Oraquadra giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto - Items filtered by date: Maggio 2018

Hotel Gagarin, una commedia poetica, raffinata e divertente di Simone Spada con Claudio Amendola, Luca Argentero, Giuseppe Battiston, Barbora Bobulova, Silvia D’Amico, Caterina Shulha e Philippe Leroy, è da oggi al cinema anche a ANDRIA (Roma), BARLETTA (Multisala Opera), BRINDISI (Andromex), CERIGNOLA (Corso), FOGGIA (La Città del Cinema), LECCE (Massimo), NARDO’ (Pianeta Cinema) e SAN GIORGIO IONICO (Casablanca).
Claudio Amendola, Luca Argentero, Giuseppe Battiston, Barbora Bobulova, Silvia D’Amico, Caterina Shulha e Philippe Leroy arrivano sul grande schermo, diretti da Simone Spada nel suo primo lungometraggio, Hotel Gagarin, una commedia poetica, raffinata e divertente, è al cinema da oggi 24 maggio con Altre Storie.

Una storia di speranza in cui i sogni, i sentimenti e la magia del cinema rendono possibili nuovi incontri ed emozioni, scelte e cambiamenti inattesi.

'Sentivo l’esigenza di raccontare una storia di speranza, sogni, popoli col sorriso della commedia, attraverso il mezzo che amo e conosco meglio: il cinema - racconta il regista - Hotel Gagarin vuole essere una commedia romantica, brillante, malinconica e un po' visionaria. È la possibilità di fare un viaggio divertendosi, un film in movimento nonostante si svolga principalmente in un unico grande ambiente. È un tentativo di farci sognare, ridere, emozionarci o intristirci, come faceva, una volta, la commedia all'italiana che ci faceva uscire dal cinema più consapevoli e felici'.

SINOSSI

Cinque italiani, spiantati e in cerca di un’occasione, vengono mandati a girare un film in Armenia. Appena arrivati scoppia una guerra e il sedicente produttore sparisce con i soldi. Abbandonati all’Hotel Gagarin, isolato nei boschi e circondato dalla neve, trovano il modo di inventarsi un’originale e inaspettata occasione di felicità che non potranno mai dimenticare.

Una commedia divertente, poetica e sgangherata come i suoi protagonisti, che parla di sogni, di cinema e di incontri.

SIMONE SPADA

Simone Spada (Torino, 1973) vive a Roma, è padre di due bambine. Dopo aver sostenuto 25 esami alla facoltà di Architettura di Roma, abbandona gli studi senza laurearsi e nel 1999 frequenta uno stage di regia presso la USC Film School di Los Angeles. Dal 2000 ha iniziato la sua carriera sui set cinematografici e televisivi come aiuto regista collaborando con diversi registi tra i quali Claudio Caligari, Edoardo Leo, Ivano De Matteo, Leonardo Pieraccioni, Claudio Amendola, Gabriele Mainetti, Gennaro Nunziante, Wilma Labate. Da regista ha realizzato documentari e cortometraggi con i quali ha vinto diversi premi.

Hotel Gagarin è il suo primo lungometraggio.

 

 

Published in Spettacolo

Taranto? Un palcoscenico. I tarantini? Pubblico pagante. Regista,maestranze e attori targati Regione Puglia. Questo sembra essere la messa in scena de “Il Piano Strategico per Taranto”, tradendo l’ idea della Legge Regionale per Taranto scritta , con lodevoli intenzioni, dal consigliere regionale Gianni Liviano. In una enfatica nota della Casa di produzione Regione Puglia si informa che si è svolta la riunione tecnico-operativa sul Piano strategico per Taranto, indetta da Elio Sannicandro, commissario Straordinario ASSET, l’Agenzia Strategica di Sviluppo Ecosostenibile del Territorio.

E così dipartimenti regionali e agenzie strategiche regionali si sono incontrati per definire la sceneggiatura definitiva non tralasciando alcuna delle loro particolari visioni su Taranto. Una macedonia che tiene dentro obiettivi raggiunti dai tarantini e in parte scippati, dai baresi, come la ZES (sulla quale molto ci sarebbe da dire sulle mancanze della Regione in grande e colpevole ritardo rispetto a Campania e Calabria) e scenari da fantascienza fatti di droni e voli suborbitali che bene andrebbero se, come risposta alla richiesta di voli civili e merci non assomigliasse a quella della regina Maria Antonietta ai francesi affamati: “Se non hanno più pane, che mangino brioches”.

Quindi,a metà giugno avremo le linee guida e a fine giugno e solo allora verranno presentate agli stakeholders e alle istituzioni, compresa l’amministrazione comunale di Taranto confinata tra il pubblico che dovrebbe applaudire a comando.

Eppure dopo la criticata assegnazione all’Asset della predisposizione del Piano strategico esecutivo, il presidente Elio Sannicandro (ex assessore della giunta Emiliano al comune di Bari) si affrettò a precisare che si trattava di un mero mandato tecnico di mappatura dell’esistente e di un’analisi SWOT, distinto dal confronto che sarebbe seguito con Sindaco e amministrazione comunale di Taranto nonché con il gruppo di lavoro presieduto dal consigliere Liviano per definire visione e direttrici di governance del Piano.

Abbiamo però allo stato solo due visioni diverse che mal si coniugano. Da una parte una visione arcaica accentratrice e “Baripeta” (facciamo noi che voi non sapete), dall’altra una Taranto che, vedi la ricostituzione dell’Area Vasta voluta dal sindaco Melucci e condivisa dall’intero consiglio comunale, guarda a un’Italia in cui nascono differenti forme di urbanità e cittadinanza alle quali si risponde solo attraverso l’abbandono dei vecchi confini politico-amministrativi e la ricerca costante di progetti di scala urbana e di visioni strategiche che permettano un costante salto di qualità. Il ruolo tecnico stia tutto nel monitoraggio e nella individuazione delle strozzature che frenano i processi realizzativi nonché nella liberazione dalle stesse.

E’ una Taranto protagonista che non vuole perdere l’occasione di ridisegnare il proprio territorio e segnare una volta per tutte una cesura rispetto ad un passato che non può continuare a condizionare il nostro presente e tanto meno il futuro. Vi invito a non espropriare ma ad accompagnare in questo percorso, senza superare i limiti espressi, i tarantini e le loro amministrazioni, cominciando da quella di Taranto, che non ha alcun timore di assumersi le responsabilità che le competono.

 

 

Published in Politica

Io dalla politica di questa Regione, mi aspetto che si impegni ad approvare leggi in favore della natalità, e che sostengano famiglie e soprattutto madri in difficoltà. Ecco, leggi che affrontano questi argomenti sono pronto a votarle subito. Al contrario sarò sempre fermo oppositore di provvedimenti pugliesi che rifiutano la vita. Ho trovato comunque interessante il dibattito scaturito in aula a seguito della richiesta del collega Borraccino che proponeva una legge regionale per dare concreta attuazione alla legge nazionale sull'aborto (la 194). Pur non condividendo la sua posizione, lo ringrazio perché ha permesso a noi tutti di confrontarci su un tema così importante. Personalmente, e questo lo abbiamo espresso chiaramente come gruppo, la 194 è una legge vecchia e che di certo ha bisogno di una riorganizzazione quantomeno dei servizi.

Entrando però nel merito della questione io credo che prima ancora di pensare ad una legge sull’aborto, dobbiamo capire perché le donne oggi scelgono di interrompere la loro gravidanza. E’ un problema sociale? E’ un problema economico? C’è di mezzo il lavoro? Ecco io ritengo che sia necessario indagare il fenomeno prima di predisporre una legge. Indagare, e quindi capire e approfondire, io a questo non sono contrario, e solo dopo, eventualmente, scrivere insieme un provvedimento che sia comunque di sostegno alle donne e non che incentivi all’interruzione di gravidanza. Su questa traccia, sin da ora, posso assicurare la mia completa collaborazione.

Published in Politica

 Venerdì 22 giugno nel teatro all’aperto di Grottaglie (TA) in scena lo spettacolo prodotto dall’Amministrazione comunale nell’ambito della Mostra della Ceramica. Il capolavoro di Giacomo Puccini diretto dal grande maestro 

“Dirigere un’opera così importante come la Tosca è una grandissima responsabilità e la vastità del palcoscenico naturale delle Cave di Fantiano renderà l’esibizione un’esperienza unica”.

Con queste parole il Maestro Alberto Veronesi commenta il suo prossimo lavoro artistico in programma venerdì 22 giugno alle ore 21 a Grottaglie (TA).

E saranno le Cave di Fantiano, il teatro all'aperto immerso nel parco nato dal recupero delle antiche cave di tufo e sabbia, ad ospitare il grande capolavoro di Giacomo Puccini. Veronesi dirigerà l'Orchestra Sinfonica del Levante con la regia di Gianmaria Romagnoli e la direzione artistica di Emanuela Grassi

 

I biglietti possono essere acquistati on line sul sito www.liveticket.it/toscagrottaglie o acquistati direttamente in vari punti vendita non solo in Puglia ma anche a Matera.

L’inedito spettacolo teatrale prodotto dal Comune di Grottaglie si inserisce nell’ambito del ricco calendario della Mostra della Ceramica 2018.
Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero 328/4561760 Costo dei biglietti:

Platea: 33 euro
Settore A: 23 euro
Settore B/C: 16 euro
Ridotto (over 65 e under 20): 10 euro
Gratis: bambini 0 - 5 anni

Rivenditori:

GROTTAGLIE
Info-Point Grottaglie
Castello Episcopio, Largo Maria Immacolata
099 562 3866

MATERA
Via Pietro Gobetti, 41
75100 Matera
Centro Multi Servizi
Tel.+39.0835.389280
Fax +39.0835.233507

ALTAMURA (BA)
Via San Martino, 6
70022 Altamura (BA)
Tabaccheria di Ceglie Alessandro
Tel e Fax +39 080 3106102
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ALTAMURA (BA)
Via Vittorio Veneto, 99
70022 Altamura (BA)
Viaggiarte
Tel.+39.080.3101194
www.viaggiarte.net

TARANTO
Via Dante Alighieri, 107
74121 Taranto
Bar El Timba '71
Tel. +39.338.7521588
Fax. +39.0994792223
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

TARANTO
Via Garibaldi, 234
74123 Taranto
Tabacchi Ricchiuti Silvio
Cell. +39.340.7718407
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

TALSANO (TA)
Via Luigi Settembrini, 196
74122 Talsano (TA)
Postal&Services
Tel.+39.0996.961262
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

MESAGNE (BR)
VSS.7 Km 10, c/o Galleria Auchan
72023 Mesagne (BR)
Il Quadrifoglio
Tel. +39.0831.773503
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Published in Spettacolo

È tutto pronto per la grande manifestazione di solidarietà "Insieme per il bene comune", che l'associazione pizzaioli professionisti (guidata a livello provinciale dal grottagliese Domenico Rossini) organizza nella prossima domenica 27 maggio, tutto il giorno, nello stadio D'Amuri di Grottaglie e in piazza Unicef. L'iniziativa è promossa in collaborazione con l'Epasss, il Comune di Grottaglie, l'Avis di Grottaglie, l'associazione Medici per San Ciro, l'associazione commercianti di Grottaglie, Uisp - Unione italiana sport per tutti e Lubla. 

Tutti in campo: il 27 maggio si svolgerà, anche in questa edizione, un quadrangolare della solidarietà. Lo sport incontra il sociale e l'aggregazione. Al torneo di calcio, saranno infatti abbinati momenti di spettacolo e il "pizza party", con l'esibizione, in piazza Unicef, dei pizzaioli professionisti nell'area vicina allo stadio. Testimonial dell'evento: Gianni Quirino Bekkalossi; cover band di Ligabue; esibizioni di Sandra Santoro, Daniel's Dance School e Tita Zumba.
Tutto il ricavato dei biglietti per l'ingresso allo stadio sarà devoluto alle famiglie meno fortunate di Grottaglie, che vivono in condizioni di disagio e povertà. Il costo del biglietto per l'ingresso allo stadio, che sarà devoluto in beneficenza, è di cinque euro. Per acquistarlo, si può telefonare al numero 3291438241 oppure chiedere informazioni negli esercizi che espongono la locandina dell'evento.
Il programma
Si inizia la mattina, alle ore 9, con la gara non agonistica e il quadrangolare "giovanissimi", in cui si confrontano le formazioni Ars et Labor, Real Virtus, Azzurra e Asd Città di Grottaglie.
Alle ore 12, i ragazzi diversamente abili dell'Epasss metteranno in pratica ciò che hanno imparato nel corso tenuto da Domenico Rossini sulla preparazione della pizza, dall'impasto, alla lievitazione e maturazione, alla scelta dei condimenti, alla cottura. Queste abilità saranno utilizzate in una competizione di "pizza classica". Saranno gli stessi ragazzi dell'Epasss a partecipare al un torneo per la pizza più buona e più bella.
Alle ore 15, si terrà la finalissima del torneo "giovanissimi".
Alle ore 17, inizia il quadrangolare "partita del cuore". In campo si confronteranno le formazioni della nazionale pizzaioli calciatori, dell'amministrazione comunale di Grottaglie, dell'Avis e del Centro diurno Epasss.
Alle ore 20.30, nel piazzale Unicef, sul palco, si svolgeranno le premiazioni.
Alle 21.30 sono previste le esibizioni di ballo e canto.
Alle 22.30 si esibirà la cover band di Ligabue.
La raccolta di fondi per le famiglie disagiate è iniziata nei mesi scorsi. Sono state organizzate due cene della solidarietà, alla presenza di cittadini, istituzioni, referenti e membri delle associazioni del territorio, del volontariato e dello sport. I diversamente abili dell'Epasss, coinvolti nelle iniziative, hanno curato tutte le fasi delle serate: dalla preparazione delle pietanze (antipasti, primi, secondi, dessert), al servizio in sala.
"Auspichiamo una grande partecipazione alla giornata di domenica 27 maggio. La parola d'ordine è stare insieme, condividere con i ragazzi dell'Epasss e con i cittadini questo momento di solidarietà e di integrazione sociale. Nel contempo, il nostro obiettivo, è, anche quest'anno, aiutare le famiglie di Grottaglie meno fortunate. A loro devolveremo l'intero incasso dei biglietti per l'ingresso allo stadio", ha dichiarato il responsabile provinciale dell'associazione pizzaioli professionisti Domenico Rossini. Elisabetta Attolino, coordinatrice del centro diurno Epasss di Grottaglie, ha spiegato che "anche soggetti che, generalmente, vengono considerati 'fruitori' di assistenza, possono essere considerati una risorsa per la comunità. Queste iniziative, come la cena e il corso per pizzaioli, sono il contributo dei ragazzi dell'Epasss all'evento di solidarietà del 27 maggio, nel quale gli stessi saranno protagonisti. E' un'opportunità anche per vincere i pregiudizi che ancora ci sono nei confronti dei disabili".

Published in Sociale&Associazioni

Lunedì 28 maggio, gli studenti del Liceo Moscati incontrano il Direttore de L’Espresso Marco Damilano per dialogare con lui sul suo ultimo libro “Un atomo di verità Aldo Moro e la fine della politica in Italia” (Feltrinelli – Fuochi). Un racconto storico che va al di là dell'aspetto politico, forse troppo abusato sotto tanti punti di lettura, che si apre con il ricordo di un bambino in balia di una città assente, tutta presa a cercare di capacitarsi di un'azione tragica ed insensata per quei momenti. Insieme al giornalista parlamentare Damilano, gli studenti ripercorreranno i luoghi di un uomo che sapeva dei suoi limiti, ma che cercava di crearsi mediatore in un periodo di forte instabilità, con la lentezza del politico e dell'uomo fortemente religioso, che si prendeva i suoi tempi di preghiera, probabilmente per ragionare e trovare quel compromesso a cui si sarebbe voluto aggrappare quel giorno del 16 marzo. Un contributo storico che veicola ai giovani di oggi, e non solo, il ritratto di uno dei più lungimiranti statisti, ricordando ai lettori come Moro e altri uomini a servizio dello Stato, della pubblica sicurezza e dell’informazione, vengano privati della vita, semplicemente perché fanno bene il loro mestiere. L’incontro con l’autore ospitato dal liceo grottagliese, grazie al contributo della libreria Mandese di Taranto, avrà inizio alle ore 10:15, dopo il saluto della Dirigente Anna Sturino e sarà interamente moderato dagli studenti dell’ultimo anno, coordinati dai docenti Loredana Lucchese, Marilena Cavallo, Daniela Annicchiarico, Angelo Greco, Rosanna Lenti e Raffaela Quaranta. Un evento culturale promosso nel liceo dalle docenti referenti per la legalità Loredana Lucchese ed Evelyn Zappimbulso, che presenterà l’autore prima del dibattito con liceali ed ospiti presenti, invitati per l’occasione nell’aula magna della scuola. Interverrà e dialogherà insieme agli studenti con lo scrittore Damilano il giornalista Angelo Di Leo Direttore responsabile de La Ringhiera.net. I giovani devono essere stimolati alla riflessione sulla situazione politica odierna attraverso una rilettura critica del passato perché “la verità vive essenzialmente nella storia”. Al di là dei chiaroscuri di opinioni e riletture, è auspicabile che il ricordo di uomini di verità e giustizia che hanno contrassegnato il nostro passato possano trovare nelle menti degli studenti terreni fertili di sedimentazione dei valori di democrazia, libertà e perseveranza nel rispetto delle regole, affinché “di tutto resti qualcosa”. “Ciascuno accetti di uscire dalla scena del mondo con la gioia di aver costruito qualcosa per gli uomini e con la certezza di non finire” (Aldo Moro).

 

Published in Scuola&Istruzione

La storia del nostro territorio in un periodo particolarmente difficile, quello dell’immediato secondo dopoguerra, raccontata attraverso le vicende di una famiglia popolana di Statte, allora frazione di Taranto, con circostanze e vicissitudini personali che si intrecciano con gli avvenimenti che in quegli anni hanno segnato la storia della comunità.

È il film “Acquasèle”, scritto e diretto da Adeo Ostillio, una produzione autofinanziata della GAO Film, un autentico colossal le cui preparazione e riprese sono durate oltre tre anni.

Il film “Acquasèle” sarà proiettato, con ingresso libero e gratuito, alle ore 18.30 di venerdì 25 maggio 2018 nel salone della Biblioteca “Marco Motolese, in via Lisippo al Quartiere Tamburi.

La serata è organizzata dall’Associazione di volontariato Auser Tamburi, Associazione Culturale “Marco Motolese”, Club per l’Unesco di Taranto con il patrocinio del Centro Servizi Volontariato di Taranto e del Comune di Taranto.

La manifestazione si aprirà con i saluti del Sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, della presidente di Auser Tamburi Mimma Peluso e della presidente del Club per l’UNESCO di Taranto Carmen Galluzzo Motolese.

Dopo la proiezione del film il giornalista Silvano Trevisani modererà un dibattito al quale parteciperanno anche il regista-autore Adeo Ostillio e gli attori-cittadini del film.

Nella produzione di “Acquasèle” sono state coinvolte, a vario titolo, circa 180 persone tra attori protagonisti, caratteristi, comparse, nonché tecnici e macchinisti.

Nel film hanno recitato attori non professionisti, cittadini alla loro prima esperienza cinematografica, tra l’altro gran parte dei dialoghi sono rigorosamente in vernacolo “stattarule”. Gli attori, inoltre, hanno indossato in gran parte autentici vestiti dell’epoca.

“Acquasèle” è il pane bagnato con pomodoro e sale, l’alimento povero che, in quel periodo di grande fame, spesso rappresentava la principale forma di sostentamento per molte famiglie del popolo.

Lo scopo ultimo di “Acquasèle” è quello di lasciare alle generazioni future una testimonianza sulle tradizioni e sulla storia del territorio, che altrimenti sarebbero andate perse, sviluppando quel senso di appartenenza che rappresenta il vero collante di una comunità.

Il film “Acquasèle” rappresenta un grande atto di amore verso la storia del territorio di Adeo Ostillio, un medico che in passato si è dedicato con successo alla politica, è stato anche consigliere provinciale, ma che da diversi anni coltiva la passione della cinematografia.

Dopo alcune esperienze, soprattutto con docufilm sulla storia locale, con la sua GAO Film Adeo Ostillio si è cimentato nella realizzazione di questa pellicola, della durata di 91 minuti, di cui ha curato con competenza e professionalità tutti gli aspetti della produzione: dalla ricerca storica e documentale alla sceneggiatura, dall’allestimento scenico al casting, dalla regia al montaggio finale.

Il film “Acquasèle” rappresenta un grande affresco della vita di Statte tra il 1945 e il 1947, con alcuni flash-back in periodi precedenti; il tutto visto attraverso la vita quotidiana di una classica famiglia popolana dell’epoca, vicende che si intrecciano con quelle di altre famiglie e di personaggi famosi dell’epoca, nonché con importanti avvenimenti storici.

Il film si basa principalmente sulla rigorosa ricostruzione di tradizioni e fatti realmente accaduti, “documentati” da Adeo Ostillio mediante interviste agli anziani del paese, alcuni “lucidamente ultranovantenni”, nonché attraverso un meticoloso lavoro di ricerca in biblioteche, archivi ed emeroteche.

Grande attenzione è stata riposta nella fedele ricostruzione storica sia delle scene di vita comune, con usanze e oggetti oggi dimenticati, come il macinino o le lampade a petrolio, sia negli esterni “girati” a Statte, tra l’altro sono stati rappresentati avvenimenti storici, come la cerimonia di accensione del primo lampione della pubblica illuminazione nel 1931 o il bombardamento del 1940.

Parimenti sono stati oggetto di uno studio approfondito i costumi d’epoca indossati dagli attori, come la fedele ricostruzione di usanze e tradizioni andate perdute,

Impreziosisce il film una colonna sonora originale composta a più mani da Francesco Arces, Luigi Petraroli ed Emanuele De Vittorio; la registrazione delle musiche, effettuata presso il “Criptaliae Recording Studio” di Grottaglie, ha visto impegnati Mimmo Fornaro, Bruno Galeone, Carmine Fanigliulo, Emanuele De Vittorio, Tonino Palmisano, Francesco Arces e Ignazio Caleandro.

Published in Spettacolo

#coltiviamoidee e #costruiamoilfuturo: questi sono i due hashtag della serie di incontri pubblici organizzata dal GAL Magna Grecia per presentare, in ognuno dei dodici comuni jonici del suo territorio, anche nei più piccoli, le opportunità di finanziamento previste dal nuovo PAL (Piano Di Azione Locale), progetto finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito della Misura 19 del PSR Puglia 2014-2020.

Il prossimo incontro pubblico “Il Piano Di Azione Locale del GAL Magna Grecia: strumento di sviluppo economico” si terrà, alle ore 18.30 di venerdì 25 maggio, presso la Sala convegni del Centro Socio-Culturale, in via Roma n.64 a Monteparano.

Dopo il saluto di Giuseppe Grassi, Sindaco di Monteparano, sarà Angelo Renna, consigliere comunale delegato alle Attività Produttive, a introdurre il tema del convegno in cui saranno presentate le concrete opportunità di finanziamento a favore di istituzioni, aziende e associazioni del territorio.

La relazione sarà poi tenuta da Ciro Maranò, Direttore del GAL Magna Grecia, mentre le conclusioni saranno affidate a Luca Lazzàro, Presidente GAL Magna Grecia.

Presentando l’iniziativa il Presidente Luca Lazzàro ha spiegato che «siamo a Monteparano, un importante centro agricolo del nostro territorio, basti pensare che è compreso nell’areale per la produzione del Primitivo di Manduria DOC, per presentare le opportunità offerte dal nostro Piano di Azione Locale».

«Si tratta di finanziamenti – ha poi detto Luca Lazzàro – tesi principalmente a innovare il tessuto produttivo di un vasto territorio, che si estende dalla Murgia di Crispiano fino al mare cristallino di Pulsano, in particolare “ammagliando” in un network virtuoso le aziende, le associazioni e le istituzioni».

Il Presidente Luca Lazzàro ha concluso sottolineando che «è giunto il momento che le forze sane di questo territorio si mettano insieme per realizzare un nuovo modello di sviluppo economico “green” che, valorizzando le risorse e le vocazioni naturali, riesca ad imprimere finalmente una svolta: il GAL Magna Grecia, agenzia di sviluppo regionale, vuole svolgere questo ruolo di aggregatore territoriale».

Published in Sociale&Associazioni
%PM, %23 %816 %2018 %20:%Mag

“FORZA NADIA” al PREVENTOUR 2018

La popolarissima Nadia Toffa, giornalista e conduttrice de “Le Iene”, sta combattendo la sua battaglia contro un tumore, cosa che le sta impendendo di continuare il suo lavoro in televisione.

Nadia Toffa l’anno scorso ha legato il suo nome all’iniziativa del MiniBar di Ignazio D’Andria, l’esercizio commerciale in piazza Gesù Divin Lavoratore al Quartiere Tamburi che, con le sue magliette “Ie jesche pacce pe’ te!”, è riuscito a raccogliere importanti fondi per il Reparto di Pediatria dell’Ospedale “SS Annunziata” di Taranto.

Proprio l’intervento di Nadia Toffa ha portato alla ribalta nazionale questa iniziativa benefica di fundraising e, conseguentemente, il dramma che vivono i residenti nel Quartiere Tamburi, in particolare i bambini ai quali è persino negata la possibilità di giocare nei giardinetti pubblici e di andare a scuola nei cosiddetti “wind days”.

Ora gli amici del MiniBar di Ignazio D’Andria hanno deciso di far arrivare a Nadia Toffa la voce dei bambini di Taranto, sicuri che riusciranno farla sorridere e le infonderanno forza in questo momento difficile.

L’occasione sarà la tappa tarantina del PrevenTour 2018, l’iniziativa dell’Associazione “Europa Solidale” Onlus che porta la prevenzione sanitaria dai cittadini nelle piazze; domenica prossima (27 maggio) il PrevenTour si terrà proprio in piazza Gesù Divin Lavoratore.

Per tutta la giornata presso il MiniBar di Ignazio D’Andria sarà allestito un box in cui i bambini potranno registrare un breve videomessaggio di incoraggiamento per Nadia Toffa, che le sarà poi fatto pervenire dall’organizzazione.

Unica condizione è che i bambini indossino la mitica maglietta “Ie jesche pacce pe’ te!”, chi ne fosse sprovvisto potrà acquistarla al MiniBar contribuendo alla raccolta fondi benefica.

L’iniziativa sarà annunciata a Palazzo degli Specchi del Municipio, nel corso della conferenza stampa di presentazione della tappa tarantina del PrevenTour 2018.

Pierfilippo Marcoleoni, vicepresidente di “Europa Solidale” Onlus, ha spiegato che «con Ignazio D’Andria del MiniBar avevamo già deciso di “dedicare” la tappa tarantina del Preventour a Nadia Toffa; la notizia che anche questa settimana non è potuta tornare al lavoro in televisione, ci ha fatto decidere di far arrivare a Nadia l’affetto dei bambini tarantini che lei ha così generosamente sostenuto. È un messaggio di amore che la aiuterà a superare questo momento».

INVITO CONFERENZA STAMPA

L’Associazione Europa Solidale Onlus invita alla conferenza stampa che si terrà alle ore 10.00 di DOMANI, giovedì 24 maggio, presso il Salone degli Specchi di Municipio a Taranto; nell’occasione sarà presentato il programma della tappa di Taranto del PrevenTour 2018.

Alla conferenza stampa interverranno:

- Simona Scarpati, assessore Comune di Taranto al Welfare, Politiche giovanili e dell'Integrazione;

- Francesca Viggiano Assessore al Patrimonio del Comune di Taranto;

- Michele Conversano, responsabile Dipartimento Prevenzione ASL Taranto;

- Anna Fiore, presidente Croce Rossa Italiana Taranto;

- Pino Russo, presidente Associazione Europa Solidale Onlus;

- Pierfilippo Marcoleoni, vicepresidente Associazione Europa Solidale Onlus;

- Alvaro Grilli, responsabile Maico Taranto.

Dopo Lecce, Cosenza e Bari arriva a Taranto il PreventTour 2018, organizzato dall’Associazione Europa Solidale Onlus, iniziativa giunta alla seconda edizione. Confermata la formula di successo che, con lo slogan “La Sanità arriva in città”, vede portare la prevenzione sanitaria direttamente dai cittadini nelle piazze.

Anche a Taranto sarà così allestito un villaggio della prevenzione presso cui i cittadini potranno sottoporsi gratuitamente ad esami e screening e ricevere consulenza sanitarie.

Sarà particolarmente ricca e variegata l’offerta della tappa tarantina: esami audiometrici per la prevenzione dei disturbi al sistema uditivo, visite oculistiche per il controllo dell’apparato visivo, esami, controlli e screening odontoiatrici, posturali, glicemici e della pressione arteriosa, nonché consulenze nutrizionali e di oncoematologia pediatrica.

Published in Sociale&Associazioni

La mancanza di programmazione dell’amministrazione comunale miete una nuova vittima, dopo i SAD completamente cancellati, ora tocca all’asilo nido di via della Costituzione.
L’importante servizio, soprattutto utile alle famiglie dei tanti braccianti agricoli, ma non solo, che si recano al lavoro alle prime ore del mattino a giugno prossimo chiude.
Domani pomeriggio in una riunione convocata presso l’aula consigliare, sarà comunicato ufficialmente alle famiglie che ne beneficiano.
La motivazione, non ci sono più fondi per poter tenere aperta la struttura, tra le ipotesi la possibilità di far gestire la struttura utilizzando solo i contributi regionali, attraverso l’attivazione dei buoni servizio, procedura complessa e lunga che sicuramente renderà impossibile continuare a tenere aperto l’asilo nel breve periodo.
La colpa della struttura d’Ambito di cui Grottaglie fa parte. Non ha contemplato le somme per l’asilo nel proprio bilancio, ma guarda caso il comune capofila dell’Ambito è Grottaglie.
La politica dello scaricabarile è ormai giunta alla fine, prima ogni disservizio era colpa di chi aveva amministrato negli anni precedenti, ora della burocrazia, dimenticando che il capo della burocrazia locale è il Sindaco.
Così non avendo coscienza della spesa dell’Ente, si rende impossibile ai tanti lavoratori di avere certezza e sicurezza nell’affidare i propri piccoli. Colpendo inoltre proprio le famiglie meno fortunate, così come quando la scorsa estate si scoprì di non poter più fornire ausilio, attraverso i SAD, alle famiglie con famigliari disabili, chiedendo il supporto alla Regione per integrare le somme che erano finite in anticipo. Somme integrate per poter riavviare il servizio per un breve periodo e poi sospeso del tutto.
La politica dei proclami continua a contraddistinguere l’amministrazione grottagliese, che però non riesce a dare risposte concrete alle prioritarie esigenze della nostra collettività, limitandosi ad imporre vincoli sull’iscrizione degli agli istituti medi, non riuscendo ad offrire un servizio di Nido, venendo di fatto meno al ruolo primario di supporto sociale della collettività.

Published in Politica
Pagina 1 di 18

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: dr. Ciro Urselli

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie che utilizziamo e su come eliminarli, consulta la nostra politica sulla privacy.

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk