Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Venerdì, 07 Dicembre 2018

Dopo aver affiancato Christopher Lambert e Barbara D’Urso nella produzione Mediaset “La Dottoressa Giò”, ed essere stato diretto dal grande regista greco Stelios Kammitsis nel film “The Man With the Answers”, l’attore pugliese Nicola Losapio torna nuovamente su un prestigioso set cinematografico: quello de “Lo Spietato”.

L’attore biscegliese veste i panni di un integerrimo maresciallo dell’arma dei Carabinieri, affiancando Riccardo Scamarcio, Sara Seraiocco e Marie-Ange Casta.

Diretto dal regista Renato De Maria e prodotto da Rai Cinema, la produzione del film sta attualmente proseguendo nelle città di Bari, Foggia e Margherita di Savoia.

“Lo Spietato” è liberamente ispirato a una storia vera, in una Milano all'apice del boom economico e criminale: Saverio Morabito vive la sua ascesa all'olimpo dell'ndrangheta come braccio armato di una potente famiglia calabrese. In un crescendo di sangue, soldi e potere, Morabito seguirà la strada che lo condurrà, infine, alla rovina e al pentimento, in una fuga continua dal suo passato che non smetterà mai di dargli la caccia.

Nicola Losapio ha dichiarato: «Sono stato onorato di rappresentare l’arma dei Carabinieri e aver preso parte ad una produzione così importante, affiancando professionisti di altissimo livello. E’ l’esperienza l’insegnante più difficile: prima ti fa l’esame e poi ti spiega la lezione. Ho messo davvero il cuore e tutta la mia esperienza, maturata da anni di studio e di lavori cinematografici, teatrali e televisivi. A breve sarò impegnato anche a teatro nel ruolo di un papa sui generis. Andiamo a teatro!».

Published in Spettacolo

Parte a Grottaglie il Corso di sensibilizzazione di 30 ore sulla LIS, Lingua dei Segni Italiana, utilizzata dalle persone sorde; il tutto in perfetta sintonia con quanto approvato il 3 Ottobre 2017 dal Parlamento.

«L’Assemblea ha approvato, con un nuovo titolo, il ddl n. 302 sull’inclusione sociale delle persone sorde, il superamento delle barriere comunicative e il riconoscimento della lingua dei segni italiana.”

Il Corso LIS, promosso da Sud in Movimento e da Liberalie Coworking, inizierà il 10 Gennaio 2019 in via Messapia n° 51 a Grottaglie.

Il corso, della durata di 30 ore di formazione, si svolgerà su un incontro settimanale della durata di 2 ore.

Si prevede un numero limitato di partecipanti pari a 20 unità, data la modalità di svolgimento delle lezioni per la maggior parte pratica, in cui il docente del corso dovrà seguire attentamente l’apprendimento di ogni corsista. Per un proficuo apprendimento si utilizzeranno diverse metodologie, tutte learning by doing, proprio per la particolarità della Lingua LIS, che prevede la ripetizione del segno (“per imitazione”) e la messa in pratica immediata delle conoscenze apprese. Si parlerà anche di grammatica e di sintassi LIS, in modo da poter comunicare in segni in maniera corretta, oltre a realizzare in gruppo favole e canzoni tutte in Lis.

Durante le lezioni di pratica, si alterneranno argomenti teorici di pedagogia del sordo e di legislazione, in modo da comprendere e rispettare a tutto tondo l’identità della persona sorda e la “sua” secolare cultura.

Lezioni essenziali saranno quelle sulla Storia dei Sordi attraverso i secoli e le diverse culture e pregiudizi, sui principali educatori (i “Grandi Maestri”) e sulle metodologie di insegnamento, utilizzate in passato, prima del Congresso Internazionale di Milano e dopo lo stesso: si raffronteranno, quindi, le modalità utilizzate in passato con la situazione attuale, riflettendo sui possibili utilizzi positivi della LIS come strumento per migliorare l’apprendimento in diverse patologie, come nei bambini e persone con autismo e difficoltà nella comunicazione o usare la Lis come sicura “comunicazione aumentativa”.

Per avere informazioni più dettagliate sul Corso o sulle modalità operative di partecipazione, è possibile inviare richiesta scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o chiamando il numero 3278988759. Il termine ultimo per le iscrizioni è fissato per il 22 Dicembre 2018.

Published in Sociale&Associazioni

Non solo una grande operazione di precisione, ingegneria e spettacolo, l’attraversamento della portaerei  Cavour del Canale Navigabile di Taranto. La nave ammiraglia della Marina militare italiana si fermerà un anno all'Arsenale.

Già si sono compiuti i lavori di adeguamento del bacino Ferrati per alloggiare la portaerei che sarà protagonista del cantiere per interventi tecnico funzionali finalizzati all'imbarco dei nuovi caccia F35 che andranno a sostituire gli AV88 attualmente in dotazione.

Una commessa di grande importanza dal punto di vista tecnico ed economico per Taranto. Una scelta cantieristica voluta dai Governi del PD che hanno scelto l’Arsenale di Taranto per questi importanti lavori, il cui importo ammonta a 74 milioni di euro, una cifra che supera del 300% la più importante commessa mai gestita finora dall'Arsenale di Taranto. A cui si aggiungono i lavori di banchina per gli stabilimenti navali che dovranno farsi carico anche di un fitto programma di manutenzione.
Da decisione del Governo precedente si è scelto come affidatari imprese locali per i lavori che occuperanno quasi 500 unità lavorative contemporaneamente.
Un grande impegno per il rilancio dell’Arsenale, della Marina, del lavoro e dell’economia di Taranto che è stata al centro dell’attenzione durante i governi del PD, in special modo dell' ex Ministro della Difesa Roberta Pinotti che si è spesa in prima persona per il rilancio dell'Arsenale tarantino.

Oggi, festeggiamo questo importante traguardo per la nostra economia mentre in Parlamento in queste ore si pubblicizza una misera mancetta di tre milioni per un fasullo tecnopolo di ricerca mentre ancora non si conoscono gli intendimenti sulle risorse (90 milioni) ferme al palo del CIS.

Published in Politica

Non solo una grande operazione di precisione, ingegneria e spettacolo, l’attraversamento della portaerei  Cavour del Canale Navigabile di Taranto. La nave ammiraglia della Marina militare italiana si fermerà un anno all'Arsenale.

Già si sono compiuti i lavori di adeguamento del bacino Ferrati per alloggiare la portaerei che sarà protagonista del cantiere per interventi tecnico funzionali finalizzati all'imbarco dei nuovi caccia F35 che andranno a sostituire gli AV88 attualmente in dotazione.

Una commessa di grande importanza dal punto di vista tecnico ed economico per Taranto. Una scelta cantieristica voluta dai Governi del PD che hanno scelto l’Arsenale di Taranto per questi importanti lavori, il cui importo ammonta a 74 milioni di euro, una cifra che supera del 300% la più importante commessa mai gestita finora dall'Arsenale di Taranto. A cui si aggiungono i lavori di banchina per gli stabilimenti navali che dovranno farsi carico anche di un fitto programma di manutenzione.
Da decisione del Governo precedente si è scelto come affidatari imprese locali per i lavori che occuperanno quasi 500 unità lavorative contemporaneamente.
Un grande impegno per il rilancio dell’Arsenale, della Marina, del lavoro e dell’economia di Taranto che è stata al centro dell’attenzione durante i governi del PD, in special modo dell' ex Ministro della Difesa Roberta Pinotti che si è spesa in prima persona per il rilancio dell'Arsenale tarantino.

Oggi, festeggiamo questo importante traguardo per la nostra economia mentre in Parlamento in queste ore si pubblicizza una misera mancetta di tre milioni per un fasullo tecnopolo di ricerca mentre ancora non si conoscono gli intendimenti sulle risorse (90 milioni) ferme al palo del CIS.

Published in Cronaca

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk