Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Lunedì, 25 Giugno 2018

La casa editrice Les Flâneurs Edizioni e le associazioni Arci Grottaglie, Babele e Ciosa, vi danno appuntamento al 27 giugno a Grottaglie - ore 19:30, presso Zoelogic pub - per la presentazione ufficiale di "Rivolto a Sud", la nuova raccolta di poesie dell'autore Vincenzo De Marco.
Dopo il successo de "Il Mostro versi di rabbia e d'amore", Vincenzo lancia una nuova sfida in cui "l’operaio, l’uomo e lo scrittore si fondono in una sola persona che si affaccia sul mondo, allungando il suo sguardo anche oltre i confini della fabbrica e del suo territorio". "Rivolto a Sud" - raccolta impreziosita dai contributi di Fulvio Colucci, Alfredo Traversa e Fernando Blasi - è "frutto del mix maleodorante e profumato del nostro presente, è un pugno allo stomaco ma allo stesso tempo una carezza sul viso. Uno sguardo, spesso critico, sulle brutture del mondo ma anche sulle sue innumerevoli bellezze, sull’attualità e sul prossimo futuro, denso di incognite e speranze. Perché, attraverso i sogni, il cambiamento è ancora possibile".
La presentazione - in forma di aperitivo d'arte - sarà moderata dalla giornalista e scrittrice Alessandra Macchitella; durante la serata interverranno Fulvio Colucci, Fernando Blasi e Alfredo Traversa.
Le letture saranno a cura dell'attore e regista Giuseppe Calamunci Manitta, l'accompagnamento musicale sarà opera del M° Michele Santoro.
Durante la serata sarà allestita una mostra fotografica che ospiterà gli sguardi di Fernando Santopietro, Vito Leone, Roberta Trani, Andrea D'Aversa, Dario Miale & Giorgio Di Palma, Maurizio Greco, Valerio Manisi & Roberta Bria.

Presenti saranno anche gli organizzatori del Cinzella Festival e Imma Di Bari che parlerà del convegno "Amici per la pelle - Il melanoma".
Dj-set a cura di Antonio Piergianni.
Ingresso Gratuito.

 

Published in Cultura

Grazie a Federconsumatori due clienti di Appia Viaggi avranno la loro crociera MSC. La Federconsumatori provinciale di Taranto è pronta a fornire assistenza a tutti i cittadini che hanno subito disagi e danni a causa del fallimento della nota Agenzia “Appia Viaggi”.

Ne dà notizia la presidente provinciale Maria Antonietta Brigida spiegando che «su questa problematica ci siamo già attivati su richiesta di un paio di cittadini che, purtroppo, avevano prenotato una crociera MSC presso questa agenzia viaggi che, va detto, per decenni aveva sempre operato in modo corretto e trasparente».

«I nostri legali – ha poi detto Maria Antonietta Brigida – si sono posti come mediatori a favore dei due clienti, contattando sia l’Appia Viaggi, dalla quale in vero non abbiamo riscontrato una concreta disponibilità alla risoluzione del problema, sia la compagnia MSC che invece ha prontamente risposto accollandosi gli oneri della problematica e, anche se non aveva ricevuto gli acconti dalla Appia Viaggi, ha confermato ai due clienti la prenotazione a fronte del solo saldo».

«Questo nonostante di fatto la stessa MSC – ha riconosciuto Maria Antonietta Brigida – non avesse nessun obbligo legale nei confronti dei due clienti con i quali finora non era intercorso nessun rapporto».

«A Taranto i cittadini possono rivolgersi presso lo sportello di Federconsumatori – ha poi detto Maria Antonietta Brigida – al Piazzale Bestat n.31, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.00, e il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle ore 16.30 alle ore 19.00, o telefonare allo 0997390608 o inviare una e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.».

Federconsumatori Taranto fornirà gratuitamente assistenza ai cittadini che qui potranno far analizzare gratuitamente la documentazione dei propri contratti da un consulente che potrà consigliare sulle azioni più idonee per recuperare le caparre eventualmente già versate».

Non solo Appia Viaggi: in questo periodo Federconsumatori Taranto si appresta a seguire con attenzione anche lo svolgimento dei saldi estivi. Dopo l’andamento sottotono registrato per i consumi primaverili, anche le prime stime relative agli acquisti in saldo prospettano un sostanziale “galleggiamento” rispetto allo scorso anno.

A livello nazionale risulta a Federconsumatori che, dall’analisi dei dati raccolti interrogando il campione emerge che meno del 40% delle famiglie si prepara ad effettuare acquisti approfittando dei saldi.

Il dato maggiormente rilevante è la forte differenziazione della propensione all’acquisto e dell’entità della spesa tra il Nord e il Centro-Sud, con un andamento decisamente più sobrio e contenuto al Sud.

Al riguardo Maria Antonietta Brigida ha spiegato che «si tratta di una tendenza purtroppo prevedibile, dettata dalla grave assenza di opportunità lavorative, specialmente per i giovani e dall’esigenza, da parte delle famiglie, di provvedere al mantenimento di figli e nipoti disoccupati».

 

Maria Antonietta Brigida - Presidente Federconsumatori Taranto

 

Published in Cronaca

Con loro anche Mogol e Alessandro Quasimodo

Due artisti pugliesi nella giuria del concorso di poesia «Il Federiciano»: i cantautori Mimmo Cavallo e Mariella Nava, insieme ad un altro nome illustre della musica italiana, Mogol. In giuria, anche Alessandro Quasimodo, figlio di Salvatore Quasimodo, poeta Premio Nobel per la Letteratura.
Cavallo, oltre alla attività di cantante, ha svolto in parallelo quella di autore di testi di canzoni per importanti cantanti italiani, tra Fiorella Mannoia (per cui ha anche scritto Caffè nero bollente, che le è valso il debutto al Festival di Sanremo nel 1981), Zucchero, Mia Martini, Giorgia.
Cammino simile anche per la Nava, che ha scritto brani di successo per tanti artisti, tra cui Renato Zero, Andrea Bocelli, Mango e Loredana Bertè.
Ora tornano ad occuparsi di scrittura, in qualità di giurati, con il compito di scegliere le due poesie vincitrici del concorso «Il Federiciano», giunto alla sua decima edizione, che saranno realizzate in ceramica di Grottaglie e andranno ad aggiungersi alle oltre quaranta stele già ospitate sulle facciate delle case di Rocca Imperiale.
Il borgo, grazie all’iniziativa poetica, è conosciuto come «Il Paese della Poesia», per la sua peculiarità di custodire all’interno dei suoi vicoli una vera e propria antologia a cielo aperto, con le stele delle poesie vincitrici del concorso, a cui si aggiungono i testi di poeti e intellettuali di fama mondiale, come Lawrence Ferlinghetti e Alejandro Jodorosky. Una peculiarità che ha reso «Il Paese della Poesia» una meta prescelta dai turisti, che ha attirato l’attenzione di giornali, radio e trasmissioni televisive, tra cui spiccano le telecamere di «Sereno variabile» e di «Geo & Geo».
Quest’anno, gli aspiranti poeti potranno iscriversi al concorso gratuito entro l’11 luglio (tutte le informazioni a questo link: http://www.rivistaorizzonti.net/concorsofedericiano.html) e saranno invitati a partecipare al festival poetico, sostenuto dal Comune e dalla Regione Calabria, che si svolgerà a Rocca Imperiale dal 18 al 26 agosto 2018, dove ci saranno ospiti famosi del mondo della cultura, tra cui la stessa Mariella Nava.

 

Published in Cultura

È la scrittrice noir martinese la prima ospite dell'iniziativa di Volta la carta a Crispiano. Mercoledì in piazza San Francesco si parlerà del suo ultimo libro, “Il compimento è la pioggia”

 

Tra un Aperitivo d'Autore e l'altro, Volta la carta questa estate ha organizzato anche una mini rassegna letteraria a Crispiano, in piazza San Francesco. Si chiama “Al calar del sole” e, come è facilmente immaginabile, ci si incontrerà alle 20, al tramonto appunto. L'iniziativa sarà realizzata grazie al sostegno del Symposium Cafè.

Nella rassegna verranno coinvolti alcuni tra i più bravi scrittori pugliesi. Il primo appuntamento è fissato per mercoledì 27 giugno: ospite Giorgia Lepore, che presenterà il suo ultimo libro, il noir “Il compimento è la pioggia” (Edizioni E/O) in cui l'ispettore Gerri Esposito è alle prese con un nuovo caso di cronaca.
La partecipazione è libera. Per info: 380.4385348 – 099.4005927

IL LIBRO
Nella notte di San Nicola, a Bari, c’è stato un omicidio efferato. In una piccola casa bassa del centro storico è stata trovata morta una ragazza di poco più di vent’anni. Il cadavere è squarciato da varie ferite, intorno al corpo martoriato tracce della presenza di bambini: giocattoli, biberon, vestiti. I bambini però sembrano scomparsi nel nulla. Sul luogo del delitto arriva l’ispettore Gerri Esposito, seguito dal suo capo, Marinetti, e dall’ispettrice Sara Coen, con la quale Gerri ha un rapporto che si fa sempre più complicato. L’indagine si snoda nell’arco di pochi giorni. Giorni freddissimi, in cui la Puglia e il suo capoluogo vengono investiti da un’insolita nevicata, che alla fine lascerà il posto alla pioggia. Ancora una volta, una storia di infanzia violata. Quell’infanzia che Gerri deve ricostruire e recuperare da qualche parte nei suoi ricordi perduti.

«Le nuvole sono una promessa. L’adempimento è la pioggia»
(Proverbio arabo)

L'AUTRICE
Giorgia Lepore è archeologa e storica dell'arte, vive a Martina Franca e insegna Storia dell'Arte al liceo “Leonardo da Vinci” di Fasano. “L'abitudine al sangue” (Fazi, 2009) è stato il suo romanzo d'esordio, seguito da “I figli sono pezzi di cuore” (Edizioni E/O, 2015), “Angelo che sei il mio custode” (Edizioni E/O, 2016) e “Il compimento è la pioggia” (Edizioni E/O, 2018).

«E se fosse Giorgia Lepore la vera, grande voce nuova del romanzo nero italiano?»
Maurizio de Giovanni

«Giorgia Lepore scava dentro di voi con le parole. [Angelo che sei il mio custode] è un magnifico – e terrificante – battito del cuore...»
Donato Carrisi

Published in Cultura

A Grottaglie si tiene il primo incontro del Gal Magna Grecia per presentare al mondo delle professioni le opportunità di finanziamento del Piano di Azione Locale

Il Gal Magna Grecia incontra i professionisti del territorio per presentare le opportunità di finanziamento previste dal nuovo PAL (Piano Di Azione Locale), progetto finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito della Misura 19 del PSR Puglia 2014-2020.

 

Il primo incontro è “dedicato” ai professionisti che più operano nel mondo rurale: periti agrari, agrotecnici, dottori agronomi e dottori forestali.

Il pubblico convegno “Il Piano di Azione Locale del GAL Magna Grecia: strumento di sviluppo economico” si terrà, alle ore 18.30 di martedì 26 giugno, nella Sala consiliare del Municipio di Grottaglie. Per i professionisti la partecipazione è valida per l’attribuzione di Crediti formativi.

Dopo i saluti di Cirò D’Alò, Sindaco di Grottaglie, sarà Ciro Maranò, direttore del Gal Magna Grecia, a presentare le importanti opportunità di finanziamento a favore di istituzioni, aziende e associazioni del territorio.

Interverranno poi Andrea Leonardo Occhilupo, presidente Collegio Agrotecnici di Taranto, Pasquale Mariano Carmignano, presidente Collegio Periti Agrari di Taranto, e Gianluca Buemi, presidente del Consiglio dell’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Taranto, quest’ultimo nei giorni scorsi è stato eletto Consigliere nazionale dell’Ordine. Le conclusioni saranno affidate a Luca Lazzàro, presidente GAL Magna Grecia.

#coltiviamoidee e #costruiamoilfuturo: con questi due hashtag inizia da Grottaglie una serie di incontri pubblici organizzata dal GAL Magna Grecia per illustrare agli ordini professionali il nuovo PAL.

Presentando l’iniziativa il presidente del GAL Magna Grecia, Luca Lazzàro, ha spiegato che «dopo aver illustrato alle comunità dei comuni del territorio il nostro PAL, ora iniziamo una serie di incontri più “tecnici” con i professionisti che di fatto dovranno assistere le aziende e le associazioni nella presentazione delle istanze e dei progetti per accedere ai finanziamenti previsti dal nostro PAL».

«In questi incontri – ha poi detto Luca Lazzàro – da un lato il GAL Magna Grecia presenterà il PAL, da un altro i rappresentanti degli ordini professionali e i singoli professionisti potranno palesare le loro esigenze e i suggerimenti per rendere ancora più accessibili i bandi che stiamo elaborando proprio in questo periodo».

Luca Lazzàro ha concluso affermando che «è nostra ferma intenzione, infatti, continuare nella massima condivisione con tutti gli stakeholder, in modo da realizzare un percorso partecipato teso allo sviluppo economico e sociale del territorio».

Published in Sociale&Associazioni

Nel 50° anniversario della scomparsa del Premio Nobel Salvatore Quasimodo (1968 -2018, nel Museo Casa natale del poeta, in via Posterla, 84 a Modica (Rg) Sicilia, ha avuto luogo una tre giorni (14, 15 e 16 giugno) di eventi di grande spessore culturale.

Nell'occasione la  casa editrice AGA ha presentato, in prima nazionale, lo scorso 14 giugno la nuova edizione del volume Biografia per Immagini “Oscuramente forte è la vita / Salvatore Quasimodo operaio di sogni ”, che è anche catalogo della mostra itinerante realizzata per la prima volta nel 2009 in collaborazione con l’istituto di cultura italiana all’estero Amici di Salvatore Quasimodo, presidente il dott. Arnaldo Dante Marianacci.
Inoltre l'Associazione Proserpina, ha inaugurato in prima assoluta nazionale la mostra di grafica “LETTURA SPECULARE IN AZZURRO DEL SEGNO DI VITTORIO DEL PIANO PER SALVATORE QUASIMODO”, per opera di Pino Lacava, grafico e ceramista grottagliese, esponente della neo-avanguardia, vincitore di prestigiosi riconoscimenti nazionali ed internazionali, più volte presente alla Biennale di Venezia, a Brera, Milano, Barcellona etc.
L’esposizione, ideata e curata da Sabrina Del Piano, si compone di 9 grafiche di cui la stessa Del Piano ne ha curato la presentazione alla mini-cartella, ottenute per de-strutturazione di interventi di de-collage di Vittorio Del Piano, artista concettuale presente fino alla sua morte sulla scena internazionale; e riassemblate con il gusto ed il messaggio personalissimo di Lacava, che firma ogni pezzo con il suo inconfondibile “Azzurro”. In concomitanza con la mostra di Pino Lacava, sino al 17 giugno è stata in esposizione, sempre a Casa Quasimodo, la personale di Silvio Zampieri, maestro del neo-chiarismo, originario di Verona, che per due mesi ha soggiornato a Modica per poter realizzare il suo personalissimo omaggio a Salvatore Quasimodo con delicatissimi olii su tela, dalle sfumature impercettibili, dipinti "con la luce".

"L’Omaggio a Salvatore Quasimodo in occasione del 50° anniversario della sua morte, nella sua casa natale di Modica, - scrive Sabrina Del Piano nella prefazione della cartella - è un percorso in punta di piedi che Pino Lacava intraprende nella foresta concettuale della poetica visiva di Vittorio Del Piano, legato a doppio filo con i due artisti. Una nuova edizione della Biografia per Immagini “Oscuramente forte è la vita / Salvatore Quasimodo operaio di sogni ”, ideata e curata nel 2009 da Del Piano e ripresentata in questa sede, congiuntamente all’omaggio grafico di Lacava, sono i due aspetti di un colloquio che prosegue felice e rinnovato nel tempo. Scrittura, immagine, poesia e storia s’intrecciano ad un territorio meraviglioso, al centro del Mediterraneo, che rende ancora più significante l’idea stessa di Arte. “LETTURA SPECULARE IN AZZURRO DEL SEGNO DI VITTORIO DEL PIANO PER SALVATORE QUASIMODO” è un tributo a tutti gli Operai di Sogni che spingono la loro vita in un azzurro reale e metafisico, con il ritmo senza tempo delle nostre radici mediterranee, solari come conchiglie calcinate e sempre mobili come la riva marina. Se l’azzurro è il colore dell’anima, esso emerge in tutto il suo fulgore nella poesia di Quasimodo, attraversa l’idea di Del Piano e approda delicata ma decisa sul segno di Lacava, conducendo l’osservatore in un “alio/loco” Puro in cui tuffarsi, per ritrovare se stessi e il Tutto.

Published in Arte
Lunedì, 25 Giugno 2018 15:30

Rosèxpo, boom di winelovers al Carlo V

Da Lecce parte la provocazione: e se lo chiamassimo vino Rosa?  Al sen Stefàno il premio Ambasciatore del vino rosato nel mondo
Appuntamento con Rosèxpo il 22 e 23 giugno del 2019

Chiamiamolo Rosa, recuperiamo una coerenza linguistica. Stop con lo scimmiottare i francesi con un languido Rosèoppure con il participio passato di un verbo che non esiste, l’abusato Rosato. Se al ristorante si chiedono un Rossoo un Bianco, iniziamo a chiamare il Rosacome mamma Italia vorrebbe. È più o meno la provocazione giunta dai due giorni che a Lecce hanno portato i vini rosati da tutti il mondo e promossi per il quinto anno consecutivo da deGusto Salento l’associazione dei produttori di Negroamaro che per 48 ore ha reso la capitale del Barocco, e orami di fatto Capitale dei Rosati, il centro del mondo della viticoltura internazionale.

Recuperare l’identità - insomma più italianità - metterci la faccia raccontando l’unicità delle storie di famiglia o di campagna che si celano dietro le etichette, prendere coscienza del valore dei propri prodotti – i rosati francesi escono in media a 48 dollari a bottiglia negli USA contro i 18 degli italiani – pensare a questo prodotto lavorando sul target finale – generazione X o Y, la prima consuma vini al bicchiere la seconda se li porta a casa -, paesi obiettivo e senza trascurare canali di comunicazione e strumenti di divulgazione. Insomma, se si è parlato di cosa accade oltreoceano la lista delle cose da fare è lunga ma non impossibile. E se, come mostrato dalla giornalista Laura Donadoni, su Wine Spectatornel servizio di copertina sui vini rosati dal mondo su 12 etichette il 90% sono francesi e il resto spagnole, ecco che istituire una cabina di regia, come accade in Francia, e lavorare per una promozione strategica e condivisa che punti al consolidamento e al posizionamento del brand vino italiano all’estero diventa quasi una emergenza commerciale per andare a scalare le classifiche di vendita. Sì, appunto, quelle di appeal sui mercati, poiché le canoniche classifiche che assegnano premi ai vini magari associando medaglie ad etichette con riferimenti esclusivamente in italiano e senza un remind on linee nella lingua universale, superati i confini del Bel Paese, rischiano di diventare assolutamente inutili e non spendibili, nonostante la faticosa ansia da ottenimento di questo o di quel riconoscimento.
Un dibattito stimolante e interessante nel corso del quale sono intervenuti Steve Kim, managing director di Vinitaly International, Jean Marc Ducasse,ideatore di Pink rosè festival, Ylenia Lucaselli, Global advisor della Southern Glazer's Wine and Spirits, che commercializza negli USA ogni anno 600 milioni di bottiglie italiane e la giornalista Laura Donadoni. Presenti anche i delegati dei consorzi di Tutela di Bardolino, Valtènesi, Vini d’Abruzzo, Castel del Monte e Salice Salentino, che hanno sottoscritto un Patto di Intenti per promuovere insieme i vini rosati nel mondo e una delegazione del Trentodoc.

Il titolo di Ambasciatore del Vino Rosatoè stato consegnato al senatore Dario Stefàno dall’associazione deGusto Salento che ha voluto premiare l’impegno storico di Stefàno che da assessore alle Politiche Agroalimentari della regione Puglia prima e da senatore della Repubblica poi, non ha mai fatto mancare il suo sostegno alla promozione dei rosati.
Il Castello Carlo V si è prestato, dunque, anche quest’anno come cornice perfetta per la folla di appassionati che nelle due serate hanno gremito le antiche sale declinate tra rosati internazionali; più di 2500 winelovers tra cui tantissimi stranieri che si sono affacciati fino a tarda sera per degustare un calice di vino e riscoprire uno degli scrigni più belli della storia salentina per la soddisfazione evidente dei rappresentanti della Regione Puglia, del sindaco Carlo Salveminie dell’assessore alle Attività Produttive del comune di Lecce Paolo Foresio che non ha perso occasione per confermare l’interesse del comune di Lecce a continuare a sostenere iniziative di promozione di alto respiro.
Appuntamento, dunque, al prossimo anno. «Potete già mettere in agenda le nuove date – ha concluso Ilaria Donateo. Se il 21 giugno si ripeterà l’esperienza di #OggiRosè, noi torneremo a parlare di vini rosati con la sesta edizione di questo festival riuscito il 22 e il 23 giugno 2019. Anche quest’anno siamo riusciti a costruire una manifestazione riuscita sia nei numeri sia nei contenuti e da subito inizieremo a lavorare alla prossima edizione certi di poter confermare il trend di crescente appeal e attrattività che abbiamo registrato sin da quando abbiamo iniziato a parlare di rosati a Lecce».

Published in Cultura

Emiliano: "Le distanze fra la Puglia e Mosca oggi si accorciano”

24 giugno 2018. La Puglia e Mosca sono ancora più vicine con il volo diretto Bari Mosca che si è inaugurato oggi. La Regione Puglia e il Comune di Bari continuano ad investire sui rapporti con Mosca, in virtù del rapporto speciale che si è instaurato negli anni con la Federazione russa. Una delegazione istituzionale della Puglia, guidata dal Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, dal Sindaco della città metropolitana, Antonio Decaro, dall’Assessore regionale all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone e dal Vicepresidente di Aeroporti di Puglia Antonio Vasile è partita oggi per Mosca, inaugurando il primo volo S7 Bari Mosca.
Il volo S7 da Mosca è arrivato alle 13.35 all’aeroporto di Bari ed è stato accolto dai getti d’acqua dei mezzi del Vigili del Fuoco. I passeggeri sono stati salutati dai Rappresentanti delle Istituzioni (Regione Puglia, Comune di Bari, Console Russia, Aeroporti di Puglia). Alle 14.30 la delegazione pugliese è partita per Mosca dove stamani si è svolta  una conferenza stampa alle ore 10.00 nella Sede del Governo russo a Mosca, con Giovanni Bastianelli, Direttore Esecutivo ENIT, Sergey Cheremin, Ministro per la cooperazione economica e le relaizoni internazionali di Mosca, Alexey Shaposhnikov, Presidente della Duma di Mosca, Eugeny Gerasimov, Direttore della commissione mass media e cultura della Città di Mosca, Alexander Kibovsky, capo del dipartimento di cultura della città di Mosca, Nikolai Gulyaev, capo del dipartimento dello sport e del turismo di Mosca, Ivan Shubin, Capo del dipartimento dei mass media e pubblicità della città di Mosca, Tatiana Andryash, Direttrice Buongiorno Italia, Michail Abramov Fondazione Museo dell’Icona Russa, Ivan Banderblog ass. CheLoveK MaKak, Yury Lagovskiy, Global Sales Director S7 Airlines.

“Le distanze oggi si accorciano grazie al nuovo volo di linea che collega direttamente Mosca a Bari. Questo volo è sicuramente un traguardo importante per chi, come me, da 13 anni lavora nelle istituzioni, prima da Sindaco e poi da Presidente della Regione Puglia, per rafforzare il legame con la Federazione russa nel nome di San Nicola- ha commentato il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano - Il legame tra i nostri popoli ha quindi radici lontane e si è nel tempo rafforzato attraverso amicizie, scambi, progetti, che hanno profondamente arricchito le nostre comunità. In giornate come questa tornano alla mente i tanti momenti solenni che abbiamo condiviso. Penso al vertice internazionale Italo-Russo, nel marzo 2007, alla presenza dei presidenti Vladimir Putin e Romano Prodi. In quella occasione si gettarono le basi per la restituzione della Chiesa Russa di Bari al Patriarcato di Mosca. Un grande evento celebrato due anni dopo, insieme ai presidenti Giorgio Napolitano e Dmitri Medvedev, che fu soprattutto un evento di popolo. In migliaia scesero in piazza per celebrare quel gesto di amicizia che apriva la Puglia a una dimensione internazionale e suscitava solo buoni auspici. Tanti passi sono Istati fatti da quel giorno, sino allo storico viaggio della reliquia di San Nicola in Russia, che ha coinvolto milioni di fedeli ed emozionato il mondo. Su questo volo Mosca-Bari, dunque, viaggiano davvero tante speranze e visioni, viaggia una bella squadra di persone e istituzioni motivate a fare cose grandi insieme, viaggiano sogni di pace e amicizia, e tanti progetti di crescita comune.”
“In questi anni vi è stato un grande impegno e un intenso scambio bilaterale: sono state sostenute l’attivazione di voli charter stagionali, la partecipazione a fiere di settore, workshop e seminari di formazione in Russia, l’organizzazione di incontri BtoB tra operatori e di educational tour per giornalisti e tour operator russi. Il volo di linea Bari-Mosca corona questo grande impegno in favore della promozione della Puglia in Russia - ha commentato l’Assessore all’Industria turistica e culturale, Loredana Capone - Il mercato russo oggi presenta ancora elevati margini di sviluppo sia per l’Italia che per la Puglia. Dal 2016, dopo una breve crisi legata anche a eventi di politica internazionale che ha sensibilmente ridotto i flussi turistici, il mercato russo in Puglia è in costante crescita. Non abbiamo ancora raggiunto i livelli del 2014 ma il trend di sviluppo, con una media di crescita annuale pari al 10%, lascia ben sperare. La variazione del mercato russo (campione 70% circa) sui primi tre mesi del 2018, rispetto all’anno precedente, conferma l’andamento positivo: +8% per gli arrivi e +17% per le presenze. I turisti russi, big spender interessati prevalentemente all’offerta artistica/culturale e al buon cibo, stanno allargando i loro orizzonti di viaggio in Puglia: oltre a Bari e ai comuni limitrofi, anche altre aree della nostra regione stanno diventando sempre più attrattive, come Lecce, Monopoli, Fasano, Ostuni, Vieste.”

Soddisfatto anche il Sindaco della Città metropolitana, Antonio Decaro: “L’inaugurazione del volo diretto tra Bari e Mosca rappresenta un passaggio strategico per consolidare i rapporti tra la terra di Bari e la capitale russa, che negli ultimi dieci anni sono cresciuti in maniera costante grazie all’impegno delle diverse istituzioni, accomunate dall’obiettivo di potenziare e rendere più stabile e sicuro il processo di internazionalizzazione in atto.
Parlare dei rapporti tra Bari e la Russia significa, ovviamente, pensare in primo luogo al legame indissolubile ispirato dalla comune devozione nei confronti di San Nicola, il santo cristiano più venerato al mondo che unisce nella fede il mondo cattolico, ortodosso e protestante. San Nicola è la figura che testimonia la possibilità di coesistenza di più fedi religiose nel rispetto reciproco tra popoli e culture, l’emblema di come due o più Paesi possano fare propria un’identità comune e valorizzarla al punto tale da creare una sinergia che va ben oltre gli aspetti religiosi.
Va in questa stessa direzione l’avvenuta inaugurazione del consolato onorario della Federazione Russa nel cuore della città di Bari e il moltiplicarsi delle iniziative culturali promosse per veicolare comuni valori spirituali e per ampliare la conoscenza reciproca, anche in chiave turistica.
Giornate come questa testimoniano la volontà condivisa e il rispetto di impegni reciproci che possono tramutarsi in prospettive strategiche per far crescere le partnership culturali, religiose, economiche e commerciali. Il volo diretto tra Mosca e Bari sarà un altro ponte sul quale cammineranno idee, valori, affari e tante altre opportunità”.

Antonio Vasile, Vice Presidente di Aeroporti di Puglia, ha dichiarato che i legami tra Bari e la Russia, affondano le proprie radici nei sentimenti di amore dei baresi per il Patrono della loro città e di venerazione di popolo dei fedeli ortodossi verso il vescovo di Myra. “Nel corso dei secoli, proprio nel nome di San Nicola, è stato possibile mantenere aperto un canale di dialogo ecumenico tra chiesa cattolica e chiesa ortodossa che ha facilitato l’incontro tra popoli così diversi tra loro, ma legati da profonda amicizia. La scorsa estate, l’ostensione di una Reliquia di San Nicola, prima a Mosca e poi a San Pietroburgo, e l’incredibile testimonianza di fede e di popolo dei milioni di fedeli in attesa per rendere omaggio al Santo, ha reso ancor più forte, se mai possibile, i sentimenti di amicizia e di unione tra i Russi e Bari, anche tra chi, probabilmente non ha mai avuto modo di conoscere la nostra città. Sino ad oggi la mancanza di un collegamento aereo diretto con Mosca aveva complicato non poco gli spostamenti dei fedeli e di quanti avrebbero voluto visitare Bari e la Puglia. Oggi, l’avvio del volo diretto con Mosca rafforza ancor di più, anche in chiave di modernità e di efficienza, i profondi legami di amicizia con il popolo russo e favoriranno l’apertura della Puglia a un mercato che, valori storici e religiosi a parte, guarda da sempre alla nostra regione con simpatia e interesse.”

Durante la Conferenza Stampa domani saranno annunciate le prossime iniziative di promozione della Puglia a Mosca. “La Puglia sarà a Mosca in occasione dei Mondiali di Calcio in Russia, dal 5 al 7 luglio, in tre prestigiose location: nel Gorky Park, al Muzeon e all’Hermitage, con proiezioni di film sottotitolati in russo girati in Puglia, in collaborazione con Apulia Film Commission; e ancora con musica dal vivo e spettacoli, degustazioni di cibo pugliese e naturalmente un info point turistico della Puglia. Tre giorni in cui la Puglia si presenterà a Mosca – ha annunciato Luca Scandale , Responsabile del Piano strategico Puglia 365. In autunno la Puglia sarà di nuovo a Mosca con il Buy Puglia Tour in abbinamento ad una campagna di comunicazione. Non mancherà, come lo scorso anno, la partecipazione a “Buongiorno Italia” nell’ex maneggio di Mosca. Sempre in autunno tappa a Mosca di wearecreativeinPuglia: un artista pugliese realizzerà un’opera di street art, un segno della Puglia che rimarrà a Mosca”. Sempre nella giornata di domani, alle sedici nella sede dell’Ambasciata d’Italia a Mosca si svolgerà un incontro della delegazione pugliese con l’Ambasciatore Pasquale Terraciano alla presenza di: Francesco Forte (Console Generale), Olga Strada (Direttrice dell’Istituto di Cultura), Pier Paolo Celeste (Direttore Ufficio ICE), Giovanni Bastianelli (Direttore Esecutivo ENIT) e Irina Petrenko (Responsabile dell’Ufficio ENIT Mosca).

La compagnia S7 Airlines inaugura il nuovo volo da Bari a Mosca

S7 Airlines, membro dell’alleanza oneworld®, inaugura il nuovo volo Bari-Mosca a partire dal 24 giugno 2018.

Il volo diretto S7 636 da Bari a Mosca sarà operato tutte le domeniche. Il volo partirà da Bari alle 14:30 ed arriverà all’aeroporto di Domodedovo alle 19:20 ora locale. Il volo di ritorno S7 635 partirà alle 10:45 da Mosca per atterrare all’aeroporto di Bari alle13:35.
L’aeromobile messo a disposizione dalla compagnia è il moderno e confortevole Boeing 737-800.

‘S7 Airlines continua ad espandere la sua presenza in Europa offrendo ai suoi passeggeri la possibilità di atterrare a Bari, nuova destinazione in Italia. Situata sulla meravigliosa costa adriatica, la città pugliese rappresenta anche un punto di partenza per le crociere dirette in Europa Meridionale. I passeggeri baresi potranno beneficiare del collegamento diretto con Mosca e della possibilità di continuare il loro viaggio sfruttando l’ampio network domestico ed internazionale gestito dalla S7 Airlines”, ha dichiarato Igor Veretennikov, responsabile commerciale della S7 Group.

I turisti provenienti dall’Europa che sono soliti visitare entrambe le capitali della Federazione Russa – Mosca e San Pietroburgo – con un unico viaggio possono organizzare i loro spostamenti grazie alle connessioni fra le due metropoli offerte dalla S7 Airlines.

 

Published in Cronaca

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk