Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Giovedì, 06 Dicembre 2018

La RSA “Nuova Luce” di Torricella, in collaborazione con l'Associazione Culturale "Padre Raffaele Manco" e con il patrocinio del Comune di Torricella, organizza, in occasione del periodo natalizio, una mostra di presepi realizzati da alcuni artisti locali.


Le opere d'arte potranno essere ammirate a partire da giorno 12/12/2018 fino al giorno 07/01/2019 presso la RSA di Torricella, ubicata in via M. Bellisario, s.n.c.
Mission dell'iniziativa, sostenuta dal Sindaco di Torricella, Michele Schifone, e dal Sig. Domenico Lombardi, che presta attività di volontariato presso la RSA, è offrire ai nostri pazienti un’occasione di integrazione con il territorio.
Il progetto "NATALE IN ARTE" prevedrà, inoltre, l'esposizione di alcuni manufatti in legno ed in cartapesta realizzati dagli ospiti della struttura all'interno dei percorsi di terapia occupazionale.


 

Published in Arte

ReD e ReI. La CGIL sollecita il Comune di Taranto. La risposta del Sindaco Melucci: “Esamineremo il caso.  Da gennaio in funzione uno sportello dedicato”

Il Reddito di Inclusione (ReI) è come il Reddito di Dignità (ReD), una misura di contrasto alla povertà. Requisiti e normative di emanazione nazionale e regionale (per il ReD) chiariscono chi ne ha diritto e con quali modalità ottenere il sostegno.
Dall’osservatorio privilegiato del CAAF CGIL e dello Sportello Orientamento al Lavoro della stessa organizzazione sindacale arrivano però informazioni che rendono lo strumento destinato a categorie deboli o fragili di cittadini tutt’altro che facile da ottenere.
Si tratta di un sistema che non tiene conto della frustrazione di un rifiuto dopo una pratica istruttoria spesso lunga e irta di difficoltà – spiega Antonella Candito, operatrice CGIL che si occupa delle domande in questione – e che al terminale dei centri abilitati alla presentazione delle richieste suona di ancora più difficile gestione perché a noi non compare la ragione del rifiuto e siamo, pertanto, costretti a mandare nuovamente i cittadini all’INPS a chiedere udienza e risposte.
Ma la trafila a volte è ancora più umiliante quando le ragioni del no, come nel caso della signora Donata M., sono addebitabili ad un difetto di comunicazione tra il Comune e l’INPS.
La signora Donata M., infatti, si è vista rifiutare la sua richiesta di Reddito di Inclusione per un difetto di documentazione anagrafica legato ad un certificato di residenza.
La signora proveniente da Martina Franca, risiede ormai da due anni nel Comune di Taranto, ma malgrado il certificato storico evidenzi questo cambio di residenza, all’INPS continua a risultare una documentazione erronea.
Basterebbe che il Comune di Taranto inviasse una mail di rettifica all’INPS, ma l’accesso agli uffici dei Servizi Sociali del comune capoluogo risulta quasi impossibile. Nessuna possibilità di colloquio diretto o telefonico che pure basterebbe per chiarire il tutto e consentire alla signora Donata di ricevere quanto le spetta.
La CGIL pertanto accogliendo l’appello della signora Donata ha interpellato direttamente il Sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, che ha dichiarato con tempestività quanto segue: “L’assessore al welfare Simona Scarpati provvederà ad esaminare direttamente il caso della signora D.M., ma si rappresenta, inoltre, che già dal prossimo mese di gennaio sarà istituito presso la direzione Servizi Sociali dell’ente uno specifico sportello dedicato alla ricezione dei cittadini per le pratiche ReD e ReI e per la risoluzione delle problematiche concernenti la gestione delle suddette pratiche per quanto attiene alla competenza dell’ente e ai rapporti con l’INPS”.

Published in Cronaca

ROMA - “Il Ministero dell’Ambiente ha risposto alla interrogazione presentata con il collega Vianello (M5S) in merito all’annosa vicenda della discarica di Torre Caprarica di Grottaglie, in cui avevamo chiesto un intervento per fare chiarezza e avviare tutte le dovute verifiche normative sull’impianto. Ebbene, il Governo ha confermato che le autorizzazioni per gli impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti attengono alle singole Regioni ma, nel caso pugliese, l’Amministrazione, con specifica legge, ha delegato tali competenze alle Province e alle Città metropolitane, le quali possono infatti rilasciare l’Autorizzazione Integrata Ambientale. Quindi per chi ancora aveva dubbi circa i veri responsabili del proliferare di discariche a cielo aperto nella provincia di Taranto, ora sa per certo che le responsabilità sono da attribuire alla classe politica che ha governato e governa sia a livello regionale che provinciale, da Florido a Tamburrano, da Vendola ad Emiliano.” Questo il commento deciso del deputato Gianpaolo Cassese (M5S), firmatario della interrogazione e tra i protagonisti delle mobilitazioni di protesta portate avanti nel corso degli anni dai cittadini di Grottaglie per impedire che venissero autorizzati impianti di discarica fortemente impattanti e nocivi per l’ambiente e la salute.

“A colpi di autorizzazioni di impianti – le ultime a Grottaglie, Statte, Massafra - un intero territorio è stato trasformato in una vera e propria pattumiera, sommerso da più di 1 milione di tonnellate di rifiuti, nella totale indifferenza di chi governava verso istanze e alle dure proteste provenienti dal mondo ambientalista e dai cittadini” attacca Cassese.

“Da parte nostra, insieme al Ministero, sarà massimo l’impegno per mantenere alta l'attenzione, in attesa di conoscere la decisione del Tar di Lecce circa l'eventuale annullamento della deliberazione dirigenziale provinciale 45/2018 che ha autorizzato il sopralzo della discarica di Grottaglie, nonostante i vari pareri sfavorevoli, compreso quello dell'ARPA” conclude.

Published in Politica

“Chi dimostra un minimo di obiettività nel giudicare sia il Piano regionale pugliese sulla gestione dei rifiuti che le numerose autorizzazioni provinciali rilasciate nel Tarantino sempre sul tema, non può non essere d’accordo sul fatto che vi sia un chiaro disegno perseguito da Regione e Provincia di Taranto a sfavore del capoluogo ionico.

Quando dico che Taranto è la discarica della Puglia sostengo il vero: stiamo parlando di 1,3 milioni di rifiuti urbani e speciali smaltiti, a fronte di un totale regionale di 1,5 milioni”.

Lo sostiene il deputato del Movimento 5 Stelle, Giovanni Vianello, che ha discusso in commissione Ambiente una interrogazione sulla discarica di Grottaglie.

“La responsabilità di tutto questo è da attribuire alla Regione Puglia e alla Provincia di Taranto, partendo da Vendola per finire a Emiliano a livello regionale, mentre provinciale con Florido prima e successivamente con Tamburrano”, sostengono i deputati Vianello e Cassese, quest’ultimo co-firmatario dell’atto al quale ha risposto il ministero dell’Ambiente.

 “Il Ministero ha confermato che le autorizzazioni per gli impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti attengono alle singole Regioni ma, nel caso pugliese, l’Amministrazione, con specifica legge, ha delegato tali competenze alle Province e alle Città metropolitane, le quali possono infatti rilasciare l’Autorizzazione Integrata Ambientale”, specificano i deputati che incalzano nel merito: “Nel caso di Taranto si traduce come una precisa volontà, condivisa tra Regione e Provincia, inaccettabile perché totalmente a sfavore di Taranto e della sua provincia che, solo nel 2018, con le autorizzazioni provinciali rilasciate per i siti di Grottaglie, Statte e Massafra, ha raggiunto il limite”.

“Noi, insieme al Ministero che lo ha specificato nella risposta alla nostra interrogazione, siamo in attesa di conoscere la decisione del Tar di Lecce circa l’eventuale annullamento della deliberazione dirigenziale provinciale 45/2018, che ha concluso il procedimento amministrativo VIA/AIA sul progetto della discarica grottagliese. Intanto continueremo a mantenere alta la nostra attenzione sul caso affiancati dal ministero dell’Ambiente”, concludono.

In particolare il deputato Vianello tiene a precisare: “Ho provveduto a richiedere al neo presidente della Provincia, Gugliotti, un incontro formale sul tema dei rifiuti nel Tarantino”.

Published in Politica
Giovedì, 06 Dicembre 2018 07:49

Taranto e l'Europa, un'occasione da non perdere

Il Comune di Taranto, dopo le note vicende di crisi politica, si appresta a vivere un momento di ripresa, caratterizzato dalla voglia di costruire reali opportunità di sviluppo economico, sociale e culturale. È infatti noto l’interesse che accomuna le parti politiche di maggioranza, ossia quello di provare a segnare un margine di differenza che consenta a Taranto di diventare città alternativa, di progresso e innovazione.

Come Partito Democratico, riteniamo sia necessario ragionare in tale ottica anche in relazione alle politiche e alle questioni europee. Le buone pratiche amministrative e sociali presenti in altre realtà d’Europa (frutto degli ampi dibattiti politici) sono infatti spesso oggetto di analisi, al fine di renderle pratiche aperte e da imitare: Taranto non può perdere questa occasione. Occorre quindi immaginare l’Unione europea come contenitore di concrete opportunità dal quale attingere il meglio a disposizione, così che la nostra città non resti indietro. Tutti costantemente parlano delle risorse che l’Europa mette in campo, con particolare riferimento ai bandi pubblicati dalla Commissione europea e ai quali l’attuale amministrazione ha più volte fatto riferimento (cosa molto positiva e lodevole). L’Unione europea è infatti un eccezionale luogo per mettere in pratica progetti, per provare a realizzare qualcosa che abbia un impatto positivo e che sia del tutto, o quasi, a costo zero. Riteniamo sia infatti utile che si continui a lavorare in tale ottica, cosicché il Comune di Taranto possa continuare a usufruire di queste risorse e progettare concreti modelli di sviluppo, di innovazione o, anche più semplicemente, di adeguamento delle condizioni esistenti.

Per fare ciò, serve che si riapra un costruttivo dibattito politico in materia, che superi personalismi e gossip e che si concentri sulla politica vera. Quando una città punta alla rinascita smette di lamentarsi e si rimbocca le maniche per lavorare seriamente; mette da parte le polemiche sterili, supera i pregiudizi e collabora con l’amministrazione con idee e progetti realizzabili, dimostrando che oltre interessi di parte esiste anche un interesse comune.

Published in Politica

Per la Puglia hanno partecipato Ciro Marseglia, responsabile comunicazione Puglia, e Pierdonato Costa, responsabile enti locali Puglia.

A margine dei temi nazionali che vedranno partecipe il partito, con la responsabile nazionale sanità del partito, dott.ssa Ninni Decembrino, si è affrontato il problema sanità in Puglia, alla luce della politica dei tagli trasversali attuati da Emiliano e l’emergenza che interessa il territorio ionico come conseguenza di essi.
Si è inoltre deciso di organizzare a Bari, per il prossimo gennaio un importante incontro con docenti universitari, personalità politiche ed esperti del settore, per lanciare la proposta di Energie per l’Italia in materie sanitarie in Puglia. Come già fatto nello scorso Lazio, con notevole successo.
Con la dott.ssa Decembrino si è inoltre parlato dell’Ospedale san Marco di Grottaglie e del suo declassamento a PTA. Dando così seguito all’incontro tenuto lo scorso 10 novembre tra il segretario nazionale di EPI, Stefano Parisi, ed il comitato pro San Marco, raccogliendo le sollecitazioni del presidente Milena Erario e del vice presidente Vitaliano Bruno. Si è così considerato dopo una attenta analisi delle ultime delibere varate dalla Giunta pugliese sul San Marco e sulla sua destinazione, di imbastire una azione a sostegno della salvaguardia dei servizi sanitari e sull’offerta per la salute della città delle ceramiche e del territorio circostante.

Published in Politica
Giovedì, 06 Dicembre 2018 07:37

A Pulsano si inaugura “Natale con Noi”

Ormai ci siamo: venerdì 7 dicembre, la vigilia della Festa dell’Immacolata Concezione, la comunità pulsanese, e non solo, potrà vivere il magico momento dell’arrivo di Babbo Natale, del Grinch e delle Elfe. 

A spalancare le porte del Castello De Falconibus sarà il Sindaco Francesco Lupoli, che alle ore 18.00 inaugurerà ufficialmente l’edizione 2018 dell’evento “Natale con Noi”, manifestazione patrocinata dal Comune di Pulsano.
Alle ore 17.30 della stessa giornata è prevista una golosa anteprima: i dieci bambini vincitori del “Golden Ticket” entreranno per primi, accolti da Willy, nella “Fabbrica del Cioccolato” dove potranno assaggiare tutto il cioccolato che vorranno!
L’evento “Natale con Noi” è organizzato dall’Associazione “Pulsano d’A mare”, in collaborazione con “Le Artigiane del Cuore”, che insieme saranno liete di accogliere grandi e piccini nella suggestiva atmosfera natalizia realizzata anche quest’anno a Pulsano.
Per l’evento “Natale con Noi”, infatti, in Piazza Castello saranno installati punti di ristoro enogastronomico con tante prelibatezze tipiche di questo periodo, come pettole, cioccolateria, vin brûlé e caldarroste, nonché stand di artigianato natalizio; in queste magiche serate, inoltre, ci sarà l’intrattenimento delle simpatiche mascotte dell’Associazione “Pulsano d’A mare”.
L’accesso alla Casa di Babbo Natale e alla Fabbrica del Cioccolato è totalmente gratuito (per informazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – cell 340 3057667) e saranno aperti al pubblico, dalle ore 18.00 alle ore 20.30, nelle giornate di 7, 8, 9, 15, 16, 22, 23 e 26 dicembre, nonché del 6 gennaio per l’Epifania.

 

Published in Taranto&provincia

L’evento è la prima anteprima della rassegna “La Notte dei Briganti” promossa da Sud in Movimento e in programma il 25 aprile 2019 alle Cave di Fantiano. Tema della tredicesima edizione “La Resistenza in tutte le sue forme”

La cucina popolare italiana, amata e imitata in tutto il mondo, sta morendo. Ma in tanti provano a salvarla. Daniele De Michele, conosciuto da anni col nome d’arte di Don Pasta, nel suo film racconta proprio l’incontro con quattro “villani” che parlano di agricoltura, pesca, allevamento, formaggi e cucina familiare. Quattro personaggi che nel loro fare quotidiano rappresentano la sintesi delle infinite “resistenze” e reticenze a adottare un modello gastronomico e culturale uguale in tutto il mondo. Quattro personaggi con le loro famiglie per poter verificare se la cucina italiana sia ancora un patrimonio vivo, se il passaggio di informazioni tra generazioni esiste ancora, se la cucina italiana così come l’abbiamo ereditata si salverà o scomparirà. Un viaggio in un mondo che sta scomparendo, quello dei prodotti “naturali”, fatti con le proprie mani, lontani dalla chimica industriale.

Ed è proprio la sua “forma di resistenza” che Daniele De Michele racconterà martedì 18 dicembre, alle ore 20.00, nello spazio “Piazza Viva” all’interno del mercato coperto in via delle Torri a Grottaglie.
L’evento infatti è la prima anteprima della tredicesima edizione de “La Notte dei Briganti” che, dopo un anno sabbatico, “ri-torna” alle origini della manifestazione (la prima edizione fu organizzata proprio nel mese di aprile alla Cave di Fantiano) il 25 aprile 2019 all’interno della Cave di Fantiano a Grottaglie.
Quest’anno il tema del festival è la “La Resistenza in tutte le sue forme”. Non un tema nostalgico ma una questione attuale. La Resistenza italiana racchiude in sé valori fondamentali come il rispetto del prossimo, la dignità sociale, le libertà di espressione, di religione, l’apertura verso le diversità. Argomenti che sono principi fondamentali della nostra Costituzione, figlia della resistenza, tuttora da raccontare e condividere a instancabile tutela delle nostre comunità, della democrazia e del Paese. Oggi i “nuovi” partigiani sono i giovani, le donne, gli imprenditori, gli operai, i liberi professionisti, i cittadini che lottano per mantenere la propria dignità. Resistere oggi significa combattere nuove forme di depauperamento, lottare per la salvaguardia del proprio territorio e contro la precarietà lavorativa. Combattere per una società che non abbia il timore della libertà di movimento dei popoli ma la consideri una ricchezza sociale e culturale.

Il programma della tredicesima edizione de’ “La Notte dei Briganti” 2019 proporrà una giornata all’aria aperta con attività dalla mattina adatte alle famiglie. Il pomeriggio sarà dedicato all’assemblea pubblica con ospiti nazionali ed internazionali che porteranno la loro esperienza di resistenza. Immancabile il mercatino dell’artigianato locale, le esposizioni degli artisti, gli stand delle associazioni politiche e di promozione sociale ed i concerti dal tardo pomeriggio.

 

Published in Cultura

L’incontro con il noto economista è organizzato dalla BCC San Marzano in collaborazione con il Libro Possibile presso l’Aula Magna del Dipartimento Jonico dell’Università in Via Duomo 259.

Venerdì 7 Dicembre ore 18.00 nella prestigiosa Aula Magna del Dipartimento Jonico dell'Università degli Studi di Bari a Taranto, la BCC San Marzano ospita l’incontro con l'autore Carlo Cottarelli in collaborazione con Il Libro Possibile, nell'ambito delle iniziative a sostegno dell'arte e della cultura.

Il celebre economista, partendo dal suo ultimo libro “I sette peccati capitali dell’economia italiana”, propone una lucida disamina della situazione economica del nostro paese. Evasione fiscale, corruzione, eccesso di burocrazia, lentezza della giustizia, crollo demografico, divario tra nord e sud, difficoltà a convivere con l’euro, sono questi i temi dell’incontro in cui l’ex commissario alla spending rewiew fornisce alcune chiavi di lettura per individuare alcuni segnali di ripresa. Un lavoro in linea con quanto svolto dall’Osservatorio sui conti pubblici italiani dell’Università Cattolica di Milano, diretto dallo stesso Cottarelli e nato per far fronte alla carenza informativa che c’è in Italia sui temi della spesa e della finanza pubblica.

"L’economia italiana è cresciuta poco negli ultimi vent’anni - spiega Cottarelli - Ha accelerato un po’ nel 2017, ma hanno accelerato anche tutti gli altri paesi. Se fosse una corsa ciclistica, sarebbe come rallegrarsi di andare più veloci senza accorgersi di avere iniziato un tratto in discesa. In realtà, anche in discesa il distacco dal gruppo sta aumentando".
Perché l’economia italiana non riesce a recuperare? Secondo l’autore esistono alcuni ostacoli molto ingombranti. Quali sono le loro cause? Ma, soprattutto, ci sono segnali di miglioramento e speranza per il futuro?
Dopo un’esperienza decennale da dirigente del Fondo monetario internazionale, Cottarelli torna in Italia e risponde a queste domande con un linguaggio semplice ma rigoroso. Dimostra che se i segnali positivi sono ancora parziali e moltissimo resta da fare, la precarietà che impedisce la nostra ripresa non è legata a un destino che siamo costretti a subire.
L'evento è organizzato in collaborazione con il Libro Possibile e con il patrocinio dell'Università degli Studi di Bari – Dipartimento Jonico in "Sistemi Giuridici ed Economici del Mediterraneo: Società, Ambiente, Culture".

 

Taranto (Taranto) – Università degli Studi di Bari - Via Duomo 259 - ore 18:00 - Ingresso libero con possibilità di riservare il posto a sedere registrandosi sul sito bccsanmarzano.it - Info. 3481532197

Published in Cultura

Una mattinata con alunni e studenti che, con le loro famiglie e tutta la comunità, addobbano l’Albero della Solidarietà vivendo così in armonia la magica atmosfera natalizia.

Alle ore 10 di oggi, giovedì 6 dicembre, si terrà la manifestazione “A Natale… tutti insieme nel Volontariato” che avrà luogo nella Social Agorà dello “Jazzo”, in via Benedetto XV angolo via Sturzo a Grottaglie.
Si tratta di un percorso di sensibilizzazione dei più giovani componenti della comunità alla cittadinanza attiva e, più in particolare, alla tutela dei beni comuni.

“A Natale… tutti insieme nel Volontariato” è organizzato, nell’ambito dell’iniziativa “Idee di rete per…”, promossa dal Centro Servizi Volontariato di Taranto per la promozione del volontariato, dalle Associazioni Beni Comuni e Soccorso Azzurra di Grottaglie, Vivi La Natura di Fragagnano e con il Comitato Provinciale di Taranto della Croce Rossa Italiana.
La manifestazione, inoltre, è realizzata in collaborazione di numerose altre realtà associative e non del territorio: Gal Magna Grecia, Cooperativa Diogene, Centro Diurno Epasss di Grottaglie, Grott’Art, APS Asset Network, Aretè, Associazione Musicale Gruppo Revival 2000, l’Asd Fortitudo Grottaglie, Opus in Musica, Istituto Comprensivo “Don Bosco”, l’Istituto Comprensivo “G. Pignatelli” e il IISS - Liceo Artistico “V. Calò” di Grottaglie e l’Istituto Comprensivo “Bonsegna Toniolo” di Fragagnano.

L’iniziativa proposta dalle associazioni intende far comprendere come il volontariato possa raggiungere grandi risultati, anche attraverso la realizzazione di piccole azioni concrete e la costruzione di legami all’interno della comunità.
I destinatari di questo messaggio sono innanzitutto i cittadini di domani, ovvero i bambini di età compresa tra i 5 e i 13 anni, e naturalmente le loro famiglie.
Attraverso un ciclo di incontri, il primo si è già tenuto sabato mattina presso la Social Agorà, i bambini “vivranno” e conosceranno lo “Jazzo” e le sue bellezze di interesse storico e archeologico, e poi saranno invitati a prendersene cura quale bene comune da tutelare, affinché, anche con il loro contributo, possa essere fruito dalla comunità.
Lo “Jazzo” di Grottaglie è uno spazio cittadino recuperato al degrado grazie all’impegno di molti, primi fra tutti i ragazzi disabili del centro diurno Epasss; il loro entusiasmo e la loro opera di convincimento nei confronti di chi si avvicinava a questo spazio, un tempo abbandonato, hanno permesso di ridare alla comunità un bene che oggi è un gioiello naturalistico e un importante luogo di socialità e aggregazione.

L’esperienza grottagliese, peraltro, sta producendo delle contaminazioni positive: infatti l’associazione di volontariato Vivi La Natura, che spesso è presente presso la Social Agorà con interventi di sensibilizzazione alla tutela ambientale, sta cercando di replicare tale tipologia di intervento a Fragagnano, in un’ampia area da recuperare ottenuta in comodato dalla locale Amministrazione comunale. Qui, tra l’altro, nella mattinata di mercoledì 12 dicembre, grazie proprio all’associazione Vivi Natura e alla collaborazione dell’Istituto “Bonsegna Toniolo”, saranno riproposte alcune delle attività di “A Natale… tutti insieme nel Volontariato”.

 

Published in Sociale&Associazioni

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk