Apprezzo molto il nuovo corso delle relazioni con la comunità avviato da Ancelor Mittal.

Con la nuova proprietà del siderurgico è possibile finalmente instaurare un rapporto che veda la “grande fabbrica” non più come un microcosmo a sé stante lontano dalla città, ma come un soggetto con cui, popolazione e Istituzioni, realizzano una interlocuzione costruttiva su tutte le tematiche di interesse comune.

In primis l’inquinamento sul quale tutta la città non deve abbassare la guardia per ottenere, in tempi brevi, tutte le migliorie che la moderna tecnologia oggi mette a disposizione a tal fine.

 

Apprezzo anche la sensibilità dimostrata da Ancelor Mittal nel voler essere vicina alla popolazione in questo momento particolare dell’anno, le festività natalizie, in particolare verso tutti i bambini donando loro la gioia di pattinare sul ghiaccio sulla pista in Piazza della Vittoria.

In tal senso, da mamma prima ancora che da consigliera comunale, mi permetto di proporre ad Ancelor Mittal di dare un sostegno innanzitutto alle famiglie dei troppi bambini malati di tumore tarantini, in particolare aiutandole a sostenere i costi dei “viaggi della speranza” in città lontane, purtroppo insostenibili per alcuni genitori.

Ci sono tante associazioni di volontariato del territorio che potrebbero indicare le famiglie più bisognose di un contributo economico.

Inoltre Ancelor Mittal potrebbe contribuire a innalzare il livello delle cure di oncologia pediatrica degli ospedali locali, come hanno fatto gli Amici del Minibar del Quartiere Tamburi che, vendendo le magliette “Ie Jesche Pacce Pe Te”, sono riusciti a dotarli di nuovi medici oncologici!

In ultimo un pensiero anche per un’altra fascia debole della nostra comunità: i tanti anziani soli che, non avendo nessuno che li accompagni, devono pagare un taxi per andare all’Ospedale Moscati a sottoporsi a cure oncologiche; Ancelor Mittal potrebbe sostenere i costi di questo servizio a favore degli anziani con un reddito minimo.

Sono interventi che, sostenibili senza problemi per una grande multinazionale come Ancelor Mittal, possono ridare il sorriso a tanti tarantini che vivono un disagio.

 

 

Il Liceo Moscati di Grottaglie, grazie al partenariato d’eccellenza con la Sopraintendenza archeologica belle arti e paesaggio per le province di Brindisi, Lecce e Taranto ospiterà un importante e significativo evento culturale antropologico a più voci ed in più giorni dal titolo “Magico Sud – giornate demartiniane”, attraverso la lettura, a 110 anni della sua nascita, di Ernesto De Martino, per un recupero profondo delle identità culturali come luogo di radici e reti nel racconto, nelle tradizioni, nella magia, attraverso modelli antropologici. 

L’evento culturale prenderà avvio la mattina del 19 dicembre, con la presentazione di Laboratori didattici di antropologia e sociologia in classi aperte con il coordinamento dei docenti Carmela Marucci e Ciro Annichiarico. Nel corso dei Laboratori verrà proiettato e discusso, in prima nazionale, un video dal titolo: “De Martino nella terra della magia”, (realizzato da Ophelia ‘S Friends Cultural Projects – OF) a cura di Pierfranco Bruni, responsabile Area demoetnoantropologica Sabap-le, con commento e conclusioni della prof. Marilena Cavallo.
Gli incontri seminario centrali della manifestazione antropologico-culturale, invece, si terranno nei giorni 14 e 15 gennaio 2019 e vedranno la preziosa partecipazione di personaggi esperti, che relazioneranno sul fascino, che da sempre lega il sud alla magia, sulla “terra” come luogo di legami, comparazioni e tradizioni, sul senso delle radici che conducono oltre, sul filo sottile ed eterno dell’appartenenza, intesa come valore, come culto, come mito, come ritualità popolare e come impegno verso un passato cui guardare con rispetto e bene da tutelare e valorizzare.
Nelle giornate di gennaio, dopo i saluti della Dirigente Scolastica del Liceo Anna Sturino, della soprintendente Sabap-Le Maria Piccarreta e della prof.ssa Evelyn Zappimbulso, i lavori dei seminari culturali dell’evento “Sud e Magia” saranno coordinati dai docenti Dino Castelli e Marilena Cavallo, che presenteranno ed articoleranno gli interventi degli illustri ospiti. Relazioneranno nelle due giornate: l’ispettore Miur Antonio Genise, la linguista dell’Unisalento Annarita Miglietta, il demoantropologo Sabpab-Le Alessandro D’Amato, l’antropologo Unisalento Eugenio Imbriani ed il responsabile demoetnoantropologia Sabap-Le Pierfranco Bruni.
Le giornate demartiniane saranno un viaggio di riappropriazione e di riscatto che, passando anche attraverso la partecipazione di giovani studenti, daranno senso nuovo e profondo al nostro Sud, quello più vero e crudo, che narra di riti popolari, di racconti di senso, di passione per una terra di sacrifici e valori, di antiche tradizioni e di saperi archeologici, artistici, antropologici.
La collaborazione tra beni culturali e scuola rappresenta un dato importante, perché tocca i significati di un apprendimento a tutto tondo sulle realtà identitarie in un intreccio tra civiltà e cultura.

Si svolgerà domani, domenica 16 dicembre, a Grottaglie, la Giornata provinciale dello sport Coni, promossa dal Comune di Grottaglie e dal Coni provinciale nell'ambito del programma di "Grottaglie 2020 città europea dello sport".

Dalle ore 10, la giornata dello sport troverà spazio nel Parco della Civiltà, inserita nelle iniziative della settima edizione di 'Magie di Natale' (manifestazione promossa da Indde - industria di idee, in collaborazione con Pachamama, associazione Smile, il Paese dei Balocchi e Parco della Civiltà).
Nella giornata dello sport, saranno presenti le associazioni e le società sportive grottagliesi, che metteranno in campo una serie di attività sotto il titolo di "Sport in Christmas". Prenderanno parte all'inaugurazione il sindaco di Grottaglie Ciro D'Alò, il vicesindaco ed assessore comunale allo sport Vincenzo Quaranta, che cura il progetto di Grottaglie Città europea dello sport 2020, il delegato provinciale Coni Michelangelo Giusti ed i referenti delle associazioni. Partecipano alla manifestazione Asd Atletica Grottaglie, Asd Fukushi Ya Budo, Gruppo Grotte Grottaglie, Nuova Pallacanestro Grottaglie, Gsc Grottaglie Bike School, Volley Club Grottaglie, Real Virtus Grottaglie, Associazione Sherwood, Circolo Tennis Grottaglie, Società sportiva Grottaglie arti marziali, Il Ghibli Asd Grottaglie.
Tra le attività, ci sarà la discesa di Babbo Natale dal tetto del Comune, ad opera del Gruppo Grotte Grottaglie. "Babbo Natale in volo" giungerà nel parco alle ore 12 e alle ore 20.30, effettuando una discesa dal tetto del palazzo municipale, con l'esperienza e la maestria degli speleologi del Gruppo Grotte Grottaglie. I partecipanti ed i visitatori potranno cimentarsi negli sport e nei laboratori che saranno portati avanti dalle associazioni sportive del territorio, per conoscere più da vicino le possibilità di pratica sportiva presenti a livello locale e vivere in maniera salutare il momento di festa e di aggregazione.
"La giornata dello sport provinciale, organizzata con il Coni - dichiara l'assessore comunale allo sport Vincenzo Quaranta -, è la seconda tappa ufficiale del programma di Grottaglie 2020 città europea dello sport, dopo l'ottenimento del titolo da parte di Aces Europe e dopo il successo della giornata regionale dedicata agli sport paralimpici. Si è voluto promuovere un momento di festa, sì, ma anche di conoscenza e divulgazione delle attività sportive portate avanti dalle nostre associazioni, affinché i cittadini possano avvicinarsi alla cultura sportiva, alla pratica delle diverse discipline e ai valori dello sport. Al contempo, si prosegue nell'impegno del percorso di Grottaglie 2020 città europea dello sport, secondo le linee guida del dossier presentato in sede di candidatura, per promuovere e diffondere le discipline sportive ed aumentare la base della pratica sportiva sul territorio, con particolare attenzione, così come è stato già ribadito, verso gli sport paralimpici e gli sport femminili, che coniugano i valori insiti nella pratica sportiva con quelli di inclusione e uguaglianza".

 

Trenta aziende che dall’artigiano destinato al palato sino alla bellezza delle opere di estremo design abbracciano la creatività espressiva tutta pugliese.

La Puglia dell’artigianato sarà in esposizione nelle eleganti sale del castello di Vinilia dove si incontreranno l’arte ceramica e quella del vetro, la produzione di prodotti della gastronomia tradizionale e i tessuti più pregiati. Se a questo melting-pot di estro si unisce la bellezza del castello di Vinilia wine resort allora il connubio diventa una proposta intrigante per trascorrere una domenica all’insegna dell’eleganza in un clima tutto natalizio. 

Trenta aziende che si presentano e che espongono i loro prodotti per offrire una vetrina privilegiata alle porte del Natale. L’idea è di Marika e Simona Lacaita che a Vinilia wine resort hanno creato un polo di attrazione per un turismo di qualità, ma che non perdono di vista il bisogno di fare sinergia in una provincia che ha bisogno di raccontarsi. Vinilia wine resort è al centro tra i territori di Taranto, Brindisi e Lecce e nella giornata di domenica 16 dicembre a partire dalle 11 tra gli stand allestiti nella imponente ma moderna struttura nel cuore della terra del Primitivo sarà possibile trovare una selezione del meglio dell’offerta artigianale pugliese. Alfieri Maioliche, Amaro Don Carlo, Andrea Indellicati, Angela Brucoli - ABF Edizioni Creative, Arpel Design di Roberto Gallo, Civico 3 Lab & Design, Confetti Ricci Tardio, Consozio di Tutela del Primitivo di Manduria, Enza Fasano ceramiche, Fonzeca Gioielli, Olio Frisino , Gea- materiali per vivere, Giorgio Di Palma ceramiche, Grippa Pasticceria, Hermann Mejer, Il Caduceo – birrificio, Ijo' Design, ISA Artigiane, Parisi Design, Pasticciotto Marzanotto + PastHello, Pierpaolo Gaballo, Reda Occhiali, Salento Street Food, Spaltro Gioielli, Sprech, Tomeve's, uPuglia, Uru Design, Vlab Design
L’ingresso al Christmas Market prevede un ticket di 10 euro.

 

Migliaia di persone, soprattutto tantissimi bambini, tutti a guardare il mare per emozionarsi quando, dal buio di una fredda serata invernale, è apparsa la barca a vela “Aquilante” della Marina Militare con a bordo proprio lui: Babbo Natale!

È la magia de “Il Villaggio di Babbo Natale …sul mare”, il primo e unico in cui il vecchietto più amato dai bimbi di tutto il mondo arriva dal mare, in particolare al Molo Sant’Eligio di Taranto.
Al suo arrivo Babbo Natale ha trovato ad aspettarlo i suoi elfi con cui ha ballato coinvolgendo i presenti, per poi prendere posto nella sua casa dove, comodamente seduto in poltrona, ha iniziato ad accogliere tutti i bambini; questi, aiutati dagli amici elfi, hanno anche potuto scrivere una letterina imbucandola nell’ufficio postale del villaggio.

Inaugurato nella serata di ieri (venerdì 14 dicembre) quest’anno “Il Villaggio di Babbo Natale… sul Mare” si tiene nelle giornate di sabato 15 e domenica 16 dicembre; come ogni anno la location è, con ingresso pedonale libero e gratuito, il Molo Sant’Eligio che per tre giorni si trasforma in un allegro e colorato villaggio natalizio, sul Lungomare Vittorio Emanuele II n.1, sulla “ringhiera” della Città Vecchia.

Per tutti, grandi e piccini, ogni sera c’è tanto divertimento e intrattenimento (programma completo su pagine Facebook e Instagram): i mercatini natalizi ed enogastronomici, il Clown Simpaticone, i trampolieri, i teatrini, le mascotte delle Principesse Disney, l’animazione di artisti di strada professionisti, lo show comico circense “Circus cabaret”, le mascotte di Minnie e Topolino in versione natalizia; le serate, inoltre, sono ulteriormente arricchite dalla presenza della Fanfara del Comando Marittimo Sud.
In programma anche spettacoli di magia e di ombre cinesi, lo show calcio freestyle, spettacoli di giocoleria ed arti teatrali e circensi e, solo DOMANI mattina, l’esibizione di Babbo Natale in volo sul mare su un flyboard!
In programma uno zecchino d'oro sul mare e l’Apulia talent show curati dall'associazione "Gli angeli dello spettacolo", lo spettacolo dei giovani cantanti e musicisti dell'Accademia dei Due mari e la performance di danza a cura della “Scuola di danza Rossella Brescia” di Martina Franca.
L’allestimento del villaggio rispetterà i canoni e lo stile dell’originario villaggio nordico, in particolare con un complesso di casette all’interno delle quali saranno presenti numerose aziende enogastronomiche e di dolciumi, alcune prepareranno sul momento le loro prelibatezze e offriranno al pubblico cooking show, nonché un mercatino dell’artigianato.

Partner de “Il Villaggio di Babbo Natale …sul Mare” 2018 sono il Comando Marittimo Sud della Marina Militare e la Jonian Dolphin Conservation; la manifestazione gode del patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Taranto e del Comune di Taranto, ed è resa possibile da istituti scolastici, associazioni, accademie di danza, aziende artigiane, imprese e accademie di canto che operano “nel e per” il territorio.

 

L'istituzione del Parco del Mar Piccolo può rappresentare per la città di Taranto elemento rilevante per la tutela ambientale e paesaggistica e di sviluppo del settore turistico e dell'identità culturale, sociale e produttiva della comunità.


In quest'ottica si inquadra l'incontro tenutosi questa mattina nella sala Giunta di Palazzo di Città al quale hanno partecipato il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, l'assessore Francesca Viggiano, il consigliere regionale Gianni Liviano (promotore di questa prima iniziativa), e i componenti il gruppo di lavoro che, insieme al consigliere regionale tarantino, stanno lavorando alla redazione di una proposta di legge regionale sul Mar Piccolo. Assenti, alcuni dei quali giustificati, i consiglieri regionali tarantini.
Un incontro che ha sancito la stretta collaborazione tra il Comune di Taranto e la Regione Puglia (che già con l'assessore Pisicchio si è detta pronta a sostenere questa iniziativa). Del resto, ha sottolineato il consigliere regionale Liviano, “è chiaro che tutto il percorso che abbiamo avviato in fase di redazione della prima bozza della proposta di legge ha senso se fatto di pari passo con l'amministrazione comunale”.
Bozza che ha riscosso un primo parere positivo da parte del sindaco Melucci che ha poi evidenziato come il Comune è pronto ad una fattiva collaborazione purché “la formulazione e i contenuti della proposta di legge si mantengano coerenti con la programmazione che l'amministrazione ha in atto, penso al Piano delle coste per esempio, e alla vision di rilancio delle attività produttive oltre che alla tutela ambientale”. Aspetti che lo stesso primo cittadino ha detto di intravedere in questa prima bozza della legge.
E come primo appuntamento è stato calendarizzato per giovedì 10 gennaio, alle ore 11 sempre nella sala Giunta di Palazzo di Città, un incontro tecnico al quale interverranno anche i dirigenti del settore Urbanistica e Ambiente del comune di Taranto, il gruppo di lavoro coordinato dal consigliere regionale Gianni Liviano e allargato ai rappresentanti dei mitilicoltori, della Marina militare e del commissario straordinario per le bonifiche. A questo, entro il mese di febbraio, ne seguirà uno più spiccatamente politico nel quale si procederà ad una idea di governance e a un perfezionamento della bozza di proposta di legge. Tutto ciò per portare il prima possibile il testo di legge all'esame delle commissioni consiliari e, successivamente, del Consiglio regionale per la definitiva approvazione.
L'obiettivo che si intende raggiungere, ha spiegato il consigliere regionale Liviano, è quello di migliorare le condizioni umane ed economiche, promuovere e riqualificare le attività economiche della pesca e dell’allevamento dei mitili, migliorare le condizioni ambientali, naturalistiche, paesaggistiche ed idrogeologiche del Mar Piccolo, salvaguardare e valorizzare i beni storico-architettonici nonché il patrimonio antropologico ed archeologico, le attività produttive della pesca, dell’agricoltura e dell’artigianato tradizionale.
“Vogliamo procedere in una direzione partecipata”, ha sottolineato il sindaco Melucci, “coinvolgendo attivamente la comunità tarantina. Il nostro sarà un apporto convinto a questa iniziativa convinti dell’importanza e delle potenzialità di questa area naturalistica che va messa a sistema e che deve ricostruire una cerniera tra la città, la comunità tarantina e il suo territorio”.
Per Liviano, invece, “è arrivato il momento di svoltare e di salvaguardare questo importante patrimonio puntando, inoltre, al recupero dell’identità che non può essere slegato da temi quali l’economia circolare, l’innovazione, l’alta tecnologia, lo sviluppo sostenibile. Sono tutti temi - ha proseguito Liviano - che sono al centro di una discussione che deve essere dentro una comunità. Taranto e il Mar Piccolo rappresentano per la Regione una opportunità che va presa al volo e che va sostenuta con quelli che sono gli strumenti a nostra disposizione”.
Per quanto riguarda le fonti di finanziamento (attualmente sono disponibili 100mila euro per la progettazione rinvenienti da un emendamento al bilancio di previsione 2018 presentato, e approvato, dal consigliere Liviano), è stato deciso, su proposta del sindaco, di monitorare gli assi di finanziamento regionale che permettono il funzionamento degli altri parchi regionali.

 

Il circolo cittadino scrive comunicati stampa parlando di cose che conosce poco o addirittura “per sentito dire”. Probabilmente invece di lanciare scuole di formazione politica sul territorio dovrebbero ritornare loro dietro ai banchi della scuola politica, anche solo per imparare a leggere il funzionamento di una misura di contrasto che oltretutto è stata proposta proprio dal loro stesso partito.

Per fare chiarezza e veicolare ai cittadini un’informazione giusta, prima di tutto bisogna sapere cosa è e come funziona la misura del REI.

Il Reddito di Inclusione (REI) è una misura di contrasto alla povertà dal carattere universale, condizionata alla valutazione della condizione economica. I cittadini hanno potuto richiederlo dal 1° dicembre 2017 presso il Comune di residenza o eventuali altri punti di accesso indicati dai Comuni, che nel caso specifico del comune di Grottaglie, coincidono con CAF, patronati e le sedi dei sindacati convenzionati.
La Legge di Bilancio 2018 (art. 1, comma 192) ha abrogato dal 1° luglio 2018 tutti i requisiti familiari (presenza di un minorenne, di una persona disabile, di una donna in gravidanza, di un disoccupato ultra 55enne). Pertanto, a partire dal 1° giugno 2018, hanno potuto presentare domanda tutti coloro che possiedono gli altri requisiti, indipendentemente dalla composizione familiare.
Il REI si compone di due parti: un beneficio economico, erogato mensilmente attraverso una carta di pagamento elettronica (Carta REI), commisurato in base al nucleo dei componenti familiari; un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa volto al superamento della condizione di povertà, predisposto sotto la regia dei servizi sociali del Comune.
Per chiarire i contorni di questa misura nazionale occorre spiegare la procedura: il cittadino inoltra richiesta del beneficio presso i CAF o Patronati o sindacati convenzionati. La pratica viene dunque immessa sul portale e valutata dall’Ufficio di Piano che verifica i dati anagrafici, di residenza e cittadinanza; quindi è la volta dell’INPS che verifica la situazione patrimoniale e reddituale.
Se il richiedente risulta idoneo, la sua pratica ritorna all’Ufficio di Piano per l’elaborazione da parte dell’assistente sociale del Quadro di analisi del bisogno. Queste schede vengono dunque comunicate al Centro per l’Impiego che convoca i beneficiari e, dopo colloquio individuale, predispone i Patti di Servizio personalizzato per ogni richiedente che non abbia rapporti lavorativi e percorsi formativi in corso.
L’Ufficio di Piano dunque trasmette i risultati dell’istruttoria del Centro per l’Impiego all’INPS che predispone i pagamenti.

Appare dunque lampante l’incapacità del circolo cittadino del Partito democratico di comprendere che non è il Comune a predisporre i Patti, ma il Centro per l’Impiego.

Ai comuni competono solo i progetti personalizzati per le persone con disabilità gravi totalmente inabili al lavoro e alle persone over 64 che rappresentano una minima parte dell’utenza e per i quali non si palesa in alcun modo il rischio di perdere il beneficio economico perché rientranti perfettamente nell’arco temporale previsto.
Per loro, da gennaio verranno avviati i progetti personalizzati, agganciandoli a quelli ancora attivi sul territorio presso enti del Terzo settore e attivati con la precedente misura di contrasto alla povertà SIA/RED per i quali questa amministrazione ha incontrato in più occasioni gli attori sociali del territorio (associazioni, parrocchie, scuole).

Per il futuro, al fine di evitare clamorose gaffe, sento di rivolgere un consiglio alla segreteria cittadina del partito democratico: per qualsiasi chiarimento sono sempre a disposizione di tutti i cittadini, di tutti i consiglieri, di maggioranza o opposizione, e di tutti i partiti politici anche se non più rappresentati in consiglio comunale.

Intervista a Marco Risi

15 Dic 2018
5 times

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk