Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Venerdì, 16 Novembre 2018

Per la prima volta nel capoluogo jonico la dott.ssa For. Sabrina Diamanti, neo eletta Presidente Nazionale del Conaf (Consiglio dell'Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali).

L’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Taranto organizza, in collaborazione con l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Taranto, il convegno “Bonus Verde: applicazioni ed opportunità”.


La manifestazione, sostenuta da “Vivai Capitanio” e da “La Gardenia Green Solution”, si terrà alle ore 15.30 di martedì 20 novembre, presso il Salone degli Specchi del Municipio di Taranto.
In occasione di questo importante convegno sarà a Taranto per la prima volta la Dott.ssa For. Sabrina Diamanti, neo eletta Presidente Nazionale del Conaf (Consiglio dell'Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali).

Il Bonus Verde è la detrazione Irpef del 36%, prorogata all’anno prossimo grazie alla nuova legge di bilancio 2019, che interessa la sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, di impianti di irrigazione e la realizzazione di pozzi, di coperture a verde e di giardini pensili.

Annunciando la manifestazione il Dott. Agr. Gianrocco De Marinis, Presidente Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Taranto, ha spiegato che «per i dottori agronomi e i dottori forestali il Bonus Verde rappresenta una straordinaria occasione per dimostrare le proprie competenze anche in ambito urbano, dove è importante affidarsi a professionisti qualificati per la realizzazione di progetti del verde».
«L’agronomo ed il forestale rappresentano – ha poi detto Gianrocco De Marinis – l’unica figura professionale che, a seconda del contesto urbano, è in grado di seguire la progettazione dalla fase iniziale dell’impianto, fino alla gestione delle piante adulte. Basti pensare all’iniziale importanza nella scelta della specie ed alla disposizione delle piante, nonché alla successiva conduzione dell’area a verde che comprende tra le operazioni più importanti: l’irrigazione, la nutrizione, la difesa e la gestione della chioma».

i lavori del convegno, introdotti e moderati da Dott.ssa For. Sabrina Diamanti, saranno aperti dai saluti di Rinaldo Melucci, Sindaco di Taranto, Dott. Agr. Rosario Centonze, Presidente della Federazione Regionale Ordini dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Regione Puglia, Dott. Agr. Gianrocco De Marinis, Presidente Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Taranto, e Dott. Cosimo Latorre, Presidente Ordine dei Dottori Commercialisti della Provincia di Taranto.
In seguito si entrerà nel vivo con le relazioni: la Dott.ssa Francesca Viggiano, Assessore comunale Ambiente e Salute, che interverrà su “Verde pubblico e privato: un’occasione per la città”; il Dott. Leonardo Capitanio, Presidente dell’Anve, relazionerà su “Opportunità di sviluppo per il settore vivaistico”.
La Dott.ssa Annamaria Portulano, Presidente ANACI della Provincia di Taranto, interverrà su “La progettazione del verde condominiale: il ruolo del professionista”, mentre il Dott. Giuseppe Ribecco, Dottore Commercialista Ordine di Taranto, relazionerà su “Le nuove agevolazioni fiscali previste dalla legge di bilancio 2018”.
Dopo il dibattito, le conclusioni saranno affidate alla Dott.ssa For. Sabrina Diamanti, Presidente Nazionale Conaf.

Il convegno gode del patrocinio del Comune di Taranto, Provincia di Taranto, Conaf (Consiglio dell'Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali), Fodaf Puglia (Federazione regionale degli ordini dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Puglia) e Anve (Associazione Nazionale Vivaisti Esportatori).
La partecipazione al convegno è gratuita e ai partecipanti saranno riconosciuti i CFP; segreteria organizzativa e info: Dott.ssa Agr. Marcella Candelli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Published in Cronaca

Rispetto alla raccolta d’Italia e della Puglia

Una vendemmia in controtendenza per il Primitivo di Manduria: qualità mantenuta, quantità in diminuzione e tenuta dei prezzi.

A un mese e mezzo dalla fine della vendemmia nella zona del Primitivo di Manduria doc, pur non avendo ancora i dati definitivi, il Consorzio di Tutela traccia le prime conclusioni.
“A differenza infatti dal resto d’Italia e della Puglia, la vendemmia 2018 per il Salento in generale, e in particolare per il Primitivo di Manduria ha mostrato una flessione quantitativa. – afferma Roberto Erario, Presidente del Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria - Nonostante un'annata difficile dovuta alle grandinate che hanno colpito solo alcune delle zone della nostra areale, la nostra doc rimane forte nel mercato con un valore crescente. Questo grazie anche ai produttori che hanno privilegiato le basse rese anche di fronte ai cali quantitativi. I mercati mondiali, quelli orientali in testa, amano i nostri vini e cominciano a pretendere certificazione di qualità e sostenibilità”.
I primi dati sulla vinificazione per il Primitivo di Manduria confermano una diminuzione delle rese dal 70% al 55% per una maggior presenza di grappoli appassiti in vigna e i costi delle uve invariati rispetto alla precedente annata.
Gli assaggi in cantina evidenziano prodotti interessanti, con una buona forza acida e notevole corredo aromatico, e nonostante il maltempo, la vendemmia 2018 svela potenzialità inaspettate e, sostanzialmente, si conclude con un bilancio positivo.

Published in Cronaca

Petrarulo conferma la sua ideologia di uomo politico di centro sinistra e invita alla coerenza ideologica sana e costruttiva.

Sono un uomo di centro sinistra, deluso non per il risultato quanto per l’atteggiamento assunto dal centro sinistra stesso in occasione dell’elezione del presidente della Provincia. In questo momento non voglio esprimermi sui candidati né sul vincitore, al quale faccio i miei migliori auguri. Io ero all’opposizione con Tamburrano e all’opposizione rimarrò fino a gennaio. Qualora dovessi essere confermato, manterrò, coerentemente al mio pensiero politico, la mia posizione. La mia sarà sempre e comunque un’opposizione costruttiva, garantendo la mia credibilità all’interno del Consiglio Provinciale. I proclami e le dichiarazioni di guerra a poco servono in questo momento storico, come dimostrato dalle tante promesse ormai disattese dal Governo nazionale che vede proprio il territorio pugliese vittima di false promesse pre-elettorali. Ero e sarò fino a quando farò politica al servizio di un unico padrone:“il cittadino”. Un’autocritica credo sia doverosa da parte di tutto il centro sinistra senza scuse e senza drammi, bisogna saper dire tutti insieme “Abbiamo sbagliato”. Ora però si deve, senza perdere tempo, avere la capacità di scegliere i dirigenti che comporranno il centro sinistra che siano capaci di fare politica, capaci di assumersi le responsabilità dei propri errori e se è vero, come credo da sempre, che i partiti devono rappresentare nella loro organizzazione i cittadini con i loro bisogni e le loro necessità, si deve avere la capacità di fare autocritica mettendo da parte gli interessi personali che denotano solo attaccamento alle poltrone. 

Vorrei si cominciasse subito un momento di confronto politico fatto di contenuti e non di contenitori che poi spesso rimangono vuoti. Tanto c’è da fare, se esiste ancora un centro sinistra, deve trovare la forza di alzarsi e ricominciare un cammino riformista. ILVA, discariche, aeroporto e sanità sono le priorità come anche scuola e infrastrutture necessitano di attenzioni che portino a una ricostruzione del territorio tarantino. Umilmente resto a disposizione di qualsiasi confronto o discussione che punti agli obiettivi sopra descritti.

 

Published in Politica

Secondo le stime dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, 15 milioni di bambini l'anno nascono prematuri e 1 milione di bambini muoiono a causa di questo fatto mentre alcuni di quelli che sopravvivono presentano danni permanenti, quali paralisi celebrale, perdita della vista e dell'udito e disabilità cognitive.
In Italia, ogni anno, sono circa 32mila i neonati pre-termine. Si tratta di bambini venuti al mondo prima della 37esima settimana di gestazione o a termine ma di basso peso che, fin dai primi istanti di vita, hanno bisogno di terapie intensive neonatali specifiche per le loro esigenze, soprattutto quelli più piccoli, chiamati “molto pretermine” o “estremamente pretermine” (rispettivamente sotto le 32 o le 28 settimane di gestazione), che risultano i più problematici.
Nel nostro Paese come in 60 nazioni del mondo si celebrerà sabato 17 l’ottava «Giornata mondiale del neonato pretermine». Un evento che quest’anno è dedicato all’impatto - positivo e negativo - dell’ambiente della Terapia Intensiva Neonatale sul benessere non solo dei neonati, ma anche delle famiglie e degli operatori ospedalieri.
A Taranto la giornata seguirà il seguente programma: sabato 17 dalle ore 10.30 alle 19 presso l’Ospedale SS. Annunziata nel reparto di Terapia Intensiva Neonatale l’Associazione “Delfini e Neonati A. De Cataldo onlus” incontrerà le famiglie dei piccoli prematuri per condividere, ascoltare e sostenere.
Domenica 18 novembre, invece, in via Berardi angolo piazza Immacolata, dalle 10.30 alle 13.00, sarà presente il Circo Laboratorio Nomade con attività ludico e ricreative e laboratori aperti a tutta la cittadinanza.
Infine già dallo scorso 12 novembre, e fino a domenica, 18 Taranto, come altre città italiane, celebra la “Giornata della Prematurità” illuminando di viola, nelle luci notturne il Palazzo di Città.
“Io e il mio gruppo della Terapia Intensiva Neonatale - dichiara il dott. Oronzo Forleo, Direttore della Terapia Intensiva e Patologia Neonatale Ospedale di Taranto – siamo lieti che il Comune abbia aderito alla nostra iniziativa nell’illuminare di viola il nostro Palazzo di Città.
Il viola, che insieme al 17 Novembre sono i simboli della Prematurità in tutto il mondo, è la “coniunctio oppositorum”, il ricongiungimento degli opposti, un colore fra l’umano e il divino, l’unione di due nature (come osservava Jung) e quasi simbolicamente a rappresentare il dualismo fra sacralità e qualità della vita, il dualismo fra morte e rinascita”.
“E ancora – continua Forleo - il neonato pretermine sottolinea l’importanza della nascita nella nostra Nazione che ha registrato, nel 2017, l’indice di natalità più basso della sua storia: 464 mila nuovi nati a fronte di un numero assai superiore di connazionali deceduti. Sono statistiche che devono farci riflettere sul nostro prossimo futuro e sull’investimento che la stessa politica deve avere per una reale programmazione dei bisogni futuri. Come neonatologi siamo orgogliosi di avere un tasso di mortalità neonatale bassissimo che si aggira sul 2 per mille a fronte del 4 per mille di mortalità espresso dagli Stati Uniti. Dobbiamo però anche sottolineare come siano reali ancora le diseguaglianze di cure della nostra Nazione con un gap di mortalità che ancora sfavorisce in nostro sud rispetto al nord. Il mio patto di onore, che sottoscrivo insieme a tutti i miei validi collaboratori, è quello di impegnarci a ridurre questo gap perchè questo chiedono i nostri neonati e questo chiede la nostra città che meriterebbe tutta di essere colorata di viola.
“Anche la nostra città - conclude il dottor Forleo - sembra essere in realtà diventata viola per un terribile dualismo, o forse paradosso, fra la sua bellezza e l’incuria che invece ha subito in tanti, troppi anni. Il mio abbraccio va ai tanti prematuri che ho avuto la fortuna di conoscere e a tutte le famiglie che ci hanno onorato della loro vicinanza”

Published in Sanità

La Fondazione Basso e l’Associazione Antigone presentano mercoledì 21 novembre, alle ore 17, presso la sede della Fondazione, in via della Dogana Vecchia 5, a Roma, il libro "L’utopia concreta del diritto penale."Saggio sul pensiero di Alessandro Baratta di Salvatore Savoia, dottore di ricerca all’Università del Salento e Visiting Scientist Max Planck Institute for Foreign and International Criminal Law (Freiburg i. Br.).
Il libro ricostruisce il pensiero penalistico di Alessandro Baratta, che, a partire dagli anni Settanta del Novecento, ha sviluppato in Italia una ancora attuale riflessione sulla reale ed effettiva funzione del carcere: quella di radicare e consolidare carriere criminali. In Italia, quello di Savoia, è il primo lavoro monografico sul pensiero di Baratta. Un pensiero noto e conosciuto in America Latina, in Spagna e in Germania, ma poco studiato in Italia. A partire dalla metà del secolo scorso, al termine cioè della seconda guerra mondiale, Alessandro Baratta costruisce la sua filosofia critica del diritto penale e la sua criminologia critica a partire dall’uomo considerato nella storicità della sua esistenza materiale. Nella sua opera egli ridefinisce gli spazi della penalità, svela il carattere della selettività del diritto e costruisce un diritto penale che possa liberare coloro sui quali fissa il suo interesse: i detenuti, i migranti, gli emarginati. L’idea di un diritto penale altro è la grande utopia di Baratta: una utopia concreta che rivela il fascino di un pensiero che si impone con grandiosa attualità.
Dopo l’introduzione del dott. Patrizio Gonnella, presidente dell’Associazione Antigone, la presentazione del libro sarà curata dal Professore Emerito Pio Marconi (Università La Sapienza di Roma), allievo di Baratta, e dal Professor Stefano Anastasia (Università degli Studi di Perugia). Le conclusioni saranno affidate all’autore.

Published in Cultura

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk