Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Giovedì, 26 Luglio 2018

Un successo clamoroso, al di sopra di ogni più rosea aspettativa. Va in archivio tra gli applausi la “Sagra del Panzerotto”, il primo appuntamento de “Il Pineta Eventi”, cartellone estivo realizzato dal ristorante pizzeria “Pineta” a Roccaforzata.

Centinaia di presenze per lo spettacolo della serata, presentato dal direttore di TarantoEventi.it Matteo Schinaia, che ha visto protagonisti i Napolatino, che hanno svariato in un repertorio conosciuto ed amato da tutti come quello della musica partenopea ma con incursioni in altri generi musicali, coinvolgendo il pubblico che ha risposto divertito fino all’ultima canzone.

I “Napolatino” sono stati preceduti sul palco dalla Scuola di Ballo “Mi sueno latino”, dove quattro giovanissime ballerine si sono esibite dirette dalla maestra Valentina Damiani, straordinaria anche nella performance da solista.

“Siamo molto soddisfatti del riscontro ottenuto dalla prima serata – ha commentato il titolare del “Pineta” Francesco Panessa – e ringraziamo tutti gli artisti che dal palco hanno contribuito a questo grande successo. Vi aspettiamo lunedì prossimo per il secondo appuntamento della kermesse: in occasione della Sagra della Puccia, si esibiranno i White Queen, una delle Tribute Band dei Queen più famose d’Europa”.

 

COMUNICATO STAMPA

Published in Spettacolo

E’ cambiata la location, è rimasto identico l’entusiasmo per l’evento musicale più atteso del Sud Italia. E’ quasi tutto pronto per la seconda edizione del Premio Apulia Voice, il concorso canoro nazionale organizzato da Apulia Musica ed Eventi del patron Cosimo Taurino: la manifestazione si terrà in Piazza Santa Maria Goretti, in luogo dell’inizialmente prevista Piazza Madonna della Neve, sempre nella bellissima città di Crispiano, il 28 e 29 luglio.

Come per la passata edizione, quattro sono le categorie in gara: baby, junior, senior e inediti che avranno la possibilità di vincere la produzione di un singolo, con pubblicazione e distribuzione e una borsa di studio all’interno del progetto “Song lab Italy” con l’etichetta discografica MMLINE Production Records.

I cantanti saranno giudicati da una commissione di esperti selezionati nel panorama musicale nazionale: Maria Totaro, general manager e produttrice discografica della MM LINE Production Records, Gianni Testa, cantante, vocal coach e produttore, tra i protagonisti di Area Sanremo, il confermato Fabio Barnaba, compositore, arrangiatore e pianista tarantino che vanta collaborazioni con i più importanti artisti italiani come Andrea Bocelli, gli Stadio e Franco Califano, e Francesca Ficara, cantante e attrice e Presidente della Associazione Culturale Albert Music.

Quaranta gli artisti provenienti da tutta Italia, selezionati al termine di un tour di casting svolti in diverse città della penisola, che si esibiranno sabato 28 luglio quando, a partire dalle 20,30, il presentatore Matteo Schinaia darà il via alla semifinale. Ospiti della serata i talenti della scuola di danza “Scarpette Rosa” di Crispiano.

Domenica 29 luglio, dalle ore 21, la finalissima della rassegna con venti concorrenti che si contenderanno la vittoria della kermesse nelle rispettive categorie. Ad affiancare Matteo Schinaia, ci sarà la showgirl Emanuela D’Addario.

L’apertura della serata finale sarà a cura di Radio Manbassa, media partner dell’evento, con musica e tanti gadgets a partire dalle 20.30.

Ospiti della serata la vincitrice della categoria inediti 2017, la giovane cantautrice Naomi Sardaro, e la cantante salentina Selenia Stoppa, reduce dallo straordinario successo dell’ultima edizione di The Voice.

Confermata la media partnership con MusicAlive, nota agenzia di stampa milanese che da alcune settimane ha avviato il suo Premio Music-Alive, nel quale i partecipanti potranno essere votati direttamente da facebook (regolamento completo su http://www.musicalive.online/apulia-voice-2018); new entries Radio Manbassa, tra le emittenti radiofoniche più ascoltate del sud Italia e le etichette discografiche MM Line Product Records e Riserva Sonora.

COMUNICATO STAMPA

Published in Spettacolo

Il prossimo 29 luglio, a Cisternino (BR), l’Associazione socio politico culturale a carattere regionale “Opportunità Civica” in collaborazione con EPI Puglia, con la partecipazione con i coordinamenti regionali Puglia di Lega per Salvini, Forza Italia, Noi con l’Italia ed i coordinamenti provinciali Brindisi di Idea, Fratelli d’Italia.
Organizzano l’incontro dibattito, in occasione della festa regionale 2018, in piazza Marconi – Cisternino, dalle ore 19,00 dal tema:

Quale futuro per il CDX? Moderato – Populista – Sovranista Etica politica – politica etica.

L’appuntamento segue quello che si tiene nel pomeriggio a Roma, “Piattaforma Futuro”, in cui il centrodestra ritorna a confrontarsi per ritrovare un linguaggio politico condiviso. Gli incontri si terranno nei vari territori per farsi che la politica del centrodestra ritorni ad avere una visione e recuperi il rapporto con l’elettorato.
All’evento di cisternino hanno dato la propria adesione:
Paolo Perrone – già sindaco di Lecce – FDI;
Federica De Benedetto – cons. comunale di Lecce – Forza Italia;
Andrea Caroppo – coordinatore regionale Puglia Lega per Salvini;
Sen. Piero Liuzzi – Noi con l’italia;
Giovanni Copertino – già Pres. Consiglio regionale Puglia;
Pierfranco Bruni – Saggista – Vice Segretario Nazionale Sindacato Libero Scrittori;

Published in Politica

Una grande festa dedicata alle famiglie in cui i genitori potranno trascorrere con i loro bambini una serata all’insegna della spensieratezza, con tanti giochi e intrattenimento, magari portando anche i nonni che avranno una sorpresa...

L’Associazione “Mamma secondo Natura” organizza, in collaborazione con l’A.S.D. “Atletica Grottaglie” e l’Associazione “Candy Joy-Art”, “La Festa della Famiglia”: la manifestazione, con ingresso libero e gratuito, si terrà al Parco della Civiltà, in via Martiri di Ungheria a Grottaglie, dalle ore 18.30 alle ore 21.30 di domani, venerdì 27 luglio.

Saranno allestite postazioni creative per tutti i bambini, dai due anni in su, con il disegno condiviso e tante altre attività manuali.
Oltre a poter utilizzare l’area giochi del Parco della Civiltà, in uno spazio gli operatori insegneranno aio bambini i “giochi di una volta”, come le biglie, le “cinque pietre”, la campana, l’elastico e tanti altri, un momento in cui i nonni potranno “rivivere”, attraverso i loro nipotini, le emozioni della loro infanzia.
L’A.S.D. “Atletica Grottaglie” organizzerà un percorso atletico studiato per permettere la partecipazione anche ai più piccoli, mentre l’Associazione “Candy Joy-Art” curerà il “face-painting” colorando le faccine dei bambini e terrà una performance con bolle di sapone di dimensioni gigantesche!
Alle ore 21.00 inizierà la baby dance che concluderà “La Festa della Famiglia” organizzata da “Mamma secondo Natura” (info 392.4898584), una associazione creata da un gruppo di mamme che desiderano accompagnare le famiglie nel meraviglioso mondo della genitorialità.

Associazione “Mamma secondo Natura”

“Mamma secondo natura” ha come fondamento la fiducia nei rapporti umani ed il valore che assume nell’ambito familiare, ponendosi l’obiettivo di favorire quei canali che privilegiano il “maternage” ad alto contatto e la disciplina dolce.
I corsi sono tenuti da professionisti che condividono lo stesso pensiero, ossia favorire il contatto, la conoscenza reciproca e il rispetto dell’individuo per vivere la genitorialità in un modo nuovo: risvegliare vecchi istinti, seguendo strade naturali e più in linea con le esigenze e i bisogni dei bambini, che contrastano con i ritmi dettati della società moderna, frenetici e senza tregua.
I laboratori previsti hanno l’intento di stimolare la manualità e la creatività, privilegiando materiali naturali. Vengono strutturati per rispettare le tappe evolutive di ogni bambino.
L’associazione, inoltre, rivolge particolare attenzione alle famiglie con bimbi speciali, attraverso la creazione di gruppi di auto mutuo aiuto, che le sostengono nella gestione dei problemi quotidiani. Il principio ispiratore è che l’esperienza comune e la condivisione delle difficoltà possa trasformare il disagio in risorsa.

Published in Sociale&Associazioni

Da oggi 26 e  domani 27 luglio - la visita della delegazione dei commissari

La delegazione dei commissari di Aces Italia e Aces Europe, Federazione delle Capitali e delle Città Europee dello Sport, è ufficialmente in visita a Grottaglie, oggi e domani, 26 e 27 luglio, per conoscere da vicino i contenuti della candidatura a Città Europea dello Sport 2020. Venerdì 27 luglio, dalle ore 10.30 alle ore 13, al convento dei Cappuccini, i commissari prenderanno parte ad una conferenza stampa-dibattito aperta alle realtà sportive e ai cittadini. Alla conferenza stampa interverranno il sindaco di Grottaglie Ciro D'Alò, il vicesindaco ed assessore allo sport del Comune di Grottaglie Vincenzo Quaranta, il presidente di Aces Italia Vincenzo Lupattelli ed alcuni rappresentanti delle associazioni sportive del territorio. Sarà illustrato il dossier sulla candidatura (visionabile al link: https://issuu.com/sportgrottaglie/docs/dossier_grottaglie2020): 84 pagine, oggi all'attenzione dei commissari Aces, che spiegano qual è la realtà sportiva del territorio grottagliese, quali sono gli impianti riqualificati e quelli in fase di ristrutturazione, i progetti di ammodernamento, le attività delle associazioni e i club sportivi locali, con una particolare attenzione verso gli sport paralimpici, che coniugano i valori insiti nella pratica sportiva con quelli di inclusione e uguaglianza. Nel corso dell'iniziativa, sarà anche proiettato il video “Sogno la vita, sogno lo sport”, realizzato dall'Agenzia Amigdala, che promuove le attività sportive e i contenuti della candidatura (link: https://vimeo.com/279872377), e sarà presentato ai commissari il cadeau istituzionale in ceramica realizzato da Marcello Mastro.

Sogno la vita sogno lo sport from Discover Grottaglie on Vimeo.


Nelle due giornate, i commissari Vincenzo Lupattelli (presidente Aces Italia), Pasquale Alfieri, Michele Zittucro, Gianfranco Mastrangelo e Nicola Deliso, sono condotti in un percorso per conoscere le realtà sportive, le strutture e gli impianti, ma anche il patrimonio storico, architettonico, paesaggistico e culturale del comune ionico. Tra le tappe, ci sono il Quartiere delle Ceramiche, il castello episcopio, il museo e la mostra della ceramica, le cave di Fantiano, per quanto riguarda la parte culturale, paesaggistica e turistica; la visita alle strutture ed agli impianti sportivi, per la parte riguardante lo sport.
La candidatura di Grottaglie al titolo di Città europea dello sport è promossa dall'Amministrazione comunale di Grottaglie ed è stata curata, in particolare, dall'assessorato allo sport e dall'ufficio cultura e spor. Nel progetto, sposato dalla Regione Puglia - assessorato allo sport, dalla Provincia di Taranto, dal Coni Puglia e dal Cip (Comitato italiano paralimpico), sono coinvolti cinquanta associazioni sportive e club del territorio. Gli enti fanno capo ad un comitato che cura gli aspetti organizzativi e promozionali dell'iniziativa.

Published in Sport

Politica e verità possono andare a braccetto? Sono facce della stessa medaglia? L’esperienza politica riguarda solo necessariamente una fase della propria vita? Sì e no. Almeno così la pensa Gianrico Carofiglio, guest star dell’ultima giornata della “Quattro giorni d’estate” organizzata dall’associazione “Le città che vogliamo” in collaborazione con Argomenti 2000, fondazione don Tonino Bello, fondazione Guglielmo Minervini, parrocchia Regina Pacis di Lama e con il patrocinio morale di Cittadinanzattiva.
Del resto, pur avendo concluso la sua esperienza politica, di politica continua a scriverne come nel caso di “Con i piedi nel fango”, un libro in cui l’autore sottolinea come si possa fare buona politica e i cui contenuti sono stati oggetto di una piacevole chiacchierata con il consigliere regionale Gianni Liviano il quale ne ha approfittato per tracciare un bilancio della “Quattro giorni d’estate’. “In questi giorni - ha detto Liviano - abbiamo voluto mettere al centro la passione per le persone, la cultura della comunità, la necessità del rispetto della legalità come strumento per costruire giustizia, l'accoglienza delle diversità come ricchezza sono state al centro del nostro agire”
“Quello della politica - ha invece sottolineato Carofiglio - è un tema che interessa tutti”. Ma per Carofiglio cosa è la politica? “Quella a cui mi piace pensare - ha risposto - è quella riassunta nella parola approssimazione, non intesa come modo sciatto di fare le cose ma nel senso di avvicinarsi, di chi intende la politica come rapporti fra uomini. Significa avvicinare prospettive, significa compromettersi e non compromettere. Insomma, penso ad una politica di prossimità. Pensate un po’ - è stato l’invito che l’ex magistrato ha rivolto alle tantissime persone che hanno affollato villa Vetusta -: rivelata, evitarla, relativa sono anagrammi della locuzione la verità e sono sintesi filosofica della politica. Il compromesso buono è quello che si dichiara per cui, e queste sono le quattro regole tolteche che ruotano intorno al tema della verità, la tua parola sia impeccabile, non farne mai un fatto personale, non affidarti alle congetture, fai sempre del tuo meglio”.
Insomma, ha sottolineato con forza Carofiglio, la politica è fare i conti “con le cose come sono davvero: cioè spesso non belle e non pulite. Bisogna entrare nel fango, a volte, per aiutare gli altri a uscirne. Ma tenendo sempre lo sguardo verso l’orizzonte delle regole, dei valori, delle buone ragioni. Attenzione, però: la verità si può dire male e, se questo accade, nuoce al risultato finale e gli esempi sono tanti “, come nel caso di Pierluigi Bersani “che ha calciato fuori un calcio di rigore precludendosi la possibilità di governare il Paese. È in base alla coerenza dei valori che si giudica e si valuta un politico. L’uomo politico guarda alle prossime elezioni; lo statista guarda alle prossime generazioni”.
Per questo riconoscere gli errori con se stessi permette di progredire. “Come diceva Goethe - ha meglio spiegato Carofiglio - gli errori ci rendono piacevoli. L’importante è non cedere allo scoramento anzi non si deve cedere allo scoramento. A volte - ha concluso Carofiglio - occorre rovesciare l’approccio, concentrarsi sulle cose che funzionano, piuttosto su ciò che non va, per replicarle. Ecco, questo è il compito della buona politica".
Buona politica, dunque, perché la vecchia politica non funziona più. Il paradigma tradizionale della concentrazione del potere e della sua gestione dall'alto è andato in frantumi. Temi che sono stati al centro dell’incontro, che qualche ora prima aveva dato il via all’ultima giornata animata dalla fondazione Guglielmo Minervini
Un incontro, però, che ha voluto puntare su un tema forte quale “Prima di tutto la vita" è che ha visto dibattere il dott. Cristiano Simone, giovane oncologo, Paola Senese, Valentina Grossi, Giovanna Forte, tutti medici ricercatori, che hanno raccontato le rispettive esperienze al fianco di Guglielmo Minervini e che hanno spiegato come, grazie all’incontro con il politico pugliese, hanno maturato la convinzione di fare ricerca in Italia, al Sud, in Puglia e non all’estero come sovente capita. Una scommessa vinta che ha portato risultati positivi, come la petizione per un Irccs a Taranto, città sconquassata dai guasti prodotti all’ambiente e alla salute dalla grande industria. Tutti nel segno della politica generativa. “Cercheremo di restituirvi il senso del messaggio che Minervini ci ha lasciato: tessitore di reti", ha, infatti, esordito il dott. Simone. E ci sono riusciti grazie alle loro preziose testimonianze.
La serata è poi proseguita con la scrittrice Giorgia Lepore e con lo scrittore e regista Carlo Dilonardo. Con loro si è parlato di “Comunità inclusive”.

Published in Cultura

“Oggi in Commissione Attività Produttive il Sottosegretario Crippa ha risposto alla interrogazione del deputato del Partito Democratico Benamati sull’ILVA di Taranto.
Al suo posto avremmo ritirato l’interrogazione, soprattutto alla luce del parere fornito recentemente dall’Anac e del procedimento avviato dal Governo per valutare l’eventuale annullamento della gara per la cessione dell’azienda.
Cullarsi sugli allori della retorica, come continua a fare il PD, che è tra i responsabili della drammatica vicenda che riguarda questa realtà, non paga, così come non paga nascondere che se siamo arrivati fino a questo punto è grazie agli ultimi 6 anni di decreti che hanno aggravato il problema invece di risolverlo”. Questo il commento dei deputati Gianpaolo Cassese e Andrea Vallascas appena usciti dai lavori di Commissione.

“Benamati o è poco informato sui fatti oppure li utilizza strumentalmente per attaccarci, omettendo che già nella riunione con le organizzazioni sindacali del territorio che ci fu nei giorni precedenti alla formazione dell’Esecutivo, a cui fa esplicito riferimento nella interrogazione, noi portavoce del Movimento 5 stelle evidenziammo le gravi criticità presenti nel contratto di cessione. Un contratto che, è bene ricordare, fino a quel momento fu tenuto immotivatamente secretato dal governo in carica, sia alle istituzioni che agli stessi sindacati e che riuscimmo a recuperare con una semplice visura camerale pochi giorni prima dell’incontro.” Precisa il deputato pugliese Cassese e aggiunge: “Non si tratta certamente di attestarsi il merito di aver capito che troppe erano le ambiguità su cui fare luce, troppi i punti poco chiari su cui indagare, come anche il Ministro Di Maio ha evidenziato in Aula recentemente.”

“E’ innegabile però che le criticità sul contratto da noi evidenziate stanno avendo un riscontro – dai termini per la definizione del piano ambientale, alle non garanzie sulla stabilità occupazionale, alla possibile lesione del principio di libera concorrenza, alla poca chiarezza sullo svolgimento dei rilanci delle offerte di gara - cosa che chiarisce con evidenza, qualora avessimo dubbi, il perché l’allora Ministro Calenda ha fatto il possibile per chiudere l’accordo sulla cessione dell’ILVA prima dell’insediamento del nuovo Governo.” Concludono i parlamentari del M5S.

Published in Politica

Alla sua 36° edizione l’evento storico della Canzone d’Autore torna nella splendida cornice medioevale della Rocca di Montestaffoli a San Gimignano il 9 e il 10 agosto nel contesto di Calici di Stelle nelle notti delle stelle cadenti.

Dal 1982 Spazio d’Autore ha visto passare sul suo palcoscenico la gran parte dei cantautori italiani anche con presenze straniere di grande importanza come John Denver. (www.spaziodautore.it).

 

Il 9 agosto sarà l’anteprima, serata “omaggio a Rino Gaetano” dove gli artisti presenti oltre al loro brano porteranno una canzone di Rino. Un omaggio dovuto a questo cantautore del “nonsense” a cui in tempi passati era dedicato lo stesso evento e al quale siamo legati da stima ed affetto. Un cantautore innovatore i cui brani sono tuttora attuali.

Il 10 agosto serata di premiazioni per le varie tematiche sia a giovani New Generation che a artisti di lunga carriera. L’evento conosciuto ed apprezzato da artisti, giornalisti ed addetti del settore è un momento di visibilità sia per i giovani artisti che per i cantautori affermati, dando una impronta di qualità insieme ad un piacevole ascolto per tutti di ogni età.

Presentati da Roberto Onofri saliranno sul palcoscenico nelle due serate Flavio Oreglio e Luca Bonaffini (entrambi Premio alla Carriera, in occasione dei loro trent’anni di attività musicale), il primo scrittore e canta-attore, noto anche come il “poeta catartico” di Zelig, il secondo storico collaboratore di Pierangelo Bertoli e regista teatrale. Seguiranno Dario Gay ( ricordando il suo Premio Nonsense Rino Gaetano ), Alberto Lagomarsini,Le Soprano in un mini concerto,

Carmine Torchia (Premio MusicaControcorrente), Claudia Cantisani ( dal Premio Biella Festival), Lorenzo Iuracà (Premio per l’interpretazione), Antonella Natangelo e la sua arpa lucente, Manola, Silvia Giannini, Lucia D’Errico…… prevista la presentazione dell’ultimo libro di Flavio Oreglio “L’Avventura Artistica”.

L’evento è organizzato col Patrocinio del Comune di San Gimignano e di Nuovo Imaie

Published in Spettacolo

"Questo pomeriggio presso il Palazzo della Provincia, insieme al vice presidente della Provincia di Taranto e al presidente e sindaco della Provincia di Crotone abbiamo discusso di un progetto di partnership tra i due aeroporti che fanno capo alle due province, quelli di Grottaglie e di Crotone.

Si è parlato delle sinergie da mettere insieme per il diritto alla mobilità dei tanti cittadini di questo vasto bacino d’utenza appulo-lucano-calabro e per rilanciare l’economia di questi territori. E’ importante continuare a lavorare in tale direzione, poichè l’aeroporto di Taranto/Grottaglie può e deve fuoriuscire dal ruolo di marginalità che gli viene affibbiato rispetto al ai voli di linea passeggeri. Da troppo tempo, da decenni, siamo relegati a questa preclusione che sta sempre più stretta ad una potenziale utenza che per ragioni di studio, di lavoro, di turismo ha necessità di fruire di servizi di mobilità al passo coi tempi. Siamo dell'idea che bisogna lavorare ancor di più con passione, con energia, anche per supplire all'assenza di quella parte della politica tarantina che, mai come in questo momento,stranamente, non esprime una linea di condotta univoca su questo tema. Cinque parlamentari del Movimento 5 Stelle non dicono nulla sulla necessità di attivare i voli passeggeri dall'aeroporto di Taranto/Grottaglie, anzi qualcuno si è espresso contrario anche in maniera chiara. Molti miei colleghi consiglieri regionali a parole si dichiarano a favore ma quasi sempre disertano questi incontri. Il Comune di Taranto purtroppo spesso assente, solo sporadicamente interviene attraverso la presenza di qualche assessore o consigliere, ma mai attivamente e fattivamente personalmente con il sindaco.
A mio parere quindi occorre fare di necessità virtù e avvalersi dell’impegno, dello spirito, della passione di tanti cittadini, degli uomini e delle donne di "onesto sentire" che muovono le associazioni, per fare in modo che la città di Taranto e la sua provincia escano dal ruolo di subalternità nel quale sono piombate."

Published in Politica

Ho colto con grande interesse la suggestione lanciata da più parti alcune settimane orsono, rispetto alla candidatura di Taranto alla XX edizione dei Giochi del Mediterraneo, prevista per il 2025, magari sulla scorta di una narrazione storico-identitaria che dia slancio alla nostra economia e alle nostre iniziative culturali.

26 Paesi partecipanti e migliaia di atleti e visitatori, la riqualificazione e l'implementazione della nostra infrastruttura sportiva, oggi ho il piacere di annunciare che, dopo attente riflessioni con tecnici ed amministratori, Taranto sente di poter assumere questo impegno, sa di essere all'altezza di un palcoscenico internazionale così rilevante, Taranto ha voglia di futuro e di dare specie ai propri giovani questo sogno, per altro tra i primissimi possibili obiettivi operativi del redigendo Piano Strategico di Taranto a guida di Asset.

Sono perciò lieto di chiedere alla struttura regionale di compiere ogni necessario atto formale e politico per portare avanti questa candidatura, il Comune di Taranto non farà mancare tutto il possibile supporto.

Rinaldo Melucci

Published in Cronaca
Pagina 1 di 2

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk