Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Martedì, 05 Marzo 2019

Grande evento a Grottaglie, mercoledì 6 Marzo alle ore 20:30, presso la sede dell’Associazione Aretè in via Brodolini n.50, andrà in scena la rappresentazione dello spettacolo “Maturina Fantesca, l’erede di Leonardo da Vinci”. 

Quest’anno in occasione delle Celebrazioni Leonardiane, che ricordano i 500 anni ( 1519-2019) dalla morte del grande genio Leonardo da Vinci, l’attrice italiana Patrizia La Fonte, Docente di Dizione e Recitazione presso l’Accademia Internazionale di Teatro a Roma e da anni impegnata in cinema, teatro e televisione presenterà in chiave ironica un monologo che racconta i retroscena della vita del grande inventore; interpreterà Maturina Fantesca, la cuoca di Leonardo Da Vinci, che meglio di chiunque altro conosceva i segreti, gli aneddoti più significativi e anche divertenti dell’artista, facendo apprezzare il suo lato umano e la sua grande genialità.
Durante la serata, si potrà degustare un piatto tipico della tradizione Fiorentina risalente al Medioevo accompagnato da un rosolio al profumo di fiori, inoltre si avrà il piacere di interagire con l’attrice che parlerà in fiorentino cinquecentesco e sarà sicuramente affascinante ed avvincente ascoltarla.
Un evento a cui non si può mancare, dove talento e comicità si incontreranno sul palcoscenico!

Cira Carovigno

Published in Spettacolo

L’Associazione ha formato oltre 2500 cittadini. Altra date di corsi in programmazione.

Grottaglie - L’Associazione Medici per San Ciro si prepara a formare altri cittadini ad eseguire le manovre di primo soccorso e di rianimazione cardiopolmonare e dà appuntamento a sabato 23 marzo dalle ore 8.30 alle ore 13.30 per il nuovo corso di BLSD (Basic Life Support Defibrillation) che, questa volta si terrà al Palasport Campus Campitelli, a Grottaglie. 

Full immersion di 5 ore, dunque, finalizzata a far acquisire gli strumenti conoscitivi, metodologici di base in caso di primo intervento su un adulto in arresto respiratorio e/o cardiaco nonché le manovre da eseguirsi in caso di ostruzione delle vie aeree da corpo estraneo nell’adulto e nel bambino. Il corso, che permette anche di apprendere conoscenze e abilità relative all'utilizzo del defibrillatore semiautomatico, rientra nel sistema della formazione continua di soccorritori volontari che l’associazione porta avanti dal 2013. Al suo novero oltre 2500 cittadini formati.
«Insistiamo sempre per la formazione- spiega il presidente dell’associazione, Salvatore Lenti- perché solo tramite essa possiamo diffondere la cultura della prevenzione e dell’emergenza. Cittadini adeguatamente formati possono gestire con destrezza una situazione di emergenza ed attuare il primo soccorso a coloro che sono stati colpiti improvvisamente da un evento drammatico di arresto cardiopolmonare o di soffocamento da corpo estraneo. Ciò consente di ottimizzare i tempi di intervento e di rendere forte il primo anello della catena della sopravvivenza, quello di valore determinante al mantenimento delle funzioni vitali, fino all’affidamento successivo in mani sanitarie esperte». Al termine del corso, in caso di valutazione positiva del partecipante che avrà sostenuto una prova di verifica teorica e pratica, sarà rilasciato un attestato di Operatore BLSD riconosciuto dalla Regione Puglia e valido su tutto il territorio nazionale. Le iscrizioni sono a numero chiuso e saranno accettate in ordine di arrivo fino ad esaurimento posti. Le lezioni sono tenute dagli istruttori qualificati e certificati Pino Castellana, Dora Chimenti e Anna Maria Notaristefano. Per informazioni ed iscrizioni rivolgersi alla segreteria dell’associazione in Piazza Regina Margherita 28, Grottaglie, telefono 099 566 1715 o email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Published in Sanità

Il 6 marzo alle ore 21 il palco del Teatro Orfeo di Taranto ospiterà i capostipiti della comicità degli anni '90 in Puglia, che molti ricorderanno come “Toti e Tata”. Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo tornano a grande richiesta per esibirsi in “Tutto il mondo è un palcoscenico”.

 Una produzione I Like Puglia, distribuita da For You Eventi

Il mondo diventa così un palcoscenico dove donne e uomini si rivelano attori, con le loro uscite e le loro entrate, esattamente come accade nella vita di tutti i giorni. Ognuno di noi recita la propria parte e la nostra esistenza non è altro che una sequenza di scene e controscene. Qual è, dunque, il ruolo del teatro? Il teatro diventa il luogo ideale per sviscerare le debolezze e allo stesso tempo esaltare le straordinarie qualità del genere umano. Parafrasando il famoso dipinto di Paul Gauguin, i due attori proveranno a chiedersi: “chi siamo” - “da dove veniamo” - “dove andiamo” e soprattutto “che social network usiamo?”

Giusto per rendere l'idea di quello che dovremo aspettarci: prendete la moglie di Shakespeare, un cavallo di battaglia e due bambine, l'una svedese e l'altra pugliese; agitate per bene e farcite con Al Bano, il giovane Amleto e un telefonino che riceve messaggi a tromba. Condite il tutto con un gattino grigio topo, una ragazza pane e acqua e Romeo e Giulietta alle prese con dei peperoni indigesti. Il risultato? Una ricetta ad alto tasso ironico con una comicità irriverente, che fa comunque riflettere.

Si confermano media partner: Se Dico Taranto, TarantoNotte e TarantoDay. La stagione teatrale del Cinema Teatro Orfeo è patrocinata dal Comune di Taranto.

 

Info ticket

€ 32 - platea e prima galleria
€ 27 - seconda galleria e platea laterale
€ 22 - terza galleria

Published in Spettacolo

Se ne parlerà venerdì 8 marzo nella Cittadella della Carità

Alla luce dei tanti cambiamenti avvenuti nel corso degli ultimi anni nel territorio jonico, la Fondazione Cittadella della Carità ritiene di voler focalizzare l’attenzione sui temi della salute e dell’ambiente, così rilevanti da condizionare la qualità della vita e lo stato di salute dei cittadini.

Le tante domande sul presente e sul futuro della città investono non solo il contesto locale ma assumono valenza nazionale e sono risuonate in maniera forte anche nel Parlamento europeo. Su questi temi l’on.le Nicola Caputo, europarlamentare e membro della Commissione “Ambiente e sanità pubblica”, si confronterà, nel corso della tavola rotonda:
Ambiente e salute: quali prospettive per Taranto città d’Europa?
che si terrà nell’Auditorium della Cittadella della Carità venerdì 8 marzo alle ore 15.00.
Interverranno:
Il presidente della Provincia avv. Giovanni Gugliotti
L’assessore all’ambiente del Comune di Taranto avv. Francesca Viggiano
Il vicario episcopale per la Salvaguardia del Creato don Antonio Panico
Il direttore del Servizio di Igiene e Sanità pubblica ASL TA dott. Michele Conversano
Il presidente della Fondazione Cittadella della Carità avv. Salvatore Sibilla.

Published in Sanità

È in programma il 22 marzo a Taranto presso la sede della Regione Puglia in Via Tirrenia n. 4 la selezione per animatori turistici dell’Agenzia Equipe Vacanze Group in collaborazione con i Centri per l’Impiego e l’assistenza tecnica di ANPAL Servizi SpA.

Saranno selezionati i seguenti profili: Capi Villaggio, Animatori mini e junior club, Animatori di contatto e polivalenti, Ballerini, Coreografi, Istruttori fitness, zumba e balli, Animatori sportivi, Assistenti bagnanti, Cabarettisti, Musicisti pianobar, Cantanti, Deejay, Tecnici audio-luci, Scenografi, Costumisti, Direttori Artistici e Capi Animazione.

I candidati dovranno essere in possesso di requisiti quali: maggiore età, disponibilità lavorativa nel periodo estivo anche fuori regione, doti comunicative, capacità relazionali, flessibilità, interesse alle attività del villaggio turistico.

Al personale selezionato sarò proposto un contratto stagionale da 2 a 6 mesi secondo il CCNL del Settore Turismo, nonché vitto e alloggio, divise, contributo spese al viaggio, corso di formazione gratuito di tre giorni con rilascio di attestazione di frequenza.

Gli interessati potranno inviare il proprio curriculum con foto entro il 10/03/2019 a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando nell’oggetto “Selezioni EV Group 2019” e precisando nella e-mail i profili di candidatura (max 2) e la data della selezione a cui si intende partecipare.
I candidati riceveranno a mezzo e-mail le informazioni relative alle modalità di selezione.

Sono previste ulteriori tappe in Puglia: a Foggia il 18 marzo, a Bari il 19 marzo e a Brindisi il 22 marzo.

Published in Cronaca

Grande vittoria del PD con l’ampia partecipazione dei cittadini alle primarie e grande affermazione di Nicola Zingaretti, nuovo segretario del PD.

Non era scontata l’affluenza di un milione e ottocentomila persone ai gazebo di domenica e tuttavia questa affluenza fa seguito alla bella manifestazione di Milano di sabato scorso contro il razzismo e ai primi segnali di inversione di tendenza che si erano palesati nelle elezioni regionali di Abruzzo e Sardegna. L’Italia che non si riconosce nella politica sovranista e divisiva del governo giallo verde, comincia a rialzare la testa.

In questo quadro Taranto ha dato un forte contributo alla vittoria di Zingaretti con le due liste “La Puglia per Zingaretti” e “Piazza Grande”. A Taranto su 9300 votanti, Zingaretti ottiene 5800 voti con il 62,66 %. E’ il segnale di una forte spinta al cambiamento che si manifesta sulle rive dello Jonio.
Il successo della mozione Zingaretti carica il nuovo segretario e tutti noi di una grande responsabilità, quella di costruire al più presto una alternativa riformista e solidale al governo giallo verde inadeguato, pericoloso e illiberale. La prima prova rilevante saranno le elezioni europee del prossimo 26 maggio, in cui le forze socialdemocratiche, ambientaliste, popolari, liberali, pur diversamente collocate, dovranno respingere l’assalto delle forze nazionaliste e rilanciare il progetto di un’Europa della crescita, della solidarietà, della coesione.
Giovanni Battafarano 
coordinatore mozione Zingaretti Taranto

Published in Politica
Martedì, 05 Marzo 2019 16:58

Il 14 marzo la Giornata del Rene

La Società Italiana di Nefrologia (SIN) e la Fondazione Italiana del Rene (FIR) sostengono la Giornata Mondiale del Rene, che sarà celebrata il prossimo 14 marzo.


Su tutto il territorio nazionale, nella settimana dall’11 al 17 marzo si svolgeranno diverse attività connesse alla tematica scelta per quest’anno: “Prevenzione per tutti e ovunque”. I Nefrologi, e quanti collaborano con essi, sensibilizzeranno il pubblico sulla prevenzione delle malattie renali attraverso iniziative quali lo stazionamento di camper informativi nelle piazze, la presenza di punti informativi in alcuni centri commerciali, l’informazione nelle scuole, l’apertura degli ambulatori di Nefrologia per visite gratuite.
L’ASL di Taranto aderisce all’iniziativa aprendo le porte dell’Ambulatorio di Nefrologia attivo presso l’Ospedale “SS. Annunziata” di Taranto, nella giornata del 14 marzo dalle ore 10 alle ore 16.
Gli utenti interessati si presenteranno direttamente all’ambulatorio e, in ordine di arrivo, si sottoporranno gratuitamente allo screening per le malattie renali. Lo screening prevede la misurazione della pressione arteriosa, un esame delle urine e la valutazione degli ultimi esami del sangue (se sono stati fatti di recente e nel caso l’utente porti con sé il referto). Inoltre, con ciascun utente l’équipe avrà un colloquio, a scopo informativo, sulle malattie renali, sulla diagnosi precoce delle stesse e sui comportamenti da assumere per un adeguata prevenzione delle stesse.
L’invito è rivolto a tutti i cittadini, ma in particolar modo a chi ha o ha avuto un familiare affetto da una malattia renale e chi è stato sottoposto a una terapia potenzialmente nefrolesiva.
Il Prof. Luigi Morrone, Direttore del Reparto di Nefrologia dell’Ospedale SS.Annunziata di Taranto, spiega l’importanza di iniziative di questo tipo: «È importante sensibilizzare il pubblico al fine di richiamare l’attenzione sulla salute del rene, dal momento che le malattie renali risultano in aumento nella nostra società, in quanto aumentano i fattori di rischio - in particolare patologie, quali l’ipertensione e il diabete, per cui si può sempre sospettare un danno renale - e tenendo conto che queste malattie sono asintomatiche, colpiscono silenziosamente. Proprio l’assenza di “campanelli d’allarme” evidenti rende necessari gli screening, che consentono di rilevare precocemente la presenza di una malattia quando è ancora reversibile, evitando che evolva verso un’insufficienza renale da poter essere curata solamente la dialisi».

Published in Sanità

Roma - “Accogliamo con un plauso l’endorsement del Ministro Costa all’istituzione della Giornata Nazionale Vittime dell’Inquinamento Ambientale, proposta da SIMA - Società Italiana di Medicina Ambientale e dall’Associazione Genitori tarantini E.T.S. in occasione della fiaccolata dello scorso 25 Febbraio a Taranto, in ricordo della scomparsa di Giorgio Di Ponzio”: commenta così il prof. Alessandro Miani, Presidente di SIMA, la disponibilità del Ministero dell’Ambiente a farsi portavoce in Parlamento dell’istituzione di una giornata nazionale dedicata a coloro che hanno perso la battaglia della vita contro l’inquinamento che ha infestato i luoghi in cui vivevano.

“Un atto di civiltà per ricordare chi non c’è più e per dare voce a tutte le realtà territoriali che soffrono un impatto ambientale che ha negative ricadute sulla salute pubblica”, aggiunge Cinzia Zaninelli, Presidente dell’Associazione Genitori tarantini E.T.S..

Per supportare il lavoro del Ministro Costa e per infondere fiducia alle migliaia di persone che vivono nei siti più inquinati d’Italia, per non dimenticare e per lavorare sull’educazione, sulla prevenzione e sull’informazione, la Società Italiana di Medicina Ambientale e l’Associazione Genitori tarantini E.T.S. lanciano oggi, tramite il portale Italiaambiente (www.italiaambiente.it/vittimeinquinamento), una consultazione pubblica di raccolta firme.

Ogni anno sono 84.300 le vittime in Italia del solo inquinamento atmosferico (dati OMS - Organizzazione Mondiale della Sanità) a cui si devono aggiungere i morti per amianto (5.300, dati ONA - Osservatorio Nazionale Amianto) e 3.200 decessi attribuibili a tumore al polmone causato dalla presenza di gas radon in ambienti indoor (dati ISS - Istituto Superiore di Sanità). L’inquinamento dell’acqua causa 14 decessi al giorno in Europa (dati OMS - non è presente un dato “Italia”), mentre per quello del suolo gli studi epidemiologici danno indicazioni sul rischio (in letteratura vi sono molti casi di contaminazione in cui il rischio per la popolazione esposta è pari o superiore a 1 su mille, mentre per il Testo Unico Ambientale, Legge 152/06, è accettabile 1 caso su 1 milione).

Nei 45 Siti di interesse Nazionale presi in considerazione dall’ultimo Rapporto Sentieri (ISS), di cui sono stati anticipati i risultati complessivi (sono interessati 319 comuni italiani e una popolazione di circa 5.900.000 abitanti al censimento 2011), si evidenziano 12mila morti in più del previsto in 8 anni (dal 2006 al 2013), in particolare per tumori ma anche per malattie cardiocircolatorie. Tali eccessi risultano essere negli uomini pari al 4% (tutte le cause) e 3% (tutti i tumori maligni), nelle donne del 5% (tutte le cause) e del 2% (tutti i tumori maligni). I valori assoluti risultano essere 5.267 decessi (tutte le cause) e 3.375 decessi (tutti i tumori maligni) negli uomini, 6.725 e 1.910 rispettivamente nelle donne. I casi di tumori maligni tra i più giovani (dai neonati ai ragazzi di 24 anni) nelle zone più inquinate sono cresciuti del 9%.

Nei siti contaminati, dove è attivo il registro tumori (28 su 45), "l'eccesso di incidenza" rispetto a coetanei che vivono in zone considerate 'non a rischio' è del 62% per i sarcomi dei tessuti molli, del 66% per le leucemie mieloidi acute, del 50% per i linfomi Non-Hodgkin e del 36% per i tumori al testicolo.

Per quanto riguarda il primo anno di vita vi è un eccesso di ricoverati del 3% per patologie di origine perinatale rispetto al resto dei coetanei. E un eccesso compreso tra l'8 e il 16% per le malattie respiratorie acute ed asma tra i bambini ed i giovani.

Published in Cronaca

Greco di AssoMarmo: “Occorre intervenire subito per non provocare la chiusura di tante attività artigianali”. La risposta al Segretario della Filca Cisl.

Il perdurare della crisi del comparto edilizio sicuramente penalizza anche quello lapideo. Nei due distretti lapidei di Trani ed Apricena si assiste infatti ad una diminuzione del 60% della produzione. In qualità di associazione di categoria, AssoMarmo ha intrapreso la strada del confronto e del dialogo con Audizioni in commissione Sanità del Senato e varie richieste, sia presso il Ministero dello Sviluppo Economico che nelle varie Regioni ed Enti locali dove sono presenti i nostri associati.
Per noi, che rappresentiamo gli artigiani del Lapideo, rimane una strategia fondamentale riappropriarci del settore della funeraria affinchè si possa ritornare a lavorare per tenere aperte le nostre attività. Proprio in vista di quell’ obiettivo, AssoMarmo chiese nel 2015 l’ audizione in Commissione Sanità al Senato della Repubblica al fine di discutere del DdL 1611 che voleva riformare il settore cimiteriale e funerario. Altresì resta fondamentale immettere i materiali lapidei nella lista dei materiali per il bonus ristrutturazione. Infatti, anche se i materiali lapidei sono di per sé dei materiali da costruzione, in base alla Legge Tupini del 1949 sono considerati dei ‘beni di lusso’ e quindi esclusi dal bonus ristrutturazione; di conseguenza l’Agenzia delle Entrate rigetta le domande dove vi siano richieste comprendenti materiali lapidei.
Tutto questo, se fossero state prese in considerazione le nostre proposte, avrebbe consentito al comparto lapideo di iniziare ad incrementare il proprio fatturato. Alla luce di quanto esposto, per la peculiarità del settore stesso, è spiegabile come sia stato possibile arrivare alla crisi odierna e infine gridare allo scandalo.
Vorremmo, peraltro, ricordare al Segretario Generale della Filca Cisl, Antonio Delle Noci, il quale ha scritto di recente una nota stampa, che noi subiamo, come artigiani, non solo la concorrenza della Cina che acquista in Italia materiale grezzo e che addirittura ha acquistato intere cave, ma subiamo anche quella degli Arabi; infatti, i bacini di Carrara e di Verona sono per il 50% cinesi o arabi, per non parlare della concorrenza sul settore funebre dei monumentini cinesi, venduti con prezzi irrisori tramite alcuni rivenditori di accessori bronzei. Guadagni che vanno a rimpinguare le casse delle ditte di onoranze funebri. Per quanto esposto AssoMarmo non parteciperà come associazione di categoria allo sciopero del 15 Marzo perché le nostre aziende ed i nostri ARTIGIANI meritano rispetto e non strumentalizzazioni da parte di un sindacato che dimostra di non conoscere le nostre esigenze e neanche le peculiarità del settore lapideo in genere, infatti i distretti di Apricena e di Trani sono in crisi perché i marmisti artigiani non comprano semi lavorati (lastre) come facevano un tempo e il numero delle aziende artigiane che lavorano il marmo diminuisce ogni anno sempre di più.

Published in Cronaca

È un imperativo categorico quello che indirizzo al Ministro Costa e al Presidente Conte: si faccia chiarezza subito e senza tentennamenti coinvolgendo gli organi istituzionali preposti per la valutazione dei dati della qualità dell'aria di Taranto.

Ora è il tempo delle risposte.
Sono ormai 10 mesi di parole, giravolte e dietrofront.
Di annunci vacui, tra cui la introduzione dei cosiddetti poliziotti ambientali di cui non abbiamo traccia.
Oggi la comunità tarantina disorientata merita risposte certificate e scientificamente supportate.
Il lavoro delle associazioni non può che valutarsi positivamente come forma alta di partecipazione attiva alla vita pubblica ma non può in nessun modo sostituire gli organi istituzionalmente deputati.
Il Ministro dell'Ambiente Costa deve risposte precise in tema ambientale.
Non può egli e il Governo lasciare solo il Sindaco di Taranto che è stretto in una situazione di straordinaria complessità nella assoluta ignavia dei massimi rappresentanti del Governo.
Oggi lasciare solo il Sindaco, il rappresentante più alto della comunità ionica, significa innanzitutto offendere tutta la città.
Basta. Basta.
Esigiamo fatti che possano chiarire ed eventualmente rasserenare un clima sempre più teso.
Ministero della Sanità e dell'Ambiente si preoccupino di fornire dati e fonti chiare sulle vicende tarantine.

Published in Politica
Pagina 1 di 2

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk