Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Giovedì, 13 Settembre 2018

Il Giovanni Paisiello Festival, organizzato dagli Amici della Musica «Arcangelo Speranza», riscopre un’altra perla del compositore tarantino, Le gare generose, opera buffa del 1786 su libretto di Giuseppe Palomba che va in scena venerdì 14 e sabato 15 settembre (ore 21), nel chiostro di Sant’Antonio di Taranto, con la provocatoria regia pop art di Isa Traversi, coreografa e donna di teatro, tre le più raffinate presenti sulla scena internazionale, che firma anche scene e costumi. La doppia recita, con l’Orchestra del Giovanni Paisiello Festival diretta dal barese Giovanni Di Stefano, bacchetta dalla lunga e consolidata esperienza nel Teatro d’Opera, sarà preceduta giovedì 13 settembre (ore 18), sempre nel Chiostro di Sant’Antonio, da una presentazione a cura del direttore artistico Lorenzo Mattei. Mentre la sera della prima, venerdì 14 settembre, verrà consegnato il Premio Giovanni Paisiello Festival che dal 2007 viene assegnato a una personalità o istituzione impegnata a valorizzare e riscoprire il patrimonio musicale del compositore tarantino.

A interpretare questa commedia ambientata a Boston, la cui fortuna fu di respiro europeo e che il Festival Paisiello propone per la prima volta in tempi moderni nella versione del debutto al Teatro de’ Fiorentini di Napoli, c’è un cast di brillanti interpreti, con le parti della coppia protagonista (Gelinda e Bastiano) affidate al soprano barese Marianna Mappa, al debutto nella sua Puglia dopo le importanti esperienze di perfezionamento con Renata Scotto a Roma e Placido Domingo a Valencia, e al basso Bruno Taddia, artista dalla carriera internazionale che ha cantato nei più grandi teatri del mondo, dalla Scala di Milano al Covent Garden di Londra alla Deutsche Oper di Berlino. In scena anche un altro giovane emergente pugliese, il tenore martinese Manuel Amati, classe 1996. Completano il cast, il contralto Giulia Mattiello, il basso Stefano Marchisio e il soprano Maria Luisa Casali. Il disegno luci è di Tommaso Contu.

Le gare generose, composta da Paisiello dopo il servizio a corte della zarina Caterina II, a San Pietroburgo, rappresenta un caso unico nel panorama della produzione buffa di quegli anni per la suspence prolungata, la tensione emotiva e la quasi totale assenza di gag, aspetti che all’epoca fecero giudicare l’opera “troppo seria” dal pubblico napoletano, ma non le impedirono di essere successivamente rappresentata con straordinario successo sui palcoscenici delle grandi corti europee. E proprio quest’aspetto, la “seriosità” nella percezione del pubblico napoletano di allora, rende ancor più interessante la riscoperta de Le gare generose, perché aiuta a comprendere meglio il periodo precedente alla Rivoluzione durante il quale si tenne la prima rappresentazione.

Inoltre, con la messa in scena de Le gare generose il Festival pone al centro il duello tra Paisiello e Rossini, tra gli autori di uno stesso Barbiere di Siviglia. E la “resa dei conti” avverrà ancora una volta sul terreno del genere comico con la rappresentazione, il 25 settembre, de La cambiale di matrimonio di Rossini, prima opera di un autore diverso dal compositore tarantino ad essere allestita al festival a lui dedicato.

Il Giovanni Paisiello Festival è sostenuto da Mibact, Regione Puglia, Comune di Taranto, con il patrocinio della Provincia di Taranto e il supporto degli sponsor Conad, Caffè Ninfole, Basile Petroli e BCC di San Marzano di San Giuseppe.

Biglietti in prevendita su www.liveticket.it. Info 099.7303972 - www.giovannipaisiellofestival.it

Published in Spettacolo

A partire dal 16 settembre il servizio di raccolta “porta a porta” della Città bianca torna ad essere effettuato di giorno.

Continua, invece, fino al 20 settembre il potenziamento del servizio di raccolta ordinario svolto dall’ATI Gial Plast – Bianco Igiene Ambientale. Dalla prossima domenica quindi, gli utenti del centro storico e area urbana vedranno ritirare i propri rifiuti differenziati a domicilio dalle ore 6 alle ore 12.
I rifiuti prodotti dovranno essere depositati come di consueto davanti alle abitazioni e/o condomini, dopo le ore 22 ed entro le ore 24 del giorno precedente a quello indicato dal calendario per la raccolta. I rifiuti conferibili quali indifferenziato, plastica e metalli, carta e cartone, organico e vetro (per le sole zone interessate) devono essere conferiti utilizzando le attrezzature in dotazione ed i sacchi previsti. A tal proposito, si ricorda, nuovamente, che con l’approvazione del nuovo regolamento comunale per la gestione dei rifiuti urbani e assimilati, gli utenti che non rispettano le previste e corrette modalità di conferimento dei rifiuti potrebbero incorrere in sanzioni amministrative pecuniarie.
Nell’ottica di potenziare il servizio d’igiene urbana per far fronte all’aumento della quantità di rifiuti prodotti, data la presenza di turisti anche nel mese di settembre, è stato prorogato l’impiego temporaneo di 15 ulteriori operatori, impegnati nella pulizia sia dell’area cittadina, che delle strade comunali situate nel territorio extraurbano.

Published in Accade in Puglia

Il Sindaco Coppola si dichiara determinato a portare a termine il suo mandato. In merito a una sua eventuale ricandidatura invece, si dice pronto a valutare nuovi equilibri

«La stampa non corrisponde esattamente al luogo ideale per aprire una discussione sul prossimo candidato sindaco di centrodestra, tantopiù quando si distorce strumentalmente il senso di quello che viene detto. Esistono spazi e modi più idonei entro i quali ci si misurerà non appena saranno maturi i tempi. Per il momento ribadisco di aver dato la mia disponibilità per una nuova candidatura, ma non è detto che qualora venga fatto il nome di un candidato per me credibile, io non possa sostenere la corsa di qualcun altro».

Così il sindaco Gianfranco Coppola commenta la pubblicazione della sua intervista su “Il Nuovo Quotidiano di Puglia”, un intervento politico giunto a seguito di alcune dichiarazioni, diffuse qualche giorno fa dalla stessa testata, contrarie alla sua ricandidatura, attribuibili a rappresentanti dei movimenti politici cittadini di Ostuni Tricolore e Noi con l’Italia e del coordinatore provinciale e regionale di Forza Italia.

«Premetto che quando circa cinque anni fa, da più parti, mi fu chiesto di candidarmi a sindaco di Ostuni – continua Coppola – mi resi disponibile a svolgere un solo mandato e a cambiare una situazione ormai tristemente cristallizzata. Oggi ritengo invece che un secondo mandato possa permettermi di portare a compimento alcune azioni amministrative determinanti per la crescita del nostro territorio. Qualora però si dovessero individuare delle personalità di alto profilo, non avrei nessuna difficoltà a farmi da parte e anzi sosterrei il rinnovato progetto politico. Ritengo che nella normalità di queste vicende, rientri l’abitudine di voler fare i nomi dei possibili candidati che si intende sostenere, non il contrario.

Ad ogni modo, adesso ha più importanza procedere con la riqualificazione del Porto di Villanova, verso cui ci si addentra il prossimo 16 ottobre con il terzo incontro della nuova conferenza di servizi. Iniziare la ristrutturazione della struttura scolastica della San Giovanni Bosco, per cui il Comune ha intercettato un finanziamento di 9cento mila euro; continuare con la risistemazione delle strade urbane ed extraurbane; dare il via al rifacimento di corso Vittorio Emanuele II e di via Nino Sansone. Tutti progetti pronti che aspettano solo l’indizione delle relative gare d’appalto. Progetti fermi al SUA, lo sportello unico degli appalti della Provincia di Brindisi. Esorto quindi chi pensa di fare una campagna elettorale inversa, su tutti Domenico Tanzarella, il concittadino che ricopre il ruolo di Presidente protempore dell’ente, a darsi da fare affinché Ostuni possa avere un buon ricordo del suo operato in Provincia, come di ogni suo rappresentante nell’assise consiliare.

È imminente inoltre il trasferimento del Comando dei Vigili Urbani e di altri uffici comunali presso lo stabile dell’ex Pretura, che si prevede di attuare entro la fine di settembre. Sono queste le mie uniche preoccupazioni. Perciò invito i miei colleghi di cordata a portare a termine questa legislatura.
Per rispondere invece ad Andrisano, coordinatore provinciale di Forza Italia, dico che varrebbe la pena pensare a ricostruire il partito ai livelli che gli competono, piuttosto che concentrarsi sul candidato sindaco di un singolo comune. Peraltro non mi risulta che Forza Italia, che a Ostuni non possiede né una sede, né tantomeno un referente, così come le forze politiche locali, abbiano indicato con precisione qualche nome. Una dinamica simile mi sembra si sia creata con il coordinatore locale e provinciale della Lega, smentito l’indomani dall’On. Anna Rita Tateo, che ha dichiarato di non concordare sul mancato appoggio alla mia eventuale candidatura, perché il partito non ha ancora individuato i suoi candidati.

Al di là di tutto – conclude il sindaco Coppola – nessuno immagini che io lasci ai miei avversari politici un’autostrada libera a causa di beghe banali. Dopo dodici anni all’opposizione e cinque da sindaco, non permetterò che il valore del lavoro svolto finora venga sminuito. Forte della mia indipendenza, continuerò ad agire nell’interesse esclusivo della comunità ostunese, nonostante le innumerevoli difficoltà e fino a quando me ne verrà data opportunità».

Published in Accade in Puglia

Si può avere un potere trasparente? Ma cos’è la trasparenza? C’è spazio per l’etica? L’Etica della responsabilità in cui ognuno sa bene qual è il suo mestiere e lo fa bene con regole certe.

Alberto Cattaneo racconta, nel suo nuovo libro “Il mestiere del potere” (ed. Laterza), la sua professione: il lobbista. Se da un lato si vuole assecondare il “mito” della massima trasparenza, dall’altro, non si modificano i meccanismi attraverso i quali la democrazia produce le leggi che, invece, prendono forma nelle anticamere del potere (tra i suoi segreti). Cattaneo propone allora di rendere obbligatoria la verifica del raggiungimento degli obiettivi di una legge, di legittimare il dialogo tra tutti gli interessi coinvolti e di abolire la pratica degli emendamenti per dare più forza ai contenuti e distinguere i professionisti della lobby dai presunti tali.
A riguardo la legge regionale pugliese sul lobbying del Governo Emiliano è un esempio a cui tendere. Per questo sarà presente alla serata Domenico De Santis, consigliere politico del Governatore pugliese nonché Vice Presidente Nazionale del PD.

Appuntamento a venerdì 14 settembre alle ore 18 presso Hotel Ostuni Palace (C.so Vittorio Emanuele II, 218).

Dialoga con l'autore Domenico De Santis (Vice Presidente Nazionale PD); modera Francesco Gioffredi (de Il Nuovo Quotidiano di Puglia).

L'organizzazione assicura la diretta social.
#Librinfaccia #IlMestieredelPotere #Cattaneo #DeSantis #Gioffredi #linfa18 #savepianamillenaria

Librinfaccia. Un evidente gioco di parole che prende spunto dalla traduzione letterale del più famoso social network del mondo per ridare vita e diffusione al libro. E soprattutto il suo nome allude dichiaratamente al metterci la faccia, metterci impegno, e passione. Librinfaccia da oltre quattro anni seleziona e presenta libri che si articolano attorno alla cucina, ai giovani, alla politica, ai vizi e alle virtù del Paese.

Published in Accade in Puglia

Sabato 15 settembre 2018, a partire dalle ore 20 fino alle ore 23, il Parco Archeologico di Collepasso a Taranto si trasformerà in una affascinante agorà. Uno stimolante viaggio tra memorie storiche, archeologiche e letterarie verrà offerto ai visitatori che desidereranno cogliere il senso della Meraviglia che abita lo splendido sito archeologico alle porte di Taranto, la città della Magna Grecia per eccellenza. Ed è proprio il vento del sapere e della conoscenza a soffiare su questa antica necropoli greca, eccezionale testimonianza delle nostre radici culturali. I responsabili del Parco Archeologico di Collepasso accoglieranno i visitatori con la consueta professionalità e competenza che li contraddistingue, introducendoli in una seducente epoca, risalente a più di 2600 anni, che ha tracciato, in maniera indelebile, il nostro cammino culturale ed esistenziale attraverso miti e simboli. 

La serata verrà impreziosita dalla trattazione di tematiche poetiche che andranno ad intrecciarsi all’ambito linguistico, in una amalgama di forte impatto emozionale. Poiché la poesia è una delle espressioni più sublimi del linguaggio umano. La magia proseguirà con le letture di Eufemia Pavone (a partire dalle ore 20:45) sulla Puglia del dialetto, un percorso etnico-linguistico che andrà a disvelare la Bellezza di un linguaggio che si lega alla realtà di un territorio straordinariamente ricco di storia e cultura come è quello della Puglia. La lingua si fonderà alla poesia nel suggestivo intervento di Marianna Montagnolo (a partire dalle ore 21:15) la quale intraprenderà un appassionante cammino nella grecità dei lirici, dialogando di greci e poesia. Un appuntamento culturale, letterario e poetico da non perdere. Un evento ideato da figure altamente professionali che credono nel valore della cultura come fondamento essenziale delle nostre radici antropologiche.

Fino alla fine del mese di Settembre, il Parco Archeologico di Collepasso continuerà a donare ai visitatori eventi culturali di grande rilevanza a testimonianza dell’immenso interesse che il MIBAC possiede nei confronti del patrimonio culturale, non solo della città di Taranto, ma degli stessi cittadini, poiché il bene culturale, questo valore immateriale che ciascuno di noi possiede, necessita di essere costantemente stimolato e impreziosito. Gli eventi del Parco Archeologico di Collepasso dimostrano di assolvere brillantemente a questa esigenza esistenziale. E il viaggio nella saggezza dei saperi e nella Bellezza dei miti e dei simboli continua…

 

Published in Cultura

Si svolgerà il 14, il 15 e il 16 settembre prossimi la Festa de L’Unità di Grottaglie. Una tre giorni all’insegna del dibattito e del confronto politico, sui temi correnti del Mezzogiorno e dell’area ionica. L’annuale festa del Partito Democratico si terrà nella centrale piazza Principe di Piemonte.

Domani, venerdì 14 settembre, la festa prenderà il via alle ore 19:00 con il dibattito “Le Zes (Zone Economiche Speciali), importanti strumenti di sviluppo per il nostro territorio”, al quale interverranno: Fulvio Lino Di Blasio - segretario generale Autorità portuale di Taranto, Ludovico Vico – della segreteria regionale del Pd Puglia, Ciro D’Alò – sindaco di Grottaglie, Cosimo Fabbiano – sindaco di San Giorgio Jonico, Arcangelo Sapio – sindaco di Carosino, Antonio Cardea – sindaco di Faggiano. Il confronto avviene all’indomani della trasmissione al Governo, da parte delle giunte regionali di Puglia e Basilicata del Piano di Sviluppo Strategico della Zes interregionale Taranto-Basilicata.
Sabato 15 settembre, alle ore 19:00, si terrà il dibattito “Gestire la “Cosa Pubblica”, ieri e oggi”. Interverranno Giuseppe Vinci e Raffaele Bagnardi, già sindaci di Grottaglie, il segretario provinciale del Pd di Taranto Giampiero Mancarelli, il segretario cittadino del Pd di Grottaglie Francesco Montedoro, i componenti della segreteria cittadina del Pd di Grottaglie, Michele De Marco e Marta Greco.
Domenica 16 settembre, alle ore 19:00, il direttore della testata giornalistica “Taranto Buonasera”, Enzo Ferrari, intervisterà la senatrice Teresa Bellanova, capogruppo del Pd nella commissione Attività Produttive del Senato ed ex viceministro allo Sviluppo Economico.
A partire dalle ore 20:30, musica, danza e teatro chiuderanno le tre serate.
Domani, venerdì 15 settembre, si terrà lo spettacolo musicale dei Pizzikatundy; sabato 16 settembre sarà la volta dello spettacolo di danza con la A.S.D. Daniel’s Dance School; domenica 16 settembre, lo spettacolo teatrale della Compagnia di teatro in vernacolo grottagliese “Il Fullonese”, presenterà la pièce teatrale “Ce lu passa la cassa muta”.
“Anche quest’anno – dice il segretario cittadino del Pd, Francesco Montedoto - il Partito Democratico di Grottaglie ha organizzato la tradizionale Festa de l’Unità. Un appuntamento fisso e storico per la nostra città che fa da sempre del nostro circolo un punto di confronto e di riferimento politico importante. Quest’anno i dibattiti saranno tutti incentrati su tematiche che interessano il nostro territorio. Cominceremo con le Zone Economiche Speciali, uno strumento che potrebbe fare da volano allo sviluppo economiche della provincia jonica e in particolare di Grottaglie con il suo aeroporto. Sarà poi la volta degli ex Sindaci grottagliesi che si confronteranno con i dirigenti del nostro Circolo in una discussione sulla cosa pubblica tra passato, presente e soprattutto futuro. E infine una grande donna del Sud, una politica vera, la Senatrice Teresa Bellanova con la quale faremo il punto della situazione politica in Italia, nel Mezzogiorno e soprattutto nella nostra provincia. Una Festa, prima di tutto, ma anche l’occasione per riunirci con i cittadini e discutere con loro delle prospettive e delle tematiche per migliorare le scelte politiche del nostro territorio, in direzione del lavoro, dello sviluppo e del benessere della persone. Vi aspetto tutti domani in Piazza Principe di Piemonte”.

Published in Politica

Il Comune di Taranto comunica che si è astenuto dalla votazione odierna in seno all’assemblea dei soci di Ctp.

All’atto della sospensione dell’ultima seduta, i Sindaci che proponevano la mozione Albanese avevano assicurato intenzioni esclusivamente tecniche e la necessaria neutralità alla base della scelta del profilo del professionista tarantino.

In una fase di mediazione tra i soci, nel tentativo di assecondare le esigenze e le urgenze della società di trasporto, nonché di garantire una adeguata partecipazione alla governance da parte dei tanti Comuni che avevano subìto la conferenza stampa che forzava, in definitiva, nella direzione del nome dell’Avv. Albanese, si era prospettata l’opportunità della costituzione di un cda.

Ma la volontà dei Sindaci promotori di quella conferenza stampa di non assumere impegni rapidi e concreti sul cda, il loro intento di differire ogni altro ragionamento a data successiva alla prossima elezione per la presidenza della Provincia, la loro ansia di non attendere, al contrario, con prudenza, il verdetto degli organismi amministrativi sulla posizione del dott. Fisicaro, ci conferma che la manovra è purtroppo tutta politica, che l’avv. Albanese ha una precisa investitura che riviene da poteri spesso schierati ad interferire con lo sviluppo del territorio, in ultimo prescinde da qualunque valutazione sugli scenari industriali del Ctp.

Il Comune di Taranto non aderisce dunque ad un conflitto che ha un sapore personalistico, obiettivi per nulla innovativi. Per il rilancio di Ctp si era anche offerta disponibilità alla fusione con Amat, che avrebbe portato vantaggi a tutte le parti e alla comunità ionica, ma non sembrano essere argomenti di immediato interesse per quei Sindaci. Posizione che ovviamente rispettiamo.

Per tutto quanto sopra, poiché per il Civico Ente la bussola resta la fornitura di servizi efficienti ai cittadini, si compirà a breve anche un approfondimento sull’utilità di conservare la partecipazione del Comune capoluogo in seno a Ctp.

Published in Politica

L'agenzia internazionale per la ricerca sul cancro e l'organizzazione mondiale di sanità hanno classificato il radon come cancerogeno del gruppo 1 ossia come sostanza per la quale è accertata la cancerogenità anche negli essere umani.

Gli edifici scolastici risultano essere locali utilizzati prevalentemente al piano terra soprattutto nel caso delle scuole dell'infanzia pertanto è facilmente ipotizzabile che l'esposizione al radon possa essere significativa e di conseguenza dannosa per la salute di una popolazione a cui prestare particolare attenzione. Parliamo della fascia più debole e in questo caso questo il "più" si moltiplica perché parliamo di scuole del quartiere tamburi, rione già particolarmente discriminato dal punto di vista sanitario a causa della vicina industria siderurgica, la più grande d'Europa.


È in gioco la salute di bambini che permangono in ambienti chiusi per un minimo di 4 ore al giorno per vari giorni alla settimana. Ricordiamo che il radon è la seconda causa di tumore del polmone, dopo il fumo di sigaretta.
Arieggiare gli ambienti servirebbe, ma non basta. I medici per l'ambiente di ISDE Taranto chiedono alle istituzioni locali provvedimenti urgenti e l'attuazione di misure di prevenzione e precauzione per quei bambini troppo spesso dimenticati.

Published in Ambiente

Cambia la data del secondo appuntamento con la rassegna Film e letteratura in biblioteca organizzata dalla Mostra del Cinema di Taranto.

Il prossimo incontro, che vede come protagonista lo scrittore e sceneggiatore Diego De Silva, inizialmente previsto per venerdì 14 settembre, si terrà giovedì 20 settembre alle ore 18:00 nella biblioteca civica Acclavio di Taranto. Dopo il dibattito, alle ore 19:00, verrà visionato il film Dobbiamo parlare di cui De Silva è sceneggiatore insieme a Sergio Rubini con quest’ultimo che ne cura anche la regia.

Il giorno dopo, venerdì 21 settembre alle ore 18:00, la rassegna si chiuderà con il magistrato e scrittore tarantino Giancarlo De Cataldo. A seguire, spazio al film Suburra.

I dibattiti saranno moderati dal giornalista Ignazio Minerva e da Mimmo Mongelli e Alfredo Traversa, rispettivamente direttore e vice direttore artistico MCT.

MOTORI CALDI PER IL CONVEGNO “LE METAMORFOSI”. Intanto lo staff della MCT sta finalizzando i preparativi per il convegno “Le Metamorfosi” che si terrà martedì 18 settembre alle ore 18:00, sempre nella Biblioteca Acclavio di Taranto. Si parlerà del processo incessante di trasformazione del mondo e dell’umanità. A dibattere, prestigiosi relatori tra cui Diego Fusaro, filosofo,scrittore editorialista, docente dello IASSP di Milano, tra i più importanti studiosi dei giorni nostri. Mario Carparelli, vicepresidente del Centro Internazionale di Studi Vaniniani, Giuseppe Vinci, psicologo psicoterapeuta, Francesco Bellino, presidente della società italiana per la Bioetica. A coordinare il convegno l’autrice teatrale ed attrice Antonella Maddalena. Tutti gli eventi, che vedono la collaborazione della libreria Dickens di Taranto, sono ad ingresso gratuito.

Published in Cultura

Un richiamo alimentare che fa scalpore. Nel Queensland un uomo ha denunciato alla Polizia, di avere ingoiato un ago da cucito nelle fragole acquistate in un supermercato della zona.

Il frutto contaminato fa parte di un lotto di cestini di fragole, acquistato nei negozi di Woolworths, un'importante catena retail sudafricana, del Queensland e venduti anche nei supermercati nel New Meridionale Galles e Victoria. Il responsabile sanitario del Queensland, il Dott Jeannette Young confermando l’episodio, ha dichiarato alla stampa che in altri cestini, almeno due, sono stati ritrovati altri aghi. Un cliente che domenica ha mangiato una fragola contaminata ha rischiato guai seri ed è stato salvato da un intervento chirurgico. Tutto sarebbe cominciato durante un comune pasto in casa. L'uomo stava mangiando la frutta e in un primo momento tutto sembrava nella normalità. A un certo punto una terribile fitta, immediatamente dopo aver ingoiato una bella fragola. Il dolore era così intenso che non riusciva a capire di cosa potesse trattarsi. Ha sentito una fitta all'esofago, su un lato del collo, prima della spalla. A quel punto è stata inevitabile la corsa verso l'ospedale. Al pronto soccorso è stata subito disposta una radiografia. I medici hanno sottoposto il paziente ai raggi X e dalla lastra è spuntato l'ago. Sottoposto a un delicato intervento nel reparto di chirurgia gli è stato asportato l’oggetto di metallo che era nascosto nelle fragole, persuadendo le autorità sanitarie ad avviare un richiamo nazionale del frutto. L'uomo è fuori pericolo anche se la vicenda sarebbe potuta finire peggio se solo l'ago avesse proseguito il cammino e danneggiato qualche altro organo. Una storia incredibile, quella capitata all’uomo australiano che è andato al pronto soccorso a causa di dolori causati da un oggetto estraneo finito nell'apparato digerente. Ora si cerca di capire come sia finito il pericoloso aculeo per cucire all'interno del cestino di fragole e se ci siano responsabilità da parte del venditore oppure se sia capitato successivamente. Per Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, un pericolo nascosto l’ingestione di un pezzo di metallo, peggio se acuminato. Infatti un corpo estraneo ingoiato, soprattutto se metallico, provoca danni: sia a livello di stomaco, sia se oltrepassa il piloro e finisce nell' intestino. Se è acuminato, poi i danni sono maggiori: si possono subire perforazioni ed emorragie, talvolta fulminanti se si fora qualche grosso vaso sanguigno. Comunque, la presenza di un corpo estraneo provoca una sorta di decubito, un' infiammazione di tipo ulceroso. Un frammento metallico, inoltre, può rimanere nell' intestino anche per molto tempo, fino a che non si pianta nella parete. In ogni caso, l'emergenza endoscopica mette al primo posto le emorragie, al secondo posto appunto l' ingestione di oggetti, soprattutto se metallici. Perciò, chi li ingoia, deve andare al pronto soccorso. Se ci troviamo a che fare con un corpo acuminato che buca il tessuto gastrico, possiamo avere uno stato infiammatorio in pochi giorni. È possibile che questo accada senza dolore o altri sintomi, in particolare la presenza di un ago metallico di un centimetro e mezzo può essere asintomatica fino a quando si pianta.

Published in Cronaca
Pagina 1 di 2

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk