Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Giovedì, 10 Gennaio 2019

La nuova edizione del calendario mette al centro la natura della Puglia e della Basilicata.

Un lupo, un falco grillaio, un capovaccaio, un gufo reale, una volpe e una testuggine. Sono questi i protagonisti del calendario 2019 di Serveco, quest’anno dedicato tutto alla natura delle gravine, quel vasto ecosistema a cavallo tra Puglia e Basilicata, scavato nella roccia dal lavoro lento e meticoloso dei fiumi che ormai scorrono quasi tutti sotterranei. Oltre la prima impressione, le gravine tra Taranto e Matera, da Castellaneta a Martina Franca, da Mottola a Grottaglie, sono ricche di natura, una culla di roccia dove flora e fauna si sono aggrovigliate nel tempo e nascoste, quasi, alla vista degli estranei. Il calendario è un omaggio al nostro territorio, un segno di gratitudine per aver custodito come uno scrigno carsico una così grande ricchezza per così tanto tempo. Realizzato da Serveco, in collaborazione con Dimensione 3, azienda specializzata nella comunicazione in 3D, il calendario non è solo da appendere al muro, ma ogni pagina è un bellissimo origami in cartone che rappresenta uno dei sei animali.
Sei sono gli animali che rappresentano la gravina. Il Gufo Reale (bubo bubo), rapace silente e notturno; il Falco Grillaio (falco naumanni), che sorvola come il vento i nostri campi; il Capovaccaio (neophron percnopterus), rara specie di avvoltoio che ha eletto proprio le gravine come ultimo rifugio; il Lupo (canis lupus italicus), simbolo d’Italia, ritornato a popolare i nostri boschi; la Testuggine (testudo hermanni hermanni), lenta e immortale; la Volpe (vulpes vulpes), ombra rossa nella notte. Per ognuno dei sei animali è stato tracciato, simpaticamente e senza velleità scientifiche, un profilo psicologico, perché rappresentano dei modi di comportarsi, degli atteggiamenti, reiterati nel tempo da storie popolari e leggende, alcune note, altre meno. Incarnazioni di diverse indoli, i nostri sei animali conosciuti da vicino sono modelli a cui ispirarsi anche per essere più sostenibili. È stato predisposto anche un piccolo e simpatico test di personalità sul sito www.calendarioserveco.it
Sul calendario, come sempre, sono state indicate anche le varie ricorrenze laiche, anche il 19 gennaio, la giornata di inaugurazione delle manifestazioni di Matera 2019 Capitale della Cultura Europea. La scelta del tema è stata anche per omaggiare lo storico risultato di una delle capitali del territorio delle gravine.
Le gravine sono già valorizzate dal lavoro costante e instancabile di decine di associazioni. A cominciare dal Parco delle Gravine e da chi lo anima, dal WWF impegnato con Uppark, sul calendario sono state inserite (spesso a loro insaputa) molti gruppi impegnati nel difficile lavoro di tutela e di valorizzazione. Un omaggio a coloro che si impegnano per la salvaguardia del territorio.
Il calendario è gratuito e si può richiedere, fino ad esaurimento sul sito www.calendarioserveco.it.

Published in Cronaca

Un debutto da non perdere. “Poltronissima 2019 – Per un sabato tutto da vivere”, Rassegna di Teatro e Musica organizzata dall’Associazione Artistico Culturale “Compagnia Teatrale Lino Conte”, parte con una grande serata dedicata al varietà tradizionale napoletano inserita nel cartellone organizzato dai direttori artistici Lino Conte e Aldo Salamino.

La prima accoppiata di rappresentazioni vedrà in scena, sabato 12 e domenica 13 gennaio, lo spettacolo “Quelli che… il varietà” di e con Luciano Capurro assieme alla Compagnia Napolincanto.
L’ingresso in sala, come di consueto, è previsto per la serata di sabato a partire dalle 20.30, con sipario alle ore 21. Domenica gli orari saranno anticipati alle 18 con sipario alle 18.30.
Lo show ripropone le atmosfere e i colori del classico varietà, prendendo spunto da memorabili trasmissioni televisive come “Milleluci” e ”Canzonissima”, con canzoni che hanno fatto la storia della musica partenopea, citando maestri come Salvatore Di Giacomo, Libero Bovio e Nino Taranto. Non mancano delle riproposizioni di brani indimenticabili del panorama nazionale e internazionale, con duetti di successo del repertorio di Andrea Bocelli, Celine Dion, Dulce Pontes, per poi sfociare nelle atmosfere suggestive del cinema americano: le fiabe Disney, i film cult e la straordinaria Mary Poppins. Un valore aggiunto per questo spettacolo è il corpo di ballo, con coreografie che degnamente supportano il repertorio canoro espresso. Si sogna attraverso le melodie dei tempi andati e mediante i versi in prosa di grandi poeti, si ride con una comicità piccante ma mai trasgressiva. Tantissimo ritmo per uno spettacolo che alterna quadri di grandi emozioni ad una satira fatta anche di barzellette e travestimenti. Insieme a Luciano Capurro, sul palco ci saranno il grandissimo comico Paolo Neroni e le soubrette Alessia Moio e Anna Caso, oltre ai ballerini. Evento ricco di costumi straordinari. Insomma, un vero, grande varietà per la regia di Luciano Capurro.
La prevendita dei tagliandi procede a gonfie vele: è consigliabile affrettarsi per scegliere il posto più gradito.
I biglietti sono venduti al costo di 10 euro per la galleria, 12,50 euro per la platea, 15 euro per le poltronissime. Per informazioni e prevendite sono a disposizione i numeri telefonici 3427103959 e 3923096037.
Il programma di Poltronissima 2019 tornerà poi al “Tarentum” mercoledì 23 gennaio: sarà di scena la Compagnia teatrale Angelo Caracciolo con una toccante versione di “Filumena Marturano” di Eduardo De Filippo per la regia di Angelo Caracciolo.

Published in Spettacolo

"Non si può perdere ulteriore tempo. E non ci si deve più distrarre. La Regione Puglia ed Aeroporti di Puglia devono credere, con forza, nello sviluppo dell'Aeroporto Marcello Arlotta di Grottaglie". La ferma presa di posizione è firmata dal coordinatore provinciale del Movimento Idea, Salvatore Fuggiano.

"L'opera di sensibilizzazione svolta da associazioni movimenti nel corso degli anni è stata fondamentale per tenere accesa la fiammella dello sviluppo - sottolinea Fuggiano - . Ma adesso la pressione politica ed economica sugli enti preposti deve compiere un salto di qualità. Taranto e il suo territorio sono alla vigilia di un'era di rinnovato sviluppo: c'è bisogno, innanzitutto, di uno scalo potenziato per il trasporto cargo del settore agroalimentare, Servono investimenti per la logistica dell'area Monteiasi-Grottaglie,per la costruzione dell'area cargo, per la realizzazione di una piattaforma per la movimentazione container tra aeroporto e porto nella stazione ferroviaria di Monteiasi, per la realizzazione della pista di rullaggio all'interno dello scalo. Tutte queste azioni favorirebbero lo sviluppo dell'aeroporto per i voli civili".

Fuggiano, in conclusione, sottolinea un aspetto: "Ci sono 12 milioni di euro disponibili per la realizzazione delle strade di collegamento tra la Superstrada e l'Aeroporto. Ma bisogna fare in fretta: necessita l'approvazione da parte del Consiglio comunale di Grottaglie".

Published in Politica

Apprendiamo da una intervista al tg3 che il segretario regionale del Pd Marco Lacarra ha dichiarato di voler incontrare anche noi del movimento “no emiliano candidato” che da mesi, in contrasto al documento partorito dalla commissione dei 40 del pd che blindava candidatura di Michele Emiliano, giriamo la Puglia in tappe di autoconvocati per ascoltare militanti, simpatizzanti e dirigenti del centrosinistra.
Apprezziamo questa apertura da parte del segretario del pd, qualora dovesse chiamarci siamo sicuramente disponibili ad incontrarlo. Ma non ci siederemo a un tavolo nato zoppo. Ne abboccheremo a questa provocazione del “trovatevi un candidato e facciamo le primarie”, chiamate addirittura “querelle” dal segretario pd.
Le primarie non sono né il fine ultimo, ne una pratica da sbrigare in fretta e furia, ne una querelle.

Bisogna partire dagli Stati Generali del centrosinistra. Non un convitato di sigle vuote, ma dal confronto, il dialogo, la sintesi tra iscritti, elettori, dirigenti e tutti simpatizzanti del centrosinistra. Poi qualora non si arrivi a una linea politica comune ci si potrà affidare allo strumento delle primarie. Non è detto che ce ne sia bisogno come non è detto che il candidato sia Michele Emiliano.

Lacarra abbandoni definitivamente quel tavolo che è rimasto goffamente da solo a tenere in piedi, che ogni giorno perde una gamba, e che è gia nato zoppo perché intorno alla candidatura di Michele emiliano anziche intorno politica.

Si parta dagli stati generali del centrosinistra, dal suo popolo, e dalla politica.

Published in Politica

Eccellenti risultati per il traffico passeggeri su Bari e Brindisi.


Per il Presidente, Tiziano Onesti, “anche il 2019 nasce all’insegna dello sviluppo del traffico e dell’apertura di nuovi mercati“. Emiliano, Borracino e Capone: “Risultati che premiano il lavoro fatto in promozione turistica e sviluppo economico della Regione Puglia.

Bari - Il 2018 è stato per gli aeroporti pugliesi un anno straordinario, segnato da risultati frutto dell’eccellente lavoro svolto sul piano del potenziamento dei collegamenti e della qualificazione della rete aeroportuale. Complessivamente, su Bari e Brindisi, i passeggeri in arrivo e partenza sono stati oltre 7,49 milioni – dato mai raggiunto - con un incremento del +7,2% rispetto al dato del 2017. Su base annua il traffico di linea, tra Bari e Brindisi, è cresciuto del +7,4%; ancor più netto l’incremento per la linea internazionale che, con 2,65milioni di passeggeri, ha segnato un + 18,2% rispetto al 2017. Record anche per Bari dove per la prima volta è stata superata la soglia dei 5milioni di passeggeri.

“Il consuntivo del traffico 2018 su Bari e Brindisi testimonia l’eccellente lavoro svolto, in raccordo con la Regione, per sviluppare i collegamenti e, con essi, per migliorare la capacità attrattiva della Puglia e di tutta l'area sud est del Paese", dichiara il Presidente di Aeroporti di Puglia Tiziano Onesti; risultati che nascono da una strategia attenta e premiante per il traffico aereo, per l’industria turistica e, più in generale, per il sistema economico. Grande l’attenzione dedicata allo sviluppo del network internazionale: il 2018 si è caratterizzato, infatti, per l’avvio di numerosi collegamenti, tutti importanti, su Bari e Brindisi. Tra questi il volo per Mosca, lungamente atteso, che oltre ad aver migliorato l’accessibilità da un mercato con un alto potenziale di crescita, ha rinsaldato, in chiave di modernità e efficienza, gli storici legami con il popolo russo”.
“Una politica di sviluppo che interessa l'intero sistema infrastrutturale gestito da Aeroporti di Puglia, fatta di qualità e efficienza, non circoscritta solo al traffico passeggeri. La designazione – prima in Italia - della rete aeroportuale pugliese, l’individuazione di Taranto Grottaglie quale primo spazioporto in Italia destinato a accogliere voli suborbitali, la definizione dell’iter amministrativo per il prolungamento della pista di volo dell’aeroporto di Foggia, sono segni tangibili di un’attenta programmazione degli interventi finalizzati allo sviluppo integrato e sistemico delle infrastrutture aeroportuali, tenendo in debita considerazione vincoli e specificità di ciascun sito. Una pianificazione di attività che proseguirà, su basi rinnovate e solide, anche nel 2019 e che troverà collocazione in un piano strategico che, tra l’altro, individua le direttrici di sviluppo verso nuovi importanti mercati per tutta l'Italia del sud est e per la rete aeroportuale di Aeroporti di Puglia"

“Questi risultati - dichiara il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano - premiano il grande lavoro che la Regione Puglia sta facendo nei settori della promozione turistica e dello sviluppo economico. In tre anni abbiamo inoltre creato le condizioni perché la società Aeroporti di Puglia sia un soggetto autonomo, capace di stare sul mercato con le proprie gambe. Un progresso che la struttura societaria di Aeroporti di Puglia ha compiuto verso una completa e totale autonomia dal socio di maggioranza, che pone le basi per nuovi e sempre più importanti traguardi”.

L’aeroporto di Bari ha superato un traguardo storico: nel 2018, infatti, i passeggeri (arrivi + partenze) sono stati 5,02milioni, il +7,4% rispetto al totale 2017; di questi 2,87milioni (+1,5%) si riferiscono ai voli di linea nazionali, e 2,05milioni (+17,4%) alla linea internazionale. Un ottimo risultato conseguito nonostante la chiusura dell’aeroporto, sia pur limitata a soli nove giorni, per i lavori di riqualificazione e potenziamento della pista di volo.

Eccellente anche il dato di Brindisi dove nel 2018 i passeggeri sono stati 2,47milioni, il +6,7% rispetto al 2017. In crescita del +7,1% il traffico di linea, passato dai 2,28milioni di passeggeri 2017 ai 2,44 milioni del 2018. Anche per Brindisi va evidenziato l’incremento del +21,3% registrato dalla linea internazionale i cui passeggeri sono stati 608.025.

“Quando l’impegno è sinergico e gli obiettivi sono chiari i risultati si vedono - dichiara l’assessore all’industria turistica e culturale Loredana Capone - L’anno record per Aeroporti di Puglia è il risultato di una strategia messa a segno dalla Regione Puglia con Aeroporti di Puglia per sviluppare i collegamenti nazionali e internazionali. Un grande lavoro di squadra che è ancora in corso e non solo per favorire nuovi collegamenti – e tra questi per esempio il tanto atteso volo per Mosca che consente l’accessibilità da un mercato con un alto potenziale di crescita, e contribuisce a rendere più saldi gli storici legami con il popolo russo – ma anche per migliorare la capacità attrattiva della Puglia in modo che lo sviluppo dei voli diretti internazionali vada di pari passo con lo sviluppo di una regione sempre più dinamica sul piano economico e sempre più accogliente sul piano turistico”.

“Sono risultati - dichiara l’assessore allo Sviluppo Economico Mino Borraccino - che ci incoraggiano a intensificare il nostro impegno per lo sviluppo e la valorizzazione del sistema aeroportuale pugliese. I buoni risultati della gestione di AdP chiamata anche a rilanciare gli aeroporti di Grottaglie e di Foggia è reso concreto anche attraverso i recenti impegni di spesa assunti dalla Regione e si inquadrano in una strategia tesa a potenziare le capacità di accoglienza turistica e di crescita economica della Puglia. Si tratta, infatti, di linee di sviluppo che non possono avere un tetto predefinito. Si pensi, per esempio, alla leva ineguagliabile costituita dal turismo religioso nazionale e internazionale o da quello d’affari sviluppatosi intorno ai poli industriali. Perciò occorre procedere in questa direzione con fiducia nell’ottica che quattro aeroporti sono meglio di due nella piena convinzione della non conflittualità tra loro”.

 

Published in Cronaca

Giovedì 10 gennaio ci sarà a Taranto il concerto della violinista Anna Tifu. Bellezza femminile e talento indiscusso per il prossimo appuntamento della stagione “Eventi Musicali” dell’Orchestra ICO della Magna Grecia.


Il concerto è alle ore 21,00, nel Teatro Orfeo, dove l’arista sarda, di origini romene, proporrà un raffinato programma capace di tracciare una linea musicale immaginaria che percorrerà le pagine più importanti e virtuosistiche del repertorio violinistico, accompagnata dall’Orchestra della Magna Grecia diretta dal Maestro Luigi Piovano nel concerto “Il fascino del virtuosismo”.
“Anna Tifu è un’artista di valore e di grande bellezza - ha dichiarato Piero Romano direttore artistico dell’Orchestra ICO della Magna Grecia - era già attesa lo scorso anno, appuntamento rimandato a causa di un’influenza. Anna è un enfant prodige diventata una conferma talentuosa, a soli 8 anni ha vinto il primo premio con menzione speciale alla Rassegna di Vittorio Veneto, a 11 anni ha debuttato come solista con l’Orchestra National des Pays de la Loire e l’anno dopo alla Scala di Milano. Per la sua bravura e la sua bellezza è stata testimonial della campagna pubblicitaria 2011 di Alitalia, con Riccardo Muti, Giuseppe Tornatore ed Eleonora Abbagnato”.
Il programma della serata prevede Carmen Fantasy, una delle opere più note di P. Sarasate - sui temi dell'opera Carmen di Georges Bizet, che per le sue tecniche delicate e la sua passione sanguigna ispirata all'opera, è considerato uno dei pezzi più impegnativi per il violino. Quindi E. Chausson - Poème op, 25, che è una delle pagine più significative del repertorio violinistico di fine Ottocento, la cui fonte primaria di ispirazione è la novella di Turgenev "il canto dell'amor trionfante”. Ed infine J. Brahms - Danze ungheresi vol. 2, le “celeberrime“ danze ungheresi impregnate del ritmo e delle melodie zigane e affrancate dal virtuosismo.
Sarà un concerto coinvolgente capace di rendere tutto il virtuosismo di Anna Tifu ed il meraviglioso suono del suo Stradivari. È figlia d’arte, nata da padre romeno, primo violino alla Filarmonica di Bucarest, trasferito a Cagliari, dove ha incontrato e sposato sua madre.
La sua passione per la classica è sbocciata in famiglia, da bambina. A quattro anni i suoi genitori la portavano già ai concerti tanto che sapeva a memoria l’opera della Carmen. A sei anni ha cominciato a prendere lezioni e due anni dopo era allieva di Salvatore Accardo, conquistando il primo premio con una menzione speciale alla rassegna di Vittorio Veneto. La si vede in foto sempre accanto al suo strumento, uno Stradivari del 1716, «Maréchal Berthier», appartenuto a Napoleone, della Fondazione Canale di Milano. Il suo obiettivo è di rimarcare la sua professionalità, oltre che la sua bellezza.
Luigi Piovano, dal 2012 è direttore musicale dell’Orchestra ICO della Magna Grecia. Con questa orchestra ha diretto importanti pagine del grande repertorio sinfonico fra i quali l’integrale delle Sinfonie e dei Concerti di Brahms, la Quarta, Quinta e Sesta Sinfonia e i Concerti di Čajkovskij, la Sinfonia in re di Franck, Shéhérazade di Rimskij-Korsakov, i due Concerti per pianoforte di Ravel.
È primo violoncello solista dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia. Suona un Alessandro Gagliano del 1710 e un violoncello a cinque corde William Forster III del 1795. Ha tenuto concerti di musica da camera con artisti del calibro di Wolfgang Sawallisch e Myung-Whun Chung, ha suonato come solista con prestigiose orchestre come Tokyo Philharmonic e Accademia di Santa Cecilia.

Published in Spettacolo

Una proposta lanciata dal consigliere comunale nel febbraio 2018 con una mozione accolta dall’intero Consiglio comunale.

«Ho ricevuto – sottolinea Marco Nilo - dal Presidente del Consiglio Comunale Lucio Lonoce una nota del Sindaco con la quale viene comunicato che, in data 14 gennaio 2019 alle ore 9.30 presso il Salone degli Specchi di Palazzo di Città si procederà a conferire ufficialmente alla giornalista Nadia Toffa la cittadinanza onoraria.
Tale provvedimento è frutto di una mia mozione tramutatasi, successivamente, in deliberazione votata all’unanimità dal Consiglio Comunale. Questa mia iniziativa nasce dal richiamo dei tanti cittadini di Taranto che hanno riconosciuto e apprezzato la tenacia e l’affetto con cui la giornalista ha deciso di portare alla ribalta nazionale i problemi della nostra città. La lungimiranza della dott.ssa Toffa, che ha “adottato” e rilanciato nella trasmissione “Le Iene” la campagna di raccolta fondi “Ie Jesche pacce pe te”, avvenuta attraverso la vendita delle note magliette, ha saputo unire un’intera città attorno ad un unico obiettivo: la salute e la salvaguardia dei bambini di Taranto.
Non posso dunque che esprimere grande soddisfazione per ciò che accadrà il prossimo 14 gennaio evidenziando sin d’ora che si tratterà di cerimonia pubblica a cui chiunque potrà partecipare. Nadia Toffa è tarantina a tutti gli effetti: Taranto è felice di poterla riabbracciare».

 

Published in Cronaca

La Marina Militare ha recentemente completato una collaborazione per la realizzazione del film “Il destino degli uomini” dedicato a Luigi Rizzo. Il film, che contiene anche rari filmati originali restaurati e colorati, narra le vicende dell`eroe dell`azione di Premuda.
A Taranto la visione del film è stata programmata nella giornata di lunedì 14 gennaio 2019 presso Cinema Bellarmino Corso Italia, 184, con inizio degli spettacoli alle ore 18.30 e 20.30.

Published in Spettacolo

Il Castello Aragonese di Taranto saluta il 2018 registrando l’incredibile successo di 121.575 visitatori, nuovo record assoluto di presenze annuali dopo quello del 2017 di 117.404 visitatori.

Dal 2005 la Marina Militare ha aperto le porte del Castello alla cittadinanza e ai turisti e, in questi quattordici anni, i visitatori complessivi provenienti dall’Italia e dall’estero arrivano ad un numero sempre più vicino al milione.
Oltre alle visite, continua senza sosta la valorizzazione culturale del sito attraverso le attività di manutenzione, di restauro e di ricerca archeologica in collaborazione con la Soprintendenza ai beni culturali e artistici della Provincia di Brindisi, Lecce e Taranto.
APPROFONDIMENTI
Con la sua forma quadrangolare occupa l’estremo angolo dell’isola su cui sorge il borgo antico della città, forma modificata negli anni. Inizialmente era solo una “Rocca” fatta da torri alte e strette e solo nel 1486 l’architetto militare, “Francesco di Giorgio Martini”, ebbe l’incarico di ampliare il castello conferendogli la forma che oggi possiamo ammirare.
A memoria della sua realizzazione una lapide murata sulla “Porta Paterna” che adornata dello stemma degli Aragonesi inquartato con l’arma dei d’Angiò riporta:
“Re Ferdinando aragonese, figlio del divino Alfonso e nipote del divino Ferdinando, rifece in forma più ampia e più solida questo castello cadente per vecchiaia, perché potesse sostenere l'impeto dei proiettili che è sopportato col massimo vigore - 1492.”
Nel corso degli anni la struttura venne rafforzata con nuove torri ed il suo impiego cambiò passando da struttura militare per la difesa a dura prigione fino al 1887, anno in cui il castello torna ad essere sede militare e più precisamente della Marina Militare.
Nella sua storia si ricorda la lunga prigionia del Generale Dumas, primo generale di colore della storia e fonte d’ispirazione del celebre romanzo “Il conte di Montecristo” scritto da suo figlio Alexandre Dumas.

Published in Cultura

L’incontro con il vicedirettore del Corriere della Sera per la presentazione del suo ultimo libro edito da Marsilio è organizzato dalla BCC San Marzano presso l’Auditorium della Banca a Grottaglie.

 

Giovedì 24 Gennaio ore 18.30, la BCC San Marzano ospita l’incontro con l'autore Antonio Polito nella Sala Auditorium della Banca a Grottaglie (Via Messapia Ang.Via Emilia).

Il vicedirettore del Corriere della Sera presenta il suo ultimo libro edito da Marsilio “Prove tecniche di resurrezione. Come riprendersi la propria vita”. Tra memoir e riflessione filosofica, si tratta di un paradossale decalogo per fare i conti con le ansie e le incertezze, le opportunità e le scoperte che ogni nuovo inizio porta con sé.

Alternando racconto autobiografico e viaggio tra le questioni del nostro tempo, Antonio Polito ci guida alla scoperta di una di quelle fasi in cui avvertiamo un improvviso bisogno di sobrietà, di «fare pulizia» e alleggerirci dai pesi inutili, applicando del sano senso pratico al nostro bagaglio di vissuti e di valori.

Una metamorfosi che ha mille facce: riguarda l’essere figli e genitori, la dimensione amorosa, il rapporto con la tecnologia, l’idea della morte, la politica e la responsabilità, la riscoperta del corpo e del piacere. Mentre rivela che cosa per lui ha superato le maglie della selezione e ciò che invece è risultato d’intralcio alla sua crescita come uomo, padre, cittadino, Polito formula una proposta estesa a tutti: avviare un percorso di «perdita» per riconquistare se stessi può essere la chiave per costruire un nuovo senso di appartenenza e rifondare così non solo le nostre vite, ma il nostro modo di essere comunità. Un invito a ridiventare padroni del proprio tempo, a mollare gli ormeggi e riprendere in mano la propria vita.

Antonio Polito (1956) è vicedirettore del Corriere della Sera. È autore di due libri intervista (con Eric Hobsbawm e con Ralf Dahrendorf), di Contro i papà (2012), In fondo a destra (2013) e, con Marsilio, di Riprendiamoci i nostri figli (2017, quattro edizioni, premio Pavese).

Evento organizzato in collaborazione con la Libreria Ubik di Taranto. Info. 3481532197

Grottaglie – Auditorium BCC San Marzano - Via Messapia/ Ang.Via Emilia - ore 18:30 - Ingresso libero con possibilità di riservare il posto a sedere registrandosi sul sito bccsanmarzano.it

Published in Cultura

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk