Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Lunedì, 04 Giugno 2018

Stamattina, intorno alle 07.30 presso il Molo Sant’Eligio di Taranto, Marco ROSSATO ha concluso la tappa di due giorni nel porto ionico, una delle tappe del suo Giro d’Italia a vela in solitaria, prima volta per una persona con completa disabilità agli arti inferiori.

Partito da Venezia il 22 aprile scorso, Marco Rossato, sta svolgendo il suo Giro d’Italia con il suo catamarano a vela, Dragon Fly, la sua impresa mira a sensibilizzare l’opinione pubblica su tre importanti questioni: la carta delle disabilità dell’ONU, l’inquinamento di plastica dell’ambiente marino e la possibilità per un disabile di conseguire la Patente Nautica.
Nella sua impresa, unica nel suo genere, Marco è supportato da diverse Istituzioni e Associazioni tra le quali la Marina Militare, la Lega Navale, l’ANMI, il CONI paraolimpico e Lyon.
In particolare la Lega Navale di Desenzano del Garda, gli garantisce il supporto sulla terraferma attraverso l’opera di un socio della Lega Navale che lo segue con un camper in ogni tappa; a Taranto era presente il Sig. Benedetto Bianchetti.
Al Molo Sant’Eligio a salutare il velista, in partenza per la sua prossima tappa di Corigliano, accompagnato dal vice presidente di Lions Host Taranto, Ammiraglio (in congedo) Luciano CIUSSI, c’era il Comandante Marittimo Sud, l’ammiraglio di divisione, Salvatore Vitiello, che ha voluto ringraziare Marco per la sua tappa a Taranto ed esprimergli tutta la vicinanza della Marina Militare per questa sua impresa di grande valore sportivo e umano.
Alle 08.30 circa, Dragon Fly, con a bordo Marco ROSSETTO e il suo fedele Matly, un cucciolo docile di qualche anno, ha mollato gli ormeggi per la tappa successiva del suo giro d’Italia a Vela in solitaria.

Published in Cronaca
Lunedì, 04 Giugno 2018 16:31

Premiati a Taranto film da tutto il mondo

Contest della Mostra del Cinema: assegnati gli awards nel teatro Orfeo.

I migliori film provengono da Italia, Norvegia, Austria e Bulgaria. Cerimonia di premiazione del contest internazionale organizzato dalla Mostra del Cinema di Taranto. Attori, registi, esponenti del mondo accademico, culturale e dell’arte insieme nel Teatro Orfeo per il gala che ha decretato i vincitori del concorso. Per loro, oltre ai riconoscimenti, anche una novità: sono stati investiti del ruolo di giudici per la prossima edizione del contest, a rappresentare un passaggio di testimone che condurrà al 2019. La serata di gala è stata chiusa dalle note magiche del liuto di Jozef van Wissem che ha affascinato il pubblico con un’esibizione magistrale.

I VINCITORI. Tre le categorie in gara. Il primo premio per i lungometraggi è andato a Tourist di Temenuga Trifonova (Bulgaria), che si è aggiudicato 2.000 euro più il premio “Kate”, delfino simbolo della città e della Mostra del Cinema di Taranto. Nella stessa sezione, altri riconoscimenti: miglior attore protagonista Wolf Danny Homann del film Frog, Thigs and Princes (Austria), miglior attrice protagonista Nika Perrone del film Dalle parti di Astrid (Italia) e una menzione speciale per Le terre rosse di Giovanni Brancale (Italia). La giuria di questa categoria: Jutta Brückner, Giuseppe Sylos Labini e Pasquale Pozzessere.
Il primo premio per i documentari a The White Maze di Matthias Mayr (Austria). A lui 1.000 e il premio “Kate” assegnato anche a Mahdi Torrens del film Metis (Svizzera) per il miglior montaggio e a Stéphane Arnoux del film Portrait d'une jeune femme (Francia) per la migliore fotografia. Il verdetto è stato a cura dei giurati Massimo Bray, Katherine Wilson e Andrea Rollo.
Colpo di scena per i cortometraggi, con un ex aequo. Si dividono il primo posto Penalty di Aldo Iuliano (Italia) e These Who Love di Nefise Özkal Lorentzen (Norvegia) con un premio da 500 euro. Il “Kate” è stato assegnato anche a Isabella Freilinger per la sceneggiatura di Dancing With Monster (Austria) e a Gonzalo Perdomo per la regia di The Borrowed Love (Spagna). L’esito è stato comunicato dai giudici Attilio Romita, Anna Ferruzzo e Maria Cristina Mastrangeli.

LA SERATA. Sul palco un confronto a più voci per ribadire la necessità di tutelare il cinema indipendente. A coordinare l’evento il giornalista Angelo Caputo che ha approfondito con il direttore artistico Mimmo Mongelli e con i giurati in sala il lavoro svolto per questa seconda edizione MCT che continuerà con altre attività fino a settembre prossimo. Grande emozione per la consegna del premio “Kate”, realizzato dalla famiglia di ceramisti Spagnulo di Grottaglie, alla regista tedesca Jutta Bruckner che ha portato a Taranto una sua personale durante le proiezioni dei film finalisti che si sono svolte nel palazzo della Provincia di Taranto nei giorni scorsi.

Published in Spettacolo

La Segreteria generale dello SNALS-Confsal, nel complimentarsi per la Sua nomina a capo di un dicastero così importante per il futuro del Paese e dei nostri giovani, Le augura un sereno e proficuo lavoro.
Il nostro sindacato ritiene che l’istruzione e la formazione rivestano un ruolo fondamentale per tutta la Nazione.

Le nuove generazioni hanno bisogno di un sistema rivisto profondamente in
termini di maggiore efficienza e di più ampia funzionalità, così da rimediare ai disastri della cosiddetta “Buona Scuola” che tanti danni ha provocato presso tutto il personale e che tanta sfiducia ha ingenerato.

Ai nostri giovani dobbiamo ridare una certezza che è stata loro tolta, che il sapere e la conoscenza sono gli strumenti principali per la loro crescita come persone, come cittadini e come futuri lavoratori.

Questo Paese ha bisogno di una nuova “idea” di formazione che, con la Sua  esperienza, saprà certamente attuare attraverso un’approfondita analisi delle  complesse problematiche che investono l’intero comparto.

Lo SNALS Le assicura la più fattiva collaborazione.

 

Published in Scuola&Istruzione

Il presidente C: “Ristabilita la verità. Ma le politiche sull’assistenza ai diversamente abili ancora troppo marginali”

Raggiunto l’accordo ieri nella vertenza che nei giorni scorsi ha interessato alcuni lavoratori e la società Cooperativa Amici Arl, che a Grottaglie da oltre quarant’anni si occupa di assistenza ai disabili.
Si tratta di un punto di approdo reso possibile anche grazie al lavoro di intermediazione svolto dal Sindaco di Grottaglie, Ciro D’Alò, da sempre vicino alla mission di quella esperienza di sussidiarietà.
L’accordo è stato raggiunto superando la criticità economica rappresentata dalle lungaggini burocratiche nel riconoscimento degli emolumenti da parte dell’ASL di Taranto.
I lavoratori che nei giorni scorsi avevano proclamato lo sciopero, infatti, saranno regolarmente pagati in virtù del riconoscimento da parte dell’Azienda Sanitaria Locale, delle somme arretrate dovute alla cooperativa Amici.
È stato superato un paradosso e ristabilita la verità attorno alla cooperativa – dice Savino Torraco, presidente della cooperativa – il paradosso di essere considerati inadempienti nei confronti del personale mentre aumentava invece il credito maturato dalla società nei confronti dell’Asl. Una dicotomia che ci era già ben chiara prima dell’intervento delle organizzazioni sindacali.
Una storia di lungaggini burocratiche che rischiava di far gravare tutto il peso di questa situazione su assistiti, personale e la stessa società.
L’assistenza ai diversamente abili, che noi abbiamo continuato a garantire nonostante l’ASL avesse bloccato il riconoscimento delle spettanze, seguita ad essere considerata in maniera marginale – spiega Torraco – la dimostrazione arriva da storie come la nostra, dove malgrado la dedizione e l’impegno, vi sono oggettive difficoltà a prestare un servizio sociale e sanitario, all’altezza anche del riconoscimento del ruolo svolto dal personale, a fronte dell’inadeguatezza delle tariffe riconosciute ai cosiddetti “Dopo di noi”. Tutto questo avviene – continua il presidente della cooperativa – nel silenzio assoluto delle istituzioni che non comprendono appieno il valore di una Legge che varata nel 2016 incontra ancora “buchi neri” nell’attuazione.
Inadempienze che riguardano soprattutto la parte economica.
Svolgiamo un servizio “speciale” per persone che nella maggior parte dei casi prive del sostegno famigliare, se non ci fossimo noi, scomparirebbero dai radar della società civile – continua Torraco – tutto questo avviene con tariffe che garantirebbero assistenza solo a pochissimi, mentre quella legge con i suoi trust, i suoi fondi vincolanti, le agevolazioni fiscali, la “deistituzionalizzazione”, o addirittura il co-housing, avrebbe dovuto garantire supporto proprio a realtà “amichevoli” come la nostra. Tutto mentre la Regione Puglia, di fronte alle reiterate richieste di adeguamento delle nostre tariffe a quelle di tutte le altre regioni d’Italia, continua a tacere.
Nel lavoro di interlocuzione istituzionale il presidente della cooperativa Amici è stato assistito dal legale di fiducia della società, Michele Saracino. Plauso è stato espresso per il lavoro di tessitura svolto oltre che dal Sindaco di Grottaglie, anche dalla BCC di San Marzano di San Giuseppe.

 

Published in Politica

Giovedì 7 Giugno alle ore 19 c'è il consueto appuntamento con i libri nella Mondadori di Taranto (Via de Cesare, 35). La dott.ssa Silvia Ruggiero, psicologa-psicologa del lavoro-psicoterapeuta, presenta il suo libro dal titolo " Crescere e aiutare a crescere. Diventare adulti nel terzo millennio" edito da In.Edit Edizioni.

Modera l'incontro il giornalista Mino Ianne

Intervengono:
- Claudio Franzoni, editore di "In. Edit Edizioni"
- Riccardo Pagano, ordinario di pedagogia generale Università degli studi di Bari Aldo Moro.Delegato del Rettore per il Polo universitario ionico

Cosa racconta il libro: 
Il passaggio all'età adulta, sempre difficoltoso in tutte le culture, oggi rappresenta un processo tortuoso in cui gli elementi dello svincolo non sono mai definitivi, l'indipendenza è un miraggio per molti giovani e il rischio di perdere la capacità di distinguere la rotta più adatta ai propri bisogni è sempre alto. Capire dove andare, immaginare il proprio percorso di individuazione senza rinnegare le radici è complicato. Questo lavoro ha come obiettivo aiutare il lettore nella costruzione della propria mappa con cui orientarsi attraverso la maggiore conoscenza di sé e degli altri.

Published in Cultura

Emiliano D’Amato (Pulsano Bene Comune): “È finito il tempo dell’uomo solo al comando. Consulta del Terzo Settore e Consulta dei Giovani per governare il territorio insieme alla comunità”

Le scelte politico-amministrative che riguardano il futuro della nostra comunità, non potranno assumersi senza un coinvolgimento ampio della stessa. È finito il tempo dell’uomo solo al comando.

Così il candidato sindaco di Pulsano Bene Comune, Emiliano D’Amato, che durante un incontro elettorale con alcuni giovani del paese ionico, ha voluto assumere l’impegno per la costituzione di due importanti organi di consulenza e dialogo con i cittadini.

Abbiamo un patrimonio a vocazione turistica, rurale, architettonica, storica e ambientale che ha bisogno di una fruizione completa e di nuovo dinamismo – ha detto D’Amato – e considerate le condizioni dei bilanci comunali, sarà opportuno che l’ente venga accompagnato in questo percorso da nuova linfa.

Un rapporto che non va considerato in maniera univoca, ma nell’ottica di un continuo scambio con le tante associazioni del paese che in questi anni sono state spesso snobbate o lasciate da sole – continua il candidato sindaco – penso, pertanto, a un partenariato pubblico-privato, con il coinvolgimento del terzo settore, capace di dare nuovo slancio e nuove idee progettuali da candidare nell’ambito di misure infrastrutturali di emanazione regionale, statale ed europea.

Penso alle marine, ma anche al territorio urbano e rurale – dice D’Amato – come al Mulino Scoppetta che acquisito al patrimonio comunale merita di essere rilanciato e valorizzato attraverso un progetto di fruizione moderno e sostenibile.

Il candidato sindaco Emiliano D’Amato rilancia anche sul tema “giovani”.

Soffriamo da anni di una migrazione senza ritorno – dice – molte delle nostre menti e dei nostri talenti migliori, dopo gli anni di studio o formazione professionale, decidono di non investire il loro sapere in questa terra. E’ un processo che va invertito. Non solo per ragioni demografici ma anche per garantire sopravvivenza al nostro Comune che ha bisogno di quella energia. Per questa ragione insieme alla Consulta delle Associazioni di Terzo Settore, credo sarà opportuno varare in tempi celeri anche una Consulta dedicata ai Giovani che possa supportare il Comune in tutte le attività culturali ma anche in quelle dedicate alle politiche attive del lavoro.

 

Published in Politica

L'Amministrazione comunale di Grottaglie, promuove un percorso di progettazione partecipata al fine di partecipare al bando POR Puglia 2014-2020 in riferimento all'Asse prioritario VI “Tutela dell’Ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali”, Azione 6.6. “Interventi per la valorizzazione e fruizione del patrimonio naturale” ed è in coerenza con l’Obiettivo specifico 6.f “Migliorare le condizioni e gli standard di offerta e fruizione del patrimonio nelle aree di attrazione naturale”.

I progetti da candidare devono necessariamente afferire al tema della riqualificazione dei sistemi connessi di spazi verdi urbani e periurbani e possono comprendere, oltre agli interventi materiali, azioni immateriali complementari a sostegno degli interventi, quali attività di coinvolgimento partecipativo delle comunità locali e azioni di comunicazione, diffusione e sensibilizzazione.

Il percorso partecipativo si articolerà in due momenti nella stessa giornata
– nella prima parte del laboratorio sarà presentato l'avviso pubblico e l'area di intervento individuata in coerenza con la SISUS -ammessa a finanziamento per € 3.500.000 (Atto Dirigenziale n.6 del 22/03/18);
– nella seconda parte si terrà un workshop di co-progettazione per redigere il masterplan e per individuare le aree da candidare a finanziamento.

La partecipazione è aperta a tutti, sono invitati associazioni ed organizzazioni, professionisti, studenti e neolaureati, singoli cittadini.

Link:
http://bit.ly/Sisus_Grottaglie
http://bit.ly/InfrastruttureVerdiGrottaglie

Published in Politica

Presentato nei giorni scorsi nel Palazzo Ducale di Erchie l’iniziativa “Emozioni dalle terre del Primitivo tra storia, gusto e cultura”, promossa dal Comune di Erchie (Brinidsi) con il sostegno della Regione Puglia, rivolta a giornalisti, blogger, press tourism e opinion leader. 

Un’occasione per scoprire le bellezze storico-architettoniche e paesaggistiche di una terra che non finisce mai di sorprendere e che fa leva su un inestimabile patrimonio culturale per attrarre turisti e visitatori.
“Questa è una terra da scoprire – ha spiegato il sindaco di Erchie, Giuseppe Margheriti - capace di regalare emozioni incredibili. Il tour riservato ai giornalisti diventa un’opportunità importante per far crescere il nostro territorio, per farlo uscire dai ristretti confini provinciali e promuoverlo in maniera significativa sul piano turistico. Ma per raggiungere questo obiettivo è necessario fare rete, dialogare con gli altri comuni vicini, inserire Erchie – ad esempio – in un itinerario turistico religioso che può diventare una meta fissa per i fedeli, e non solo. Da questo punto di vista sono orgoglioso del Santuario di Santa Lucia che può trasformarsi in un punto di riferimento importante all’interno di un percorso ad hoc”.
“Senza storia non c’è memoria - ha aggiunto don Pietro Oronzo Cinieri, arciprete dell’Unità pastorale di Erchie – E’ importante che la nostra comunità si riappropri e si ritrovi attorno alla sua storia e alle sue importanti tradizioni che ne hanno accompagnato il cammino”.
Da oggi e fino al 6 giugno è in programma un tour tra i più importanti santuari e tra le più belle località delle province di Brindisi e Taranto. Un tour suggestivo che ha l’obiettivo di coniugare religione, arte, storia e cibo. E anche cinema. A portare la sua testimonianza c’era anche un giovane ma già apprezzato regista cinematografico, Alessandro Zizzo, originario di Francavilla Fontana: “La Puglia è una terra meravigliosa, con una luce bellissima. Non a caso è diventata un set naturale”. E proprio oggi è in programma la proiezione del suo film “La sabbia negli occhi”, interamente girato nel Salento.
Il programma dell’iniziativa è stato illustrato dal professor Antonio Cavallo, studioso ed esperto del territorio: “Il tour ha una triplice funzione di esperienza: la prima ha l’obiettivo di far apprezzare il paesaggio rurale e quello marino, legato all’enogastronomia e ai prodotti tipici, con laboratori di degustazione. La seconda, di far conoscere le nostre città con i beni artistici più significativi e la terza quella di far visitare i luoghi devozionali e di culto a cui i cittadini del nostro territorio sono particolarmente legati e che può essere oggetto di proposta per un turismo religioso destagionalizzato, visto che per quanto riguarda quello estivo è fondato principalmente sulla zona delle marine”.
Il press tour si è aperto subito dopo la conferenza stampa e le foto di rito. Prima tappa al Molino Braccio per ammirare la macina del grano, poi visita alla Cantina La Porta con una degustazione di vini pregiati del territorio, quindi una puntatina all’Azienda Agricola Bernardi, prima di assaggiare alcune prelibatezze del territorio nella Vecchia Osteria di Erchie.
Nei prossimi giorni i giornalisti provenienti da diverse città italiane e da alcuni Paesi europei avranno la possibilità di visitare santuari, chiese, antichi palazzi, torri medievali, cripte, frantoi ipogei. Ma ci sarà spazio anche per continuare ad assaporare i prodotti tipici del territorio e anche imparare a ballare la pizzica.
L’obiettivo dell’iniziativa è quello di promuovere e veicolare l’immagine della Puglia al di fuori dei confini regionali facendo conoscere da vicino paesaggi, storia, costumi, riti e tradizioni della comunità locale.
Il progetto, ideato dal Comune di Erchie, ha vinto l’Avviso Pubblico Ospitalità Comuni e Unioni di Comuni 2018 indetto dalla Regione Puglia che fa parte del POR Puglia FESR-FSE 2014/2020. Azione 6.8.

Published in Cronaca

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk