Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Martedì, 04 Dicembre 2018

Venerdì 7 dicembre alle ore 11.30 sarà presentato a Taranto il nuovo libro di Tiziana Rocca “Il Segreto del mio Successo - come costruire una comunicazione vincente”. L’autrice dialogherà con Antonio Azzalini direttore di Telenorba. L’appuntamento è presso la Sun Film Academy – la scuola di alta formazione specializzata nello studio delle arti e professioni del cinema di Sun Film Group in viale Virgilio 35.

Napoletana di nascita e romana d’adozione, Tiziana Rocca, è imprenditrice di grandi eventi e titolare della TRC Tiziana Rocca Comunicazione, società specializzata nell’ideazione e organizzazione di eventi tra le più quotate in Italia.
Il libro, edito da Sperling & Kupfer, svela il segreto di come si costruisce un evento a partire da una comunicazione di successo. Gli eventi sono oggi lo strumento più efficace e creativo per promuovere un marchio e, insieme ai social media, rappresentano la forma più nuova di comunicazione. Se un prodotto viene presentato direttamente al pubblico in una serata piacevolmente animata, in cui si può assistere a una performance insolita, sarà difficile dimenticarlo e i valori del brand verranno assorbiti e diffusi in modo facile e naturale. Ma come distinguersi fra tante proposte, come costruire un evento originale che trasmetta la giusta immagine di un brand, un prodotto, un personaggio, un’impresa? Tiziana Rocca, la più nota organizzatrice e produttrice italiana di eventi spiega – “in questo libro ricco di esempi, casi, suggerimenti pratici - le regole, le strategie, i segreti di una comunicazione vincente, elaborati in venticinque anni di esperienza. E svela a chi desidera avvicinarsi a questo mondo la ricetta infallibile per raggiungere i propri obiettivi: coltivare la passione, accettare le sfide, imparare a pensare in grande. Perché anche nei periodi difficili, quando le risorse sono scarse, le buone idee portano al successo.".

 

Published in Cultura

Il 7 dicembre, alle ore 11.00, presso la Direzione Generale dell’ASL Taranto, in Viale Virgilio 31 a Taranto, si terrà una conferenza stampa in cui il Direttore Generale dell’ASL Taranto, Avv. Stefano Rossi, e il Sindaco di Ginosa, Dott. Vito Parisi, presenteranno un protocollo con cui il Comune di Ginosa cede in comodato d’uso all’ASL di Taranto l’ex Pretura, un edificio sito in Via Poggio n. 3 a Ginosa, perché vi abbia sede il Centro Polivalente Territoriale (CPT). L'immobile è stato individuato dal Comune di Ginosa per ospitare il CPT beneficiando di uno specifico finanziamento mirato individuato dall'ASL nell’ambito dei fondi comunitari di cui al P.O. FESR 2014-2010 azione 9.12.
Presso la struttura, che ospiterà anche la nuova sede del Comando della Polizia Municipale, saranno collocati diversi servizi sociosanitari territoriali, tra i quali la Porta Unica d’Accesso, la Mensa Sociale, nonché alcune associazioni.

Published in Sanità

Dopo un iter durato anni, viene approvato il regolamento che introduce il SISTE. Scagliusi (M5S): “Semplificazione e sburocratizzazione per un settore che ne ha bisogno”


Nel Consiglio dei Ministri, tenutosi mercoledì scorso è stato approvato un regolamento, da attuarsi mediante decreto del Presidente della Repubblica, che introduce nuove norme per l’attuazione del sistema telematico centrale della nautica da diporto. Il testo regolamenta le modalità di attuazione del SISTE, scandendo i vari passaggi che porteranno all’informatizzazione dei registri di iscrizione delle unità da diporto e alla digitalizzazione del rilascio dei documenti di navigazione.
“L’Italia e ovviamente la stessa Puglia hanno le caratteristiche ideali per lo sviluppo della nautica da diporto – dichiara il capogruppo 5 Stelle della Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni alla Camera, il pugliese Emanuele Scagliusi – L’introduzione di procedure più semplici e più snelle può dare ulteriore slancio a questo settore. Come riportato da ‘Diporto Nautico in Italia - Anno 2017’, pubblicazione realizzata ogni anno dall’Ufficio statistica del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con il contributo del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, degli Uffici Marittimi, degli Uffici della Motorizzazione Civile e delle Autorità Portuali, al 31 dicembre 2017 risultano iscritte negli uffici marittimi periferici 74.423 unità da diporto, oltre alle circa 23 mila unità registrate presso gli Uffici provinciali della Motorizzazione civile. Un settore in crescita che ha visto nel 2017 in Italia un aumento del totale dei posti barca rispetto all'anno precedente, a conferma del trend positivo registratosi dal 2014. In Puglia – prosegue Scagliusi (M5S) –, si è passati dalle 3.011 unità da diporto iscritte negli uffici marittimi periferici del 2011 alle 2844 unità del 2016 per arrivare alle 2.812 al 31.12.2017 con un calo pressoché costante negli ultimi sei anni. La semplificazione dei processi non può che essere di aiuto per l’itero distretto produttivo della nautica da diporto, anche attraverso la nascita di sinergie tra pubblico e privato”.
Il testo prevede, inoltre, la devoluzione delle competenze di conservatoria a un’unica autorità centrale competente su tutto il territorio nazionale, e l’istituzione di sportelli telematici del diportista (Sted) – vere e proprie agenzie dislocate su tutto il territorio nazionale.
“Con un collegamento telematico con la banca dati centrale – continua il deputato pugliese Scagliusi (M5S) – si potranno gestire tutte le operazioni di iscrizione e cancellazione delle unità da diporto nei relativi registri e il rilascio dei documenti di navigazione, al servizio degli utenti. Pure i contratti di assicurazione saranno gestiti telematicamente con l’Archivio telematico centrale delle unità da diporto del Dipartimento per i trasporti, la navigazione, gli affari generali ed il personale del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti (ATCN). Con il Governo del Cambiamento stiamo andando verso la digitalizzazione in tutti i settori per sfruttare tutte le opportunità che le nuove tecnologie ci offrono e per semplificare la vita di cittadini e imprese. Per il settore della nautica da diporto finalmente è in arrivo un taglio netto alla burocrazia”.

Published in Politica

Grazie ai colleghi per l’ok a mio emendamento».
“L’ Aula che oggi ha stroncato sul nascere l’agenzia regionale per la Xylella, non solo ha impartito una sonora lezione ad Emiliano, famelicamente impegnato a moltiplicare poltrone e incarichi. Ma ha anche fatto da argine al dilagare della spesa pubblica regionale, ormai fuori controllo per il proliferare, fin qui incontrastato, di Agenzie inutili.
Il mio emendamento, approvato con voto segreto dall’Aula, ha messo una pietra tombale su Arxia, cancellando l’articolo di legge (11 della legge nr.4 del 2017) fondativo dell’Agenzia, che oggi Emiliano era pronto a far salpare”.
Lo dichiara Francesca Franzoso, consigliere regionale di Forza italia, ideatore dell’emendamento che ha mandato sotto in aula la maggioranza di Emiliano e stoppato l’istituzione di Arxia.
“Non nascondo la profonda soddisfazione - prosegue Franzoso - per un voto che ha compattato l’opposizione e ottenuto la convergenza di pezzi della maggioranza. Un voto di responsabilità politica. Anzi, di più. Un muro istituzionale, che ha evitato l’ennesimo sfregio: lo sperpero di una montagna di denaro pubblico pronto a perdersi, per anni, tra gli stipendi d’oro dei vari presidenti, direttori, revisori dei conti e personale dell’Agenzia. Nulla a che vedere con il contrasto alla Xylella, per cui sono già in campo Arif e Servizio fitosanitario regionale».

Published in Politica

Il Sindaco Melucci, l’Assessore Occhinegro ed il Presidente della Cat Di Gregorio, insieme ad i tecnici della Direzione Urbanistica hanno discusso degli ultimi passaggi previsti per l’adozione del Dpp di Taranto.

Il 21 dicembre, d’intesa con l’Assessore regionale al ramo Alfonso Pisicchio ed alla presenza degli Uffici tecnici regionali, si svolgerà la prima conferenza di co-pianificazione prevista dalla norma, a valle dei numerosi processi partecipativi sin qui esperiti sul territorio ionico.

“Tra le molteplici e complesse implicazioni pratiche affrontate - fa sapere il Sindaco Melucci - abbiamo potuto sciogliere gli ultimi nodi rispetto agli studi in materia di rischi idrogeologici delle Tre Terre e di Lido Azzurro, rispetto all’adozione del Piru delle stesse Tre Terre ed alle vicende connesse alla disordinata edificabilità che in passato ha interessato le nostre periferie, che oggi va compensata con servizi ai residenti e spazi verdi pubblici, nonché rispetto alla razionalizzazione delle isole amministrative e della situazione che interessa Viale del Tramonto”.

Unitamente alla variante al Piano Regolatore del Porto ed alle semplificazioni che si stanno portando avanti a beneficio degli operatori del settore, il Sindaco Melucci intende chiudere positivamente un periodo di risultati che mediamente arrivano in Comuni della grandezza e della complessità di Taranto soltanto nell’arco di molti anni.

E per accrescere il coinvolgimento delle eccellenze professionali ioniche e rendere disponibile in tempi altrettanto ristretti un interessante parco progetti, l’Amministrazione comunale sta studiando l’opportunità di convenzioni sia con l’Ordine degli Architetti che con l’Ordine degli Ingegneri di Taranto, che si aggiungono dopo pochi giorni ad un analoga piattaforma già varata con Ance Taranto.

Published in Taranto&provincia

Il 14, 15 e 16 dicembre l’amministrazione comunale di Taranto regalerà ai cittadini un nuovo emozionante videomapping sulla facciata del Castello Aragonese.

Dal canale navigabile sarà possibile assistere ad una vera e propria storia che, raccontata da Babbo Natale in persona, partirà dall’emozione che si legge negli occhi dei bambini davanti al regalo tanto desiderato per poi sottolineare, con suggestive immagini accompagnate da meravigliose musiche natalizie inedite, l’importanza degli affetti che ci circondano e che, in occasione del Natale, vengono consolidati ed esaltati.

“Se il videomapping prodotto in occasione del Trofeo del Mare è stato emozionante - afferma l’assessore alla cultura Fabiano Marti - questo lo sarà ancora di più, perché sarà rivolto ai bambini e a tutti coloro che sanno ancora emozionarsi e commuoversi”.

Published in Taranto&provincia

La Giunta Melucci ha recentemente approvato i progetti per la realizzazione dei nuovi impianti di illuminazione all’intersezione tra via Mediterraneo e viale Unità d’Italia e sulla rotatoria in via Consiglio.

Si tratta del primo intervento previsto dalla corposa programmazione che investirà tutta la rete cittadina nei prossimi tre anni, con una previsione di spesa che sfiora i 6 milioni di euro. Per gli interventi citati sono stati stanziati 246.300 euro (rispettivamente 169.700 per il primo e 76.600 per il secondo), già appostati in bilancio con il piano triennale delle opere pubbliche 2018/2020, insieme a circa altri 300.000 euro che serviranno a realizzare analoghi interventi nei quartieri Paolo VI e Talsano (la Giunta ne licenzierà i progetti la prossima settimana).

Con le economie di gara, inoltre, si inizierà a lavorare sugli impianti di Lama, dove in ogni caso sono previsti interventi per circa 1,5 milioni di euro (zona Tramontone e zona Battaglia) con il prossimo piano triennale.
Tra manutenzione ordinaria e straordinaria dell’intera rete di illuminazione pubblica, tuttavia, il Comune ha previsto un investimento in tre anni di 4,5 milioni di euro, che dovrebbe sincronizzarsi con l’ipotesi di affidarne la gestione a un soggetto esterno in regime di partenariato pubblico privato.

«Il tema della programmazione, per l’Amministrazione Melucci, non è argomento di discussione fine a se stessa – ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici Massimiliano Motolese –, è azione concreta, sono atti che produciamo ogni giorno nel tentativo di offrire alla nostra città uno sviluppo armonico. Una rete di illuminazione pubblica efficiente non offre semplicemente più luce, è anche garanzia di sicurezza, per pedoni e automobilisti, condizione per l’insediamento di nuove attività e risparmi sulla bolletta energetica, grazie all’installazione di corpi illuminanti con tecnologia LED».

Published in Taranto&provincia

Da  luglio 2019 saranno due le frequenze settimanali. Tiziano Onesti, Presidente Aeroporti di Puglia: “puntiamo a rafforzare l’offerta di voli internazionali sui nostri aeroporti”.

Bari  – Aeroporti di Puglia comunica che, dal 1° luglio 2019, la compagnia spagnola Iberia Express avvierà un proprio collegamento tra Bari e Madrid. Il volo, attivo sino al prossimo 13 settembre, sarà operato ogni lunedì e venerdì.

Il Presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti, commentando l’annuncio della nuova rotta, sottolinea che “questo volo arricchisce il network di destinazioni internazionali collegate alla Puglia, nel quadro di una strategia, che, da un lato, punta a incrementare le connessioni offerte e, dall’altro, mira a far crescere, per numero e qualità, le compagnie attive negli aeroporti della nostra Società: con Iberia Express, infatti, si rafforza la presenza del gruppo IAG holding, già operante su Bari e Brindisi con British Airways e Vueling. Un’offerta così articolata – prosegue Tiziano Onesti – permette di sviluppare il mercato e di intercettare diversi segmenti di traffico; inoltre, l’avvio di questo volo favorisce una migliore accessibilità ai maggiori snodi intercontinentali europei. La capitale spagnola, infatti, oltre a essere l’hub della compagnia iberica, è uno dei principali punti di collegamento in prosecuzione con il Centro e Sud America, mercato sul quale il vettore Iberia è uno dei più importanti player. Peraltro, la scelta di operare i voli verso Madrid ogni lunedì e venerdì può rappresentare un’interessante opportunità per attrarre quanti – anche dalla Spagna – vorranno trascorrere un soggiorno all’insegna dell’arte e della cultura, nonché di una eccellente offerta enogastronomica”.

Per Thomas Weimann, Head of network, Scheduling & slots di Iberia Express, “questa nuova rotta dimostra l’attenzione di Iberia express al mercato italiano ed è un atto di fiducia nei confronti della Puglia. Ci auguriamo che sempre più turisti spagnoli possano godere delle attrazioni che Bari e questa parte della costa italiana hanno da offrire. In aggiunta, questo nuovo servizio fornirà più possibilità per i pugliesi che vogliono volare a Madrid, ma anche di collegarsi con più di 130 destinazioni che il gruppo Iberia offre attraverso questo hub.

Published in Cronaca

Agricoltori e Istituzioni insieme per realizzare un grande progetto di manutenzione infrastrutturale del territorio italiano ma anche per affrontare altre ed impellenti problematiche che attanagliano il mondo agricolo, come ad esempio il problema legato ai danni da fauna selvatica.


È stata una grande assemblea nazionale quella della CIA – Agricoltori Italiani sul tema “Agricoltori Italiani: il Paese che vogliamo. Territorio, infrastrutture, innovazione", indetta dal presidente nazionale Dino Scanavino e svoltasi l’altro ieri a Roma con la presenza tra gli altri del Ministro delle Politiche Agricole Gian Marco Centinaio, alla quale ha partecipato una folta delegazione di agricoltori (arrivati nella capitale in pullman) delle province di Taranto e Brindisi.
Insieme alla delegazione della provincia CIA Due Mari vi erano anche i rappresentanti di tre Amministrazioni comunali del territorio con tanto di fascia tricolore – il sindaco di Cellino San Marco, Tonino De Luca, il presidente del Consiglio Comunale di Avetrana, Giovanna Greco, il consigliere comunale di Castellaneta delegato al Turismo, Roberto Tanzarella- a dimostrazione di quanto le tematiche discusse in assemblea siano attenzionate e importanti anche per i Comuni, primo presidio istituzionale del territorio, costretti a fare i conti con problemi di dissesto idrogeologico e con calamità naturali, ormai all’ordine del giorno che provocano danni per milioni di euro sia a infrastrutture pubbliche che private oltre che alle produzioni agricole.
Sono stati numerosi i Comuni delle province di Taranto e Brindisi che hanno approvato l’Ordine del giorno proposto a livello nazionale dalla CIA ha evidenziato il direttore della CIA Due Mari Vito Rubino.
Un Ordine del Giorno - proposto ed approvato dai Comuni di Avetrana, Castellaneta, Massafra, Maruggio, Martina Franca (in provincia di Taranto) e da Cellino San Marco, Ostuni, Fasano, Cisternino (in provincia di Brindisi) - prevede la definizione di un progetto di manutenzione infrastrutturale del territorio nazionale, non più procrastinabile. Parte dalla constatazione che i territori italiani sono sempre più colpiti da fenomeni di erosione, frane ed alluvioni: si stima che l’8% del territorio nazionale e 6 milioni di residenti siano esposti ad alto rischio idrogeologico e che i comuni interessati da questi fenomeni siano oltre l’80% del totale. Le conseguenze derivanti dai fenomeni evidenziati si accentuano nelle aree interne e rurali del Paese, sempre più a rischio abbandono. Una gestione efficace dell’immigrazione può rappresentare un’opportunità per invertire la rotta. CIA Agricoltori Italiani elenca una serie di obiettivi strategici e sistematizza le iniziative da attuare: politiche e interventi orientati al governo del territorio (dalla prevenzione dei disastri ambientali, al mantenimento della biodiversità, fino alle politiche di gestione del suolo e alle azioni per la riduzione del gap infrastrutturale); azioni che possano favorire e sviluppare politiche di filiera a forte vocazione territoriale, favorendo processi di innovazione sostenibile, anche sociale; nuove e più incisive politiche di gestione della fauna selvatica (lupi, cinghiali, storni); un rinnovato protagonismo degli Enti locali sul fronte della Politica agricola comune; specifiche politiche d’integrazione all’interno delle aree interne del Paese al fine di favorire processi di ricambio generazionale e salvaguardare l’assetto socio-economico dei territori rurali.
Per la definizione del progetto richiamato e per il raggiungimento dei suoi specifici obiettivi, i Comuni e tutti gli altri Enti locali rappresentano il primo e più strategico riferimento istituzionale –hanno ribadito il Presidente e il Vicepresidente CIA Due Mari Pietro De Padova e Giannicola D’Amico e, per tali ragioni, sono chiamati a svolgere un ruolo da protagonisti.
Nei prossimi giorni altri comuni del Tarantino e del Brindisino (a Laterza, Lizzano, Ceglie Messapica e San Vito dei Normanni se ne discuterà nel consiglio comunale già convocato per dicembre) discuteranno tale Ordine del Giorno nelle loro assise comunali.

 

 

 

 

Published in Cronaca

"Qui il capocollo è dolce e affumicato leggermente, assomiglia al culatello di Parma e al prosciutto delle Ardenne: questo per dare l'idea, perché è un'altra cosa" (Cesare Brandi, 1968)

 Un omaggio al prodotto simbolo di Martina Franca, il capocollo, che sarà esaltato nelle declinazioni delle proposte gastronomiche, tra tradizione ed innovazione culinaria. Si svolgerà l'8 e il 9 dicembre, nella città della Valle d'Itria, "Eccellente! Il capocollo di Martina Franca come non lo avete mai assaggiato". La manifestazione, il cui obiettivo è promuovere e valorizzare il capocollo quale prodotto tipico del territorio, è organizzata dall'associazione Extravaganza con la compartecipazione del Comune di Martina Franca (assessorato comunale alle attività produttive). Dalle ore 12 alle ore 24, sabato e domenica prossimi, in piazza XX Settembre, nel centro di Martina Franca, il capocollo sarà il protagonista della rassegna, che metterà insieme l'estro e la sapienza degli chef con la storia gastronomica regionale e l'esperienza dei produttori.

Un'anteprima destinata ai giornalisti e agli esperti si svolgerà giovedì mattina, 6 dicembre, a far tempo dalle ore 10.30. Sarà una conferenza stampa in un'inedita veste 'itinerante', nei luoghi di produzione e trasformazione del capocollo. Si comincia con la tappa nell'azienda agricola Giuseppe Caroli, nella masseria Pezze Mammarelle (contrada Pezze Mammarelle, Martina Franca), dove, in maniera esclusiva, si alleva, in modo estensivo, la razza suina nera autoctona. Si proseguirà con la visita nell'impianto di produzione del capocollo di Martina Franca, nel salumificio "Salumi Martina Franca" (via Vecchia Ceglie zona L numero 5). Una delegazione di giornalisti si muoverà, con gli organizzatori, alle ore 10 da piazza XX settembre (per informazioni: tel. 339 3927372).

Sabato mattina, 8 dicembre, alle ore 11, prima dell'inaugurazione di "Eccellente! Il capocollo di Martina Franca come non lo avete mai assaggiato", l'esperto Giuseppe Barretta terrà un laboratorio di degustazione in piazza XX settembre. Alle ore 12, si avvierà la rassegna, che comprende varie proposte gastronomiche, in cui il capocollo sposerà le cucine regionali, i primi piatti e i finger food.
Tra le portate principali, si potranno assaggiare le orecchiette con broccoletti e capocollo dello chef Gianfranco Palmisano del ristorante Gaonas di Martina Franca o il tortello ripieno di patate e capocollo, con riduzione di vino primitivo di Manduria, dello chef Cosimo Guarino del ristorante Four Seasons di Martina Franca.
Sarà possibile degustare il classico piatto con capocollo affettato e formaggio canestrato pugliese, oppure il tagliere di capocollo con bocconcini di mozzarella di bufala campana.

Infine, il capocollo sarà un accompagnamento prelibato e raffinato per i prodotti da forno della tradizione del centro-Sud Italia: la cazzatedda di Ceglie Messapica, la strazzata lucana e la pinsa romana. Gustoso ed invitante sarà anche il panzerotto fritto con il ripieno di mozzarella e capocollo.
Ad accompagnare le pietanze, sarà possibile assaggiare una selezione di vini di cantine Miali di Martina Franca. "Latteria del Ringo", inoltre (nella sua sede in via Vittorio Emanuele 65-68, a Martina Franca), proporrà 'l'aperitivo martinese' con capocollo.

Allo slogan di #occupycapocollo, infine, risponderanno, in un "flash mob del capocollo", le maggiori piazze italiane, a Roma (piazza Navona), Padova, Milano, Pescara e Torino. I giovani dell'associazione organizzatrice offriranno, ai passanti e ai turisti, i panini con il capocollo: un modo originale per promuovere questo prodotto tipico al di fuori della Valle d'Itria.

Published in Cronaca
Pagina 1 di 2

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk