Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Lunedì, 22 Gennaio 2018

Invito conferenza stampa XIII Edizione “MEDICI PER SAN CIRO”, mercoledì 24 gennaio 2018, ore 15.30, Aula consiliare della Città di Grottaglie (via Martiri d’Ungheria, 1)

Ai nastri di partenza la XIII edizione di “Medici per San Ciro”, la manifestazione organizzata dall’omonima associazione in concomitanza con i festeggiamenti civili e religiosi del Santo Patrono di Grottaglie.

Quest’anno “il futuro dell’etica assistenziale” farà da protagonista alla programmazione delle iniziative che il Presidente dell’Associazione medici per San Ciro, Salvatore Lenti, spiegherà più dettagliatamente nel corso della conferenza stampa di presentazione organizzata per mercoledì 24 gennaio 2018, alle ore 15.30 nell´Aula Consiliare del Municipio della Città di Grottaglie, via Martiri d’Ungheria 1.

La XIII edizione si avvale del patrocinio della Città di Grottaglie, dell’Ordine dei medici di Taranto, dell’Azienda Sanitaria Locale di Taranto, del Comitato dei festeggiamenti patronali per San Ciro e dell’Azienda USL Toscana sud est.

Published in Cultura

on.Ludovico Vico

“Alla fine del mese di gennaio, il ministro della coesione territoriale e del Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, sarà in provincia di Taranto e si recherà in visita al presidio sul fiume Lato”.

L’annuncio è stato dato dall’on. Ludovico Vico durante la conferenza stampa tenutasi questa mattina nel circolo del Partito Democratico di Palagianello, alla quale hanno preso parte il segretario cittadino del Pd Domenico Gatti e i segretari dei circoli di Castellaneta, Gianni Di Pippa e di Palagiano, Raffaele Verderese.

“Oggi – ha detto il deputato ionico - vogliamo comunicare definitivamente il nostro punto di vista sulla vicenda del fiume Lato riguardo alla quale, anche noi, insieme al Tavolo Verde, abbiamo dato un grande contributo. Anzi, pensiamo di aver dato un contributo fondamentale e di svolta: quello di aver favorito la costituzione del tavolo presso la Prefettura di Taranto; di aver impegnato il Governo attraverso il ministro De Vincenti; di aver partecipato alla costruzione fattiva dell’impegno della Presidenza del Consiglio attraverso la partecipazione della missione “Italia Sicura” al tavolo regionale. Questo contributo il Pd vuole assumerlo tutto e lo continuerà a sostenere insieme ai comitati, alle associazioni e alle altre forze politiche”.

“Oggi – continua Vico, riportando il pensiero corale dei segretari dei tre circoli del Pd - le questioni sono sostanzialmente tre. Ormai è stato chiarito che la vicenda dell’assetto idrogeologico della lama di Castellaneta è in capo alla Regione Puglia, anche dal punto di vista degli interventi di affidamento lavori relativi 50milioni, che devono essere gestiti direttamente, con una sovraintendenza della missione “Italia Sicura”. Secondo punto è la viabilità. Abbiamo insistito molto sulla certezza che le due strade provinciali, la 12 e la 14, siano percorribili nel breve-medio periodo, ma siano percorribili in sicurezza. Questo significa che si è acquisito finalmente dalla Regione Puglia, attraverso la sovrintendenza del Governo, la disponibilità di 12milioni di euro, rilevati da un fondo regionale e disponibili per la progettazione che la Provincia di Taranto deve effettuare. A proposito della Provincia di Taranto: se ci sei batti un colpo, perché questo colpo è fondamentale per avviare la progettazione. Provvedimento che si affianca alle altre risorse del piano triennale provinciale che, ad oggi, non prevede nessun intervento sulle due provinciali. Terzo punto: la necessaria messa in sicurezza della strada del ponte del fiume Lato, quindi delle due provinciali, attraverso una chiara segnaletica di non percorribilità di quel tratto. Questo, per impedire che infari automobilisti e cittadini percorrano quelle strade”.

“Nel rendere possibile la risoluzione dell’annoso problema – conclude l’on. Vico -, il Pd attraverso i circoli di Palagianello, Castellaneta e Palagiano, ha dato un forte contributo, insieme alla federazione provinciale e all’impegno da parte del Prefetto di Taranto. Ovviamente, però, è d’obbligo evidenziare il ruolo fondamentale del Governo che, ripeto, a fine mese, attraverso il ministro De Vincenti si recherà al presidio sul fiume, che è stato importante in questa battaglia indispensabile per le comunità dell’area ionico-occidentale”.

Published in Politica

Il Comitato Film e Spettacoli e Cinema Hobby Puglia, comunicano l'uscita ufficiale del film "SARA' UN MONDO MIGLIORE", regia di Tony Zecca e Mino Chetta.

La prima proiezione ufficiale è prevista per Giovedì 25 Gennaio ore 19:30 e 21:30, con replica il giorno dopo, Venerdì 26 Gennaio ore 19:30 e 21:30, al Cine Teatro Monticello di Grottaglie. Per realizzare questo lavoro ci son voluti circa cinque mesi. Girato a Alberobello, Grottaglie, Ostuni, Lecce, Taranto, Martina Franca e Matera. E' una storia inventata, riguarda una tipica famiglia di Puglia, molto numerosa, alle prese con il lavoro che manca. Gli attori principali sono Spiro Cometa (grottagliese), che in passato ha avuto un ruolo nel fil Papa Giro amore e vendetta, mentre Martino Meuli (martinese), ha avuto moltissimi ruoli in diversi film, come l'ultimo di Checco Zalone che interpretava il ferroviere. Meuli e Cometa creano una nuova coppia comica, voluta fortemente dai registi. Interpretano due fratellastri che ne combinano di tutti i colori, un pò imbroglioni e sulla bocca del paese. E' un film commedia brillante molto allegra e divertente, adatta a qualsiasi età. Oltre a Meuli e Cometa figurano Rocco Santoro, reduce dall'ultima trasmissione di Gerry Scotti Italia's Got Talent, poi c'è la bella Daniela Di Maggio che balla nelle palestre e balere, Antonio Di Nunzio, Giampaolo Maresca, Cosimo Solito, Lorena Antonazzo, Annamaria Gerlone, Giovanni Ruggiero, Cosimo Capuzzimati e Angelo Zaccaria. Un cast molto affiatato, dove ogni personaggio rende il film allegro. Si noteranno le bellezze della Puglia, paesaggi, trulli e ulivi. Pellicola che dura 84 minuti, rientra tra i film di cinema indipendente, sostenuto dal blog Apulia Cinema. La presentazione ufficiale con proiezione si svolgerà Giovedì 25 Gennaio ore 19:30. E' possibile prenotare il posto a sede presso "il Pennacchiotto" Viale G. Pignatelli 35 Grottaglie. C'è molta attesa intorno a questo nuovo lavoro di Tony Zecca e Mino Chetta.

Published in Spettacolo

Da moltissimo tempo ribadiamo quanto scritto nei Piani emanati dai vari Governi che si sono succeduti nel tempo.


L’Aeroporto di Taranto-Grottaglie è inserito nel “PIANO NAZIONALE dei TRASPORTI” con prevalenza “CARGO e INDUSTRIALE”, inserito nel Grande Progetto della “PIASTRA LOGISTICA del MEDITERRANEO” deliberata e finanziata dal Governo Nazionale e dalla Regione Puglia.
Tutto questo non significa che lo stesso Aeroporto non possa essere utilizzato per attivare i Voli Civili.
Detto questo, bisogna sottolineare che, oltre ai lavori che sono in fase di realizzazione riferiti alla Riqualificazione dell’Hangar, del Piazzale di Sosta, della Pista di Rullaggio nonché l’adeguamento dell’Aerostazione, sono fermi a Bari i Progetti e i relativi Finanziamenti deliberati dal Governo e dalla Giunta guidata da Vendola propedeutici alla realizzazione della “PIASTRA LOGISTICA del MEDITERRANEO” con l’insediamento di nuove Imprese Industriali Nazionali ed Internazionali con la possibilità di integrare il Mondo del Trasporto Aereo con le Imprese Aerospaziali, il Sistema della Ricerca e i Testi dell’Aerospazio.
Questione importante e la collocazione dell’Aeroporto, situato in prossimità della E 90, la Taranto-Brindisi che insieme alla Rete Ferroviaria costituisce l’Asse di Comunicazione tra l’Adriatico e lo Jonio, configurato come proseguimento naturale del “CORRIDOIO OTTO PANEUROPEO” in cui sono inseriti i Porti e gli Aeroporti di Taranto-Grottaglie, Brindisi ed il Centro Logistico di Interscambio Ferro-Gomma di Francavilla Fontana.
Il tutto viene supportato dal “PATTO per la PUGLIA”, la “LEGGE PER TARANTO” la ZES ed il “PROTOCOLLO di INTESA “ tra Regione Puglia, Provincia di Taranto ed i Comuni di Carosino, Grottaglie, Monteiasi ed Aeroporto di Puglia sottoscritto a Bari il 20/10/2009 che ha per oggetto: “Obiettivi Strategici di Sviluppo dell’Aeroporto di Taranto-Grottaglie”, ragion per cui il Comune di Monteiasi ha inserito nel PUG approvato in via definitiva dalla Regione Puglia, un’Area di circa 10 Ettari ricadenti a Bordo Pista, destinati ad Insediamenti Produttivi e di nuove Realtà Industriali in funzione del Progetto che richiamavamo in precedenza.
Per Attivare tutto ciò serve un raccordo di tutti gli Attori ed Enti interessati per dare piena attuazione al Progetto coinvolgendo la Regione Puglia, Aeroporti di Puglia, i Comuni di Taranto, Brindisi, Carosino, Grottaglie, Monteiasi, Francavilla Fontana, le due Autorità Portuali di Taranto e Brindisi, Le Camere di Commercio, Le associazioni degli Industriali, le Organizzazioni Sindacali e quanti interessati alla realizzazione questo importante Progetto che serve a questo Territorio, all’intera Economia dell’Area Jonica e a buona parte della Regione Puglia per lo sviluppo e valorizzazione della stessa.
Solo cosi si potranno sviluppare nuove iniziative Imprenditoriali che possono portare alla costruzione di nuovi Posti di lavoro e pretendere la riapertura dell’Aeroporto di Taranto-Grottaglie ai Voli Civili.

 

Published in Politica

Il Sindaco Longo: “Un importante risultato per la storia della nostra comunità”

Maruggio - Dopo l’acquisto dell’ex Chiesa di San Giovanni fuori le Mura, avvenuto nell’aprile del 2016, il Comune di Maruggio ha partecipato ad un bando della Presidenza del Consiglio dei Ministri denominato “Bellezza@ - Recuperiamo i luoghi culturali dimenticati” per intercettare risorse per il restauro e la valorizzazione del sito. Proprio nei giorni scorsi la Commissione per la selezione degli interventi ha concluso le proprie attività accogliendo la richiesta di finanziamento e assegnando la somma di 513 mila euro per il restauro e la trasformazione in un Museo Multimediale dell’Ordine di Malta che sarebbe il primo in tutta Italia. La Chiesa di San Giovanni penitente fuori le mura, sita a latere di Piazza San Giovanni fu fatta costruire fuori le mura, intorno alla fine del XV secolo per volontà dei cavalieri di Malta: al centro della facciata è posto lo stemma dell'ordine, con la data del 1503, affiancato da quelli dei Carafa e dei Palmieri. La facciata è delimitata da due semplici lesene; sui fianchi, scompartiti da lesene, sono presenti due ampie finestre, le quali in passato davano luce direttamente all'altare centrale della chiesa. In origine nei pressi della chiesa vi era un ospedale che accoglieva malati e pellegrini, già in cattive condizioni nel XVII secolo. In seguito l'edificio diventò un ospedale per i feriti che giungevano dalla Terra Santa e dagli infetti da malattie come il colera. La chiesa, oggi non più utilizzata come luogo di culto, presenta un'unica navata e originariamente era provvista di tre altari, uno dei quali venne spostato nella chiesa della Madonna del Tempio (o del Verde). Fu chiusa al culto nel XIX secolo. Ad esprimere soddisfazione per il traguardo raggiunto è il primo cittadino Alfredo Longo: “Subito dopo l’acquisto dell’ex Chiesa di San Giovanni fuori le Mura ci siamo messi al lavoro per presentare un progetto serio e credibile per recuperare e valorizzare l’intera struttura. Il nostro Comune, già Commenda Magistrale dei Cavalieri di Malta per più di 500 anni, ha già investito fondi propri per l’acquisto e la messa in sicurezza del bene. Ora attraverso questo finanziamento saremo in grado di effettuare un completo restauro ed una attenta valorizzazione attraverso la nascita dell’unico Museo multimediale dell’Ordine di Malta presente in tutta Italia. Un bene di assoluto valore storico e culturale, uno dei più importanti monumenti del nostro paese che, dopo anni di incuria ed abbandono, tornerà allo splendore di un tempo. Costruire il futuro sulle trame del passato – conclude Longo - è la vera sfida delle nuove generazioni”.

 

Published in Politica

 Messaggio che invita a controllare le informazioni a pena di disattivazione dell’app di messaggistica.

È tutto falso. L’allerta su Commissariato di PS On Line della Polizia Postale. Lo “Sportello dei Diritti”: non procedete né condividete

Provocare una reazione istintiva nell’utente per poter insinuarsi nei dispositivi e sottrarre dati. È così che agiscono spesso gli hacker che approfittano della scarsa attenzione che sovente riserviamo ai messaggi che pervengono su smartphone, tablet e pc. Come ricordiamo da tempo noi dello “Sportello dei Diritti”, a volte basta un semplice preavviso fasullo di disattivazione dei servizi o delle nostre app che entriamo nel panico e diamo seguito senza far alcuna verifica della provenienza e della reale intenzione di chi ce l’ha inoltrato. La conseguenza delle nostre leggerezze nel procedere pedissequamente su quanto richiesto in questi messaggini è l’installazione di software occulti e malevoli che servono solo a sottrarci dati che consentono di farci prosciugare i conti o prelevare abusivamente dalle carte di credito o semplicemente acquisire illecitamente nostre informazioni sensibili. Uno dei metodi più utilizzati nell’ultimo periodo dai truffatori telematici è quello d’intimare il controllo delle informazioni di Whatsapp a pena della falsa disattivazione dell’account dell’app di messaggistica se non si clicca sul tasto “valida”. Si tratta, evidentemente dell’ennesima frode, come tiene a precisare anche la Polizia Postale tramite un post pubblicato su “Commissariato di PS On Line – Italia”, con tanto di screenshot del messaggio che rilanciamo, nel quale ha ricordato “WHATSAPP. Anomalie, controlla le tue informazioni, il tuo account sarà disattivato. E’ tutto falso non procedere e non condividere”. Ancora una volta, sottolinea Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, si tratta di semplici consigli da seguire per evitare conseguenze pregiudizievoli dovute alle nostre disattenzioni quando si naviga in rete o comunque si utilizzano dispositivi connessi. Nel caso siate comunque incappati nella frode potrete rivolgersi agli esperti della nostra associazione tramite i nostri contatti email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per valutare immediatamente tutte le soluzioni del caso per evitare pregiudizi.

 

Published in Cronaca
Lunedì, 22 Gennaio 2018 05:22

Discarica Basta, ecco le ragioni!


Ecco alcune ragioni, documentate visivamente, del perché è arrivato il momento che le Istituzioni ascoltino i cittadini.

Non si chiede solo di negare ogni ampliamento sia in altezza che in ampiezza del terzo lotto della discarica ex Ecolevante, che si trova in territorio di Grottaglie.

Si chiede anche di conoscere quale sia l’altezza attualmente raggiunta dai rifiuti smaltiti nel terzo lotto, e se essa sia compatibile con le autorizzazioni rilasciate.

Infatti l'altezza dei rifiuti smaltiti supera in modo evidente il piano campagna, come dimostrano le foto (1e2) con le quali si può fare facilmente un confronto con i rifiuti smaltiti nel primo e secondo lotto, ormai esauriti, che il piano campagna lo raggiungono appena (foto 3 e 4).

Si chiede a cosa siano finalizzati i lavori che si stanno eseguendo nel terzo lotto, e quale sia la natura dei rifiuti smaltiti, dal momento che si continua a registrare la presenza di gabbiani, come dimostra il video del 16.1.2018.

E perché non viene ancora avviata la fase di post gestione del primo e del secondo lotto, esauriti da anni.

Oggi, per la discarica di Grottaglie aperta da oltre 20 anni e che ha già gravemente compromesso una zona vocata a prodotti agricoli di alta qualità, non è più tempo di chiedere l’istituzione di alcun tavolo tecnico.

È solo tempo di dimostrare nei fatti che questo territorio è stato già troppo compromesso dalla presenza della discarica ex Ecolevante, con gravi ripercussioni sia per la salute che per l’economia.

 

Published in Politica

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk