Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Giovedì, 14 Giugno 2018

Oggi 14 giugno, il Castello Aragonese di Taranto della Marina Militare, a similitudine di altri edifici storici di maggior pregio delle più importanti città del Paese, durante le ore notturne, sarà illuminato di luce azzurra a sostegno della campagna nazionale di sensibilizzazione intitolata “Percorso Azzurro” organizzata dalla LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori).

La giornata organizzata su scala nazionale, mira ad attirare l’attenzione dell’opinione pubblica sul tema molto delicato dei tumori all’apparto uro genitale maschile e a promuoverne la prevenzione grazie anche all’offerta di visite urologiche gratuite presso ambulatori individuati dalla LILT.
La singolare illuminazione azzurra, colore simbolo dell’iniziativa, sarà garantita grazie alla tecnologia delle lampade a led, ideate e realizzate per valorizzare gli edifici di pregio, le architetture artistiche e i palazzi storici.
La Forza Armata, per il terzo anno consecutivo (2016 e 2017 con la Campagna Nastro Rosa) aderisce alla lodevole iniziativa e in tal modo intende supportare la LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori).

Published in Sanità

 La prossima settimana l’inaugurazione nel cuore di Grottaglie

 Continuano ad essere svelati dettagli sul “Parco della Civiltà” di Grottaglie, la nuova struttura che sarà inaugurata alle ore 19.30 di giovedì prossimo, 21 giugno, in via Martiri d’Ungheria, proprio alle spalle del Municipio.

Sarà una straordinaria serata con tanto intrattenimento, per grandi e piccini, ed importanti ospiti, il programma dettagliato della inaugurazione sarà reso noto nei prossimi giorni.
Il “Parco della Civiltà” è un grande spazio verde attrezzato che, su un’area di oltre 8.700 metri quadrati, mette a disposizione della comunità parco giochi, percorso vita e benessere, spazio yoga e fitness, dog’s city park, orto botanico e anfiteatro.

Una delle peculiarità del progetto del “Parco della Civiltà” è l’accessibilità a favore tutti i soggetti fragili per favorire la loro inclusione sociale: anziani, disabili motori e bambini, tutti possono spostarsi negli spazi usufruendo delle attrezzature e dei servizi offerti alla comunità.
L’avvocato Fabiola La Grotta, direttore e gestore del Parco della Civiltà, nonché patron della Fadi Caffè, ha infatti spiegato che «abbiamo voluto creare una autentica “oasi della fragilità” in cui tutti, ma proprio tutti, potranno muoversi liberamente senza sentirsi penalizzati o discriminati nei loro spostamenti e nelle loro attività».
«Nel nostro parco giochi – ha poi detto Fabiola La Grotta – i bambini con disabilità potranno accedere agli spazi di gioco assieme agli altri coetanei, anche utilizzando particolari altalene, in modo da aiutare loro e le famiglie a costruire relazioni e promuovere l'inclusione sociale».
Nell’area giochi del Parco della Civiltà, infatti, sono state installate attrezzature ludiche che, realizzate con materiale ecosostenibile, mirano a stimolare in tutti i bambini l’inclusività e lo sviluppo delle competenze motorie.

Tutti i disabili motori potranno muoversi liberamente nel Parco della Civiltà con aree destinate a loro favore, come nell’anfiteatro o nella moderna struttura di ristorazione, a disposizione di cittadini e turisti, con caffetteria, pasticceria, gelateria artigianale, “rusticheria” e un corner dedicato ai cocktail e alla “champagnerie”.
Il percorso vita e benessere è stato studiato per essere utilizzato da tutti, dai 3 ai 99 anni, anche dagli anziani che qui potranno, in un’area protetta a poche decine di metri dal centro storico di Grottaglie, fare fitness in tutta sicurezza.
Fabiola La Grotta ha spiegato che «oggi c’è una riscoperta dell’allenamento a corpo libero, un’attività in fortissima espansione soprattutto se praticato all’aria aperta nel verde; le attrezzature che abbiamo installato nel percorso vita e benessere del Parco della Civiltà permettono di sviluppare qualsiasi qualità muscolare: forza, velocità, resistenza, ipertrofia muscolare, esplosività, mobilità e flessibilità. In pratica sarà come fare un allenamento in palestra, ma nel Parco della Civiltà sarà possibile farlo gratis e in una zona green, mantenendo così il fisico allenato, anche in forma aggregata in più persone».

 

Published in Cronaca

Rinviato il concerto dei Giocattoli.
Domenica a Crispiano suonano i Rusty Keys.
A causa del maltempo previsto nel fine settimana è stato posticipato l'atteso live della band indie siciliana. Ma la musica non si ferma: domenica sul palco interno del Blacksmith spazio al duo blues tarantino

A causa del maltempo che nel fine settimana imperverserà nella provincia di Taranto, è stato rinviato a data da destinarsi il concerto che la band I Giocattoli avrebbe dovuto tenere questa domenica al Blacksmith Pub di Crispiano. Al loro posto, all'interno del locale di Corso Umberto, il 17 giugno suoneranno i Rusty Keys, nella formazione originaria che li vede esibirsi in duo.
I Rusty Keys sono Francesco D’Ippolito e Domenico Lattarulo (entrambi voce/chitarra ) e nascono nel 2016 da una costola del Pueblo Borracho, rock blues band di lungo corso della scena tarantina. L'intento è quello di suonare dal vivo classici del blues che altrimenti non avrebbero trovato posto nella scaletta del quintetto di origine. Il duo effettua parecchie serate live fino a quando, nel dicembre dello scorso anno, la nostalgia per il suono dei tamburi rende ineluttabile l’ingresso di Francesco Quarto degli Atollo 13, veterani del surf rock pugliese. Rusty Keys diventa così un trio e riprende a macinare serate live in Puglia e Basilicata, suonando cover italiane e straniere, pezzi del Pueblo, ma anche nuove canzoni al vetriolo come “Noncisicaga Bar”, “Fake news” e l’iconica “Casalingua blues”, che andranno a comporre il primo disco, dal titolo “Disco Stu Equitalia Miero Nero Blues”, in uscita tra qualche mese.
Il live si svolgerà nella sala interna. Si comincia alle 21.30. Per info e prenotazioni tavoli è possibile telefonare ai seguenti numeri: 099.2227242 – 320.9433990.

Questi i prossimi appuntamenti in programma al Blacksmith:


Domenica 24 giugno – Nuclide
Domenica 1 luglio – Cri + Sara Fou
Domenica 8 luglio – Davide Berardi

Published in Spettacolo

Eseguito al “Cardinale Panico” di Tricase su un paziente 90enne, il primo intervento in Puglia sulla valvola aortica, con accesso dall’arteria del polso.

L’Emodinamica dell’ospedale “Cardinale Panico” di Tricase apre una nuova era della “valvuloplastica aortica percutanea”. L’intervento eseguito l’8 giugno scorso è ancora meno invasivo e più sicuro della tecnica classica e consente la precoce mobilizzazione del malato, un minor tempo di degenza e una riduzione della spesa sanitaria.

L’intervento “innovativo” si è reso necessario su un paziente di 90 anni della provincia di Lecce, affetto da colangite acuta (infezione del dotto biliare) e da altre patologie dell’età.

«Il caso si presentava particolarmente ostico – spiega il dr. Michele Accogli (in foto), primario di Cardiologia al Panico – Il paziente 90enne era in attesa di un delicato intervento di “endoscopia delle vie biliari”. Oltre alla presenza di una stenosi valvolare aortica severa che sconsigliava un'eventuale anestesia generale, il paziente presentava condizioni di instabilità cardiocircolatoria. A tale quadro si associava anche una severa riduzione delle piastrine che poneva il paziente in una condizione di elevatissimo rischio emorragico».

Il caso veniva discusso dai dottori Luca Negro (in foto), Giuseppe De Iaco (in foto) e Stefano Primitivo, del reparto di Emodinamica (che fa capo al reparto di Cardiologia - ndr.), congiuntamente al primario della Chirurgia Generale, dr. Massimo Viola ed al primario di Anestesia e Rianimazione Thomas Pellis.

«Dato l'elevato rischio operatorio, associato alla grave malattia della valvola aortica – spiega Accogli - si è ritenuto di candidare il paziente a una “valvuloplastica aortica percutanea” (la dilatazione della valvola con inserimento di un pallone – ndr. ), per consentire il necessario intervento chirurgico. Per l'esecuzione della procedura però, il classico approccio transfemorale (attraverso l'arteria femorale, dall’inguine – ndr.) presentava notevoli difficoltà, sia per l’alto rischio emorragico, sia per un accesso arterioso e venoso femorale anatomicamente sfavorevole.

A questo punto, l'equipe di Emodinamica, i dottori Negro e De Iaco ricorrono ad un approccio innovativo e sottopongono il paziente alla procedura di valvuloplastica percutanea con accesso vascolare dall’arteria radiale, sul polso. Un metodo – fa sapere Accogli - ideato recentemente dall'Emodinamica dell'Arcispedale Sant'Anna di Ferrara.

«Tale approccio, che non ha necessità di posizionamento di pacemaker temporaneo per via femorale, – spiega il cardiologo del Panico - ha consentito di sottoporre il paziente in totale sicurezza alla procedura di valvuloplastica aortica percutanea che è risultata efficace e priva di complicanze».

Published in Sanità

«INFORMAZIONE E LEGALITÀ: TRA DEMOCRAZIA E RESPONSABILITÀ, VOGLIAMO VERITÀ!»
Frigerio e Lorusso a Taranto all’incontro promosso da Cgil, Scl Cgil e Assostampa.

Sarà il coordinatore nazionale di Libera Informazione Lorenzo Frigerio a chiudere i

lavori dell’incontro intitolato "Informazione e legalità: tra democrazia e
responsabilità, vogliamo verità!" organizzato da Assostampa e Ordine dei giornalisti
di Puglia, Libera, Libera Informazione, Cgil e Slc Cgil di Taranto e Federazione
nazionale della Stampa italiana e in programma per domani, venerdì 15 giugno, alle
17.00 nella sala degli Specchi del Comune di Taranto
L’obiettivo dell’iniziativa è quello di accedere i riflettori su due aspetti principali:
sulla corretta informazione al servizio della legalità, ma anche sul rispetto della legge
all’interno del mondo dell’informazione. La crisi dell’editoria, infatti, ha portato a
una serie di anomalie contrattuali e condizioni di lavoro che impedisce ai giornalisti
di svolgere con serenità e obiettività il proprio lavoro.
Ai lavori parteciperanno, fra gli altri il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, il
referente di Libera Taranto Alessandro Tedesco, il segretario generale della Slc Cgil
Taranto Andrea Lumino, il sociologo Leonardo palmisano, il presidente dell'Ordine
dei giornalisti di Puglia Piero Ricci, il segretario generale della Cgil di Taranto Paolo
Peluso e infine il segretario generale della Fnsi (Fedeazione nazionale della Stampa)
Raffaele Lorusso.
Le conclusioni, come detto, saranno affidate a Frigerio mentre i lavori saranno
moderati da Mimmo Mazza, vicesegretario dell'Associazione della Stampa di Puglia.
Per i giornalisti partecipanti è previsto il riconoscimento di crediti validi ai fini della
formazione professionale continua.

Andrea Lumino

 

Mimmo Mazza

Published in Cronaca

Nell’intervista al quotidiano La Stampa il Ministro Gian Marco Centinaio dice due cose che da Sindaco di Taranto hanno attirato la mia attenzione.

"L'Ilva deve continuare a essere un sito produttivo” e “Io non andrei a passare le mie vacanze lì a meno che non farne una grande Eurodisney”.

Sulla prima frase siamo d’accordo, Ministro Centinaio. Sto infatti aspettando l’invito al Mise da parte del ministro Di Maio per ripartire dal protocollo di intesa approntato con il precedente Ministro, con tutte le eventuali modifiche del caso, per la messa in sicurezza delle migliaia di posti di lavoro e della questione ambientale. Come saprà anche lei, è una corsa contro il tempo, a fine mese le casse di Ilva saranno vuote, ecco perché stavamo accelerando con il ministro Calenda. So che comprenderà la gravità della situazione, così come sono certo la comprenderà il Ministro del lavoro, delle politiche sociali e dello sviluppo economico; ecco perché mi rasserena molto sapere che anche per lei “ilva deve continuare a essere un sito produttivo”, sicuro e salubre, aggiungo.

Sul secondo punto, caro Ministro, duole farle notare invece una brutta scivolata.

Leggo sempre nell’intervista, che anche la delega al Turismo appartiene da qualche giorno al suo dicastero oltre a quella dell’agricoltura; bene, a mio parere il ministro del turismo ha l’obbligo di promuovere ogni angolo del paese che rappresenta. Anche il luogo meno avvenente deve essere messo da lei in condizione di creare sviluppo e turismo. Quindi non può andare in giro dichiarando che non andrebbe mai in vacanza in questa o quella città d’Italia. Non può dirlo neanche di Taranto nonostante lei sia dirigente del partito anti meridionale per eccellenza come era (?) la Lega Nord. Ha la fortuna di essere ministro del Turismo nel paese con più bellezze paesaggistiche e culturali del pianeta, non le sarà difficile promuovere l’Italia tutta. Non le sarà difficile neanche per Taranto della quale non le dirò nulla perché sono certo che solo dopo averla visitata non avrà alcuna difficoltà a diventare il nostro miglior promotore turistico.

Prima di fare proposte alternative su ilva abbiamo il dovere di salvare più di 20 mila lavoratori tra dipendenti e indotto. Abbiamo il dovere di rendere competitiva ilva dal punto di vista ambientale e industriale. Ilva non è una località turistica ma una industria, un luogo di lavoro che va messo in sicurezza. Per il bene dei cittadini e dei lavoratori. Accetti un consiglio, lasci perdere Eurodisney.

La aspetto a Taranto, magari anche con il Vice Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Salvini che so essere un amante della Puglia, ma che probabilmente non conosce ancora Taranto.

Questa è la stagione ideale, Ministro Centinaio. E dopo mi dirà se l’unica proposta che vorrà farmi è l’Eurodisney.

Rinaldo Melucci - Sindaco di Taranto

Published in Politica

L'evento, fortemente voluto dall'amministrazione comunale di Taranto è stato organizzato in sinergia dall'assessore allo sviluppo economico Valentina Tilgher e dall'assessore al welfare ed integrazione Simona Scarpati.

"L'African party è una grande festa dell'integrazione - spiega l'assessore Scarpati - che vede ragazzi italiani ed africani fare musica e ballare insieme e che in questo particolare momento storico assume particolare rilevanza nella nostra Taranto, città dell'accoglienza per eccellenza".

“Un evento per certi versi unico - sottolinea l’assessore Tilgher - considerato che in nessuna altra parte d'Italia esiste una festa in grado di coinvolgere tutte le nazionalità africane oltre ad indiani e pakistani. La festa dell'integrazione in una città che ospita uno dei più importanti Hub ricettivi per gli stranieri in Italia".

L'happening, organizzato con la collaborazione dell'etichetta discografica Love University Records di Francesco "Don Ciccio" Grassi, vede la partecipazione di numerose associazioni e cooperative che si occupano a Taranto del settore immigrazione.

Published in Cronaca

“Nel corso di questi mesi - spiega l'assessore al welfare, politiche giovanili e dell'integrazione Simona Scarpati - abbiamo lavorato intensamente per implementare e potenziare la rete dell'accoglienza. I due milioni e mezzo di euro assegnati al Comune di Taranto, rispettivamente per la progettualità Sprar (accoglienza di secondo livello) e misure emergenziali Fami (fondo di asilo e migrazione), ne sono la risposta concreta.

A livello territoriale, con il progetto selezionato, puntiamo a garantire, con il prezioso supporto del terzo settore, interventi di accoglienza integrata che superino la semplice distribuzione di vitto e alloggio, prevedendo anche misure di informazione, accompagnamento e orientamento attraverso la costruzione di percorsi individuali di inserimento socio economico".

Importanti interventi sono stati anche realizzati nella gestione e presa in carico dei minori stranieri non accompagnati.

"Anche in quest'ambito - prosegue Simona Scarpati - abbiamo potenziato ed assicurato la presenza del servizio sociale professionale all'atto degli sbarchi, come peraltro previsto dalla Legge Zampa. Stiamo lavorando di concerto con il Tribunale dei minorenni di Taranto e la Prefettura ad implementare l'istituto dell'affido, scelta indicata come prioritaria dal legislatore".

In merito a qualche polemica apparsa sulla stampa nei giorni scorsi, così replica l’assessore Scarpati: "L’amministrazione si attiene al rispetto delle leggi vigenti e risponde con fatti concreti. Probabilmente da parte di qualcuno c'è confusione quando si parla di respingimenti e rimpatri che non sono certamente di competenza dell'ente locale. Il comune ha infatti competenza per il settore dei minori stranieri non accompagnati e per l'accoglienza di secondo livello (rifugiati e richiedenti asilo)”.

Importanti novità anche per quanto riguarda l'hotspot, oggetto negli scorsi mesi di importanti lavori di manutenzione ed adeguamento che lo hanno reso maggiormente funzionale.

"Come sempre - conclude l’assessore all’integrazione - insisto fortemente sul concetto di rete che si deve realizzare tra istituzioni ed associazioni. Le singole voci strumentalmente dissonanti sono fine a se stesse. Se c'è concretamente voglia di collaborare, come amministrazione siamo liberi al confronto e soprattutto alla soluzione dei problemi”.

Published in Cronaca

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk