Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Venerdì, 19 Gennaio 2018

L'omicidio perfetto dell'Ospedale San Marco di Grottaglie si è compiuto ieri 15 gennaio 2018? Il Partito Democratico vuole saperlo. In primis dall’Amministrazione di Grottaglie e dal Sindaco D’Alò.

La popolazione grottagliese ha il diritto di conoscere cosa sta succedendo. Se così fosse, il mandante è Michele Emiliano, il Presidente della Regione e gli esecutori materiali non sono altro che il Direttore Generale Rossi e l'Amministrazione Comunale di Grottaglie.
Sembra tutto studiato sin nei minimi dettagli. Michele Emiliano che a pochi giorni dalle elezioni avvia la trasformazione del San Marco in P.T.A., malgrado il piano di riordino preveda ciò solo all'apertura del San Cataldo. Il nostro Governatore ha tutto l'interesse affinché il Partito Democratico perda le elezioni, per governare le macerie ed ergersi, il 5 marzo a salvatore della patria e del partito e realizzare finalmente il suo sogno: diventare segretario nazionale sconfiggendo Renzi, anzi con Renzi sconfitto. La Direzione Generale e l'Amministrazione comunale, meri esecutori materiali, si prestano al gioco. All'incontro organizzato il 2 dicembre dal Circolo PD di Grottaglie sembravano due bambini capricciosi che volutamente non volevano parlarsi. Da una parte la Direzione Sanitaria, che ha proposto la foglia di fico del Protocollo di Intesa per prendere tempo e far stare buoni gli addetti ai lavori e la comunità. Dall'altra il Sindaco D'alo' che ha diluito il più possibile il tempo per arrivare alla vigilia delle elezioni e servire il piatto al Governatore (che si è posto
alla guida di un movimento civico di Sindaci). Altrimenti perché non coniugare la manifestazione della discarica con quella per l'Ospedale, in difesa della salute del territorio, come richiesto dal Comitato? Altrimenti perché fare commissioni e audizioni sin dal febbraio 2017 senza fare nemmeno una proposta alla Direzione Sanitaria? L'inerzia di entrambi, fidi scudieri del Governatore Emiliano, sta permettendo tutto questo. La battaglia in difesa dell'Ospedale non ha colori politici. Come Partito Democratico di Grottaglie abbiamo sin da subito preso una posizione forte e netta contro la politica sanitaria, e non solo, del Governatore Emiliano. Pur appartenendo allo stesso partito prendiamo le distanze dal “metodo Ilva” di Emiliano, che sfrutta i bisogni dei cittadini della provincia jonica facendone terreno di scontro politico. Non accettiamo lezioni di politica e di morale da nessuno. La morte del nostro Ospedale è ancora evitabile. Se avverrà, ha killer precisi, con nomi e cognomi e, purtroppo, alcuni appartengono al Pd ma altri fanno finta di combatterlo.

Published in Politica

#GrottaglieMia #PaeseMio
Al momento non ho molto tempo a disposizione per scrivere perché impegnata su altri fronti della sfera familiare, però sto seguendo tutto quello che sta accadendo intorno a me.


Per cominciare sono molto indignata per la fine del nostro ospedale, che prima di essere depredato del patrimonio tutto grottagliese, rinvenente dall’opera Pia San Marco fondata alla fine del 1400, esattamente quando Cristoforo Colombo scopriva l’America 1492, era onore e vanto della nostra comunità.
Mi fa specie l’inattività di chi è al Governo della Città e di buona parte dell’opposizione ormai soporifera come un ghiro.
Grottaglie ha deposto le armi, ammesso che avesse mai principiato una battaglia seria contro il “depredamento” del nostro Ospedale.
Una classe politica che sta mostrando tutta la sua inadeguatezza, competenza amministrativa e acume politico.
Stesso discorso per la discarica e per l’Aeroporto, tutti pronti con pannicelli caldi per una malattia grave: l’incompetenza politica.
Personalmente sono stufa di assistere a tanta manifesta ignoranza e stuccante arroganza di chi si è trovato per congiunzioni astrali nelle stanze dei bottoni e non sta capendo il funzionamento, però si veste di stupida arroganza e spaccia fumo con comportamenti deprecabili che non stanno dando frutto, ma solo impoverimento a 360*.
Nella mia Grottaglie, come il resto del Paese regna la confusione, l’incompetenza, e l’arroganza che sta portando al potere gente che, questo Paese, lo sta smantellando e favorendo la fuga di giovani oltre alpe alla ricerca di un futuro che un Paese governato da lestofanti, bugiardi e incompetenti non può più garantire, perché da noi le competenze non sono note di merito.
Personalmente non ne posso più di stupidi pavoni sempre impegnati a fare la ruota (pavoneggiarsi) e poi del loro agire di autentici incompetenti solo risultati pari al vuoto pneumatico.

Published in Apertamente

L'Arciconfraternita del Carmine di Taranto vi invita sabato prossimo, alle 11.30, nella propria sede con ingresso da via Giovinazzi, per la conferenza stampa di "Facies Passionis", i volti della Passione, arte, religiosità popolare e tradizioni.

La mostra si terrà dall'1 al 4 febbraio prossimi nella chiesa del Carmine che, per l'occasione, si trasformerà eccezionalmente in un luogo espositivo che racconta la Settimana Santa in Puglia attraverso dieci statue. Queste giungeranno a Taranto dalle Confraternite della regione che hanno aderito alla prima edizione di questa iniziativa. Si tratta di simulacri molto rappresentativi delle varie realtà locali che, all'interno del Carmine, saranno esposti alla visione del pubblico attraverso un percorso guidato. L'accesso alla mostra sarà libero e gratuito. Nella conferenza stampa sarà anche illustrato il programma di eventi collaterali alla mostra "Facies Passionis".

In attesa di incontrarvi, e nel ringraziarvi dell'attenzione, vi salutiamo cordialmente.

Francesco Tamburrini - Segretario Arciconfraternita

Published in Cultura

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk