Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Lunedì, 19 Marzo 2018

Il recente insediamento presso la sede Inps di Foggia della Sezione territoriale Rete del lavoro agricolo di qualità mette in rilievo il ritardo, più volte evidenziato da Cisl e Fai Cisl Taranto Brindisi, relativo all’istituzione presso l’Inps di Taranto di tale strumento che è previsto dalla Legge sul caporalato (L. n. 199/2016), pur essendo in presenza di un percorso tracciato e attivato prontamente ed efficacemente sul territorio dalla Prefettura, con il piano d’intervento a tutela dello sviluppo agricolo e di contrasto al caporalato.

Richiamiamo ancora una volta che la cabina di regia da insediare presso l’Inps ionica, ha il preciso obiettivo di istituire la Rete per il rilascio della certificazione etica alle Imprese che ne fanno parte a fronte del rispetto della legalità, dell’applicazione dei contratti, della regolarità dei versamenti dei contributi previdenziali e dei premi assicurativi; allo stesso tempo consentirà alle stesse Imprese, incluse all’interno della Rete, un percorso di collaborazione fattiva con gli Istituti preposti alle verifiche ed ai controlli in materia.
La cabina di regia è necessaria perché lo sviluppo di una Agricoltura moderna, di qualità e sostenibile passa attraverso anche questi strumenti e pertanto offrirà l’opportunità di un costante monitoraggio dell’andamento del mercato del lavoro agricolo, per la creazione di una filiera produttiva eticamente orientata, con il concorso delle Amministrazioni pubbliche coinvolte, Associazioni datoriali e parti sociali.
Importante e determinante è l’attività meritoria continua delle Forze dell’ordine, sul territorio ionico, non solo di repressione ma anche di deterrenza per questi fenomeni malavitosi e criminosi, testimoniata ancora dalla serie di recenti casi di cronaca riguardanti i colpi sferrati al caporalato in Agricoltura.
Anche questa presa d’atto dovrebbe far accelerare l’insediamento della cosiddetta cabina di regia o Rete territoriale presso l’Inps di Taranto.
Oltretutto, alla sezione territoriale della Rete sono ascritti compiti peculiari, come promuovere modalità sperimentali di intermediazione fra domanda e offerta di lavoro nel settore agricolo e realizzare funzionali ed efficienti forme di organizzazione del trasporto dei lavoratori.
Quanto alla Regione Puglia, soggetto istituzionale coinvolto anch’esso nella Rete, avendo specifiche competenze sulla questione dei trasporti e per la disponibilità posseduta di risorse specifiche, riteniamo debba confrontarsi al più presto con le parti sociali per il loro impiego.
Per tutto quanto sopra, visto anche l’imminente periodo primaverile ed estivo, in cui si avviano le fasi di lavorazione delle grandi raccolte e vedrà impiegate migliaia e migliaia di braccianti agricoli, con oltre il 60% donne, Cisl e Fai Cisl Taranto Brindisi chiedono all’Inps ed al Prefetto di Taranto di intervenire per istituire la Rete del lavoro agricolo di qualità per un piano di sviluppo territoriale del settore e di contrasto al fenomeno criminale del caporalato.

Antonio Castellucci – Segretario generale Cisl
Antonio La Fortuna – Segretario generale Fai Cisl

Published in Cronaca

La Polizia Locale di concerto con AMIU S.p.A. Taranto ha intensificato in queste ore i servizi e l’attività di contrasto alla raccolta abusiva e conseguente accatastamento di materiale legnoso di diversa provenienza che abitudinariamente è destinato alla combustione per i tradizionali “falò” in occasione della ricorrenza della festività di San Giuseppe.

Le operazioni, già iniziate nei giorni scorsi, continuano a ridosso della previsione dell’accensione dei falò con specifici controlli mirati su tutto il territorio cittadino. Il processo di combustione di accatastamenti di vecchi mobili, pedane, porte e finestre trattati con vernici e impregnanti possono, infatti, generare inquinanti a danno della sicurezza delle aree urbane e della salute di cittadini.

Mediante l’utilizzo di un mezzo speciale, dotato di “ragno” meccanico, gli operatori della società partecipata hanno effettuato rimozioni nei quartieri Paolo VI (affianco alla Corte d’Appello) e Salinella (nei pressi della clinica “Villa Verde&rdquo? e alle spalle della chiesa di San Lorenzo da Brindisi.

«Questo tipo di attività – ha spiegato il presidente AMIU, l’ingegner Luca Tagliente – si è rivelata particolarmente delicata, alla luce del profondo coinvolgimento dei residenti che partecipano direttamente all'organizzazione dei falò: i nostri interventi, infatti, senza il supporto delle Forze dell’Ordine sarebbero stati di difficile esecuzione».

«Siamo assolutamente convinti che la conservazione di una tradizione così importante – le parole dell’assessore a Fondi Strategici, Società Partecipate ed Innovazione Massimiliano Motolese – non possa essere “sporcata” dall'utilizzo di materiali nocivi e da deroghe alla preservazione del decoro pubblico. Per questo siamo intervenuti in quelle situazioni più eclatanti che mettevano a rischio l’incolumità pubblica».

Published in Cronaca

Al via le procedure per l’assunzione di 19 unità con la pubblicazione degli avvisi per mobilità proveniente da altre ammistrazioni pubbliche, approvati con delibera di Giunta nell’ambito delle politiche del personale.

Il piano del fabbisogno, che segna un deficit di personale, potrà dunque rimpinguare almeno parzialmente l’organico di cui ora si cercano le figure professionali. Si tratta di 3 istruttori amministrativi, Cat. C., istruttori tecnico-amministrativi, Cat. C, 3 istruttori informatico - amministrativi, Cat. C., 8 educatori di asilo nido, Cat. C., 1 istruttore direttivo informatico amministrativo", cat. di accesso D/1., 1 Istruttore Direttivo economico finanziario amministrativo, cat. di accesso D/1.

Il testo integrale dell’avviso pubblico e’ disponibile sul sito internet dell’ente: www.comune.taranto.it nell’area avvisi per mobilità e presso gli uffici della direzione risorse umane – demografia-toponomastica, servizio acquisizione del personale/concorsi, numero telefonico 099/4581356, ove gli interessati potranno rivolgersi anche per informazioni e chiarimenti.

Le domande dovranno pervenire a mezzo raccomandata postale o a mezzo pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 12 aprile 2018.

Alla proceduta selettiva di mobilità, quindi, potranno partecipare i dipendenti appartenenti a pubbliche amministrazione con rapporto di lavoro a tempo indeterminato con pari qualifica funzionale con almeno due anni di anzianità di servizio nella qualifica medesima. L’elenco degli ammessi alla prova selettiva sarà pubblicato sul sito internet del Comune di Taranto.

“Con l’avvio delle procedure di mobilità- commenta il Direttore Generale del Comune di Taranto- si dà nuovo impulso all’attività dell’Ente che oggi soffre la carenza di risorse umane rispetto alle esigenze di servizio in molti procedimenti con danno della quantità dei servizi erogati e della qualità della performance, oltre che a un aggravamento dei carichi di lavoro dei dipendenti. Questa manovra che comporta 19 nuovi ingressi, conferirà nuova forza lavorativa con conseguente maggiore efficienza della macchina amministrativa”

Published in Cronaca

“Pàthos. La Settimana Santa a Grottaglie: Riti e Tradizioni”, che quest’anno giunge alla sua terza edizione, è un evento che prevede visite guidate gratuite ed esclusive nel mondo suggestivo di arte, storia e devozione che ruota intorno alla Settimana Santa di Grottaglie.

Un’occasione unica per conoscere la passione e immergersi nell’atmosfera dei rituali legati alla Pasqua.

Non si tratta solo di fede, ma anche di tradizione e arte. La visita guidata infatti, oltre a far vivere l’esperienza di pratiche cultuali passate e presenti, condurrà i partecipanti all’interno degli oratori delle Confraternite nel centro storico di Grottaglie, veri e propri scrigni d’arte.

Nell’antico oratorio del Purgatorio oltre ad essere gelosamente custodite le statue in legno e in cartapesta che vengono portate per le strade della città durante la processione dei Misteri, i cantori preparano i Canti della Passione del Venerdì Santo.

L’elegante oratorio del Carmine, risalente ai primissimi anni del ‘600, è luogo di partenza e ristoro per i confratelli, pellegrinanti del Giovedì Santo conosciuti col nome di “Bbubbli Bbubbli”, che, avvolti nel loro saio bianco, visitano a piedi nudi con un caratteristico cerimoniale le principali chiese cittadine.

La Confraternita del Carmine ha recentemente allestito uno spazio espositivo permanente per illustrare, attraverso libri, paramenti e manufatti di arte sacra, la sua storia al fine di custodirla e raccontarla alle nuove generazioni.

Altro piccolo gioiello incastonato nel centro storico è la chiesa della Madonna del Lume, dov’è conservata la statua della Desolata, opera in cartapesta dello scultore leccese Maccagnani. La statua viene portata in processione dalla Congrega del SS. Nome di Gesù nel Venerdì di Passione, dando inizio ai riti della Settimana Santa.

L’Itinerario della visita guidata per entrambi i giorni, venerdì 23 marzo e lunedì 26 marzo, partirà dal Castello Episcopio di Grottaglie, in largo Maria Immacolata. L’orario d’incontro è previsto per le 17.15. La partecipazione alla visita guidata è gratuita.

L’evento è promosso dagli assessorati al Turismo e alla Cultura del Comune di Grottaglie e le attività saranno svolte dagli operatori di Sistema Museo.

Per info e prenotazioni Info-Point Grottaglie tel. 099/5623866 e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Published in Cultura

Inizia da San Giorgio Jonico la serie di incontri pubblici organizzata dal GAL Magna Grecia per presentare, nei dodici comuni jonici del suo territorio, le opportunità di finanziamento previste dal nuovo PAL (Piano Di Azione Locale), progetto approvato e finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito della Misura 19 del PSR Puglia 2014-2020.

Il primo incontro pubblico “Il Piano Di Azione Locale del Gal Magna Grecia: strumento di sviluppo economico” si terrà alle ore 17.30 di mercoledì 21 marzo, presso la Sala consiliare del Municipio di San Giorgio Jonico.

Dopo il saluto di Cosimo Fabbiano, Sindaco di San Giorgio Jonico e consigliere del GAL Magna Grecia, sarà Ciro Maranò, Direttore del GAL Magna Grecia, a presentare le opportunità di finanziamento a favore di Istituzioni, associazioni e aziende del territorio. Le conclusioni saranno affidate a Luca Lazzàro, Presidente GAL Magna Grecia.

Presentando l’iniziativa il Presidente Luca Lazzàro ha spiegato che «inizia da San Giorgio Jonico questa serie di incontri pubblici che nelle prossime settimane organizzeremo, in ognuno dei dodici comuni del territorio del GAL Magna Grecia, per presentare le opportunità offerte dal nostro Piano di Azione Locale».

«Si tratta di finanziamenti tesi principalmente a creare in questo vasto territorio, che si estende dalla Murgia di Crispiano fino al mare cristallino di Pulsano, un network virtuoso di aziende, associazioni e istituzioni per promuovere lo sviluppo economico di un’area che da sempre è penalizzata dalla vicinanza di Taranto con i suoi problemi ambientali».

«È giunto il momento che le forze sane di questo territorio si mettano insieme per realizzare un nuovo modello di sviluppo economico “green” che, valorizzando le risorse e le vocazioni naturali, nonché innovando il tessuto economico esistente, riesca ad imprimere finalmente una svolta: il GAL Magna Grecia, agenzia di sviluppo regionale, vuole svolgere questo ruolo di aggregatore territoriale».

«L’invito è quello a partecipare ai nostri incontri, per i quali abbiamo sviluppato un format multimediale rapido ed esauriente, in modo da conoscere le opportunità di finanziamento. Si tende a valorizzare principalmente le idee e i progetti tesi all’innovazione e all’imprenditoria giovanile; in tal senso intendiamo promuovere i nostri incontri presso le Istituzioni, in modo da coinvolgere gli amministratori locali, il mondo dell’associazionismo e l’imprenditoria: abbiamo bisogno di uno sforzo comune e del contributo di tutti!»

Published in Sociale&Associazioni

 Oggi è venuto a mancare un grande fotografo di Grottaglie e non solo, il nostro Nino De Vincentis, ciao grande ti ricorderemo sempre per il tuo talento e per la tua umanità che trasudavano dalle tue bellissime foto. Fu presidente della Pro Loco Grottaglie e con il suo carattere discreto visse all'ombra del suo grande fratello, il rinomato Ciro De Vincentis, fotografo della Gazzetta del Mezzogiorno, nonostante tutto  contribuì  anche lui, con le sue foto, a portare  in giro per il mondo le bellezze della nostra Ceramica di Grottaglie  e del suo Quartiere. Di lui resta un patrimonio di foto d'autore custodite dal suo amato figlio Francesco.

I funerali si svolgeranno domani alle 15:30 alla chiesa della Madonna delle Grazie a Grottaglie.

All' amico Francesco e alle sue sorelle Mary e Lina giungano le più sentite condoglianze, estese a tutta la famiglia.

https://www.facebook.com/nino.devincentis.9?lst=1454791714%3A100000874727234%3A1521469068

Published in Cronaca

Evento nazionale a Grottaglie per celebrare Gabriele D'Annunzio a 80 anni dalla morte nella Giornata Mondiale della Poesia. L'incontro si svolgerà mercoledì 21 marzo prossimo nell'aula magna del Liceo Moscati in via Sant'Elia alle ore 10.30.

Un evento nazionale che vede insieme il Mibact Sabap di Brindisi Lecce Taranto, il Liceo Moscati di Grottaglie e l'istituto culturale Teatrando porterà sulla scena un D'ANNUNZIO tra il suo mondo alcionico e il "notturno.
Dopo i saluti di Maria Piccarreta soprintendente Sabap le e di Anna Sturino dirigente scolastico del Liceo Moscati relazioneranno Pierfranco Bruni e Marilena Cavallo.

Il tema centrale sottolinea un passaggio fondamentale dell'opera dannunzuani che è il percorso che va dalla poesia alla visione del "Notturno. Ovvero dalla poesia del panismo alla religiosità dell'assenza.
Pierfranvo Bruni si soffermará sulla metafora della pioggia e della favola bella mentre Marilena Cavallo approfondirà il commentario della morte.

Durante lavori del convegno saranno eseguiti dei brani musicali a cura di Anna Lucia Campa mentre le letture dannunziane sono state affidate a Raffaella Caso. I ragazzi del Liceo invece declameranno versi alcionici.

La simbologia del titolo "Dillo con un verso" ha un archetipo allegorico in una griglia prettamente simbolica dalla quale gli incastri letterari diventano intrecci mitici.
Si tratta di un evento di estrema importanza che pone l'attenzione su un D'ANNUNZIO in cui il verso è tutto.

Published in Scuola&Istruzione

In barba alle preoccupanti previsioni meteorologiche, ieri mattina, 18 marzo, Piazza Garibaldi, a Taranto, è stata baciata dal sole.
L’evento “Chiudiamola qua!”, organizzato dai Genitori tarantini e sostenuto dall’adesione di una quarantina tra gruppi ed associazioni, ha visto la partecipazione di un buon numero di cittadini. Sicuramente un numero più nutrito di persone avrebbe meglio rappresentato lo sforzo organizzativo profuso. Bisognerà continuare nell'opera di inclusione e coinvolgimento di tutti i soggetti del mondo associativo che sono impegnati in questa battaglia di riscatto e di tutela di diritti inalienabili e fondamentali. Una prova di maggiore convergenza, di maggiore impegno al sostegno della causa comune, senza dubbio potrà irrobustire i rapporti coi cittadini che hanno necessità di riferimenti più coesi e meno disgregati. Ciò nonostante la manifestazione ha prodotto una importante energia positiva, palpabile durante questo evento, che ha rappresentato il migliore auspicio ed una responsabile occasione di riflessione per tutti. Dal palco, il messaggio dei Genitori tarantini è stato chiaro, senza possibilità di interpretazioni più o meno creative: con i suoi infiniti decreti legge, il Governo italiano ha calpestato troppi articoli della Costituzione italiana, della Carta europea dei Diritti fondamentali dell’Uomo e della Carta internazionale dei Diritti del Bambino, relegando l’intera provincia di Taranto al ruolo di possedimento dello Stato. Con la scusa di tutelare i posti di lavoro, in realtà ha solo tutelato gli interessi degli inquinatori (una cosa che già un cospicuo numero di lavoratori dell’Ilva ha capito e contro la quale lotta). In più, come se non bastasse, con il suo agire, il Governo ha impedito e ancora impedisce ai tarantini di parlare della sublime bellezza del territorio, negando di fatto lo sviluppo del turismo. Per tutto questo e per un futuro compatibile con le peculiarità della provincia tarantina, quella fabbrica di morte, malattie e disoccupazione va chiusa, il terreno va bonificato a cura degli stessi lavoratori attualmente impegnati nella produzione e restituito alla provincia tarantina. Ogni giorno in più di produzione aumenterà di mesi le sofferenze di ambiente e popolazione.
Durante l’evento, molti sono stati gli interventi di spicco: dal dottor Patrizio Mazza alla dottoressa Grazia Parisi, dal professor Marescotti a Delio Monaco dell’Isde di Massafra, al saluto portato dalla delegata del sindaco di Grottaglie e dall’Associazione Terra libera dai veleni, passando anche per Ciro Petrarulo dell’associazione Utòpia, Tiziana Magrì del Comitato Quartiere Tamburi, da venti anni tra le persone più impegnate del rione, le delegate di Taranto Lider e alcuni imprenditori che con le loro parole hanno voluto dimostrare che una svolta, a Taranto, non solo è possibile, ma già si sta verificando. Massimo Di Giuseppe (Vibrotek), Carmelo Fanizza (Jonian Dolphin), Massimo Nicolardi (Pulsano d’A mare), Giovanni Cianciaruso (Taranto in calessino), tra questi ultimi.
Sempre dal palco, i versi appassionati della poetessa Anna Vozza, di Dino Maiano, Florenza Mongelli e Giuseppe D’Aloia.
A fare da egregia cornice all’evento, le immagini fotografiche dei fondali dei mari di Taranto, a cura di Rossella Baldacconi e Giacinto Ribezzo. In più, l’esposizione di quadri e poesie di alcuni artisti tarantini di Taranto Poesia e di foto dell’Endas Taranto - fotografi per passione. Alcune di queste opere sono state vendute e il ricavato è stato donato ai Genitori tarantini come contributo per le spese, anche per le attività future. Un grazie per questo gesto di generosità ed insieme di riconoscimento dell’attività svolta sul territorio.
Decine di bambini hanno potuto dar sfogo alla propria creatività grazie a colori, pennelli e fogli, sotto la supervisione di volontari, vivendo così una domenica diversa dalle altre.
Lo stand più affollato è stato quello dedicato alla raccolta delle firme per una petizione da presentare al Sindaco e al Consiglio comunale di Taranto, con la quale si pretende di sapere se la salute dei cittadini viene tutelata e, in caso contrario, si pretende che le Istituzioni locali adottino tutti gli strumenti che la legge mette loro a disposizione affinché questa salute venga garantita, fino ad arrivare all’emissione di un’ordinanza di arresto degli impianti. Durante l’evento, sono state raccolte 478 firme di cittadini, grazie all’instancabile lavoro dei ragazzi di LiberiAmo Taranto.
Chiudiamola qua! Adesso!

(foto di Mino Lo Re)

 

Queste le adesioni alla manifestazione:
LiberiAmo Taranto
Hermes Academy Onlus
Strambopoli - Presidio Arcigay nella Provincia di Taranto
CONTRAMIANTO E ALTRI RISCHI ONLUS
CasArcobaleno
Centro di Ascolto LGBTIQ di Taranto e provincia
LOA Libere Officine Artigiane
Associazione Mitilicoltori
Pulsano D’A mare
ISDE Massafra
Ass. La Baracca- Compagnia teatrale Cesare Giulio Viola
Associazione Terra Libera dai Veleni
Peacelink
AIL Taranto
Taranto in calessino
Il Cerchio Magico
WWF Taranto Onlus
Associazione UTOPIA
Taranto Lider
Verità’ per Taranto
Associazione Astra
Sud in movimento
Madre terra Massafra
Comitato Parco di Guerra - Massafra
Lu’ Lupranese
Gruppo Fb “Anche questa è Taranto”
Plasticaqqua’
Dr. Agostino Di Ciaula ( ISDE Puglia)
Associazione Donna a Sud
Made in Taranto
Remedia malattie e disabilità ambientali
Associazione Progentes
Comitato Legamjonici
Gruppo #tarantovale
Jonio Jazz arte e cultura
Taranto Poesia
Comitato di quartiere Tamburi
Comitato art. 32 - Diritto alla salute
Associazione Mister Sorriso
ENDAS Taranto - Fotografi per passione

Published in Cronaca

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk