Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Venerdì, 26 Ottobre 2018

Un importante accordo di collaborazione fra la Provincia di Taranto e la Marina Militare è stato siglato ieri mattina nella Presidenza dell’ente di via anfiteatro. La convenzione consentirà agli studenti dell’istituto “Battaglini” di svolgere le ore di educazione fisica usufruendo degli impianti sportivi del Circolo Ufficiali di Taranto.

All’incontro erano presenti il vicepresidente Raffaele Gentile, il Capitano di Fregata Fabio Danese e il dirigente scolastico del liceo scientifico ionico, Patrizia Arzeni.
“Sono pienamente soddisfatto” ha commentato il vicepresidente della Provincia – “di aver potuto dare questa opportunità agli studenti del Battaglini che da domani potranno con tranquillità usufruire degli impianti sportivi del Circolo Ufficiali di Taranto e per questo ringrazio la Marina Militare per la disponibilità. Tutto questo con una spesa davvero irrisoria rispetto all’utilità del servizio.
Una volta ancora il connubio Marina Militare e Provincia di Taranto” – ha, infine, concluso il numero due di via anfiteatro - ha dimostrato di avere a cuore la sorte delle giovani generazioni di terra ionica.”

 

Published in Scuola&Istruzione

“Aggiornamenti sul trattamento dei carcinomi uro-ginecologici” è il tema di un convegno medico che si svolgerà a Taranto sabato 27 ottobre prossimo, al Castello Aragonese della Marina Militare.

Presidente del convegno, con finalità di confronto e scientifiche, è il dottor Salvatore Pisconti, direttore della Struttura Complessa di Oncologia dell’ospedale “San Giuseppe Moscati” di Statte.
L’iniziativa, articolata in due sessioni, quella ginecologica al mattino e quella urologica nel pomeriggio, vedrà coinvolti non solo gli specialisti della materia ma anche le istituzioni locali, con la Regione Puglia e il Comune di Taranto, le Asl di Taranto e Brindisi, l’Ufficio scolastico provinciale, la Marina Militare e la Direzione Sanitaria della Forza armata, l’Ordine dei medici.
Al termine delle due sessioni è prevista una tavola rotonda dal titolo: “Il team multidisciplinare ed i benefici del paziente nella Rop (Rete Oncologica Pugliese)” che vedrà la partecipazione dei rappresentanti di varie associazioni che operano sul territorio nel campo dell’assistenza oncologica.
Un confronto molto ampio perché la finalità del convegno è quella di promuovere e diffondere il concetto della prevenzione ma anche quella di stimolare un confronto, nel mondo medico e sanitario, sui nuovi percorsi terapeutici e su come questi impattano sulla gestione del sistema pubblico.
“La prevenzione è il primo obiettivo che ci poniamo con questo convegno - spiega il direttore Pisconti -. E lo facciamo attraverso due messaggi molto specifici e chiari rivolti alle donne e agli uomini. Di qui la differenziazione delle due sessioni del nostro incontro, quella ginecologica e quella urologica. Alle donne, infatti, spiegheremo l’importanza di prevenire il tumore del collo dell’utero con il ricorso al Pap Test e alla vaccinazione. Agli uomini, invece, sarà sottolineata l’importanza del Psa nella prevenzione, specie se esiste una familiarità relativamente alla patologia. Due semplici esami - prosegue Pisconti - possono darci un contributo importante in termini di conoscenza preventiva e tempestiva e quindi metterci nelle condizioni di avviare il percorso di cure più appropriato. Non é mai superfluo sottolineare come la prevenzione rimanga un’arma fondamentale se vogliamo affrontare con possibilità di successo la patologia ginecologica e quella urologica”.
“Ma prevenzione a parte la ricerca in questo campo ha fatto grandi passi in avanti - spiega Pisconti -. Oggi, infatti, esistono farmaci biologici che ci permettono di avere risultati importanti. C’è un avanzamento significativo nelle cure e nelle terapie che è ormai un dato di fatto, acclarato dagli studi e dalle ricerche in materia. Questo è un elemento positivo perché sta a dimostrare come studio e scienza si siano impegnati su obiettivi avanzati. Fare quindi il punto sull’applicazione di questi farmaci e sui risultati ottenuti, è la seconda finalità del nostro convegno.
“Infine - rileva Pisconti -, e questo è il terzo scopo del convegno, non possiamo prescindere dal fatto che i farmaci biologici, se è vero che stanno dando buoni risultati, è altrettanto vero che sono farmaci costosi. E allora dobbiamo interrogarci su come la sanità può affrontare i relativi costi e come possiamo gestire un discorso di sostenibilità dell’intero sistema nel medio e lungo periodo. Prevenzione al più ampio livello, efficacia e risultati nella cura, sostenibilità economica della terapia, sono sì aspetti distinti ma uniti da una comune matrice: quella di una sanità che si sforza di fare sempre meglio per essere all’altezza delle situazioni da affrontare”.
“Nel convegno - conclude il direttore Pisconti - abbiamo anche voluto aprire una parentesi. Fare un salto nel passato e, in particolare, nella storia di Taranto. È noto che questa città è stata capitale della Magna Grecia, prova ne è lo straordinario Museo archeologico nazionale, e allora abbiamo chiesto alla direttrice del MarTa, Eva Degl’Innocenti, di parlarci, nell’ambito della sessione del mattino, di “Stili di vita della donna della Magna Grecia”. È evidente che in quel tempo, per i problemi che tratteremo nel convegno, non c’era la possibilità di usare i mezzi e gli strumenti di cui noi oggi disponiamo in quanto le conoscenze erano decisamente più limitate, tuttavia la donna, nella storia dell’umanità, ha avuto sempre un ruolo fondamentale. E allora é importante conoscere, anche per un raffronto storico e culturale, quali siano stati i comportamenti del genere femminile in un’epoca così ricca di significato, sul piano della civiltà, della cultura, delle arti, quale quella della Magna Grecia e farlo nella città che della Magna Grecia ne è l’espressione”.
La partecipazione all’evento, accreditato con 8 crediti formativi, è riservata alle figure professionali di medici, farmacisti, biologi, psicologi e infermieri.

Published in Sanità

La continuità nella capacità: Maria Antonietta Brigida guiderà per i prossimi quattro anni la Federconsumatori Taranto.

È l’esito della terza Assemblea congressuale di Federconsumatori Taranto che si è tenuta venerdì 19 ottobre, presso l’Aula consiliare del Municipio di Martina Franca.
“Passione per i diritti di tutti: un presente che è già futuro”: questo è stato il claim della manifestazione, un tema sviluppato proprio da Maria Antonietta Brigida nella sua relazione, un intervento in cui ha tracciato anche un bilancio dell’attività recente della federazione provinciale che guida dal 2013.
«La crisi che sta colpendo molte aziende del territorio – ha detto Maria Antonietta Brigida – spinge sempre più esercenti e imprese a cercare di non ottemperare ai laro doveri nei confronti dei consumatori, sia in caso di resi che di risoluzioni dei contratti, spesso “dimenticando” che c’è una precisa normativa che regola tutte le fattispecie».
«Per questo in tutta Italia c’è Federconsumatori, che anche a Taranto – ha poi detto Maria Antonietta Brigida – si schiera sempre al fianco di utenti di servizi e di consumatori per assisterli e difenderli da ogni tipo di tentativo di sopruso».
«Oltre a questa azione di tutela richiestaci direttamente dai consumatori su singoli casi – ha concluso Maria Antonietta rigida – più in generale Federconsumatori è impegnata da trenta anni per informare i cittadini sui loro diritti troppo spesso calpestati».
I lavori dell’assemblea congressuale sono stati aperti dai saluti istituzionali e da quelli dei rappresentanti delle scuole, di ADOC e Adiconsum, nonché di Francesco Riondino, presidente del Centro Servizi Volontariato della provincia di Taranto, che ha sottolineato come «da sempre la difesa di tutti i diritti dei cittadini è uno dei più importanti campi di azione del volontariato, e associazioni come Federconsumatori svolgono un ruolo importantissimo in questo settore».
È poi intervenuta Eva Santoro, componente della Segreteria provinciale CGIL Taranto, mentre le conclusioni sono state affidate a Domenico Zambetta, segretario regionale Federconsumatori Puglia, che ha confermato che «la Federconsumatori è presente su tutto il territorio nazionale con una rete capillare di sportelli per fornire assistenza e consulenza a tutti i cittadini. Possono accedere agli sportelli e alle sedi dell'associazione tutti i consumatori indistintamente. Gli operatori degli sportelli svolgono soprattutto un'attività di informazione dei consumatori, dei loro diritti, delle leggi vigenti e delle azioni da intraprendere per risolvere i loro problemi».
A Taranto lo sportello Federconsumatori è in Piazzale Dante n.31 Bestat 0997390608.

Published in Cronaca

Ad una settimana dall'avvio della raccolta differenziata porta a porta nella zona Capone-Campitelli i primi risultati sono abbastanza incoraggianti. Da parte di tutta la città c’è un grande interesse e la risposta dei cittadini è piuttosto positiva.

14320 kg d’indifferenziato in meno raccolti pari al -6,13%. Dal 15 al 20 ottobre la percentuale di raccolta differenziata è salita al 30.44%. Le richieste di ritiro ingombranti sono raddoppiate passando da una media di 12-15 richieste, ad oltre 33 richieste nella settimana appena trascorsa. Inoltre, dall’1 ottobre c'è stato un incremento del 7% di conferimenti al centro comunale di raccolta, pari a circa 360 conferimenti di differenziato in più.

L’unica problematica rilevata in questa settimana è il frequente riempimento delle campane stradali per la raccolta differenziata. Al fine di agevolare i cittadini ed evitare gli abbandoni all’esterno dei contenitori, la Serveco si è resa disponibile ad effettuare un ulteriore intervento settimanale di svuotamento. Tuttavia si raccomanda alla cittadinanza di ridurre il volume della plastica e della carta che viene conferita affinché il riempimento della campana sia realmente corrispondente, in termini di peso, ad un aumento di prodotto differenziato.

I cittadini di Grottaglie cominciano a credere nell'importanza della raccolta differenziata. Questa amministrazione, oltre a puntare fortemente all’obiettivo del +13% entro la fine di novembre, è convinta che il percorso intrapreso porterà la cittadina ad essere pronta al servizio porta a porta che si effettuerà in tutta la città.

 

 – 

 

Published in Ambiente

Arriva il terzo ko di fila per la Woman Futsal Club Grottaglie che domenica scorsa ha perso, per 9-1, sul campo del Nuceria, in Campania con il primo gol della storia biancoazzurra in serie A2 porta la firma di Galeone. Nel post gara il tecnico Fabio Buonafede commenta così la sfida: “Non potevo chiedere di più alle ragazze anche perché questo è un roster totalmente nuovo con tante giocatrici che provengono da campionati regionali. Nel primo tempo si è visto qualcosa di buon anche se, eccetto qualche circostanza, non abbiamo mai creato grosse difficoltà alle campane. Dai risultati si capisce che non dispongo di una squadra pronta per disputare la serie A2. Nonostante ciò la società e il presidente sono contenti anche perché la squadra cresce”.
INNESTI: “A dicembre proveremo a prendere qualche ragazza di categoria per provare ad aggiustare un po’ la situazione. Voglio crescere e andare avanti con queste ragazze che si stanno impegnando tantissimo. E’ difficile passare, di colpo, da un campionato regionale ad una serie A2. I risultati sono negativi ma resto felice e tranquillo. Andiamo avanti con serenità”.

Published in Sport

Protagoniste assolute le calcettiste Verardo ed Aloisi, autrici di una doppietta a testa; rimpolpano il punteggio le reti di Preite e Piccinno ed un autogol della squadra ospite. Le rossoblù restano quindi prime in classifica con 12 punti all’attivo.
Questo il commento del dopopartita di mister Stefano Latartara: “Il risultato la dice lunga su una partita caratterizzata da un netto predominio della nostra squadra, che conferma quanto di buono espresso fino ad oggi. Ora la classifica ci dice che siamo a punteggio pieno dopo le prime quattro giornate. Dopo un inizio di studio da parte nostra al cospetto di un avversario volenteroso, caparbio e a tratti pericoloso, è venuta fuori la capacità dell’Atletic di rompere la partita e stendere le loro speranze con le qualità che possiedono le nostre giocatrici soprattutto nei momenti complicati della gara. La partita è stata giocata con buoni ritmi e trame di gioco ben orchestrate che rendono piacevole e divertente questo sport, apprezzate sia dagli addetti ai lavori che dai sostenitori accorsi al palazzetto di Carosino. Siamo felici per questa ennesima vittoria, ma da domani si pensa già al prossimo turno in trasferta a Taviano contro il Sirio. La classifica è fatta di numeri e i numeri sono delle incognite che solo il campo può svelare, dunque rimaniamo concentrati su ciò che facciamo ogni settimana, frutto di notevole sacrificio di chi ama lo sport. Sia la dirigenza sia le giocatrici svolgono il loro compito con grande professionalità. Avanti Atletic Taranto!”.

Published in Sport

Finalmente sarà il campo a parlare: il Volley Club Grottaglie sabato 27 ottobre alle 18:00 farà il suo esordio in campionato, nel Girone B della Serie C, al Palazzetto “Fernando Panico” di Galatina, contro la formazione locale degli Showy Boys.

Il Grottaglie, quest’anno con la nuova divisa granata, punta a dare continuità alla splendida stagione trascorsa, nella quale la compagine della Città delle Ceramiche ha conquistato i play-off.

A presentare la sfida è il tecnico del Volley Club Grottaglie, Giovanni Marasciulli: “L’attesa quest’anno è stata spasmodica, anche grazie agli ottimi risultati delle nostre nazionali ai Mondiali. Andiamo a Galatina con la voglia di fare bella figura e fare bottino pieno. Troveremo una squadre giovane ma già esperta, i nostri avversari sono tutti prodotti dei migliori settori giovanile del Salento guidati da un tecnico molto bravo a curare l’organizzazione corale. Dobbiamo stare attenti, spero di avere tutti i ragazzi al meglio ed esprimerci al meglio nella correlazione muro difesa che in queste settimane di pre stagione è tata un nostro punto di forza”.

A Galatina sarà una giornata speciale anche per Giovanni Liuzzi, alla prima gara ufficiale da Capitano del Volley Club, il numero 14 Grottagliese racconta così le sue sensazioni alla vigilia:” Siamo desiderosi di mettere in pratica quanto fatto di buono in questi due mesi tra preparazione atletica, svolta in modo ottimale grazie al nostro preparatore atletico Domenico Masella, e allenamenti, sotto la guida dei nostri due mister. Iniziamo con un gara non semplice come quella contro il Galatina, da sempre una squadra ostica da affrontare ed esperta al tempo stesso, dato che milita in serie C da diversi anni. Dal canto nostro cercheremo quest'anno di vendere cara la pelle anche nelle partite che disputeremo fuori casa, cosa che è mancata nello scorso anno, per disputare un campionato dignitoso anche in virtù della squadra che ha allestito il nostro mitico Presidente. Ai tifosi voglio dire di farci sentire il loro sostegno anche a distanza e di farsi trovare pronti per il tour de force che ci aspetterà dalla seconda alla quarta giornata dove disputeremo tre gare tra le mura amiche".

Published in Sport

A Denver International Wine Festival (1 e 2 novembre) e al Prowine China a Shanghai (13 – 15 novembre) con un calendario fitto di incontri e ricco di tasting

Si conclude il grande progetto del Consorzio di Tutela Primitivo Taste Experience

Il Primitivo di Manduria si prepara a sbarcare in America e in Cina per terminare il lungo ciclo del progetto Primitivo Taste Experience ideato dal Consorzio di tutela e ammesso per il finanziamento OCM Vino ‘Promozione sui mercati dei Paesi Terzi’.

Giovedì 1 e venerdì 2 novembre il Consorzio con le sue aziende sarà presente a Denver International Wine Festival, una delle migliori rassegne del vino di tutta l'America.
All’interno dello stand, oltre alle degustazioni, sarà riservato un seminario dedicato al Primitivo di Manduria e le varie etichette parteciperanno al Grand Tasting in programma il 2 novembre.

Le cantine avranno quindi l’opportunità di incontrare gli operatori del wine-business di tutto il mondo con particolare riferimento al mercato americano.
Giunto alla sua quattordicesima edizione, il Denver International Wine Festival, ospitato da Wine Country Network, attira viticoltori da tutto il mondo e mette in mostra la più ampia selezione di vini nazionali e internazionali.

Dopo l’America sarà la volta della Cina. Da martedì 13 a giovedì 15 novembre le etichette del Consorzio saranno protagoniste a Prowine China (Shanghai) con degustazioni rivolte agli operatori del settore e giornalisti.

“L’obiettivo principale del mio mandato – dichiara Roberto Erario, presidente del Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria – è quello di mantenere, e migliorare ulteriormente, il posizionamento del Primitivo di Manduria nel panorama vitivinicolo nazionale ed internazionale. Il progetto ha visto la crescita di nuovi soci, un segno importante questo perché testimonia la fiducia della base sociale nei confronti del nostro ente consortile. Il lavoro svolto dal Cda e da tutti produttori in questi ultimi anni ci ha permesso di raggiungere traguardi davvero importanti. Il nostro compito è, e continuerà ad essere, quello di esplorare nuove opportunità per riuscire a rappresentare ancor più la nostra doc nel mondo”.

Published in Cronaca

Dopo le ristrettezze economiche definite dal Patto di Stabilità nei primi anni 2000 a cui sono state sottoposte le amministrazioni comunali di quegli anni, possiamo sostenere, senza ombra di dubbio, che l’amministrazione capeggiata dal sindaco Arcangelo Sapio e sostenuta dal PD – LeU – Rif. Comunista, può ritenersi assolutamente fortunata. Da qualche anno, infatti, il patto di stabilità ha allargato notevolmente la forbice di spesa, concedendo di anno in anno a partire dal 2015, spazi finanziari di spesa vincolati a vari settori di intervento che avrebbero potuto migliorare la qualità della vita della nostra comunità, grazie all’enorme quantità di denaro disponibile.
Si tratta di circa 1.800.000,00 euro. Sì, avete letto bene. Una somma esorbitante, oseremmo dire, che questa amministrazione si è ritrovata ad avere a disposizione per “grazia ricevuta”. Eppure, con la stessa chiarezza e determinazione, dobbiamo affermare che il nostro paese sta vivendo uno dei periodi più bui e degradati degli ultimi anni. Un’aAmministrazione comunale “inefficiente”, ed incapace persino di gestire le risorse a disposizione, lontana anni luce delle esigenze dei cittadini. È questa l’accusa mossa dall’Associazione Carosino Adesso.
Fa davvero specie constatare che, mentre il comune di Carosino soffre da anni di servizi carenti quali le strade in condizioni pietose, la pavimentazione del centro storico, lo stato dei marciapiedi, la sicurezza, la mancanza di luoghi di aggregazione, l’ammodernamento degli impianti sportivi, il Castello D’Ayala abbandonato a se stesso (nonostante si sarebbe potuto fare qualche importante intervento se solo si fosse stati più lungimiranti) e, dulcis in fundo, il parco pubblico, una volta fiore all’occhiello del nostro paese ed ora ridotto a vera e propria discarica a cielo aperto. Questa Amministrazione è stata in grado di non saper spendere nemmeno i circa 1.800.000,00 € che ha impegnato in questi anni…
“Una gestione della cosa pubblica quanto meno discutibile, se un’amministrazione, pur utilizzando i soldi che ha a disposizione, non riesce a far vedere i risultati di questi investimenti. Se, infatti, il paese si trova in queste condizioni, vuol dire che chi amministra non è in grado di fare il proprio lavoro o lo fa male” affermano i componenti dell’associazione politico culturale “Carosino Adesso”. Osservazioni evidenziate soprattutto nell’ultimo consiglio comunale dal consigliere di minoranza Onofrio Di Cillo che ha parlato “di vera e propria incapacità amministrativa nella gestione della cosa pubblica”. L’inadeguatezza di questa Amministrazione è stata sottolineata da tempo pubblicamente ed in consiglio comunale da tutta l’opposizione. Ed è giusto che i cittadini sappiano di cosa siano capaci, anzi di cosa non siano capaci questi amministratori. Chi sta amministrando continua a sperperare i soldi dei contribuenti con scelte politiche ed interventi assolutamente contestabili, come il denaro investito per gli edifici scolastici che continuano a cadere a pezzi (nonostante la miriade di finanziamenti pubblici disponibili e l’incapacità di intercettarli), le migliaia e migliaia di euro spesi per i debiti fuori bilancio, dovuti a contenziosi che molto spesso vedono le spese superare di gran lunga i risarcimenti.
Ma chissà, siamo ormai alla fine di questa gestione amministrativa, (per fortuna, oseremmo dire) e forse ci ritroveremo proprio in questi ultimi mesi qualche cantiere qua e là, giusto per offendere ancora una volta l’intelligenza dei cittadini che sono stati totalmente abbandonati e costretti, in questi anni, a vivere in un paese “SPENTO” sotto tutti i punti di vista. Ma noi siamo sicuri che non si lasceranno abbindolare da qualche intervento dell’ultima ora, che avrebbe il patetico scopo di recuperare qualche voto in più…

Published in Politica

Grottaglie, terra di vigne e di produzioni ceramiche artigianali di alto livello, ha ospitato l’evento “Storie di Vignaioli Indipendenti” organizzato dalla Condotta Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche e dagli associati pugliesi alla FIVI che, per la prima volta al Sud, si sono ritrovati insieme nell’Antico Convento dei Cappuccini.
Una serata ricca di interventi e confronti con una eccellente qualità delle produzioni dei vignaioli FIVI (Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti), che si conferma associazione trasversale dove ciò che conta è che i vini siano figli del proprio territorio, delle proprie tradizioni e delle esperienze e sensibilità personali di ogni vignaiolo.
“Per noi di Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche che, dei vignaioli autentici siamo convinti sostenitori, l’interesse mostrato dai soci che hanno partecipato all’evento ‘Storie di Vignaioli Indipendenti’ è sicuramente positivo e incoraggiante. La forte presenza all’evento significa che sempre più consumatori sono alla ricerca di vini autentici, territoriali, espressione di una maniera artigiana e non standardizzata di coltivare la vigna e vinificare le uve. Vuol dire che sempre più pugliesi hanno acquisito un buon livello di consapevolezza nei vini buoni, puliti e giusti e che, pur di individuarli, sono disponibili ad incontrarne i produttori e a confrontarsi con loro, per capirli e farsi raccontare i loro prodotti e le loro storie” – dichiara Franco Peluso – Fiduciario della Condotta Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche.
La conferenza che ha aperto l’evento “Storie di Vignaioli Indipendenti” ha visto la presenza di Matilde Poggi, Presidente Nazionale della FIVI, giunta a Grottaglie per l’occasione.
Nel corso del dibattito, dopo l’introduzione del Fiduciario, Franco Peluso, e il saluto del Sindaco di Grottaglie, Ciro D’Alò, si sono trattati temi importanti e cari non solo alla comunità di Slow Food ma a tutti i consumatori “consapevoli” quali il biologico e la difesa della biodiversità.
In particolare, il tema della filiera corta quale garanzia di autenticità e qualità (introdotto da Margherita Nistri, socia della Condotta Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche che ha proposto la realizzazione dell’evento FIVI nella città delle ceramiche) ha aperto un ampio dibattito che ha visto l’onorevole Gianpaolo Cassese, presente in sala tra i partecipanti all’evento, intervenire sulle iniziative del Governo in tema di chilometro zero a difesa delle produzioni locali.
“La FIVI si batte da sempre per la tutela dei territori, per la custodia e la salvaguardia degli stessi. Lo facciamo seguendo il nostro obiettivo principe che è quello di tutelare il Vignaiolo. In quest’ottica più che affrontare il discorso salvaguardia dei vitigni autoctoni minori abbiamo scritto perché venissero tutelate le vecchie vigne. La tutela dei vecchi vigneti è per i Vignaioli Indipendenti un valore culturale, un patrimonio di biodiversità e un fondamento storico per le denominazioni, indispensabile da salvaguardare. Abbiamo chiesto come FIVI che vengano salvate dall’espianto le vigne di almeno trenta anni d’età nelle Denominazioni di Origine, anche se non conformi ai disciplinari. Disciplinari spesso forzati e controlli fin troppo precisi effettuati dagli Organismi di Controllo possono portare all’esclusione di interi vigneti dalle Denominazioni di Origine qualora si ravvisi la presenza di varietà non autorizzate dal disciplinare – dichiara Matilde Poggi -. “Noi della FIVI sosteniamo che la normativa tesa ad abbassare l’uso del rame non vada nella direzione della tutela della salute dei consumatori. Chiediamo che per il biologico il limite venga mantenuto a 6kg/ha; per il convenzionale ci sono molecole alternative mentre per il biologico ad oggi non c’è nulla che abbia dimostrato la medesima efficacia del rame contro la peronospora”.
L’attenzione e la curiosità mostrata in occasione delle degustazioni ai banchi d’assaggio ci fa capire come, sempre più oggi rispetto al passato, i consumatori si stanno trasformando in co-produttori, persone attive e partecipi al processo di produzione dei vini senza limitarsi ad essere passivamente l’ultimo anello nella catena distributiva – dichiara Gaetano Morella, vice presidente nazionale della FIVI.
A chiusura del dibattito, ci sono stati gli interventi di Luca Attanasio sulla “tutela dei vecchi vigneti”, di Paolo Patruno Perniola sulla difficile ma importante “scelta del biologico a difesa della biodiversità” per concludere con Francesco Mazzone sulla “difesa del Nero di Troia” e Fabio Zullo sul tema della “sfida del vignaiolo nel mercato globale”.
Prima dell’apertura dei banchi di assaggio, Franco Peluso, Fiduciario della Condotta, ha spiegato la caratteristica della seconda fase dell’evento che prevedeva che ogni singolo vignaiolo fosse lui stesso a somministrare il vino ai presenti ed a raccontare le singole produzioni per far meglio conoscere le caratteristiche e descriverne le peculiarità territoriali. Una degustazione di qualità che ha visto l’abbinamento al Capocollo di Martina Franca del Salumificio Cervellera di Martina Franca, al formaggi del Caseificio Contento di Grottaglie ed al pane a lievitazione naturale della Pregiata Forneria di Emanuele Lenti che, come i vignaioli, sono stati loro stessi a far degustare le loro produzioni ai partecipanti all’evento.

Published in Cronaca
Pagina 1 di 2

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk