché l’impegno della realtà associativa guidata dal dottor Salvatore Lenti è in linea con l’impegno profuso quotidianamente dalla nostra categoria professionale. Le iniziative messe in atto dall’associazione incontrano il favore e la condivisione dell’Ordine non solo per il loro impatto benefico sulla popolazione nel campo della solidarietà ed in relazione alla tutela e alla prevenzione in materia sanitaria, ma soprattutto per la capacità di rendere sempre più saldo il legame tra la professione medica ed i territori. E questo è uno dei valori più alti da custodire e tramandare».

Published in Cronaca
Martedì, 30 Gennaio 2018 15:42

8° Congresso territoriale SIULP Taranto

“Dal movimento al rinnovamento – La Polizia che vogliamo, La
Polizia del futuro” : è il tema dell’ 8° Congresso del Siulp (Sindacato
Unitario Lavoratori Polizia) convocato per mercoledì 31 gennaio 2018,
alle ore 9.30 presso l’Hotel Lido Eventi Mon Rêve , via Pesca
Mazzisciata, n. 1 a Taranto.

“Il tema scelto rispecchia l’anima, la forma e l’essenza di un
democratico processo di cambiamento che ci vede ancora protagonisti
dalla storia al presente, ovvero dal movimento dei lavoratori di polizia
del 1974 sostenuto da Cgil, Cisl e Uil, al rinnovamento di una grande
istituzione che si trasforma in amministrazione con ordinamento civile –
dichiara Antonio Digregorio , Segretario generale territoriale
anticipando alcuni contenuti della sua comunicazione introduttiva -
Siamo infatti a 37 anni da quando, la spinta riformistica del 1981,
consentì nello stesso anno di licenziare in Parlamento la Legge 1 aprile
n. 121 che è ancora l’architrave del nostro sistema. La sicurezza deve
poter rappresentare non un costo ma un investimento, a vantaggio dei
cittadini i quali sono i veri destinatari del nostro delicato quanto
fondamentale lavoro ! ”
I lavori congressuali saranno, dunque, avviati dalle relazione di
Antonio Digregorio , seguirà il saluto di rappresentanti istituzionali ed
invitati , il dibattito e le conclusioni di Felice Romano , segretario
nazionale del Siulp .
Seguiranno gli adempimenti statutari.

Published in Cronaca

Lo scrittore Angelo Di Giorgio presenta il suo secondo libro intitolato "Laura".

Modera Imma Luccarelli, docente di Lettere e scrittrice.

Il libro: Laura è un'adolescente. Come spesso accade alla sua età, è insicura, schiva e non ha affatto una gran stima di sé. Non ha molti amici, quasi nessuno a dir la verità, né un fidanzato. Eppure, qualcuno sembra interessarle e ricambiare l'interesse. Si tratta di Damiano, capelli neri, occhi profondi, e un profumo inebriante che ricorda quello delle zagare. Pochi giorni dopo averlo aiutato a prepararsi per il compito in classe di matematica, Laura scopre - suo malgrado - che Damiano ha una ragazza con cui lei non può competere. Sentendosi tradita, nella giovane si innescherà un forte sentimento di gelosia che la porterà a chiudersi ancora di più in se stessa, in una lotta interiore tra l'illusione alimentata da Marta, la sorella maggiore di Damiano, e la razionalità nutrita invece da Marco, un tipetto dai modi affabili che vive in uno sgangherato quartiere di periferia.

Ingresso libero

Published in Cultura

Nei giorni scorsi, presso la Struttura Complessa di Oftalmologia dell’Ospedale “San Giuseppe Moscati” di Taranto, è stato effettuato, con successo, un intervento di ricostruzione di bulbo oculare danneggiato a seguito di un trauma penetrante con ritenzione di scheggia metallica in cui erano coinvolti cornea, iride, cristallino, retina, coroide e sclera. Presso altri centri era stata prospettata l’asportazione chirurgica del bulbo in toto.
L’intervento effettuato ha comportato, in un unico tempo chirurgico, le seguenti procedure: trapianto della cornea, asportazione del cristallino, ricostruzione dell’iride, vitrectomia posteriore, rimozione del corpo estraneo endobulbare e riparazione del distacco di retina conseguente. Il risultato di tale intervento ha consentito la conservazione anatomica dell’organo. Il decorso postoperatorio lascia ben sperare anche per un recupero funzionale. Attualmente il paziente riesce a contare le dita, mentre la sua condizione pre-operatoria era di incerta percezione della luce. Si sottolinea l’unicità della prestazione, al momento non eseguibile presso nessun altro centro della regione.
Per ulteriori informazioni, è possibile contattare il Dott. Pino Addabbo al seguente numero: 347 5802415.

Published in Sanità

Anche nel 2018, presso l’Ospedale Moscati di Statte, il progetto “Note Sospese” organizzato dall’Associazione “Mister Sorriso” continua ad offrire momenti magici e spensierati nei reparti.

“Note Sospese” consiste in una serie di performance musicali e teatrali di diversi artisti negli ambienti ospedalieri, in particolare nelle sale d’attesa e nei reparti in cui maggiormente è presente la necessità di portare sollievo ai pazienti. L’obiettivo del progetto “Note Sospese” è di migliorare la qualità dell’accoglienza e della vita durante il ricovero dei pazienti, un atto musicale autentico e un percorso di ascolto, una musica condivisa e un ambiente sonoro arricchito, una stretta interazione tra musicisti ed équipe ospedaliere, tra professionisti della salute e della cultura nel rispetto delle competenze reciproche, una stretta interazione tra i musicisti, i malati e i loro familiari nel rispetto delle competenze e delle aspettative di questi. In definitiva, la musica in ospedale si inserisce nel percorso dell’umanizzazione dell’ambiente ospedaliero, nella ricerca di un miglioramento della qualità, dell’accoglienza e della vita non solo del malato, ma di tutti gli attori presenti in ospedale.

Ad inaugurare gli appuntamenti di “Note Sospese” nel 2018, il duo Michele Santoro (chitarra) e Bruno Galeone (fisarmonica). I due maestri musicisti già affermati interpreti del repertorio solistico dei loro strumenti, si sono conosciuti collaborando all’interno di varie formazioni musicali, da dove è nata l’intuizione di ricercare nel repertorio dei loro strumenti, e non solo, il materiale musicale per creare un duo quanto mai insolito e intrigante. Alla presenza anche dei volontari della gioia di Mister Sorriso, il duo musicale ha suonato per i pazienti e loro familiari, nei day hospital onco-ematologici dell’ospedale G. Moscati, riuscendo a creare una atmosfera magica, rilassante, divertente e spensierata, attraverso l’esecuzione di loro composizioni come: “Bejo Roubado” (Santoro), “Antidoto” (Galeone), “Per sempre” (Santoro), “Bossa” (Galeone), “Balcanica” (Santoro) ed altri. Già dalle prime note, Santoro e Galeone, sono riusciti a portare sollievo ai malati, rendendo più lieve sia la permanenza nei reparti che l’attesa in ambulatorio.

Published in Sanità
Pagina 1 di 16

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk