Oraquadra giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto - Items filtered by date: Lunedì, 07 Maggio 2018

Per Raccontare il Territorio Raccontandosi, negli ambiti de "Il maggio dei Libri 2018".

“Noi, le ragazze del Convento dei Cappuccini” - il libro/documento a cura di Anna Montella, di recente pubblicazione - verrà presentato a Taranto l’11 maggio p.v. per raccontare il territorio raccontandosi negli ambiti de “Il Maggio dei Libri 2018” , la campagna nazionale nata nel 2011 sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica e del Ministero dei Beni Culturali, con l’obiettivo di sottolineare il valore sociale della lettura nella crescita personale, culturale e civile.

L’evento, organizzato dal Caffè Letterario La Luna e il Drago in collaborazione con l’Associazione Presenza Lucana, avrà luogo presso i locali dell’Associazione in via Veneto 106/a a Taranto a partire dalle ore 18.00. Ingresso libero.
Nel corso della serata sono previsti gli interventi di Pierfranco Bruni, direttore archeologo responsabile progetto Etnie-Letterature del Mibact, nonché prefatore del libro; Giuseppe Stea scrittore, storico, presidente provinciale Anpi.
Moderatore Michele Santoro presidente Associazione Presenza Lucana.
Mario Calzolaro poeta, scrittore leggerà alcune testimonianze inedite. Sarà presente l’Autrice.
La presentazione del libro di Anna Montella va a collocarsi nella seconda area tematica de Il Maggio dei libri, ovvero quella dell’Anno europeo del patrimonio culturale. Un patrimonio che è “Il nostro patrimonio: dove il passato incontra il futuro”. Un patrimonio che racconta storie, viene costantemente reinterpretato ed è in continua evoluzione.
Il volume, che raccoglie documenti e testimonianze, è parte di un progetto realizzato a scopo didattico-culturale negli ambiti delle attività del Caffè Letterario La Luna e il Drago per la valorizzazione del territorio e il recupero della memoria storica.

Published in Cultura

Istituzione di un mercato settimanale di frutta e verdura è l’oggetto della Mozione presentata da otto Consiglieri comunali di cinque diversi gruppi: Francesco Donatelli, Massimo Serio e Aurelio Marangella del gruppo Articolo 1 – MDP, Ciro Gianfreda del gruppo Forza Italia, Michele Santoro e Anna Cabino del gruppo COR, Antonella Russo del gruppo Grottaglie Prima di Tutto e Loreto Danese del gruppo Volare Alto.

La richiesta, inviata al Presidente del Consiglio comunale, al Sindaco e al Segretario generale sarà discussa nella seduta del Consiglio comunale di giovedì 10 maggio. Di fatto si riapre la discussione del 6 aprile scorso quando è stato approvato a maggioranza il Regolamento Commercio su Aree Pubbliche che non prevede la presenza di un mercato settimanale di frutta e verdura, così come esiste in numerosi Comuni e fortemente richiesto dalla cittadinanza.
Il mercato settimanale di frutta e verdura proposto dagli otto consiglieri è individuato nell’area prospiciente l’Anfiteatro Angelo Fago, su Largo Walter Chiari, tra Via Raffaele D’Addario e Via Pier Paolo Pasolini. L’area si presta molto bene sia per la vicinanza al mercato settimanale che si svolge il giovedì nei pressi dello stadio D’Amuri, e sia perché l’area individuata è servita da una ottima viabilità con la presenza di un ampio parcheggio.
Negli ultimi anni l’estensione della città verso sud impone una nuova visione e razionalizzazione dei servizi per cui è del tutto evidente che le due Piazze Mercato, Via Delle Torri e Via Campitelli, pur coprendo gran parte del territorio comunale, si lascia scoperta la zona Savarra che rimane penalizzata. Da qui l’istanza delle minoranze consiliari con la quale si formalizza una forte richiesta di gran parte della popolazione grottagliese.

Published in Politica

Martedì 8 Maggio 2018, dalle 21.00 e fino a termine esigenza, in occasione delle festività del Santo Patrono, è prevista l’apertura straordinaria del ponte girevole di Taranto per permettere il transito della processione a mare in onore di San Cataldo.
Per l’eventuale passaggio in emergenza, di ambulanze, mezzi dei Vigili del Fuoco o autopattuglie, il ponte potrà essere richiuso con preavviso di almeno 30 minuti.

Published in Cronaca

Si è tenuto a Taranto il convegno “Vendere è un’impresa” del CUP (Comitato Unitario Professioni) di Taranto in collaborazione di E-Valuations, Sezione Territoriale di Taranto

"Il ruolo strategico dei professionisti che operano nell’ambito delle procedure di esecuzione immobiliare, necessita di maggiore trasparenza, affidabilità e sicurezza, perché le buone prassi ci sono basta conoscerle ed applicarle!": questo, in estrema sintesi, il messaggio lanciato dai relatori del convegno “Vendere è un’impresa”, tenutosi nei giorni scorsi presso l’Auditorium “Avv. F. Miro” nel Tribunale di Taranto.

La location, messa a disposizione dalla Scuola Forense Ordine Avvocati di Taranto, è stata gremita da numerosissimi professionisti che hanno dimostrato di apprezzare la possibilità di ascoltare, dalla viva voce degli attori che operano nell’ambito delle procedure di esecuzione immobiliare, un confronto costruttivo sulle Buone prassi negli Uffici Giudiziari.

Il convegno “Vendere è un’impresa” è stato patrocinato dagli Ordini e dai Collegi Professionali aderenti al CUP (Comitato Unitario Professioni) di Taranto ed organizzato con la collaborazione di E-Valuations, Sezione Territoriale di Taranto, in particolare grazie alla disponibilità della coordinatrice, dottore agronomo Marcella Candelli.

Il convegno è stato moderato da Gianluca Buemi, vicepresidente CUP Taranto e presidente della Federazione Regionale degli Ordini dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Puglia; i lavori sono stati aperti dai saluti di Giovanni Prudenzano, presidente CUP di Taranto e presidente Ordine Consulenti del Lavoro di Taranto, e di Vincenzo Di Maggio, presidente Ordine degli Avvocati di Taranto.

Andrea Paiano, Giudice esecuzioni immobiliare Tribunale di Taranto, ha poi relazionato su “Buone prassi CSM per le esecuzioni immobiliari” sottolineando come sia importante che i consulenti tecnici redigano perizie di valutazione conformi ai più recenti standard di valutazione, affinché si possano raggiungere gli obiettivi tracciati dal CSM: Giusto Prezzo, Ragionevole tempo delle procedure e Corretta comunicazione. Ciò a garanzia del creditore, ma anche del debitore.

Su “Linee guida ABI per la valutazione degli immobili a garanzia dei crediti inesigibili” ha relazionato Angelo Donato Berloco, presidente E-Valuations Istituto di Estimo e Valutazioni, che nel suo intervento ha sottolineato la necessità che tutti i tribunali e gli attori che operano nell'ambito delle esecuzioni immobiliari siano pronti a formarsi per applicare gli standard internazionali in modo da realizzare perizie affidabili, trasparenti e sicure; nel capoluogo jonico, in particolare, a supporto di tale azione vi è la Sezione Territoriale Taranto di E-Valuations che da due anni ormai opera sul territorio per divulgare le buone prassi per una corretta valutazione immobiliare.

L’esperienza del Tribunale di Vicenza, dove le perizie sono ormai conformi agli standard internazionali, è stata illustrata da due relatori provenienti dalla città veneta: su “Prassi operativa nelle esecuzioni immobiliari: il punto di vista del Giudice” ha relazionato Giulio Borella, Giudice esecuzioni immobiliare Tribunale di Vicenza, mentre su “Prassi operativa nelle esecuzioni immobiliari: il punto di vista del Perito valutatore” è intervenuta Michela Marchi, architetto ed esperto settore esecuzioni immobiliari.

L’ultima relazione è stata su “Prassi operativa nelle esecuzioni immobiliari: il punto di vista del Professionista Delegato”, tenuta dall’avvocato Fedele Moretti, Presidente Camera Procedure Esecutive Immobiliari di Taranto, che ha riportato la prassi del Tribunale di Taranto in tema di esecuzioni immobiliari, in particolare evidenziando i compiti del Professionista Delegato nella loro evoluzione dal 2005 ad oggi; l’avvocato Fedele Moretti ha terminato il suo intervento auspicando una sempre maggiore specializzazione da parte degli attori di quel processo, che devono essere scelti in base a competenza e professionalità.

I lavori si sono conclusi con l’auspicio, condiviso dagli intervenuti, che si avvii un percorso finalizzato a formare esperti valutatori, indispensabili per raggiungere giù obiettivi tracciati nel corso del convegno.

Published in Cronaca

È stato presentato dalla Direzione dell’Ospedale Militare alle oo.ss. il progetto di produttività dei dipendenti per l’anno 2018. Tante le novità che hanno trovato il consenso dei rappresentanti dei lavoratori.

Significativa l’apertura alla popolazione civile di ulteriori prestazioni sanitarie che contribuiranno a decongestionare le liste di attesa della ASL che, proprio in questi giorni, le Segreterie regionali di CGIL CISL e UIL hanno denunciato come non più sopportabili perché troppo lunghi.

Infatti, ai servizi dell’Ospedale Militare che da tempo sono usufruibili dall’esterno, come quelli della Camera iperbarica e del Centro Trasfusionale (la cui raccolta sangue è ulteriormente incrementata), si aggiungono ora esami diagnostici come Tac, Ecografie, Radiografie, nonché prestazioni odontoiatriche e neurologiche.

Se il tempo medio di attesa di una Tac presso le ASL pugliesi è 10 mesi, come segnalato dalle oo.ss., è evidente che la rinnovata offerta sanitaria dell’Ospedale Militare di Taranto diviene ora essenziale in un territorio dove la questione ambientale produce un numero elevato di richieste diagnostiche che le strutture pubbliche sono incapaci di garantire.

Nel corso dell’incontro con la Direzione dell’Ospedale Militare, la Cisl Fp ha ricordato come gli insediamenti del Ministero Difesa abbiano, negli anni, condizionato lo sviluppo economico e sociale della città e come questa si aspetta che la Marina sostenga ed alimenti un legame che, talvolta, è sembrato venire meno.

In tale contesto il piano di rilancio delle attività illustrato dall’amministrazione ed il coinvolgimento dei dipendenti, rappresenta una straordinaria opportunità di valorizzare l’attività lavorativa anche del personale civile e ne consente di tutelare i posti di lavoro in vista della programmata riduzione degli organici prevista dalla legge di revisione dello strumento militare.

Le ulteriori iniziative di rifacimento e valorizzazione di opere e strutture, apprezzabili per il loro valore storico/archeologico, come la Libreria Storica e la Villa Capecelatro, inserite nel progetto di produttività del personale, hanno infine anch’esse trovato la condivisione della Cisl Fp e delle altre oo.ss. presenti.

Published in Cronaca
%PM, %07 %559 %2018 %14:%Mag

I lombrichi si raccontano a Grottaglie!

Presso il Castello Episcopio l’evento del Progetto “Ecoimpattiamo” vincitore del concorso ‘Orizzonti solidali’ promosso dalla Fondazione Megamark di Trani

Coinvolti 1.500 alunni delle scuole di Grottaglie, Carosino, Fragagnano e Manduria.

Negli ultimi sei mesi i lombrichi di Ecoimpattiamo hanno fatto proprio un buon lavoro: abitando le aiuole delle scuole, hanno trasformato i rifiuti organici in compost, creando così un humus concimato, il tutto sotto gli occhi attenti di 1.500 bambini!

È il progetto “Ecoimpattiamo” dell’Associazione di volontariato “Beni Comuni” di Grottaglie, una iniziativa vincitrice del concorso ‘Orizzonti solidali’ promosso dalla Fondazione Megamark di Trani, realizzato in collaborazione con i supermercati A&O, Dok, Famila e Iperfamila e con il patrocinio della Regione Puglia e del suo assessorato al Welfare.

Iniziato nello scorso mese di novembre, il progetto si avvia alla conclusione e i risultati fin qui conseguiti saranno illustrati nella manifestazione “L’Associazione Beni Comuni racconta il progetto “Ecoimpattiamo”, evento che si terrà, alle ore 17.30 di mercoledì 9 maggio, presso il Castello Episcopio di Grottaglie.
Moderati dalla progettista Maria Teresa Marangi, interverranno Ciro D’Alò, Sindaco di Grottaglie, Giuseppe Fischetti, Sindaco di Fragagnano, Francesco Cristiani, direttore amministrativo della Fondazione Megamark e del gruppo commerciale omonimo, Mariagrazia Chianura, Assessore Ecologia e Ambiente Comune di Grottaglie, Lucia Calò, Assessore alla Cultura e alla Pubblica Istruzione del Comune di Carosino, Emilia Blasi, referente Associazione Beni Comuni, e Carmen Valente, presidente Asset Network APS,
Nell’occasione sarà allestita una mostra fotografica a cura del Centro diurno EPASSS di Grottaglie, che curerà anche una degustazione di prodotti tipici, e ci sarà una performance teatrale a cura dell’Associazione Aretè APS.

“Ecoimpattiamo” è un progetto di educazione ambientale della cittadinanza con la promozione del principio del “rifiuto zero”, in particolare attraverso la pratica del lombricompostaggio.
In una frazione di terreno si inseriscono lombrichi e rifiuti organici, come bucce di frutta, residui di ortaggi o posa di caffè; nel tempo i lombrichi mangeranno i rifiuti espellendo i loro escrementi, tra i migliori fertilizzanti in natura, concimando così il terreno.
Con un processo tutto naturale si elimineranno i rifiuti, evitando così il loro conferimento in discarica, e si otterrà un eccezionale compost per gli orti.

Iniziato lo scorso novembre, il progetto “Ecoimpattiamo” ha interessato principalmente 1.500 alunni delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado di quattro comuni jonici: Grottaglie, Carosino, Fragagnano e Manduria.
È stato un percorso che, attraverso i bambini, ha coinvolto i genitori, gli anziani e i disabili: si è partiti, infatti, dalla raccolta del rifiuto organico in famiglia, per poi gestire un micro impianto di lombricompostaggio in un’aiuola del plesso scolastico.
In tutte le fasi i bambini sono stati protagonisti assoluti, adeguatamente supportati, con queste “isole verdi” scolastiche diventate punti di aggregazione, di socializzazione di integrazione, di scambio di conoscenze, non solo tra gli stessi bambini, ma anche con gli insegnanti, i genitori e i nonni.
I bambini, inoltre, hanno avuto modo di vedere concretamente come si chiude il ciclo del rifiuto e come sia utile la pratica del differenziare in un’ottica di “economia circolare”.
In “Ecompattiamo” un ruolo fondamentale è stato svolto dagli utenti disabili psichici del Centro diurno EPASSS di Grottaglie che avevano già gestito un piccolo impianto di lombricompostaggio, ubicato in un area comunale di Grottaglie recuperata al degrado, il cosiddetto Lo Jazzu”. In tal modo c’è stata la valorizzazione delle competenze già acquisite dagli utenti disabili.

L’associazione Beni Comuni ha particolari competenze nell’applicazione di tecniche agricole sostenibili, consolidate durante lo svolgimento dei progetti “Cantiere Agricolo Sociale” e “Lavoro Agricolo Sociale”, due progetti elaborati e presentati dalle progettiste Maria Teresa Marangi e Carmen Valente che hanno curato anche “Ecompattiamo”.

Al progetto “Eco Impattiamo” ha partecipato un ampio partenariato che, oltre alla capofila Associazione Beni Comuni, ha compreso Assessorato all’Ambiente del Comune di Grottaglie, Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Grottaglie, Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Grottaglie, Comune di Carosino, Cooperativa Diogene, Comune di Fragagnano, APS “Asset Network” e ASD “Podistica Grottaglie”.

Published in Scuola&Istruzione

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: dr. Ciro Urselli

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk