Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Mercoledì, 20 Giugno 2018

Guanto d’Oro il massimo evento pugilistico dopo gli assoluti.
Ad aggiudicarsi il Trofeo Guanto d’Oro 2018 nella categoria 81kg è stato il pugile della Polisportiva Vivere solidale Team Cupri  Federico  Antonaci del maestro Salvatorte Cupri.
Federico Antonaci, pugile elite e di punta della Nazionale, con 91 match all’ attivo,  conquista a pieno titolo il Guanto D’Oro superando 5 a 0 tutti e tre i match disputati.
Per il pugile Antonaci è stata un'importante affermazione, infatti più volte finalista in altri tornei e campionati di boxe.
Pugile giovane di appena 20 anni con esperienza non solo Nazionale, ha combattuto più volte anche a livello Internazionale. Il maestro Cupri sottolinea quanto sia stata importante questa vittoria, sudata  con  tantissimo allenamento e impegno,  sicuramente  è un trampolino per poter crescere e puntare ad altri importanti traguardi. Grande Federico!

Published in Sport

Il Museo Archeologico Nazionale di Taranto celebra la Festa della Musica, che si terrà il 21 giugno 2018, con un ricco programma di attività: concerti, mostra fotografica su Kurt Cobain e i Nirvana, conferenza sui cantautori italiani a cura del dott. Pierfranco Bruni. I CONCERTI sono organizzati in collaborazione con il Conservatorio “Giovanni Paisiello” di Taranto: alle ore 11,00, alle ore 15,00 ed alle ore 17,00 i musicisti del Conservatorio “Giovanni Paisiello” accoglieranno in musica i visitatori del museo, con brevi concerti all’interno delle sale e della hall, in un itinerario che seguirà il percorso museale, dialogando con i reperti archeologici del MArTA. Alle ore 11,00, si esibiranno all’interno delle sale espositive:
- i solisti: Marta Di Lena (flauto solo), Sabrina Epifani (oboe solo), Lucrezia Bonasia (chitarra), Davide Chiego (chitarra), Valerio Laneve (chitarra), Dario Rizzo (chitarra);
- l’ensemble “Paisiello”: Gaia Costantini (fisarmonica), Stefano Attanasio (sassofono), Enrico Rizzi (sassofono), Michele Scialpi (sassofono), Gerardo Lomagistro (percussioni);
-  il Quartetto di Violini: Giorgia Calderone (violino), Manuela Ingrosso (violino), Gabriella Maraglino (violino), Arianna Di Ponzio (violoncello).
Alle ore 15,00 , si esibiranno all’interno delle sale espositive:
- i solisti: Gabriele Carrozzo (clarinetto), Francesco Nigro (oboe), Gabriele Seggioli (violino), Lara Zizzi (violino);
- il Duo di Violini: Letizia Epifani, Laura Franco.
Alle ore 17,00, l’ensemble di clarinetti “G. Caforio” si esibirà nella hall del MArTA.
Potranno assistere ai concerti negli spazi espositivi i visitatori muniti di biglietto del MArTA, mentre il concerto nella hall sarà ad accesso gratuito.
Continua al MArTA la MOSTRA FOTOGRAFICA “Kurt Cobain & Il Grunge: Storia di una Rivoluzione. Fotografie di Michael Lavine e Charles Peterson”, i Nirvana come non sono mai stati visti. La mostra, a cura di ONO arte contemporanea, comprende 77 foto esposte in due sezioni: da un lato immagini colte da Charles Peterson, dall’altro scatti di Michael Lavine. Si accede alla mostra con l’acquisto del biglietto del MArTA. Alle ore 18,00, nella Sala “Incontri” del MArTA si terrà la CONFERENZA “I cantautori italiani. Percorrendo: Luigi Tenco, Fabrizio De André, Franco Califano” a cura del dott. Pierfranco Bruni (vice-presidente Nazionale Sindacato Libero Scrittori e responsabile “Progetto Etnie” del MiBACT), ad ingresso gratuito.

Published in Cultura

Il capolavoro di Giacomo Puccini diretto dal grande maestro Alberto Veronesi alle Cave di Fantiano il 22 giugno

Nella splendida cornice delle Cave di Fantiano a Grottaglie(TA) sarà la Tosca di Giacomo Puccini ad arricchire l’estate musicale grottagliese e lo fa con Alberto Veronesi, celebre direttore d’orchestra amato in tutto il mondo.

Venerdì 22 giugno alle ore 21, Veronesi dirigerà l'Orchestra Sinfonica del Levante(50 musicisti) con la regia di Gianmaria Romagnoli e la direzione artistica di Emanuela Grassi.

 Un grande appuntamento per gli amanti di una delle opere più belle e apprezzate dal pubblico per la sua struggente storia d’amore, con tanto di colpi di scena e una sezione musicale rapida ed emozionante. E ancora più appassionante sarà vederla in uno scenario naturale.

Il Maestro Alberto Veronesiha, per questa circostanza, dichiarato: “Dirigere un’opera così importante come la Tosca è una grandissima responsabilità e la vastità del palcoscenico naturale delle Cave di Fantiano renderà l’esibizione un’esperienza unica”.

Location d’eccezione, infatti, sarà il teatro all'aperto di Grottaglie immerso nel parco nato dal recupero delle antiche cave di tufo e sabbia.

I protagonisti dell’opera saranno tre grandi solisti: Angela Cuoccio(soprano), Gianni Leccese(tenore) e Giulio Boschetti(baritono).

I prezzi: Platea 33 €, settore A 26 €, settore B/C 16 €, ridotto (over 65, under 20) 10 €, gratuito (bambini da 0 a 3 anni). I biglietti possono essere acquistati anche on line sul sito http://www.liveticket.it/toscagrottaglie.

Per informazioni è possibile contattare il numero 328/4561760

 

Tratta dal dramma omonimo di Victorien Sardou, Tosca è stata rappresentata per la prima volta il 14 gennaio 1900 a Roma. Più drammaticamente concitata delle precedenti opere di Puccini (Manon Lescaut e La bohème), senza ouverture, con sonorità quasi espressionistiche (II° atto), punteggiata dal dissonante tema-tritono (il diabolus in musica) del perfido antagonista Scarpia, sulle prime suscitò qualche perplessità fra i critici, ma in pochi anni diventò parte del repertorio dei maggiori teatri lirici del mondo.

La prima rappresentazione si tenne a Roma, al Teatro Costanzi, il 14 gennaio 1900.

 

L’inedito spettacolo teatrale siinserisce nell’ambito del ricco calendario della Mostra della Ceramica 2018, promossa dal Comune di Grottaglie incollaborazione con il Distretto Urbano del Commercio.

 

La Mostra della Ceramica è inserita nella programmazione progettuale triennale del Comune di Grottaglie dal titolo "Concertistica", a valere sul Fondo di Sviluppo e Coesione - FSC 2014-2020 "Patto per la Puglia", Avviso pubblico per iniziative progettuali riguardanti le attività culturali, promosso dall'Assessorato all'Industria turistica e culturale.

 

 

Tosca di Puccini:

Dove: Cave di Fantiano Grottaglie (Ta)

Quando: 22 giugno

Apertura cancelli: ore 20

Inizio: ore 21

 

 

IL CAST

 

Tosca

 

Melodramma in tre atti

Musica di Giacomo Puccini

Libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica

tratto dal dramma omonimo di Victorien Sardou

 

 

Direttore, Alberto Veronesi

Regia, Gianmaria Romagnoli

Coro, Lirico SalentOpera

Maestro al piano, Emanuele Petruzella

Maestra di coro, Vincenza Baviglio

Direttore di scene,Domenico Mengano, Emanuela Grassi

Costumi, Sartoria Shangrillà

Scene e attrezzatura: Damiano Pastoressa

 

Interpreti:

 

Floria Tosca, Angela Cuoccio

Mario Cavaradossi, Gianni Leccese

Barone Scarpia, Giulio Boschetti

Cesare Angelotti, Fulvio Valenti

Sagrestano, Gianni Guarino

Spoletta, Roberto Cervellera

Sciarrone, Antonio Marzano

Patsorello, Ivana D’Auria

Comparse, Associazione Unitre Ceglie Messapica

Published in Spettacolo

Negli ultimi mesi la Confcooperative di Taranto è stata impegnata in favore delle cantine e oleifici sociali aderenti per supportarli e sostenerli nel loro alla normativa sulle O.P. – Organizzazioni di Produttori.

Le Cooperative agricole, che di per sé hanno già le caratteristiche fondamentali di Organizzazioni di Produttori, prima sono state esaurientemente informate sull’evoluzione della normativa, e in seguito sono state “accompagnate” alla necessaria fase delle modifiche statutarie e assistite nel momento del controllo regionale propedeutico al definitivo riconoscimento di Organizzazioni di Produttori.

Un soddisfatto Carlo Martello, presidente di Confcooperative Taranto, ha dichiarato che «sono di grande rilievo i risultati conseguiti con questa nostra azione, considerato che oltre il 90% degli organismi cooperativi aderenti hanno proceduto al loro aggiornamento e al loro adeguamento a una normativa, per l’appunto quella delle O.P., che rafforza il legame con i soci produttori e favorisce la commercializzazione dei prodotti agricoli, consentendo così l’ottimale raggiungimento degli scopi statutari in favore degli agricoltori che costituiscono la base associativa».

Questo risultato, soprattutto, consentirà al comparto agricolo vitivinicolo e oleario della Confcooperative di Taranto, che distribuisce agli 8.531 soci redditi per conferimenti di circa 80.000.000 di euro, di partecipare con una corsia preferenziale agli interventi di sostegno previsti dal PSR 2014-2020 della Regione Puglia, in particolare quelli della Misura 9.1 (promozione) e della Misura 4.2 (investimenti).

«A fronte della disponibilità dimostrata dal mondo cooperativo agricolo ad aggiornarsi e a investire – ha poi detto Carlo Martello – si auspica che le risorse finanziarie messe a disposizione dalla Regione Puglia per la Misura 9.1 risultino adeguate e che le procedure della Misura 4.2 per gli investimenti non abbiano a soffrire per ritardi o inefficienze».

Published in Cronaca

Non è bastato togliere la parola “Nord” dal simbolo della Lega, perché sappiamo chi sono il neo ministro Matteo Salvini e il suo partito, assieme alle ideologie e alle forze politiche a cui sono legati.
Lo stesso che ai tavoli europei è risultato improduttivo secondo i dati, oggi si mostra come il “risolutore” dopo l’invasione degli immigrati, quando poi secondo le ricerche dell’UNHCR l’Italia è solo all’undicesimo posto con 2,4 rifugiati ogni mille abitanti dopo Svezia, Malta ed altri paesi. Ma comunque bisognava vincere questa campagna elettorale, non ancora terminata, perché le amministrative contano, sia chiaro!

E il M5S che per non perdere la parte di elettorato di sinistra è sempre stato ambiguo sul tema dell’immigrazione, ma poi di fatto ha palesato la sua natura, stringendo un accordo di governo con la Lega senza prendere le distanze dalla linea dura intrapresa da Salvini.

Una linea che tra “sbarchi zero” e “è finita la pacchia, preparatevi a fare le valigie”, è tecnicamente impossibile in virtù di trattati nazionali ed internazionali esistenti e tra l’altro non sarebbe economicamente sostenibile, anzi risulterebbe alquanto dispendiosa.
Stiamo assistendo all’attacco dei principi che rendono una comunità libera e su cui si misura la sua ricchezza. Stiamo parlando di ciò che rappresenta la base di ciascun individuo e che passa attraverso i principi di accoglienza, solidarietà e di una cultura antirazzista che può sembrare anacronistica, ma non lo è affatto.

Un Governo del tutto vigliacco e senza coraggio, perché è incapace di trovare soluzioni che nel 2018 rispettino gli esseri umani tutti e senza distinzione di colore.

Perché le migrazioni sono e sempre saranno nella natura dell’uomo, perché non si può impedire a chi è bombardato, a chi hanno ucciso un fratello o violentato una moglie di cercare una vita migliore in qualunque parte di questo lembo di terra.
Fino a qualche anno fa erano i meridionali al centro della vita politica della Lega, oggi col supporto del M5S lo sono gli immigrati. Eppure il passato non è poi così lontano, poiché Zaia, governatore del Veneto ha parlato di “giornata storica” dopo l’incontro con la ministra del Mezzogiorno (targata M5S), così 35 miliardi di residuo fiscale verranno sottratti dalle casse del Sud e destinati alla Lombardia e al Veneto.

Il Sud in movimento si contrappone e si contrapporrà a qualunque forma di politica estremista, razzista, che fomenta odio e genera confusione, rimarcando l’importanza dell’accoglienza e della solidarietà sotto le diverse forme, due elementi invalicabili che danno valore aggiunto a ciascun individuo e all’intera comunità. Siamo per la condivisione e per l'inclusione sociale, lo siamo sempre stati e sempre lo saremo

 

Published in Politica

Ritorna, a distanza di tre anni, il Festival Musicale organizzato da Pelagonia Eventi. “Il festival che invita a mangiare sano, consumare meno e ascoltare meglio”. Quattro giorni all’insegna della “musica d’autore” italiana, quattro concerti itineranti con band e artisti provenienti dalla scena musicale italiana. Venerdì 28 e sabato 30 giugno, venerdì 06 e sabato 07 luglio saranno di scenaGio Evan, Giorgio Ciccarelli, Slavi e Younger & Better.

Pelagonia Eventi annuncia il ritorno di "APRI LE ORECCHIETTE" un festival “itinerante” con artisti provenienti dalla scena musicale (e non) italiana.

Quattro appuntamenti che si svolgeranno nei giorni giovedì 28 e sabato 30 giugno e venerdì 06 e sabato 07 luglio in due luoghi distinti il Lab. Urbano (Ex Macello) a Sava (TA) e piazza Commestibili davanti all’Orwell – Public House a Manduria (TA).

Con la direzione e supervisione artistica di Pelagonia Eventi, il Festival accoglierà alcuni tra i più interessanti interpreti della scena musicale italiana.

Si comincia il 28 giugno con l’elettronica dal sound internazionale degli Younger and Better, e proseguirà nei giorni 30 giugno con il pop elettronico e giovanile di Gio Evan, il 06 luglio con la maestria rock di Giorgio Ciccarelli (ex Afterhours), e si concluderà il 07 luglio con il folk balcanico e demenziale degli Slavi – Bravissime Persone.

 

A questi si aggiungeranno alcuni artisti provenienti dalla Puglia come opening act.

 

Lo staff di Pelagonia Eventi vi aspetta!

 

Questo il programma completo:

 

28 Giugno YOUNGER AND BETTER

30 Giugno GIO EVAN

06 Luglio GIORGIO CICCARELLI

07 Luglio SLAVI – BRAVISSIME PERSONE

 

INGRESSO con contributo nei giorni 28 giugno e 07 luglio

INGRESSO 10 euro solo per il sabato 30 giugno

FREE ENTRY solo per il giorno 06 luglio

Published in Spettacolo

ILVA: AMBIENTALIZZAZIONE E SALVAGUARDIA DI TUTTI I LIVELLI OCCUPAZIONALI DIRETTI, DELL’APPALTO E DELL’INDOTTO
Dichiarazione di Antonio Castellucci – Segretario generale


Diamo atto al Ministro Luigi Di Maio dell’attenzione mostrata durante il primo incontro interlocutorio con le Organizzazioni sindacali di categoria e confederali, dopo le incertezze emerse qualche settimana fa dai contenuti del Contratto di Governo M5S-Lega circa le ipotesi, non ben chiare, sul futuro dello stabilimento Ilva di Taranto.
Nel corso del confronto al Mise, infatti, il Ministro ha affermato che salute e lavoro non devono e non possono confliggere, quindi che non saranno assunte decisioni unilaterali e, al contempo, che ci sarà un percorso da fare insieme, appunto salvaguardando lavoro, salute e sicurezza e sostenibilità ambientale.
In attesa di conoscere compiutamente gli esiti anche degli altri incontri programmati, ancora presso il Mise, tutto fa ben sperare, dunque, seppur cautamente, in ordine alla prosecuzione della trattativa su Ilva per giungere ad un accordo positivo, anche perché non bisogna perdere altro tempo prezioso, dal momento che gli stabilimenti, i lavoratori con le rispettive famiglie, Taranto, l’intera provincia e il Paese hanno bisogno di certezze per il futuro.
Come Cisl riteniamo imprescindibile la necessità che siano tutelati e salvaguardati tutti i livelli occupazionali diretti, dell’appalto e dell’indotto –una polveriera pronta ad esplodere - e che si proceda ad una vera ambientalizzazione tanto del sito industriale quanto delle aree e dei quartieri circostanti, a garanzia della salute dei dipendenti e di tutti gli abitanti dell’area ionica.

Antonio Castellucci

Published in Cronaca
Mercoledì, 20 Giugno 2018 15:55

Due Mari WineFest - III edizione

Il Due Mari WineFest si conferma un successo. Nonostante l'incertezza del meteo, migliaia di persone sono arrivate al Molo Sant'Eligio per la terza edizione dell'evento a cui hanno preso parte 55 aziende enogastronomiche. Tanta partecipazione per le escursioni in mare e ai cooking show

È positivo il bilancio della terza edizione del Due Mari WineFest che si è svolto lo scorso fine settimana, nonostante i nuvoloni e la pioggia che incombevano sull'evento ma che, fortunatamente, lo hanno graziato, permettendo ai visitatori di recarsi numerosi, soprattutto sabato sera, al Molo Sant'Eligio. Anche quest'anno la manifestazione ha portato alla ribalta le migliori aziende vinicole pugliesi, oltre al meglio della produzione umbra, toscana e di altre zone della nazione.
Alcuni numeri di questa edizione: cinquantacinque le aziende enogastronomiche partecipanti; oltre 400 le etichette di vino proposte; due i gemellaggi con altre importanti manifestazioni di settore (Florence Wine Event e Wine Show Todi); due le cene da tutto esaurito sulla nave CalaJunco; decine le apprezzate escursioni sulla barca a vela di Onda Buena e sul catamarano di Jonian Dolphin Conservation; sette i seguitissimi cooking show diretti dallo chef Lele Turi; circa 5mila le persone che, tra degustazioni, musica e percorsi sensoriali, hanno trascorso delle piacevoli ore nel meraviglioso porticciolo al centro di Taranto.
Main sponsor del Due Mari Wine Fest, che è organizzato da Salotto Professionale Eventi e Se dico Taranto, sono stati Nuovarredo, Armata di Mare, Loma Ufficio e Copyright, Palma Arredamenti. Hanno collaborato l'AIS (sezione di Taranto) e l'associazione Smile di Manuel Manfuso.
La contentezza per la buona riuscita dell'evento è tutta nelle parole degli organizzatori, Stefania Ressa, Andrea e Fabio Romandini: "Quest'anno abbiamo consolidato ancora di più l'evento che ha avuto una eco incredibile in tutta la Puglia e oltre i confini locali. Decine di persone si sono mosse perfino dalla Basilicata e da Roma pur di esserci. Siamo soddisfatti e soprattutto convinti che questa manifestazione assumerà carattere nazionale. Stiamo lavorando in questa direzione. Ci siamo già messi al lavoro sul programma dell'anno prossimo, in cui non mancheranno certamente momenti dedicati alla cucina grazie alla presenza di chef Turi. Un ringraziamento al Comune di Taranto, specie all'assessore Valentina Tilgher che ha sempre creduto in questa manifestazione, alla Regione Puglia e a Puglia Promozione per il sostegno".

Vincenzo Parabita - Ufficio stampa Due Mari WineFest

Published in Cronaca
Mercoledì, 20 Giugno 2018 15:51

Il DG del Comune : un tecnico o un politico?

L’insolito e istituzionalmente scorretto comunicato stampa del direttore generale del Comune – dott. Ciro Imperio - sui rilievi del Ministero al Bilancio, lascia perplessi e suscita alcune riflessioni tutte di segno negativo.

Per affrontare l’argomento in maniera sintetica e andare al cuore del problema – visto che il dg se la prende con l’opposizione consiliare e coi sindacati – diremmo che sembra una riedizione del vecchio (e caro?) stalinismo: aboliamo i sindacati e, soprattutto, eliminiamo le opposizioni. Questo è il “sapore” dell’istituzionalmente scorretto comunicato di un direttore generale.
In particolare gli chiediamo: il direttore generale fa parte della maggioranza politica? Nonostante gli anni, non ricordiamo un comunicato stampa di un direttore generale che risponde all'opposizione e per giunta attaccandola.
Se è vero (come è vero) che un dg è un tecnico e non un politico, esso risponde solo in termini tecnici e come ogni altro dipendente (sì, dipendente) non entra in polemica aperta con le forze politiche di cui non è controparte perché è tenuto ad essere imparzialmente al servizio della cittadinanza.
Chi dovrebbe rispondere all’argomento succitato è l'assessore al Bilancio che in questo caso è il sindaco.
Il dott. Imperio è a Taranto da appena sei mesi: come si permette di giudicare (non conoscendo) le forze d'opposizione se hanno o meno contestato le gestioni 2010-2015 che hanno subito i rilievi? Questa parte d’opposizione l’ha fatto: s’informi! Tutte le nostre contestazioni e le nostre proposte sono rimaste inascoltate e cadute nel vuoto di un’aula che votava per fede (sempre la stessa: di sinistra), per tirare a campare. Esattamente come avviene oggi con la maggioranza che sostiene Melucci. Infatti è cambiato il maestro d'orchestra ma i partiti e molti degli attuali personaggi che sono in consiglio comunale a sostenere Melucci sono gli stessi responsabili di quelle gestioni. Perché invece non riconosce tali responsabilità agli attuali consiglieri di maggioranza che durante l'amministrazione Stefano hanno avallato tutto ciò?
Prendiamo atto che il direttore generale portato a Taranto dal sindaco esprime devozione nei suoi riguardi schierandosi politicamente, ma gli ricordiamo che le forze politiche rispondono ai cittadini e non certo a lui. Piuttosto è il direttore generale che dovrebbe spiegare a noi e alla città come ha fatto il comune ad incassare la bocciatura da parte dei revisori dei conti del bilancio di previsione 2018 avendo assunto un direttore generale al modico costo di 360mila euro in tre anni più oneri accessori.

Published in Politica
Pagina 1 di 2

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk